Autore Topic: Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott  (Letto 5308 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Azrael

  • Batman Inc.
  • *
  • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
  • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
  • Post: 153748
  • La Vittoria Sta Nei Preparativi
    • Blog Azrael
Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
« il: 20 Aprile 2017, 03:31:45 »


  • ARKHAM ASYLUM: L’inferno Sulla Terra

    di Dan Slott, Ryan Sook
    Contiene: Arkham Asylum – Living Hell 1-6
    16,8×25,6, B+al, 144 pp, col.|€ 13,95
    Altra Edizione Italiana: Batman: Arkham Vol.12 Ed.Planeta DeAgostini; Batman: La Leggenda Vol.41 Ed.Planeta DeAgostini;

    Se stai per essere condannato puoi sempre provare a farti dichiarare pazzo e farti un breve periodo in un manicomio. Ma se quel manicomio è Arkham potresti pentirti molto presto di questa scelta suicida! In questa acclamata miniserie Dan Slott e Rayan Sook esplorano gli angoli più remoti del manicomio criminale più famoso di tutti i tempi in una storia che non vi lascerà dormire.
    « Ultima modifica: 23 Aprile 2017, 12:25:55 da Clod »
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori
    I promise you, Bruce.
    You were right to pick me.

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 153748
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #1 il: 20 Aprile 2017, 09:00:14 »
  • L'ultima volta che ho riletto questa storia è stato 4 anni fa, la storia è molto bella, uno Slott diverso da quello del ragno, dovrebber provare davvero a scrivere altro di questo genere. Qua vediamo anche la nascita dello
    Spoiler  :
    Squalo Bianco.
    La storia si svolge prima di "Terra di Nessuno:up:
    Insomma straconsiglio l'acquisto, il volume è stato tradotto nientemeno che da Vanagolli, una garanzia per quel mi riguarda.

     :batman:
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori
    I promise you, Bruce.
    You were right to pick me.

    Offline linus87

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 308
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #2 il: 23 Aprile 2017, 23:53:27 »
  • Bello che abbiano riproposto questa  miniserie, ma il volume non sará mai piú bello/completo di quello della collana Batman Arkham  :ahsisi:
    " E' più che un uomo perchè è meno...
    ...che rende il vero uomo un mistero ".

     

    Offline Joe Kerr

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2914
    • El Jefe
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #3 il: 24 Aprile 2017, 09:37:31 »
  • Bella storia, la nascita di
    Spoiler  :
    Squalo Bianco
    rimane impressa.

    Offline linus87

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 308
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #4 il: 24 Aprile 2017, 15:35:44 »
  • La storia si svolge prima di "Terra di Nessuno:up:
    Insomma straconsiglio l'acquisto, il volume è stato tradotto nientemeno che da Vanagolli, una garanzia per quel mi riguarda.

     :batman:

    Az, vero e a quanto pare la Lion sta selezionando  storie varie che ruotano attorno a "Terra di Nessuno"..mi viene in mente anche il Batman di Rucka. Un' ottima strategia per risvegliare l' interesse  verso questo stupendo crossover  :ahsisi:
    " E' più che un uomo perchè è meno...
    ...che rende il vero uomo un mistero ".

     

    Online LoBoFyah

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1554
      • LoBo Fyah Selecta - Reggae & Dancehall Vibes
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #5 il: 09 Maggio 2017, 05:25:46 »
  • ho letto il volume e m'è piaciuto molto, Slott diversissimo che su Amazing SpiderMan, qui sa fare il proprio lavoro. sicuramente consigliato ai fan del pipistrello, un'ottima storia a tinte dark con diversi personaggi del sottobosco batmaniano...  :up:

    Offline Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7172
    • Gotham City
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #6 il: 08 Giugno 2017, 15:05:31 »
  • Letto il volume

    L'inizio è buono, la storia dei vari carcerati e di Warren White fa presa ed è ben scritta, il tutto fila via liscio fino all'arrivo di forze magiche e demoniache. Lì la storia per me inizia a perdere molto a farsi pesante e noisa alla lettura.
    I difetti di Slott spuntano fuori anche qua. Buon inizio, intermezzo un po' in discesa e finale deludente, anche se in questo caso è più che altro noiosetto, nonostante la presenza di Etrigan, di cui ricordo anche un episodio in "Batman Cavaliere della Notte" la serie seguito di Batman TAS.
    A Slott va dato però merito di aver creato due personaggi ben caratterizzati come appunto Warren White "Lo Squalo Bianco" e Humpty Dumpty, a creare cattivi secondari è abbastanza bravo, anche su Amazing Spider-Man con Mr. Negativo fece un buon lavoro.

    I disegni non sono male, un po' cartooneschi, ma efficaci per il tipo di storia.

    Nel complesso è una storia carina, peccato però come detto della seconda parte che prende una piega che non mi è particolarmente piaciuta.
    Se volete bene a Cosmonauta venite sulla pagina Facebook di HYPERTIME OF COMICS



    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Numero95

    • ******
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5319
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #7 il: 25 Giugno 2017, 20:05:20 »
  • l'inizio è buono ma poi non si capisce più niente, mi sono perso dopo il terzo capitolo per fare 2+2 alla fine


    la presenza id batman è poi praticamente nulla. tuttavia è stato interessante vedere com'è la vita all'interno del manicomio di arkham

    Offline Talon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7480
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #8 il: 27 Agosto 2019, 21:00:31 »
  • L’Arkham Asylum mi piace da matti :D
    In particolare questo volume, fra quelli incentrati sull’istituto, è quello che rispolvero più volentieri. Il motivo principale è la storia di Aaron Cash, capo della sicurezza e oramai per me icona dell’Arkham. Molto più di una semplice guardia dall’aspetto peculiare che lo faccia spiccare sulle altre, è un autentico personaggio nel vero senso della parola, dotato quindi di profondità e - come ogni gentiluomo che si rispetti nei comics - con tanto di nemesi:
    Spoiler  :

    E che nemesi!  La menomazione subita induce un perenne, montante, senso di angoscia ogniqualvolta vediamo Cash nelle vignette… a gironzolare per lo stesso edificio in cui è rinchiuso Croc. È come se inconsciamente durante la lettura continuassi a controllarmi dietro le spalle per conto suo, nel timore di incrociare il coccodrillone che spunta fuori all’improvviso. Una sensazione mozzafiato regalata da queste pagine claustrofobiche. E poi detto francamente, il guardiano con l’uncino fa figo.
    Ma abbandoniamo Cash con una stretta di mano (la destra :P), dopo esserci complimentati con lui per lo stupendo portafogli, e passiamo al Dottor Jeremiah Arkham. Non c’è molto da dire in realtà, in questo caso il direttore, figura ambigua dell’universo batmaniano, ha una connotazione positiva. L’arzillo vecchietto si vede di rado ma le sue comparsate sono sempre accompagnate da qualche bella battuta ad effetto che strappa un sorriso; insomma quel poco che fa comunque lo fa bene.

    Passiamo però ora ai pazienti, e anche qui Slott ha svolto un lavoro lodevole, mi ero dimenticato di dire: accompagnato da disegni eccellenti ed una colorazione che si confà perfettamente a tutta la situazione. Limitando l’impiego dei nomi più illustri, che comunque fungono da ottimo quadretto a questo spaccato sulla vita degli “estroversi” reclusi, lascia spazio a gente che non siamo abituati a vedere all’opera ma che tiene alto il famigerato nome del posto. Un esempio su tutti, Humpty Dumpty.


    Quest’energumeno dalla testa d’uovo e il fare bonaccione è pazzia allo stato puro. La sua ingenuità unita alla maniacale ossessione di aggiustare le cose (amorevolmente inculcatagli dalla nonnina) con esiti alquanto dubbi, ne fanno un elemento tanto docile quanto pericoloso a cui stare vicino. E infatti andrà a far comunella con quello che per certi versi è il protagonista di questa storia, o quantomeno l’uomo che dette origine a tutto; uno squalo dell'alta finanza che cercando di eludere la legge si ritrova a fare il pesce fuor d’acqua nel manicomio criminale di Gotham. Certi luoghi però cambiano le persone… e dato il clima che si respira non stento a crederlo. Questi sono i due più in vista ma altri ce ne sono che si impegnano per arricchire l’ambiente di sfaccettature, e con successo.

    Ora, dico io, hai questa meraviglia…
    Spoiler  :
    PERCHÉ CASPITA CI VAI AD INFILARE DIVAOLACCI ZOZZI CONTRO UN DEMONE CHE PARLA IN RIMA?! Che tra l’altro usa Bullock come lasciapassare facendogli fare la figura del tontolone. Ok, quest’ultima cosa ci sta… però davvero non vedo la necessità di questo sanguinario rito sovrannaturale in un volume che per 5 capitoli su 6 è stato praticamente perfetto - scaxxando proprio in quello finale!
    Ciò non toglie che ne consiglio vivamente la lettura, quale memorabile affresco sull’ordinaria (e ahimè, malauguratamente anche straordinaria :cry:) follia all’interno delle mura dell’Arkham Asylum. Per conto mio poi merita comunque il massimo dei voti, nonostante quella "certa faccenda", perché è davvero troppo bello per dargli un voto scaturito da un ragionamento razionale - ancor più considerata la località ;)

    Ehe, sa, a pensarci bene lei ha fatto un passo falso.
    Il cambio di giurisdizione.
    Vede, in questa città probabilmente è meglio essere colpevoli che matti.
    La condanno a un periodo di osservazione ad Arkham.
    A termine indefinito e con effetto immediato.

    Offline attitude

    • Batman Inc.
    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 436
    Re:Arkham Asylum: L’inferno Sulla Terra - di D. Slott
    « Risposta #9 il: 09 Gennaio 2021, 11:55:15 »
  • Concordo con l'opinione di Talon.
    Spoiler  :
    Per buona parte l'opera mi stava piacendo un botto, ma anche il fatto che Batman sia stato poco più di una comparsa, a farla da padrone sono stati, per l'appunto, Arkham ed i suoi detenuti, ed una scelta coraggiosa è stata che ad avere maggiormente risalto non siano stati i suoi detenuti più "illustri", con gente come Joker, Two-Face e Poison Ivy che hanno ricoperto ruoli secondari, bensì personaggi nuovi creati per questa storia ma che riescono a risultare memorabili, come Humpty Dumpty, Jane Doe e soprattutto Warren White, che qui viene introdotto e forma la sua personalità del Great White Shark, un personaggio davvero ben riuscito, peccato solo che, mi sembra, sia poi stato sfruttato pochissimo.
    Ma ecco, verso gli ultimi capitoli la storia prende una piega che per me l'ha penalizzata tantissimo, con Jason Blood/Etrigan che prende sempre più importanza nella trama, che da questo bellissimo spaccato di vita in quel "manicomio infernale", diventa letteralmente un inferno, con l'invasione dei demoni, una zozzeria. E più in generale aggiungo che, personalmente, quando entra in gioco Etrigan io praticamente sempre interesse, sia perché questo tipo di storie non mi fa impazzire ed anche perché il modo col quale viene scritto rende la lettura più pesante (senza contare che qui, per l'appunto, è anche andato ad ammazzare una storia che mi stava piacendo parecchio).
    In definitiva quindi mi dispiace che per colpa delle battute finali non potrò annoverare quest'opera tra le mie preferite, in quanto penso che senza quell'orribile deriva finale per me ci sarebbe stato tutto.