Crisi Finale

Scritto da Matteo Capuzzimati il 7 dicembre 2010 in Batman e Flash e Fumetti DC Comics e Supergruppi DC Comics con nessun commento

Testi: Grant Morrison
Disegni:
J.G. Jones, Carlos Pacheco, Doug Mahnke
Edizione originale:
Final Crisis 1-7
Edizione italiana:
Crisi Finale 1-8, Planeta De Agostini, € 4,95

L’obiettivo principale di una storia supereroistica è quello di stupire il lettore, di trasportarlo in un mondo fantastico in modo da fargli vivere delle esperienze e delle emozioni destinate a rimanere impresse nella sua mente a lungo tempo. Infatti il lettore tenderà a ricordare sempre quelle storie che lo hanno scosso e che gli hanno fatto conoscere ed amare nuovi personaggi.

Fortunatamente Crisi Finale è una di queste storie ma è anche molto di più di una semplice storia che emoziona e nella quale avviene il classico scontro tra buoni e cattivi. Innanzitutto partiamo con il parlare dello scrittore di questo crossover: Grant Morrison. Scrittore scozzese con una creatività straordinaria, Morrison si è sempre distinto sia nel campo dei fumetti mainstream sia in quello dei fumetti indipendenti grazie al suo stile estremamente versatile ed eclettico sin dal suo esordio nel panorama fumettistico. All’interno delle sue opere Morrison inserisce diverse chiavi di lettura proprio come possiamo notare in Crisi Finale.

In questo crossover viene ripreso il Quarto Mondo ideato da Jack Kirby. Infatti prima di leggere Crisi Finale bisogna sapere che c’è stata una guerra tra Nuova Genesi e Apokolips, pianeti in cui vivono rispettivamente i Nuovi Dei “buoni” e i Nuovi Dei “malvagi”. Il male ha vinto e i Nuovi Dei malvagi hanno come obiettivo ora la conquista del Multiverso DC attraverso l’Equazione Anti-Vita, formula matematica attraverso cui è possibile sottomettere qualsiasi essere vivente alla propria volontà. Così i Nuovi Dei si infiltrano tra gli abitanti di Terra 0 ma quando gli eroi DC ne vengono a conoscenza ormai è troppo tardi: l’Equazione Anti-Vita è già stata diffusa attraverso i maggiori mezzi di comunicazione e ha ormai contagiato quasi completamente la popolazione terrestre rendendola schiava e obbediente a Darkseid. Inoltre la discesa dei Nuovi Dei sta causando danni irreparabili al Multiverso che si sta ripiegando su se stesso.

In questo scenario drammatico e apocalittico si muovono gli eroi DC ormai rimasti gli unici a poter contrastare Darkseid e l’Equazione Anti-Vita. Nella storia gli eroi DC non combattono solo per difendere il loro pianeta e l’universo ma soprattutto per rivendicare la libertà. Infatti Darkseid rappresenta un dio tiranno (letteralmente) che cerca di imporre la propria religione (l’Equazione Anti-Vita) quindi gli eroi DC non fanno altro che ribellarsi a Dio. Questa ribellione raggiunge il suo apice nella scena in cui Batman spara a Darkseid, simbolo che l’uomo è libero di accettare quello che ritiene più giusto per lui e di fare le proprie scelte senza essere influenzato da un’entità soprannaturale. Oltre a ribellarsi a Dio, gli eroi lottano anche contro il conformismo e la perdita dell’individualità  dell’uomo perché l’Equazione Anti-Vita mira proprio a distruggere una delle caratteristiche fondamentali dell’uomo: la diversità.

Oltre a contenere tutti questi rimandi simbolici, Crisi Finale è una storia che non smette mai di stupire, affascinare ed emozionare il lettore grazie al clima drammatico ed epico che si viene a creare all’interno di essa. In essa il lettore si troverà di fronte al supereroismo puro incarnato, oltre che dagli eroi principali, anche dagli eroi secondari che svolgono comunque un ruolo di primo piano. Crisi Finale è sicuramente una storia complessa sia per come è raccontata (dato lo stile poco accessibile ai neofiti) sia per la grande mole di personaggi presenti. Ma se si riesce a stare al passo con questo stile senza farsi troppe domande (se cercate delle risposte alle vostre domande leggete anche la guida alla lettura del nostro sito), allora  ci si accorge di come Crisi Finale sia una storia veramente unica nel suo genere la cui bellezza effettiva si può cogliere solo se la si spoglia di quello stile complesso che la caratterizza e che la rende diversa da molte altre storie supereroistiche.