Green Lantern Emerald Knights

Scritto da Alessandro Spaccini il 30 agosto 2011 in Altri eroi DC Comics e Fumetti DC Comics e Lanterna Verde con 2 commenti

Regia: Lauren Montgomery, Christopher Berkeley, Jay Oliva
Provenienza: USA
Durata: 84 min.
Audio: DTS HD Master Audio 5.1 (inglese); Dolby digital 5.1 (italiano, francese, spagnolo, tedesco).
Prezzo: Blu-ray & dvd $ 24,98; dvd $ 19,98.
Distribuzione: Warner Bros.

 

 

La riscossa delle Lanterne Verdi prosegue senza sosta il suo cammino.
La DC Comics investe ancora sul gruppo di polizia intergalattico e ci regala questo secondo lungometraggio animato, proprio in concomitanza dell’uscita del film “Green Lantern” nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.
84 minuti in cui lo spettatore sarà catapultato nella mitologia di una serie che grazie allo straordinario talento creativo dello scrittore Geoff Johns conosce una nuova rinascita artistica.

Uno dei punti di forza di questa nuova animazione è la sua “originalità narrativa”, che smette di concentrarsi esclusivamente sulla nostra Lanterna terrestre Hal Jordan a favore di una visione più corale del gruppo, bella per l’approfondimento dei vari personaggi e allo stesso tempo utilissima per gli spettatori meno esperti di questa mitologia, i quali così potrannno colmare alcune lacune.

Come era successo in precedenza con il lungometraggio Batman: Gotham Knight, anche qui l’animazione è suddivisa in 6 episodi,  ognuno dei quali è stato scritto da un gruppo di autori di fumetti composto nell’odine da Geoff Johns (immancabile), Dave Gibbons, Peter J. Tomasi, Eddie Berganza, Alan Burnett, Todd Casey, Michael Green e Marc Guggenheim, mentre la regia è affidata a Lauren Montgomery (Green Lantern: First Flight, Superman/Batman: Apocalypse), Jay Oliva (Young Justice, Doctor Strange) e Christopher Berkeley (Young Justice, The Batman).

La trama principale racconta l’attacco al nostro universo da parte di Krona, un essere di anti-materia, smaterializzato corporalmente dai Guardiani di OA ed esiliato nel suo universo, il quale, insieme ai suoi demoni ombra, riesce a tornare attraverso una spaccatura spazio-temporale nel sole rosso di OA.

Le atre 5 storie che arricchiscono la trama principale vengono raccontate da Hal Jordan ad una giovane nuova recluta, Arisia, e ci permetteranno di conoscere più a fondo, nell’ordine:

– una delle prime Lanterne Verdi mai esistite, Avra, e come la sua incredibile forza di volontà, nel momento più difficile di un giovane universo ancora in preda al caos e al disordine, abbia permesso al corpo di imporsi come forza di pace e di controllo. Il famoso anello di Avra, di generazione in generazione, arriverà fino al dito di Abin-Sur per poi passare ad Hal Jordan. [Scritto da Michael Green e Marc Guggenheim]

– le incredibili vicende di Kilowog e del suo durissimo addestramento per diventare una delle Lanterne più apprezzate, famose e forti del gruppo. Impareremo a conocere il suo codice d’onore e il suo senso di sacrificio. [Tratto dalla storia a fumetti originale New Blood di Peter J. Tomasi e Chris Samnee.]

Laira, interessantissima Lanterna, di cui scopriremo il passato duro e sofferto. Per la giustizia e l’ordine galattico, dovrà addirittura combattere contro il suo pianeta natale e suo padre. (Molto belli, a mio avviso, sono anche i riferimenti suggeriti alla cultura giapponese\cinese che sembra caratterizzare questa eroina. L’odine del drago d’oro è abbastanza indicativo in questo senso)
[Basato sulla storia “Onore a che prezzo?” di Ruben Diaz e Trevor Charest, riadattato da Eddie Berganza, executive editor della DC]

– Conosceremo Mogo, il pianeta vivente Lanterna, che svolgerà un ruolo fondamentale nella vicenda contro Krona, e che in questo episodio ricopre un ruolo sicuramente divertente. [tratto dalla storia “Mogo non socializza” di Alan Moore e Dave Gibbons.]

– Abin-Sur. Forse l’episodio più bello ed intenso di tutti. Sicuramente molto simbolico sia per la contrapposizione fra lui e Sinestro (il primo fermo credente nel destino e nella predestinazione di tutto ciò che avviene, il sencondo inossidabile materialista che crede semplicemente nel caso e nella fortuna), sia per lo scontro con Atrocitus (futura lanterna rossa nei comics) che prima della sua sconfitta rivela la sua premonizione su un futuro in cui le lanterne verdi saranno seriamente in pericolo per il tradimento di uno dei suoi più forti rappresentanti e l’ascesa di un nuovo ordine. Tutto questo visto nell’ottica dei lettori più aggiornati mette abbastanza i brividi pensando a quello che verrà veramente.
[Tratto dalla storia “Tygers” scritta da Alan Moore, disegnata da Kevin O’Neill e riadattata da Geoff Johns.]

Indipendentemente dalla struttura narrativa scelta dagli autori, questo prodotto risulta essere veramente molto incisivo e interessante. Le animazioni sono veramente molto buone, com’è consuetudine per la DC, e ricalcano moltissimo quelle viste nel precendete lungometraggio “First Flight”, dando una sorta di continuità alla vicenda, augurandomi che questo sia solo l’inizio per una serie di animazioni dedicate alle Lanterne che presto potremmo vedere. (Si spera)
Il senso epico è veramente molto ben strutturato e presente, in una sorta di crescendo continuo verso il finale in cui l’emozione fa da padrona. Personalmente sarei stato contento di vedere soluzioni simili anche sul grande schermo. Geoff Johns sa sempre trovare soluzioni all’altezza delle aspettative.

La colonna sonora è composta da Christopher Drake, uno dei più promettenti musicisti sulla scena che già in precedenza aveva composto la OST per il lungometraggio di Wonder Woman, creando anche in questo caso una musica incisiva e perfettamente in linea con la vicenda narrata. Discreta nei momenti giusti, presente e forte nei momenti dove l’azione più lo richiede.

In definita un prodotto che per durata e qualità merita pienamente di essere visto!

GREEN LANTERN POWER!!!


Informazioni sull'autore

Alessandro Spaccini [Occhi nella Notte]Da sempre affascinato dal disegno e dalla grafica, crede nel fumetto, non solo come mezzo d'intrattenimento, ma soprattutto come forma d'arte vera e propria. Cresciuto con l'Alan Ford di Magnus ed essendo legato per diritto di nascita alla rivoluzione dark ipertrofica "Image", segue fiducioso la sua forte curiosità verso lidi fumettistici ed artistici sempre diversi, più maturi e autoriali. Ama incondizionatamente le opere cyberpunk, metafisiche, psichedeliche e tutto ciò che sfugge alla banalità. Dal settembre 2006 collabora con i ragazzi della community di "DCLeaguers" come grafico, articolista, recensore e membro dello Staff. Si illude ancora fortemente che ciò che scrive sia interessante.Leggi tutti gli articoli di Alessandro Spaccini