Autore Topic: Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts  (Letto 18491 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online nickorso90

  • Speed Force
  • *
  • Nerd geneticamente modificato
  • Post: 3095
  • "I sogni modellano la realtà"
Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
« Risposta #435 il: 28 Marzo 2018, 11:42:16 »
  • Posso anche capire (e anche no) che il film piaccia, ma metterlo al fianco o un pelino sotto Raimi... lo trovo davvero troppo.
    Io per esempio i film di Raimi li rivedo quando mi capita, ma questo proprio interesse sotto zero.
    Che devo dire, contenti voi.

    La trilogia di Raimi rimane là, sicuramente.

    (E parla uno a cui è piaciuto anche Spider-Man 3 :lolle:)

    Però mi piace molto anche la versione "alternativa" dell'MCU, proprio perché pur essendo molto diversa dal fumetto riesce a mantenerne l'essenza.

    Mi ha convinto Peter, la sua caratterizzazione, il "suo" Spider-Man, insomma.

    Mi è anche piaciuta molto l'integrazione con l'MCU, che ci stava.

    ....il tutto senza scomodare Michael Keaton, che considero ad oggi il miglior Batman ed il miglior villain Marvel :ahsisi: :wub:
    A me ha convinto molto più come Peter che come Spider-man...sotto questo punto di vista intravedo qualcosa giusto nel finale  :sisi:

    Online Guardiano della Notte

    • Arkham Asylum
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 15961
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #436 il: 28 Marzo 2018, 11:44:26 »
  • Michael Keaton, che considero ad oggi il il miglior villain Marvel :ahsisi: :wub:

     :quoto:
    Insieme a Loki ma è un villain atipico.
    E attendendo Thanos

    Certo, si parlava di quelli visti finora. Thanos è tutto da scoprire e con molte aspettative. Cmq a era piaciuto anche Ultron, anche se so di essere in minoranza.
    Il Sole dell'Impero, il romanzo ucronico dieselpunk
    del vostro amato utente Guardiano della Notte
    Topic della discussione del romanzo: Il Sole dell'Impero

    Offline pumui75

    • X-Men
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5433
    • marvel zombie, fissato con i crossover e star trek
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #437 il: 28 Marzo 2018, 11:45:37 »
  • non andiamo OT con tutti questi paragoni fra film vari !
    Film è arrivato su SKY CINEMA !!
    saluti dal colle ASTAGNO DI ANCONA

    Offline Clod

    • Orange Lantern
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25262
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #438 il: 28 Marzo 2018, 11:49:11 »
  • Forse mi sono spiegato male; Raimi è al top, questo è in mezzo, in fondo ci stanno i filmazzi di Webb.

    Inviato dal mio GT-I9195I utilizzando Tapatalk


    We are called Cybermen. We were exactly like you once, but our cybernetic scientists realised that our race was getting weak. Our lifespan was getting shorter, so our scientists and doctors devised spare parts for our bodies until we could be almost completely replaced. Our brains are just like yours, except that certain weaknesses have been removed. Weaknesses like... emotions, pain. You will become like us. You will be upgraded.

    Offline Tankorr

    • ****
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2194
    • Green Lantern Corps
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #439 il: 28 Marzo 2018, 11:56:13 »
  • Michael Keaton, che considero ad oggi il il miglior villain Marvel :ahsisi: :wub:

     :quoto:
    Insieme a Loki ma è un villain atipico.
    E attendendo Thanos

    Certo, si parlava di quelli visti finora. Thanos è tutto da scoprire e con molte aspettative. Cmq a era piaciuto anche Ultron, anche se so di essere in minoranza.

    È piaciuto molto anche a me Ultron!

    È un Ultron inedito, visto che è una versione corrotta di Stark e non di Pym, e come versione inedita mi piace molto.

    Avrebbe dovuto avere un po' + di approfondimento, ma i tempi di un film corale come Avengers 2 erano anche stretti



    Offline ohau

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 767
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #440 il: 28 Marzo 2018, 12:13:36 »
  • è vero anche che l'avvoltoio di Keaton è non uno ma ben due dita medie alzate nei confronti di Innaritù,visto che oltretutto venne scelto non tanto tempo dopo l' uscita di Birdman, per carità sarebbe stato peggio se fosse stato un cattivo macchietta,ma così non si è potuto non pensare ad una specie di 'risposta' marvel alla critica ai cinecomics fatta in quel film,dandoli la parte di un tizio volante.Proprio il colmo :asd:

    Offline No Use For A Name

    • Kryptoniani
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9871
    • Affetto da DOC Ateo_Asociale_Egocentrico_Apatico
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #441 il: 28 Marzo 2018, 12:15:20 »
  • Michael Keaton, che considero ad oggi il il miglior villain Marvel :ahsisi: :wub:

     :quoto:
    Insieme a Loki ma è un villain atipico.
    E attendendo Thanos

    Certo, si parlava di quelli visti finora. Thanos è tutto da scoprire e con molte aspettative. Cmq a era piaciuto anche Ultron, anche se so di essere in minoranza.


    E' piaciuto molto anche a me, forse il migliore per me (fin'ora).
    "I am Daenerys of the House Targaryen, the First of Her Name, The Unburnt, Queen of the Andals, the Rhoynar and the First Men,
    Queen of Meereen, Khaleesi of the Great Grass Sea, Protector of the Realm, Lady Regnant of the Seven Kingdoms,
    Breaker of Chains and Mother of Dragons"

    Online Guardiano della Notte

    • Arkham Asylum
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 15961
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #442 il: 28 Marzo 2018, 13:13:36 »
  • Forse mi sono spiegato male; Raimi è al top, questo è in mezzo, in fondo ci stanno i filmazzi di Webb.

     :ahsisi:
    Il Sole dell'Impero, il romanzo ucronico dieselpunk
    del vostro amato utente Guardiano della Notte
    Topic della discussione del romanzo: Il Sole dell'Impero

    Offline mar-vell

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4793
      • fumetti marvel
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #443 il: 28 Marzo 2018, 13:17:20 »
  • Posso anche capire (e anche no) che il film piaccia, ma metterlo al fianco o un pelino sotto Raimi... lo trovo davvero troppo.
    Io per esempio i film di Raimi li rivedo quando mi capita, ma questo proprio interesse sotto zero.
    Che devo dire, contenti voi.

     :quoto: :up:
    Il Mio Nuovo Sito Fumetti Marvel


    Daredevil

    • Visitatore
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #444 il: 28 Marzo 2018, 13:45:00 »
  • Michael Keaton, che considero ad oggi il il miglior villain Marvel :ahsisi: :wub:

     :quoto:
    Insieme a Loki ma è un villain atipico.
    E attendendo Thanos

    Certo, si parlava di quelli visti finora. Thanos è tutto da scoprire e con molte aspettative. Cmq a era piaciuto anche Ultron, anche se so di essere in minoranza.

    È piaciuto molto anche a me Ultron!

    È un Ultron inedito, visto che è una versione corrotta di Stark e non di Pym, e come versione inedita mi piace molto.

    Avrebbe dovuto avere un po' + di approfondimento, ma i tempi di un film corale come Avengers 2 erano anche stretti
    Concordo con voi e aggiungo Killmonger.

    Per me, per dire, è degno degli standard di Raimi (forse un pelo sotto, dai) e ben sopra agli strafalcioni di Webb :asd:
    D'accordo anche qui. I film di Raimi cinematograficamente parlando sono migliori, ma Homecoming è proprio Spider-Man al 100%.

    Offline Gianni_90

    • ****
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2260
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #445 il: 01 Giugno 2018, 22:12:37 »
  • Ultimamente sta girando la trama del sequel,non si sà se sia vera,e dicono che il film si chiamerà spiderman: field trip

    Offline Sefexir

    • Batman Inc.
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1975
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #446 il: 02 Febbraio 2019, 21:01:04 »
  • Parto dal presupposto che ho un rapporto difficile con il MCU. Ho visto alcuni film saltuariamente, ignorando la timeline ufficiale. L'unico film del MCU che mi sia davvero piaciuto è The Winter Soldier, e preciso che nessuno dei personaggi coinvolti in quel film mi ha soddisfatto, non fanno proprio per me... però la storia la gradii tantissimo! L'ultimo film che vidi prima di Infinity War fu Civil War... e poi nisba, avevo raggiunto l'apice del disinteresse. :nono: Diciamo che ho un problema di incompatibilità con l'universo Marvel in generale, che sia cartaceo o audiovisivo (*), escludendo gli X-Men e Spider-Man. E nonostante Spider-Man sia il mio brand preferito, non avevo alcun, ma proprio nessun desiderio di guardare Homecoming. Ne ho rimandato la visione per un mese intero perché, a scatola chiusa, senza aver nemmeno guardato un trailer, il fatto che fosse una produzione Marvel Studios non mi ispirava nemmeno un briciolo. Ho lasciato dominare l'Adorno e l'Horkheimer che sono in me... fino a ieri, quando ho fatto prevalere Morin e mi son detto: "stica, basta con 'sti pregiudizi, magari ti piacerà..."

