News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Serie TV

Aperto da robocoppola, 16 Giugno 2013, 20:20:44

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

SisselMarston

Citazione di: Heimdall il 17 Gennaio 2023, 20:31:34Grazie del feedback  :up:
Saranno puntate caricate ogni settimana o tutte subito ?

Settimanalmente.
Comunque come è stato detto, sarà una trasposizione fedele del primo, magari ci saranno cambiamenti minori, qualche approfondimento inedito, o qualche cambiamento nella disposizione degli eventi magari, ma sarà quello, quindi un po' come già successo nel primo episodio, comunque fedelissimo e che non presuppone che tu sappia alcunché.

Citazione di: superxeno il 17 Gennaio 2023, 20:51:28Non ho ancora giocato il secondo, che voi sappiate la trama arriva fino a lì?


E quando lo fai ? Mannaggia a te  :lolle: 

nickorso90

Citazione di: Ben-Point il 17 Gennaio 2023, 22:00:44Molto bella davvero, la sua costruzione è molto interessante, ed è molto realistica la trasformazione del protagonista.
Il finale-non tanto finale può piacere o meno, ma come ha detto Heimdall nessuno alla fine ha realmente "vinto".

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


La scena
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


In generale i primi 20 minuti mi hanno regalato la medesima sensazione di angoscia nei confronti di un'umanità che sta per essere decimata.

Concordo.
Una vera botta  :cry:

superxeno

Citazione di: SisselMarston il 17 Gennaio 2023, 22:29:55E quando lo fai ? Mannaggia a te  :lolle: 

Tra fumetti da leggere, film e serie da guardare. I videogiochi sono proprio all'ultimo posto. Sono dei mangiatempo maledetti
Sometimes I feel so deserted

Heimdall

In poche sere abbiamo visto con la moglie la serie "The Gilded Age" su Now.
Questa è la prima stagione, composta da 9 puntate, di una serie in costume ambientata nella New York di fine '800.
I punti in comune con lo storytelling di Downtown Abbey sono tantissimi, dati anche dal fatto che l' autore sia lo stesso che aveva portato al successo la serie inglese.
Anche questa volta la HBO ha tirato fuori un gran successo che avrà presa su gran parte di pubblico  :ahsisi:
Numerosi gli attori già visti in altre serie tv (dalla mamma di Sheldon in TBBT a Taissa Farmiga vista in diverse stagioni di American Horror Stories) che si muovono con buone interpretazioni in un canovaccio che lega pettegolezzi, amore e (a differenza di Downtown) corsa agli affari della nuova borghesia newyorchese.
Consigliata !


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

superxeno

Come dicevo forse anche sul topic di Netflix, sto guardando Copenhagen Cowboy di Refn sulla piattaforma della grande N e mi sta piacendo abbastanza! Anche se non riesco a vedere più di un episodio per volta  :look:
Sometimes I feel so deserted

Edge85

Citazione di: superxeno il 23 Gennaio 2023, 10:23:08Come dicevo forse anche sul topic di Netflix, sto guardando Copenhagen Cowboy di Refn sulla piattaforma della grande N e mi sta piacendo abbastanza! Anche se non riesco a vedere più di un episodio per volta  :look:
Refn ha uno stile particolare, piuttosto lento come ritmo. Con la sua altra serie "Too old to die young" ho avuto meno problemi rispetto a "Copenhagen Cowboy". Penso di preferirlo come regista di film, seguirlo per più puntate a volte è un po' pesante, con un film è più digeribile per tempistiche. Non mi era affatto dispiaciuto il suo The Neon Demon.

superxeno

Citazione di: Edge85 il 23 Gennaio 2023, 16:15:30Refn ha uno stile particolare, piuttosto lento come ritmo. Con la sua altra serie "Too old to die young" ho avuto meno problemi rispetto a "Copenhagen Cowboy". Penso di preferirlo come regista di film, seguirlo per più puntate a volte è un po' pesante, con un film è più digeribile per tempistiche. Non mi era affatto dispiaciuto il suo The Neon Demon.

A me sta piacendo molto ma è sensorialmente un po' pesante da vedere per tanto tempo. Un episodio per volta e me la pappo tutt  ^_^  Refn lo adoro, anche se non ho ancora visto Too Old to Die Young. I film invece li ho visti tutti  :up:
Sometimes I feel so deserted

Man of Steel

Vista anche la seconda puntata di The Last of Us.
Serie che spacca. :sisi:
Fighting The Never-Ending Battle

For Truth, Justice And A Better Tomorrow

Arkin Torsen

#1388
Citazione di: Edge85 il 23 Gennaio 2023, 16:15:30Refn ha uno stile particolare, piuttosto lento come ritmo. Con la sua altra serie "Too old to die young" ho avuto meno problemi rispetto a "Copenhagen Cowboy". Penso di preferirlo come regista di film, seguirlo per più puntate a volte è un po' pesante, con un film è più digeribile per tempistiche. Non mi era affatto dispiaciuto il suo The Neon Demon.
Sono alla terza puntata di Copenaghen Cowboy e da un lato mi sta piacendo, dall'altro mi sembra spesso un puro esercizio di stile. Soprattutto quando la gente fa domande a Miu e lei impiega una vita per rispondere. Passino le tante inquadrature con la telecamera che gira a 180 e 360 gradi, ma le attese e i silenzi per le risposte li trovo proprio irritanti.
La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)

Ben-Point

Citazione di: Man of Steel il 23 Gennaio 2023, 19:51:24Vista anche la seconda puntata di The Last of Us.
Serie che spacca. :sisi:

Mi sta piacendo l'idea di aggiungere delle scene di background e world-building all'inizio di ogni puntata, in particolar modo poco prima che scoppiasse l'epidemia.
"Quando sono uscito, ho visto tutti quei corpi lì a terra... Troppi da contare... Troppi da immaginare... Non era più la guerra: era omicidio." - Edward Daniels (Shutter Island)

Man of Steel

Same!
Non so se è così anche nel gioco, ma dona quel tocco di realismo che piace molto anche a me! :sisi:
Fighting The Never-Ending Battle

For Truth, Justice And A Better Tomorrow

Ben-Point

#1391
Nel gioco non mi pare ci sia una narrazione così "diretta" degli eventi pre-epidemia. Al massimo viene raccontata o dai personaggi o dai "testi di lore" che trovi in giro.
Ma potrei sbagliarmi, non avendolo giocato...
"Quando sono uscito, ho visto tutti quei corpi lì a terra... Troppi da contare... Troppi da immaginare... Non era più la guerra: era omicidio." - Edward Daniels (Shutter Island)

SisselMarston

#1392
No, non ci sono queste scene nel gioco, perché proprio perché come Walking Dead non è importante come successo, ma cosa ha provocato, in questo caso pretesto soprattutto per il rapporto
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Comunque di per sé stanno bene nel contesto serie tv, quindi come intro all'episodio stesso e approfondimento, ma di per sé personalmente per non mi fanno ne caldo ne freddo, non aggiungono nulla alla narrazione e storia, e alla fine nel gioco appunto è parte dell'atmosfera non sapere come tutto sia iniziato, ma solo che è successo. Alla fine media diverso ed esigenze diverse, e possibilità diverse, nonché gente diverse dietro con altre idee, almeno una, nonostante Druckmann sia uno degli sceneggiatori, creatori e regista del secondo episodio, ma che non vieta ci siano dei cambiamenti appunto, visto che in questo episodio, seppur sempre molto fedele nella sostanza e in altro, apporta dei cambiamenti importanti di Lore degli infetti (dopo che avevano cambiato già una cosa sul come si diffonde l'epidemia stessa) e differenza delle ambientazioni che attraversano i personaggio in questo episodio, nonché una situazione finale del luogo dove arrivano, anche se poca roba visto che il finale è suo risultato invece del tutto identico, è dove questo porterà come trama.

Preciso che in pratica, il flashback del primo episodio anche gradito, perché
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.
mentre secondo flashback appunto carino e buono come introduzione, ma di fatto inutile, quindi vedremo i prossimi, quindi per questo ne caldo ne freddo per ora.
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Comunque al momento la serie è buona, non c'è molto da dire, e ricrea benissimo tutto quello che deve ricreare dal gioco trasposto nel media filmico seriale, dalla parte tecnica, quindi anche solo ambientazione e fotografia, davvero certosine nel ricreare il gioco, e non potrebbe essere altrimenti. L'unica cosa è che potrebbero usare di più le fantastiche musiche di SantaOlala, che nel gioco sono praticamente onnipresenti, soprattutto nei filmati, ad accompagnare quasi ogni singolo momento, e donare quell'atmosfera intima e cosi emotiva, spesso sospesa, che ancora qui manca, o diciamo presente tutto sommato, ma solo accennata, e usata in modo molto timido ancora. Diciamo quell'atmosfera decadente, malinconica dell'osservare la civiltà ormai decaduta, e i posti conosciuti ormai ripresi dalla natura, quindi non un'atmosfera horror, da inquietudine da fine del mondo, quasi di rabbia su come tutto sia andato a puttane come un Walking Dead, se vogliamo un qualcosa di invece romantico e crepuscolare, davvero molto nostalgico diciamo.

Sarà di parte ma come regia l'ho preferito al primo episodio, che avevo trovato discreto ma senza particolari picchi, anche se con tutto al suo posto, qui trovato qualcosa di più, senza eccedere, ma c'era più ricercatezza di immagine. In una sequenza ho quasi creduto stessi vedendo un filmato di gioco, ovvero quando 
Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.


Se siete curiosi, questi i cambiamenti grossi della storia finora:

Spiacente, ma non sei autorizzato a visualizzare il contenuto degli spoiler.

Heimdall

In poche sere abbiamo visto la serie "Sharp objects" su Now/Sky.
Attirati dal fatto che fosse su un'unica stagione e che avesse chiari riferimenti thriller, l'abbiamo scelta subito !
Parto col dire che la serie non è una delle più semplici da "digerire" : l'ambientazione è "torbida", la trama nel suo scorrere crea più volte un malessere interiore che è sospinto soprattutto dall'interpretazione di una mirabile Amy Adams. La capacità di entrare nella parte, le espressioni fisiche e corporee, il senso di schifo che il personaggio prova per se stessa è palpabile ed aiuta (neanche tanto...) a vivere le stesse esperienze al limite della sopportazione a cui lei è sottoposta.
Le puntate si basano su una costruzione narrativa molto intricata ma al contempo ricercata: i vari piani temporali, le visioni e le "false piste" più volte tracciate rendono questa serie impegnativa ma al tempo stesso appagante.
Da consigliare !


Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....

Edge85

Citazione di: Heimdall il 27 Gennaio 2023, 20:48:29In poche sere abbiamo visto la serie "Sharp objects" su Now/Sky.
Attirati dal fatto che fosse su un'unica stagione e che avesse chiari riferimenti thriller, l'abbiamo scelta subito !
Parto col dire che la serie non è una delle più semplici da "digerire" : l'ambientazione è "torbida", la trama nel suo scorrere crea più volte un malessere interiore che è sospinto soprattutto dall'interpretazione di una mirabile Amy Adams. La capacità di entrare nella parte, le espressioni fisiche e corporee, il senso di schifo che il personaggio prova per se stessa è palpabile ed aiuta (neanche tanto...) a vivere le stesse esperienze al limite della sopportazione a cui lei è sottoposta.
Le puntate si basano su una costruzione narrativa molto intricata ma al contempo ricercata: i vari piani temporali, le visioni e le "false piste" più volte tracciate rendono questa serie impegnativa ma al tempo stesso appagante.
Da consigliare !
L'avevo vista anche io ai tempi, mi era piaciuta e il finale era stato sorprendente  :up: