Osaraba, Satoshi-san

Scritto da Marco Cecini il 25 agosto 2010 in Anime e cartoni animati giapponesi e Manga e Manhwa con nessun commento

Scompare a soli 46 anni Satoshi Kon, uno dei più grandi registi giapponesi contemporanei. Ancora una volta, a colpire è stato il cancro.
Avrebbe compiuto quarantasette anni a ottobre, e invece ci lascia così, come un fulmine a ciel sereno, uno dei più grandi artisti giapponesi di tutti i tempi. Cresciuto artisticamente dal genio di Katsuhiro Otomo, con la maturità ne seguì le orme divenendo egli stesso regista di anime, autore e character designer.
La sua produzione non è vastissima, ma è stata sufficiente a renderlo uno degli artisti più apprezzati dal pubblico, osannato per opere da molti considerate dei capolavori come Perfect BlueMillennium ActressTokyo Godfathers o il più recente Paprika.
Impossibile poi per il pubblico italiano dimenticare la meravigliosa serie tv PARANOIA AGENT, licenziata in edizione italiana da Panini Video.
Voglio salutare Satoshi-san nella sua lingua madre, questa lingua dai suoni così scanditi e chiari, ma al tempo stesso forte e suggestiva, come le sue opere. Voglio dargli l’ultimo addio con l’onore che si tributa a una persona degna di rispetto, e raggelo all’idea di quanti capolavori rimarranno irrealizzati a causa di questa morte improvvisa.
Mi sento di voler idealmente accompagnare il suo ultimo viaggio ricordandolo con la sua opera per me più bella e significativa, Millennium Actress.

Osaraba, Satoshi-san.



Informazioni sull'autore

Marco Cecini [Barry Allen]Nato a Roma, classe 1982. Appassionato, volitivo, amante di tutto ciò che è epico, eroico, e che rimanda al sapore antico e primigenio del vivere. In quanto tale, il fumetto supereroistico rientra di diritto nel novero delle sue passioni più grandi.Leggi tutti gli articoli di Marco Cecini