News:

Sostenete DC Leaguers (scopri come).

Menu principale

All Star Batman & Robin

Aperto da Matches Malone, 10 Agosto 2009, 21:57:23

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Matches Malone

Sul nostro sito la recensione di Marco Cecini

Articolo dell'utente X-joey dedicato a All Star Batman & Robin



ALL-STAR BATMAN E ROBIN IL RAGAZZO MERAVIGLIA (Absolute)

di Frank Miller, Jim Lee
Contiene: All-Star Batman and Robin the Boy Wonder 1-10
21,2x32,60, C, 256 pp, col.
€ 29,95

Cosa rappresenta Robin per Batman? È una giovane spalla, un raggio di sole nel suo oscuro modus operandi? Oppure è un soldato da addestrare nella crociata del Cavaliere Oscuro contro il crimine? Frank Miller (BATMAN: ANNO UNO, BATMAN: IL RITORNO DEL CAVALIERE OSCURO) e Jim Lee (BATMAN: HUSH, SUPERMAN: PER IL DOMANI) rispondono a questa domanda nella loro opera più discussa.



All Star Batman & Robin (Deluxe)

Testi: Frank Miller
Disegni: Jim Lee
Edizione originale: All Star Batman and Robin, the Boy Wonder #1-9
Formato: cartonato, 256 pp., colori.|20€

Dopo aver assistito all´omicidio dei suoi genitori durante uno spettacolo circense, Dick Grayson viene liberato da Batman dalla custodia di uno degli agenti corrotti del Dipartimento di Polizia di Gotham City. L´obiettivo di Bruce Wayne è quello di reclutare il giovane Grayson come apprendista, partner e soldato per la sua imminente crociata contro il crimime...

Opera fuori dalla continuity ufficiale ma appartenente a quella di Miller (scegliete voi quale preferite), All Star Batman e Robin si pone tra Spawn/Batman e Il Ritorno del Cavaliere Oscuro; questo volume raccoglie i primi nove capitoli, ne sono previsti altri 7 (di cui uno già uscito in USA).

Frank Miller

Un Batman eccessivo, sopra le righe, il più bel "Batman" secondo alcuni..e secondo me. Cattivo, egocentrico, esaltante, un Batman fuori dai canoni più tradizionali e una storia corredata da atteggiamenti impertinenti nei confronti degli altri eroi DC. La rivisitazione dell'incontro tra Bats e il primo Robin (Dick) e un rapporto inconsueto ma suggestivo tra i due.
Splendide le donne Milleriane: Catwoman e soprattutto Wonder Woman!

"Avremmo potuto cambiare il mondo..e ora guardaci..io sono diventato un problema politico e tu..tu sei una barzelletta...voglio che ricordi, Clark..negli anni che verranno..nei tuoi momenti più intimi..voglio che ricordi la mia mano attorno alla tua gola..voglio che ricordi l'unico uomo che ti ha battuto.."


Det. Bullock

"I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
"People assume  that time is a strict progression of cause to effect,  but *actually*  from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more  like a big ball  of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor
Il mio canale Youtube.

Occhi nella Notte

Accidenti... in giro se ne leggono di tutti i colori su questa storia...
Addirittura qualcuno afferma in maniera convintissima che Miller si sia rincitrullito alla grande :asd:
Per carità, sapete benissimo che io non sono uno che se stima uno scrittore, automaticamente dice che tutto quello che fa è bello e da prendere, ma davvero in questo caso, pur sforzandomi, non riesco a capire tutte le enormità di critiche che questa storia ha ricevuto!!!

Per carità... è Miller...
Quindi scordatevi le storielline tutte perbeniste e bonarie.
Qui Batman è il GODDAMN BATMAN... una macchina umana da combattimento, tutto contornato da gingilli tecnologiacamente fighissimi, che spacca le ossa a tutti quegli stronzi che inzozzano la città, che violentano, uccidono, rapinano...
E diventa un simbolo di rivincita verso queste persone, che piano piano si appropriano della città pezzo per pezzo, perchè tanto nessuno li può ostacolare. Tutti hanno paura. La polizia stessa fa poco/nulla. Anch'essa corrotta.
Per cui lui è l'unico che cambia le carte in tavola, che manda un messaggio di speranza a tutte quelle persone oneste che vorrebbero prendere a calci nel culo tutta la feccia che li circonda...

E ditemi se questo messaggio, indipendentemente dal contesto fumettistico/eroistico, non è attuale al massimo...

Quindi leggete questo fumetto con inteligenza e vedrete che lo apprezzerete, e scoprirete una parte di Batman mooooolto vera. Una delle vere essenze del personaggio.

Solo quando l'ultimo campo sara' sporcato,
l'ultimo fiume inquinato, l'ultimo animale avvelenato e l'ultimo albero abbattuto
che gli uomini capiranno che non possono mangiare i soldi.

I Miei Articoli  http://www.dcleaguers.it/author/occhi-nella-notte<br />
Collezione Tavole Originali  http://www.comicartfans.com/GalleryDetail.asp?GCat=46736<br />
COMPRO http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/%28vendo%29-parte-della-mia-collezione/msg1438045/#msg1438045

GuardianOfTheFlame

#4
tanto rumore per nulla, nel bene e nel male.

mentre in All Star Superman Morrison sintetizza l'essenza stessa di Superman creando una storia che ne segnerà il nuovo percorso, Miller in All Star Batman e Robin estremizza i concetti della storia di Batman ad un eccesso tale da renderlo irriconoscibile.
sì perché il protagonista di questa storia non è Batman. è una versione distorta ed estremizzata, uno psicopatico impulsivo, maniaco e cinico molto lontano non solo dal Batman canonico riconosciuto negli anni, ma anche dalla prima versione di Kane e Finger a cui alcuni lo accostano. Certo anche lui uccideva, ma non si crogiolava sadicamente nella violenza di cui faceva uso e nemmeno era impulsivo e irritabile, ma anzi si dimostrava un freddo calcolatore.
Si tratta di un racconto di bulli e pupe, in cui non ci sono personaggi di spessore e ben caratterizzati, ma una serie di macchiette che giocano il ruolo per loro previsto. Batman e i comprimari non hanno una personalità e una vita propria al di fuori della vicenda, non sono loro a creare la storia; viceversa è la storia a richiedere questa serie di pedine per essere narrata.

Alla fine della lettura di questo primo volume, rimango abbastanza divertito da una storia cazzara, chiassosa e senza troppe pretese.
Poi leggo nei forum e rimango basito nel leggere certe considerazioni... da una parte posso anche capire che da uno scrittore del talento di Miller ci si aspetti di più, però sono anche anni ormai che Miller si diverte a giocare con la sua fama e nulla più; i nuovi capolavori del fumetto non me li aspetto da lui che si è ormai calato nel personaggio di scrittore di successo. Approcciarsi ai suoi nuovi lavori in questo modo non mi sembra giusto: si rimane solo delusi e si caricano i suoi lavori di un peso che lui stesso non ha intenzione di dare.
Ancor di più rimango basito da chi considera queste storie come fossero geniali... ma se è 20 anni che si decostruiscono gli eroi, negli anni '90 c'è stata un'ondata di supereroi violenti e cinici (Spawn il più rappresentativo), cosa c'è di stravolgente in questa versione di Batman?
CitazioneQuindi scordatevi le storielline tutte perbeniste e bonarie
:huh:
perché Arkham Asylum, TDKR, Anno Uno, Il Lungo Halloween, The Killing Joke sono forse storie buoniste? Non c'è niente di nuovo e originale in sta storia, è un brodo riscaldato seppur presentata bene, in maniera giocosa e per puro divertimento.
Se vi va di leggere una storia cazzara e tamarra la consiglio, altrimenti lasciate perdere: questa storia non cambierà una virgola nel mondo di Batman, perché non ha niente di innovativo; il cinismo ormai è strabusato e violenza, sesso e parolacce di per sé non rendono un fumetto adulto e maturo, ma solo vietato ai minori. Non sono gli argomenti ad essere maturi, è il come se ne parla ad esserlo.
Anzi la superficialità con cui questi vengono trattati e lo stile macchiettoso dei personaggi, mi fanno propendere per definire questo fumetto una gran bambinata. E visto in quest'ottica, è una bambinata divertente  :P

CitazionePer cui lui è l'unico che cambia le carte in tavola, che manda un messaggio di speranza a tutte quelle persone oneste che vorrebbero prendere a calci nel culo tutta la feccia che li circonda...

E ditemi se questo messaggio, indipendentemente dal contesto fumettistico/eroistico, non è attuale al massimo...
non è attuale, è semplicemente il messaggio più facile e banale del mondo  :P
Conosco ogni centimetro di questa cella. Questa cella conosce ogni centimetro di me. Tranne uno. - Evey,V For Vendetta (Alan Moore)

È molto più facile essere un eroe che un galantuomo. Eroi si può essere ogni tanto, galantuomini sempre. - Luigi Pirandello

No life's so short that it never learns
No flame so small that it never burns
No page so sure that it never turns
- Dead Winter Dead (Savatage)


Selina Kyle

Non sono per niente d'accordo sai? :D
A parte sul tuo apprezzamento per le parti divertenti, che lo sono davvero molto. :D
La decostruzione degli eroi dagli anni 80 in poi e' una moda, vero, verissimo, e un eroe "scorretto" non fa piu' notizia. Ma questo Batman, beh, è l'incarnazione stessa del supereroe (il supereroe come lo intende Miller of course) con molti eccessi, ma assolutamente "liberatorio" per chi lo legge. Adoro vederlo sogghignare nella notte in un valzer voricoso e ubriacante con la sua città, adoro la sua infinita e tetra solitudine. Adoro Black Canary e Diana in versione Sin City. LE ADORO.
Frank in due battute riesce a mettere a nudo l'anima dei personaggi (e, di riflesso, la tua) e io lo amo per questo, e gliene sarò grata sempre. :)


Una mela al giorno...

Murnau

Citazione di: Selina Kyle il 23 Agosto 2009, 16:00:48
Non sono per niente d'accordo sai? :D
Manco io. :D

Ma data la mia pigrizia, piuttosto che argomentare preferisco quotare ciò che hai scritto tu. :asd:
Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                   La notte, 1961

Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                    Il cielo sopra Berlino, 1987

Barry Allen

Presto vedrete la mia recensione on line: ho detto lì come la penso :sisi:

Comunque per me è il capolavoro assoluto di Miller.

"Respira, Barry. Respira...
Ascolta l'aria, il vento che ti sfiora la faccia.
Senti il terreno... I tuoi piedi, che ti spingono sempre più velocemente.



Senti il fulmine, Barry. Tocca il fulmine. Senti la sua potenza... La sua elettricità.
Scorre nelle tue vene, come un fuoco dentro di te, viaggiando lungo ogni singolo nervo del tuo corpo. Come una scossa...



Non sei più te stesso, ora. Sei parte di qualcosa di più... Come una Forza della Velocità. E' tua."


Slask

Citazione di: Barry Allen il 23 Agosto 2009, 16:03:58
Presto vedrete la mia recensione on line: ho detto lì come la penso :sisi:

Comunque per me è il capolavoro assoluto di Miller.

addirittura?!?!  :blink:

Genis-Vell

Questa storia in giro è molto odiata. Sono contento che almeno qui non sia così.

A modo suo +è una parodia di Batman, del Batman di Miller. E chi poteva farla meglio di Miller stesso?

Ma poi, seriamente: è una serie parallela, un progetto fuori continuity. Che danni farà mai? Io la leggo e mi ci diverto sin da quando è uscito il numero 1 negli USA (e sembrava un fumetto serio!).


Francesco "Genis-Vell" Vanagolli

CHIUSO PER FERIE

Gallant, brilliant and brave! All that we see in him we would like to see in ourselves...
In this great soul --as in all soul-- there is pain, there is ambition, there is unquenched love...
...but there is something else that makes this soul the soul of a... Superman
...the ability to grieve for pain he doesn't feel yet has seen in others!
There are those who say that the softness in his soul is the Man of Steel's greatest weakness...
...but he --and others who feel it-- would tell you that is what makes him strong!
(Elliot S! Maggin, SUPERMAN 394)


http://www.fumettidicarta.it

Selina Kyle

Più che una parodia (componente comunque presentissima in certi momenti, la parte con Green Lantern ne è un esempio lampante) a mio parere è un'estremizzazione. Miller che estremizza Miller. ;)


Una mela al giorno...

Occhi nella Notte

Citazione di: GuardianOfTheFlame il 23 Agosto 2009, 15:47:09
tanto rumore per nulla, nel bene e nel male.

mentre in All Star Superman Morrison sintetizza l'essenza stessa di Superman creando una storia che ne segnerà il nuovo percorso, Miller in All Star Batman e Robin estremizza i concetti della storia di Batman ad un eccesso tale da renderlo irriconoscibile.
sì perché il protagonista di questa storia non è Batman. è una versione distorta ed estremizzata, uno psicopatico impulsivo, maniaco e cinico molto lontano non solo dal Batman canonico riconosciuto negli anni, ma anche dalla prima versione di Kane e Finger a cui alcuni lo accostano. Certo anche lui uccideva, ma non si crogiolava sadicamente nella violenza di cui faceva uso e nemmeno era impulsivo e irritabile, ma anzi si dimostrava un freddo calcolatore.
Si tratta di un racconto di bulli e pupe, in cui non ci sono personaggi di spessore e ben caratterizzati, ma una serie di macchiette che giocano il ruolo per loro previsto. Batman e i comprimari non hanno una personalità e una vita propria al di fuori della vicenda, non sono loro a creare la storia; viceversa è la storia a richiedere questa serie di pedine per essere narrata.

Alla fine della lettura di questo primo volume, rimango abbastanza divertito da una storia cazzara, chiassosa e senza troppe pretese.
Poi leggo nei forum e rimango basito nel leggere certe considerazioni... da una parte posso anche capire che da uno scrittore del talento di Miller ci si aspetti di più, però sono anche anni ormai che Miller si diverte a giocare con la sua fama e nulla più; i nuovi capolavori del fumetto non me li aspetto da lui che si è ormai calato nel personaggio di scrittore di successo. Approcciarsi ai suoi nuovi lavori in questo modo non mi sembra giusto: si rimane solo delusi e si caricano i suoi lavori di un peso che lui stesso non ha intenzione di dare.
Ancor di più rimango basito da chi considera queste storie come fossero geniali... ma se è 20 anni che si decostruiscono gli eroi, negli anni '90 c'è stata un'ondata di supereroi violenti e cinici (Spawn il più rappresentativo), cosa c'è di stravolgente in questa versione di Batman?
CitazioneQuindi scordatevi le storielline tutte perbeniste e bonarie
:huh:
perché Arkham Asylum, TDKR, Anno Uno, Il Lungo Halloween, The Killing Joke sono forse storie buoniste? Non c'è niente di nuovo e originale in sta storia, è un brodo riscaldato seppur presentata bene, in maniera giocosa e per puro divertimento.
Se vi va di leggere una storia cazzara e tamarra la consiglio, altrimenti lasciate perdere: questa storia non cambierà una virgola nel mondo di Batman, perché non ha niente di innovativo; il cinismo ormai è strabusato e violenza, sesso e parolacce di per sé non rendono un fumetto adulto e maturo, ma solo vietato ai minori. Non sono gli argomenti ad essere maturi, è il come se ne parla ad esserlo.
Anzi la superficialità con cui questi vengono trattati e lo stile macchiettoso dei personaggi, mi fanno propendere per definire questo fumetto una gran bambinata. E visto in quest'ottica, è una bambinata divertente  :P

CitazionePer cui lui è l'unico che cambia le carte in tavola, che manda un messaggio di speranza a tutte quelle persone oneste che vorrebbero prendere a calci nel culo tutta la feccia che li circonda...

E ditemi se questo messaggio, indipendentemente dal contesto fumettistico/eroistico, non è attuale al massimo...
non è attuale, è semplicemente il messaggio più facile e banale del mondo  :P

Per quanto mi riguarda secondo me tu hai proprio sbagliato approccio alla storia.
Non è questione di novità o non novità. Ogni autore che si è cimentato su Batman l'ha caratterizzato in modo diverso. In 70anni batman è stato un sacco di cose.... quindi non capisco per scandalizzi così tanto questa storia.
In All Star emerge un Batman semplicemente più umano e meno eroe.
E quando dico "umano" intendo che rispecchia molto da vicino il comportamento della strangrandissima maggiornaza della gente a cui magari viene data la possibilità di diventare sul serio Batman.

Cazz guardati in torno... nella tua città magari.
C'è un fottio di gentaccia, degrado e quant'altro che ognuno di noi, potendo essere Batman, spazzerebbe via prendendo a calci nel culo la gente che se lo merita o spaccandogli le ossa.
Senza fare dal finto buonismo o perbenismo o idealismo...

Nella storia traspare proprio quest'aria di rivincita di una società sottomessa al male e non protetta adeguatamente dalla pula, che grazie a Batman e al suo esempio torna a ribellarsi... a riprendersi ciò che è loro. A riprendersi la loro città, la loro vita... il fatto di non dover avere più paura di uscire di casa...
Essere il simbolo di questa rinascita, di questa rivincita gaserebbe ognuno di noi...

E poi c'è anche il lato "buono" e "profondo" del pipistrello.
Se leggete con attenzione c'è. Emblematica è l'ultima pagina.
Ma traspare pochissimo, perchè è una cosa voluta. Perchè Bruce cerca di soffocare i suoi sentimenti più nobili per non essere debole difronte allo schifo di mondo che deve combattere...
Avere dei cedimenti o delle esitazioni potrebbe costargli caro. Per cui solo nei momenti giusti ritorna ad essere prima di tutto una vittima...

Io la penso così...

Solo quando l'ultimo campo sara' sporcato,
l'ultimo fiume inquinato, l'ultimo animale avvelenato e l'ultimo albero abbattuto
che gli uomini capiranno che non possono mangiare i soldi.

I Miei Articoli  http://www.dcleaguers.it/author/occhi-nella-notte<br />
Collezione Tavole Originali  http://www.comicartfans.com/GalleryDetail.asp?GCat=46736<br />
COMPRO http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/%28vendo%29-parte-della-mia-collezione/msg1438045/#msg1438045

Tommy Monaghan

Citazione di: Genis-Vell il 23 Agosto 2009, 20:55:51

A modo suo +è una parodia di Batman, del Batman di Miller.

Sono d'accordo.

Citazione


Ma poi, seriamente: è una serie parallela, un progetto fuori continuity. Che danni farà mai? Io la leggo e mi ci diverto sin da quando è uscito il numero 1 negli USA (e sembrava un fumetto serio!).

Amen.


Però devo anche essere onesto, se io fossi un fan di Hal Jordan (e non lo sono) mi avrebbe dato abbastanza fastidio il modo con cui è stato trattato.

Ma fa discutere anche per questo.

Genis-Vell

Citazione di: Tommy Monaghan il 23 Agosto 2009, 21:03:18
Però devo anche essere onesto, se io fossi un fan di Hal Jordan (e non lo sono) mi avrebbe dato abbastanza fastidio il modo con cui è stato trattato.

Io sono un fan di Hal Jordan... e la scena l'ho trovata spassosa!


Francesco "Genis-Vell" Vanagolli

CHIUSO PER FERIE

Gallant, brilliant and brave! All that we see in him we would like to see in ourselves...
In this great soul --as in all soul-- there is pain, there is ambition, there is unquenched love...
...but there is something else that makes this soul the soul of a... Superman
...the ability to grieve for pain he doesn't feel yet has seen in others!
There are those who say that the softness in his soul is the Man of Steel's greatest weakness...
...but he --and others who feel it-- would tell you that is what makes him strong!
(Elliot S! Maggin, SUPERMAN 394)


http://www.fumettidicarta.it

Selina Kyle

Anche io adoro Hal Jordan, e mi sono divertita un sacco. :lol:


Una mela al giorno...