Autore Topic: Batman: Arkham - La collana antologica  (Letto 41512 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ororo Munroe

  • *
  • Legge a malapena il suo nome...
  • Post: 189
  • Adora le sue scarpe dell'Enigmista
    • E.nigma Creazioni Artigianali
Re: Batman: Arkham - La collana antologica
« Risposta #90 il: 24 Aprile 2012, 13:15:01 »
  • Ho recuperato il volume sull'Enigmista e devo dire che mi ha fatto amare ancora di più Edward Nigma.
    Per quanto riguarda il volume in sè e per sè, non mi è piaciuto molto il fatto che non ci sia un indice con le date di pubblicazione e gli autori delle storie (che su alcune non ci sono nemmeno scritti).
    Per quanto riguarda le storie, mi sono piaciute tutte.
    Spoiler: ShowHide
    Nella prima i disegni sono decisamente datati  (:lolle:), ma è interessante dal punto di vista storico.
    Nella seconda è interessante vedere l'ossessione che l'Enigmista ha nei confronti di Batman e il suo volere a tutti i costi dimostrare che lui è più intelligente (ossessione in realtà base di tutte le storie, insita proprio nel personaggio).
    La terza mostra la capacità di Edward di attirare il pubblico da vero showman. E il fatto che i suoi scagnozzi si chiamino punto, punto, punto e punto è assolutamente GENIALE.
    La quarta è la mia preferita. Vede un enigmista molto più malato dal punto di vista mentale e ancora di più ossessionato da Batman. Ne parla, ma non ne vuole parlare perchè vuole che si parli di sè e della sua storia, non di Batman. E la fine è davvero spiazzante, ma assolutamente grandiosa. Tutto è solo nella sua mente.
    "Cavaliere oscuro, città oscura" è molto particolare, ma mi è piaciuta molto. Vede un Enigmista più sadico, ma anche più ingegnoso nell'elaborare un piano perfetto (beh, quasi perfetto).
    Infine, l'ultima è piacevole, scorrevole ed è riuscitissima l'idea dello show televisivo condotto da Nigma. Un presentatore nato. Idea anticipata peraltro dalla terza storia.

    Una domanda: ma le aiutanti dell' Enigmista ogni volta hanno nomi diversi per errori di traduzione o sono proprio altri personaggi? Perchè c'è Quesito che c'è sempre, ma la seconda si chiama in una storia Quiz, in un'altra Echo e in un'altra ancora Sondaggio. Oddio, potrebbe anche essere che Nigma le dà sempre un nome diverso, conoscendolo  :asd:.
    Comunque ho notato con piacere che indossano gli orecchini identici a quello che mi sono fatta per me con le perline. E non sapevo neanche che Eddy aveva delle aiutanti. Ho esclamato da sola: "Sono uguali al mio! Fantastico!"  :lolle:


    Offline Talon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7626
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #91 il: 27 Maggio 2012, 17:27:45 »
  • 1. Le avventure del Joker all'inizio sembrano tutte uguali, sino poi a rivelarsi completamente diverse. Un po’ deluso sulle prime storie che lo hanno reso "il Joker", non la sua trasformazione, ma mi riferisco a ciò che era prima, una specie di supereroe con la testa di latta dedito al crimine. Nelle storie seguenti si è però affermato e risultano evidenti i pregi del nemico n°1 di Batman.

    2. Mi chiedo se sia un caso il fatto che a Due Facce sia stato dedicato proprio il n°2 di questa serie? Credo di no. A parte la storia sul commissario Gordon, in cui fa solo una fugace apparizione, l'intero volume è stupendo. Mette in risalto ciò che più mi fa apprezzare le vicende che avvengono a Gotham, ovvero la psiche dei personaggi che animano questo fumetto.

    3. Personaggio eccentrico che agisce solo dopo averci pensato su parecchio, motivo per il quale spesso la fa franca. Le sue avventure mi sono sembrate un po’ sottotono rispetto ai due volumi precedenti della serie, ma bisogna ammettere che Oswald Chesterfield Cobblepot ha stile.

    4. Una serie di storie composte da due ottimi ingredienti, paura e vendetta. Inoltre questo volume contiene una tavola a mio avviso eccezionale... quella che ha sullo sfondo un tetro campo di grano, mentre in primo piano lo Spaventapasseri, con la sua figura dinoccolata, tiene la maschera di Batman in punta di forcone.


    5. Nonostante a guardarlo sembri un’astronauta e alcune volte abbia delle capacità di distruzione di massa esagerate è un buon personaggio... quando si limita un po’.

