Autore Topic: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti  (Letto 8851 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Il Viandante

  • *
  • Legge a malapena il suo nome...
  • Post: 456
  • Signori,temete...l'uomo medio!
Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
« Risposta #15 il: 06 Settembre 2011, 14:02:04 »
  • Davvero disponibile Lorenzo Corti!Non sono in molti quelli che hanno un contatto aperto con il pubblico  :up:



    Offline rplant

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 925
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #16 il: 06 Settembre 2011, 15:04:44 »
  • Grande RW...  FACCI SOGNARE!  :clap:

    Peter Parker

    • Visitatore
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #17 il: 06 Settembre 2011, 15:47:56 »
  • Bella intervista e grazie a Lorenzo Corti!  :clap:

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9683
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #18 il: 06 Settembre 2011, 16:31:09 »
  • Citazione
    "voglio rassicurare i lettori italiani che nel prossimo futuro avranno con le normale progressione dell’editore ,un bel po’ di albi e volumi DC, Vertigo e MAD da leggere, anche se non è ancora deciso quanti tra spillati e volumi."
    Traduzione personale: Spillati Superman, Batman e Lanterna Verde, il resto in volumi.

    Citazione
    "Niente verrà messo da parte senza una corretta considerazione".
    Traduzione personale: Se non prevediamo buone vendite lo metteremo ugualmente da parte.

    Citazione
    oltre alle novità in arrivo è prevista una politica ristampe massiccia di materiale d’epoca, come accadeva in casa Planeta? Potete annunciare qualche titolo o collana?

        "Io credo che tutto debba essere equilibrato per evitare il più possibile devastanti effetti fisarmonica".

    Traduzione personale: Non aspettatevi ristampe e recuperi a pioggia perchè il mercato non li regge.

    Citazione
    È possibile anticipare qualcosa su un’eventuale politica specifica legata alle edicole? La Planeta all’inizio proponeva molto materiale, poi il parco testate si è ridotto moltissimo, limitandosi a Supeman, Batman e qualche grande evento.

        "L’edicola oggi è uno dei terreni più delicati da gestire per la sua dinamica commerciale. Saremo certamente presenti, e stiamo anche valutando una formula nuova per mantenerla in maniera adeguata, sfruttando le sinergie con il nostro distributore. È ovvio che, senza esagerare, in futuro Batman e Superman non possono restare sempre da soli".

    Traduzione personale:Lanterna Verde tornerà presto in edicola a fare compagnia all'Azzurrone ed al Pipistrello. Ma, vista la delicatezza del terreno (edicola), per molte altre cose rimarrà la fumetteria.
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline Matches Malone

    • Batman Inc.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 12973
    • Imagination is the 5th dimension.
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #19 il: 06 Settembre 2011, 17:16:07 »
  • Non è che si poteva pensare che si mettesse a spiattellarci il piano editoriale, d'altronde  :ahsisi:

    Le risposte dicono che questa casa editrice, al contrario degli spagnoli, vuole comunicare con i lettori in maniera massiccia e vuole nei limiti delle possibilità (come ha fatto notare con grande ottimismo Mon :lol: ) mantenere la continuità con gli iberici predecessori...il che è già tanto.

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 146263
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #20 il: 06 Settembre 2011, 17:19:39 »
  • Secondo me ha già detto più di quanto non avesse detto in precedenza...  ^_^
    Certo vorremmo sapere tutto e subito ma non  è possibile per ora  :ahsisi:
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori
    I promise you, Bruce.
    You were right to pick me.

    Lois Lane

    • Visitatore
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #21 il: 06 Settembre 2011, 17:26:57 »
  • beh ci sono cose molto improtanti:

    - canale di comunicazione italiano e disponibile, con uno staff che ha nome e cognome, fisso.

    - disponibilità di gestire il mercato delle edicole

    - piano editoriale studiato per avere una base classica con eventualmente la possibilità di espandersi

    - riproposte  e ristampe non a casaccio ma facendo riferimento all'effettivo bisogno (quindi se sono introvabili)

    - mantenimento delle numerazione planeta e successivo cambiamento con l'avvento in italia del reboot.

    insomma, il piano sicuro non possono dirlo perchè planeta non ha fatto sapere il suo per i prossimi 4 mesi.

    ma di cose interessanti ne sono emerse  ^_^


    Offline Jonathan Crane

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2199
    • Al rogo i minestroni! Unitevi a noi!
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #22 il: 06 Settembre 2011, 18:56:12 »
  • Buona intervista. Certo, non si è sbottonato molto, ma d'altronde era ovvio visto che i tempi non sono ancora maturi. Qualcosa c'è, e sono fiducioso. Complimenti per l'intervista! :up:

    Mi era passata di mente l'idea di iniziare a seguire in originale, ma non vorrei perdermi il debutto della Lion. Per il resto meglio che scrivo in un topic più apposito.

    Comunque sia, penso che qualche "traduzione personale" di Mon-El sia così lontana dalla verità, in particolare il secondo ed il terzo punto.
    Fondatore e Leader dell'Anti-Minestrone League



    Ho rovinato la vita di così tanta gente, non posso mica ricordarmi di tutti!

    (Piccola pausa di riflessione. Ritornerò.)

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9683
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #23 il: 07 Settembre 2011, 11:54:26 »
  • Comunque sia, penso che qualche "traduzione personale" di Mon-El sia così lontana dalla verità, in particolare il secondo ed il terzo punto.
    Sia...o non sia lontana dalla verità?
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline rplant

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 925
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #24 il: 07 Settembre 2011, 14:40:05 »
  • Mon-El pessimista... ma anche realista.




    P.S.: però un po' di speranza in più non guasterebbe in questo momento -_-

    hey

    • Visitatore
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #25 il: 07 Settembre 2011, 14:45:05 »
  • Quoto Mon-El :sisi:

    Offline Green Hankey

    • Indipendenti
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 13411
    • Fucking Time Travel
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #26 il: 07 Settembre 2011, 14:46:36 »
  • ma  un po' di ottimismo per una volta  :lolle:
    I've got new kidneys. I don't like the colour.

    Peter Parker

    • Visitatore
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #27 il: 07 Settembre 2011, 15:32:33 »
  • ma  un po' di ottimismo per una volta  :lolle:

     :ahsisi:

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9683
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #28 il: 07 Settembre 2011, 15:45:51 »
  • ma  un po' di ottimismo per una volta  :lolle:
    L'ottimismo mi va benissimo ma per mia natura preferisco sempre partire da aspettative piuttosto basse, così non rischio di rimanere deluso.
    Ho visto in questi decenni che i lettori D.C. in italia diminuiscono sempre di più. Più della normale, continua, emorragia di lettori in generale.
    Parlandoci a viso aperto, la Marvel in italia un tempo poteva contare su un bel zoccolo duro, erede dei lettori Corno degli anni '70, che avevano inculcato nei loro figli, o nipoti (se erano zii), il loro amore verso i personaggi della casa di Spiderman & Co.
    E questo ha alimentato le vendite Marvel in italia nel decennio 1990-2000.
    La D.C. non ha avuto nemmeno questa fortuna, in questi anni.

    Oggi inoltre il personaggio in sé attira sempre di meno.
    Il lettore attuale, o almeno la maggioranza dei lettori attuali diciamo, non si affeziona più al personaggio ma agli autori.
    E questo per la D.C. è ancora più dannoso rispetto alla Marvel, perché ha i personaggi più vecchi del mondo, e l'unico "cool", che ha presa sui ragazzi di oggi, è Batman, per tanti svariati motivi che sarebbe troppo lungo elencare.

    Queste sono cose che gli addetti ai lavori sanno benissimo. Per questo dico "Non aspettiamoci tanti albi in più rispetto alla Planeta degli ultimi due anni".
    Perché non è questione di refusi in Spagnolo o di mancanza di comunicazione tra lettori e Redazione.
    Siamo in pochi. E' questa la triste realtà.
     
     
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline Il Viandante

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 456
    • Signori,temete...l'uomo medio!
    Re: Il ruggito della DC: intervista a Lorenzo Corti
    « Risposta #29 il: 07 Settembre 2011, 15:53:34 »
  • ma  un po' di ottimismo per una volta  :lolle:
    L'ottimismo mi va benissimo ma per mia natura preferisco sempre partire da aspettative piuttosto basse, così non rischio di rimanere deluso.
    Ho visto in questi decenni che i lettori D.C. in italia diminuiscono sempre di più. Più della normale, continua, emorragia di lettori in generale.
    Parlandoci a viso aperto, la Marvel in italia un tempo poteva contare su un bel zoccolo duro, erede dei lettori Corno degli anni '70, che avevano inculcato nei loro figli, o nipoti (se erano zii), il loro amore verso i personaggi della casa di Spiderman & Co.
    E questo ha alimentato le vendite Marvel in italia nel decennio 1990-2000.
    La D.C. non ha avuto nemmeno questa fortuna, in questi anni.

    Oggi inoltre il personaggio in sé attira sempre di meno.
    Il lettore attuale, o almeno la maggioranza dei lettori attuali diciamo, non si affeziona più al personaggio ma agli autori.
    E questo per la D.C. è ancora più dannoso rispetto alla Marvel, perché ha i personaggi più vecchi del mondo, e l'unico "cool", che ha presa sui ragazzi di oggi, è Batman, per tanti svariati motivi che sarebbe troppo lungo elencare.

    Queste sono cose che gli addetti ai lavori sanno benissimo. Per questo dico "Non aspettiamoci tanti albi in più rispetto alla Planeta degli ultimi due anni".
    Perché non è questione di refusi in Spagnolo o di mancanza di comunicazione tra lettori e Redazione.
    Siamo in pochi. E' questa la triste realtà.
     
     

    Mi hai fatto venire da piangere...ma hai ragione  :sisi: