News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Superman: Red Son

Aperto da The Flash, 10 Agosto 2009, 21:16:07

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 6 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

luca boring

spero di non andare troppo controcorrente, ma questo fumetto è ignoranza a pacchi :asd: l'idea di partenza è più che intrigante, ma il suo svolgimento non va oltre il mero intrattenimento che fatica a scavare vagamente sotto la superficie. o meglio non è che millar fatica a farlo, non ci prova nemmeno, lasciando irrisolti o anche solo accennati quelli che potevano essere temi interessante e limitandosi così a confezionare una grande strizzata d'occhio per i fan, una semplice distrazione. il che andrebbe anche benissimo, se però come distrazione funzionasse bene.
ciò che millar non ha toccato sono tutte le implicazioni distopiche che aveva a disposizione una volta messo in ballo il governo mondiale di superman. implicazioni già ampiamente affrontate in numerosi romanzi, non avrebbe tirato fuori l'idea del secolo, ma almeno avrebbe dato consistenza al mondo che stava creando. invece il tutto si risolve a un americanissimo scontro ideologico tra sicurezza e libertà che lascia ben poco.
come intrattenimento poi funziona poco perché, esclusi superman e luthor, i personaggi sono solo macchie sullo sfondo, piattissimi, hanno un'unica funziona e svolta questa tornano nel nulla da cui provenivano. e sotto questo aspetto i disegni non aiutano affatto, sono semplicemente senza infamia e senza lode, accompagnano i testi senza mai risaltare veramente e indebolendo così i ben pochi momenti realmente spettacolari.
almeno il lavoro su superman è riuscito, nel modo in cui si prende la sua solita fermezza morale, ma le si cambia totalmente paradigma. un aspetto interessante, ma mancando tutto il resto la storia risulta tutto meno che memorabile.
forse semplicemente non è una lettura nelle mie corde, mi ha abbastanza deluso sotto tutti i punti di vista.

Illmatic

Citazione di: luca boring il 05 Febbraio 2016, 13:18:04
spero di non andare troppo controcorrente, ma questo fumetto è ignoranza a pacchi :asd: l'idea di partenza è più che intrigante, ma il suo svolgimento non va oltre il mero intrattenimento che fatica a scavare vagamente sotto la superficie. o meglio non è che millar fatica a farlo, non ci prova nemmeno, lasciando irrisolti o anche solo accennati quelli che potevano essere temi interessante e limitandosi così a confezionare una grande strizzata d'occhio per i fan, una semplice distrazione. il che andrebbe anche benissimo, se però come distrazione funzionasse bene.
ciò che millar non ha toccato sono tutte le implicazioni distopiche che aveva a disposizione una volta messo in ballo il governo mondiale di superman. implicazioni già ampiamente affrontate in numerosi romanzi, non avrebbe tirato fuori l'idea del secolo, ma almeno avrebbe dato consistenza al mondo che stava creando. invece il tutto si risolve a un americanissimo scontro ideologico tra sicurezza e libertà che lascia ben poco.
come intrattenimento poi funziona poco perché, esclusi superman e luthor, i personaggi sono solo macchie sullo sfondo, piattissimi, hanno un'unica funziona e svolta questa tornano nel nulla da cui provenivano. e sotto questo aspetto i disegni non aiutano affatto, sono semplicemente senza infamia e senza lode, accompagnano i testi senza mai risaltare veramente e indebolendo così i ben pochi momenti realmente spettacolari.
almeno il lavoro su superman è riuscito, nel modo in cui si prende la sua solita fermezza morale, ma le si cambia totalmente paradigma. un aspetto interessante, ma mancando tutto il resto la storia risulta tutto meno che memorabile.
forse semplicemente non è una lettura nelle mie corde, mi ha abbastanza deluso sotto tutti i punti di vista.
E' vero che è "solo" intrattenimento, ma per me è intrattenimento di alta qualità.
E' appassionante (in particolare la terza parte, per me è uno dei più avvincenti scontri supereroe/nemico che abbia mai letto), ha inventiva e colpi di scena ben piazzati.

