Autore Topic: Spider-Man: La Saga del Clone  (Letto 54476 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Hugostrange70

  • *
  • Legge a malapena il suo nome...
  • Post: 173
Re:Spider-Man: La Saga del Clone
« Risposta #465 il: 06 Luglio 2020, 18:16:58 »
  • Cavolo, questa è una saga che mi ha sempre attirato molto, ma con cui ho sempre avuto dei dubbi per via dei pareri contrastanti.
    pensa che a me la saga del clone mi ha fatto abbandonare l uomo ragno. Di batman già ce ne era uno, all improvviso tutto quel tono oscuro, tutti quei nuovi nemici, be' non c'è l ho fatta proprio. A metà saga ho gettato la spugna e buonanotte al secchio. Certo questo è solo il mio parere, la mia esperienza, ma per me l uomo ragno resta essenzialmente quello di stan Lee e John romita, Gil Kane, gerry convway, Ross andru. Tutta quell atmosfera che si respira in questa saga mi sa di artificioso, ma magari sono io che non ho capito una mazza  :asd:

    Offline Webster

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 782
    Re:Spider-Man: La Saga del Clone
    « Risposta #466 il: 06 Luglio 2020, 18:57:09 »
  • Io come avrò sicuramente già raccontato ho abbandonato col "reset" della numerazione post Capitolo Finale, ma la qualità media era già abbondantemente scesa dalla saga del clone in poi (che all'epoca mi aveva gasato ma che trovo invecchiata maluccio).
    L'ultimo Uomo Ragno meritevole è il Ladro di Vita.
    Indosso una maschera affinché mi si possa riconoscere. Senza di essa, io non sono che me stesso all'interno di mura invalicabili.

    VENDO Transmetropolitan, Outcast ecc: http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(misp)-vendo-moebiusbastard!!-cerco-preacher-vol-2/msg1638776/#msg1638776

    Offline Ben-Point

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 710
    • "Kono Ben niwa yume ga aru."
    Re:Spider-Man: La Saga del Clone
    « Risposta #467 il: 06 Luglio 2020, 19:03:42 »
  • Ah io quei tempi non li ho vissuti, quindi diciamo che se iniziassi ipoteticamente a leggere il Ragno da quel periodo mi sarebbe tutto molto nuovo, specialmente se si distanzia dal tipico Uomo Ragno delle origini (quello più "solare", diciamo). Grazie comunque per le risposte, molto probabilmente ci penserò ancora per un bel po'. :up:
    ~ Ben

    Offline mar-vell

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4906
      • fumetti marvel
    Re:Spider-Man: La Saga del Clone
    « Risposta #468 il: 06 Luglio 2020, 19:53:00 »
  • ma per me l uomo ragno resta essenzialmente quello di stan Lee e John romita, Gil Kane, gerry convway, Ross andru. Tutta quell atmosfera che si respira in questa saga mi sa di artificioso, ma magari sono io che non ho capito una mazza  :asd:

     :up: :up: :up: :up: :clap: :clap: :clap: :clap:
    Il Mio Nuovo Sito Fumetti Marvel


    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9974
    Re:Spider-Man: La Saga del Clone
    « Risposta #469 il: 06 Luglio 2020, 21:17:06 »
  • pensa che a me la saga del clone mi ha fatto abbandonare l uomo ragno. Di batman già ce ne era uno, all improvviso tutto quel tono oscuro, tutti quei nuovi nemici, be' non c'è l ho fatta proprio. A metà saga ho gettato la spugna e buonanotte al secchio.
    Io ci ero andato molto vicino all'abbandono. Non mollai in quel periodo solo perché non credevo fosse possibile quanto stavo leggendo, doveva essere un incubo.
    E alla fine è quello che poi è realmente diventato. L'incubo dello Spiderman degli anni '90. 

    Poi però arrivò Mefisto, "One More Day" e ne approfittai per mollare Spidey.




    Certo questo è solo il mio parere, la mia esperienza, ma per me l uomo ragno resta essenzialmente quello di stan Lee e John romita, Gil Kane, gerry convway, Ross andru. Tutta quell atmosfera che si respira in questa saga mi sa di artificioso, ma magari sono io che non ho capito una mazza  :asd:
    Non è che non hai capito una mazza.
    Hai citato delle pietre miliari della storia del ragnetto.
    Non c'è proprio da paragonarle con le storie della saga del clone anni '90.
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline Hugostrange70

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 173
    Re:Spider-Man: La Saga del Clone
    « Risposta #470 il: 06 Luglio 2020, 22:01:04 »
  • pensa che a me la saga del clone mi ha fatto abbandonare l uomo ragno. Di batman già ce ne era uno, all improvviso tutto quel tono oscuro, tutti quei nuovi nemici, be' non c'è l ho fatta proprio. A metà saga ho gettato la spugna e buonanotte al secchio.
    Io ci ero andato molto vicino all'abbandono. Non mollai in quel periodo solo perché non credevo fosse possibile quanto stavo leggendo, doveva essere un incubo.
    E alla fine è quello che poi è realmente diventato. L'incubo dello Spiderman degli anni '90. 

    Poi però arrivò Mefisto, "One More Day" e ne approfittai per mollare Spidey.




    Certo questo è solo il mio parere, la mia esperienza, ma per me l uomo ragno resta essenzialmente quello di stan Lee e John romita, Gil Kane, gerry convway, Ross andru. Tutta quell atmosfera che si respira in questa saga mi sa di artificioso, ma magari sono io che non ho capito una mazza  :asd:
    Non è che non hai capito una mazza.
    Hai citato delle pietre miliari della storia del ragnetto.
    Non c'è proprio da paragonarle con le storie della saga del clone anni '90.
    infatti caro Largand anche se non ho letto quello che è venuto dopo, credo proprio di aver fatto bene a mollare tutto. Secondo me l ultimo scrittore bravo sul ragnetto è stato Jean Marc de matteis. Anche se già era un ragno diverso da quello che conoscevamo, le sue storie mi intrigavano parecchio devo dire, anche se forse senza volerlo e stato lui a dare il via a tutto quello che è venuto dopo. Ovvero l ultima caccia di kraven, che come ormai tutti sanno era stata pensata in origine per batman.