Auguri, Greg!

Scritto da Elena Pizzi il 30 novembre 2011 in Comics e fumetti americani con 2 commenti

Ciao, Greg.
In questi giorni hai compiuto gli anni. Vedi, tu questo messaggio non lo leggerai mai.. eppure mi sembra bello scriverti per dirti grazie. Sai, se amo i fumetti è merito anche di scrittori come te. Non sei l’unico, ci sono tanti autori in grado di mettere le mie emozioni su carta (Ed, Geoff, Gail, qualche volta Grant, da poco Scott…) eppure tu hai qualcosa, per me, che gli altri non hanno. Non so cosa sia, è difficile identificarlo, però sono certa che quando leggerò una tua opera  troverò una frase, un passaggio, un momento particolare in cui dirò “questo è Rucka”. Mi succede sempre. Ormai ti conosco bene, e ogni volta penso che sia difficile che tu riesca a stupirmi, invece ci riesci, regalandomi dei sogni autentici.

Mi dispiace che tu non faccia parte dei “Nuovi 52”, credo che nel grande rilancio DC ci sarebbe stato un posto anche per te, soprattutto vedendo quante testate del reboot sono dedicate ad aitanti fanciulle. Ma il tuo rapporto con l’editore è naufragato due volte nel giro di pochi anni, forse anche tu hai un carattere complesso. Peccato, ma è andata così. Di sicuro non hai problemi a dire quello che pensi, lo si evince dalle tue interviste, figuriamoci in privato.

Ormai lavori da un po’ alla Marvel (del Puni parlerò dopo) eppure non perdi occasione per ricordare i giorni in cui scrivevi Batman, Superman, Wonder Woman. Perchè sì, ricordiamolo, tu sei stato fra i pochissimi negli ultimi anni a scrivere la trinità al completo, e non è poco. Il meglio di te lo dai quasi sempre su storie criminali/spy con personaggi “al limite”, eppure i tuoi eroi sanno essere così belli. E le tue donne, beh.. loro sono il meglio che tu riesca a proporre. Sai, a mio modesto parere scrivi le donzelle più belle che ci siano in circolazione. Poi di sicuro la mia opinione non conta nulla, eppure con le tue protagoniste mi spezzi il cuore a metà. Nella maestosità sofferente di Diana, nella determinazione di Batwoman, nei tormenti caparbi di Renèe, nel coraggio di Tara Chace io ho sempre rivisto (o vorrei rivedere, perchè non sono forte come loro) me stessa. Sono forti, complicate, problematiche, qualche volta piangono. E sanno essere vive e “vere” in maniera stupefacente.

A proposito, grazie per il sogno che mi hai regalato, grazie per aver scritto il mio fumetto perfetto, cioè Batwoman. Pochissimi credevano in questo personaggio, c’era tanto scetticismo attorno a Kate, eppure, nonostante qualche difficoltà e slittamento, tu sei riuscito, insieme all’arte meravigliosa di J.H. Williams III, a far spiccare il volo all’altra rossa di Gotham City, regalandomi momenti indimenticabili, dandomi la storia che aspettavo da una vita. Adesso Kate può volare sui tetti di Gotham persino senza di te a raccontarla, e la nuova serie di Williams e Blackman (non volermene, però è giusto dirlo) è forse meglio delle tue storie.. hai donato un’altra splendida pulzella al firmamento delle bat-stelle DC, e di questo ti sarò grata sempre. Come ti sarò grata per aver difeso gli eroi che “fanno la cosa giusta” quando qualcuno ha tentato di svilirli. Detto dall’attuale scrittore del Puni non è cosa da poco.

Quindi grazie, Greg. Grazie per i tuoi romanzi meravigliosi, che spero che il pubblico italiano col tempo possa leggere e apprezzare.. grazie dunque per personaggi come Tara, Bridgett, Atticus (il tuo capolavoro) e per i tuoi fantastici protagonisti a fumetti come Renee, Kate, Sasha, Diana, Kal, Bruce, Carrie, ancora Tara (del resto Queen&Country è sia un fumetto che una serie di romanzi), Cacciatrice, Oracolo (come l’hai scritta tu in Terra di Nessuno l’hanno scritta in pochi), Crispus (Lo Spettro) i ragazzi di Gotham Central e tutti gli altri. Grazie per la tua New York diurna e notturna, per la tua Gotham City, per Krypton e i suoi abitanti, per le tue spy-stories ambientate in giro per il mondo (non mi tremavano così le ginocchia dai tempi di Ken Follett) e adesso per Frank.

Il tuo Punitore per ora ha generato reazioni contrastanti (almeno qui), è anche vero che l’approccio è diverso dal solito.. quindi avrai tempo per rifarti. Io ci ho messo 4 numeri, ma poi le tue pennellate autentiche le ho viste eccome. Il nuovo mondo diverso e pulsante che stai costruendo attorno a questo spietato vigilante è interessante. Io sono clamorosamente di parte, ma non mi interessa essere più di tanto obiettiva, nei tuoi confronti, perchè fondamentalmente per me sei il meglio. E allora perchè devo smussare questo amore fumettistico-letterario? Sei il migliore, semplicemente. Lo sarai ancora a lungo.. anche se Scott un po’ ti sta insidiando, Brubaker ti assomiglia e qualche volta potrebbe per sorpassarti, Geoff è sempre fra i migliori, e come sai io ho un debole ASSOLUTO per i suoi supereroi epici e coinvolgenti. Qundi ecco, non smettere di scrivere, anzi, scrivi di più.. così nelle fredde sere d’inverno saprò sempre da chi tornare.

Buon compleanno Greg. E 100, anzi 1000, di questi fumetti.

Elena

P.S: Avrei un altro sogno fumettistico: leggere Catwoman scritta da te. Quindi vedi di farmi questo regalo in una decina d’anni, ci conto!


Informazioni sull'autore

Elena Pizzi [Selina Kyle]Abita da tempo a Gotham City, anche se desidera volare per tutto l'universo insieme ad Hal Jordan. Spesso gioviale e sorridente, a volte è inaspettatamente solitaria, ma costantemente alla ricerca di ciò di cui sono fatti i sogni, cioè ciò che giace, spesso sepolto, in fondo a noi stessi. Non rinunciate mai alla forza delle vostre passioni.Leggi tutti gli articoli di Elena Pizzi