Mancino

Un viaggione ! Non amo le rivisitazioni alternative dei personaggi, ma in questo caso mi sono piaciute.  Un ottima lettura di puro intrattenimento. 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk


Azrael



SUPERMAN: RED SON (Deluxe)

di Mark Millar, Dave Johnson, Kilian Plunkett
Contiene: Superman: Red Son 1-3
18,7x28,1, C, 176 pp, col.
€ 20,50

Finalmente in versione Deluxe il capolavoro di Mark Millar! Cosa sarebbe successo se il razzo con a bordo il piccolo Kal-El non fosse precipitato in Kansas, ma in Siberia? Il mondo sarebbe stato sicuramente un posto diverso, come diversi sarebbero gli ideali che muoverebbero l'Uomo D'Acciaio. Una visione inedita dell'universo di Superman e dei suoi amici e nemici.
INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE

The Batman (2022) - Batcycle 🦇 REEL

The Batman (2022) McFarlane by Jim Lee 🦇 REEL 🦇



Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
Combatteremo le idee con idee migliori

Azrael

Superman: Red Son – Il figlio rosso di Mark Millar e Dave Johnson

http://www.rwedizioni.it/news/superman-red-son-mark-millar/
INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE

The Batman (2022) - Batcycle 🦇 REEL

The Batman (2022) McFarlane by Jim Lee 🦇 REEL 🦇



Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
Combatteremo le idee con idee migliori

Endry

Ogni anno una ristampa praticamente  :lolle:

ste89master

Citazione di: Endry il 20 Ottobre 2016, 16:50:26
Ogni anno una ristampa praticamente  :lolle:

Bè dato che va in fretta esaurito fan bene, in più il titolo per me è molto valido quindi perché no?  ;)

Illmatic

Stasera l'ho riletto, e devo dire che l'ho apprezzato ancora di più.
Devo rivedere il mio giudizio, è qualcosa di più rispetto a "solo" intrattenimento di qualità.

Intrattiene bene, su questo non ci sono dubbi: è uno scontro epico Superman vs. Luthor, che diventa particolarmente incalzante nella terza parte.
La caratterizzazione dei personaggi "secondari", i vari Wonder Woman, Batman e Lois, aggiunge una certa maliconia alla storia (già di per sè caratterizzata dalla cupezza dovuta all'atmosfera distopica), in particolare è davvero drammatica la situazione di Lois, se rapportata alla canonica situazione (a cui, non a caso, viene alluso più volte nel corso della narrazione).
Il finale è splendido.
E l'apparato grafico è del tutto adeguato alle tematiche, così come la narrazione è perfetta, veloce ma non priva di dettagli interessanti.
Davvero ben scritta.

Però c'è anche qualcosa di più, perché le tematiche geopolitiche, che mi erano sfuggite alla prima lettura, effettivamente ci sono.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Tuttavia, mi sembra un po' banale. Soprattutto considerato che temi simili sono già stati affrontati dal fumetto supereroistico e in maniera più "profonda", già negli anni Ottanta.
Più interessante, a mio parere, le implicazioni derivanti dal finale
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.
.

Insomma, qualche riflessione la suscita.


Cosmonauta

Superman Red Son per me è una storia che prima di leggerla mette molta curiosità per lo spunto che può offrire e così è anche all'inizio; il problema sorge secondo me quando ad una certa l'obiettivo viene spostato, praticamente da quando Superman da inizio al suo impero.

Avrei preferito vedere un movimento politico e filosofico più marcato, mentre la visione di Sups si ferma al controllo totale e tutti devono avere il giusto per poter vivere dignitosamente a discapito però della libertà di pensiero, come dimostrano i vari personaggi che subiscono il ritocco mentale.