    6. Il controllo che ha sulle piante aumenta il suo intrigante e letale fascino. Grazie alle proprie peculiarità può disporre dell'enorme forza e delle numerose risorse della natura.

    7. Il fatto che parli sempre per enigmi, a volte un po’ assurdi, può diventare abbastanza snervante, ma i suoi piani sono molto ingegnosi.

    8. Una sorta di Batman alternativo, bello l'approfondimento sui pipistrelli ma è l'unica nota a favore. Per il resto niente di rilevante.

    9. La storia migliore è quella che coinvolge tutti e quattro i Clayface... o quasi. Attori, mutaforma e potenza distruttiva, il tutto con un comune denominatore, l'argilla.

    10. Tipica storia del burattino malefico che fa sempre effetto e in Batman viene gestita magistralmente. L'origine di Woody, o meglio di Scarface, è molto particolare e interessante.

    11. E' il personaggio meno carismatico dell'intera collana, l'unica cosa che lo distingue è che devono tenerlo praticamente sempre immobilizzato perché troppo letale, anche con l'oggetto più innocuo tra le mani.

    12. La prima storia parte bene con la descrizione della vita di tutti i giorni in questo posto, poi però viene inutilmente aggiunto l'elemento soprannaturale, con creature infernali, demoni... insomma, siamo ad Arkham e per realizzare qualcosa di interessante dubito fortemente che ci fosse bisogno di queste cose. La seconda storia è decisamente migliore, ma parecchio datata e la cosa si fa sentire. I dossier finali sono praticamente inutili, solo qualche riga sugli undici personaggi affrontati nei numeri precedenti, senza aggiungere niente di nuovo. Io avrei preferito ulteriori volumi, sul Cappellaio Matto, su Bane, su Killer Croc... dato che non ci sono stati, almeno i dossier finali potevano essere su di loro. L'unica cosa a salvarsi in questo volume è Humpty Dumpty.

    Offline Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 154036
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #92 il: 27 Maggio 2012, 17:32:56 »
  • 1. Le avventure del Joker all'inizio sembrano tutte uguali, sino poi a rivelarsi completamente diverse. Un po’ deluso sulle prime storie che lo hanno reso "il Joker", non la sua trasformazione, ma mi riferisco a ciò che era prima, una specie di supereroe con la testa di latta dedito al crimine. Nelle storie seguenti si è però affermato e risultano evidenti i pregi del nemico n°1 di Batman.

    2. Mi chiedo se sia un caso il fatto che a Due Facce sia stato dedicato proprio il n°2 di questa serie? Credo di no. A parte la storia sul commissario Gordon, in cui fa solo una fugace apparizione, l'intero volume è stupendo. Mette in risalto ciò che più mi fa apprezzare le vicende che avvengono a Gotham, ovvero la psiche dei personaggi che animano questo fumetto.

    3. Personaggio eccentrico che agisce solo dopo averci pensato su parecchio, motivo per il quale spesso la fa franca. Le sue avventure mi sono sembrate un po’ sottotono rispetto ai due volumi precedenti della serie, ma bisogna ammettere che Oswald Chesterfield Cobblepot ha stile.

    4. Una serie di storie composte da due ottimi ingredienti, paura e vendetta. Inoltre questo volume contiene una tavola a mio avviso eccezionale... quella che ha sullo sfondo un tetro campo di grano, mentre in primo piano lo Spaventapasseri, con la sua figura dinoccolata, tiene la maschera di Batman in punta di forcone.


    5. Nonostante a guardarlo sembri un’astronauta e alcune volte abbia delle capacità di distruzione di massa esagerate è un buon personaggio... quando si limita un po’.

    6. Il controllo che ha sulle piante aumenta il suo intrigante e letale fascino. Grazie alle proprie peculiarità può disporre dell'enorme forza e delle numerose risorse della natura.

    7. Il fatto che parli sempre per enigmi, a volte un po’ assurdi, può diventare abbastanza snervante, ma i suoi piani sono molto ingegnosi.

    8. Una sorta di Batman alternativo, bello l'approfondimento sui pipistrelli ma è l'unica nota a favore. Per il resto niente di rilevante.

    9. La storia migliore è quella che coinvolge tutti e quattro i Clayface... o quasi. Attori, mutaforma e potenza distruttiva, il tutto con un comune denominatore, l'argilla.

    10. Tipica storia del burattino malefico che fa sempre effetto e in Batman viene gestita magistralmente. L'origine di Woody, o meglio di Scarface, è molto particolare e interessante.

