News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Superman: Su nel cielo - di Tom King & Andy Kubert

Aperto da Azrael, 06 Settembre 2020, 04:38:05

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Vorador

Citazione di: katzenberg il 15 Febbraio 2021, 14:57:54
Ma infatti secondo me King non vuole essere né sembrare avanguardista, sei tu che hai tirato in ballo questa cosa.
Poi sinceramente non riesco a capire il problema che tu ed altri avete ravvisato sul fatto che si passi da una situazione all'altra.
Il collegamento tra di esse è che sono le  varie tappe della ricerca della bambina.
Facile facile.
Io al contrario non avrei visto il senso di raccontare tutto per filo e per segno quando invece lo scopo dell'autore è evidenziare ,all'interno di un viaggio che si presuppone lunghissimo, solo gli episodi salienti ovvero quelli che aiutano a mettere l'accento sulle caratteristiche dell'eroe Superman che interessa fare risaltare.
A mio avviso questa scelta rende tutto più agile e snello.
Non è questione di voler risultare alternativo bensì di cercare di avere una propria voce, un proprio stile ben definito all'interno di un panorama che ormai propone sempre più spesso pallosissime minestrine riscaldate.


Cosa ti posso dire, sarò stupido io ma a me ha dato la forte sensazione di essere una gran salto di palo in frasca. Come ho già detto, le narrazioni iper-compresse non le ho mai potute digerire.
Per il resto, il panorama fumettistico americano sono anni che propone le solite pallosissime minestrine riscaldate (salvo fatto giusto per un paio di autori), ma purtroppo avere un proprio stile non basta. Questa storia probabilmente ha qualcosa in più delle altre, ma tutto sto genio non ce lo vedo, anzi...

Azrael

Voleva fare come Morrison, ma male, era meglio se si concentrava sul suo stile.
INSTAGRAM: AZRAEL'S CAVE

The Batman (2022) - Batcycle 🦇 REEL

The Batman (2022) McFarlane by Jim Lee 🦇 REEL 🦇



Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
Combatteremo le idee con idee migliori

Vorador

Citazione di: Azrael il 16 Febbraio 2021, 03:31:55
Voleva fare come Morrison, ma male, era meglio se si concentrava sul suo stile.

:quoto:

Hugostrange70

Appena finito di leggere questo superman su nel cielo, sinceramente visto gli ultimi commenti che mi precedono ero un pochino preoccupato. Ed invece ho trovato il superman che piace a me, un alieno che è più umano degli esseri umani, un vero dio in terra, ma però con tanta sofferenza e insicurezza e che non molla mai. Qualcuno ha scritto che si salta di palo in frasca (in parte è vero) ma questo a parer mio non mina mai la comprensione della storia. Un superman caparbio oltre ogni limite, questa lettura ha fatto tanto bene al mio cuoricino  :wub: ultima pagina quasi da lacrimuccia  :cry:. Ancora una volta king ha fatto centro  :up: matite di kubert fantastiche  :clap:

Alaster86

Citazione di: Hugostrange70 il 11 Settembre 2021, 15:41:29
Appena finito di leggere questo superman su nel cielo, sinceramente visto gli ultimi commenti che mi precedono ero un pochino preoccupato. Ed invece ho trovato il superman che piace a me, un alieno che è più umano degli esseri umani, un vero dio in terra, ma però con tanta sofferenza e insicurezza e che non molla mai. Qualcuno ha scritto che si salta di palo in frasca (in parte è vero) ma questo a parer mio non mina mai la comprensione della storia. Un superman caparbio oltre ogni limite, questa lettura ha fatto tanto bene al mio cuoricino  :wub: ultima pagina quasi da lacrimuccia  :cry:. Ancora una volta king ha fatto centro  :up: matite di kubert fantastiche  :clap:

Una delle migliori storie di Sup, se non la mia preferita  :wub:

katzenberg


Ken Parker

 
Citazione di: Hugostrange70 il 11 Settembre 2021, 15:41:29
Appena finito di leggere questo superman su nel cielo, sinceramente visto gli ultimi commenti che mi precedono ero un pochino preoccupato. Ed invece ho trovato il superman che piace a me, un alieno che è più umano degli esseri umani, un vero dio in terra, ma però con tanta sofferenza e insicurezza e che non molla mai. Qualcuno ha scritto che si salta di palo in frasca (in parte è vero) ma questo a parer mio non mina mai la comprensione della storia. Un superman caparbio oltre ogni limite, questa lettura ha fatto tanto bene al mio cuoricino  :wub: ultima pagina quasi da lacrimuccia  :cry:. Ancora una volta king ha fatto centro  :up: matite di kubert fantastiche  :clap:

Finalmente Hugo viene a mettere ordine :clap:

Hugostrange70

Chi ama superman non può non amare questa storia, c'è tutta l'essenza di questo magnifico personaggio che io ho sempre amato fin da piccolino (grazie al meraviglioso primo film  :wub:). Detto questo riconosco che in alcuni punti il modo di scrivere di King non è proprio "semplice" ma alla fine si viene ripagati

Clod

Storia piacevole, adatta soprattutto per chi conosca poco il personaggio o voglia approfondirne i tratti caratteriali.
Visto il settore ri distribuzione, da questo punto di vista l'obiettivo è stato centrato.

Per chi invece conisca bene il personaggio, potrebbe risultare una buona storia, ma non una delle migliori, anche riferendosi ad altre opere dell'autore.

Inviato dal mio SM-A705FN utilizzando Tapatalk


We are called Cybermen. We were exactly like you once, but our cybernetic scientists realised that our race was getting weak. Our lifespan was getting shorter, so our scientists and doctors devised spare parts for our bodies until we could be almost completely replaced. Our brains are just like yours, except that certain weaknesses have been removed. Weaknesses like... emotions, pain. You will become like us. You will be upgraded.

Nik88

Per me storia superba, volume emozionante a livelli atomici, coadiuvato ai disegni da un Andy Kubert sopra gli scudi

Bello, bello, bello.

superxeno

Preso con il 20% Panini visto che volevo recuperarlo da un po'. Ottima lettura, scorrevole (non ho patito per nulla la velocità) scritta bene e disegnata altrettanto.
Di King mi piace tutto, dallo stile, ai dialoghi alla semplicità della narrazione.
Cerca di non farti mai uscire dalla storia.
Non sono il più grande fan si Superman e dei suoi fumetti, ma qui è caratterizzato in un modo convincente.
Io sono super soddisfatto. Un altro Tom King ad avermi divertito

Voto 7,5
Sometimes I feel so deserted

turk

"Fin dove può spingersi Superman pur di salvare una singola vita?"

Molti sono gli elementi Cristici individuati nella caratterizzazione di Superman, di sicuro tra i personaggi più Iconici del panorama fumettistico.

Tom King, in "Superman: Su nel cielo", parte proprio da una storia che ha come incipit diverse similitudini con la parabola della pecorella smarrita.

Una ragazzina, Alice, viene rapita e condotta su nello spazio da un cattivo del quale non si conosce inizialmente l'identità. Superman sceglie di andare alla sua ricerca per riportarla a casa, nonostante sia inizialmente combattuto per le responsabiltà, gli affetti e tutto ciò che lo tiene fortemente legato alla Terra.

Attraverso questo viaggio veniamo a conoscenza della sua umanità e debolezza, e di quanto queste caratteristiche possano sembrare una contraddizione agli occhi degli spettatori che lo reputano l'essere perfetto: Come può Superman essere uomo e allo stesso tempo un supereroe? Come può la sofferenza essere uno slancio verso la verità e non un limite?

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Simbolo di contraddizione e di speranza, analogie evidenti con il Cristo, riconducono le questioni su Dio a realtà preesistenti al di fuori dei personaggi di fantasia e definiscono anche un sentire collettivo plasmato dalle tradizioni e la fede nel trascendente.

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


In definitiva, i testi risultano essere nel complesso un filino retorici, ma le tavole dallo stile classico di Andy Kubert e la splendida colorazione di Brand Anderson, rendono la lettura molto piacevole.

"L'uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perchè, nel frattempo, lui stesso è cambiato.
Da se stessi non si può fuggire.
Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio.
Portiamo con noi la casa della nostra anima, come fa una tartaruga con la sua corazza."
(Andrej Tarkovskij)

Hugostrange70


Penny-uno

Concordo, bella analisi. Non avevo notato questi elementi mistici  :ahsisi: