Autore Topic: Guida alla ottimizzazione di un articolo  (Letto 6067 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Skull Knight

  • Amministratore
  • *
  • Legge a malapena il suo nome...
  • Post: 6
Guida alla ottimizzazione di un articolo
« il: 22 Marzo 2013, 19:09:53 »
  • Carissimi Leaguers, salve a tutti!

    La seguente guida ha come scopo quello di ottimizzare la produzione di contenuti, tenendo in grande considerazione l'aspetto SEO. A volte come esempio è stato utilizzato l'articolo "Lo Hobbit - un viaggio inaspettato" e a tal riguardo vorrei precisare che tale scelta non è supporta da particolari motivi tecnici quanto dal fatto che, essendo un fan della saga, la lettura ne è risultata molto piacevole (i miei complimenti all'autore  :) ).
    È possibile visualizzare come era l'articolo prima degli interventi utilizzando l'ultima revisione dell'autore originale.
    Passiamo ora ai contenuti della guida.

    01 - TITOLO DELL'ARTICOLO
    Il titolo dell'articolo, cioè il contenuto del tag html <title>, rappresenta uno dei fattori di maggior importanza per il posizionamento nei risultati di un motore di ricerca; non a caso, insieme all'url e allo snippet che contiene il "description", è ciò che il motore di ricerca mette in evidenza come risultato.

    Per quanto riguarda la struttura del titolo, bisogna tener presente che:
    • I motori di ricerca danno maggior importanza alle parole ad inizio titolo, quindi se le parole chiave sono all'inizio del titolo dell'articolo, si otterrà, a parità di fattori SEO, un risultato migliore per il ranking.
    • Chi cerca nel web empiricamente considera le prime parole del testo mentre scorrono i risultati di ricerca. Se le parole chiavi sono all'inizio si avrà quindi una maggiore probabilità di visita della pagina.
    • I motori di ricerca tendono a troncare titoli molto lunghi.
    In definitiva le regole d'oro da rispettare sono:
    • Titolo contenente la/le keyword principale/i, meglio se all'inizio del titolo
    • Lunghezza massima 65-70 caratteri
    • Titolo semanticamente corretto
    ESEMPI DI TITOLO
    • TITOLO: "Lo hobbit - un viaggio inaspettato"
      • Keyword: hobbit => OK
      • Posizione keyword: all'inizio => OK
      • Lunghezza titolo: minore di 70 caratteri => OK
      • Semantica: titolo rispecchia contenuto => OK
    • TITOLO: "Recensione su lo hobbit - un viaggio inaspettato"
      • Keyword: hobbit, recensione => OK
      • Posizione keyword: all'inizio => OK
      • Lunghezza titolo: minore di 70 caratteri => OK
      • Semantica: titolo rispecchia contenuto => OK
    • TITOLO: "Al cinema uno dei più grandi film della stagione: lo hobbit - un viaggio inaspettato"
      • Keyword: hobbit, film, cinema => OK
      • Posizione keyword: alla fine qiuella di maggiore importanza => NOT SO OK
      • Lunghezza titolo: 70 caratteri (spazi esclusi) => NOT SO OK
      • Semantica: titolo rispecchia contenuto => OK
    • TITOLO: "L'evento più atteso del secolo al cinema: nelle sale italiane il film fantasy da non perdere nella maniera più assoluta"
      • Keyword: n.d. => NOT OK
      • Posizione keyword: n.d. => NOT OK
      • Lunghezza titolo: maggiore di 70 caratteri => NOT OK
      • Semantica: titolo vago e ambiguo => NOT OK
      • Conclusione: ABSOLUTELY NOT OK - WORST TITLE EVER!!!
    Note sul titolo
    Un buon titolo farà in modo che l'url, e quindi il permalink, sia già ottimmizzato per i motori di ricerca.

    02 - STRUTTURA E CONTENUTO DELL'ARTICOLO
    È importante strutturare il contenuto in maniera da poter catturare l'attenzione del lettore. Per far ciò è fondamentale far corretto uso dei tag html di heading (disponibili nel menù formato dell'editor - vedi figura successiva); tali tag html sono detti anche "marcatori di testata" e sono: Titolo 2, Titolo 3, Titolo 4, Titolo 5 e Titolo 6 (rispettivamente <h2>, <h3>, <h4>, <h5> e <h6> - il tag html <h1> è già presente e corrisponde al titolo dell'articolo).


    Come strutturare correttamente gli heading tag? Ce lo dice semplicemente google nelle buone norme del suo SEO starter guide, che qui riporto:
    Citazione
    • Immaginare di scrivere un sommario: come se si stesse scrivendo un sommario per un giornale, pensare a quali saranno i punti principali e secondari del contenuto della pagina e decidre come usare le intestazioni in modo appropriato.
      Evitare di:
      • porre nelle intestazioni testo che non è utile nel definire la struttura della pagina;
      • usare le intestazioni dove altri tag come <em> (corsivo) o <strong> (grassetto) sarebbero più appropriati
    • Utilizzare le intestazioni con moderazione: usare le intestazioni quando ha senso farlo. Troppe intestazioni su una sola pagina possono creare difficoltà all’utente nel leggere il contenuto e distinguere i vari argomenti.
      Evitare di:
      • fare un uso eccessivo delle intestazioni;
      • inserire tutto il testo di una pagina dentro ad un’intestazione;
      • usare le intestazioni a fini meramente grafici e non per definire la struttura del contenuto;

    ESEMPIO DI STRUTTURA
    • TITOLO 1 (Titolo Articolo) - "LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO"
      [contenuto del paragrafo]
      • TITOLO 2 - "Il concetto di viaggio ne Lo Hobbit"
        [contenuto del paragrafo]
        • TITOLO 3 - "Un breve e selezionato excursus sul viaggio nella Letteratura di J.R.R. Tolkien"
          [contenuto del paragrafo]
      • TITOLO 2 - "Un viaggio inaspettato: un'analisi sul primo film della trilogia de Lo Hobbit"
        [contenuto del paragrafo]
        • TITOLO 3 - "Viaggio nella Terra di Mezzo - Ritorno in nuova zelanda"
          • TITOLO 4 - "Il ruolo della natura ne Lo Hobbit"
            [contenuto del paragrafo]
        • TITOLO 3 - "La trama de Lo Hobbit"
          [contenuto del paragrafo]
        • TITOLO 3 - "Scheda tecnica del film"
    03 - FORMATO IMMAGINI
    Per quanto riguarda le immagini bisogna tener presenti le seguenti norme:
    • Il nome del file dell'immagine deve essere "user friendly".
    • Il titolo dell'immagine deve essere "semantico"
    • Il testo alternativo deve descrivere sufficientemente l'iimmagine - serve all'indicizzazione nei motori di ricerca
    • La didascalia - l'elemento più sottovalutato in assoluto - ideale se presente
    • La dimensione dell'immagine deve essere accettabile (evitare assolutamente immagini nell'ordine dei Megabyte)
    Per sistemare i valori dei punti 2, 3 e 4 basta selezionare l'immagine in fase di editing articolo, cliccare sulla piccola iconcina che compare in sovrapposizione ed inserire o modificare quanto è necessario (vedi figurare seguenti)



    ESEMPI DI FORMATO IMMAGINI

    CASO POSITIVO
    • Nome file: batman-versus-predator.jpg => OK
    • Titolo Immagine: "La copertina di Batman Versus Predator" => OK
    • Testo Alternativo: "copertina batman versus predator" => OK
    • Didascalia: "La copertina del primo numero di Batman VS Predator edito dalla Dark Horse" => OK
    • Dimensione: 59 KB => OK
    CASO NEGATIVO
    • Nome file: tumblr_weh5g6cmnu1.jpg => NOT OK
    • Titolo Immagine: "batman" => NOT SO OK
    • Testo Alternativo: "tumblr_weh5g6cmnu1" => NOT OK
    • Didascalia: n.d. => NOT OK
    • Dimensione: 856 KB => NOT SO OK
    NOTE SUL FORMATO IMMAGINI
    Riguardo al punto 5 delle norme per il formato delle immagini, si tenga presente che la velocità "oggettiva" di caricamento di un sito è divenuto uno dei parametri di ranking e che la connessione attraverso dispositivi mobili non sempre è così efficiente come quella ottenuta attraverso ADSL.

    04 - TAG ARTICOLO E FORMATTAZIONE
    In questo caso ci si riferisce non ai tag HTML ma ai tag propri della struttura di un blog. Ecco alcune cose da tener bene a mente:
    • I tag devono essere un valore aggiunto al contenuto, qualcosa che possa tornare utile all'utente nella ricerca di contenuti all'interno del sito
    • Un uso smodato di tag, soprattutto quelli che non hanno alcuna relazione con keyword o contenuto significativo, è soggetto a penalizzazioni
    • Quando si crea un nuovo tag domandarsi se il tag verra riutilizzato nei mesi successivi: se infatti un tag esiste per un solo articolo e basta, si ha de facto un duplicato
    • Evitare assolutamente tag simili (creano duplicati e quindi penalizzano)
    NOTE SULLA FORMATTAZIONE
    Utilizzare il grassetto per le keyword e fare attenzione quando si copia-incolla del contenuto proveniente dal forum: si rischiano di ottenere dei tag HTML non conformi alle specifiche attuali del W3C (ad esempio <b> al posto di <strong>, etc)

    05 - UTILIZZO DEL PLUGIN PER L'OTTIMIZZAZIONE SEO
    Attraverso il Plugin Wordpress DEO by YOAST si ha a disposizione in fondo all'editor dell'articolo un efficace e meraviglioso strumento per testare il vostro contenuto in termini di ottimizzazione per i motori di ricerca (soprattutto la scheda Analisi della pagina).
    L'utilizzo è molto semplice ed intuitivo, ma nel caspo ci fossero dubbi sono pronto a chiarire insieme al Doc nell'apposito topic sulla scrittura degli articoli.

    Grazie per la pazienza e buon editing!  :up:
    « Ultima modifica: 23 Marzo 2013, 02:13:35 da Skull Knight »

    Offline Barry Allen

    • Amministratore
    • *
    • T.F.M.A. Since 1956
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 22986
    • Scarlet Speedster
      • www.dcleaguers.it
    Re:Guida alla ottimizzazione di un articolo
    « Risposta #1 il: 27 Agosto 2014, 22:54:34 »
  • Intanto apro questo topic per discutere delle linee guida che devono avere gli articoli inseriti sul sito affinché risultino ben scritti per gli utenti e per gli spider di Google e simili.

    Prima di tutto inizierei con la formattazione di base.

    Colori e titoli
    Dovreste evitare di utilizzare i colori per i titoli delle sottosezioni negli articoli. In alternativa dovreste utilizzare la formattazione integrata in wordpress con Testata 1, Testata 2, Testata 3, Testata 4, ecc. (Questi corrispondono ai tag HTML h1, h2, h3, h4...). Ho modificato il css proprio per sistemare la visualizzazione e vi assicuro che Google et similia prediligono questo genere di formattazione "gerarchica".
    Il titolo di ogni articolo corrisponde a "Testata 1", quindi voi dovreste utilizzare dal 2 in poi. Un esempio potrebbe essere questo, dove ho rimpiazzato i titoli degli albi che erano in rosso e in grassetto con dei titoli "testata 4". In automatico verranno colorati seguendo lo stile generale del sito e avranno uno stile anche più omogeneo con il resto dei contenuti.

    Allineamento del testo
    Adesso il testo degli articoli risulta automaticamente giustificato. Non serve dunque inserirvi la formattazione giustificata.  ;)

    Le immagini
    Inserite sempre tutte le informazioni in maniera dettagliata per ogni immagine. E' molto importante. Cercate inoltre di utilizzare gli strumenti per le immagini per posizionarle a destra o a sinistra del testo così da evitare di spezzare di continuo la lettura. Qui trovate un esempio con il posizionamento delle immagini.

    Spezzare l'articolo con le immagini
    Una buona soluzione è anche quella di spezzare l'articolo per analizzare diversi albi con questo stile: http://www.dcleaguers.it/faq/batman-la-run-morrison/
    Cioè mettendo delle immagini sempre della stessa dimensione, stile banner, per aiutare a distinguere le varie parti di un lungo articolo.

    I link
    Cercate di evitare di mettere link lunghi dentro gli articoli, per esempio quelli di bookdepository; inseriteli invece come "corredo" al testo con lo strumento link integrato nel pannello di inserimento. Eviterete di dare un fastidioso effetto di lettura e problemi con l'allineamento del testo. Questa soluzione è sempre preferibile.
    "Respira, Barry. Respira...
    Ascolta l'aria, il vento che ti sfiora la faccia.
    Senti il terreno... I tuoi piedi, che ti spingono sempre più velocemente.


     
    Senti il fulmine, Barry. Tocca il fulmine. Senti la sua potenza... La sua elettricità.
    Scorre nelle tue vene, come un fuoco dentro di te, viaggiando lungo ogni singolo nervo del tuo corpo. Come una scossa...



    Non sei più te stesso, ora. Sei parte di qualcosa di più... Come una Forza della Velocità. E' tua."