Corrosive Man

Scritto da Giuseppe Urso il 21 dicembre 2009 in Batman e Manicomio Arkham e i nemici di Batman con nessun commento

L'Uomo Corrosivo

Vero Nome Derek Mitchell
Status Probabilmente rinchiuso in qualche teca dei laboratori S.T.A.R
Occupazione Cercare di vendicarsi di Mr. Kadaver
Affiliazioni Nessuna
Armi ed Abilità In seguito ad uno sfortunato incidente, il corpo di Mitchell vive in un costante stato di ebollizione e fusione. Egli sprigiona in continuazione acidi e svariate sostante tossiche capaci di liquefare qualunque cosa incontrino sul loro cammino
Base Operativa Gotham City

“Soffro, soffro terribilmente!”

- Vita Immersa nel dolore -

Una delle caratteristiche più rilevanti della rogue gallery del Pipistrello è senza ombra di dubbio la cospicua presenza di criminali dal tragico background. Che si tratti di individui vittime di ingiustizie infantili, di atroci incidenti o di tristi patologie mentali, hanno comunque tutti in comune un difficile destino segnato da costante sofferenza e derisione. Sono personaggi verso i quali il lettore è molto spesso portato a provare pietà e quindi celata simpatia, senza per questo però disconoscerne la pericolosità o crudeltà. Per lo più sono quindi “cattivi-buoni”, le cui azioni possono essere a volte giustificate in funzione della propria difficile condizione.
Tra questa schiera di mostri infelici una poltroncina in prima fila è occupata da Derek Mitchell, alias l’Uomo Corrosivo, un essere tramutato in una centrale chimica ambulante dal solito sfortunato incidente.
La storia di Derek Mitchell è segnata dal tradimento. Del suo passato, prima che si dedicasse alla vita criminale, non sappiamo nulla, ma probabilmente non è stato dei migliori se alla fine dovette dedicarsi a piccoli furti ed altrettanto piccole truffe.
La vita di Mitchell subì una brusca svolta quando venne coinvolto in un piano criminoso orchestrato dal folle Mortimer Kadaver, uno strano individuo ossessionato dalla morte.
Come risultato di tale avventatezza, Mitchell si ritrovò tradito e gettato in galera con una condanna di ergastolo multiplo da scontare…
Da qui il tema costante della vendetta in tutte le storie nelle quali il criminale appare.
L’incidente che gli cambierà la vita avverrà durante il suo primo tentativo di evasione, il cui fine sarebbe dovuto essere l’omicidio del traditore Kadaver.
Inseguito da una volante di polizia, Mitchell trova rifugio in un deposito aperto di sostanze chimiche. E’ una notte tempestosa, ed improvvisamente un fulmine si abbatte proprio su quel deposito causando una mortale esplosione in un misto di sostanze tossiche ed effluvi mortali.
Ma Derek Mitchell, per un bizzarro scherzo del destino, riesce a sopravvivere anche se il prezzo da pagare è altissimo.
Il suo corpo viene letteralmente corroso dalle sostanze che lo circondavano, iniziando a sua volta a produrne sempre di nuove. Colui che una volta era Derek Mitchell si è adesso trasformato in una centrale chimica in continua ebollizione, le cui carne corrose non fanno altro che secernere sostanze acide capaci di liquefare tutto ciò che incontrano sul loro cammino.
In quella notte temporalesca Derek Mitchell è diventato l’Uomo Corrosivo.
Da quel momento in poi, the Corrosive Man ha rappresentato per Gotham City una minaccia da non sottovalutare. I suoi tremendi poteri corrosivi lo rendono quasi invincibile, e solo le celle specializzate dei laboratori S.T.A.R sembrerebbero essere in grado di contenerne la furia vendicativa.

Cronologia delle Apparizioni


Informazioni sull'autore

Giuseppe Urso [Cappellaio Matto]Teinomane patologico, collezionista compulsivo di inutilità, ospite occasionale dell'Arkham Asylum. Non proprio una bella persona, insomma. Con la testa perennemente rivolta al passato, sogna un futuro da rigattiere. Nel frattempo, trascorre le sue giornate a guardare documentari su History Channel, organizzare tea-party e prendere qualsivoglia decisione dopo un bel tiro di dadi.Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Urso