    Spoiler  :
    ...e porca zuppetta se m'è piaciuto! In certi aspetti è davvero genuino, il primo su tutti nella gestione di Peter come teenager. Ditemi voi se, dopo esser stato gettato nella mischia in uno scontro di cui non sapete niente o non avete una posizione definita, in cui vi vien chiesto di spalleggiare un supereroe che potrebbe essere il vostro eroe, improvvisamente non sareste assuefatti da quel modo di vivere, torreggiante, adrenalinico. Ancor di più se è un teenager a vivere un'esperienza così... segnante! Il Peter qui raffigurato è perfetto, anzi, molto più che perfetto! La sua mente è totalmente annebbiata da quell'evento, da quella giostra di emozioni a cui prese parte, che per la prima volta nella sua vita gli diede uno scopo chiaro, definito, tangibile. E così aspetta, in modo snervante ma non ci riesce, allora telefona, invia messaggi, si getta nella mischia, vuol trasferirsi per inseguire il suo sogno e vorrebbe addirittura abbandonare quella che, ormai, è diventata l'altra vita, la seconda vita. Il mindset da supereroe ha preso il sopravvento. Nondimeno, è un Peter che non ha ancora assimilato il suo mantra, "da grandi poteri derivano grandi responsabilità". Non a caso, quando tenta di fermare la gang di criminali avengersiana non ha crowd control e puff, distrugge un negozio (Deli's?). Quindi... sì, direi che lo vede più come un divertissement che un vero gesto altruistico ed eroico. E' *assolutamente* relatable. 
    Torna Tony, che lo priva di quella cosa, quell'unica cosa che, ai suoi occhi, lo rendeva eroico. Credevo che Tony fosse un deus ex machina di troppo, fino a quando il filantropo eccentrico confronta il neofita eroe... e quel confronto è un enoooorme reality check per Peter. Si ritorna con i piedi per terra, a carburare, a studiare, etc. Tony è stato gestito nel migliore dei modi, (a) come mentore di Peter, (b) come frontman del MCU (e, d'altronde, chi meglio di lui?).
    Ritornando agli aspetti genuini di questo film, è impossibile non citare il lavoro di Tom, che rende empatico un Peter prima terrorizzato da un Vulture nei panni di un comune padre di famiglia e, in seguito, sommerso dal peso insormontabile delle macerie. Credo che proprio in quest'ultima occasione Peter sia andato in iperventilazione e, mannaggia, stava per contagiarmi. A proposito dell'incontro con Vulture succitato, quello è un altro enorme reality check: è in quel momento che capisce che la sua vita da eroe dovrà coniugarsi con quella da persona comune... e quanto sarà difficile farlo. Metterà al primo posto la felicità della sua amica oppure il senso della giustizia prevarrà? Quale delle due scelte è più legittima?
    Continuo con il cast di comprimari, due su tutti: Ned, amicone mio!, ingenuo e molto dolce (per me è Roundhouse sotto copertura! :lolle: Vuoi vedere che Glass si è ispirato proprio a Ned?) e MJ, che sì, a volte rischia di passare per il classico personaggio-macchietta emarginato ma cool (ad esempio, quando manda Peter a farsi benedire all'homecoming), ma che, il più delle volte, diverte, soprattutto grazie a Zendaya (mannagg', la ricordo ancora ai tempi di A Tutto Ritmo; altri tempi... tempi molto, molto oscuri :lolle:). MJ mi è piaciuta pressoché in ogni scena; ho trovato dissacrante che fosse sempre presente e invisibile a la Drax.
    Infine, concludo affrontando gli intermezzi comici. Oh, io ricordo ancora il trauma di GdG Vol. 1, dove la comicità è un po' come MJ in questo film: come il prezzemolo, quando meno te l'aspetti ma, a differenza di MJ, quasi mai gradita. Qui, invece, è tutta un'altra storia! Che dire, i comic reliefs funzionano quasi sempre e ho riso davvero di gusto.

    ...e niente, ora voglio guardare Black Panther.


    *Nonostante la mia refrattarietà all'MCU, ammiro il piano decennale che si concluderà in Endgame e sono molto entusiasta per tutti i veri fan Marvel out there.
    - "Sai qual è stata la cosa più difficile con te?"
    - "La mia intelligenza superiore, il mio abbagliante carisma-- oh, i miei abiti impeccabili"
    - "Lasciarti andare... Lasciare andare il Dottore è davvero... difficilissimo"

    Online Arkin Torsen

    • Arkham Asylum
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 15604
    • Mmmmmadness
    Re:Spider-Man: Homecoming (2017) di Jon Watts
    « Risposta #447 il: 02 Febbraio 2019, 21:14:11 »
  • Sono contento che ti sia piaciuto!
    Riabbassa le aspettative in vista di Black Panther  :lolle:
    La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere (John Constantine)
    I believe hopelessness is an aberration. But it is also a state of mind. Thankfully not shared by me. (Lando Calrissian)
    With all of you Legion people...names, powers, planets, alien races... But this--this is Christmas! (Jon Kent)