• 20 Aprile 2014, 00:56:26

Autore Topic: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate  (Letto 9053 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Barry Allen

  • Amministratore
  • *
  • Ikki di Phoenix
  • Sociopatico compulsivo da tastiera
  • Post: 20091
  • Cavaliere Oscuro
    • www.dcleaguers.it
GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
« il: 30 Novembre 2009, 16:14:38 »
  • Apro questo topic intanto per sondare l'interesse di voi utenti e per cominciare ad affidare i personaggi principali del GDR ispirato all'Universo DC/Marvel che andremo ad aprire nei prossimi giorni.

    Nickname - Personaggio nel GDR

    LISTA GIOCATORI E PERSONAGGI


    Barry Allen con:

    Lato DC: Barry Allen

    Lato Marvel: Iron Man

    Corto Maltese con:

    Lato DC: Sandy Hawkins, L'Ombra



    Bruce Wayne con:

    Lato DC: Batman

    Bucky con:

    Lato Marvel: Bucky

    Lato DC: Dick Grayson

    Morfeo con:

    Lato DC: John Constantine

    Lato Marvel: Loki

    Deadpool con:

    Lato Marvel: Deadpool


    Matt Murdock con:

    Lato Marvel: Daredevil

    Lato DC:Red Hood


    Dr Strange:

    Lato Marvel: Dr Strange

    Lato DC: Ra's Al Ghul

    Silver Surfer

    Lato Marvel: Thor

    Personaggi Inattivi (di cui sono presenti le schede ma che non vengono usati da nessun utente)

    Lato DC: Freccia Verde (usato da Corto Maltese solo per la quest La Stella del Demone) e Shade, the Changing Man (usato da Corto Maltese solo per la quest Universi Dimenticati)
    Lato Marvel: Kang il Conquistatore
    « Ultima modifica: 15 Ottobre 2012, 21:53:03 da Corto Maltese »


    "Il fuoco… Un ardore fiammeggiante quale non avevo mai sentito prima di allora, un odio spropositato e dirompente mi sovrastava…
    Nel mio animo sembrava fluire una magma incandescente, come se il mio cuore avesse preso ad eruttare lava come un vulcano improvvisamente ridestatosi dopo anni di silenzio…
    Quella folgore, quella brace che sembrava sopita dentro di me aveva ripreso a bruciare, inarrestabile… Ogni centimetro della mia carne ribolliva e gridava, fremendo di una rabbia antica, primitiva, quasi di una fiera liberata dopo anni di prigionia.
    In quel momento tutto svanì: il giusto, il buono, il dovere, l'amore. Sentiii tutta la forza della mia anima calpestata esplodermi in petto…
    Una smania irrefrenabile di uccidere mi assaliva. Dovevo saziarla."

    Offline Barry Allen

    • Amministratore
    • *
    • Ikki di Phoenix
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 20091
    • Cavaliere Oscuro
      • www.dcleaguers.it
    Schede Personaggi
    « Risposta #1 il: 01 Dicembre 2009, 11:48:13 »
  • Postate qui la scheda del vostro personaggio:

    Green Arrow

    "Nudo, impaurito, affamato, scoprii che l’umanità aveva dimenticato ciò per cui era nata, ciò per cui atavicamente era stata istruita e addestrata da una natura lungimirante. Integrarsi all’ambiente circostante. Cacciare. Sfidare la preda per conoscere se stessi. Io sono Freccia Verde, e ciò che ero un tempo non ha più alcun interesse per me."


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: Oliver
    ¬Cognome: Queen
    ¬Alter-ego: Green Arrow
    ¬Età: 38
    ¬Capelli: Biondi
    ¬Occhi: Azzurri
    ¬Altezza: 1,80
    ¬Peso: 89 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Esuberante, istrionico, incredibilmente diretto e incapace di trattenersi dal dire sempre ciò che pensa a chiunque.
    E’ un bell’uomo, di aspetto e modi passionali e antitetici, può essere sgradevole nella sua irruenza e ammaliante nella sua affabilità, grande affabulatore, playboy.

    ¬Descrizione Psicologica:

    Personalità molto dinamica, la sua passione e intensità lo rendono forte, nonostante la sua eterna difficoltà a trovare una direzione costante nella sua vita. Nato nell’agiatezza, non ha avuto bisogno di lavorare per anni, ed è stato cresciuto con ben pochi insegnamenti sul senso di responsabilità.
    La sua esperienza sull’isola di Starfish gli ha insegnato ad avere fiducia in se stesso, e gli ha mostrato quali siano le cose veramente importanti della vita, dandogli una nuova prospettiva. All’inizio della sua carriera come supereroe è stato mostrato come un cercatore di brividi facili, combattente del crimine più per senso d’avventura che per reale impulso morale. Solo con la perdita delle sue fortune cominciò a sviluppare un fortissimo senso di giustizia e di coscienza sociale, nonché un punto di vista politico marcatamente di sinistra.
    Resta comunque un personaggio assolutamente controverso, che alterna atti di grandissima generosità e altruismo a momenti autoritaristici ed egoistici, quasi che la sua passione e l’incapacità di controllare i moti interiori del proprio animo lo schiacciassero, portandolo a comportarsi in maniera opposta a quanto la ragione gli suggerirebbe di fare.


    Citazione
    ¬Storia:

    Il miliardario Oliver Queen, mentre si trovava su di uno yacht per un party, si ubriaca e cade in mare; naufraga su di un'isola deserta e, per sopravvivere, si costruisce un rudimentale arco di legno con il quale cacciare; dopo settimane di pratica, diventa eccezionale. Viene salvato da una barca che in seguito scoprirà essere di alcuni trafficanti di droga; con la nuova abilità appresa, Oliver sgomina la banda e la fa arrestare.
    Successivamente, indossando un costume da "Robin Hood" e usando le sue risorse economiche per finanziare il suo arsenale e rafforzando il suo corpo tramite diverse arti marziali, Oliver Queen diventa Green Arrow, il giustiziere di Star City. Prendendo spunto da Batman e Robin, Ollie adotta un ragazzo, il giovane Roy Harper che, col nome di Speedy, diviene il suo sidekick, usando una Frecciacaverna come quartier generale.
    Col tempo Green Arrow si discosta dal modo di operare di Batman, rinunciando alla ricchezza e diventando un eroe del popolo, operando per le strade; a contatto con la parte più "vera" della nazione, Ollie abbraccia idee politiche di estrema sinistra, e spesso le sue opinioni da liberal (quasi hippie) lo mettono in contrasto gran parte dei suoi colleghi supereroi come ad esempio Aquaman, monarca di Atlantide (chiamato da Ollie "fascio d'acqua dolce") o con Flash/Barry Allen (che nella sua identità civile lavora per la scientifica della polizia) ma soprattutto col suo "avversario politico" per eccellenza, l'ultra-conservatore Hawkman, col quale Ollie ha avuto dispute più che animate.
    Dopo essersi unito alla Justice League, ha iniziato una relazione sentimentale con Dinah Lance alias Black Canary; Ollie l'ha amata profondamente, ma si è rivelato un amante infedele, tradendola in più di un'occasione.
    Il suo miglior amico si è rivelato essere invece Hal Jordan, con il quale Oliver ha intrapreso un viaggio On the Road a bordo di un furgone, attraversando la nazione combattendo le differenze sociali e le discriminazioni razziali che incontravano nel loro viaggio. Durante quel periodo, Roy Harper cadde nel baratro della droga, diventando un'eroinomane; mentre Roy, aiutato da Dinah combatteva la sua battaglia contro la dipendenza, Ollie era assente, divenendo agli occhi del ragazzo un pessimo mentore: occorsero diversi anni prima che i due si riappacificassero, tuttavia Ollie si sentirà sempre in colpa per aver trascurato il ragazzo nel periodo più difficile della sua vita.
    Qualche anno dopo Ollie venne a sapere di avere un figlio, Connor Hawke, del quale disse di non sapere nulla; solamente alcuni anni più tardi (dopo la sua resurrezione) Oliver ammetterà di aver sempre saputo di lui, e di essere stato presente alla sua nascita, ma di averlo abbandonato, in quanto non si sentiva pronto ad assumersi le responsabilità di padre. Questo sarà per sempre il più grande segreto di Green Arrow, la sua più grande colpa che non lo abbandonerà mai.
    Ollie morirà nei cieli di Metropolis, mentre cercava, invano, di disinnescare un bomba. Molti eroi piangeranno la sua scomparsa, e suo figlio Connor decide di prendere il suo posto, assumendo il nome di Green Arrow.
    Ma Hal Jordan, nel frattempo divenuto Parallax, decise di resuscitarlo: i suoi nuovi poteri gli permettevano di accedere in paradiso, dove poté parlare con l'anima di Oliver: questa acconsenti di far rinascere solo "la sua parte migliore", ovvero quella composta dai ricordi di quando viaggiarono insieme per l'America.
    Così, alcuni anni dopo, per le strade di Star City riapparve di nuovo Green Arrow, completamente privo dei ricordi degli avvenimenti degli ultimi anni (ad esempio Crisis, Ora zero e la morte di Superman, di Hal Jordan e di Barry Allen), come se fosse appena tornato dal suo viaggio con Hal. Venne trovato, in condizioni di senzatetto da Stanely Dover, un ricco ed anziano signore che si prese cura di lui e cominciò a finanziare le sue imprese di giustiziere. Ollie cominciò a gestire un centro per il recupero dei giovani, nel quale andò a vivere anche Mia Dearden, una giovane prostituta che Green Arrow salvò dalla strada; Mia, ragazza sveglia, riconobbe il barbuto arciere che le salvò la vita, e andò a vivere con Ollie e Stanley nella loro casa.
    Con l'aiuto di Batman, Deadman e Etrigan, Ollie andò alla ricerca della sua origine: scoprì tutta la verità grazie ad Hal, nel frattempo divenuto lo Spettro, che lo fece incontrare con la sua anima: i due Oliver si incontrarono nell'aldilà e l'originale spiegò al risorto di essere un vacuo ovvero un essere vivente senz'anima, che si ricongiungerà ad essa solo dopo la morte.
    La scoperta della verità obbligò Stanley Dover a rivelarsi: studioso dell'occulto fin da giovane, andava a caccia di una famigerata "bestia" dai poteri immensi che voleva sottomettere: per rintracciarla aveva ucciso numerosi bambini sotto gli occhi del nipotino (che era misticamente legato alla bestia) in modo da evocarla, ma invano. Ora Stanley voleva trasferire la sua anima all'interno del corpo di Ollie, in modo da poter usufruire dei potenti mezzi della League per rintracciare il mostro. In soccorso di Ollie e Mia accorse Connor Hawke, e alla vista di suo figlio in pericolo l'anima di Ollie si riunì al corpo facendolo tornare completo e sventando il piano di Stanely.
    Riunendosi all'amata Dinah, oggi Ollie vive con Mia (divenuta nel frattempo la nuova Speedy) e Connor a Star City, continuando a gestire il centro giovanile di Dover, facendo da "nonno" alla piccola Liam (figlia di Roy) e continuando a tenere pulite le strade della sua città.
    Durante Crisi d'identità Oliie ha confidato a Wally West che per anni lui e un piccola congrega di eroi, formata da Hawkman, Zatanna, Black Canary, Atomo (Ray Palmer), Barry Allen e Hal Jordan, hanno manomesso la memoria di alcuni supercriminali allo scopo di mantenere l'anonimato di molti eroi e proteggere i loro cari.
    Oliver ha rifiutato l'ingresso nella nuova formazione della JLA per non opprimere Roy (oggi noto come Freccia Rossa in suo onore) ma nutrendo una forte nostalgia di quando ne era un titolare.
    Dopo tanti anni, Oliver ha deciso di chiedere a Dinah di sposarlo; nonostante gli alti e bassi che hanno avuto nel corso degli anni, i due si sono sempre amati profondamente, e Ollie sembra deciso più che mai a prendere con maggior serietà il suo ruolo di compagno di vita.

    Citazione
    ¬Poter e abilitài:
    - Maestro Arciere: Freccia Verde è il più grande arciere del mondo, dotato di una mira eccezionale e di una fantastica velocità d'esecuzione (per sua ammissione, è in grado di scoccare 29 frecce al minuto). All'inizio della sua carriera faceva uso di frecce truccate (le frecce-manette o la famosa freccia - guantone da boxe) ma in seguito iniziò ad adottare frecce convenzionali.

    - Schermitore eccellente: Quando non può utilizzare l'arco Oliver fa uso di una spada corta che usa nei combattimenti
    ravvicinati

    Artista Marziale: È un ottimo combattente corpo a corpo, esperto di diverse arti marziali quali judo, kickboxing e karate, è stato addestrato da Natas, lo stesso uomo che anni fa divenne famoso per essere stato il maestro del letale Deathstroke.
    - Acrobata: Nonostante l’età Oliver dimostra notevoli doti acrobatiche frutto di un costante allenamento e della sua attività di lungo corso come vigilante.

    - Politica: L’idealismo e i contenuti significativi della sua visione sociale e politica, unitamente alla sua passione ed empatia per le sofferenze altrui, lo rendono un leader carismatico e un politico nato. E’ capace di creare consenso, di portare la gente dalla sua, di risultare convincente e di convincere gli altri della bontà delle sue scelte.

     

    Citazione
    ¬Frecce speciali:

    (In inglese per comodità)
    •   Acetylene Arrow
    •   Acid Arrow (contains a vial of highly corrosive acid which is released on impact)
    •   Antler Arrow
    •   Atomic Warhead Arrow (contains an extremely miniaturized atomic warhead)
    •   Aqua Lung Arrow
    •   Avalanche Arrow
    •   Baby Rattle Arrow
    •   Bait Arrow
    •   Balloon Arrow
    •   Bloodhound Arrow
    •   Boomerang Arrow
    •   Bola Arrow
    •   Boxing Glove Arrow
    •   Bubblegum Arrow
    •   Buzzsaw Arrow
    •   Chimney sweep Arrow
    •   Cryonic (Freezing) Arrow
    •   Diamond Tipped Arrow
    •   Drill Arrow (tipped with a motorized drill-bit)
    •   Donut Arrow
    •   Explosive Arrow (contains a simple compact explosive charge)
    •   EMP arrow first appear in Smallville episode "Reunion." It is designed to disable electronic devices.
    •   Fake Uranium Arrow
    •   Fan Arrow
    •   Fire extinguisher Arrow
    •   Firecracker Arrow
    •   Flash Arrow
    •   Fountain Pen Arrow
    •   Glue Arrow
    •   Grappling Hook Arrow
    •   Handcuffs Arrow (tipped with a pair of handcuffs that close around a person's wrist on impact, if aimed properly)
    •   Harpoon Arrow
    •   Ice- Cutting Arrow
    •   Ink Arrow
    •   Kryptonite Arrow (contains an isotope of Kryptonite, to be used against Kryptonians such as Superman or Supergirl should they go rogue)
    •   Laritat Arrow
    •   Magnesium Flare Arrow
    •   Mini-Arrow
    •   Mummy Arrow
    •   Net Arrow (contains a spring-loaded nylon mesh which is released and entangles the target on impact)
    •   Nth Metal Arrow (to be used against supernatural beings. Used in an episode of Batman: The Brave and the Bold.)
    •   Paint Brush Arrow
    •   Parachute Arrow
    •   Peppermint Stick Arrow
    •   Rain Arrow
    •   Reflector Arrow
    •   Rope Arrow
    •   Safe-Cracking Arrow
    •   Smokescreen Arrow (releases a wide stream of harmless obscuring smoke through the air after being fired)
    •   Sonic Arrow
    •   Stunner Arrow
    •   Sun Arrow
    •   Trap Arrow
    •   TriClamp Arrow (arrow separates into three handcuff-type clamps)
    •   Tear Gas Arrow
    •   Tumbleweed Arrow
    •   Quantum Arrow (actually two arrows to be used simultaneously, one fired by Green Arrow and another by his sidekick Speedy. Used in an episode of JLU, "Patriot Act").
    •   Greek Fire Arrow
    •   Umbrella Arrow
     

    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.

    « Ultima modifica: 24 Marzo 2012, 11:35:52 da Oliver Queen »


    "Il fuoco… Un ardore fiammeggiante quale non avevo mai sentito prima di allora, un odio spropositato e dirompente mi sovrastava…
    Nel mio animo sembrava fluire una magma incandescente, come se il mio cuore avesse preso ad eruttare lava come un vulcano improvvisamente ridestatosi dopo anni di silenzio…
    Quella folgore, quella brace che sembrava sopita dentro di me aveva ripreso a bruciare, inarrestabile… Ogni centimetro della mia carne ribolliva e gridava, fremendo di una rabbia antica, primitiva, quasi di una fiera liberata dopo anni di prigionia.
    In quel momento tutto svanì: il giusto, il buono, il dovere, l'amore. Sentiii tutta la forza della mia anima calpestata esplodermi in petto…
    Una smania irrefrenabile di uccidere mi assaliva. Dovevo saziarla."

    Offline Selina Kyle

    • Arkham Asylum
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 23105
    • Biancaneve chi?
    Re: Schede Personaggi
    « Risposta #2 il: 02 Dicembre 2009, 16:08:23 »
  •                                                  Catwoman

    'Mi stai solo facendo perdere tempo’. Questa è la prima cosa che Batman mi abbia mai detto. Un romantico bastardo, non è vero?



    Citazione
    Nome: Selina
    Cognome:  Kyle
    Alter-ego: Catwoman
    Età: 30
    Capelli:  Neri
    Occhi: Blu-Verdi
    Altezza: 1,70
    Peso: 58 kg
    Descrizione Fisica:
    Agile e scattante, il corpo di Selina è stato scolpito da anni di duri allentamenti e inseguimenti sui tetti di Gotham.


    Citazione
    Descrizione Psicologica:
    Forte, tenace, orgogliosa e intelligente, Selina Kyle è una combattente nata. Non indietreggia mai anche di fronte alle situazioni più pericolose, anzi, ha un'innata propensione a cacciarsi nei guai. La sua recente evoluzione come paladina dell'East End l'ha portata ad essere più vcina ai problemi della gente comune e degli emarginati, ed è disposta a tutto per difendere le persone a lei care. Da sempre vive un rapporto molto complicato con Batman, il grande amore della sua vita.

    Storia:
    Con il ruolo di sorella maggiore in una famiglia a pezzi, Selina Kyle ha avuto una delle infanzie più dure che si possano immaginare. Dopo il suicidio della madre, lei e la sorella maggiore Maggie vengono affidate agli assistenti sociali e Selina comincia a capire quanto il mondo possa essere duro. Dopo la fuga dal riformatorio a 13 anni, vive in strada come una fuggiasca e impara l'arte del rubare, cosa in cui è particolarmente abile. Vedendo Batman in azione, Selina, ispirata, assume l'identità di Catwoman per prendersela con quelli che sfruttano la povera gente. Quando il successo come Catwoman la rende ricca, entra nell'elite di Gotham, cena e danza con le stesse persone che deruba. Durante questo breve periodo Selina comincia anche ad uscire con Bruce Wayne. Selina è poi tornata nell'East End per rivalutare ciò che vuole dalla sua vita come Catwoman, e si rende conto di aver perso di vista i suoi obiettivi. Nonostante veda ancora se stessa come una fuorilegge, adesso parla anche a nome degli emarginati. Qualcuno deve prendersi cura delle persone che nessuno ascolta, e chi può farlo meglio di una che ha vissuto davvero in quelle buie strade?
    E se le ricapitasse di ridistribuire un po' di icchezza lungo la strada, beh.. certe abitudini sono semplicemente dure a morire. La recente nascita della figlia Helena, avuta con l'ex poliziotto (ora deceduto) Sam Bradley, ha rivoluzionato la sua vita, profondamente segnata anche dalla tragedia della sorella Maggie, impazzita dopo essere stata torturata orribilmente da Maschera Nera.


    Citazione
    Poteri:
    Nessuno


    Citazione
    Abilità:
    - Combattimento (esperta in arti marziali e tecniche di combattimento corpo a corpo, è stata addestrata da Wildcat)
    - Acrobata (è un'ottima ginnasta, agile e leggera)
    - Uso della frusta (con cui disorienta e poi colpisce gli avversari)
    - Ladra abilissima (è in grado di organizzare furti inconsueti ed estremamente rischiosi)

    Punti deboli:
    - Vulnerabilità (è umana)

                  
    Citazione
    Duelli nel GDR
    Nessuno.

    « Ultima modifica: 02 Dicembre 2009, 18:15:40 da Selina Kyle »


    Una mela al giorno...

    Online Akanith Wan

    • X-Men
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7952
    • Homo Sapiens Superior
      • Deliri Trasversali
    Re: Schede Personaggi
    « Risposta #3 il: 04 Dicembre 2009, 21:42:16 »
  • Lobo

    " SKRATZ'! MAPPORKOS'KRUGNO!"


    Aspetto:


    Citazione
    Nome: Lobo
    Cognome: Nessuno
    Alter-ego: L'Uomo, Mr Machete, "Colui che ti divora le interiora e ne trae godimento", Bò, Bolo
    Età: 400 anni
    Capelli: Neri a dreadlocks oppure semplicemente disordinati
    Occhi: Rossi senza pupille
    Altezza: Variabile, formalmente 1,93 m
    Peso: Variabile, formalmente 113 kg
    Descrizione Fisica: Dal punto di vista fisico Lobo è un umanoide maschio, dalle caratteristiche fisiche particolari: pallido e muscoloso, si veste come un motociclista metallaro. L'immagine di Lobo è ispirata al gruppo musicale dei Kiss (come da confessione del suo creatore Keith Giffen).

    Citazione
    Descrizione Psicologica: Lobo fin dalla nascita è sempre stato un personaggio profondamente malvagio, che antepone la violenza brutale e insensata a tutto il resto. Uccidere è solo l'ultimo passo delle sue azioni: non a caso il suo nome in dialetto Khundiano sta per "colui che ti divora le budella e ci si diverte" o "colui che ti divora le interiora e ci prova gusto". È anche arrogante ed egocentrico, dato che si concentra quasi esclusivamente sui propri piaceri personali (le altre persone non contano quasi niente per lui). Gli unici esseri viventi che Lobo non odia sono i delfini spaziali, per i quali anzi nutre un grande affetto. Quando non sta inseguendo una preda vaga per il cosmo cercando occasioni per divertirsi (cioè ubriacarsi, andare a donne e soprattutto combattere e devastare).
    In aggiunta alla sua insaziabile sete di violenza, Lobo ha anche un severo codice d'onore personale: egli non violerà mai un accordo o un contratto (anche se spesso tende a interpretarlo maliziosamente a suo favore). È quindi praticamente impossibile fargli cambiare idea su qualcosa, a meno di far leva su qualcosa che gli è caro come il massacro o le donne. Egli possiede infatti una forza d'animo e una personalità eccezionali.
    Il suo colore preferito è il nero sepolcro; viceversa egli odia: il mento quadrato, i bravi ragazzi, la democrazia, la bandiere, la filosofia che il Bene riesca sempre a vincere sul Male, i capelli corti, le scarpe marroni, l'uguaglianza per le donne, l'uguaglianza per gli uomini, i diritti fondamentali e praticamente tutto ciò rappresenta la decenza.


    Storia:

    La vita su Czarnia
    Czarnia era un pianeta in cui regnavano la perfezione, l'armonia e la gioia, dove in migliaia di anni niente era andato storto e in cui non vi erano controversie tra i suoi abitanti.
    Un giorno in questo Eden nacque Lobo, un essere tanto crudele da uccidere il dottore che aveva assistito il parto e mandare in manicomio la levatrice. Nessuno degli scienziati del pianeta riuscì mai a spiegare il fenomeno Lobo, anche perché lo stesso Lobo non gliene diede tempo.
    Fin da quando aveva 2 anni aveva deciso che non voleva essere uguale a nessun altro, finché non decise di voler essere unico in tutta la galassia e di uccidere tutti gli abitanti del pianeta! Andò in un laboratorio biologico e generò una specie di insetti sconosciuta e mortale (praticamente microscopici, si incuneavano sotto la pelle e causavano una atroce morte) che liberò nell'aria, sterminando così l'intera razza Czarniana.

    Le prime imprese
    Dopo aver devastato il suo pianeta natale Lobo cominciò a viaggiare nello spazio alla ricerca di un lavoro, finché non trovò quello più adatto alle sue capacità: il cacciatore di taglie.
    Grazie a questo suo nuovo lavoro si spinse fin sulla Terra, dove si scontrò per la prima volta con la Justice League International, con Etrigan il Demone e soprattutto con Superman (in più occasioni).
    Tra le sue imprese più memorabili ci sono l'uccisione di Babbo Natale (per conto del Coniglietto Pasquale) e di tutti i figli illegittimi che aveva seminato nella galassia, i quali si erano coalizzati per ucciderlo.
    Nel corso di un combattimento venne ucciso da un criminale chiamato Loo e finì all'Aldilà, ma si ribellò e causò una tale devastazione che decisero di farlo risorgere. Per problemi tecnici, però, si reincarnò prima come scoiattolo e poi come donna (per di più durante la Seconda Guerra Mondiale); la sua reazione fu tanto veemente che neanche le maggiori divinità presenti in Paradiso riuscirono a fermarlo, e allora riuscì a farsi rispedire nel mondo terreno nei suoi panni e a far stipulare un contratto di immortalità.

    Citazione
    Poteri: Lobo possiede numerose abilità superumane (o super-Czarniane), che includono:
    Forza, Resistenza, Agilità sovrumane;
    un fattore rigenerante, che gli permette di guarire rapidamente da qualunque tipo di ferita, anche quelle mortali;
    la capacità di sopravvivere nello spazio;
    un'incredibile fiuto, che gli permette di rintracciare oggetti e persone da una parte all'altra dell'universo; una volta presi di mira da Lobo si hanno pochissime speranze di sfuggirli;
    la capacità di far nascere un nuovo Lobo da ogni goccia del suo sangue versato (questa sua abilità è stata eliminata da Vril Dox, e in seguito si pensava fosse stata riacquisita con il ritorno all'età adulta, ma in realtà non è mai stato dimostrato);
    l'immortalità (grazie a un contratto stipulato con l'aldilà).

    Citazione
    Abilità: un'eccezionale maestria nell'uso di qualunque arma e in qualunque tecnica volta a uccidere e mutilare.
    Lobo possiede inoltre un'intelligenza straordinaria, ma la utilizza solo per devastare e uccidere: ne è una prova il fatto che sia riuscito a creare una nuova specie di insetti mortali solo per sterminare la sua razza e poter essere l'unico Czarniano dell'universo. È in grado anche di analizzare rapidamente le capacità del suo avversario e scoprirne così i punti deboli.

    Punti deboli: L'unico tallone d'Achille di Lobo è il gas: sono numerose le occasioni in cui è stato messo fuori combattimento da un'inalazione di gas soporifero o velenoso. Anche l'affetto che prova nei confronti dei delfini spaziali può essere considerato un punto debole.

