Autore Topic: Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross  (Letto 59248 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Clod

  • Orange Lantern
  • *
  • Sociopatico compulsivo da tastiera
  • Post: 25293
Re:Kingdom Come
« Risposta #510 il: 19 Settembre 2015, 08:59:18 »
  • No, sono due


    Inviato dal mio iPad con Tapatalk HD

    We are called Cybermen. We were exactly like you once, but our cybernetic scientists realised that our race was getting weak. Our lifespan was getting shorter, so our scientists and doctors devised spare parts for our bodies until we could be almost completely replaced. Our brains are just like yours, except that certain weaknesses have been removed. Weaknesses like... emotions, pain. You will become like us. You will be upgraded.

    Offline Illmatic

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 542
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #511 il: 04 Novembre 2015, 23:02:46 »
  • L'ho letto qualche giorno fa, nell'edizione che era uscita con Repubblica.
    Davvero una gran bella storia, epica e incisiva. Alex Ross ovviamente da 30 e lode.
    Credo che Waid, su certi aspetti, abbia preso ispirazione da "Lo Squadrone Supremo" di Gruenwald (di cui credo fosse amico, a giudicare dalla prefazione appunto de Lo Squadrone Supremo), pur essendo comunque una storia profondamente diversa.

    Splendida la caratterizzazione di Superman, ma anche di Batman e Wonder Woman. In particolare, mi è piaciuto questo Bruce Wayne non tanto oscuro, ma astuto e comunque "ribelle" (ma senza la tipica cupezza batmaniana degli ultimi decenni, che io a dire il vero amo ma è bello ogni tanto vedere qualche variazione, vedere che qualche autore che si discosta dal Batman milleriano esiste).

    Offline Hermit

    • Justice League
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5068
    • Hail to the king
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #512 il: 11 Novembre 2015, 21:47:45 »
  • L'altro giorno mi era presa la voglia di rileggere questa storia. In assoluto una delle migliori del panorama con due autori che sono in stato di grazia. Di alex ross non ne parliamo proprio, un artista come pochi. Waid riesce a scrivere una storia che sa di politica, sa di sociale ma soprattutto sa di poesia. Un must have per tutti gli amanti del fumetto americano.

    Offline Professor Zoom

    • Speed Force
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6216
    • Il fulmine colpisce sempre due volte
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #513 il: 22 Novembre 2015, 13:33:12 »
  • Letta ,bella storia.
    Una critica al supereroismo anni 90', fatto solo di antieroi con muscoli pompati.
    Anche se inteligentemente pure la "vecchia guardia" viene messa in cattiva luce, con la trinità separata nelle idee
    Spoiler  :
    Wonder Woman è pronta anche a uccidere
    Superman cerca di fare la cosa giusta, senza rendersi conto che i tempi sono cambiati
    Batman è rimasto a combattere, ma allo stesso tempo si è fatto prendere dal suo lato più oscuro
    Bella storia, anche se un po' troppo frettolosa ma capisco che dato il numero di pagine limitato non si poteva fare molto.

    Gli extra dell'absolute sono ESSENZIALi, tutti i legami di parentela. :wub:

    Offline OruamEntil

    • B.P.R.D.
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 552
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #514 il: 27 Gennaio 2016, 14:24:12 »
  • Mi hanno prestato il volumone planeta, serve qualche conoscenza di base per leggere la storia o è godibile anche a me che oltre a Batman conosco ben poco dell'universo dc?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 146310
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #515 il: 27 Gennaio 2016, 14:27:49 »
  • Mi hanno prestato il volumone planeta, serve qualche conoscenza di base per leggere la storia o è godibile anche a me che oltre a Batman conosco ben poco dell'universo dc?

    Non ti serve niente altro.
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori
    I promise you, Bruce.
    You were right to pick me.

    Offline OruamEntil

    • B.P.R.D.
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 552
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #516 il: 27 Gennaio 2016, 14:28:52 »

  • Mi hanno prestato il volumone planeta, serve qualche conoscenza di base per leggere la storia o è godibile anche a me che oltre a Batman conosco ben poco dell'universo dc?

    Non ti serve niente altro.
    Ottimo grazie, stasera lo divoro!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Offline CrazyHorse77

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 36
    Re:Kingdom Come
    « Risposta #517 il: 09 Maggio 2016, 22:50:20 »
  • Appena riletta.....non servono parole :asd:

    Offline sandoz

    • Justice League
    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 288
    • Il crimine non paga.
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #518 il: 08 Luglio 2016, 08:50:51 »
  • Letto un annetto fa un po' distrattamente e facendo una discreta fatica.
    In questi giorni gli darò una seconda lettura più consapevole con più calma.
    Stupendi i disegni di Alex Ross, uno dei disegnatori che più vorrei recuperare attualmente. In cima alla mia lista di recupero c'è superman pace in terra.
    Peccato attualmente io possa "apprezzarli" sull'edizione uscita con repubblica. Chissà dopo questa seconda lettura potrei fare il grande passo verso un'edizione più adatta.

    Offline The Buddha

    • ******
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4445
    • You're Alive!
      • Foto Flood
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #519 il: 08 Luglio 2016, 09:00:50 »
  • Io, per certi versi, continuo a ritenerla superiore a Watchmen.
    "I'm the one who steps from the shadows, all trenchcoat and cigarette and arrogance, ready to deal with the madness. Oh, I've got it all sewn up. I can save you. If it takes the last drop of your blood, I'll drive your demons away. I'll kick them in the bollocks and spit on them when they're down and then I'll be gone back into darkness, leaving only a nod and a wink and a wisecrack. I walk my path alone... who would walk with me?"

    Cosa leggo/ho letto? Swamp Thing (Moore - Millar), V for Vendetta, Watchmen, Il Soldato Fantasma, Hellblazer (Delano - Ennis), Sandman, Batman, Y - The Last Man, Fables, Spawn, The Walking Dead, Kingdom Come, Rising Stars, Animal Man, Shade (Peter Milligan), Ken Parker, Dylan Dog, Hellboy, Preacher, Devil (Miller - Bendis) e tanta altra bella robetta

    Offline sandoz

    • Justice League
    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 288
    • Il crimine non paga.
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #520 il: 11 Luglio 2016, 12:30:34 »
  • Appena finito. Meraviglioso, non capisco come non abbia fatto ad apprezzarlo a pieno la prima volta.
    Il modo in cui è stato caratterizzato Superman è stupendo. Bellissima anche graficamente la scena in cui
    Spoiler  :
    va a chiedere aiuto a batman e distrugge il satellite
    Assolutamente consigliato ai pochi che non lo avessero ancora letto, anche a chi si sta avvicinando da poco all'universo DC.
    Ora vorrei recuperare The Kingdom, che tra l'altro hanno ridistribuito da poco nell'edizione DC Saga

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 27408
    • Never Lose Hope!
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #521 il: 11 Luglio 2016, 12:45:40 »
  • Io, per certi versi, continuo a ritenerla superiore a Watchmen.
    :sisi:
    I Am Looking At The Stars.

    They Are So Far Away, And Their Light Takes So Long To Reach Us.
    All We Ever See Of Stars Are Their Old Photographs.

    Offline Bruce Wayne

    • Arkham Asylum
    • *
    • Whatever
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14205
    • Apophenia
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #522 il: 29 Agosto 2016, 09:02:07 »
  • Riletta grazie all'Operazione Nostalgia:

    Credo sia la seconda o terza rilettura che faccio di questa storia, e il mio parere non è cambiato: non è una delle mie storie preferite.
    La trovo un filo noiosa e pesante e non sono mai riuscito a farmi coinvolgere del tutto dalla storia.

    Mi rendo conto che Waid è un signor scrittore: i personaggi, pur considerando l'età "avanzata" sono caratterizzati molto bene. I disegni di Ross sono i disegni di Ross, nient'altro da dire (però anche in questo caso... non è tra i miei preferiti, lo preferisco a piccole dosi).

    Spoiler  :
    Tra tutti, il personaggio che mi è piaciuto di più è Bruce, o meglio "The Batman" :asd:
    Sarò di parte ma gli altri, soprattutto Superman e Wonder Woman, non trovo che facciano una bella figura.

    Paradossalmente la mia scena preferita è quando i tre si trovano al Planet Krypton nell'epilogo. :lol:
    Nelle mie letture ogni tanto mi capita di vedere scene con loro tre seduti al tavolo a discutere della situazione della League, o del pianeta o di chissà che altro... ed è una cosa che ho sempre apprezzato. Soprattutto quando si incontrano nelle loro vesti "civili".
    Mi fa apprezzare ancora di più il loro rapporto di amicizia e rende "umano" il DCU.
    Vorrei vedere più spesso scene di questo tipo.  :sisi:


    In ogni caso, anche se non è tra le mie preferite, credo sia una storia da leggere almeno una volta nella vita. Per certi versi è una storia importante per la DC e per la sua "mitologia"... ed è uno dei motivi per cui è stata scelta per l'Operazione Nostalgia. :D


    Offline EMC2

    • Speed Force
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4743
    • I live to do the impossible!
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #523 il: 29 Agosto 2016, 09:34:02 »
  • Di seguito il mio commento dopo la lettura per l'Operazione Nostalgia :lol:

    Quando si legge abitualmente di Superman o Batman o di un qualunque altra supereroe nelle sue testate classiche, si è consapevoli di avere a che fare con storie tutto sommato semplici, che possono diventare dei piccoli capolavori ma che difficilmente vanno a smontare, decostruire ed analizzare la figura mitologica e filosofica del supereroe moderno come nella più classica delle reinterpretazione dei miti classici.
    Quando leggi il primo capitolo di Kingdome Come vieni subito colpito da due cose: le tavole di Alex Ross che francamente non sto nemmeno qui ad incensare visto che è tra i più grandi disegnatori di tutti i tempi, e il respiro EPICO che ha la storia.
    La prima sensazione che ho avuto è stata quella di leggere una storia appunto EPICA nel vero senso del termine.
    Non dico che la trama in se e per se passa in secondo piano, ci mancherebbe, ma è come quando sei davanti alla volta della Cappella Sistina, davanti al Giudizio Universale, la Pietà di Michelangelo, la Monna Lisa, il David: rimani bloccato, fermo, immobile ad ammirare ogni singolo centimetro per lasciare impressa nella tua retina quella perfezione frutto del genio di super-uomini, senza stare lì a porti interrogativi su chi fosse David o l’esatto significato allegorico dei gesti di gesù nel Giudizio Universale. Vieni semplicemente travolto dalla Bellezze con la b maiuscola, vieni travolto dai dialoghi di Waid e dai colori di Ross, vieni travolto dalla storia di Dei che scendono tra gli uomini e che interagiscono con loro.
    Spoiler  :
    Poi prosegui con la lettura e apprezzi la sfumatura e l’approfondimento dell’eterno dualismo tra umani e superumani, simboleggiati da Batman e Superman; apprezzi l’analisi del dissidio tra Clark/Superman, il rovescio dei ruoli con la nascita del Gulag, l’evoluzione o de-voluzione del personaggio di Diana, il finale perfetto.
    Un’opera eterna. Punto.


    Whenever I entered the Speed Force, I knew that I still had an anchor to the real world.
    A love like a lightning rod. I could always find my way back to her ..
    find my way home ...
    so long as our bond wasn't broken


    Offline Professor Zoom

    • Speed Force
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6216
    • Il fulmine colpisce sempre due volte
    Re:Kingdom Come - di Mark Waid & Alex Ross
    « Risposta #524 il: 30 Agosto 2016, 18:44:17 »
  • Operazione nostalgia
    Spoiler  :
    Ho sempre pensato che Kingdom Come fosse l'anti-Watchmen, le due opere hanno molto in comune, ma i messaggi finali sono all'opposto.
    In Watchmen gli Dei (Manhattan) abbandonano la Terra, sono completamente disinteressati agli umani, mentre gli uomini si proclamano sovrani del mondo (Oz) oppure finiscono chiusi nella loro morale (Rosch).
    Anche in KC all'inizio sembra così, i Super (vecchi e nuovi) si disinteressano completamente a quello che vogliono gli umani, mentre gli uomini cercano di guidare la terra per quello che secondo loro è meglio (FLU) oppure si ritirano combattendo solo per quello che importa a loro(Batman).
    Tutte e due le storie finiscono con una bomba che uccide migliaia di persone, eppure la morale è diversa, in Watchmen il messaggio finale è pessimista, nessuno ha osservato gli Watchmen e questi hanno distrutto una città (ognuno ha le sue colpe); in KC gli Eroi vengono richiamati sulla Terra dalla bomba, si guardano intorno e si chiedono: Cosa abbiamo fatto? E si pentono delle loro azioni.

    Quello che le due opere hanno in comune (poi smetto di parlare di Watchmen, giuro  :lolle:) è il non avere un giusto e uno sbagliato
    - I nuovi eroi sono più vicini ai criminali che agli eroi, ma questo avviene perché i loro predecessori si sono ritirati e non hanno dato il buon esempio alla nuova generazione, è facile lamentarsi dei giovani ma bisogna ricordare chi li ha, o non li ha, educati (e questo vale anche nella vita reale ;)).
    -La vecchia generazione oltre, come ho detto prima, non essere stata capace di dare il buon esempio, pecca sopratutto quando torna.
    Si pongono come salvatori, ma non ascoltano i piccoli esseri umani, li trattano come piccoli animali, li proteggono ma decidono per loro pensando che non siano in grado di badare  loro stessi.
    -Il FLU allo stesso modo si pone come un consiglio segreto che vorrebbe rappresentare l'umanità, ma che nel farlo si dimentica di salvaguardare la gente pensando che la perdita di alcuni basti per la salvezza di molti
    -L'esercito di Batman (concordo con Bruce :batman:) è quello che fa la migliore figura, ma rimane colpevole di avere atteso anni per sistemare la situazione (e senza Superman probabilmente non sarebbero mai intervenuti).
    Credo che quello che dice Lo Spettro rappresenti questo, la storia inizia con L'Angelo della Morte che vuole cercare i colpevoli per la futura Apocalisse, ma alla fine decide di non punire nessuno perché "troppi sono già morti" e non c'è nessun vero colpevole (anche se io punterei su WW  :P).

    Ora passiamo ai personaggi:
    -Superman: il vero protagonista di questa storia, paradossalmente quello che è spesso considerato l'eroe più umano qui pecca di umiltà; si lamenta perché i nuovi eroi si erigono a Giudice, Giuria e Boia, ma in seguito lui stesso caccia tutti in una prigione senza farsi problemi (non c'è nessun processo).
    Vorrei proporvi una riflessione su Superman, nel fumetto viene ripetuto che i valori di Kal siano vecchi e che non si adattano ai tempi, ma io non credo che la morale debba essere dipendente dal tempo: i valori di Uguaglianza e Giustizia sono valori universali e non potranno mai essere fuori moda.
    -Batman: come ho già detto fa la figura migliore, ma anche lui ha i suoi lati oscuri, adoro quando dice a Kal se pure a lui non è venuto un brivido quando ha saputo della morte dei criminali, credo sia molto importante: Batman non uccide, non lo fa perché la sua infanzia è stata rovinata da una pistola e si auto impone di non farlo, ma nonostante tutto un angolo della sua mente oscura non può non provare piacere nella morte dei suoi avversari, è più forte di lui. Personalmente è una cosa che capisco, sono per il rispetto di tutte le vite, ma molto spesso capita che quando uccidono un terrorista/killer/avetecapito una parte di me fa fatica a non gioire.
    -Wonder Woman: il peggiore degli eroi, frustata dall'essere stata destituita scarica la propria rabbia sui suoi nemici, fino ad arrivare alla fine dove non c'è molta differenza tra lei e gli stessi. Personalmente per tutta la vicenda l'ho vista come una sorta di coscienza malvagia per Superman.
    -Capitan Marvel: Forse l'eroe meglio usato durante il fumetto, come più volte ripetuto è l'unico che sa cosa vuol dire essere sia umano sia divino ed è per questo che spetta a lui scegliere (e sacrificarsi) il destino delle due razze, che alla fine non hanno nessuna vera differenza, quando vi chiedono chi ha scelto alla fine Marvel rispondete sempre: La Vita.
    Non posso menzionare tutti gli eroi, ma adoro come vengono rappresentati i vari Aquaman, Martian Manhunter, Flash... e tutti i loro figli.

    Faccio notare che il fumetto inizia con la morte di un eroe della Golden Age (Sandman) e finisce con la morte di un secondo campione dell'epoca d'oro (Capitan Marvel/Billy). ;)

    Scusate se mi sono dilungato un po'. :asd: