X-MEN – La Guida ai Personaggi: Claremont e la Seconda Genesi

Scritto da Andrea Ruscito il 28 agosto 2013 in Fumetti Marvel Comics e Supergruppi Marvel Comics e X-Men con nessun commento

James Howlett Logan, “Wolverine”
X-Men (2)

James Howlett nacque alla fine del XIX secolo in Alberta una provincia del Canada ed era il figlio secondogenito di John Howlett e Elizabeth Hudson.
La verità è però un’altra: James era figlio di Lady Hudson e dello stalliere Thomas Logan.
Sin da piccolo James era sempre cagionevole di salute, erano pochi i rapporti con il mondo esterno e in quel periodo, a far compagnia al piccolo Howlett arrivò Rose, una sua coetanea che iniziò a lavorare come serva nella grande villa degli Howlett; la ragazza lega subito col piccolo James mentre non riesce ad intrecciare alcun rapporto con Dog Logan, il figlio del giardiniere.
Tutto ciò porta ad una rivalità tra i due ragazzi che culminò in un atroce atto contro il cucciolo del piccolo James: il cane Callie viene ucciso da Dog scatenando l’ira degli Howlett che cacciano dalla tenuta il ragazzo e suo padre Thomas. Padre e figlio allora decidono di irrompere nella villa per rubare soldi e portare con loro Lady Elisabeth, ma John Howlett interviene e viene ucciso; James allora sfodera sei artigli (tre per ogni mano) e uccide il giardiniere Thomas Logan e sfregia sul volto Dog.
Lady Hudson, sconvolta da tutto ciò, caccia il figlio dalla villa e si suicida.
Rose decide di fuggire con il giovane Howlett: James sembra aver perso la memoria, i due viaggiano per molti giorni, è in questo momento che assume il nome di Logan.
Rose infatti inizierà a chiamarlo così, anche per non creare collegamenti con la tragedia del passato.
Dopo questo evento iniziarono una nuova vita in una delle miniere della Columbia Britannica, dove Logan lavorò duramente per molti anni e qui si originò il carattere del giovane che cambiò radicalmente.
Strinse anche una forte amicizia con Smitty, il capo, che gli affidò sempre lavori più responsabili, quali la gestione degli esplosivi e nello stesso periodo Rose e Smitty iniziarono ad avere una relazione, che portò James ad una forte gelosia.
Quando i due decisero di sposarsi e di lasciare la miniera James inizò a “perdersi”, dopo una lunga riflessione prende la decisione di lasciare che i due vivano il loro amore pienamente.
Intanto Dog si era già messo sulle loro tracce e dopo molto tempo riuscì a trovare Logan proprio alla miniera; duarnte la loro battaglia accidentalmente Logan uccide Rose.
Pervaso da un lancinante dolore, James, sparisce nella foresta per molti anni, passandoli quasi per intero con un branco di animali selvatici.

Poteri

Fattore accelerato di rigenerazione cellulare.
Artigli retrattili ossei, successivamente rivestiti di adamantio insieme allo scheletro per intero.
Sensi ipersviluppati.
Forza, agilità e resistenza superumana.

Nella Seconda Guerra Mondiale si hanno notizie di Logan a Madripoor, dove lavorava per conto dei servizi segreti canadesi e in più di qualche occasione ha aiutato Capitan America, ed è lo stesso periodo in cui entra nella “Brigata del Diavolo” ed incontra Victor Creed, Sabretooth.
Dopo questo periodo ritroviamo Logan agente del governo canadese, con lo scheletro e gli artigli ricoperti di adamantio, un metallo indistruttibile infuso nelle sue ossa dal progetto Arma X, un esperimento segreto che però portò Logan alla perdita della memoria e ad un caos di ricordi nel momento in cui, il progetto stesso, impiantò nella memoria di James dei falsi ricordi che si fusero a quelli reali generando una serie di periodi bui nel mutante.
Successivamente a questo periodo Wolverine viene reclutato da James McDonald Hudson (Guardian) e da sua moglie Heather (Vindicator) per entrare a far parte del primo supergruppo canadese, Alpha Flight: è una breve parentesi, su cui non è stata fatta luce completamente.
E’ in questo istante che Charles Xavier entra nella vita di Logan: dopo la missione contro Hulk egli venne in contatto col Professore, che manomise la mente di Wolverine per fare in modo che entrasse nei suoi X-Men e partisse al salvataggio della prima squadra su Krakoa.
Inizia con gli Uomini-X una serie di avventure che lo porteranno ad affrontare innumerevoli crisi: Magneto estrasse l’adamantio dalle ossa di Logan e solo in seguito lo recuperò tramite Apocalisse, conobbe Jean Grey con cui ebbe un rapporto tormentato a lungo e che perdura ogni volta la donna torna a risorgere.
Negli ultimi anni Logan subisce l’attacco della setta dell’Alba della Luce Bianca che assieme all’Hydra riesce nell’intento di uccidere Logan, per poi resuscitarlo sotto condizionamento mentale: James viene usato per uccidere altri supereroi e a loro volta essere riportati in vita per essere usati come armi.
Sotto il controllo dell’HYDRA uccide Northstar; successivamente viene salvato e decondizionato dallo S.H.I.E.L.D., che lo arruola come agente per sconfiggere l’HYDRA e la setta.
Dopo gli eventi di House of M Wolverine recupera tutti i suoi ricordi.
Tutto ciò non sopperisce al fatto di ricordare con chiarezza chi abbia manipolato nel tempo, Logan stesso; quindi James decide di intraprendere un viaggio che lo porterà, forse, alla scoperta delle proprie origini.
In questo arco di tempo Logan viene a conoscenza del fatto di avere un figlio, Daken Akihiro, avuto con una donna giapponese (Itsu) intorno agli anni 60, ad avvertirlo del fatto che Daken a sua volta è sulle tracce del padre che intende uccidere è la telepate Emma Frost.
Logan viene in contatto con personaggi del suo passato e con ognuno di loro entra in conflitto: Capitan America (il siero del supersoldato è un tentativo di ricreare le potenzialità di Logan tramite la scienza) tenta di ostacolare l’avanzata di Wolverine perchè si interseca con alcuni governi, tra cui quello USA, e molte agenzie entrano in allarme per ciò.
Dopo aver sconfitto Sabretooth decapitandolo usando la katana Muramasa, la cui lama è in grado di annullare gli effetti del fattore di rigenerazione cellulare avanzato, Logan scopre che dietro ogni evento terribile della sua vita c’è il misterioso Romulus (una figura che lo ha manovrato a sua insaputa per molti anni, facendo di lui un’arma micidiale).
Successivamente grazie all’aiuto del Soldato d’Inverno e di Deadpool, James cattura Daken e chiede aiuto al Professor X: James chiede a Charles di decondizionare la mente del figlio manipolata per anni dallo stesso Romulus, ma Xavier sembra non nriuscire nll’intento.
Fu Xavier a cancellare il controllo di Romulus e a renderlo un leale X-Man quando si unì al gruppo.
Su Daken ciò che fece Xavier alla mente di Logan non funziona perchè Romulus ha inserito delle barriere psichiche molto potenti, malgrado tutto, Charles mostra a Daken che la morte di Itsu è stata causata da Romulus stesso e non da Logan: ciò farà iniziare una collaborazione tra padre e figlio, alla ricerca della vendetta nei confronti dello spietato signore del male, causa delle loro disavventure.
Dopo un inseguimento in Africa e un falso tradimento di Daken ai danni del padre stesso, i due mettono fuori gioco Cyber e continuano a viaggiare alla ricerca di Romulus: successivamente Daken tradirà a sua volta il padre, dopo aver ottenuto ciò che gli serviva per trovare Romulus.
Dopo che James rimane da solo, viene avvicinato da Nick Fury che gli rivela alcune informazioni di vitale importanza sul passato di Logan: C’era Romulus dietro il progetto Arma X (un progetto che si prefissava lo scopo di creare un essere in grado di uccidere tutti gli eroi di nuova generazione, come Hulk) e Daken era entrato negli Oscuri Vendicatori di Norman Osborn.
Dopo che James entrò nella squadra degli X-Men, Romulus puntò su Daken, per creare un’arma ancor più efficiente: un essere come Logan, ma con artigli ricoperti dal metall della spada Muramasa  e quindi esseri in grado di uccidere Logan e simili.
Daken, grazie al riparatore, riesce nell’intento di rivestire gli artigli che fuoriescono dai polsi col suddetto metallo, ma durante un o scontro col padre lo colpisce al petto con gli artigli non potenziati, così da non uccidere il padre, e rimandare il loro ultimo scontro.Dopo ciò sulla scena appare Victor Hudson che tende una trappola a Loga in Russia: in una prigione abbandonata viene attaccato da Omega Red e dopo la lotta, stremato, Logan perde i sensi.
Successivamente James viene attaccato da Wildchild, ma Loga lo uccide tramite la spada Muramasa.
Ecco allora il piano di Romulus rivelarsi: Logan doveva affrontare uno alla volta tutte le pedine mandategli incontro da Romulus, così da poter poi arrivare a lui infine e succederlo nel suo regno di terrore; ma Logan tramite Cloak e i suoi poteri, esilia Romulus nella dimensione oscura in cui Cloak stesso si sposta quando si teleporta da un luogo ad un altro.
Dopo una battaglia col figlio, Wolverine strappa i due artigli dei polsi a Daken e li sotterra in un luogo sconosciuto, lasciando il figlio menomato delle sue due armi più potenti.

Ororo Iqadi T’Challa Munroe, “Tempesta”
X-Men (3)

Ororo Munroe è figlia di N’Dare, la principessa di una tribù del Kenya e di David Munroe un giornalista americano.
I due coniugi andarono con la loro figlia in Egitto: qui Ororo venne sepolta viva con la madre dopo il crollo di un palazzo. Questo incidente diede origine ad una forte claustrofobia, che graverà sempre sulla psiche di Tempesta.
Scampata all’incidente venne allevata da Achmed el-Gibar che la addestrò come ladra, anni dopo si ribellò al suo stesso mentore e fuggì, rifugiandosi nel cuore dell’Africa nera dove grazie al suo potere di controllo del tempo atmosferico, iniziò ad essere adorata come una dea da molte tribù africane.

Poteri

Manipolazione degli agenti atmosferici.
Volo.
Controllo delle condizioni meteorologiche terrestri e cosmiche (venti solari, tempeste cosmiche, correnti oceaniche, onde e campi elettromagnetici).

Dopo anni passati in Africa come dea, viene reclutata da Charles Xavier nella nuova squadra, insieme a Wolverine, Colosso, Nightcrawler e altri, per salvare i primi cinque X-Men da Krakoa, l’isola vivente.
Dopo essersi sempre distinta come leader, fonda gli X-Treme X-Men (che poi si evolveranno nel Team Oro di Tempesta), una squadra di X-Men occupata a ritrovare soprattutto i diari di Destiny (Irene Adler, mutante veggente deceduta per salvare Mystica) in cui è scritto il destino dell’umanità e della razza mutante stessa.
Dopo alcune travagliate storie amorose (tra cui la più complicata, quella con Forge) Tempesta convola a nozze con T’Challa, la Pantera Nera re del Wakanda; poco dopo il matrimonio, Ororo viene attaccata da uno dei suoi antichi nemici, il Re delle Ombre (una entità mutante con grandi capacità telepatiche e psichiche) che possiede Pantera Nera e altri wakandiani, schierandoli contro Tempesta.
Dopo una lunga battaglia contro il marito, e successivamente contro Ciclope stesso, la donna riesce a salvare il Wakanda e il suo popolo dall’assalto del Re delle Ombre: il Dio Pantera la premia trasformandola in una vera dea, amplificandone i poteri e donandole l’immortalità.

Poteri

Poteri atmosferici aumentati.
Capacità divine.
Immortalità.

In passato Tempesta sconfisse, in un duello mortale, la leader dei Morlocks Callisto, e divenne la regina di questo popolo che vive nelle fogne di New York.
Un altro episodio degno di nota è quello in cui la giovane Tempesta (vestita di pelle e con cresta punk) era priva dei suoi poteri e in una battaglia contro Ciclope (per sapere chi dei due avrebbe dovuto guidare gli X-Men) vinse sul compagno.
Questo denotò un profondissimo turbamento nell’animo del buon Scott, una cosa superata solo grazie al tempo e all’amore di Jean.
Si noti, inoltre, che Tempesta è una discendente di un antico popolo di donne che, in epoca atlantidea, manipolavano la magia e la stregoneria (ecco il perchè del suo albinismo, come segno di riconoscimento di quell’antico retaggio) e che quindi Ororo possiede latenti capacità mistiche.

Kurt Szardos Wagner, “Nightcrawler”
X-Men (4)

Nightcrawler è il figlio di Mystica e del mutante dalle sembianze demoniache, Azazel.
Il suo aspetto è un misto di quello dei propri genitori: pelle e colore degli occhi come quelli di Raven e aspetto demoniaco, coda, mani e piedi, nonchè teletrasporto come suo padre.
Azazel incontrò Mystica e, dopo averla sedotta, la donna rimase incinta partorendo poi il piccolo Kurt: nei piani di Azazel il piccolo sarebbe dovuto divenire uno dei suoi figli teleporta che lo avrebbero aiutato nell’invasione del piano terrestre anni dopo.
Azazel è, infatti, il sovrano dell’Isla des Demonas e ha sempre dichiarato di essere Satana.
Alla sua nascita Kurt aveva già la pelle dello stesso colore di sua madre e la coda come il padre, il suo aspetto, e quello di sua madre (Raven, a causa dei forti, dolori non era riuscita a mantenere l’aspetto di Lady Wagner durante il parto) procurarono un enorme spavento in tutta la popolazione e diedero inizia ad una vera e propria caccia nei confronti di questi esseri; Raven per fuggire gettò di sua volontà il neonato da una cascata e assunse un nuovo aspetto per celarsi al mondo.
Il piccolo in fasce venne trovato dalla zingara Margali Szardos, colei che lo allevò e lo chiamò Kurt Wagner (precedentemente Kurt Szardos); e nel circo Kurt crebbe insieme agli altri due figli di Margali, Stefan e Jimanie (che successivamente diverrà Amanda Sefton) e quì ebbe inizio la sua carriera come trapezista.
Gli anni passavano e Kurt e Jimanie si innamorarono; alla notiza di questo e a causa di altri forti stress il fratellastro Stefan impazzì e uccise due bambini.
Kurt tentò di fermarlo ma per errore lo uccise e fu costretto a fuggire per non incappare nella furia di Margali, distrutta da dolore: essa era una signora delle arti mistiche, quindi una donna molto potente.
Dopo la fuga si recò a Windzeldorf, Germania: qui la popolazione, fortemente spaventata, incominciò a perseguitarlo e, nel momento più grave, Kurt venne salvato da Charles Xavier, che gli propose di unirsi agli X-Men.
Col nome di Nightcrawler, Wagner entrò a far parte della nuova squadra di X-Men insieme con Colosso, Tempesta, Wolverine e altri mutanti, tutti chiamati da Xavier per liberare gli X-Men originali intrappolati dall’isola vivente Krakoa.

Poteri

Teletrasporto.
Completa mimesi al buio e nelle zone d’ombra.
Agilità e riflessi sovrumani.
Capacità di aderenza alle pareti.
Coda prensile.

Dopo aver lasciato gli X-Men, insieme a Kitty, Meggan, Capitan Bretagna e Rachel Summers fonda il supergruppo britannico chiamato Excalibur, in cui resterà per anni.
Dopo lo scioglimento di Excalibur fa ritorno negli Uomini-X proprio durante l’attacco del Cerebro Senziente, e vi resta: in questi anni Kurt si trova faccia a faccia, per la prima volta, con la sua famiglia al completo.
Il padre lo pone dinanzi ai suoi fratelli e gli offre di fare parte dei suoi piani di conquista del mondo.
Wagner naturalmente rifiuta, in primis è uno dei guerrieri del bene e un X-Man, in secundis la sua fede cristiana lo ha sempre portato alle scelte più giuste e alla limitazione dei danni, sempre con gran vocazione.
Dopo l’M-Day e il Complesso del Messia, Kurt sta per scoprire quale sia il vero destino della Messia Mutante, e…

Piotr “Peter” Nikolaievitch Rasputin, “Colosso”
X-Men (5)

Piotr Rasputin nacque in Siberia da Nikolai Rasputin e da Alexandra Natalya Rasputina.
Senso del dovere, dell’onore e molto protettivo nei confronti della sorellina Illyana, Piotr sviluppa un forte legame affettivo della piccola, un legame che nel tempo gli doneà forza in alcuni momenti e lo distruggerà in altri.
La sua spiccata vena artistica si rivela tanto quanto la sua natura mutante: un giorno la piccola Illyana sta per essere falciata da un enorme mezzo agricolo, Piotr si tramuta in uno scintillante essere di acciaio e soccorre la bimba, è l’inizio della rivelazione.
Successivamente viene contattato da Xavier per entrare a far parte della sua seconda squadra, in principio Piotr è titubante, tuttavia su consiglio del padre, accetta e segue Xavier negli USA, unendosi a Banshee, Nightcrawler, Sole Ardente, Tempesta, Thunderbird e Wolverine per soccorrere la prima formazione di X-Men intrappolata all’interno dell’isola Krakoa.

Poteri

Trasformazione corporea in acciaio organico.
Forza straordinaria.
Invulnerabilità.
Resistenza eccezionale.

Successivamente alla missione dell’Isola, decide di entrare ufficialmente negli X-Men di Ciclope: è in questo periodo che, dopo un viaggio nella Terra Selvaggia dove conosceNereel, ha un figlio con lei, Peter.
Dopo Piotr viene a contatto con la sorella, Illyana, catturata dal demone Belasco e portata nel Limbo (per Piotr trascorsero solo pochi minuti, ma la giovane nel Limbo visse interi anni e al suo ritorno era la strega mutante Magik).
In quegli stessi anni conobbe la giovane Kitty Pryde, partecipò agli scontri contro Proteus e Fenice Nera.
Dopo anni di avventure con le varie formazioni degli Uomini-X, Colosso iniziò a destabilizzare la propria posizione all’interno del team, una serie di alcuni particolari eventi negativi (l’uccisione del mutante Riptide per sua mano, la storia di Illyana e la sua morte a causa del virus Legacy, il legame con Callisto) il russo decise di lasciare il gruppo per unirsi agli Accoliti di Magneto, in cui rimase per molto tempo, sostenedno il Signore del Magnetismo anche durante la sua riabilitazione dopo che Xavier aveva spento la sua mente.
Dopo la caduta dell’Asteroide M e la sconfitta di Magnus, Colosso fece ritotno in UK da Kitty, ma vedendola fidanzata con Pete Wisdom, decise di tornare negli X-Men e lo fece insieme ai ritrovati Kurt e Kitty: in questo periodo, quando le cose sembravano volgere per il verso giusto, Peter scelse di sacrificarsi per salvare il genere Mutante.
Bestia aveva sintetizzato un anticorpo in grado di debellare la pandemia generata dal Legacy e Colosso decise di iniettarsel per provare e fare da cavia; l’esperimento riuscì ma lui perse la vita.
Anni dopo si scopriì che Piotr era sì morto, ma fu successivamente riportato in vita da alcuni alieni che, collaborando con genetisti terrestri, avevano sintetizzato la “CURA” al Cromosoma-X e dopo l’assalto degli X-Men alla Facility in cui era rinchiuso, potè fare ritorno all’Istituto dove, finalmente, continuò la sua relazione amorosa con Shadowcat.
Durante la saga di Breakworld, facciamo la conoscenza di una profezia aliena in cui Colosso viene dipinto come distruttore di quel mondo, appunto; Peter sceglierà di non adempiere a questo antico auspicio e Kitty, sarà costretta a legarsi ad un missile gigante puntato sulla Terra, per non permettere la distruzione di questa.
Pryde si lega indissolubilmente al missile, perdendosi nello spazio, lasciando Colosso nello sconforto totale.
Durante la saga X-Infernus Colosso fa parte del gruppo che accore a salvare la sorella dal demone Belasco e dalle grinfie del Limbo.

Sean Cassidy, “Banshee”
X-Men (6)

Sean Cassidy è un mutante con il potere di emettere un urlo sonico in grado di ferire chi viene colpito causando anche disturbi di tipo psichico; è inoltre in grado di volare.
Irlandese, agente dell’Interpol e ufficiale di polizia a New York, è stato uno dei membri assoldati da Xavier per il recupero degli X-Men originali su Krakoa, ha inoltre diretto la succursale dell’Istituto Xavier insieme ad Emma Frost (Generation X).
Banshee ha una figlia, Theresa Cassidy (Siryn), anch’essa mutante ed in possesso del suo medesimo potere.

Poteri

Emette onde soniche di enorme forza d’urto.
Volo.

Sean Cassidy crebbe in un castello insieme al cugino, Tom; di famiglia benestante, Sean ebbe una giovinezza serena.
Successivamente divenne membro dell’Interpol e fu proprio durante una delle sue missioni che conobbe Maeve Rourke, di cui si innamorò e portò con se al castello.
Poco dopo i due si sposarono e Tom, anche egli innamorato della donna, preferì farsi da parte; durante una missione in cui Sean era lontano da casa, la donna partorì la piccola Theresa e poco dopo fu uccisa in un attentato terroristico: al ritorno Sean si gettò furioso contro il cugino, accusandolo di non avere protetto la donna che entrambi avevano amato.
Il loro scontro impedì a Tom di rivelare a Sean che aveva avuto una figlia da sua moglie, tuttavia Sean abbandonò il castello lasciando Tom ferito gravemente e la piccola theresa.
In una delle sue missioni più importanti venne a contatto con un serial killer che poi sarebbe divenuto Omega Red e a insaputa di Cassidy fu Magneto ad aiutarlo nella cattura del criminale russo; tempo dopo combattè e sconfisse suo cugino Black Tom Cassidy, che intanto era divenuto un malvivene e, ancora una volta, non venne a sapere di avere una figlia.
Successivamente Sean indossò un costume e creò per lui l’identità di Banshee (ispirandosi alle streghe urlatrici irlandesi, presagi di morte) ma fu soggiogato mentalmente dal Fattore Tre, che lo inviò a distruggere gli X-Men; solo con l’aiuto congiunto di questi ultimi egli riuscì a liberarsi dal plagio del Fattore Tre e insieme sconfissero questa organizzazione.
Poco dopo Sean si unì al secondo gruppo scelto di Xavier e liberò gli X-Men originali dalle grinfie di Krakoa, in questo periodo conobbe Moira MacTaggert, di cui si innamorò; poi si trasferì nel suo castello insieme ai redivivi Uomini-X, qui combattè il Fenomeno e Black Tom.
Durante una missione in Giappone, Sean usò i suoi poteri per provocare una contro-onda d’urto e annullare gli effetti di un terremoto, così facendo perse le proprie abilità e rimase gravemente ferito; durante la saga di Proteus egli scelse di rimanere con Moira e sull’isola Muir fece la conoscenza di una criminale chiamata Syrin (sua figlia, una mutante con gli stessi poteri del padre).
Successivamente durante una battaglia coi Reavers fu ferito e curato poi dal Guaritore dei Morlock, che permise anche ai poteri di Banshee di rigenerarsi e di recarsi con Jean Grey e Forge allo Xavier’s e combattere contro Masque.
Dopo questi eventi Sean si unisce agli X-Men nuovamente e, tramite l’aiuto di Charles, scopre che Moira e l’isola Muir sono sotto l’influsso del Re delle Ombre; il nemico fu sconfitto, l’Istituto ricostruito e Theresa si unì a X-Force.Seguirono mesi bui in cui Sean vide il suo rapporto con Moira incrinarsi sempre più e lo stesso accadeva con la figlia, scelse così di non imporsi come padre, ma semplicemente come amico.
Dopo l’attacco di Phalanx Sean diuresse una succursale dello Xavier’s insieme ad Emma Frost, era nata Generation X.
Banshee divenne il mentore del gruppo Generation X e il preside della nuova Scuola Xavier per giovani dotati situata in una sede differente dalla base degli X-Men. Iniziò anche un rapporto basato sul reciproco rispetto con Emma Frost anche se più volte la donna tendeva a scavalcarlo convinta di essere più in grado di lui ad occuparsi della sicurezza dei ragazzi.
In questo periodo Sean fa visita a Moira, scoprendo che la donna ha contratto il Legacy, diventando la prima umana infettata da questo virus, solo dopo egli seppe che la donna era stata uccisa da Mystica.
Distrutto dal dolore Sean iniziò a bere, deteriorando anche il suo rapporto con Emma e lasciando la scuola all’abbandono, Emma fu costretta ad aprire la scuola anche agli umani (dopo un crollo finanziario) ma questo peggiorò solo le cose, sino a quando il gruppo non si sfaldò del tutto.
In questo preciso istante Banshee partì alla ricerca di sé stesso e dopo un po’ sulla tomba di Moira decise di smettere di bere. Poi fondò una milizia di polizia mutante conosciuta come X-Corps in cui militavano sia ex-criminali che ex-studenti dell’uomo, durante un assalto si scoprì che in X-Corps v’era un traditore, Mystica sotto false spoglie ferì Banshee alla gola; dopo la riabilitazione Sean fece ritorno all’isola Muir per aiutare gli altri a trovare Xavier, ma la scoperta del diario di Moira (un diario in cui aveva annotato notizie sulla seconda squadra e alcuni segreti inerenti Xavier, l’Istituto e il passato di entrambi) deviò la ricerca, portando Sean a delle rivelazioni sconvolgenti; egli tentò di avvisare gli X-Men, ma si sacrificò per salvare un aereo carico di passeggeri.
Recentemente, durante la saga X-Necrosha, in alcune sequenze abbiamo visto che Banshee era uno dei mutanti riportati in vita dal mix di magia di Selene e del virus tecnorganico di Eliphas, ma dove si trovi adesso o che fine abbia fatto non è dato saperlo.
Non ancora.

John Proudstar, “Thunderbird”
X-Men (7)

John Proudstar era un mutante pellerossa della gloriosa tribù degli Apaches; personaggio poco aperto al dialogo con i “bianchi” (a causa di quello che fecero alla sua gente secoli prima).

Poteri.
Sensi superumani.
Forza.
Velocità.
Resistenza.

Egli venne contattato da Charles Xavier quando costui voleva formare un nuovo gruppo di X-Men per liberare la prima squadra dall’Isola Krakoa.
John vide questa occasione come un riscatto, un’occasione per dimostrare il suo valore di guerriero; accettò la proposta di Xavier e vestendo i panni di Thunderbird si unì al gruppo insieme a Wolverine, Tempesta, Nightcrawler, Banshee e gli altri.
Dopo la riuscita della missione il giovane Apaches decise di restare nel gruppo di Xavier, ma tuttavia non si integrò mai completamente: molto provocato dalla figura di Wolverine, il pellerossa tentava sempre di mettersi sempre alla prova, nel cercare di mostrarsi migliore del compagno.
Fu proprio durante una missione contro il Conte Nefaria che, Thunderbird si lanciò sul suo aereo mentre questi era in volo per fuggire dagli X-Men.
Morì davanti ad un impotente Banshee: l’aereo esplose uccidendo Thunderbird sul colpo.
Molti anni dopo, durante la saga X-Necrosha, John è stato uno dei mutanti resuscitati dalla diabolica Selene; egli è stato il fulcro per la sconfitta della folle mutante millenaria, rivelando al fratello (James Proudstar – Warpath) la chiave per depotenziare e uccidere la malvagia dea.

Shiro Yoshida, “Sole Ardente”
X-Men (8)

Sole Ardente (Sunfire – Shiro Yoshida) è un mutante nato in Giappone, dotato di un carattere fermo e arrogante.
E’ in grado di generare sfere di plasma che si incendiano a contatto con l’ossigeno ed è in grado di volare.
Non è mai stato adatto al lavoro di squadra; Sole Ardente non è più nelle file degli X-Men e sinceramente non è mai stato legato molto ai mutanti di Xavier.
Malgrado tutto ciò, egli resta una delle presenze più importati del panorama Marvel.

Poteri

Volo.
Capacità di emettere raggi di plasma infiammabile a contatto con l’ossigeno.
Vista a infrarossi e termica.
Immune al fuoco e alle radiazioni.

La madre di Shiro è una sopravvissua di Hiroshima, la bomba muta il corredo genetico della donna che partorirà due figli con poteri identici, va fatto notare che il gene-x era già presente in famiglia, visto che anche il Silver Samurai (cugino di Shiro) è un mutante.
Il cancro che affligge la donna la porta alla morte e così il piccolo Shiro cresce bramoso di vendetta verso gli USA, lo zio, Tomo guida il ragazzo verso una crescita votata contro gli USA stessi e, Shiro, assunta l’identità di SOle Ardente, attacca gli Stati Uniti e combatte contro gli X-Men.
Al suo ritorno in Giappone viene a sapere che Tomo aveva appena ucciso suo padre e in preda al dolore uccide lo zio, consegnandosi successivamente alla polizia.
Mesi dopo Xavier recluta Sole Ardente nella sua seconda squadra, il team che poi asndrà su Krakoa a liberare il primo gruppo, ma al ritorno dalla missione Shiro lascia subito gli X-Men a a causa del suo carattere scontroso e per nulla partecipe allo spirito di gruppo.
Nel corso degli anni Shiro incrocia spesso la sua strada con quella degli X-Men (memorabile il racconto in cui, insieme a Tempesta, Uomo Ghiaccio, Arcangelo, Jean e Colosso approda in una realtà sotterranea in cui incontrano il fratello perduto di Piotr, Mikhail Rasputin); Sole Ardente incontra nuovamente gli X-Men quando viene rapito da Apocalisse perché possessore del “DNA Armonico”, DNA capace di modificare la la struttura della realtà.
Successivamente Shiro diventa membro della X-Corporation, un’organizzazione non governativa che tutela i diritti dei mutanti in tutto il mondo.
Per anni ha militato nella Confraternita a fianco di Mystica e Rogue, ma dopo una missione non del tutto riuscita, Mystica tramite i poteri di Blindspot fa in modo di cancellare il suo ricordo dalle menti di Shiro, Rogue e Magneto, scomparendo per molto tempo.
Da tutto ciò ha origine il rapporto di Shiro con Lady Deathstrike, si scoprirà che la precedente missione era contro Lord Dark Wing (il padre di Yuriko) e che Blindspot tentò di riportare le memorie ad una situazione di reset, non riuscendovi però (Deathstrike aveva già ucciso suo padre).Deathstrike ricatta Rogue e Sole Ardente e solo dopo una missione a Tokyo i due si incontrano dopo molto tempo: dopo che Yuriko scopre che la causa dei suoi piani falliti non è Rogue, e nemmeno Sole Ardente tenta comunque di ucciderli (è in questa battaglia che Lady Deathstrike taglia le gambe a Shiro e solo dopo lui farà in modo di passare i suoi poteri – e la sua personalità – a Rogue).
Dopo l’intervento degli X-Men e la sconfitta di Deathstrike, il corpo di Sole Ardente scompare.
Verrà ritrovato da Apocalisse in una clinica, privo di poteri e delle gambe, Apocalisse gli offre di far parte dei suoi piani e di diventare uno dei suoi nuovi Cavalieri: Fame.
Shiro accetta e viene curato, recupera le gambe e i poteri e attacca gli X-Men dopo la Decimazione, sarà Emma Froist a fare in modo che la parte buona della sua psiche prenda il sopravvento.
Successivamente si unisce a Gambit e ai Marauders di Sinistro alla ricerca della Messia Mutante, Hope.


Informazioni sull'autore

Andrea Ruscito [Jor-El]Nato a Cassino (FR) e residente a Pontecorvo (FR), classe 1982. Cultore del brand mutante di Casa Marvel (gli X-Men) con specializzazione nella Forza Fenice e Jean Grey. Amante della DC Comics, vede in Superman la più grande forma di rappresentazione ed espressione del fumetto supereroistico. Tra le passioni s'annoverano la musica, la Science Fiction, il fumetto, il cinema, la poesia e la pittura. Serie tv preferita? Battlestar Galactica!Leggi tutti gli articoli di Andrea Ruscito