Animal Man di Jeff Lemire

Scritto da Matteo Capuzzimati il 18 febbraio 2013 in Altri eroi DC Comics e Comics Dark Horse, Image e altri editori e Fumetti DC Comics con nessun commento

Animal Man TP 1

Testi: Jeff Lemire

Disegni: Travel Foreman, John Paul Leon

Edizione originale: Animal Man: The Hunt

Edizione italiana: Animal Man: La caccia, Rw Lion

Il reboot Dc, attraverso l’azzeramento della continuity e del DCverso, ha permesso la reintroduzione nell’universo Dc di alcuni personaggi che erano diventati in tutto e per tutto parte integrante della Vertigo, l’etichetta della Dc che pubblica serie destinate ad un pubblico maturo. Tra questi personaggi vi è Animal Man la cui nuova serie è stata affidata allo scrittore Jeff Lemire e al disegnatore Travel Foreman.

Fin dall’inizio di questo story arc, appare chiaro come Lemire decida di dare un’ impronta personale a questa sua gestione di Animal Man senza farsi intimorire dai suoi predecessori. Infatti l’eredità che Lemire raccoglie è senza dubbio pesante: Grant Morrison, con la sua run sul personaggio, aveva totalmente ridefinito il fumetto supereroistico alla fine degli anni ’80 introducendo temi come l’animalismo, l’ecoterrorismo e la metanarrazione. Lo scrittore canadese, invece, decide di inserire in questa sua run una componente horror recuperando in questo modo le atmosfere della prima Vertigo. Il prodotto finale è quello di un fumetto “ibrido”, un incrocio tra fumetto supereroistico e quello d’autore.

animal-man-1331064179

Sebbene questa serie sia ripartita da zero, i riferimenti alla continuity pre-reboot non mancano come il Rosso (ideato da Jamie Delano), una rete che connette Buddy a tutti gli animali del pianeta, e il campo morfogenetico. Ciò che potrebbe disorientare i nuovi lettori è il fatto che non vengono narrate le origini di Animal Man ma non c’è nulla di cui preoccuparsi poichè lo scrittore affronterà questo discorso nel numero 0 fornendo spiegazioni esaurienti.

Alle matite troviamo Travel Foreman i cui disegni si intonano perfettamente con le atmosfere evocate da Lemire; questo è anche merito delle chine di Dan Green e dei colori di Lovern Kindzierski che giocano un ruolo fondamentale nella resa efficace dei disegni. Infatti il contrasto tra la colorazione piatta degli sfondi e le figure ricche di chiaroscuri conferiscono alla storia un carattere irreale e disturbante soprattutto quando vengono rappresentate scene cruente.

Per concludere, Animal Man è sicuramente una delle serie più interessanti del reboot Dc e merita un’occhiata anche se non si conosce il personaggio. Questa nuova serie non è certo paragonabile a quella precedente ma risulta essere comunque una lettura piacevole e inoltre permette ai lettori di vecchia data di continuare a leggere le avventure di Buddy Baker.