News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

All Star Superman - di Grant Morrison e Frank Quitely

Aperto da Lar Gand, 10 Agosto 2009, 16:35:31

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

ClarkArrow46

#1155
Questa storia nella mia speciale classifica occupa la posizione.. 10!

Qui troverai la classifica completa:

http://www.dcleaguers.it/forum/fortezza-della-solitudine/superman-la-top-25/

Eccoci con il proseguimento del..

Perchè All Star Superman non è la migliore storia su Superman - PARTE 2

Questa storia la commenterò in modo diverso e parlerò di eventi della storia SENZA usare lo Spoiler.
Sotto Spoiler ci saranno solo le immagini!

QUINDI SE NON AVETE LETTO QUESTA STORIA PROSEGUITE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO.




I primi 6 capitoli li troverete commentati nella pagina precedente proseguiamo ora con il..

Capitolo 7 - Essere Bizzarro

Avete presente quando in un film il regista pensa di aver fatto una cosa fighissima e invece la trovate una cosa noiosa e scontata?
Ecco è l'effetto che mi fanno le apocalissi zombie e "l'apocalisse bizzarra" non fa differenza.

Non mi dilungo oltre, potranno anche esserci alcuni significati nascosti, ma uno di sicuro non lo è: la noia.

Di questo capitolo salvo solo la dolce e sexy Lois, qui realizzata in modo sublime, e il saluto al suo amato.
Quel suo "Superman torna da me..  :wub:
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Purtroppo a parte questa poche vignette non mi ha convinto nient'altro.

Settimo capitolo - NON ci piace PER NULLA!


Capitolo 8 - Noi fare contrario

Anche di questo capitolo salvo poco, queste creature bizzarre semplicemente non riescono ad essere interessanti e inoltre i dialoghi sono difficili da seguire con tutti quei controsensi, non rendono la lettura un piacere ma l'esatto contrario.

L'unica parte interessante sono i dialoghi tra Superman e Zibarro, che è il bizzarro di bizzarro.
Sembra una supercazzola a dirla così ma c'è una visione intrigante dietro che si prende gioco di tutte le concezioni sociali e personali che ci fanno dire "quella è una persona strana":

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Sembra veramente che Superman si rivolga a ciascuno di noi, tutti ci crediamo in qualche modo strani, tutti ci possiamo identificare con Zibarro che si sente incompreso e Superman ci dice che non siamo un errore, un'imperfezione, siamo qualcosa di più.

Tuttavia solo questi scambi di battuta non possono far cambiare il mio parere su un capitolo faticoso da digerire dove di fatto Superman arriva in mondo Bizzarro, costruisce un razzo e se ne va.

Ottavo capitolo - NON ci piace


Capitolo 9 - La maledizione dei sostituti di Superman

Questo è un capitolo strano.
Superman torna sulla terra dopo essere stato in mondo bizzarro per 2 mesi e, scusa a Perry di essere rimasto chiuso in bagno a parte, trova dei sostituti: Bar-El e Lilo.

Ecco questi 2 personaggi Morrison ce li vuole far apparire antipatici e odiosi fino al midollo, persino i loro costumi sono inguardabili con quel giallo e viola che disturbano la vista!
Spaccano la luna e non fanno una smorfia salvo poi aggiustarla. Cosa li motivava? Erano personaggi che non capivo.

E le prime volte che lessi questa storia questo era uno dei capitoli che mi piaceva meno perché ne avevo scalfito la superficie, l'ultima volta però ho capito cosa c'era sotto..

Se ti colpiscono
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Porgi l'altra guancia, o in questo caso, una mano.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Ed è così che, scusate il paragone forte, Superman viene equiparato al Messia.
Superman è presente per i peccatori e per i bisognosi

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


E quindi continua ad aumentare la dimensione divina di Superman.

Nono capitolo - Ci piace


Capitolo 10 - Senza fine

Qui siamo di fronte ad una fucina a pieno regime di idee, concezioni e rimandi che solo Morrison poteva sfornare.
Quando i complimenti sono meritati vanno fatti.

Ci sono tanti momenti significativi, ma per non starci un giorno ne ho selezionati 3.

-Superman che prepara la ricetta per il futuro:

Superman inizia a scrivere il suo testamento e nel farlo studia il suo DNA e consegna la formula (del suo e di Lois) a Leo Quintum.
Superman ha preparato questa ricetta letteralmente con tutto se stesso e mi piace credere che sia una sorta di invito: se ci impegniamo con tutti noi stessi possiamo tutti avere la nostra personale ricetta per il futuro, per il nostro futuro.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


-Superman che continua a salvare vite umane:

Nonostante si stia avvicinando l'ora della sua dipartita Supes continua ad aiutare i bisognosi, come quando trova la cura per il cancro di questi bambini
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


O quando salva una ragazzina che sta per porre fine alle sue sofferenze in una delle più celebri scene di questa storia
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Vi invito a leggere qui un'intervista interessante ad un ragazzo a cui questa scena ha salvato la vita:
http://www.dcleaguers.it/forum/fortezza-della-solitudine/'superman-mi-ha-salvato-la-vita'-il-merito-di-chi-e/

Il mio parere è praticamente lo stesso di Barry che trovate qui sotto:
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


-Superman che crea la vita:

Superman ha bisogno di sapere che una volta che non ci sarà più il mondo potrà andare avanti da solo e quindi.. ne crea uno nel quale, passati i secoli, qualcuno sta disegnando qualcosa per la terza volta

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

La prima: un cattivo con poteri telepatici. Non ha funzionato.
La seconda: un metaumano viaggiatore del tempo. Non ha funzionato.
La terza: un visitatore da un lontano pianeta. Si. Il terzo tentativo è quello fortunato. E cambierà tutto.


Siegel e Shuster, signore e signori.  :wub:

Vabbè ma a che servono le parole? Qui siamo oltre. Olre tutto. Senza fine.  :clap:

Decimo capitolo - Ci piace ASSAI


Capitolo 11 - Il giorno del sole rosso

Mi soffermo meno su questo, un capitolo preparatorio dove Luthor ovviamente non muore giustiziato ma ottiene poteri come quelli di Superman che intanto è alle prese con il Sole Tiranno.

Mi ha intrigato la storia del Robot 7 con le relative connessioni presenti in questo capitolo e in una scena del capitolo 2:
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Dopo aver sconfitto il Sole Tiranno Clark stramazza al Daily Planet con l'eslusiva del secolo: Superman Morto.
Un buon capitolo che prepara al gran finale.

Undicesimo capitolo - Ci piace


Capitolo 12 - Superman in excelsis

Superman sconfigge pure la morte e si arriva all'ultimo, inevitabile scontro: Superman contro Lex Luthor.
Un buon confronto di cui la sequenza che mi ha colpito di più è quella dove Luthor, un essere umano come noi, si rende conto di cosa significa essere un entità divina come lo è Superman.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Il tempo di Superman giunge al termine. Un ultima impresa da compiere. Un ultimo saluto.  :cry:
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


E così finisce la leggenda di Superman.
Finisce? No. Superman è eternità.

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


E i semi per il futuro stanno già sbocciando

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Dodicesimo capitolo - Ci piace ASSAI

*********************************************************************************************************************************

CONCLUSIONI FINALI

Quindi in totale:
-4 capitoli memorabili;
-4 capitoli buoni;
-4 capitoli non buoni;

Non mi soffermo molto sui disegni , ovviamente ognuno ha i suoi gusti, in generale io ho apprezzato lo stile di Quitely anche se qualcuno avrebbe dovuto ricordargli di farlo qualche sfondo dettagliato ogni tanto  :asd:
Pur trovando in varie tavole evidenti differenze di qualità credo comunque che sia stato il disegnatore giusto per una storia del genere.

E adesso finalmente posso rispondervi alla provocazione iniziale:
Perchè All Star Superman non è la migliore storia su Superman

Perchè questo non è Superman è SuperGod!