    11. E' il personaggio meno carismatico dell'intera collana, l'unica cosa che lo distingue è che devono tenerlo praticamente sempre immobilizzato perché troppo letale, anche con l'oggetto più innocuo tra le mani.

    12. La prima storia parte bene con la descrizione della vita di tutti i giorni in questo posto, poi però viene inutilmente aggiunto l'elemento soprannaturale, con creature infernali, demoni... insomma, siamo ad Arkham e per realizzare qualcosa di interessante dubito fortemente che ci fosse bisogno di queste cose. La seconda storia è decisamente migliore, ma parecchio datata e la cosa si fa sentire. I dossier finali sono praticamente inutili, solo qualche riga sugli undici personaggi affrontati nei numeri precedenti, senza aggiungere niente di nuovo. Io avrei preferito ulteriori volumi, sul Cappellaio Matto, su Bane, su Killer Croc... dato che non ci sono stati, almeno i dossier finali potevano essere su di loro. L'unica cosa a salvarsi in questo volume è Humpty Dumpty.

    Complimentissimi Preest  :clap: :clap: :clap:
    Veramente, ottima analisi dell'intera opera  :up:
    INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE



    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori

    Offline Talon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7626
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #93 il: 27 Maggio 2012, 17:37:38 »
  • Ti ringrazio, però mi hai fatto prendere un colpo. Quando ho visto che avevi risposto subito pensavo di aver sbagliato qualcosa  :lol:

    Offline Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 154036
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #94 il: 27 Maggio 2012, 17:39:57 »
  • Ti ringrazio, però mi hai fatto prendere un colpo. Quando ho visto che avevi risposto subito pensavo di aver sbagliato qualcosa  :lol:

    Figurati, quello che è tuo è tuo  ^_^
    Addirittura un colpo???  :lolle: :lolle: :lolle:
    INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE



    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori

    Offline Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 154036
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #95 il: 16 Ottobre 2012, 02:13:51 »
  • Mi sono letto "Anno Uno" dello Spaventapasseri.



    Devo dire che negli anni 90 gli "Annual" versione Anno Uno per ogni personaggio erano ben fatti, gli autori anche se non erano di primissimo livello facevano assolutamente la loro figura, per esempio in questa storia il disegnatore è Bret Blevins che a me piace molto.

    Moench scrive dettagliatamente l'infanzia di Crane fino al suo primo vero crimine nei panni dello Spaventapasseri.

    La tavola conclusiva è qualcosa di "eccezionale" :w00t:
    Batman che
    Spoiler: ShowHide
    immagina Crane nella cella assieme a Due Facce e Joker e il solo pensiero di come si sta riempendo Arkham gli suscita "Paura"


    Uno di questi giorni dovrei rileggermi l'intera collana e commentarla per bene  ^_^
    INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE



    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori

    Offline Arciconte

    • Arkham Asylum
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 633
    Re: Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #96 il: 16 Ottobre 2012, 12:13:43 »
  • Io mi sto leggendo alcuni volumi di questa collana, recuperati tempo addietro, come riempitivo tra Knightfall e l'imminente lettura di Cataclisma/Terra di Nessuno, in modo da avere una panoramica completa anche su quei cattivoni che ancora conosco poco.

    Ho letto il volume su Poison Ivy, con la bella storia di Ann Nocenti, quello sullo Spaventapasseri e quello su L'Enigmista - ho adorato la storia Cavaliere Oscuro, Città Oscura, in cui ho visto per la prima volta un Edward Nygma veramente inquietante, finalmente al livello dei migliori (cioè peggiori  :asd:) nemici del Cavaliere Oscuro. Ho iniziato il volume su Scarface, di cui ho letto la prima storia, molto piacevole. Non vedo l'ora di leggermi le altre e di vedere come verrà caratterizzato questo personaggio, di cui conoscevo poco o nulla.

    Ho letto anche il volume con Living Hell, storia stupenda, almeno finchè non sopraggiunge l'elemento sovrannaturale, che ho trovato decisamente fuori luogo e non necessario.

    Infine mi attende il volume su Mr. Zsasz. Mi intriga il personaggio del killer psicopatico, perchè pone Batman a confronto con una realtà malata, ma sicuramente più vicino alla nostra. Vedremo vedremo.