    Citazione
    Equipaggiamento
    L'arsenale di Lobo è costituito da:
    un pistolone, una pistola di scorta e una scorta di pistola di scorta;
    un coltellone e altri più piccoli;
    bombe a strafotto o frag granades;
    un panetto di plastico con un innesco rapido;
    filo da garrottaggio e una scelta di pugni di ferro;
    un sigaro esplosivo.
    Un'attenzione particolare merita la catena con uncino che porta al braccio destro, che lo accompagna fin dalla sua infanzia e che ne è diventata la sua arma distintiva.
    In ogni caso Lobo nelle sue storie ha usato praticamente qualunque tipo di arma, dal tagliaunghie e gli sgabelli alla bomba atomica e la Kryptonite, e tutte con estrema abilità.
    La moto spaziale che usa per muoversi nel cosmo è una SpazFrag modello 666, di incredibile potenza, dotata anche di pilota automatico. Lobo vi ha installato sopra delle armi per "sfrakatzare" i suoi nemici e delle casse per ascoltare musica metal mentre viaggia.

    Citazione
    Duelli nel GDR
    Nessuno

    [/size]
    « Ultima modifica: 20 Aprile 2010, 20:34:29 da Akanith Wan »
    "La barbarie è lo stato naturale dell'umanità", disse l'uomo della frontiera guardando ancora seriamente il cimmero. "La civiltà è innaturale. È un capriccio delle circostanze. E la barbarie, alla fine, deve sempre trionfare." da Oltre il Fiume Nero di Robert Ervin Howard

    "Crom, una spada ed un nemico su cui abbatterla, non ti chiedo nient'altro!" - Conan il Cimmero

    Ciò che non mi uccide mi rende più forte! - Friedrich Nietzsche

    La mente intelligente è una mente CURIOSA: non è soddisfatta delle spiegazioni né dalle conclusioni, e non si abbandona alla fede, perché anche la fede è una forma di conclusione. - Bruce Lee

    Provo una pena immensa per quei poveri mentecatti confinati in quella prigione euclidea che è la sanità mentale.

    Tutto mi modifica ma niente mi cambia. - Salvador Dalì

    Accetto tutto, a patto di avere una scure ben affilata! - AKA

    Come ci si può divertire in una festa dove le birre sono calde e le donne sono fredde? - Groucho Marx

    Dove l'intelligenza fallisce, la forza bruta trionfa, e viceversa!

    Cosa può cambiare la natura di un uomo? - Domanda ricorrente nel videogioco di ruolo Planescape: Torment

    Offline Corto Maltese

    • Vertigo
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4217
    • Gentiluomo di Fortuna
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #4 il: 23 Marzo 2010, 01:49:46 »
  • L'OMBRA

    "I enjoy you, Flash.  I enjoy the crimes.  I enjoy the color.  I won’t delve into the details, but it’s distinctly possible I am no longer alive.  I walk and talk and make an exceptional quail mousse, but I’m not certain I live in the conventional sense.  But when I battle you, I enjoy your life and speed and humor, and for those briefest of moments I am truly living."
    Citazione
    ¬Nome: Richard Swift
    ¬Alter-ego: L'Ombra
    ¬Età: Immortale, ha più di 200 anni
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Grigi
    ¬Altezza: 188 cm
    ¬Peso: 77 kg

    ¬Descrizione Psicologica: Descrivere la psicologia dell'Ombra non è semplice. Per anni è stato un ladro e un supercriminale, ma negli ultimi tempi ha aiutato spesso gli eroi, specialmente Bobo Bennetti e i vari Starmen. L'Ombra è immortale: l'unica cosa che sembra spaventarlo è la noia. Ha fatto la carriera da supercriminale soltanto perché la cosa stuzzicava il suo interesse e perché sentiva che fare l'eroe non era la cosa più adatta a lui. Col passare degli anni sembra essere diventato misantropo e aver perduto la fiducia negli esseri umani: l'unica cosa che afferma di "amare" è Opal City.
    Spoiler for Hiden:
    (anche se in Blackest Night comincerà una relazione con Hope O'Dare)
    Educato e raffinato, sembra il ritratto di un gentiluomo ottocentesco (in effetti lo è). Le caratteristiche che più lo definiscono sono la sua amoralità e la sua ambiguità, però ultimamente sembra aver intrapreso un cammino più "eroico" rispetto al passato, come una sorta di inconscia redenzione, oppure ha subito troppo l'influenza delle sue conoscenze supereroiche. Chi può dire cosa riserva il futuro a un immortale?

    ¬Storia: Nato a Londra alla fine del XVIII secolo, Swift ha vissuto nell'epoca vittoriana, incontrando e diventando amico di uomini come Charles Dickens e Oscar Wilde. Poco si sa della sua infanzia e giovinezza se non che da subito deve aver dimostrato una predispozione per atti criminosi e comportamenti da libertino, anche se non si può (ancora) definirlo malvagio. Nel 1837 conosce il nano Simon Culp, l'uomo che in seguito diverrà il suo acerrimo nemico.
    L'anno dopo, nel 1838, accade l'incidente mistico che fa ottenere a Swift i suoi poteri. In una nera notte, in un parco londinese, 104 anime furono perse fra Paradiso e Inferno e furono usate in un rituale che fa diventare Swift immortale e manipolatore delle ombre. Poco si sa dei dettagli di quella notte, l'Ombra non ha mai rivelato se prese parte attiva e volontaria al rituale o se si trovò lì per puro caso. Comunque l'evento lo segnò tanto profondamente che non ne volle mai parlare con nessuno. A quell'evento partecipò anche Culp, il quale ottenne gli stessi poteri dell'Ombra.
    Gli anni seguenti si è scontrato molte volte con Culp, si è inimicato i due fratelli Ludlow dopo che gli ha massacrato la famiglia per un torto, è stato rinchiuso in un’altra dimensione per un paio d’anni e ha perfino incontrato il Diavolo, inimicandosi pure lui. Verso il 1870 Swift viaggia negli Stati Uniti per la prima volta e visita Opal City, qui incontra Brian Savage (meglio conosciuto come Scalphunter) e i due diventano amici. Aiuta addirittura questo eroico sceriffo a salvare una ragazza da un ipnotista nel 1882. Dopo l’omicidio di Savage nel 1899, Swift si fa sempre più chiuso e comincia ad evitare le amicizie.
    Nel 1931, usando l’alias di Louie Fox, comincia una relazione con Marguerite Croft, della quale si innamora. Questa donna però è una Ludlow, che l’ha ingannato con lo scopo di ucciderlo e vendicare così l’antico torto. A Swift si spezza il cuore con questo atto e per difendersi la uccide, facendolo scendere nell’apatia e nell’amoralità. Nel 1941 aiutò l’eroe Captain X contro un mostro creato dai nazisti. In quell’occasione incontra Culp e i due cominciano a lottare; nella lotta, vengono colpiti da una bomba tedesca che li riduce entrambi soltanto a materia d’ombra. Per sopravvivere, le loro due essenze d’ombra si fondono in un unico corpo che è quello di Swift, il quale da questo momento in poi porterà con se anche l’essenza di Culp.
    Nel 1942 per combattere la noia decide di diventare un supercriminale e diventa avversario del primo Flash: Jay Garrick. Per lui affrontare i supereroi è un vero e proprio passatempo e  sceglie “L'Ombra” come nome di battaglia. In questo periodo si unisce anche all’Injustice Society.
    Nel 1951 salva Garrick da un tentativo di assassinio del falso eroe The Spider (che era un altro discendente dei Ludlow), salva la vita anche al primo Starman insieme al supercriminale Bobo Bennetti (che in seguito diventerà uno dei difensori di Opal City), diventa rivale anche di Barry Allen e rimane coinvolto nel “sonno” di Keystone City. Ha anche organizzato un piano per distruggere il mondo. Alcune di queste azioni sono compiute dalla personalità di Culp. Negli anni ‘80 si unisce al gruppo Injustice Inc. ma decide di uscirne poco tempo dopo e smette l’attività di supercriminale per noia.
    Negli anni ’90 fu coinvolto come alleato di Mist nell’omicidio di David Knight, lo Starman del tempo e figlio di Ted Knight (il primo Starman). Vede del potenziale in Jack Knight, secondo figlio di Ted Knight, e lo convince a seguire anche lui le orme paterne e diventare il nuovo Starman. Nonostante la riluttanza del giovane, Shade gli regala i suoi diari e diventa suo mentore e amico. Nel frattempo, stringe amicizia anche con gli O’Dare (una famiglia di poliziotti di origini irlandesi) e fa da mentore anche a loro nel tentativo di trasformarli in difensori di Opal City. In particolare si interessa a Matt O’Dare, il quale è la reincarnazione del suo defunto amico Scalphunter. Insieme a Starman e agli O’Dare affronta un uomo di nome Merritt che ha un poster che trasporta le persone all’Inferno, e con Jack Knight e Matt O’Dare va a liberare le persone imprigionate sconfiggendo il “demone nel poster” (ha anche modo di incontrare il demone Neron mentre è all’Inferno).
    In seguito aiuta sempre più Starman e gli O’Dare, riesce a terminare la sua faida con i Ludlow e salva la città dai nefasti piani di un folle. Però, mentre Jack Knight è a nello spazio, L'Ombra comincia a manifestare atti di violenza sempre più spesso. Queste azioni erano dovute a Simon Culp, il quale stava diventando sempre più forte dentro Swift ed era intenzionato ad eliminarlo e a distruggere Opal City. Culp ci andò vicino quando la città fu invasa da dei criminali, riuscì ad uscire dal corpo di Swift e a strappargli l’ombra (rendendolo vulnerabile e senza poteri) ma i suoi piani vennero ostacolati da Jack Knight e Matt O’Dare i quali aiutarono Richard Swift a sconfiggere l’ultimo dei Ludlow (The Spider II) e anche lo stesso Culp, il quale venne battuto definitivamente e Swift assorbì tutta la sua essenza d’ombra, recuperando così i poteri.
    Dopo quest’evento Ted Knight morì e Jack Knight e Matt O’Dare se ne andarono da Opal City. Jack decise anche di smettere di essere Starman e regalò l’Asta Cosmica a Courtney Whitmore, la quale è diventata Stargirl. L'Ombra adesso vive come sempre a Opal City diventandone inconsciamente un segreto protettore. Recentemente ha aiutato nel proteggere la città durante la Crisi Infinita (affermando di voler salvarne l’architettura e non le persone), ha salvato Stargirl e Billy Batson nelle Terre dell’Ombre (la stessa dimensione da cui Swift trae i suoi poteri) e ha anche aiutato Freccia Verde nel proteggere la sua identità. Però, nonostante tutte queste azioni, non sembra affatto intenzionato volersi schierare definitivamente dalla parte degli eroi. La sua unica preoccupazione è rivolta alla città che sembra amare come una donna: Opal City.
    ¬Poteri e Abilità:
    Manipolazione dell’Oscurità: i suoi poteri sembrano derivare da una connessione magica con le Terre dell’Ombra (o Zona Oscura), una dimensione magica di oscurità quasi senziente. Data l’età e l’esperienza, l'Ombra sembra essere il più abile e potente utilizzatore di questa energia.

    Teletrasporto nell’Oscurità: l'Ombra può teletrasportarsi a grandi distanze in poco tempo viaggiando fra la Terra e la Zona Oscura.

    Costrutti di Oscurità: è capace di creare costrutti solidi dalle tenebre.

    Controllo dei Demoni della Zona Oscura: Swift può evocare e controllare creature demoniache proveniente dalla Zona Oscura.

    Proiezione dell’Oscurità: l'Ombra può proiettare il buio e le ombre.

    Campo di Forza di Tenebra: può circondare se stesso in un campo di forza composto dall’oscurità.

    Immortalità: L'Ombra è immortale e quindi non invecchia. E’ anche in grado di resistere a gravi ferite e niente sembra ucciderlo (ha resistito a una bomba). Però sembra perdere la sua immortalità e i suoi poteri se perde la propria ombra, in questo caso diventa completamente vulnerabile come un normale essere umano.

    Essendo immortale, durante la sua vita ha accumulato sempre più conoscenze. Fra tutte le abilità che ha appreso quelle che spiccano di più sono quelle di ladro e assassino, anche se non sembra trarre piacere da queste attività. Scrive un diario che aggiorna continuamente, in effetti questo diario è stato un'utile di fonte di conoscenze per Jack Knight. E' anche un erudito interessato all'occultismo, ciò gli fornisce una comprensione maggiore sui propri poteri.

    ¬Equipaggiamento: Si veste spesso in modo elegante con i vestiti tipici dell’epoca vittoriana, quindi a volte risulta un po’ datato. Porta spesso un cilindro e un bastone da passeggio che nasconde una spada.

    ¬Punti deboli: E’ immortale e quindi ha smesso d’invecchiare, sembra essere capace di riprendersi da qualsiasi tipo di ferita (una bomba non l’ha ucciso)… sembrerebbe quasi invincibile. Pare che se viene separato dalla propria ombra (spesso grazie a mezzi mistici) perda i propri poteri, compresa la guarigione rapida.

    ¬Avventure nel GDR: Un'Ombra a Manhattan

    « Ultima modifica: 01 Febbraio 2012, 02:29:00 da Corto Maltese »
    "Sarebbe bello vivere in una favola."

    Offline Selina Kyle

    • Arkham Asylum
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 23105
    • Biancaneve chi?
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #5 il: 28 Marzo 2010, 08:56:21 »
  • WONDER WOMAN

    Il primo nome che abbia mai conosciuto è stato “figlia”. Mia madre non voleva che la lasciassi, non voleva che diventassi l’ambasciatrice delle Amazzoni nel mondo. Ci fu una guerra fra le Amazzoni, una prova di resistenza e saggezza per vedere chi sarebbe diventata Wonder Woman. A me era proibito partecipare. Mia madre non voleva che mi facessi del male. Perciò indossai una maschera e la ferii col mio tradimento. Giurai che non avrei mai più indossato una maschera.



    Citazione
    Nome: Wonder Woman
    Altre indentità: Principessa Diana di Themyschira/ Diana Prince
    Età: 30
    Capelli: Neri
    Occhi: Azzurri
    Altezza: 1,80
    Peso: 55 kg
    Descrizione Fisica:
    Forte, tonica, agile, bellissima, Wonder Woman proviene da una tribù di donne guerriere, le Amazzoni, e il suo fisico è stato forgiato da anni di duro addestramento.


    Citazione
    Descrizione Psicologica:
    Diana è un’icona di giustizia e umanità. Cresciuta nelle tribù delle Amazzoni, è l’intermediario fra il suo popolo e il nostro mondo. Nonostante gli immensi poteri di cui dispone si adopera instancabilmente per il bene del mondo, diffondendo ideali come l’amore, la pace, la comprensione, l’uguaglianza. Da sempre incarnazione di ideali femministi, insieme a Superman e Batman fa parte della così detta “trinità” della DC Comics. Non esita a mettere in gioco se stessa per difendere le persone al lei care, e sa anche compiere gesti estremi in caso di necessità. E’ spesso percepita come la controparte femminile di Superman.

    Storia:
    Wonder Woman è l’alter-ego della principessa Diana di Themyscira. A volte nasconde la sua natura identità, se possibile, sotto il nome di Diana Prince. Attraverso prove e combattimenti è stata scelta per rappresentare l’Isola delle Amazzoni, popolo guerriero che dichiara di essere discendente degli Dei Greci. E’ stata una dei primi membri entrati a far parte della JLA, e non vive per combattere ma per diffondere la pace. Molti fanno l’errore di considerarla una guerriera, ma è molto di più di quanto il suo addestramento suggerirebbe. Le prove della sua discendenza divina includono parecchi doni, tra cui il “lazo dorato”, strumento potentissimo che costringe coloro che ne sono avvinti a dire la verità. La natura di questo oggetto è ancora misteriosa. Diana indossa anche bracciali indistruttibili che usa per difendersi, e ha un jet invisibile che le permette di viaggiare nel mondo senza essere rintracciata dai radar.


    Citazione
    Poteri&Abilità
    - Super forza-velocità-resistenza
    - Volo
    - Combattimento (è stata addestrata nella tribù guerriera delle Amazzoni)
    - Comunicazione con gli animali
    -  Bracciali indistruttibili e lazo della verità
    -  Rigenerazione

    I suoi poteri hanno un’origine magica/divina

    Punti deboli:

    « Ultima modifica: 28 Marzo 2010, 09:02:45 da Selina Kyle »


    Una mela al giorno...

    Offline Morfeo

    • B.P.R.D.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14656
    • ..il Dottore è qui..
      • Yggdrasil
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #6 il: 19 Giugno 2011, 12:21:04 »

  • John Constantine

    " Io sono quello che esce dall'ombra, strafigo e arrogante con soprabito e sigaretta, pronto ad affrontare la follia. Ah, penso io a tutto. Posso salvarvi. Dovesse anche costarvi fino all'ultima goccia del vostro sangue, scaccerò i vostri demoni. Li prenderò a calci nei coglioni. Sputerò loro addosso mentre sono a terra e poi sparirò di nuovo nell'ombra, lasciandomi dietro solo un cenno, una strizzata d'occhio e una battuta sagace. Cammino da solo... Chi mai vorrebbe camminare con me? "


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: John
    ¬Cognome: Constantine
    ¬Alter-ego: Nessuno
    ¬Età: 40 circa
    ¬Capelli: Biondi
    ¬Occhi: Marroni
    ¬Altezza: 1,80 circa
    ¬Peso: 70 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Trasandato, magro, eternamente avvolto nel fumo dalla battuta sarcastica sempre pronta con la sigaretta in mano e il suo Trench, ecco come si presenta John Constantine, mago, stregone e farabutto.

    ¬Descrizione Psicologica:



    Citazione
    ¬Storia:

    Durante gli anni settanta, John iniziò a partecipare a circoli occulti a Londra, e visitò San Francisco, dove incontrò la maga Zatanna (con cui in seguito ebbe una relazione ed un figlio). Si innamorò inoltre del punk rock: dopo aver visto i Sex Pistols al Roxy Club a Londra nel 1977, John tagliò i suoi lunghi capelli e formò una band, i Mucous Membrane, composta da lui stesso (come leader), un batterista di nome Beano, Chas Chandler e il compagno liverpooliano Gary Lester.
    La prima prova "eroica" di John nel campo dell'occulto, come rappresentato in un flashback nel numero 11 di Hellblazer, si rivelò un disastro. Durante la data del tour dei Mucous Membrane al Casa Nova Club a Newcastle nel 1977, egli si trovò di fronte alle conseguenze di un'orgia magica non perfettamente riuscita: una bambina maltrattata, Astra, aveva evocato un orribile mostro che aveva ottenuto vendetta sugli adulti che la tormentavano, ma il mostro a quel punto si era rifiutato di andarsene. L'anno seguente John convinse, con la sua solita sconsideratezza, alcuni membri della band e altri amici occultisti (gruppo noto come crew di Newcastle) a cercare di distruggere la creatura evocando un demone (Nergal) per conto loro. Sfortunatamente, questo demone non era sotto il loro controllo e dopo che ebbe distrutto il mostro evocato dalla bambina, tormentò gli amici di Constantine e portò la piccola all'Inferno.
    Dopo quest'evento John, accusato di aver ucciso la bambina e divenuto quasi pazzo, venne rinchiuso nel manicomio di Ravenscar: qui venne maltrattato pesantemente dallo staff di servizio per tutta la durata della detenzione, perché essi credevano fosse colui che aveva molestato e assassinato Astra. Per due anni fece avanti e indietro da quest'edificio, finché non venne liberato grazie all'aiuto di Harry Cooper, un boss malavitoso che voleva che Constantine resuscitasse suo figlio. La colpa per aver causato l'incidente a Newcastle afflisse comunque Constantine per molto tempo finché, a metà dei suoi quarant'anni, egli riuscì a liberare Astra e le anime di tutti gli altri bambini intrappolati nell'Inferno. Come per il resto della crew di Newcastle, l'incidente lasciò il gruppo segnato sia fisicamente che psicologicamente.

    Citazione
    ¬Poteri:

    I poteri di John sono legati alla sua abilità nella magia.
    -Ipnosi
    -Evocazioni demoniache
    -Divinazione
    -Proiezioni astrali
    Inoltre John è dotato di una grande scaltrezza che gli permette di fronteggiare demoni e diavoli.

    Citazione
    ¬Abilità:
    La sua scaltrezza.
    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.


    ehi.. ragazzo.. ricordi quello che ti ho detto sulla terra, ai vecchi tempi.. su ordine e caos e quelle cazzate? L'ordine. Ciarpame.Il caos spazzatura. Erano solo nomi che descrivevano la stessa cosa: il gorgogliare, il vorticare e lo zampillare di protoplasma, illuso che ci sia un senso al mondo.. non c'è nessun senso.. c'è solo carne e morte..
    Vi veri Vniversum Vivus Vici

    Offline Deadpool

    • Avengers
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 13057
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #7 il: 04 Gennaio 2012, 12:09:52 »
  • Deadpool

    Il mio nome è Wade Wilston Wilson alle masse conosciuto come Deadpool il mercenario chiaccherone


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: Wade Wiston
    ¬Cognome: Wilson
    ¬Alter-ego: Deadpool
    ¬Età: 30 (ma potrebbero benissimo essere di più come per Wolverine)
    ¬Capelli: Se li avesse sarebbero Castani
    ¬Occhi: castani
    ¬Altezza: 1,80
    ¬Peso: 89 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Super chiaccherone, incredibilmente agile, maestro con le Katane e armi varie, vestito con un completo rosso e nero che lo ricopre interamente è sempre pronto a cacciarsi nei guai, sempre che il prezzo sia adeguato

    ¬Descrizione Psicologica:
    Deadpool, il cui vero nome è Wade Winston Wilson, è un personaggio dei fumetti creato da Fabian Nicieza e Rob Liefeld, pubblicato dalla Marvel Comics. A causa della sua parlantina inarrestabile, viene chiamato The Merc with a Mouth.
    È noto per il suo humour, fatto di doppisensi e riferimenti a vecchi film, canzoni, immagini popolari e serie televisive. Teledipendente tanto da descrivere la propria destra come "La mia mano CINEMAX", apprezza in particolare le situation comedy: il suo idolo è Bea Arthur della serie Cuori senza età, ritiene che le gemelle Olsen siano al centro di una cospirazione mondiale. Molteplici voci nella mente dovute alle sevizie subite ad Arma X.

    Citazione
    ¬Storia:
    Deadpool è di cittadinanza e nascita americana. Sembra che fin dall'infanzia sia stato aduso a spostarsi e a vivere in luoghi diversi a seguito dei trasferimenti da una base all'altra da parte del padre, ufficiale nell'USAF (apprendendo in tal modo un numero imprecisato di idiomi stranieri e il gusto per le parole dal suono buffo, come «chimichanga»).
    Alcuni aspetti problematici del suo carattere risalirebbero alla perdita in giovane età della madre per un cancro terminale, e all'esacerbarsi dei rapporti con il padre. Inizia a preferire la compagnia dei teppisti, a darsi a piccoli episodi di vandalismo e a comportarsi da "duro", probabilmente per attirare l'attenzione del genitore. Intorno ai diciassette anni, il futuro Deadpool resta solo al mondo: in un bar, uno dei bulli suoi amici punta una pistola contro il signor Wilson (in uniforme) mentre sta cercando di riportare il figlio a casa. Wade cerca goffamente di deviare l'arma, ma un colpo parte ugualmente uccidendo suo padre.
    Abbandonati gli studi, al compimento dei diciott'anni il protagonista si arruola nell'Esercito, entrando nelle forze speciali. Cacciato dall'esercito per insubordinazione inizia la carriera da mercenario.
    In seguito, Wilson scopre di essere affetto da una forma grave di cancro, forse per una predisposizione geneticamente ereditata dalla madre. Quando la malattia ha ormai raggiunto lo stadio terminale gli viene offerta la possibilità di entrare nel progetto Arma X, dove viene sottoposto a una sperimentazione che mira a riprodurre il fattore rigenerante del mutante Wolverine in altri soggetti.
    Risanato ma al contempo devastato irrimediabilmente nel fisico (la rigenerazione si è in qualche maniera legata al tumore, lasciando la sua pelle solcata da una miriade di rughe e cicatrici) e nella mente,  In memoria dei giorni trascorsi all'Ospizio prenderà il nome di Deadpool.


    Citazione
    ¬Poteri:
    Fattore di rigenerazione



    Citazione
    ¬Abilità:

    Forza e agilità notevoli

    Ottimo combattente, tiratore e spadaccino


    Citazione
    ¬Punti deboli
    La follia alle volte limita le sue azioni.

    Carbonadio: elemento che rallenta drasticamente il fattore rigenerante essendo quest'ultimo derivato dalle cellule di Wolverine


    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.




    « Ultima modifica: 14 Gennaio 2012, 10:05:24 da Deadpool »



    Offline Logan

    • Avengers
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1939
    • Snikt!
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #8 il: 04 Gennaio 2012, 13:12:16 »
  • Wolverine
    Sono il migliore in quello che faccio, anche se quello che faccio non è piacevole.

    Citazione
    ¬Nome: James
    ¬Cognome: Howlett
    ¬Alter-ego: Wolverine, Logan, Arma X
    ¬Età: 150 anni circa
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Marroni
    ¬Altezza: 1,60 cm circa
    ¬Peso: 80 kg


    Citazione
    ¬Descrizione Psicologica:
    Carattere di solitario e introverso;
    Logan, dietro la dura scorza, ama stare nella squadra del Professor Xavier per gli ideali che rappresenta e svela, a poco a poco, che il suo cinismo è solo una maschera, con cui si difende dai dolori del suo angoscioso passato, rivelandosi un compagno di battaglia quanto mai affidabile.


    Citazione
    ¬Storia: (POTREBBE CONTENERE SPOILER!!!)
    James Howlett nasce alla fine del XIX secolo in Canada.John Howlett,suo padre, viene ucciso da Dog Logan, il figlio del giardiniere, sotto gli occhi di James, che sfodera i suoi artigli, sfregiando Dog e uccidendo Thomas Logan, suo padre. La madre di James resta sconvolta e caccia il figlio dalla villa, dopodiché si suicida.James prende il nome di "Logan" e va a vivere con un branco di lupi, divenendo quasi più animale che uomo. Durante la seconda guerra mondiale tra le altre cose, ha anche aiutato Capitan America e Nick Fury in diverse missioni. Poi il governo canadese decide di includerlo nel progetto Arma-X, infondendo nel suo corpo l'adamantio che accresce di molto le sue capacità di combattimento, ricoprendo dell'indistruttibile metallo anche i suoi artigli. A seguito dell'esperimento però Logan perde la memoria. In questo periodo Logan entra a far parte degli X-Men. Durante gli eventi di House of M, Wolverine recupera tutti i suoi ricordi. Le sue esperienze personali non sono però sufficienti a fargli capire chi lo ha
    manipolato molto prima del suo coinvolgimento nel programma Arma X; così decide di partire alla ricerca della verità. Logan in seguito scopre che dietro ogni evento terribile della sua vita c'è il misterioso Romulus, un individuo che lo ha manovrato a sua insaputa per decenni, rendendolo un assassino spietato. Logan ha finalmente modo di affrontare il suo persecutore, ma quando è
    sul punto di ucciderlo, capisce che è questo quello che vuole Romulus,  allora decide di risparmiarlo,rimandando ad un'altra volta lo scontro finale. Infine Logan lo intrappola per sempre nella dimensione oscura di Cloak.


    Citazione
    ¬Poteri e Abilità:
    Fattore rigenerante che gli dona l'immortalità, ipersensi, forza e agilità sovrumane, esperto di arti marziali, sebbene non ne faccia quasi mai uso;


    Citazione
    ¬Equipaggiamento:
    Artigli d'osso retrattili e scheletro rivestiti di adamantio.


    Citazione
    ¬Punti Deboli:
    Carbonadio: elemento che rallenta drasticamente il fattore rigenerante di Wolverine rendendolo vulnerabile; è vulnerabile anche ai poteri di Magneto a causa dell'adamantio;


    Citazione
    ¬Avventure nel GDR:

    Nessuno.




    Contro la fighettizzazione di Wolverine!!!

    Offline Barry Allen

    • Amministratore
    • *
    • Ikki di Phoenix
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 20091
    • Cavaliere Oscuro
      • www.dcleaguers.it
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #9 il: 05 Gennaio 2012, 11:40:06 »
  • Iron Man

    "Tutto quello che ho fatto... Tutto quello che farò oggi... Tutto quello che farò sempre... E' per proteggere il mondo. Quando ho indossato questa armatura ho ottenuto un potere che nessun essere umano dovrebbe avere, un fardello di responsabilità che forse il mio cuore non dovrebbe portare. Oggi, però, farò il mio dovere. Vi proteggerò... con ogni mezzo a mia disposizione."



    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: Tony Stark
    ¬Alter-ego: Iron Man
    ¬Età: 30
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Blu
    ¬Altezza: 1,83
    ¬Peso: 84

    ¬Descrizione Fisica:

    Tony Stark è la classica persona dalla formalità elegante e carismatica. Sempre accurato nell'aspetto e nei modi di fare, appare colto, sicuro, affabile, in un certo qual modo affascinante. La lunga militanza nei Vendicatori a contatto con i più potenti eroi della Terra, ha fatto nascere in lui la volontà di curare e addestrare il proprio corpo, oltre che l'armatura di Iron Man. Il suo fisico risulta pertanto asciutto e allenato, il suo tratto distintivo è un pizzetto dandy estremamente raffinato e curato, e le sue abilità combattive sono tutt'altro che scarse, nonostante non siano sicuramente quelle le sue armi vincenti.



    ¬Profilo Psicologico:

    Citazione
    Chi è Tony Stark? Un miliardario, un playboy, un genio e un edonista, proprietario di una delle più ricche e produttive multunazionali del pianeta, eroe a tempo perso. Tony ha una vita che molti invidierebbero, ma nemmeno lui è libero da fantasmi che ne inquietano le notti.
    È un uomo teso nel costante sforzo di migliorare se stesso e la società attorno a lui, oppresso dal fardello della genialità che lo costringe ad aggiornare continuamente la tecnologia della sua armatura. Divenire obsoleti significa morire quando si combattono dei mostri. Per fare ciò, Stark è costretto a scendere a patti con la sua coscienza, e a vendere le sue invenzioni all’esercito, fonte primaria di tutti i suoi introiti.
    Senza i soldi per finanziare le sue costosissime ricerche, Iron Man non esisterebbe. Il cinico affarista non deve avere scrupoli, se vuole che l’eroe continui a vivere.
    Circondato da belle donne, Stark è capace di esercitare un potere che non si compra, quello che decide della vita o della morte dei suoi uomini. Onorato della fiducia del Presidente degli Stati Uniti, che ne ha fatto una delle persone più influenti del mondo, in pochissimo tempo Tony Stark è riuscito a trasformare lo S.H.I.E.L.D. in una delle produttive aziende della sua gestione, riducendo i costi, ottimizzando le risorse, aumentando l’incidenza e la forza d’intervento globale, non disdegnando di mettersi in gioco in prima persona.
    Conscio dei suoi talenti e delle sue risorse, ha una innata propensione per la leadership. Si comporta da "primus inter pares" e superficialmente sembra aperto e rispettoso delle altrui opinioni, ma la sua parola non ammette repliche, sebbene si sforzi di camuffare in tutti i modi le sue tendenze autoritarie. Ha una sua idea di giustizia che è lungimirante rispetto ai suoi tempi. Dotato di una mente eccezionale, si crede pertnto in diritto/dovere di essere una guida per altri meno intelligenti di lui.
    Ascolta tutti con interesse e appoggia il dialogo e le dinamiche di gruppo, ma alla fine cerca comunque di convincere tutti delle sue ragioni superiori. E se proprio non riesce a convincerli, li forza. È una persona carismatica e cordiale anche se è serio, bramoso di potere e molto complesso: difatti se lo ritiene necessario, è disposto a usare sotterfugi, a mentire e a ingannare anche i propri alleati.
    Tuttavia dietro il cinico affarista, dietro l’ipocrita burocrate, si nasconde un uomo fortemente ammantato di ideali, costantemente in lotta con i suoi demoni personali e con la volontà, spesso frustrata, di cambiare in maniera definitiva la propria società.
    In una memorabile storia di Mike Grell e Michael Ryan, edita il 3 luglio del 2003 su IRON MAN & I VENDICATORI N.78, Iron Man viaggia addirittura indietro nel tempo, ai tempi di Re Artù e dei Cavalieri della Tavola Rotonda. Un espediente narrativo di certo non casuale: con la sua armatura, con la sua filantropia, Iron Man inevitabilmente rimanda al concetto di “cavaliere moderno”. L’aver raccolto i Vendicatori nella sua magione privata indica un mecenatismo e una sensibilità di corpo tipica di un leader che considera se stesso un primus inter pares.
    Chi è infatti il Cavaliere? Sicuramente è colui che combatte, la cui immagine è legata a battaglie, ad un vasto assortimento di armi, a imprese belliche di valore. Ma il “cavaliere” è nondimeno, e forse è questa l’immagine che, sebbene oramai fuori dal tempo, dovrebbe essere finalmente riscoperta, una metafora di virtù e di ricerca interiore, uno stile di vita, teso alla costante scoperta di se stessi intesa come miglioramento di se stessi, attraverso il perseguimento della verità. Attraverso le proprie azioni il cavaliere cerca di raggiungere uno stato ideale di consapevolezza di sé e del giusto, in modo da poter infine “vedere la luce, la luce ovviamente non intesa come la luce del sole, ma quella luce che brilla all’improvviso dentro di noi”.


    ¬Storia:

    Citazione
    La vita di Tony Stark cambiò radicalmente quando egli, all'apice della sua sfolgorante carriera come mercante d'armi e fornitore diretto dell'esercito degli Stati Uniti, si recò in prima persona in Afghanistan per testare una delle sue ultime invenzioni belliche.
    Attaccato da un commando di ribelli e colpito da una scheggia al cuore, visse un periodo di prigionia nelle mani dei suoi aguzzini, che lo curarono quel tanto che bastava per permettergli di lavorare per loro.
    Tony riesce a costruire un dispositivo magnetico che tenga la scheggia nel suo petto lontana dal cuore, e solo grazie a questo sopravvive. Costretto dai suoi rapitori a costruire dei missili per loro, Tony utilizza invece la spartana tecnologia messa a sua disposizione per fabbricare un'armatura dagli eccezionali poteri che, alimentata proprio dal magnete, gli permette di fuggire e di riacquistare la libertà. Scampato alla morte per miracolo, Tony comprende che la sua vita gli è stata restituita indietro per uno scopo ben preciso.
    Comincia qui la sua nuova vita di eroe. Con a disposizione la migliore e la più aggiornata tecnologia bellica del pianeta, Iron Man è in tutto e per tutto un'arma di distruzione di massa vivente. Un cavaliere al servizio del bene.



    ¬Poteri e Abilità:

    Citazione
    Tutti i poteri e le abilità di Iron Man derivano dalla potente armatura che indossa. La pesante armatura grigia di ferro col tempo si è evoluta in un modello costituito da una matrice allineata molecolarmente di ferro rinforzato da strati di metalli come il titanio attratti magneticamente, creando così un guscio flessibile, capace di fornire un'enorme elasticità e protezione.

    Genio industriale: A dispetto dei poteri garantitigli dall'armatura, Stark è un prodigioso ingegnere meccanico, costantemente intento a creare nuove tecnologie e a cercare di scoprire nuovi metodi per migliorare quelle esistenti. Questo si estende alla sua straordinaria capacità di superare con falicità situazioni difficili, trappole o tranelli, dalle quali riesce a tirarsi fuori sfruttando in maniera straordinaria le potenzialità della fisica e della tecnologia della sua armatura.

    Esperto ingegnere: E' un ingegnere capace di costruire, modificare, scomporre praticamente qualsiasi circuito meccanico esistente al mondo.

    Esperto Businessman: Stark è estremamente rispettato nel mondo dell'alta finanza e dell'industria, capace di attirare su di sé l'attenzione di tutti quando dibatte di problemi economici o commerciali. Tale autorevolezza gli deriva dall'aver saputo costruire, nel corso degli anni, un impero commerciale di diversi miliardi di dollari praticamente dal nulla. La sua etica professionale è impeccabile, così come la sua lealtà nei confronti di chi lavora per lui e con lui.

    Esperto Stratega: E' un tattico brillante, capace di formulare con estrema rapidità strategie e nuovi piani adattati a situazioni cangianti.

    Abile Combattente: Stark fu allenato nel combattimento corpo a corpo da Capitan America, e divenne così a sua volta un combattente formidabile se richiesto dalla situazione.

    Volontà indomabile: Come evidenziato dai suoi problemi con l'alcolismo e dal suo ricovero in ospedale, Stark è in possesso di una tremenda forza di volontà, che gli consente di non arrendersi mai ed anzi di risorgere dalle proprie sconfitte ancora più forte. Si potrebbe quasi dire che il vero Iron Man non sia l'armatura, ma l'uomo dentro di essa.



    ¬Poteri Armatura:

    Citazione
    Potenziamento fisico: L'armatura dà a lui una forza sovrumana * [90 tonnellate] e la capacità di volare [Mach-8] inoltre è alimentata da una combinazione di convertitori solari, batterie elettriche e un generatore interno che usa come fonte di energia l'assorbimento di particelle beta.

    Assorbimento di energia: L'armatura è capace inoltre di convertire le vicine sorgenti di energia, come il calore o l'energia cinetica, in elettricità, o anche assorbire direttamente l'elettricità per ricaricare le batterie. L'armatura è adatta sia ad operazioni sott'acqua o nel vuoto ed è protetta dalle radiazioni.

    Interfaccia sensorio: Gli impianti a bordo dell'armatura sono controllati dagli impulsi cerebrali di Tony, interpretati dall'interfaccia cibernetica nel suo casco. I sistemi operativi di sofisticati computer con intelligenza artificiale, creati da Tony, forniscono informazioni tattiche e anche una risposta riguardo lo stato dell'armatura, usando sensori interni ed esterni. Nonostante le protezioni inserite da Tony all'interno di questi impianti, i sistemi possono essere hackerati.

    Extremis: Dopo essere stato ferito gravemente durante la battaglia con Mallen, potenziato dal virus Extremis, Stark introduce nel suo sistema nervoso il virus tecno-organico, dopo averlo modificato a suo piacimento; ciò non salva solo la sua vita, ma fonde l'armatura con il corpo di Tony. Questo gli permette di immagazzinare gli strati interni dell'armatura di Iron Man nelle cavità delle sue ossa e di controllarli grazie agli impulsi nervosi. Egli può inoltre connettersi alle comunicazioni esterne come satelliti, cellulari e computer su tutto il mondo permettendogli una comunicazione wireless anche su più livelli contemporaneamente. Poiché ora il sistema operativo dell’armatura è proprio il cervello di Tony, la risposta ai comandi è decisamente migliorata.
    Extremis lo rende inoltre capace di guarire più velocemente sia il suo stesso corpo che l'armatura, di ammalarsi più difficilmente, e potenzia in generale tutte le prestazioni di un corpo umano standard, riflessi, forza, velocità, etc.

    Armatura Tecno-organica: Successivamente alla fine del dominio di Norman Osborn, durante Dark Reign Stark, ripresosi dal coma in cui era caduto dopo una lotta con Osborn stesso (nei panni di Iron Patriot) si ritira per qualche giorno per studiare un potenziamento della sua armatura, giungendo poi a sfoggiare una corazza molto più snella e articolata di quelle precedenti, con la innovativa caratteristica di essere composta da filamenti molecolari che normalmente risiedono nelle cavità ossee di Tony. I filamenti sono estratti con la sola forza del pensiero avvolgendolo a una velocità senza precedenti; inoltre la nuova armatura aggiunge soltanto 10 chilogrammi al peso di Stark.

    Psi-Scudi: Grazie a uno degli esperimenti più recenti dello S.H.I.E.L.D., la mente di Iron Man è attualmente protetta da attacchi esterni, persino da parte dei telepati più potenti.

    - Equipaggiamenti speciali Ferrari di Stark:
    * Booster di potenza in grado di portare, per brevi tratti e se il terreno lo consente, la velocità vicino ai 580 km/h.
    * Collegamento via satellite per trasmissioni Radio/TV e possibilità di videoconferenza.
    * Telefono satellitare GPS e Navigatore.
    * Radiotrasmittente a onde corte (impostata sulla frequenza dello S.H.I.E.L.D.)
    * Collegamento via satellite con Jervis e il mainframe della Stark Tower.
    * Funzioni attivabili a comando vocale con sistema di identificazione.
    * Funzione di comando a distanza a ultrasuoni.
    * Pneumatici riempiti di gel antiforatura, resistenti al fuoco e antiproiettile, rinforzati al kevlar.
    * Fari allo xeno ad assetto variabile.
    * Cinture di sicurezza dotate di sensori misura pressione arteriosa e battito cardiaco.
    * Telecamera a infrarossi per visione notturna.
    * Dispositivo speciale di frenata a retrorazzi in caso di blocco repentino ad altissima velocità.
    * Impianto elettrico protetto in bagno di gelatina al trizio.



    ¬Equipaggiamento Armatura

    Citazione
    Le armature di Iron Man sono composte generalmente da:

    * Casco:

    - gps
    - radio
    - video comunicatore
    - comunicatore satellitare
    - raggi x ed infrarossi
    - computer
    - database
    - scanner

    * Guanti:
    - raggi repulsori con potenza di spinta 2000 kgm |kilogrammetro|.
    - raggi laser (dita) con potenza energetica 30 TW |terawatt|.
    - spada laser con potenza energetica 60 TW.
    - lanciafiamme capaci di sprigionare un calore di 1000°.
    - mitragliatrici laser (polsi) con potenza energetica 30 TW |terawatt|.
    - emettitori di scudi magnetici ed energetici con potenza energetica 60 TW.

    * Stivali:
    - razzi con potenza di spinta 5000 kgm |kilogrammetro|.

    * Busto:
    - uni-raggio con potenza energetica 60 TW.
    - creatore di ologrammi
    - generatore di scudi e campi di forza con potenza energetica 60 TW.
    - Tri-raggio con potenza energetica 30 TW |terawatt|.
    - torcia
    - raggio di calore capace di sprigionare un calore di 3000°.
    - raggio congelante a capaci di sprigionare un calore di -273°.

    * Schiena:

    - laser di grosso calibro con potenza energetica 60 TW.
    - eliche
    - propulsori
    - lancia-missili di potenza 1,5 Kt |kiloton|.



    ¬Punti deboli:

    Citazione
    - E' umano.


    ¬Duelli nel GDR:

    Citazione
    Nessuno

    « Ultima modifica: 16 Febbraio 2012, 13:58:10 da Il Cavaliere Oscuro »


    "Il fuoco… Un ardore fiammeggiante quale non avevo mai sentito prima di allora, un odio spropositato e dirompente mi sovrastava…
    Nel mio animo sembrava fluire una magma incandescente, come se il mio cuore avesse preso ad eruttare lava come un vulcano improvvisamente ridestatosi dopo anni di silenzio…
    Quella folgore, quella brace che sembrava sopita dentro di me aveva ripreso a bruciare, inarrestabile… Ogni centimetro della mia carne ribolliva e gridava, fremendo di una rabbia antica, primitiva, quasi di una fiera liberata dopo anni di prigionia.
    In quel momento tutto svanì: il giusto, il buono, il dovere, l'amore. Sentiii tutta la forza della mia anima calpestata esplodermi in petto…
    Una smania irrefrenabile di uccidere mi assaliva. Dovevo saziarla."

    Offline Bruce Wayne

    • Arkham Asylum
    • *
    • Moderatore globale
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 11155
    • Apophenia
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #10 il: 07 Gennaio 2012, 12:15:19 »
  • Batman


    "Sì padre. Diventerò un pipistrello."


    "La vittoria sta nei preparativi."

    Citazione
    ¬Nome: Bruce
    ¬Cognome: Wayne
    ¬Alter-ego: Batman
    ¬Età: 41
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Blu
    ¬Altezza: 187 cm
    ¬Peso:103 kg


    ¬Descrizione: Bruce Wayne ha fatto un solenne giuramento per proteggere la città dal male che ha preso le vite dei suoi genitori. Ha speso anni della sua vita viaggiando per il mondo, allenandosi per raggiungere la perfezione fisica e mentale e imparando un'innumerevole serie di abilità per combattere il crimine, incluse la chimica, la criminologia, arte forense, arti marziali, arti ginniche, travestimenti e capacità da escapista. E' estremamente paranoico e ossessivo. Incapace, forse di vivere appieno i rapporti interpersonali; timoroso di dover rivivere lo stesso trauma della perdita di persone care.



    ¬Storia: La vita di Bruce è stata segnata dal trauma della perdita dei propri genitori. Giurando che nessun altro avrebbe dovuto rivivere la stessa tragedia, dedica la sua vita a combattere il crimine nei panni del vigilante mascherato Batman.
    Scegliendo come simbolo proprio il pipistrello, animale che lo terrorizzò da piccolo, in modo che anche i criminali condividano il suo stesso terrore.


    ¬Abilità:
    - Incutere paura.
    - Capacità di deduzione e mentali assolutamente sopra la media, il che lo rende il più grande detective del mondo.
    - Vastissime conoscenze scentifiche o culturali in genere.
    - Grandissimo esperto di arti marziali.
    - Maestro escapista.
    - Maestro della teatralità, dell'inganno e della dissimulazione.
    - Completo controllo del corpo attraverso la meditazione.
    - Mimetismo e tecniche di sopravvivenza in ambienti ostili.

    ¬Equipaggiamento:
    - Busto che può resistere a colpi di piccolo calibro (coltelli, pistole)
    - Rampino che può sollevare fino a 150 kg per 30 minuti
    - Mantello ignifugo fino a 100°C, antiproiettile, antistrappo e impermeabile all'acqua. Se attraversato da una scarica di corrente attivabile per mezzo dei guanti, si irrigidisce e permette di planare per brevi distanze.
    - Maschera resistente a colpi di piccolo calibro (coltelli, bastoni, pistole). E' dotata di visore notturno, visore infrarossi, zoom di ingrandimento. Un sofisticato sistema hi-tech sistemato proprio sotto la calotta di protezione, consente al Cavaliere Oscuro di restare in contatto radio con tutti i suoi collaboratori, per poter meglio coordinare le varie missioni.
    - All'interno del cappuccio è presente una radio con frequenza criptata, le altre frequenze sono rintracciabili attraverso un apposito dispositivo all'interno della cintura.
    - Visuale notturna fornita dalla maschera per un raggio di 90 m.
    - Batmobile

    ¬Punti deboli: E' umano.
    ¬Avventure nel GDR:
    - nessuna


    Offline Morfeo

    • B.P.R.D.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14656
    • ..il Dottore è qui..
      • Yggdrasil
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #11 il: 08 Gennaio 2012, 14:02:35 »
  • Kang il Conquistatore

    "Miei sudditi, oggi vi chiamo per raccogliere gloria e onore! Siete pronti miei valorosi ad affrontare i più potenti guerrieri dell'Universo?"


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: Nathaniel
    ¬Cognome:Richards
    ¬Alter-ego: Kang il Conquistatore, Rama Tut
    ¬Età:
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Verdi
    ¬Altezza: 1,85
    ¬Peso: 80 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Alto, piazzato, Kang ha un portamento regale.

    ¬Descrizione Psicologica:

    Kang è il conquistatore di innumerevoli pianeti.
    Ama la conquista e mette il proprio onore davanti ad ogni cosa.

    Citazione
    ¬Storia:
    Nathaniel Richards, l'uomo che sarebbe diventato Kang, è nato in un altro pianeta di un XXXI secolo alternativo rispetto a quella in cui vivono ed operano altri super-esseri, come i Guardiani della Galassia. La Terra è stata trasformata in un paradiso con una società evolutissima dal punto di vista tecnologico, grazie al padre di Reed Richards (Mister Fantastic dei Fantastici Quattro), il Nathaniel Richards da cui Kang avrebbe preso il nome. Dopo essersi recato, dal suo natìo XIX secolo nel futuro, ebbe un figlio da una donna di quell'era: Kang, appunto. ne consegue che Kang e Reed Richards sono fratellastri.

    Il giovane Nathaniel, erudito studioso, era insoddisfatto di questo mondo pacifico. Studia la storia delle guerre nella sua brama di dominazione di un'era più selvaggia. La sua lunga degenza ospedaliera, dovuta alle gravi ferite riportate da dei bulli (e la conseguente quasi totale rovina finanziaria della sua famiglia), molto probabilmente accentuò questi impulsi. Scoprì la tecnologia per viaggiare nel tempo che aveva inventato uno dei suoi antenati (che poteva essere suo padre Nathaniel Richards o il Dottor Destino).
    Ispirandosi al Dottor Destino, si costruì un'armatura, o per meglio dire, un arsenale ambulante. Fece molti viaggi nella storia, modificandola, diventando il faraone Rhama-Tut nonché creando varie copie temporali di se stesso.

    Una di queste copie di Kang decise di combattere gli eroi del XX secolo come una sfida degna di essere fatta, man mano che i Vendicatori lo sconfiggevano si sentiva sempre più adirato. Nel corso di questi viaggi, assunse brevemente anche altre identità, tra cui quella del Centurione Scarlatto.
    Cercando di tornare al suo tempo, si "scontrò" con un altro crononauta (sembra proprio il Dottor Destino). Di conseguenza, si ritrovò mille anni avanti rispetto ala sua era, nel XL secolo. Vi trovò un mondo imbarbarito e dimentico di larga parte del progresso scientifico-tecnologico. Gli fu relativamente facile diventarne il signore, ma continuò a meditare la vendetta contro gli eroi del XXI secolo.

    Ultimamente Kang rivelò ad una giovane versione di se stesso il proprio futuro, ma questa, spaventata, tornò nell'epoca dei Vendicatori per cercare aiuto nell'intento di sconfiggere Kang.
    Questa versione formò i Giovani Vendicatori, il giovane Kang (che aveva assunto l'identità di Iron Lad) uccise la sua versione più vecchia creando un paradosso temporale.

    Ma alla fine ritornò al suo futuro portando con sè l'armatura di Kang con dentro i ricordi di Visione. Una di queste versioni di Kang, giunto all'età di settanta anni e prendendo atto che tutto i suoi sforzi non erano riusciti a renderlo felice (e, men che meno, a far resuscitare la sua amata Ravonna) decide di tornare nell'Egitto pre-dinastico e riprendere il ruolo del faraone Rhama-Tut. Lo governa saggiamente per decenni. Si costruisce una piramide, a guardia della quale pone dei vampiri e si sta preparando alla morte, quando decide di tornare nel XXI secolo, per aiutare i Vendicatori in un'ennesima lotta contro se stesso, nelle vesti di Kang. La versione sconfitta di Kang decide di rastrellare tutti gli universi possibili, per eliminare tutte le copie di se stesso, onde impedire che una di esse diventi mai il faraone Rhama-Tut che lo ha sconfitto. Non si rende conto che, così facendo, non faceva altro che creare nuovi universi alternativi. Il faraone Rhama-Tut decide di lasciare questa dimensione, diventando il re del Limbo Immortus. In tali vesti, celebrò le nozze tra Visione e Wanda Maximoff (più conosciuta come Scarlet) e tra il Cotato che aveva assunto le sembianze del defunto Spadaccino (Jacques Duquesne) e Mantìs.

    Lo studio della storia della guerra dimostra una notevole propensione di Kang alla battaglia e alla conquista (da cui il suo soprannome) e anche un contorto senso dell'onore.


    Citazione
    ¬Poteri:

    I poteri di Kang derivano dal suo uso della tecnologia
    -Capacità di viaggiare nel tempo
    -Capacità fisiche aumentate grazie alla sua armatura



    Citazione
    ¬Abilità:
    -Genio militare e tecnologico
    -Può disporre di infiniti fondi e schiere innumerevoli di soldati pronti a morire per lui


    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.
    « Ultima modifica: 24 Marzo 2012, 10:57:30 da Morfeo »
    ehi.. ragazzo.. ricordi quello che ti ho detto sulla terra, ai vecchi tempi.. su ordine e caos e quelle cazzate? L'ordine. Ciarpame.Il caos spazzatura. Erano solo nomi che descrivevano la stessa cosa: il gorgogliare, il vorticare e lo zampillare di protoplasma, illuso che ci sia un senso al mondo.. non c'è nessun senso.. c'è solo carne e morte..
    Vi veri Vniversum Vivus Vici

    Offline Bucky Barnes

    • Avengers
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4057
    • Scooter Boy - Winter Soldier - Captain America
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #12 il: 09 Gennaio 2012, 16:17:20 »
  • RICHARD GRAYSON

    Vorrei potermi scrollare la sensazione di stare portando un sudario


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: Richard John ''Dick''
    ¬Cognome:Grayson
    ¬Alter-ego: Batman, Nightwing, Robin, Freddie Lloyd, Freddie Dinardo, Renegade
    ¬Età: 25 anni
    ¬Capelli: Neri
    ¬Occhi: Blu
    ¬Altezza: 1,85
    ¬Peso: 80 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Alto e atletico, con capelli neri e  occhi azzurri. Dick è pieno di cicatrici e ferite a causa del suo ''secondo lavoro''.

    ¬Descrizione Psicologica:
    Dick al contrario di Batman non è mai rimasto sommerso dall'oscurità. Egli infatti è sempre riuscito a veere l'aspetto positivo delle cose, ha sempre trovato la forza di sorridere. Questo suo atteggiamento lo ha spesso portato a confrontarsi e a scontrarsi con Bruce Wayne, fino ad abbandonare il suo ruolo di spalla per assumere il nome di Nightwing. Il suo mentore però, nonostante tutto, gli rivelerà che lo considera migliore di lui, in quanto la crociata di Dick contro il crimine non ha mai soffocato la vita del ragazzo.
    Infine quando è stato costretto ad assumere il manto del pipistrello, nonostante le sue insicurezze e la paura di essere all'altezza, è riuscito ad essere all'altezza del ruolo affidatogli e a salvare in circostanze diverse i suoi due Robin: Tim Drake e Damian Wayne.



    Citazione
    ¬Storia:
    -Robin
    Il più giovane membro della famiglia di acrobati conosciuti come i "Grayson volanti", Dick, vide i suoi genitori uccisi dal mafioso Tony Zucco che li fece precipitare sabotando il trapezio durante uno spettacolo, per estorcere denaro al circo in cui lavoravano. Bruce Wayne lo prese con sé come suo pupillo.
    Wayne addestrò personalmente Dick insegnandogli tutti i trucchi del mestiere della lotta al crimine; fu così che Dick divenne il partner del "Cavaliere Oscuro": Robin, il ragazzo meraviglia.
    Durante l'adolescenza di Dick, Batman e Robin furono inseparabili e divennero noti come il "Dinamico Duo", combattendo ogni genere di criminale per le strade di Gotham City, ma quando Dick si iscrisse all'università cominciò a dividersi tra le missioni accanto al Cavaliere Oscuro e a quelle con i suoi nuovi amici: i Teen Titans.
    -Teen Titans
    Assieme ad altri eroi adolescenti come Kid Flash, Aqualad, Wonder Girl e Speedy, infatti, Dick formò una squadra, proprio come fecero i loro mentori formando la Justice League: in virtù delle competenze tattiche apprese da Batman, Robin è stato riconosciuto come leader.
    Crescendo, Dick cominciò a passare più tempo con i Titans piuttosto che con Batman, e presto il ruolo di "spalla" gli andò sempre più stretto, così decise di sciogliere il suo sodalizio con il suo mentore e andò per la sua strada, mentre altri giovani (Jason Todd prima e Tim Drake dopo) presero poi il suo posto come Robin.

    -Nightwing
    Incerto che cosa fare con la sua nuova indipendenza, Dick abbandonò per un certo periodo la lotta contro la criminalità continuando a studiare legge, ma non poteva immaginare la sua vita in qualsiasi altro modo. Cercando qualcuno che lo potesse capire, Dick chiese a Superman ciò che sarebbe dovuto diventare, se non Robin. In risposta, Superman gli raccontò una storia di molto tempo prima su Krypton, su un uomo che venne rinnegato della sua famiglia, che decise di proteggere i deboli nei panni del supereroe chiamato Nightwing. Dick allora decise di onorare il leggendario kryptoniano adottando egli stesso il nome di Nightwing.
    Pur avendo avuto un'infatuazione per Barbara Gordon quando questa vestiva i panni di Batgirl, nelle file dei Titans Dick trovò l'amore in Starfire, ovvero la principessa di Tamaran Koriand'r, con la quale Dick è stato fidanzato per molti anni.
    Quando Bruce Wayne venne paralizzato dopo aver perso una brutale lotta contro Bane (vedi la saga Knightfall), egli lasciò il mantello di Batman a Jean-Paul Valley, con esiti disastrosi dovuti all'instabilità di quest'ultimo. Bruce disse di aver scelto Jean Paul e non Dick in quanto vedeva ormai quest'ultimo come un uomo, che si era costruito una sua identità con i suoi doveri e le sue responsabilità; in realtà Bruce voleva evitare che Dick affrontasse il pericoloso Bane.
    Dopo che Wayne tornò ad indossare il mantello di Batman, si prese un breve periodo di riposo per recuperare dalle ferite, e chiese a Dick di sostituirlo: durante il tempo in cui divenne il Cavaliere Oscuro Dick provò a sé stesso e a Bruce di essere il suo unico, degno erede.
    Con l'identità di Nightwing Dick Grayson ha guidato prima i Giovani Titani e poi gli Outsider. Nella propria serie, lanciata nel 1996 e tuttora in corso, è diventato il protettore di Blüdhaven, la città vicina a Gotham City.
    Quando la Justice League fu data per morta ad Atlantide (durante la saga "l'Era di Ossidiana/The Obsidian Age") Batman lasciò delle istruzioni d'emergenza, dove formò una nuova League, composta da Freccia Verde, Atom, Hawkgirl, Maggiore Disastro, Faith, Firestorm e Jason Blood (l'alter ego di Etrigan) e guidata proprio da Nightwing, da lui considerato il miglior leader possibile. Sotto la sua guida, il team riuscì a salvare la League originale, dopodiché Dick tornò a fare la riserva.
    Durante Crisi infinita la città di Blüdhaven viene distrutta da Chemo, mandato dalla Società dei Criminali, ma Dick non è tra i morti e continua ad vigilare sulla città. Quando poi si stabilì a Blüdhaven, ebbe vari incontri con la Cacciatrice, ma infine si fidanza con Barbara Gordon, divenuta ora la super hacker nota come Oracolo.

    -Batman
    Ha vestito una prima volta i panni di Batman al termine della saga Knightfall nel ciclo Figliol Prodigo, per poi riconsegnare le insegne del pipistrello nuovamente a Bruce Wayne.
    Successivamente, dopo gli eventi di Batman R.I.P. e Battaglia per il Mantello, Dick Grayson è ufficialmente il nuovo Batman succedendo quindi ancora una volta al suo mentore Bruce Wayne, apparentemente defunto.
    In seguito dopo il ritorno di Bruce, ha mantenuto il ruolo di Cavaliere Oscuro di Gotham City affiancato da Damian Wayne, nel ruolo di Robin, finchè il suo mentore girava il mondo con l'obiettivo di arruolare vigilanti per la ''Batman Inc.''

    Citazione
    ¬Poteri:
    -Nessuno


    Citazione
    ¬Abilità:
    Abilità
    Eccezionale atleta e acrobata
    Grande esperto di arti marziali
    Abile stratega e leader
    Ottimo detective
    Accesso ad armi e strumenti hi-tech
    In generale possiede le medesime capacità intellettuali e fisiche di Bruce Wayne, essendo stato addestrato da quest'ultimo.

    Citazione
    ¬Punti deboli
    -Non ha poteri
    -E' giovane e a volte insicuro
    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.

    Conosciuto precedentemente come Doctor Mid-Nite


    http://covvo.tumblr.com/

    Offline Corto Maltese

    • Vertigo
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4217
    • Gentiluomo di Fortuna
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #13 il: 09 Gennaio 2012, 16:44:56 »
  • SHADE, the Changing Man
    [/size]

    "Don't ask anymore questions, Kathy. You might not like the answers."

    Citazione
    ¬Nome: Rac Shade  
    ¬Alter-ego: Shade, the Changing Man  
    ¬Età: Sconosciuta, apparentemente dai 20 ai 30 anni
    ¬Capelli: Rossi  
    ¬Occhi: Verdi  
    ¬Altezza: 1,80 circa
    ¬Peso: 70 kg


    ¬Descrizione Psicologica: Shade è instabile mentalmente. Tutti gli anni passati a usare la M-Vest e a combattere la follia hanno intaccato la sua sanità mentale. Perdere la sua amata Kathy ha creato in lui una profonda ossessione nei confronti del suo amore e hanno acuito la sua depressione. Generalmente è un tipo romantico e sensibile, molto portato alla poesia, ma la sua mente ha danzato sul baratro della pazzia per troppo tempo.

    ¬Storia: Rac Shade è un alieno del pianeta Meta, collocato su un'altra dimensione. Dopo aver dimostrato di avere un profilo psicologico "idoneo", Shade è divenuto un "Changing Man", un agente che viene inviato sulla Terra per affrontare la "Madness Stream", il flusso di follia che attraversa l'America. Armato della M-Vest, un oggetto di Meta che gli permette di "combattere la pazzia con la pazzia", Shade deve affrontare l'American Scream, la personificazione di tutta la follia degli Stati Uniti, che ha l'aspetto di uno Zio Sam cadaverico. Nel suo arrivo in America, fa la conoscenza di Kathy George, una bella  giovane sfortunatamente alcolizzata. La ragazza voleva assistere alla condanna a morte del serial killer che le ha rovinato la vita, Troy Grenzer, ma nel momento in cui muore l'assassino, Rac Shade prende possesso del suo corpo (i nativi di Meta non possono portare i propri corpi sulla Terra, rischiano di rimanerci intrappolati). Nonostante lo shock di viaggiare con l'uomo che le ha ucciso i genitori e causato indirettamente la morte del fidanzato, Kathy accompagnerà Shade in questa impresa.

    Dopo aver riacquistato il proprio aspetto grazie alla M-Vest, scoperto di aver perduto per sempre il proprio corpo, Shade vivrà varie avventure in cui dovrà contrastare la follia negli U.S.A., ma infine riuscirà ad avere la resa dei conti con l'American Scream. Dopo averlo sconfitto, a Shade non rimane altra opzione che rimanere sulla Terra, e insieme all'amata Kathy e ad altri amici, vivrà altre avventure.

    Attualmente Shade ha perduto Kathy, la quale sembra essere morta, e l'unico modo con cui affronta la depressione e la solitudine è quello di aver risposto alla chiamata di Madame Xanadu e di essersi unito al supergruppo magico noto come Justice League Dark, assieme a John Constantine, Zatanna, Deadman e Mindwarp.

    ¬Poteri e Abilità: Vedere M-Vest.

    ¬Equipaggiamento:
    M-Vest:
    La M-Vest (la cui "M" può stare sia per "Meta" che per "Madness") è uno strumento creato sul pianeta Meta per combattere la follia. La M-Vest ha l'aspetto di un lungo cappotto multicolore con varie forme geometriche bianche e nere.
    Sommariamente, la M-Vest dona al suo possessore la capacità di alterare la realtà a piacimento. In realtà, la questione è più complessa. Quello che la M-Vest fa è solidificare il pensiero, in particolare le follie della gente. Essa rende reale e tangibile la follia che ogni mente (umana e non) contiene. E' molto difficile riuscire a controllare un oggetto del genere, e lo stesso Shade ci ha messo molto tempo per imparare a usarlo. Inoltre, la M-Vest sembra dotata di volontà propria e reagisce in modo quasi automatico ad ogni stranezza e psicosi delle persone. Naturalmente individua ogni turba mentale in un individuo, rendendo materiale il suo pensiero.
    Permette anche di creare illusioni di vario genere (sempre correlate con la pazzia) e può far "teletrasportare" Shade per il mondo attraverso la "Madness Stream", una sorta di flusso di follia che attraversa tutte le menti.

    ¬Punti deboli: Il suo precario equilibrio mentale. Senza la M-Vest non ha alcun potere, rimane per lo più innocuo.
    ¬Avventure nel GDR: Universi Dimenticati
    « Ultima modifica: 08 Febbraio 2012, 20:28:59 da Corto Maltese »
    "Sarebbe bello vivere in una favola."

    Offline Bucky Barnes

    • Avengers
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4057
    • Scooter Boy - Winter Soldier - Captain America
    Re: GDR DC: I PERSONAGGI e le loro schede compilate
    « Risposta #14 il: 22 Gennaio 2012, 14:11:48 »
  • JAMES ''BUCKY'' BARNES

    [size=10] Steve mi sta guidando. Non posso essere lui. Nessuno potrebbe mai esserlo. Ma posso cercare di renderlo orgoglioso.... A modo mio.


    Aspetto:

    Citazione
    ¬Nome: James Buchanan ''Bucky''
    ¬Cognome:Barnes
    ¬Alter-ego: Winter Soldier, Captain America, Bucky
    ¬Età: 87 anni
    ¬Capelli: Marroni
    ¬Occhi: Castani/Blu
    ¬Altezza: 1,85
    ¬Peso: 80 kg




    Citazione
    ¬Descrizione Fisica:

    Alto e atletico, con capelli marroni e  occhi castani. Bucky è pieno di cicatrici e ferite a causa del suo ''secondo lavoro''. Possiede inoltre una protesi robotica alposto del braccio sinistro.

    ¬Descrizione Psicologica:
    James è un uomo forte, che nella vita non si è mai arreso. Nonostante tute le difficoltà che ha affrontato, dalla presunta morte ai delitti del Soldato d'Inverno. Egli ha indossato il costume di Steve, che considera come un fratello, perchè non voleva che lo facesse nessun'altro.
    Bucky inoltre è costantemente turbato dal fantasma dei suoi crimini come spia sovietica, e cerca la redenzione in tutti i modi possibili, spesso punendosi più del dovuto.



    Citazione
    ¬Storia:
    James Buchanan Barnes era un orfano cresciuto nella base militare di Fort Lehigh, dove fece amicizia col soldato semplice Steve Rogers (ovvero Capitan America). Quando venne accidentalmente a conoscenza della sua doppia identità, il governo decise di affiancarlo a Cap come simbolo di propaganda contro la gioventù hitleriana: venne addestrato nel combattimento e in seguito venne mandato in battaglia col nome in codice di Bucky. Capitan America e Bucky, alleati con Toro, la Torcia Umana originale e Namor formano gli Invasori, una squadra di superumani al servizio degli Alleati, chiamati così all'inizio del 1942 da Winston Churchill. Bucky fu fondamentale anche nella formazione di altri due supergruppi, la Legione della Libertà (che combatteva spie naziste infiltrate nel territorio nazionale) e Commandos minorenni. Da soli o in compagnia degli Invasori, quindi, Cap e Bucky continuano a combattere le forze dell'Asse in Europa o nel Pacifico, per tutta la durata del conflitto.
    Alla fine del 1945, mentre si stava avvicinando la fine della guerra, Capitan America e Bucky si trovarono a Londra sulle tracce di uno scienziato nazista, il Barone Zemo. Avendo scoperto questi mentre cercava di rubare il piano di un aereo sperimentale radiocomandato, lo affrontano ma accidentalmente vengono catturati dall'androide di Zemo.
    L'aereo V2 decolla con la missione di bombardare Londra, ma i due eroi lo inseguono con una moto da cui Bucky salta per primo, aggrappandosi alla cabina di pilotaggio. Cap salta subito dopo, ma si accorge di una bomba collegata all'interno; solo allora capisce di essere caduto in una trappola, dunque grida al suo partner di saltar giù dall'aereo. Quest'ultimo lo sente, ma decide di ignorare l'avvertimento per tentare di disinnescare la bomba: l'aereo esplode con lui a bordo e Bucky sembra rimanere ucciso. Il suo corpo non viene ritrovato, mentre Capitan America cade nelle acque gelide dell'Artico, dove rimane ibernato, e verrà riportato in vita solo molti decenni più tardi dai Vendicatori. Al suo risveglio, il suo primo pensiero sarà proprio la morte del suo giovane amico, per la quale si sente responsabile: il rimorso di non essere riuscito ad impedirla sarà il più grande rimpianto nella vita dell'eroe e il dolore per la sua prematura scomparsa lo segnerà per sempre.
    Soldato d'Inverno
    James "Bucky" Barnes torna in scena alcuni decenni dopo, con il nome di Soldato d'Inverno (Winter soldier).
    Aprile 1945, Canale della Manica, Costa Britannica: si scoprì che il suo corpo, privo di un braccio, venne recuperato da un sottomarino sovietico comandato dal generale Karpov. I sovietici sperarono di trovare nel suo sangue tracce del siero del super soldato che aveva donato a Capitan America le sue straordinarie capacità, ma non trovarono nessuna super formula nel suo organismo; con loro stupore però scoprirono che in realtà era ancora vivo, sebbene non ricordasse nulla del suo passato. Complice questa sua amnesia, Bucky fu riprogrammato come agente segreto russo, gli fu impiantato una protesi bionica, e durante gli anni della guerra fredda fu mandato oltre le linee nemiche ad uccidere i bersagli che l'alto comando russo gli ordinava di eliminare. Ma durante una missione negli Stati Uniti, il Soldato d'Inverno non tornò alla base; sentendo un strano senso di nostalgia, vagò per gli States fino a che gli uomini del KGB non riuscirono a ricatturarlo. Una volta tornato in URSS, Karpov decise che era troppo pericoloso lasciarlo a piede libero, così ordinò di tenere il Soldato in stato vegetativo tra una missione e l'altra e che, ogni qualvolta veniva "scongelato", la sua mente fosse sottoposta al lavaggio del cervello; in queste condizioni, James Barnes invecchiò di soli cinque anni dal 1955 a 1976. Sotto questa identità, oltre ad essere stato l'istruttore e l'amante di Natasha Romanoff alias la Vedova Nera, affrontò anche Logan (parecchi anni prima di divenire l'X-Man noto come Wolverine) cui sembra abbia ucciso la moglie incinta.
    Dopo la morte di Karpov, Barnes rimase in stasi per quasi venti anni a causa della sua instabilità mentale e fu messo in un deposito ereditato dal protetto di Karpov, il Generale Aleksander Lukin. Quest'ultimo, dopo la caduta dell'Unione sovietica, fuggì e formò la Kronas Oil Corporation. Per riuscire ad ottenere il Cubo Cosmico del Teschio Rosso, Lukin richiamò in vita Barnes e gli fece uccidere il Teschio, ma Barnes era all'oscuro che il Teschio avesse usato simultaneamente il Cubo per trasferire la sua coscienza nel corpo di Lukin. Barnes poi assassinò Jack Monroe (ex Nomad ed ex Flagello, nonché il "Bucky" degli anni cinquanta) dopo averlo incastrato per l'assassinio del Teschio. In seguito Barnes azionò una bomba a Filadelfia per aiutare Lukin ad attivare il Cubo Cosmico. Quando Lukin scoprì gli effetti collaterali del Cubo, ordinò a Barnes di portarlo in una cassaforte nucleare in West Virginia. Avendo scoperto la vera identità del Soldato d'Inverno, Capitan America usò il Cubo Cosmico per ripristinare i suoi ricordi: Barnes allora si rivoltò contro Lukin e passò in clandestinità. Riemerse a Belgrado, a Londra e infine in USA, dove si unì a Nick Fury in diverse operazioni sotto copertura, al fine di aiutare gli eroi che si opponevano all'atto di registrazione.
    Quest'ultimo aveva orchestrato un piano allo scopo di liberare Capitan America (arrestato dopo la fine di Civil War e scortato in tribunale per essere processato), assistito proprio da Bucky e da Sharon Carter, ma l'inaspettato agguato di un cecchino mandò in fumo l'intera operazione: così, mentre l'agente 13 scortava Cap in ospedale, James cercava di scoprire chi avesse sparato. Venne raggiunto sul luogo da cui partì il colpo da Falcon, che lo aggredì ritenendolo responsabile dell'accaduto. Dopo un veloce chiarimento, i due collaborarono per catturare il vero colpevole, che stava scappando via in elicottero. Scoprirono che si trattava di Crossbones, e di conseguenza intuirono che il mandante non poteva che essere il Teschio Rosso, che in qualche modo era sopravvissuto alla morte. Dopo averlo sconfitto, Bucky fugge, lasciando che sia Falcon a consegnarlo allo S.H.I.E.L.D..
    Ora James ha deciso di operare in proprio, deciso a vendicare la morte del proprio amico e mentore, dando la caccia a tutte le persone che ritiene responsabili, da Tony Stark al Teschio Rosso.
    Il suo primo compito è quello di recuperare lo scudo di Capitan America; difatti, quello esposto nel museo di storia nazionale a New York è un falso, mentre l'originale è tenuto in custodia in un laboratorio S.H.I.E.L.D. da Tony Stark che, per ragioni di sicurezza, incarica la Vedova nera di trasportarlo in un'altra base; quest'ultima però viene attaccata da James, che riesce a prevalere sulla sua ex allieva, forse perché sorpresa di ritrovarsi di fronte il suo ex amante creduto morto. Così Soldato d'Inverno riesce nell'intento di recuperare lo scudo, che ritiene troppo prezioso per essere lasciato in mani da lui ritenute indegne.
    Quindi cerca di mettere a punto un modo per uccidere Tony Stark e trovare il Teschio Rosso, così da vendicare l'omicidio di Capitan America. Nel frattempo Stark riceve da un avvocato una misteriosa lettera da Steve Rogers. Intanto Nick Fury e Falcon si incontrano per escogitare una strategia comune per fermarlo, con l'aiuto di Sharon Carter. Ne trovano traccia in un laboratorio dell'A.I.M., in cui è riuscito a ottenere informazioni sui piani di Sin: sta lavorando su una lista di basi S.H.I.E.L.D. a New York. Soldato d'Inverno comprende poco dopo che la lista serviva per far evadere Crossbones, liberato dalla stessa Sin con l'aiuto della Squadra dei serpenti. Si reca quindi da Aleksander Lukin, credendo sia un alleato del Teschio Rosso in grado di fornirgli il suo nascondiglio: sopraggiungono però Crossbones e Sin nell'appartamento, intimandogli di togliere le mani di dosso dal loro capo, il che gli fa capire, con grande sorpresa e disappunto, che Lukin e Teschio Rosso sono la stessa persona.
    Barnes viene così catturato dal Teschio, che lo lascia nelle mani del Dottor Faustus, che sembra volerlo sottoporre ad un nuovo lavaggio del cervello in modo da poterlo utilizzare per i propri loschi piani, ma James riesce a resistere al condizionamento, cosa che obbliga Faustus ad imprigionarlo nei sotterranei della loro base. Il tempestivo intervento di Falcon e Natasha Romanoff mette in fuga il dottore, mentre Bucky viene preso in custodia dallo S.H.I.E.L.D.
    Nuovo Capitan America

    Dopo le vicende successive alla morte di Capitan America in cui è stato coinvolto, Bucky accetta la proposta di Stark di diventare il nuovo Capitan America e dare la caccia al Teschio Rosso, ma pone come condizione di non venire registrato, proprio come il suo predecessore, e di avere una totale autonomia. Inoltre, indossa una versione modificata del costume di Cap, adoperando oltre lo scudo una pistola e un coltello da combattimento.
    James riallaccia i rapporti con Natasha Romanoff, sua compagna di addestramento ai tempi della Stanza Rossa (il bureau per l'addestramento di spie e "supereroi" sovietici) e nonostante egli resti fedele alla causa degli Stati Uniti e dello S.H.I.E.L.D., continua a mantenere segretamente rapporti con Nick Fury, ex-direttore dell'organizzazione prima di Stark.
    Oggi, facendo coppia con Falcon, il nuovo Captan America ha sventato l'ennesimo piano di conquista del Teschio Rosso.
    Dopo essersi unito alla resistenza terrestre durante Secret Invasion, Cap/Bucky si è ritrovato contro l'Uomo senza Volto, un avversario affrontato in Cina negli anni cinquanta, quand'era ancora un agente dei sovietici: aiutato dal mercenario Batroc il Saltatore, il criminale s'è impossessato dei resti della Torcia Umana originale, grazie ai quali vuole creare una nuova temibile arma. James allora chiede aiuto al suo vecchio amico Namor il Sub-Mariner per recuperare quel che resta del loro ex compagno d'armi; inoltre, al termine di Secret Invasion, il nuovo Cap si è unito ai Nuovi Vendicatori, proponendo loro di usare l'appartamento di Steve Rogers come loro base.
    Capitan America: Rinato
    Durante l'anniversario della morte di Cap, Sharon Carter fa un importante scoperta: recupera la pistola con cui sparò a Steve Rogers, scoprendo che non si trattava di una pistola normale ma di una composta da sofisticati elementi tecnologici (creata dal Dottor Destino).
    Sharon si reca allora da Falcon, Bucky e i Nuovi Vendicatori, dicendo loro che Steve non è morto e che esiste un modo per salvarlo. Difatti, Steve Rogers è intrappolato in un limbo spazio - tempo, e per salvarlo è necessario recuperare nuovamente il dispositivo temporale creato da Destino dall'eliveivolo H.A.M.M.E.R.
    Buck e Natasha, nel tentativo di rubarlo, vengono catturati dagli Oscuri Vendicatori; Osborn libera la Vedova Nera, col compito di ordinare a Sharon Carter di costituirsi, tendendo James come ostaggio. Tenuto prigioniero dai Thunderbolts, Buck viene liberato da Falcon, dopodiché assieme ai Nuovi Vendicatori, vanno al salvataggio di Sharon.
    Dopo essere stati abbattuti a Washington da un veivolo A.I.M., comandato dal reddivivo Teschio Rosso (ora all'interno del corpo di Cap), Bucky affronta l'odiato nemico in un duello corpo a corpo, ma proprio quando questi sta per avere la meglio su di lui, Steve Rogers riprende il possesso del proprio corpo, espellendo da esso la psiche del Teschio, dopodiché di due Capitan America, finalmente riuniti, guidano l'assalto contro le forze dell'A.I.M., riuscendo a salvare Sharon e a sconfiggere il Teschio Rosso.
    A chi andrà lo Scudo?
    Steve è finalmente tornato e Bucky può tornare a riabbracciare il proprio mentore dopo decenni. Incredibilmente, Steve cede il suo scudo a Bucky, chiedendogli di continuare a ricoprire il ruolo di Capitan America. In seguito viene contattato da Nick Fury che, oltre a fornirgli un nuovo braccio bionico (non più di metallo ma dalla sembianze umane) lo informa delle attività del Cap degli anni 50, ora a capo di un gruppo sovversivo di estrema destra. Buck e Falcon decidono di occuparsi di lui, elaborando un piano per infiltrarsi tra le loro file. Durante il duello finale Bucky è costretto a sparagli per impedirgli di far esplodere la diga di Hoover.
    In seguito decide di seguire Steve, Nick Fury e i Nuovi Vendicatori per impedire l'Assedio di Asgard da parte di Norman Osborn. Per l'occasione, Bucky decide di restituire lo scudo a Steve, optando per un mitra.
    Gulag
    A seguito di un piano ordito dal Barine Zemo, Bucky viene arrestato per i suoi crimini come Soldato d'Inverno. Scagionato, dopo aver dimostrato in tribunale di essere stato controllato mentalmente, viene espatriato da alcuni agenti russi per alto tradimento. James si ritrova dunque in un gulag, dove è costretto ad affrontare dei metaumani in scontri clandestini voluti dal direttore del penitenziario. Riesce a scappare dopo una roccambolesca fuga grazie all'intervento della Vedova Nera.


    Citazione
    ¬Poteri:
    -Nessuno


    Citazione
    ¬Abilità:
    Abilità
    Bucky Barnes fu istruito nel combattimento corpo a corpo da Capitan America in persona, ciò l'ha reso un lottatore straordinario; è anche un esperto nell'uso di varie armi da fuoco, difatti è un'eccellente tiratore, inoltre il suo braccio meccanico gli da una forza sovraumana e la capacità di ''fulminare'' l'avversario con l'elttricità. Durante gli anni al servizio del KGB ha ricevuto un intenso addestramento da agente segreto che lo ha reso una formidabile spia.



    Citazione
    ¬Punti deboli
    -Non ha poteri
    - Rimorsi per il suo passato da spia sovietica
    Citazione
    ¬Duelli nel GDR

    Nessuno.

    Conosciuto precedentemente come Doctor Mid-Nite


    http://covvo.tumblr.com/