Fermi, non mi mandate a quel paese (non ancora  :asd:) sarò ancora più chiaro:
Questo SuperMAN vi sembra più un uomo o un Dio?
Tutto questo essere divino, essere senza tempo, essere oltre e senza fine, essere eternità lascia un grande quesito:
come può un semplice essere umano ritrovarsi in tutto questo, come possiamo venire ispirati ad essere come Dio?
Non possiamo, è troppo per chiunque.


Ed è questo il motivo per cui non riuscirà mai a fare breccia completamente nel mio cuore.
Questo SuperGod vive Clark Kent quasi esclusivamente come una finzione, affronta e supera tutto come se nulla fosse e vive in una dimensione inconcepibile.
Agli occhi di un essere umano risulta un entità intoccabile, distante e si.. fredda.

Questo rappresentato in quest'opera non è un uomo, è un Dio puro come lo chiama Morrison.. sapete dove? Nel suo saggio Supergods.

E tutto torna. Sia chiaro non è una storia perfetta, infatti ci sono ben 4 capitoli bruttini che hanno influito non poco sulla posizione in classifica, ma qui questo Salvatore viene innalzato in una dimensione celestiale e irraggiungibile sia per noi umani che per le altre storie di Superman.

Per inciso, io preferisco le storie dove viene fuori il lato umano di Superman (Clark) in cui posso immedesimarmi, dove troviamo fallimento, insicurezza, dubbi che però vengono sopraffatti dalla fiducia, dagli ideali, dalla speranza. Quello è un Superman che mi trasmette qualcosa.

Questa storia non tratta un Superman terreno, lo tratta a livello divino come nessun'altra storia o autore è riuscito a fare.

Non è la migliore storia di Superman, è la miglior storia di SuperGod!




Bruce Wayne

È proprio la poetica di Morrison il vedere i supereroi in questo modo.
E come ben si sa sul forum, è una poetica (e uno stile) che apprezzo molto e metto al primo posto.

Apprezzo anche le storie dove emerge un lato più umano, ma storie come queste sono tasselli fondamentali per costruire il mito di questi personaggi.

Sul fatto che questo Superman sia un modello irrangiungibile, cito Machiavelli:
Citazione«Il saggio agirà come i più accorti arcieri i quali [...] mirano molto più in alto del bersaglio non per raggiungere con la loro freccia tanta altezza ma per potere con l'aiuto di così alta mira, centrare il bersaglio».

5MATT

Nell'ultimo commento che ho fatto qui dissi che dopo aver riletto questa storia con una maggiore consapevolezza del personaggio non era comunque la mia preferita, ma sicuramente quella che potevo considerare "definitiva".
Ritrovo questa valutazione anche nella bellissima analisi di Clark: qui siamo di fronte al Superman più Superman di tutti, che compie le imprese più grandiose con una naturalezza che può essere propria soltanto del più grande eroe di sempre (e questo portare l'eroe all'estremo è puro Morrison, anche il suo Batman è così, sebbene riesca a bilanciarlo meglio, forse perché si è espresso in una run più lunga). Eppure per essere davvero perfetta - per diventare "la più bella" storia di Superman - manca effettivamente l'aspetto umano, quello che, come dice Clark, ci permette solitamente di immedesimarci con il personaggio nonostante i suoi poteri.
Forse io non l'avrei messa decima in una classifica, ma anche nella mia non sarebbe tra le primissime posizioni.
"Allora vai senza perdere altro tempo, vai veloce mentre l'ultima luce si spegne, vattene da Derry, allontanati dal ricordo... ma non dal desiderio. Quello resta, tutto ciò che eravamo e tutto ciò che credevamo da bambini, tutto quello che brillava nei nostri occhi quando eravamo sperduti e il vento soffiava nella notte. Parti e cerca di continuare a sorridere. Trovati un po' di rock and roll alla radio e vai verso tutta la vita che c'è con tutto il coraggio che riesci a trovare e tutta la fiducia che riesci ad alimentare. Sii valoroso, sii coraggioso, resisti. Tutto il resto è buio".

Stephen King — It

ClarkArrow46

Citazione di: 5MATT il 17 Ottobre 2020, 11:37:46
Eppure per essere davvero perfetta - per diventare "la più bella" storia di Superman - manca effettivamente l'aspetto umano, quello che, come dice Clark, ci permette solitamente di immedesimarci con il personaggio nonostante i suoi poteri.
Forse io non l'avrei messa decima in una classifica, ma anche nella mia non sarebbe tra le primissime posizioni.

Esattamente.  :sisi:

Per la posizione come dicevo hanno influito non poco i 4 capitoli che non ho apprezzato, per quanto gli altri siano belli rimane comunque una storia con alti e bassi.

Una storia che, come dice Bruce, meno male esiste perché va a cementare il mito del più grande Supereroe del mondo DC.  :up:



Il Paladino del Buonsenso

#1159
Superman è irraggiungibile perché è l'ideale a cui l'uomo "nomale" dovrebbe aspirare.
Non me ne volere, ma non apprezzo questo tipo di disamina, troppo "parigina" per dirla con Berchet. I capitoli vogliono essere la summa del cosmo di Superman e descrivere ciò che lui è, e per esteso ciò che dovremmo voler essere, e il pantheon di semidei che gli ruota attorno; il tutto in modo da omaggiare anche la storia editoriale del personaggio e ripercorrere i topoi che lo hanno reso celebre :wub:

Penny-uno

Io concordo con l'analisi di Clark. Per certi versi All star superman è un'opera grandiosa, ci trovi dentro filosofia e dimensioni parallele, c'è di che spremersi le meningi, ma è un superman che non scalda il cuore e la rivisitazione di alcuni personaggi (Jimmy su tutti) non mi ha fatto impazzire.
Abbastanza noiosetti l'episodio con i due dei e quello con bizzarro e zibarro  <_<

Dite che King ha tratto ispirazione da Bar-el e Lilo per Gotham e Gotham girl su "Io sono Gotham"? Ho accostato immediatamente le due scene...

ClarkArrow46

Citazione di: Don't Blink! il 18 Ottobre 2020, 00:27:48
Superman è irraggiungibile perché è l'ideale a cui l'uomo "nomale" dovrebbe aspirare.
Non me ne volere, ma non apprezzo questo tipo di disamina, troppo "parigina" per dirla con di Berchet. I capitoli vogliono essere la summa del cosmo di Superman e descrivere ciò che lui è, e per esteso ciò che dovremmo voler essere, e il pantheon di semidei che gli ruota attorno; il tutto in modo da omaggiare anche la storia editoriale del personaggio e ripercorrere i topoi che lo hanno reso celebre :wub:

Nono per carità mica me la prendo, capisco il tuo punto di vista anche se non condivido la prima parte, cioè questo Superman è talmente irraggiungibile che proprio per questo l'uomo "nomale" non vi può aspirare.

Ad esempio io vengo ispirato da un Supes che persegue principi come la verità e la giustizia e aiuta gli altri, non mi posso certo rivedere in uno che

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Citazione di: Penny-uno il 18 Ottobre 2020, 15:00:48
Io concordo con l'analisi di Clark. Per certi versi All star superman è un'opera grandiosa, ci trovi dentro filosofia e dimensioni parallele, c'è di che spremersi le meningi, ma è un superman che non scalda il cuore e la rivisitazione di alcuni personaggi (Jimmy su tutti) non mi ha fatto impazzire.
Abbastanza noiosetti l'episodio con i due dei e quello con bizzarro e zibarro  <_<

Dite che King ha tratto ispirazione da Bar-el e Lilo per Gotham e Gotham girl su "Io sono Gotham"? Ho accostato immediatamente le due scene...

Ecco quello in grassetto riassume perfettamente il concetto.

Penny noi siamo sulla stessa lunghezza d'onda, per Jimmy anche a me nelle prime letture non fece impazzire ma poi in realtà si capisce che é così perché molto più funzionale al racconto.  :up:

Per la domanda non posso esprimermi visto che non ho letto quella storia.



Man of Steel

CitazioneIn the end, I saw Superman not as a superhero or even a science fiction character, but as a story of Everyman. We're all Superman in our own adventures. We have our own Fortresses of Solitude we retreat to, with our own special collections of valued stuff, our own super–pets, our own "Bottle Cities" that we feel guilty for neglecting. We have our own peers and rivals and bizarre emotional or moral tangles to deal with.

I felt I'd really grasped the concept when I saw him as Everyman, or rather as the dreamself of Everyman. That "S" is the radiant emblem of divinity we reveal when we rip off our stuffy shirts, our social masks, our neuroses, our constructed selves, and become who we truly are. Batman is obviously much cooler, but that's because he's a very energetic and adolescent fantasy character: a handsome billionaire playboy in black leather with a butler at this beck and call, better cars and gadgetry than James Bond, a horde of fetish femme fatales baying around his heels and no boss. That guy's Superman day and night.

Superman grew up baling hay on a farm. He goes to work, for a boss, in an office. He pines after a hard–working gal. Only when he tears off his shirt does that heroic, ideal inner self come to life. That's actually a much more adult fantasy than the one Batman's peddling but it also makes Superman a little harder to sell. He's much more of a working class superhero.

American writers often say they find it difficult to write Superman. They say he's too powerful; you can't give him problems. But Superman is a metaphor. For me, Superman has the same problems we do, but on a Paul Bunyan scale. If Superman walks the dog, he walks it around the asteroid belt because it can fly in space. When Superman's relatives visit, they come from the 31st century and bring some hellish monster conqueror from the future. But it's still a story about your relatives visiting.

-Grant Morrison on why he loves Superman
We're all searching for enlightenment.
But what is light?
Different for everyone. But everyone looking.

See what we want to see.
No matter how small...or big we are.

Bobby Drake

Parli di un Superman che non scalda il cuore, ma a me quello che non scalda è il tipo di disamina con tanto di suddivisione in 4, 4 e 4 capitoli.

Meriti enorme rispetto per la passione che ci stai mettendo in questo progetto, sia chiaro, ma davvero sembra che hai letto qualcosa che va oltre il tuo standard medio. Per me, eh.

Penny-uno

La suddivisione in capitoli mi è sembrata efficace nello spiegare le parti promosse e bocciate, la disamina è molto approfondita anche nelle parti più complicate della storia... Non voglio far l'avvocato di Clark ma il tuo commento mi pare un po' ingiusto.

A me è piaciuta la storia ma non il Superman di questa storia, in quest'opera mi ha lasciato freddino... Anche quando è nelle vesti di Clark Kent non trasmette molto. I momenti più drammatici
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.
scivolano via senza fuochi d'artificio emozionali :sisi:

dakaj

D'accordo con ClarkArrow46.
Questa opera mi piace ma non mi "acchiappa" fino in fondo, c'è troppo "Super" e poco "man"

Loki

Boh, io non so francamente che avete letto.
Poco "man"?

Ed è la scena più famosa, ce ne sono moooooolte altre.

Rain


La pioggia è vita; la pioggia è la discesa del cielo sulla terra; senza la pioggia, non ci potrebbe essere vita. (John Updike)

Sostieni DC Leaguers
http://www.dcleaguers.it/forum/new-leaguers/aiuto-per-rinnovo-201920/

Ken Parker

Citazione di: Loki il 20 Ottobre 2020, 20:55:46
Boh, io non so francamente che avete letto.
Poco "man"?

Ed è la scena più famosa, ce ne sono moooooolte altre.

Assolutamente vero :sisi:

ClarkArrow46

Citazione di: Ken Parker il 21 Ottobre 2020, 08:37:13
Citazione di: Loki il 20 Ottobre 2020, 20:55:46
Boh, io non so francamente che avete letto.
Poco "man"?

Ed è la scena più famosa, ce ne sono moooooolte altre.

Assolutamente vero :sisi:

Ho parlato proprio di quella scena nel capitolo 10 al punto
-Superman che continua a salvare vite umane:

Leggetevi il commento di Barry che ho messo, non avrei saputo dirlo meglio  :sisi: