News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Top 10 - di Alan Moore e Gene Ha

Aperto da Lar Gand, 01 Settembre 2009, 08:57:13

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Arkin Torsen

Io ho letto i primi tre capitoli e, con tanta sorpresa, sto trovando il fumetto proprio un puro intrattenimento. Una cosa leggera, facile da seguire, con un intreccio costante ma facilmente intelligibile. Temevo il polpettone, invece fin qui è tutto liscio.
La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)

Paolo Papa

no, niente polpettone, è una (mini) serie avvolgente
vendo tanti fumetti ALAN MOORE, ATTICA, FRANK MILLER, PANINI, BAO, SALDAPRESS, MAGIC PRESS, BD, BONELLI, MONDADORI, MANGA, ETC

http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(na)-vendo-grandi-saghe-planeta-nathan-never-brendon-altro/

Arkin Torsen

Sono arrivato a metà e continuo a divertirmi. Moore se ne inventa di davvero simpatiche. Perfino Babbo Natale  :lol:
I gatti con le debolezze di Superman mi hanno fatto morire  :lolle:
La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)

Paolo Papa

Vedrai quando arriverà la "crisi", che spasso :lol:
vendo tanti fumetti ALAN MOORE, ATTICA, FRANK MILLER, PANINI, BAO, SALDAPRESS, MAGIC PRESS, BD, BONELLI, MONDADORI, MANGA, ETC

http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(na)-vendo-grandi-saghe-planeta-nathan-never-brendon-altro/

Arkin Torsen

Ho finito il volume.
La prosa introduttiva di Moore ricostruisce il mondo in cui la vicenda è ambientata, poi inizia il fumetto e siamo già all'interno senza ulteriori spiegazioni, ma strada facendo ne esploriamo vari aspetti. Per esempio, ho amato i capitoli nel microcosmo della mitologia norrena, in cui l'autore enfatizza gli aspetti più ironici e comici del mito, portandoli all'estremo, con una buona dose di surrealismo. Anche gli episodi nel parallelo in cui l'Impero Romano è ancora in auge mi ha divertito parecchio. In questo caso le sfide a cui Re Pavone è sottoposto passano in secondo piano, perché Moore è più interessato a mostrarci alcune dinamiche, quasi da What if.
Il Bardo crea la propria versione di Batman, cavalcando l'onda dei pettegolezzi sulla sua relazione con Robin e, ancora una volta, estremizzandola. Ne esce da un lato una critica feroce e dall'altro un intermezzo divertito. Anche la nuova versione di Superman, con Atoman, non è male, però forse meno geniale, anche se la risoluzione della vicenda è tanto estrosa quanto divertente.
Tra i millemila easter egg e citazioni, ho apprezzato soprattutto lo scontro tra gatti e topi, per il quale Moore gioca con i fenomeni editoriali dei comics supereroici, trasformando una zuffa in una Crisi stile DC.
Gene Ha e Zander Cannon fanno un bel lavoro, perché non era per niente facile tradurre su tavola un mondo così carico di personaggi, un'opera corale, che all'inizio sembra concentrarsi sulle vicende di Smax e Toybox, ma poi si espande a tantissimi individui. In più spesso ci sono citazioni visive di ogni tipo, perciò ai disegnatori è stata richiesta grandissima cura dei dettagli.
La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)