RITORNARE A GOTHAM: CATWOMAN

Scritto da Elena Pizzi il 22 giugno 2011 in Fumetti DC Comics con nessun commento

Da Newsarama

Judd Winick è ormai un veterano del bat-universe: è infatti lo scrittore che ha portato alla ribalta, con successo, Red Hood, permettendo a Jason Todd di tornare in vita e cercare vendetta dopo tanti anni, e ha raccontato in contesti diversi, su differenti testate nel corso del tempo, le gesta di personaggi come Dick Grayson e Damian.

Winick si trova indubbiamente a suo agio con le atmosfere urbane e gothamite, ed è di certo una scelta azzeccata per il rilancio di Catwoman, serie regolare che inizierà a settembre nel contesto delle 52 testate che segneranno un nuovo inizio per l’Universo DC.

Il film di Nolan si avvicina a grandi passi, ed è normale ipotizzare per Selina, dopo la parentesi Brubaker/Pfeifer, un ritorno a una caratterizzazione più tradizionale. Cosa ha in serbo Judd per la Gatta? Scopriamolo insieme leggendo una recente intervista. Winick scriverà inoltre Batwing, una regular dedicata al Batman Africano comparso di recente su Batman Inc..

Questo rilancio è importantissimo per la DC, stiamo lavorando davvero tanto per assicurarci che tutto vada bene, e questo vale anche per me. Vogliamo che sia fantastico, memorabile, puntuale.. più di prima, al massimo delle possibilità. Semplicemente deve essere quanto di meglio la DC abbia mai fatto.

Per quanto riguarda JLI e Red Hood, beh, mi sono già divertito abbastanza con questi personaggi e questi titoli. Ho scritto 24 numeri della “Justice League International”, posso essere soddisfatto. E scrivere la JLI non mi elettrizzava come mi è successo per queste nuove serie. Non è un reboot completo, non ripartiremo da zero.. è semplicemente un nuovo inizio, più fresco. E nel mio caso era già stato fatto per Red Hood e Justice League International.

Scrivere “Catwoman” e “Batwing” mi stimola più di quanto abbia mai fatto finora. E non posso sempre giocare con tutti i giocattoli del negozio, è giusto che anche altri autori si cimentino con personaggi sui quali ho già lavorato, non sono così possessivo. Queste nuove serie mi sono sembrate la scelta giusta al momento giusto, con spunti interessanti.

Stiamo realizzando una serie per nuovi lettori e lettori di vecchia data. Con Catwoman siamo fortunati, dato che non dovremo scrivere granchè sulle sue origini. Lei è già Catwoman, e da lì ripartiremo. La conoscono tutti, anche persone che non leggono fumetti.. e ciò è un vantaggio che ci aiuta nel creare una serie adatta a tutti.

Saranno storie molto sexy, e violente.. forse è uno dei titoli più “borderline” in uscita, e avrà tutto ciò che rende una serie della Gatta vincente, del resto non stiamo parlando di Wonder Woman o Supergirl. Non faremo nulla di inappropriato in realtà, perché è un personaggio che di per sé gioca molto con la sua sessualità. Semplicemente è una serie adatta al 2011, sexy al punto giusto.

Bisogna pensare sexy, in maniera felina, con la frusta e il costume.. Selina è una donna dal sex appeal enorme, e nessuno di noi vuole allontanarsi da questa caratteristica. Ma è intelligente, oltre che sexy. Ed esploreremo la sua intelligenza, la sua strategia, i travestimenti, il modo in cui prepara e organizza un colpo.

Mi viene in mente “Ocean’s Eleven” e credo che sia un esempio calzante. Non si tratta solo di “rubare”, ma di investigare per organizzare i furti. E’ interessante osservare poi il risultato di questo lavoro preparatorio.  Essere un ladro è complicato, se vuoi farlo bene.. devi pianificare, sapere dove stai andando, cosa stai facendo. Impiegare ore nella preparazione. Selina è in gamba, e approfondiremo questo aspetto. Sarà tutto piuttosto realistico, senza usare troppa tecnologia. A volte si è esagerato su questo versante: Selina estrae qualcosa dalla sua cintura, fa una scansione dell’edificio ed è a posto. Cercheremo di evitare, essere più “reali”, anche se il contesto in cui si muove ovviamente non lo è.

Sintetizzando, beh, sarà molto divertente, oscuro e divertente. Catwoman avrà un cast di supporto, ma non sarà molto numeroso. E’ una ladra, che vive una sorta di vita “romantica” muovendosi attraverso Gotham. A volte va dove la conducono gli eventi. Non si tratta solo di accumulare bottino e denaro, a guidarla è il brivido della caccia.

Quello che sto facendo mi appare abbastanza nuovo, anche perché non ho mai scritto Catwoman. […] Sì, sarà una testata abbastanza oscura, ma non è tutto. Oscura, violenta, a volte però anche divertente, nella stessa maniera in cui ho cercato di impostare “Power Girl”. Selina sicuramente si biasima molto di meno di Karen, ma è consapevole di sé, e forte. E’ abituata al pericolo, e non ruba per soldi.. lo fa perché le piace, e non si accontenta. Le piace Batman, e se ci pensate, beh, è strano per un ladro.

In parte è un’anti-eroina. Ruba e non dà la caccia ai cattivi, ma non ucciderebbe mai. Selina non è così. Va in giro con una tutina attillata, mettendo a rischio la propria vita.. e ruba per divertimento. Ha un sacco di problemi, e li supera in questo modo. E’ divertente da scrivere, non ci sono regole. Ci concentriamo sul prossimo colpo, e costruiamo la storia.. ci piace.

Guillem March è al top della sua carriera. I suoi disegni per questa serie sono fantastici: è interessante nel tratto, pulito, con un senso del noir, perfetto per queste atmosfere. I suoi personaggi sono splendidi, Selina è perfetta. Avevamo pensato di modificare il look, ma è bellissima così.. March la disegna in modo magnifico. E’.. pericolosa, agile, acrobatica, lo potete vedere anche dalla copertina. Ha una bellissima espressione, ammaliante. Questa è una gran bella serie, graficamente.

Siamo anche avanti rispetto ai tempi, e stiamo già lavorando sul secondo numero. Ed è grandioso!

E voi avete già deciso quali serie leggere, a settembre? Restate con noi! La Gatta sta tornando.


Informazioni sull'autore

Elena Pizzi [Selina Kyle]Abita da tempo a Gotham City, anche se desidera volare per tutto l'universo insieme ad Hal Jordan. Spesso gioviale e sorridente, a volte è inaspettatamente solitaria, ma costantemente alla ricerca di ciò di cui sono fatti i sogni, cioè ciò che giace, spesso sepolto, in fondo a noi stessi. Non rinunciate mai alla forza delle vostre passioni.Leggi tutti gli articoli di Elena Pizzi