Autore Topic: Daredevil. Playing To The Camera di B.Gale-P.Winslade-D.Ross  (Letto 928 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rain

  • Lanterne Verdi
  • *
  • Concubina di Geoff Johns
  • Post: 6135
  • When It Rains...

Daredevil vol 2  #20 - # 25
Edizione Italiana: Devil e Hulk  83 - 84 - 85

"Daredevil viene citato in giudizio per aver danneggiato una proprietà, peccato che il querelante voglia Matt Murdock come avvocato d'accusa."

Direi che il plot sembra uscito dagli anni sessanta.
Gale però sviluppa la storia come un "procedural law", dando molto peso alla costruzione di un processo USA.
La scusa è anche di esplorare possibili derive su come gestire gli eroi mascherati a livello giudiziario, tra diritti e persecuzioni.
Sono partito con aspettative bassissime e di certo non è nemmeno paragonabile alla stragrande maggioranza delle storie di Devil che ben conosciamo, nonostante questo ci sono spunti interessanti.
Gale però capita in un momento tutt'altro che propizio, tra "Svegliati" e "La cupola", probabilmente Bendis aveva bisogno di qualche mese per mettere a punto la sua gestione e alla Marvel serviva un riempitivo.   
Di fatto sembra una storia pre-marvel knights.
Gale però non è molto abile nel rendere la storia emozionante; tanti dialoghi, anche ripetitivi; Niente ritmo. Però non si nasconde dietro l'azione per alleggerire la sceneggiatura, anzi è quasi coraggioso cercare di catturare il lettore con un episodio di Law e Order senza un inseguimento.
i disegnatori, per quanto non mi siano nemmeno dispiaciuti particolarmente, non riescono a trovare un atmosfera intrigante, anzi sembra di tornare indietro di parecchi anni. Quindi il tutto ha un aspetto retrò poco accattivante.

Magnifiche però le cover di David Mack!

Voto 6

Questa storia mi mancava per completare tutto l'edito da Diavolo Custode ad oggi. (e sarebbe un sogno avere tutto da Miller...)   
Non sono riuscito a trovare gli spillati di Devil e Hulk, sono introvabili quanto quelli di Wake Up.
Ma non mi son rassegnato e ho preso una bella edizione spagnola della Panini, che per altro capisco meglio dell'inglese quindi sono andato tranquillo se pur con un'attenzione maggiore.

La pioggia è vita; la pioggia è la discesa del cielo sulla terra; senza la pioggia, non ci potrebbe essere vita. (John Updike)

Sostieni DC Leaguers
http://www.dcleaguers.it/forum/new-leaguers/aiuto-per-rinnovo-201920/

Offline Hugostrange70

  • ****
  • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
  • Post: 2512
Re:Daredevil. Playing To The Camera di B.Gale-P.Winslade-D.Ross
« Risposta #1 il: 05 Dicembre 2020, 22:52:32 »
  • Ho anch'io queste storie, sugli spillati di devil e hulk, le leggerò quando ci sarò arrivato in ordine cronologico, anche se non  ho mai sentito dire granché di questo mini arc.

    Offline Hugostrange70

    • ****
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2512
    Re:Daredevil. Playing To The Camera di B.Gale-P.Winslade-D.Ross
    « Risposta #2 il: 21 Dicembre 2020, 16:46:27 »
  • Letta anche io, non male credevo peggio, devil viene citato in giudizio, e Matt Murdock fa parte della accusa. E una storia in sei parti, man mano che si avanza nella lettura l autore mette una certa curiosità per il finale. Ma ahimè è proprio il finale che è un po il punto debole di tutto, un po confusionario, anche se è stato divertente, ad un certo punto l avvocato di devil sapeva che c'è ne sono tre  :lol: uno è
    Spoiler  :
    Peter Parker
    che alla fine gli fa una battuta e dice
    Spoiler  :
    ti poteva andare peggio (riferito al secondo Devil)
    poteva essere un clone  :lol: tutto sommato è stata una lettura gradevole. Disegni direi sufficienti, winslade ha un tratto piacevole, mentre non mi è piaciuto più di tanto Dave Ross.