Secret Warriors

Scritto da Elena Pizzi il 15 agosto 2010 in Fumetti Marvel Comics e Supergruppi Marvel Comics con nessun commento

Testi: Jonathan Hickman
Disegni: Stefano Caselli, Alessandro Vitti, aa.vv.
Edizione originale: Secret Warriors, serie regolare in corso di pubblicazione negli USA.
Edizione italiana: Panini Comics, circa 5 euro a volume. La serie viene pubblicata in brossurati da edicola all’interno della collana Marvel Mix

Tutti gli uomini di Fury

In un’America che sta vivendo la sua ora più oscura, è difficile, dopo gli eventi nefasti di Secret Invasion, sapere di chi fidarsi davvero. E quando la nazione è da tempo un burattino manovrato dalle diaboliche e abili mani di Norman Osborn, forse nessun mezzo necessario a riportare nel proprio paese legalità e giustizia sembra illecito. Nemmeno i Vendicatori, un tempo fulgido baluardo di libertà e pace, ormai sono in grado di sottrarsi dal dispotico controllo dell’H.A.M.M.E.R., quindi non resta che una soluzione: lavorare nell’ombra, con paziente dedizione e incrollabile volontà.

Sono questi gli elementi vincenti dei SECRET WARRIORS, adrenalinica serie regolare scritta dal promettente Jonathan Hickman, delfino del “demiurgo” Marvel Brian Michael Bendis. E lo stile è proprio quello del “maestro”, dato che Hickman sembra averne attinto alcune delle caratteristiche migliori: l’abilità nella costruzione dei dialoghi e del ritmo narrativo, la caratterizzazione dei personaggi, e il gusto spiccato per i “giochi” temporali, con un’alternanza costante di luoghi e situazioni avvenute in momenti diversi.

Il perno della testata è certamente costituito da Nick Fury, abilissimo agente segreto creato da  Lee e Kirby nel 1963. Da sempre instancabilmente occupato, fin dai tempi della guerra fredda, a difendere gli interessi dell’America, Fury è un personaggio perfetto per le trame a sfondo spionistico: egli infatti è coraggioso, deciso, determinato e implacabile, pronto a mettersi in gioco senza sosta e incredibilmente abile nel “lavoro sporco” necessario per gestire con profitto e sicurezza gli intrighi di politica internazionale che rappresentano il pane quotidiano di una spia.

Ed è la sua stessa cocciuta ed incrollabile forza d’animo a guidarlo in questa serie, che lo vede porsi a capo di un gruppo segreto di Guerrieri scelti per combattere ai suoi ordini contro le apparentemente invincibili “armate” di Norman Osborn. E se da una parte riempie di sconforto osservare lo schizofrenico e crudele Goblin diventare leader di un gruppo di criminali efferati appoggiati dal Governo (prima con i Thunderbolts e poi anche con gli Oscuri Vendicatori) allo stesso tempo è confortante vedere un gruppo di agenti (certamente non facile da gestire per Fury, per primo consapevole di ricorrere a mezzi non sempre leciti e “puliti”) disposti a tutto per vincere una guerra “giusta”. Momenti di pura azione si alternano a dirompenti colpi di scena, in cui lo stesso Nick Fury sarà costretto a rendersi conto, nonostante la propria infinita esperienza, quanto le cose non siano mai quello che sembrano, e la verità possa fare male davvero.

Hickman si dimostra veramente bravo nel gestire le dinamiche di gruppo (cosa non facile per uno scrittore esordiente) è dà vita a protagonisti nuovi e non banali, pescando anche, ovviamente, nel quasi-infinito serbatoio di personaggi storici della Marvel. E’ bello sottolineare anche il lavoro dell’artista italiano Stefano Caselli, che contribuisce a rendere interessanti le storie del primo volume, TP che sorprende fin da subito per l’indubbia qualità della trama.

E voi siete pronti, ancora una volta, a scendere in campo con Nick perché siano finalmente, dopo tanti anni, i valori autentici a guidare le gesta degli eroi Marvel? Perchè Nick Fury è proprio questo: un uomo senza paura disposto a sporcarsi le mani affinchè gli eroi veri possano trionfare.

A cura di Elena Pizzi


Informazioni sull'autore

Elena Pizzi [Selina Kyle]Abita da tempo a Gotham City, anche se desidera volare per tutto l'universo insieme ad Hal Jordan. Spesso gioviale e sorridente, a volte è inaspettatamente solitaria, ma costantemente alla ricerca di ciò di cui sono fatti i sogni, cioè ciò che giace, spesso sepolto, in fondo a noi stessi. Non rinunciate mai alla forza delle vostre passioni.Leggi tutti gli articoli di Elena Pizzi