2700

Scritto da Marco Cecini il 3 ottobre 2009 in Fumetti Europei e Sudamericani con 2 commenti

La serie in questione è 2700: in un lontano futuro, dopo la caduta della nostra civiltà, il mondo è passato attraverso un periodo di violente guerre a cui fa seguito un’epoca di pace dai fragili equilibri, il 2700.
Questa è un’epoca di ricostruzione, ma al contempo di involuzione sia tecnologica che morale: il mondo attraversa un nuovo medioevo a cui la Chiesa Universale delle Made da un ordine autoritario, con etica e morale inflessibili (e discutibili) imponendo una rigida gerarchia di classi sociali. Ben presto vengono rinvenuti artefatti e tecnologie dalle precedenti ere tra cui le sinapsi: dei cristalli di diverso livello di potere i cui migliori esemplari sono in grado, tra l’altro, di attivare le macchine da guerra rinvenute tra cui i Golem e i ben più potenti Gering, i “Grandi Angeli” al servizio della Chiesa.

12

(tavole di Ugo Verdi: nella prima si vede il Gearing del dominio del Grifo in tutta la sua imponenza, nella seconda si vede anche un Golem)

Le sinapsi hanno però una particolarità: possono essere attivate solo dall’azione congiunta di un Master e di una Made, di uomo e donna addestrati all’uso di questi particolari cristalli. Nacquero così conventi dediti all’addestramento di Made capaci di incanalare il potere psichico delle sinapsi e accademie per addestrare i futuri Master, scelti tra le famiglie nobili, alla guida dei possenti robot “Angeli del Signore”. Questa dicotomia uomo/donna e il rapporto di potere nobiltà/clero garantisce una certa stabilità e una devozione indiscussa alla Chiesa Universale delle Made
Questo fragile e autoritario equilibrio, rischia però di essere minata dall’avvento dei Fanti, mutanti androgini che per la loro natura (essendo al contempo uomo e donna) sono in grado di controllare da soli il potere delle sinapsi.
Per tutelare lo status quo, la Chiesa ha quindi accusato i Fanti di essere creature di Tamas e quindi figli del demonio. Questi si oppone al volere di Dio che, nella sua saggezza, avrebbe suddiviso il potere tra Made e Master; il piano di Tamas sarebbe quindi di squilibrare il potere di controllo sulle sinapsi per far ricadere il mondo in una nuova era di guerre e distruzione.
Per stroncare la potenziale minaccia che i fanti rappresentano per lo status quo, la Chiesa Universale ha dato vita all’Inquisizione: un’armata, capitanata dai Dieci Grandi Inquisitori, che ha il compito di scovare e uccidere i fanti.

3
(Lord Druuma, Secondo tra gli Inquisitori)

Questi sono quindi dei perseguitati, costretti a fuggire e rintanarsi per colpa della paura che suscita la loro stessa natura e il potere che ne consegue. Potere che non hanno chiesto e che la maggioranza di loro nemmeno vorrebbe.
Descritti dalla Chiesa come abomini blasfemi dall’aspetto angelico a sottolineare come Tamas schernisca il volere stesso di Dio.

La storia narra delle vicende di Ariel, un fante e dei due compagni che si uniscono a lui nella sua continua lotta per la sopravvivenza: Behemoth, un gigante pellerossa dal misterioso passato e Abner. Questi viene liberato da Ariel e Behemot dalle prigioni dove veniva usato, insieme al fratello, come cavia per esperimenti sulle sinapsi; la carcerazione, la tortura e la morte del fratello paiono averlo portato sull’orlo della follia, ma Ariel non se la sente di abbandonarlo e diventano così un trio.

4
(i 3 protagonisti della serie; da sinistra a destra, dall’alto in basso: Ariel, Abner, Behemoth)

La serie, autoprodotta, ha una vita editoriale travagliata: è edita tra il 1994 e il 2002 e si compone di 20 numeri regolari (formato Bonelli) e vari speciali. I primi 10 sono volumetti di 96 pagine editi da Piuma Blu, i restanti 10 numeri sono invece spillati delle Ed. Orione, nata dalle ceneri della defunta Piuma Blu.
La qualità dei disegni è altalenante dato che vari disegnatori si sono avvicendati, alcuni di loro all’epoca esordienti o quasi:
* Ugo Verdi
* Emanuele Manfredi
* Mara Aghem
* Claudio Bisca
* Tiziano Scanu
* Roberto Fabbretti
* Roberto Graziano
* David Messina
* Roberto Pelle
Alcuni comunque hanno fatto un ottimo lavoro, in particolare sono notevoli le tavole dello stesso Ugo Verdi e di Emanuele Manfredi.
A livello di sceneggiatura, direi che è decisamente buona nonostante Manfredi Toraldo fosse all’epoca uno scrittore alle prime armi; i punti più alti della serie sono secondo me il n.7 “Mastini Celesti” e la trilogia “Loup Garou” (n. 11,12,13), mentre il punto dolente è il finale, costretto dalla chiusura della serie e che ho trovato un po’ troppo affrettato.

5
(copertina del volume n.7 “I mastini celesti”)

D’altronde lo stesso Manfredi Toraldo, mi ha detto che ci sono stati dei litigi interni e che il finale non era proprio come avrebbe voluto. I litigi non sono stati risolti pacificamente e quindi lo sceneggiatore non può riprendere la serie (se non con dei romanzi, in pratica Verdi ha i diritti sull’aspetto grafico); tre anni fa però, sulla rivista Brand New della Free Books, è apparso serializzato su più numeri l’episodio zero di 3200, serie ambientata 500 anni dopo le vicende di 2700!
Questo numero è stato un gustoso assaggio e gli articoli di compendio descrivevano un interessante mondo che in questi 500 anni si è evoluto parecchio e in cui le storie di Ariel, Behemoth e Abner sono diventate leggenda!
Alessandro Bottero, nuovo direttore editoriale della Free Books, ha dichiarato in un’intervista l’intenzione di raccogliere in volume le serie presentate su Brand New (http://www.free-books.it/it/collezioni/default.asp?id=16) tra cui, appunto 3200 (e Mickey, a mio parere il più bel fumetto presente sulla rivista!).

6
(copertina del numero zero di 3200, disegno di Paolo Grella)

Io mi auguro che oltre alla ristampa di questo episodio zero, sia data la possibilità a Manfredi Toraldo di poter continuare questa serie che sembra davvero ricca di ottimi spunti! Bottero nel mondo dell’editoria italiana è un personaggio discusso e avrà pure i suoi difetti, ma di certo il coraggio editoriale non gli manca e penso che se c’è qualcuno che potrebbe osare un’avventura del genere sia lui.

Per maggiori informazioni, compreso l’elenco dettagliato dei numeri regolari e dei numerosi albi speciali, potete guardare qui: http://it.wikipedia.org/wiki/2700_%28fumetto%29

A cura di Matteo Salomone


Informazioni sull'autore

Marco Cecini [Barry Allen]Nato a Roma, classe 1982. Appassionato, volitivo, amante di tutto ciò che è epico, eroico, e che rimanda al sapore antico e primigenio del vivere. In quanto tale, il fumetto supereroistico rientra di diritto nel novero delle sue passioni più grandi.Leggi tutti gli articoli di Marco Cecini