    Offline Joe Kerr

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2966
    • El Jefe
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #97 il: 03 Aprile 2013, 09:45:11 »
  • di questi 12 numeri ho letto solo l'ultimo, le altre storie (non tutte però) le avevo lette qua e là. Living Hell che è proprio nel numero 12 magari non è imprescindibile, però mostra la nascita di un cattivone
    Spoiler: ShowHide
    Grande Squalo Bianco
    che non guasta mai. Anche Humpty Dumpty in tutta la sua goffagine distruttiva non è male. Comunque per me è da avere solo se si è collezionato in primi 11 numeri, da solo può risultare un pò moscetto.

    Offline DarioJoke89

    • Batman Inc.
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 644
    • I'm a poor lonesome cowboy far away from home
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #98 il: 05 Aprile 2013, 15:36:00 »
  • vi chiedo un nobile consiglio....

    ho trovato in offerta il numero dell'enigmista e quello di freeze ... tutti e due per 15 euro...
    io di questa collana ho avuto modo di leggere il primo di joker e sono rimasto contentissimo!!! :clap: :clap:

    Mi consigliate di prendere questi due in pieno momento emozionale creato dall'effetto sconto.. o lascio andare? :hmm: :asd:

    Offline Joe Kerr

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2966
    • El Jefe
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #99 il: 05 Aprile 2013, 18:42:14 »
  • se ti piacciono come personaggi credo che l'acquisto sia obbligatorio.

    Offline Angelo1985

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 124
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #100 il: 05 Aprile 2013, 19:36:28 »
  • La collana antologica è davvero bellissima, consigliata!! ogni volume presenta origini rielaborate e versioni diverse, perfino vintage, utilissime per farsi una cultura batmaniana :)
    e nella libreria fa pure la sua porco figura ;)

    Offline Rain

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6212
    • When It Rains...
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #101 il: 05 Aprile 2013, 19:37:53 »


  • Citazione
    Mi consigliate di prendere questi due in pieno momento emozionale creato dall'effetto sconto.. o lascio andare?

    Citazione
    La collana antologica è davvero bellissima, consigliata!! ogni volume presenta origini rielaborate e versioni diverse, perfino vintage, utilissime per farsi una cultura batmaniana :)
    e nella libreria fa pure la sua porco figura ;)
    :quoto:

    sono molto belli quei due volumi, anzi, se stai seguendo la run di Morrison, il libro dell'enigmista non puoi non prenderlo, c'è una storia decisamente importante (e anche molto bella) da cui ha preso spunto per un passaggio fondamentale  :rolleyes:

    in quello di freeze, il top è la storia scritta da Paul Dini che ne riscrive le origini anche per i fumetti (dopo averlo fatto nella serie animata  ^_^ )

    La pioggia è vita; la pioggia è la discesa del cielo sulla terra; senza la pioggia, non ci potrebbe essere vita. (John Updike)

    Sostieni DC Leaguers
    http://www.dcleaguers.it/forum/new-leaguers/aiuto-per-rinnovo-201920/

    Offline Carmine Falcone

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1528
    • Il Romano
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #102 il: 05 Aprile 2013, 21:13:13 »
  • Mi sono preso il volume su Man Bat a soli 8 euro.

    Offline Dick Grayson

    • Batman Inc.
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2825
    • ...colui che fù Batman
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #103 il: 05 Aprile 2013, 21:16:48 »
  • Io comprai Joker e Due Facce qualche tempo fa...e devo dire che feci un buon acquisto! :batman:
    I criminali sono codardi e superstiziosi. Il mio travestimento dovrà infondere il terrore nei loro cuori. Dovrò essere una creatura della notte, nera, terribile, un pipistrello! Ma certo! È un segno... Diventerò un pipistrello!

    Offline traianos

    • B.P.R.D.
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 588
    • AHAHAHAHAHAHAH
    Re:Batman: Arkham - La collana antologica
    « Risposta #104 il: 06 Aprile 2013, 13:03:27 »
  • Una domanda: ma le aiutanti dell' Enigmista ogni volta hanno nomi diversi per errori di traduzione o sono proprio altri personaggi? Perchè c'è Quesito che c'è sempre, ma la seconda si chiama in una storia Quiz, in un'altra Echo e in un'altra ancora Sondaggio. Oddio, potrebbe anche essere che Nigma le dà sempre un nome diverso, conoscendolo  :asd:.
    Comunque ho notato con piacere che indossano gli orecchini identici a quello che mi sono fatta per me con le perline. E non sapevo neanche che Eddy aveva delle aiutanti. Ho esclamato da sola: "Sono uguali al mio! Fantastico!"  :lolle:
    credo siano errori di traduzione. Edward ha due assistenti e sono Query e Echo
    http://batman.wikia.com/wiki/Query
    http://batman.wikia.com/wiki/Echo