Autore Topic: DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0  (Letto 36965 volte)

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Orion

  • ***
  • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
  • Post: 1449
  • SCAVEZZACOLLO
Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
« Risposta #780 il: 15 Settembre 2019, 17:38:58 »
  • Ma Wonder Woman è normale che sia scritta con i piedi?
    Cioè per essere una della Trinità, è molto sottovalutata dalla dirigenza.

    E trovo xhe Bendis scriva benissimo Superman.

    Online Gon Freecs

    • Batman Inc.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6570
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #781 il: 15 Settembre 2019, 17:59:26 »
  • Sempre stato così con WW, è un miracolo che negli ultimi 10 anni abbiamo avuto Azzarello...


    That is not dead which can eternal lie,
    And with strange aeons even death may die.

    Offline Catcher

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1352
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #782 il: 15 Settembre 2019, 18:01:04 »
  • Ma stai sicuro che al 12 cambieranno writer per Shazam. :lol:
    Ah guarda, io ormai lo davo per scontato, visto tutti i ritardi! :lolle:

    Ultimamente mi sento un po' nostalgico e mi capita di sfogliare vecchie storie DC e...Damn, Loeb spaccava eh. :ahsisi:
    Ma in casa DC, perchè alla Marvel pare un altro writer, quasi un perdente.
    Mi piacerebbe riavere anche Mark Waid, specialmente su Superman, ormai saranno più di 10 anni che non scrive per la DC (i think so?) giravano alcuni rumors riguardo ad un Shazam scritto da lui e disegnato da Samnee e che dire...sarebbe stata una vera bomba.
    Adoro Geoff, ma il pg in questione non ha bisogno di lui, mentre la LOSH e JSA...
    Anyway, un po' come con Morry e la Marvel di Quesada, finchè ci sarà quel nabbo di Bob Harras alla DC come EiC, difficilmente riavremo Waid, poi se non sbaglio non ha buoni rapporti con Didio but then again...chi ha buoni rapporti col Damned Didio?
    Un giorno magari...You never know! :lol:
    Anche io mi sento nostalgica e ogni tanto sfoglio roba datata. Certe storie mantengono ancora oggi il loro sapore moderno e all'avanguardia.
    Per quanto sia più fan DC che Marvel (ho cominciato con Batman a leggere super e sono più legata ad alcuni personaggi DC) alla fine mi ritrovo a comprare e a leggere più materiale Marvel. Semplicemente perché troppe serie della Concorrenza puzzano di vecchio e di stantio. Hanno poco da dire, è roba già vista che dopo qualche mese già ci si è scordati di cosa parlava. Serie mediocri ce ne sono ovunque ma in Dc l'unica novità oltre a Bendis (che da anni non mi piace più) è stato Snyder, che ha reso l'intero universo batmaniano una tamarrata colossale.

    Serie belle ce ne sono comunque, è la linea generale che non mi piace.


    Ain't that the truth!

    Ci serve un "Hive mind" come un tempo.
    Storie come Road to Infinite Crisis, Final Crisis, 52, e quello che doveva essere Superman 2000 (!!! :dowson:) ovvero Un gruppo di writers come Geoff, Grant, Rucka, Waid con TUTTI che lavorano verso un goal comune.
    Non come ora dove Geoff va avanti con DClock, Bendis va avanti per la sua strada, King su un'altra, Snyder su un'altra ancora, Morry standalone ecc ecc...
    Il DC Rebirth aveva messo in riga tutti e infatti quel periodo spaccava.
    Mi sono diveritito un mondo a leggere AC di Jurgens e un WHOLESOME Superman di Tomasi.
    Batman di King e Flash di Williamson con The Button, Tynion con Det Com, Jess e Baz in Green Lanters, mamma mia che bel periodo! :wub:

    Il TOP ora sarebbe avere Geoff, Grant insieme su un maxi evento DC che vede il Metaverso al centro di tutto, coordinando tutto con un Hickman che gestite le sue classiche 2 testate (tipo Legion e New Gods) e l'intera linea editoriale che segue la main story come durante il Rebirth.
    Anche storie da parte di writers che solitamente ci dicono poco, potrebbero rivelarsi delle vere bombe, quando le cose stanno così. :ahsisi:
    Gente come Tynion, Williamson, Tomasi, Jurgens, Abnett, Priest ecc.. sono capaci di seguire un piano del genere, Bendis no.
    Quindi meglio isolarlo nei confini di un DC Black Label o Wonder Comics con i suoi Naomi e robe simili.
    Dei personaggi cardine DC non seguo più nulla al momento, solo GL.
    Bendis su Superman mi ha stancato.
    Wondie non so nemmeno chi la scriva tanto è anonima.
    Batman di King sappiamo tutti com'è (discorso diverso per DC che però non va oltre il carino, voglio dire, niente di imperdibile).
    La JL non la seguo molto ma da quel che leggo in giro non è niente di che.
    Flash di Williamson? Primo e arc e poi tagliato.
    Green Arrow? Quale Green Arrow?  :lolle:
    A parte qualche chicca (Lois Lane ad esempio) i "grandi" della Concorrenza non mi dicono molto e non li compro. Al momento.
    Eppure in potenza li preferisco a quelli Marvel.

    O io ho cambiato gusti da quando ho cominciato (possibile) oppure c'è un problema di maestranze.

    Online Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 27413
    • Never Lose Hope!
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #783 il: 15 Settembre 2019, 18:03:35 »
  • Doomsday Clock va letto però, Catcher! :zuzu:

    Riguardo Bendis io mi auguro che in casa DC si diano uan svegliata, una volta finita la sua run su Supes, che lo releghino sulla sua linea personale e la Black Label.
    Sarebbe un bene per lui che non dovrebbe seguire continuity e colleghi, e per la DC che probabilmente tornerebbe ad avere un Superman decente.
    Anche perchè non vende oh, inutile girarci intorno.
    Posso capire perchè tengono Snyder, viste le vendite, ma Bendis non si merita più il trattamento da Vip e a differenza di King, non è nemmeno acclamato dalla critica, lasciamo stare i fan.

    Oh se poi riuscissero ad acciuffarsi un Rick Remender o a riprendere gente come Robinson o Diggle, diamine...io non avrei problemi nemmeno a riavere un Judd Winick!
    I Am Looking At The Stars.

    They Are So Far Away, And Their Light Takes So Long To Reach Us.
    All We Ever See Of Stars Are Their Old Photographs.

    Offline Orion

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1449
    • SCAVEZZACOLLO
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #784 il: 15 Settembre 2019, 19:11:59 »
  • Io adoro King su Batman e mi piace parecchio Bendis su Superman.
    Morrison lo si compra a prescindere.
    Ma per me non c'è altro della Dc, non mi interessa nulla del resto, zero attrattiva.
    Le serie satellite sono un salto nel buio, e il più delle volte sono anonime se non brutte.
    Sembra quasi che la stessa dirigenza dica agli autori di non sprecarsi troppo.

    Diversamente della Marvel seguo solo DD, ma sono sempre tentato di iniziare nuove serie, soprattutto perché mi sembra che diano molta più libertà, specialmente quando trattano personaggi minori.

    Offline Catcher

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1352
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #785 il: 15 Settembre 2019, 19:49:58 »
  • Anche io ho questa impressione, comunque leggerò DClock appena esce in volume, promesso :ahsisi:

    Ma insomma vedremo, la Marvel è riuscita a farmi piacere Hulk, è tutto dire :lolle:

    Online Gon Freecs

    • Batman Inc.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6570
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #786 il: 15 Settembre 2019, 19:53:51 »
  • Devo essere sincero, da quando sono in UK, piano piano il mio interesse per la DC è andato calando.
    Tolti Shazam, DClock e Det Com, non riesco a farmi piacere nulla, ed i primi 2 escono pure a ritmi giurassici. Ho seguito Young Justice, Justice League e Green Lantern, ma nessuno dei 3 mi ha appassionato, al punto che il primo ed il terzo li taglio a fine story arc (YJ forse anche prima, leggo il prossimo via boomdotto e se non mi piace, ciaone), il secondo l'ho mollato dopo il primo TP.
    In realtà qualcosa di interessante l'ho intravisto, ma è poca cosa.

    In Marvel ho iniziato con il rilancio mutante di HiXman, adesso sto recuperando la roba cosmica di Cates e poi penso di passare ad Immortal Hulk e forse Spidey di Spencer (o quello di David). E per adesso, coi primi, mi ritengo soddisfatto.


    That is not dead which can eternal lie,
    And with strange aeons even death may die.

    Offline dan94

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 71
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #787 il: 15 Settembre 2019, 20:18:31 »
  • Io sono dell'opinione che in casa DC stiano seguendo una strategia commerciale molto simile a quella adottata nel finale del New52.
    Vi ricordate? Non era presente una testata con storie degne di nota (a parte JL ovviamente).
    Superman? Uno strazio da seguire a mio parere. Acquaman? Sembrava scritto quasi da un bambino, e tutti con comparti grafici mediocri.
    Prendiamo GL di Venditti ad esempio, autore che magicamente dal rebirth in poi ha iniziato a scrivere in maniera decisamente diversa e migliore.
    Ritengo che vi sia una buona dose di voluta noncuranza per dare maggiore risalto al post DC. Poi ci sono testate come Flash che dal mio punto di vista si mantengono su un ottimo livello.
    Chiaramente i problemi ci sono, troppi autori primedonne a mio avviso, e spero che Johns riesca a mettere un po' di ordine nell'universo DC che attualmente è un guazzabuglio.

    Online Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 27413
    • Never Lose Hope!
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #788 il: 15 Settembre 2019, 20:51:56 »
  • Nah regas, non è colpa nostra, non siamo noi che abbiamo cambiato i gusti (tutti insieme allo stesso tempo? :lol:) la verità è che noi siamo SEMPRE rimasti fedele a questi pg ed è QUESTO il punto!

    Ahahaha è bellissimo! :lolle: :lolle: :lolle:

    Perchè è tutto vero! L'universo pretende retribuzione!
    Questo è il modo in cui la realtà sta reagendo!
    Lo vedi Didio??? Vedi questi post???

    WE ARE OWED!!!!!
    Noi siamo la Source che da forza a questi pg, noi siamo la ragione per cui un pg come Superman è più forte di un Writer, la ragione per cui non morirà mai, noi siamo gli anticorpi DC!

    I Am One With The Source and The Source Is With Me.
    I Am Superman! :D

    Ahhh ma arriverà la resa dei conti eh, the clock is tickin'! :dsi:
    I Am Looking At The Stars.

    They Are So Far Away, And Their Light Takes So Long To Reach Us.
    All We Ever See Of Stars Are Their Old Photographs.

    Offline Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4984
    • Gotham City
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #789 il: 15 Settembre 2019, 21:47:53 »
  • Io adoro King su Batman e mi piace parecchio Bendis su Superman.
    Morrison lo si compra a prescindere.
    Ma per me non c'è altro della Dc, non mi interessa nulla del resto, zero attrattiva.
    Le serie satellite sono un salto nel buio, e il più delle volte sono anonime se non brutte.
    Sembra quasi che la stessa dirigenza dica agli autori di non sprecarsi troppo.

    Diversamente della Marvel seguo solo DD, ma sono sempre tentato di iniziare nuove serie, soprattutto perché mi sembra che diano molta più libertà, specialmente quando trattano personaggi minori.

    Wonder Woman nel New 52 per me è stata un'ottima serie, col Rebirth purtroppo è andat amale. Rucka troppo decompromesso e moscio, Robinson era buono, ma è durato poco. La Wilson boh, per me è una scrittrice sopravvalutata.

    Comunque tolte le ottime Batman di King, Detective Comics di Tynion e Tomasi, Hal Jordan di Venditti, Doomsday Clock e Shazan di Johns, Aquaman di Abnett e le due serie dell'azzurrone di Bendis, ci sono anche Lanterna Verde di Morrison che è sempre un crescendo. Il Flash di Williamson per me è un'ottima serie vecchio stile e nei comprimari ci sono state serie per nulla brutte, anzi. I Titani di Abnett, Cappuccio Rosso di Lobdell, Deathstroke di Priest e per ora è partita bene anche Hawkman di Venditti.

    Io non la vedo così tragica, poi c'è da vedere cosa uno cerca, quali personaggi o stile predilige, o a volte come si invecchia :lol:


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Catcher

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1352
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #790 il: 15 Settembre 2019, 22:27:12 »
  • Sto invecchiando male  :cry:

    Offline Orion

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1449
    • SCAVEZZACOLLO
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #791 il: 17 Settembre 2019, 13:32:22 »
  • Io adoro King su Batman e mi piace parecchio Bendis su Superman.
    Morrison lo si compra a prescindere.
    Ma per me non c'è altro della Dc, non mi interessa nulla del resto, zero attrattiva.
    Le serie satellite sono un salto nel buio, e il più delle volte sono anonime se non brutte.
    Sembra quasi che la stessa dirigenza dica agli autori di non sprecarsi troppo.

    Diversamente della Marvel seguo solo DD, ma sono sempre tentato di iniziare nuove serie, soprattutto perché mi sembra che diano molta più libertà, specialmente quando trattano personaggi minori.

    Wonder Woman nel New 52 per me è stata un'ottima serie, col Rebirth purtroppo è andat amale. Rucka troppo decompromesso e moscio, Robinson era buono, ma è durato poco. La Wilson boh, per me è una scrittrice sopravvalutata.

    Comunque tolte le ottime Batman di King, Detective Comics di Tynion e Tomasi, Hal Jordan di Venditti, Doomsday Clock e Shazan di Johns, Aquaman di Abnett e le due serie dell'azzurrone di Bendis, ci sono anche Lanterna Verde di Morrison che è sempre un crescendo. Il Flash di Williamson per me è un'ottima serie vecchio stile e nei comprimari ci sono state serie per nulla brutte, anzi. I Titani di Abnett, Cappuccio Rosso di Lobdell, Deathstroke di Priest e per ora è partita bene anche Hawkman di Venditti.

    Io non la vedo così tragica, poi c'è da vedere cosa uno cerca, quali personaggi o stile predilige, o a volte come si invecchia :lol:

    Io cerco di acquistare il minimo indispensabile, e muovendomi tra personaggi ed autori, provo a prendere quello che più mi aggrada. Comprando in italiano, comunque mi trovo a dovermi leggere serie che difficilmente comprerei  se fossero separate.
    Batman di King e il Supes di Bendis mi piacciono parecchio, e sono quelli che giustificano gli acquisti, mentre il GL di Morry mi incuriosisce e voglio vedere dove andrà a parare...
    ....ma serie come Nightwing, Wonder Woman, Batgirl o Hawkman mi sembrano dei bonellidi, una volta finita la storia, siamo al punto di partenza.
    Detective Comics è la sorella sfigata che deve sottostare ai voleri della maggiore, quindi può andare bene (Tynion, Tomasi) può andare malissimo (Robinson)
    Supergirl ha la fortuna di poter arricchire dei punti lasciati in sospeso da Superman e Ac, quindi mi piace.
    Ma di base è tutta roba che escluderei tranquillamente dai miei acquisti.

    Diversamente la Marvel  ha messo autori interessanti sulle serie minori, su cui possono muoversi in maniera più libera e limitando i danni.
    Escludendo Hulk che è diventato un besteller, vedere il loro golden boy Cates su una serie praticamente mai esistita prima come Venom o miniserie su i Gog o Silver Surfer, è una mossa che mi attrae.
    Stesso dicasi su Daredevil, che si becca le matite di quel mostro di Checchetto, come pure trovare un vecchio leone come Waid su Dottor Strange. Per non dimenticare il Cap di Coates o Hickman su gli X-men.
    Per assurdo mi sembrano state trattate meglio le serie meno di punta che quelle che dovrebbero portare la pagnotta, come Deadpool, Spidey o Wolverine.

    In sintesi, alla Marvel  una serie minore risulta più autoriale, alla Dc una serie minore risulta sfigata.

    Offline Arkin Torsen

    • Arkham Asylum
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 15642
    • Mmmmmadness
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #792 il: 17 Settembre 2019, 13:35:45 »
  • Posto che a mio parere hai fatto una classificazione molto arbitraria e personale - per usare eufemismi- delle serie maggiori e minori della Marvel, concordo che la Marvel gestisca meglio della DC le serie minori, generalmente.
    L'era di Quesada, negli Anni Zero, fu decisiva in questo senso. Per me, la miglior Marvel che ho letto.
    « Ultima modifica: 17 Settembre 2019, 13:38:32 da Arkin Torsen »
    La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)
    I believe hopelessness is an aberration. But it is also a state of mind. Thankfully not shared by me. (Lando Calrissian)
    With all of you Legion people...names, powers, planets, alien races... But this--this is Christmas! (Jon Kent)


    Offline Bl4ckBurn

    • Avengers
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 759
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #793 il: 17 Settembre 2019, 13:46:40 »
  • Io adoro King su Batman e mi piace parecchio Bendis su Superman.
    Morrison lo si compra a prescindere.
    Ma per me non c'è altro della Dc, non mi interessa nulla del resto, zero attrattiva.
    Le serie satellite sono un salto nel buio, e il più delle volte sono anonime se non brutte.
    Sembra quasi che la stessa dirigenza dica agli autori di non sprecarsi troppo.

    Diversamente della Marvel seguo solo DD, ma sono sempre tentato di iniziare nuove serie, soprattutto perché mi sembra che diano molta più libertà, specialmente quando trattano personaggi minori.

    Wonder Woman nel New 52 per me è stata un'ottima serie, col Rebirth purtroppo è andat amale. Rucka troppo decompromesso e moscio, Robinson era buono, ma è durato poco. La Wilson boh, per me è una scrittrice sopravvalutata.

    Comunque tolte le ottime Batman di King, Detective Comics di Tynion e Tomasi, Hal Jordan di Venditti, Doomsday Clock e Shazan di Johns, Aquaman di Abnett e le due serie dell'azzurrone di Bendis, ci sono anche Lanterna Verde di Morrison che è sempre un crescendo. Il Flash di Williamson per me è un'ottima serie vecchio stile e nei comprimari ci sono state serie per nulla brutte, anzi. I Titani di Abnett, Cappuccio Rosso di Lobdell, Deathstroke di Priest e per ora è partita bene anche Hawkman di Venditti.

    Io non la vedo così tragica, poi c'è da vedere cosa uno cerca, quali personaggi o stile predilige, o a volte come si invecchia :lol:

    Io cerco di acquistare il minimo indispensabile, e muovendomi tra personaggi ed autori, provo a prendere quello che più mi aggrada. Comprando in italiano, comunque mi trovo a dovermi leggere serie che difficilmente comprerei  se fossero separate.
    Batman di King e il Supes di Bendis mi piacciono parecchio, e sono quelli che giustificano gli acquisti, mentre il GL di Morry mi incuriosisce e voglio vedere dove andrà a parare...
    ....ma serie come Nightwing, Wonder Woman, Batgirl o Hawkman mi sembrano dei bonellidi, una volta finita la storia, siamo al punto di partenza.
    Detective Comics è la sorella sfigata che deve sottostare ai voleri della maggiore, quindi può andare bene (Tynion, Tomasi) può andare malissimo (Robinson)
    Supergirl ha la fortuna di poter arricchire dei punti lasciati in sospeso da Superman e Ac, quindi mi piace.
    Ma di base è tutta roba che escluderei tranquillamente dai miei acquisti.

    Diversamente la Marvel  ha messo autori interessanti sulle serie minori, su cui possono muoversi in maniera più libera e limitando i danni.
    Escludendo Hulk che è diventato un besteller, vedere il loro golden boy Cates su una serie praticamente mai esistita prima come Venom o miniserie su i Gog o Silver Surfer, è una mossa che mi attrae.
    Stesso dicasi su Daredevil, che si becca le matite di quel mostro di Checchetto, come pure trovare un vecchio leone come Waid su Dottor Strange. Per non dimenticare il Cap di Coates o Hickman su gli X-men.
    Per assurdo mi sembrano state trattate meglio le serie meno di punta che quelle che dovrebbero portare la pagnotta, come Deadpool, Spidey o Wolverine.

    In sintesi, alla Marvel  una serie minore risulta più autoriale, alla Dc una serie minore risulta sfigata.

    Quoto in toto il tuo commento.
    Tolto Superman/Action,Batman/Detective,Flash e JL della DC frega meno di niente.E questo a me dispiace,ma le altre serie sono fine a se stesse.IMHO

    Offline Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4984
    • Gotham City
    Re:DC Comics: Progetti Futuri (USA) 7.0
    « Risposta #794 il: 17 Settembre 2019, 13:53:45 »
  • Io cerco di acquistare il minimo indispensabile, e muovendomi tra personaggi ed autori, provo a prendere quello che più mi aggrada. Comprando in italiano, comunque mi trovo a dovermi leggere serie che difficilmente comprerei  se fossero separate.
    Batman di King e il Supes di Bendis mi piacciono parecchio, e sono quelli che giustificano gli acquisti, mentre il GL di Morry mi incuriosisce e voglio vedere dove andrà a parare...
    ....ma serie come Nightwing, Wonder Woman, Batgirl o Hawkman mi sembrano dei bonellidi, una volta finita la storia, siamo al punto di partenza.
    Detective Comics è la sorella sfigata che deve sottostare ai voleri della maggiore, quindi può andare bene (Tynion, Tomasi) può andare malissimo (Robinson)
    Supergirl ha la fortuna di poter arricchire dei punti lasciati in sospeso da Superman e Ac, quindi mi piace.
    Ma di base è tutta roba che escluderei tranquillamente dai miei acquisti.

    Diversamente la Marvel  ha messo autori interessanti sulle serie minori, su cui possono muoversi in maniera più libera e limitando i danni.
    Escludendo Hulk che è diventato un besteller, vedere il loro golden boy Cates su una serie praticamente mai esistita prima come Venom o miniserie su i Gog o Silver Surfer, è una mossa che mi attrae.
    Stesso dicasi su Daredevil, che si becca le matite di quel mostro di Checchetto, come pure trovare un vecchio leone come Waid su Dottor Strange. Per non dimenticare il Cap di Coates o Hickman su gli X-men.
    Per assurdo mi sembrano state trattate meglio le serie meno di punta che quelle che dovrebbero portare la pagnotta, come Deadpool, Spidey o Wolverine.

    In sintesi, alla Marvel  una serie minore risulta più autoriale, alla Dc una serie minore risulta sfigata.

    Mi sembra tutto un calderone che si limita unicamente ad una preferenza di certi personaggi o autori. Quelli Marvel in genere interessano di più al lettore italiano, perchè sono più conosciuti, sarà sempre più interessato uno a Docto Strange che non a Hawkman per fare un esempio.

    Comunque Detective Comics non è la serie sfigata di Batman, hai i suoi autori e lavorano per fare i loro archi proprio come avviene su Batman, tanto che quello che sta facendo King non appare quasi mai in DC.

    DC ora punta più sulle serie dell'etichetta Black Label per uno stile autoriale.
    Le serie "secondarie" ci sono, ne ho citate un po' e hanno comunque autori che non sono i primi arrivati come Abnett, Lobdell, Tomasi, Tynion, Williamson.

    In Marvel, o per meglio dire in Italia, sono state vendute meglio quella Marvel/Panini e poi sono più numerose, ma poi tutto si limita sempre ad una preferenza dei personaggi.

    Io comunque della DC è da anni che aspetto qualche serie valida su Martian Mahunter e Zatanna, volevo anche quella di Hawkman, ma per fortuna almeno per ora, quella c'è. Però al lettore italiano interesseranno forse poco, forse anche negli USA sono personaggi meno di grido rispetto ad un Venom o Silver Surfer.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!