In questa storia vediamo anche personaggi storici dell'universo DC in vesti simili, ma diverse, alcune fatte bene tipo la triste vita di Lois al fianco di Lex, Batman e Diana che sono più comparse per la funzione degli avvenimenti che deve avere la storia; mentre di personaggi reali ci sono citazioni Kennedy che sopravvive e l'assassinato nel '63 è Nixon; di Marilyn Monroe (nominata come Norma Jean visto che il suo vero nome era Norma Jeane) sposata con Kennedy e quindi first lady (questa cosa da amante e fan della Monroe mi ha data fastidio visto tutto quello che in realtà probabilmente c'era dietro, ma tant'è) e J. Edgar con la battuta sul vestirsi da donna visto che era risaputo che il fondatore della CIA era un omosessuale.

Per concludere la parte migliore? Secondo me quella finale dove c'è il culmine della lotta uomo/supereroe, Lex/Superman, USA/URRS, Libertà/Sicurezza.
Il finale la prima volta colpisce abbastanza visto che trasforma il tutto in una spirale, con Jor-L che manda il figlio indietro nel tempo nella speranza che salvi il mondo da un futuro distruttivo, inconscio che tutto partirà proprio da lui.

Nel complesso comunque un buon elseworld, si lascia leggere con piacere nonostante alcuni passaggi siano un po' lenti, i disegni sono buoni, fanno godere la storia nonostante non facciano esclamare alla meraviglia.
Una storia che comunque agli amanti di Superman consiglierei sempre, anche per vederlo sotto un'ottica diversa, nonostante mantenga saldi certi ideali; poi certo, poteva forse osare di più Millar.

Scrooge

Riletta! Un gioiello di storia! La parte con Batman è meravigliosa!
Una domanda! Perché WW distrutto il lazo diventa quasi un automa?

Inviato dal mio Moto C utilizzando Tapatalk


Clod

Forse perché in qualche modo era una parte di sé stessa


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk Pro

We are called Cybermen. We were exactly like you once, but our cybernetic scientists realised that our race was getting weak. Our lifespan was getting shorter, so our scientists and doctors devised spare parts for our bodies until we could be almost completely replaced. Our brains are just like yours, except that certain weaknesses have been removed. Weaknesses like... emotions, pain. You will become like us. You will be upgraded.

Scrooge

Citazione di: Clod il 19 Marzo 2018, 21:09:11
Forse perché in qualche modo era una parte di sé stessa


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk Pro

Grazie

ElPata86

Letta un po' di tempo fa e mi è piaciuta subito.

Da piccolo avevo qualche numero sparso di Superman e ricordo la pubblicità di Red Son all'interno. Mi ha sempre incuriosito e la lettura è stata come la "chiusura di un cerchio".

Stupendi i disegni e molto bello il finale.

Azrael



Superman: Red Son

Testi: Mark Millar
Disegni: Dave Johnson e Kilian Plunkett
Contiene: Superman Red Son 1-3
16,8×25,6, B+al, 160 pp, col.
€ 14,95

Ritorna in formato da libreria uno degli Elsewords più famosi della DC. Cosa sarebbe successo se il razzo kryptoniano con all'interno il piccolo Kal-El invece che in Kansas fosse atterrato in Unione Sovietica? Scopritelo con questo volume, imperdibile per ogni DC-fan, realizzato dalla mente vulcanica di Mark Millar!
INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE

The Batman (2022) - Batcycle 🦇 REEL

The Batman (2022) McFarlane by Jim Lee 🦇 REEL 🦇



Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
Combatteremo le idee con idee migliori

Catcher

Finita di leggere con una certa fatica, storia di intrattenimento che presenta una interessante variazione sul tema Superman, ma che non supera in alcun modo il mero divertissement anche un po' superficiale. Certe volte mi sorprendo di come gli americani siano così indottrinati circa la loro "american way of life" da non accorgersi di risultare quasi peggio dei loro nemici.
Di solito Millar non mi dispiace ma qui mi ha lasciato un po' fredda.