News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

Rughe - di Paco Roca

Aperto da Bramo, 21 Aprile 2012, 22:56:21

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Bramo



Testi e disegni: Paco Roca
Edizione italiana: Tunuè, cm 17×24, brossura, 111 pp, colori - €14,90


Paco Roca ha raccontato la malattia dell'Alzheimer con delicatezza e umanità rendendo la storia di Emilio immortale. Emilio, un anziano direttore di banca affetto dal morbo di Alzheimer, è ricoverato dalla sua famiglia in una residenza per la terza età. In questo ambiente, egli apprende come convivere con i suoi nuovi compagni e con gli infermieri che li accudiscono, cercando di non sprofondare in una morbosa routine quotidiana. La lotta contro la malattia è sorretta dalla volontà di mantenere la sua memoria e di evitare di essere portato all'ultimo piano, quello del non ritorno. La mancanza di memoria - dai ricordi alle cose più semplici, come il saper mangiare o il vestirsi - la mancanza di contatto con la realtà, il disagio dei famigliari e dei pazienti nei confronti della malattia, sono descritti con un misto di umorismo e commozione.




---------------------------------------------------------------
Allo scorso Cartoomics, un mesetto fa, mi sono fermato quasi per caso allo stand della Tunuè, giusto per curiosare un po'. Lì ho avuto l'occasione di scambiare quattro chiacchiere con uno degli standisti, e dato che guardando i fumetti esposti mi è caduto l'occhio su alcuni volumi di Paco Roca, scrittore spagnolo di cui avevo già sentito parlare bene in precedenza, ho pensato bene di consultarmi con il ragazzo con cui stavo parlando, per capire cosa mi consigliava per iniziare a conoscere il tipo di lavoro di Roca.
Il comprare fumetti di cui non conosco la trama e di un autore che conosco solo di fama, guidato dai consigli di un addetto ai lavori, è un'esperienza che compio troppo raramente: in realtà, tale modo di agire può portare a sorprese inaspettate.
E' questo il caso: dei vari titoli dell'autore, pubblicati da Tunuè, mi è stato consigliato di iniziare con Rughe, che peraltro tra il 2007 e il 1009 ha vinto un bel po' di premi fumettistici (Miglior Fumetto e Miglior Sceneggiatura al Salone di Barcellona, il Gran Guinigi a Lucca, giusto per fare due esempi).
Quello che mi ha colpito a fondo di questo Rughe è la cura e l'altissima qualità dei due aspetti primari in un fumetto: la sceneggiatura e i disegni.
Partendo proprio dall'aspetto grafico, lo stile di Paco Roca mi ricorda la linea chiara di scuola francese, con un modo di disegnare le persone tendente al caricaturale ma con un che ci "cartoonoso", un tratto morbido che offre personaggi dall'aspetto simpatico e attirevole. Di contro, gli sfondi si rivelano spesso molto essenziali, limitandosi a pochi aspetti che rendano riconoscibile l'ambientazione. La struttura della tavola, per quanto molto classica, non ha paura a ricorrere a vignette di varie dimensioni per dare il ritmo alla narrazione.
Un tipo di disegno del genere, morbido, pulito e rassicurante, si sposa in modo ottimale con l'atmosfera narrativa, che è qualcosa di molto profondo quanto difficile da raccontare. Rughe si concentra sul tema della vecchiaia, della terza età vista con i suoi problemi, le sue contraddizioni e i suoi rimpianti e filtrata dagli occhi dei vari comprimari della storia, tutti rigorosamente anziani.
L'azione si svolge infatti in un ospizio, dove il protagonista Emilio viene portato dal figlio che non ha più modo e tempo di seguirlo. E lì Emilio farà conoscenza con gli altri ospiti della struttura, un manipolo di vecchietti più o meno in male arnese che tentano di resistere alla vita, chi beffardo, chi vinto, chi illudendo gli altri di star bene nella situazione che si è ricavato.
L'analisi della vecchiaia come stato umano e mentale si accompagna ad un tema ancora più toccante e forte, che si accompagna all'avanzare degli anni: Emilio infatti scopre con orrore e con rifiuto iniziale di essere affetto da Alzheimer, e il lettore assiste con le lacrime agli occhi al procedere incessante e inevitabile di una delle malattie più terribili, che ti cancella i ricordi e fa progressivamente tabula rasa del tuo cervello.

La narrazione di Roca sa alternare con sapienza lacrime risate, comunque: la levità del disegno si sposa sì con la malinconia di fondo che pervade tutto il volume, ma gli intermezzi ironici su questi personaggi così ben caratterizzati riescono a strappare sorrisi, benché a volte comunque amari.
Come stile narrativo ed estetica, mi ha ricordato molto L'Illusionista di Tati.

Il volume Tunuè è realizzato molto bene: brossurato con le alette interne, contiene alcune tavole inedite schizzate a matita dell'autore e una breve postfazione di Paco Roca stesso.

Non posso che consigliare caldamente a tutti quelli cui voglio bene questo fumetto, un vero e proprio capolavoro dell'arte sequenziale che saprà arricchire molto chi deciderà di entrare in questo piccolo universo. Dal canto mio, invece, penso che mi metterò al più presto alla ricerca sistematica delle altre opere di Paco Roca: magari alla prossima fiera, così da poter ringraziare di persona i tipi della Tunuè.
Andrea "Bramo"

Scrivo per:
LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!
www.lospaziobianco.it

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook | YouTube | Flickr

Murnau

Molto bello, però secondo me Il faro e Le strade di sabbia sono ancora più riusciti.
Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                   La notte, 1961

Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                    Il cielo sopra Berlino, 1987

Bramo

Citazione di: Hush/Tommy Elliot il 22 Aprile 2012, 10:53:56
Molto bello, però secondo me Il faro e Le strade di sabbia sono ancora più riusciti.
Spero di potermene sincerare presto! :)
Andrea "Bramo"

Scrivo per:
LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!
www.lospaziobianco.it

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook | YouTube | Flickr

Murnau

Citazione di: Bramo il 22 Aprile 2012, 20:47:35
Citazione di: Hush/Tommy Elliot il 22 Aprile 2012, 10:53:56
Molto bello, però secondo me Il faro e Le strade di sabbia sono ancora più riusciti.
Spero di potermene sincerare presto! :)
Sono completamente diversi, sospesi tra il fiabesco ed il metafisico.
Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                   La notte, 1961

Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                    Il cielo sopra Berlino, 1987

eddiekrueger



Testi e disegni: Paco Roca
Edizione italiana: Tunuè (collana Le Ali), cm 15x21, brossura, 96 pp, colori - € 7,90


Il primo volume della collana Le Ali è il pluripremiato graphic novel di Paco Roca che ci ha regala un capolavoro di delicatezza e umanità dipingendo la malattia dell'alzheimer e rendendo la storia di Emilio immortale

Emilio, un anziano direttore di banca affetto dal morbo di Alzheimer, è ricoverato dalla sua famiglia in una residenza per la terza età. In questo ambiente, egli apprende come convivere con i suoi nuovi compagni e con gli infermieri che li accudiscono, cercando di non sprofondare in una morbosa routine quotidiana.

La lotta contro la malattia è sorretta dalla volontà di mantenere la sua memoria e di evitare di essere portato all'ultimo piano, quello del non ritorno. La mancanza di memoria – dai ricordi alle cose più semplici, come il saper mangiare o il vestirsi – la mancanza di contatto con la realtà, il disagio dei famigliari e dei pazienti nei confronti della malattia, sono descritti con un misto di umorismo e commozione.

The Joker

VENDO, SVUOTO LA LIBRERIA! FILM, SERIE TV, FUMETTI IN ITALIANO E IN INGLESE! DI TUTTO PER TUTTI... SCONTI E PREZZI TRATTABILI SU ORDINI CONSISTENTI!
http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(gemisped)-compro-vendo-scambio-piu-compro-che-altro/

Elfen89

Nella nuova vesione le tavole sono sacrificate?

eddiekrueger

Io onestamente non la trovo in giro

The Joker

Domani chiedo al fumettaro.
VENDO, SVUOTO LA LIBRERIA! FILM, SERIE TV, FUMETTI IN ITALIANO E IN INGLESE! DI TUTTO PER TUTTI... SCONTI E PREZZI TRATTABILI SU ORDINI CONSISTENTI!
http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(gemisped)-compro-vendo-scambio-piu-compro-che-altro/

emmeemmeesse

Il mio fumettaro ha ordinato delle copie ai tempi dell'ultimo Napoli COMICON e gli sono arrivate questa settimana.
I think this just might be my masterpiece. (Q. Tarantino)


Rain

Uno dei fumetti più tristi che abbia mai letto...  :cry:
e non li compro per deprimermi... anche se la componente divertente è usata con sensibilità, non riusciva affatto nell'intento di sdrammatizzare...
non c'è nulla da fare, il tema è troppo "pesante"... per carità, si riflette su temi seri e come si affronta nella nostra società l'anzianità... ed è sempre bene non dimenticarci cosa ci aspetta e di conseguenza capire che l'anziano va rispettato e accudito.
Al di là delle frasi fatte... la storia scorre bene.

Il disegno come sempre va a gusti, trovo che Paco Roca sia tra quegli artisti un po' "eccentrici" il cui stile bisogna davvero apprezzare (tipo Matt Kindt o Lemire)... io l'ho apprezzato poco in realtà... ( e meno male che ho la versione ridotta :asd: )

per il resto con un tema così mi è sembrato un fumetto molto valido  :sisi:   

La pioggia è vita; la pioggia è la discesa del cielo sulla terra; senza la pioggia, non ci potrebbe essere vita. (John Updike)

Sostieni DC Leaguers
http://www.dcleaguers.it/forum/new-leaguers/aiuto-per-rinnovo-201920/

raffo4dj

Scoperto da tempo, e avuto modo solo oggi di comprarlo e leggero. Che bella lettura che è stata. Emozionante, toccante, divertente. Ci voleva proprio innanzitutto per distaccarsi "dall'ordinario fumetto" e poi per far partire riflessioni importanti sulla vita. Veramente ma veramente bello =)

Inviato dal mio Nexus 4 con Tapatalk 2

eddiekrueger

Finalmente trovato (e preso). Per il prezzo che ha è davvero ben fatto.

Kricket

Citazione di: eddiekrueger il 25 Luglio 2013, 19:47:27
Finalmente trovato (e preso). Per il prezzo che ha è davvero ben fatto.

Concordo, un'edizione proprio carina, ed il contenuto è veramente emozionante!

eddiekrueger

Molto bello, riesce a strappare dei sorrisi durante la lettura e il finale è molto commovente.