INTERVISTA A YALE STEWART

Scritto da Raffaele Radaelli il 7 febbraio 2014 in Autori & Artisti e Fumetti DC Comics e Interviste con nessun commento

Dopo più di un anno dalla nostra precedente intervista e dopo avervi offerto la possibilità di leggere la traduzione italiana delle sue divertentissime vignette attraverso la nostra pagina Facebook, Yale Stewart torna a parlare con DC Leaguers del suo progetto JL8, del suo rapporto con i fan e di cosa bolle in pentola per il futuro!

1150164_501011393352824_456482606_n
1- Hi Yale, we are very happy to talk to you again, it’s been a while since our last interview! Your project JL8 (Little League then) was new at the time: what has changed? What about the relationship with the fans and with the readers who follow you on tumblr, facebook or at the conventions?

Hm. Well, it doesn’t really FEEL like much has changed, other than the strip has become a little bit more popular and I’ve gotten a lot busier with work that’s preventing me from giving all my time to JL8. As far as the relationship with the fans is concerned, it seems just about as strong if not stronger than it’s ever been. The fans have all been incredibly understanding and supportive of my needing to take a break from the strip to focus on more long-term career work. I can’t thank them enough for that.

2- You have recently piqued the interest of your fans through a Facebook countdown which ended on February 3rd. It included a teaser with Batman’s glove taken from the first panel of strip # 150, which coincides with your return to JL8. What can we expect in the near future? Will you write a larger plot or will you focus on short gags and episodic situations?

It’s definitely going to be larger-plot stories; two to be specific.

3- As we told you in the previous interview, you were able to capture the essence of each DC character you have drawn. Are you going to try something new with the characters or are you keeping a more “classic” approach?

I think I’ll do my best to maintain a balance. It’s important to keep the characters true to their nature, but given the setting (the fact that they’re school children), it’s virtually impossible NOT to take them in some new directions. The trick is to make sure that even when they’re being put in new situations and the like, they still maintain their personalities appropriately.

4- Many fans were surprised by your choice of making Bruce and Kara a couple, although the motivation “She’s blonde and I’m rich” is one of the most beautiful lines of the entire series! What can you tell us about that? Can you give us a “sneak preview” of the future stories?

Honestly, it just seemed like an interesting way to shake things up. It will be explored in the coming months, but that’s about all I’ll say at the moment.

5- You have recently collaborated with Marvel, in Nova # 100. How was it? Have you planned any further collaborations with Marvel?

Working with Marvel was great. There’s really nothing I can complain about. Unfortunately, there’s nothing else in the pipeline at the moment, but hopefully that will change. We’ll see.

6- What can you tell us about your future plans? Do you have any news for us? Are there projects in discussion with DC Comics?

Right now the plan is to just keep working on JL8, really. No other real news to speak of.

tumblr_n0fevcJSe61r7ni1io1_1280
1- Ciao Yale, ben ritrovato! È passato tanto tempo dall’ultima volta, quando il tuo progetto della JL8 (allora Little League) era agli inizi. Cosa è cambiato da allora? È mutato il rapporto con i fan e con chi ti segue su tumblr, facebook o alle convention?

Hm. Beh, non ho percepito un grosso cambiamento, se escludiamo il fatto che le mie vignette sono diventate un po’ più popolari e che sono occupato con un lavoro che mi impedisce di dedicare tutto il mio tempo al progetto della JL8. Per quanto riguarda il rapporto con i fan, sembra che sia molto profondo, forse forte come non lo è mai stato. I fan sono stati incredibilmente comprensivi e mi hanno supportato nel momento in cui avevo bisogno di prendermi una pausa dal progetto per dedicarmi a lavori di carriera a lungo termine. Non li ringrazierò mai abbastanza per questo.

2- Di recente hai stuzzicato la curiosità dei tuoi fan iniziando un countdown su Facebook, terminato il 3 febbraio, accompagnato da un teaser di Batman che si infila un guanto, tratto dalla prima vignetta della strip #150, che segna il tuo ritorno a questo progetto. Cosa dobbiamo aspettarci nel prossimo futuro? Porterai avanti qualche trama ad ampio respiro o ti concentrerai su brevi gag e situazioni più autoconclusive?

Ci saranno sicuramente storie dalla trama più lunga, due per essere precisi.

3- Come già avevamo avuto modo di osservare nella precedente intervista, sei riuscito a catturare l’essenza di ciascun personaggio DC che hai scelto di rappresentare. Pensi che nel prossimo futuro sperimenterai qualcosa di inedito dal punto di vista delle caratterizzazioni dei personaggi o resterai su una visione più “classica”?

Penso che farò del mio meglio per mantenere una sorta di equilibrio. È importante mantenere i personaggi fedeli alla loro natura, ma considerando l’ambientazione (il fatto che siano bambini in età scolare), è impossibile non portarli in nuove direzioni. Il trucco è fare in modo che anche quando vengano messi in nuove inedite situazioni, continuino a mantenere la loro peculiare personalità.

4- Molti fan sono stati spiazzati dalla scelta di rendere una coppia Bruce e Kara, anche se la motivazione “Lei è bionda e io sono ricco” è una delle più belle battute dell’intera serie! Cosa puoi dirci a riguardo? Puoi darci qualche anticipazione?

Sinceramente, mi sembrava solo un modo interessante per movimentare un po’ le cose. Il tutto verrà approfondito meglio nei prossimi mesi, e questo è tutto ciò che dirò al momento.

5- Di recente hai anche collaborato con la Marvel, all’interno di Nova #100. Come è stato lavorare con loro? Hai in programma altre collaborazioni future con la Marvel?

Lavorare con la Marvel è stato fantastico. Non c’è davvero nulla di cui possa lamentarmi. Sfortunatamente, non c’è nient’altro che bolla in pentola al momento, ma spero che qualcosa possa cambiare. Vedremo.

6- Cosa puoi dirci di altri tuoi progetti futuri? Hai qualche novità in serbo per noi? Nessun progetto in discussione con la DC Comics?

Al momento ho semplicemente in programma di continuare a lavorare sulla JL8, davvero. Nessun’altra notizia fondata di cui parlare.

150
Forse nessuno può dirsi pronto per affrontare un lunedì, come dice il piccolo Bruce, ma noi di DC Leaguers siamo prontissimi a riprendere la traduzione di queste vignette per voi lettori italiani. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook per non perderne nemmeno una!


Informazioni sull'autore

Raffaele Radaelli [Bruce Wayne]Classe 1987, ama sezionare e analizzare fino al più piccolo particolare ogni storia. Affascinato dagli strabilianti risultati che si possono ottenere dalla commistione di testi e immagini, nutre una grande passione per Batman, Morrison, Gaiman, Moore... senza dimenticare il mitico Sergio Toppi, che ha fatto nascere la sua passione per il medium fumetto.Leggi tutti gli articoli di Raffaele Radaelli