News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Dylan Dog - di Tiziano Sclavi 6.0

Aperto da Azrael, 28 Maggio 2020, 02:21:19

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Arkin Torsen

Fantelli con l'horror dovrebbe essere di casa... chissà!
La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)

Samuel_Stern

I disegni della seconda storia avevano sicuramente il loro fascino, ma le scene di azione sono state rese male.
Il getto dell'estintore poi... :nono:

Molto meglio, nel complesso, la prima storia  :sisi:

Deadpool



Dylan Dog n.448, mensile
Anatomia dell'anima


Soggetto: Russo Alessandro
Sceneggiatura: Russo Alessandro
Disegni: Gerasi Sergio
Copertina: Cestaro Raul, Cestaro Gianluca


A volte, non è possibile salvare qualcuno dalla sua stessa natura.

C'è Harry, che sembra vivere al di fuori del tempo; c'è un sicario dall'inaudita ferocia, che miete vittime per le strade di Londra; c'è Lila, che è convinta di essere la sua prossima vittima... e c'è Dylan, che si è messo in testa di poterla proteggere. Una storia struggente, di orrore e di sentimenti, ambientata in quel confine dell'esistenza in cui per i sentimenti non dovrebbe esserci posto.



In uscita il 30/12/2023

Anteprima:

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Deadpool

Questa storia dalla trama mi intriga e forse la comprerò, ma il disegno mi lascia un pò meh :mmm:

Heimdall

Citazione di: Deadpool il 26 Dicembre 2023, 10:10:41

Dylan Dog n.448, mensile
Anatomia dell'anima


Soggetto: Russo Alessandro
Sceneggiatura: Russo Alessandro
Disegni: Gerasi Sergio
Copertina: Cestaro Raul, Cestaro Gianluca

Con questa fine del ciclo sull'intelligenza artificiale possiamo cominciare a tirare un po' le somme di questa iniziale gestione Baraldi: per adesso ho trovato un insieme di idee trite e ritrite che hanno il problema di "mancanza d'anima". La stessa idea che troviamo anche nella storia di questo mese che richiama in campo, un po' indegnamente, alcune storie must del passato.
Personaggi un po' anonimi per un contesto che non offre mai uno spunto di qualità.
Molto belli i disegni di Gerasi che soprattutto nelle scene più cruente danno delle sensazioni forti.

Voto: 5


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

eddiekrueger

Citazione di: Heimdall il 09 Dicembre 2023, 23:18:44Albo che rispetto ai soliti ho trovato piacevole, non un capolavoro ma una buona prova.
Inizialmente abbiamo un miscuglio tra il film "The Ring" e la leggenda di Bloody Mary e tutto sa di già visto.
Poi le sceneggiatrici hanno il merito di sapersi discostare da queste opere di riferimento per dare una fisionomia personale alla trama.
Ma il grosso del merito credo vada dato al disegnatore Antonio Marinetti, all'esordio su Dylan, che confeziona delle tavole atipiche e molto personali. La mancanza di una gabbia rigida e le soluzioni stilistiche rendono molto potenti le sensazioni di ansia e paura provate dai giovani protagonisti.

Voto: 7
Letto stamattina.
Carino. Concordo sul fatto che Marinetti è il valore aggiunto a qualcosa di visto e rivisto.

eddiekrueger

Citazione di: Deadpool il 11 Dicembre 2023, 09:26:45

Dylan Dog Oldboy n.22, bimestrale
Horror education - Incubo di Natale


Soggetto:  Simeoni Gigi, Fantelli Stefano
Sceneggiatura:  Simeoni Gigi, Fantelli Stefano
Disegni:  Soldi Marco, Dall'Agnol Piero, Pontrelli Giorgio
Copertina:  Nizzoli Marco


Una terribile entità maligna evocata da un ragazzino e uno spietato Profeta...

Horror education
Soggetto e sceneggiatura: Gigi Simeoni
Disegni: Marco Soldi

Il quindicenne Danny afferma di essere in grado di scatenare un'entità maligna proveniente da sé stesso che si è manifestata durante una gita scolastica. Ma che ruolo gioca in questa storia Meg, la madre di Danny, dotata di una speciale sensibilità psichica?

Incubo di Natale
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Fantelli
Disegni: Piero Dall'Agnol, Giorgio Pontrelli

C'è un dio dei dimenticati, di coloro che vivono al margine della società. Dylan Dog è alle prese con il Predicatore, un'enigmatica figura che fa riferimento a questa divinità, raggruppando intorno a sé una comunità di persone orrendamente sfigurate per diffondere il verbo del Dio dei Reietti.



In uscita il 14/12/2023

Anteprima:

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Ho mollato a metà la prima storia, la noia ha avuto il sopravvento. Ho apprezzato invece la seconda, più dinamica, e nonostante Dall'Agnol sia ormai lontano dai fasti di un tempo, il tandem con Pontrelli e quei toni di grigio hanno rinfrescato il tutto.

Heimdall

Avendo intenzione di leggere il Dylan Dog Oldboy n. 2, con le storie "Cuore cattivo" e "Green world", già dalla prefazione ho visto che la prima storia aveva una sorta di antefatto contenuto nel Maxi Dylan Dog (Oldboy) n. 26 del Marzo 2016. Quindi per non perdere il collegamento....me lo sono letto  :ahsisi:
Un Maxi veramente ottimo con tre storie godibili.
La prima "In fuga" è stata forse la meno bella, anche se mi ha intrattenuto bene.
Molto bella "Il lago nero" di Porretto-Mericone (che sarebbe l'antefatto di cui si parlava in precedenza) con una narrazione fluida e un bel colpo di scena finale.
Si chiude con "Per amore del diavolo" di Chiaverotti che sin dall'inizio (con la citazione di Suspiria di Dario Argento) è pervasa da quelle atmosfere anni '80-'90 molto care ai lettori più fedeli.
Insomma nel totale un ottimo volume che consiglio di recuperare a chi ne avrà la possibilità.

Voto: 7,5


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

superxeno

La Porretto e la Mericone sono al momento le migliori scrittrici di Dylan.
E di gran lunga rispetto agli altri.
Sometimes I feel so deserted

Samuel_Stern

Citazione di: Heimdall il 08 Gennaio 2024, 08:18:55Avendo intenzione di leggere il Dylan Dog Oldboy n. 2, con le storie "Cuore cattivo" e "Green world", già dalla prefazione ho visto che la prima storia aveva una sorta di antefatto contenuto nel Maxi Dylan Dog (Oldboy) n. 26 del Marzo 2016. Quindi per non perdere il collegamento....me lo sono letto  :ahsisi:
Un Maxi veramente ottimo con tre storie godibili.
La prima "In fuga" è stata forse la meno bella, anche se mi ha intrattenuto bene.
Molto bella "Il lago nero" di Porretto-Mericone (che sarebbe l'antefatto di cui si parlava in precedenza) con una narrazione fluida e un bel colpo di scena finale.
Si chiude con "Per amore del diavolo" di Chiaverotti che sin dall'inizio (con la citazione di Suspiria di Dario Argento) è pervasa da quelle atmosfere anni '80-'90 molto care ai lettori più fedeli.
Insomma nel totale un ottimo volume che consiglio di recuperare a chi ne avrà la possibilità.

Voto: 7,5

tale storia avrà un seguito e conclusione qualche numero più avanti.
adesso non ricordo quale, dovrei andare a rivedere ma data l'impresa sarebbe ardua.
cerca magari su internet per maggiori info

Heimdall

Citazione di: Samuel_Stern il 09 Gennaio 2024, 22:19:15tale storia avrà un seguito e conclusione qualche numero più avanti.
adesso non ricordo quale, dovrei andare a rivedere ma data l'impresa sarebbe ardua.
cerca magari su internet per maggiori info

Sì, infatti come detto avevo letto il Maxi 26 proprio per godere poi al meglio della storia seguente.
Infatti stamattina ho letto il Dylan Dog Oldboy n. 2 con all'interno le storie "Cuore cattivo" e "Green World."
La prima è il continuo ideato sempre dalla coppia Porretto-Mericone ed è una storia complessa, ben intrecciata e con numerosi cambi di scena. Inizialmente un po' ostica poi si lascia leggere sempre più fino a presentare un finale agro e spiazzante.
La seconda storia è invece scritta da Riccardo Secchi sulle matite di un visionario Bacilieri.
La trama fin da subito appare particolare e "naif", poi man mano vengono esposti alcuni scorci che donano lucentezza e profondità alla narrazione. Una delle storie più "sorprendenti" del panorama Dylaniato.
Albo veramente ottimo nel complesso.

Voto: 8+


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

Penny-uno

@Heimdall se non sbaglio c'è anche una "terza parte" sull'oldboy n.11

Heimdall

Citazione di: Penny-uno il 10 Gennaio 2024, 10:22:48@Heimdall se non sbaglio c'è anche una "terza parte" sull'oldboy n.11

Grazie Penny, proverò a vedere  :ahsisi:
Non ero al corrente di questo ulteriore ampliamento della storia  :hug:


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

superxeno

Citazione di: Heimdall il 10 Gennaio 2024, 01:06:31Sì, infatti come detto avevo letto il Maxi 26 proprio per godere poi al meglio della storia seguente.
Infatti stamattina ho letto il Dylan Dog Oldboy n. 2 con all'interno le storie "Cuore cattivo" e "Green World."
La prima è il continuo ideato sempre dalla coppia Porretto-Mericone ed è una storia complessa, ben intrecciata e con numerosi cambi di scena. Inizialmente un po' ostica poi si lascia leggere sempre più fino a presentare un finale agro e spiazzante.
La seconda storia è invece scritta da Riccardo Secchi sulle matite di un visionario Bacilieri.
La trama fin da subito appare particolare e "naif", poi man mano vengono esposti alcuni scorci che donano lucentezza e profondità alla narrazione. Una delle storie più "sorprendenti" del panorama Dylaniato.
Albo veramente ottimo nel complesso.

Voto: 8+

Per me la seconda storia è il picco raggiunto da Dylan Dog negli ultimi 10 anni praticamente. Insieme al ciclo 666 e le cose di Bilotta sono le letture migliori che abbia fatto su un fumetto seriale italiano.
E confermo che c'è una terza parte della storia più avanti
Sometimes I feel so deserted

Samuel_Stern

Citazione di: Penny-uno il 10 Gennaio 2024, 10:22:48@Heimdall se non sbaglio c'è anche una "terza parte" sull'oldboy n.11

Che era quello che volevo scrivere anche io, ma forse mi sono spiegato male  :ahsisi: