Sondaggio

Qual é la vostra saga cinematografica supereroistica?

La trilogia di Superman (1978-1983)
Prima saga cinematografica di Batman (1989-1997)
La trilogia di Spiderman (2002-2007)
Seconda trilogia di Batman (2005-2012)
La Pentalogia degli X-Men (2000-2011)
La "quasi" trilogia di Iron Man (2008-20??)
La "quasi" trilogia di Hellboy (2004-20??)
La "quasi" trilogia dei Fantastici 4 (2005-20??)
La trilogia di Blade (1998-2004)
Nessuna di queste, le odio tutte. Anche le "quasi" qualcosa..anzi, meno male che sono incomplete!

Autore Topic: Cinecomix: analisi, commenti e paragoni  (Letto 49277 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Morfeo

  • B.P.R.D.
  • *
  • Spamma di meno, per la miseria!
  • Post: 14419
  • Mr. Wednesday in incognito
    • Yggdrasil
Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
« Risposta #720 il: 02 Settembre 2013, 17:58:42 »
  • io spero sempre che ci ripensino.
    ma perché piuttosto non mettono The Question, ci sta meglio, non ha problemi con i film e ci fai una serie fighissima.
    Il fu Morfeo
    ehi.. ragazzo.. ricordi quello che ti ho detto sulla terra, ai vecchi tempi.. su ordine e caos e quelle cazzate? L'ordine. Ciarpame.Il caos spazzatura. Erano solo nomi che descrivevano la stessa cosa: il gorgogliare, il vorticare e lo zampillare di protoplasma, illuso che ci sia un senso al mondo.. non c'è nessun senso.. c'è solo carne e morte..
    Vi veri Vniversum Vivus Vici

    Offline spidergiakimo

    • Avengers
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10310
    • 21st Century Schizoid Man
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #721 il: 06 Settembre 2013, 12:47:17 »
  • Bisogna vedere come verrà presentato il Flash di Arrow 2.
    Se avrà i poteri o se sarà una rielaborazione totalmente differente.

    In ogni caso, credo sia un "falso problema". Nessuno ha avuto problemi a capire che MoS non era il "seguito" di Smallville. O che era un punto di inizio rispetto alle versioni cinematografiche precedenti.
    O ancora, che Arrow non fosse lo spin-off del Freccia Verde di Smallville, ma una nuova versione.
    Si ma Smallville era finita da un po' prima che facessero MoS. Se GA compare nella JLA e la serie tv ancora è in produzione penso ci sarà un grosso fraintendimento.

    Per me alla DC stanno sperimentando e vedendo come va, mentre alla Marvel hanno le idee molto più chiare su molti più film. La Warner annuncia progetti e poi ne completa uno/due.

    Non so per quanto durera' questa cosa. A Flash cosa faranno? Va in Arrow 2 e poi ci vogliono fare un film con un attore diverso e una continuity diversa...
    Negli USA il mercato televisivo e quello cinematografico sono quasi a compartimenti stagni.
    Hanno un pubblico molto diverso.

    -Anziano, casalingo e pantofolaio, quello televisivo.
    -Più giovane e dinamico quello cinematografico.
    Mi sa che ti sei perso gli ultimi cinque/dieci anni di produzioni televisive. Oramai le serie di grosso successo sono viste da giovani e sono pensate per i giovani (dubito che un anziano americano si veda Games of Thrones, Girls, Breaking Bad e simili, ma anche Arrow non ha le persone di mezza età come pubblico di riferimento).

    Nothing in life is to be feared, it is only to be understood - Marie Curie
    Ma sopra tutto nel buon vino ho fede,
    e credo che sia salvo chi gli crede - Luigi Pulci

    If Pac-Man affected us as kids, we'd all be running around in darkened rooms, munching magic pills and listening to repetitive electronic music. - Marcus Brigstocke
    God is dead, Marx is dead, and I'm not feeling too great myself. - Woody Allen
    Reivindico absolutamente el derecho al vagabundeo, a la aventura, a la utopìa y al romanticismo, porque es la esencia del Che - Ernesto Che Guevara

    Offline Spawn

    • X-Men
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 592
    • Give my mind back to me!
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #722 il: 06 Settembre 2013, 13:54:47 »
  • Io penso che le serie tv dovrebbero tenersi separate dai progetti cinematografici, anche perchè sono molto diversi tra loro.
    Un buon personaggio per una serie tv lo vedrei male in un film e viceversa.
    Secondo me la Warner sta cercando di duplicare il successo della marvel senza però cercare di copiare, cosa che rende il tutto un po' confuso.
    A proposito quali sono i latest rumours sul film della Justice League?

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10137
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #723 il: 06 Settembre 2013, 16:46:01 »
  • Non so per quanto durera' questa cosa. A Flash cosa faranno? Va in Arrow 2 e poi ci vogliono fare un film con un attore diverso e una continuity diversa...
    Negli USA il mercato televisivo e quello cinematografico sono quasi a compartimenti stagni.
    Hanno un pubblico molto diverso.

    -Anziano, casalingo e pantofolaio, quello televisivo.
    -Più giovane e dinamico quello cinematografico.
    Mi sa che ti sei perso gli ultimi cinque/dieci anni di produzioni televisive. Oramai le serie di grosso successo sono viste da giovani e sono pensate per i giovani (dubito che un anziano americano si veda Games of Thrones, Girls, Breaking Bad e simili, ma anche Arrow non ha le persone di mezza età come pubblico di riferimento).
    Forse non hai il senso di cosa vuol dire GROSSO SUCCESSO in America.

    Arrow ti fa 2,6 milioni di telespettatori.
    Games Of Thrones ha concluso la stagione con 5 milioni di telespettatori.

    N.C.I.S ti viaggia sui 10 milioni di telespettatori.
    Agli episodi di chiusura stagionali poi tocca addirittura i 20-21 milioni di telespettatori.

    Arrow è un grande successo per la CW.
    Non in termini assoluti, eh.
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline Morfeo

    • B.P.R.D.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14419
    • Mr. Wednesday in incognito
      • Yggdrasil
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #724 il: 06 Settembre 2013, 16:47:51 »
  • Cioè, davvero N.C.I.S. fa tutti quei numeri?
    Il fu Morfeo
    ehi.. ragazzo.. ricordi quello che ti ho detto sulla terra, ai vecchi tempi.. su ordine e caos e quelle cazzate? L'ordine. Ciarpame.Il caos spazzatura. Erano solo nomi che descrivevano la stessa cosa: il gorgogliare, il vorticare e lo zampillare di protoplasma, illuso che ci sia un senso al mondo.. non c'è nessun senso.. c'è solo carne e morte..
    Vi veri Vniversum Vivus Vici

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10137
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #725 il: 06 Settembre 2013, 16:48:49 »
  • Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline Spawn

    • X-Men
    • *
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 592
    • Give my mind back to me!
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #726 il: 06 Settembre 2013, 17:05:51 »
  • Non so per quanto durera' questa cosa. A Flash cosa faranno? Va in Arrow 2 e poi ci vogliono fare un film con un attore diverso e una continuity diversa...
    Negli USA il mercato televisivo e quello cinematografico sono quasi a compartimenti stagni.
    Hanno un pubblico molto diverso.

    -Anziano, casalingo e pantofolaio, quello televisivo.
    -Più giovane e dinamico quello cinematografico.
    Mi sa che ti sei perso gli ultimi cinque/dieci anni di produzioni televisive. Oramai le serie di grosso successo sono viste da giovani e sono pensate per i giovani (dubito che un anziano americano si veda Games of Thrones, Girls, Breaking Bad e simili, ma anche Arrow non ha le persone di mezza età come pubblico di riferimento).
    Forse non hai il senso di cosa vuol dire GROSSO SUCCESSO in America.

    Arrow ti fa 2,6 milioni di telespettatori.
    Games Of Thrones ha concluso la stagione con 5 milioni di telespettatori.

    N.C.I.S ti viaggia sui 10 milioni di telespettatori.
    Agli episodi di chiusura stagionali poi tocca addirittura i 20-21 milioni di telespettatori.

    Arrow è un grande successo per la CW.
    Non in termini assoluti, eh.
    Non me lo sarei mai aspettato, a me non piace per niente!

    Offline spidergiakimo

    • Avengers
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10310
    • 21st Century Schizoid Man
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #727 il: 06 Settembre 2013, 19:33:39 »
  • Non so per quanto durera' questa cosa. A Flash cosa faranno? Va in Arrow 2 e poi ci vogliono fare un film con un attore diverso e una continuity diversa...
    Negli USA il mercato televisivo e quello cinematografico sono quasi a compartimenti stagni.
    Hanno un pubblico molto diverso.

    -Anziano, casalingo e pantofolaio, quello televisivo.
    -Più giovane e dinamico quello cinematografico.
    Mi sa che ti sei perso gli ultimi cinque/dieci anni di produzioni televisive. Oramai le serie di grosso successo sono viste da giovani e sono pensate per i giovani (dubito che un anziano americano si veda Games of Thrones, Girls, Breaking Bad e simili, ma anche Arrow non ha le persone di mezza età come pubblico di riferimento).
    Forse non hai il senso di cosa vuol dire GROSSO SUCCESSO in America.

    Arrow ti fa 2,6 milioni di telespettatori.
    Games Of Thrones ha concluso la stagione con 5 milioni di telespettatori.

    N.C.I.S ti viaggia sui 10 milioni di telespettatori.
    Agli episodi di chiusura stagionali poi tocca addirittura i 20-21 milioni di telespettatori.

    Arrow è un grande successo per la CW.
    Non in termini assoluti, eh.
    E cosa ti fa pensare che NCIS lo guardano solo i vecchi?
    Peraltro NCIS non lo fa un canale a pagamento (come GoT), ma la CBS, ovvio che ha più spettatori. Inoltre non ho detto Arrow come telefilm di grosso successo, l'ho citato perché è una serie di cui si parlava. E comunque CW fa roba per ragazzi, non per gente di mezza età  ;) .

    Nothing in life is to be feared, it is only to be understood - Marie Curie
    Ma sopra tutto nel buon vino ho fede,
    e credo che sia salvo chi gli crede - Luigi Pulci

    If Pac-Man affected us as kids, we'd all be running around in darkened rooms, munching magic pills and listening to repetitive electronic music. - Marcus Brigstocke
    God is dead, Marx is dead, and I'm not feeling too great myself. - Woody Allen
    Reivindico absolutamente el derecho al vagabundeo, a la aventura, a la utopìa y al romanticismo, porque es la esencia del Che - Ernesto Che Guevara

    Offline Luke-Logan

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5901
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #728 il: 07 Settembre 2013, 00:24:22 »
  • Sicuramente la più bella rimane la Trilogia del Batman di Nolan. :batman:
    In the end? Nothing ends, Adrian
    Nothing ever ends.

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10137
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #729 il: 07 Settembre 2013, 11:12:35 »
  • Non so per quanto durera' questa cosa. A Flash cosa faranno? Va in Arrow 2 e poi ci vogliono fare un film con un attore diverso e una continuity diversa...
    Negli USA il mercato televisivo e quello cinematografico sono quasi a compartimenti stagni.
    Hanno un pubblico molto diverso.

    -Anziano, casalingo e pantofolaio, quello televisivo.
    -Più giovane e dinamico quello cinematografico.
    Mi sa che ti sei perso gli ultimi cinque/dieci anni di produzioni televisive. Oramai le serie di grosso successo sono viste da giovani e sono pensate per i giovani (dubito che un anziano americano si veda Games of Thrones, Girls, Breaking Bad e simili, ma anche Arrow non ha le persone di mezza età come pubblico di riferimento).
    Forse non hai il senso di cosa vuol dire GROSSO SUCCESSO in America.

    Arrow ti fa 2,6 milioni di telespettatori.
    Games Of Thrones ha concluso la stagione con 5 milioni di telespettatori.

    N.C.I.S ti viaggia sui 10 milioni di telespettatori.
    Agli episodi di chiusura stagionali poi tocca addirittura i 20-21 milioni di telespettatori.

    Arrow è un grande successo per la CW.
    Non in termini assoluti, eh.
    E cosa ti fa pensare che NCIS lo guardano solo i vecchi?
    Peraltro NCIS non lo fa un canale a pagamento (come GoT), ma la CBS, ovvio che ha più spettatori. Inoltre non ho detto Arrow come telefilm di grosso successo, l'ho citato perché è una serie di cui si parlava. E comunque CW fa roba per ragazzi, non per gente di mezza età  ;) .
    La CW è un Network commerciale, non un canale a pagamento.
    I 2,6 milioni di spettatori di Arrow sono tutti "Free". Guardano il telefilm senza pagare nulla.
    Esattamente come i 21 milioni di spettatori di N.C.I.S.

    Tra l'altro ti sei risposto da solo. La CW fa telefilm per giovani, ed infatti Arrow non raggiunge i 3 milioni. Proprio perché negli USA sono pochi i giovani che guardano i telefilm in tv.

    Per quanto poi riguarda N.C.I.S., è un cosiddetto serial "18-49". Di quelli cioè che piace a più fasce di età.
    Per questo il suo successo. Non certo "perché piace ai ragazzi".
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Offline spidergiakimo

    • Avengers
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10310
    • 21st Century Schizoid Man
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #730 il: 07 Settembre 2013, 11:44:15 »
  • Io ti contestavo l'assoluto per cui il pubblico televisivo è 'anziano, casalingo e pantofolaio'. Oramai non è più così, anche visto il successo mondiale di varie serie tv che fanno presa su un pubblico giovane e/o che sono eterogenee.

    Su CW non sapevo che fosse un canale non a pagamento, non avendo la tv da tre anni non ho alcuna cognizione dei vari canali (italiani, americani, inglesi ecc.) se non quello che pesco in giro  :up: 

    Nothing in life is to be feared, it is only to be understood - Marie Curie
    Ma sopra tutto nel buon vino ho fede,
    e credo che sia salvo chi gli crede - Luigi Pulci

    If Pac-Man affected us as kids, we'd all be running around in darkened rooms, munching magic pills and listening to repetitive electronic music. - Marcus Brigstocke
    God is dead, Marx is dead, and I'm not feeling too great myself. - Woody Allen
    Reivindico absolutamente el derecho al vagabundeo, a la aventura, a la utopìa y al romanticismo, porque es la esencia del Che - Ernesto Che Guevara

    Offline Largand

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 10137
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #731 il: 07 Settembre 2013, 11:58:20 »
  • Io ti contestavo l'assoluto per cui il pubblico televisivo è 'anziano, casalingo e pantofolaio'. Oramai non è più così, anche visto il successo mondiale di varie serie tv che fanno presa su un pubblico giovane e/o che sono eterogenee.
    I serials tv che più hanno successo negli USA sono sempre gli stessi:
    I Polizieschi.
    Per attirare il pubblico di telespettatori americano, milioni e milioni e milioni, gli devi dare TONNELLATE di polizieschi (N.C.I.S., C.S.I., Law and Order, Numbers, Profilers...).

    I giovani ti eleggono magari delle serie a livello di culto (Battlestar Galactica, Dexter, Arrow...) ma sono tutte serie che non raggiungono i 4 milioni di telespettatori.   

    Questo perché di giovani americani che guardano il loro serial preferito IN TV ce ne sono pochi.
    Preferiscono guardarselo un dvd o su Internet.
    Sono un cittadino dello spazio. Mi ritengo quindi Apolide...e non italiano.

    Online Bruce Wayne

    • Arkham Asylum
    • *
    • Whatever
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14361
    • Apophenia
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #732 il: 26 Settembre 2013, 12:01:15 »
  • @Thor: continuando la discussione uscita nel topic della serie su James Gordon, in merito ai diversi approcci attuati da Marvel e DC nel portare al cinema e in tv i propri personaggi.

    (Riprenderò le cose che ho scritto anche in questo post: http://www.dcleaguers.it/forum/marvel-media/re-thor-di-kenneth-charles-branagh/msg1233279/#msg1233279)

    La mia personale scaletta di gradimento è così composta:

    Universi singoli ("alla Nolan" per intenderci) per ciascun personaggio  >  approccio attuale DC  >  approccio Marvel


    Andiamo con ordine...

    1. UNIVERSI SEPARATI PER OGNI PERSONAGGIO
    Avere universi separati per ciascun personaggio è la scelta che preferisco. Permette di concentrarsi esclusivamente su di lui e sul suo cast di contorno. Permette di sviluppare la propria galleria di villain e di avere una storia (presumibilmente trilogia) che è "auto-conclusiva", ovvero che contiene al suo interno tutti gli elementi che servono per apprezzarla e comprenderla al meglio.
    È l'approccio usato da Nolan e che personalmente ho apprezzato: abbiamo una trilogia che chiude, dopo averli ripresi, gli elementi inseriti nel corso dei vari film.
    (Gli incassi di Nolan inoltre sono assimibilabili, tolto il 3D, a quelli di Avengers, quindi anche questa strada "funziona".)

    Se la DC avesse seguito questa strada io sarei stato felicissimo: posso vedermi i film dei personaggi che mi interessano e per ciascuno si sfrutta al massimo il potenziale espresso dal suo materiale.
    Lista veloce, che avevo fatto anche in un altro topic:
    - Batman: ti concentri sulla criminalità urbana, puntando l'accento sul giallo, thriller, psicologico...
    - Superman: MoS a me non è piaciuto moltissimo ma ha ricevuto diversi consensi e sta bene anche come film stand alone
    - Wonder Woman: hai la run di Azzarello come possibile fonte d'ispirazione principale, puoi giocare con gli elementi mitologici come fanno film come Percy Jackson, Immortals, Scontro tra Titani
    - Aquaman: ne puoi sfruttare il lato fantasy, tirando fuori una roba epica al "Signore degli Anelli", anche in questo caso hai la run recente di Johns come possibile fonte: ricerca di artefatti magici, approfondimento di Atlantide...
    - Lanterna Verde: potrebbe essere potenzialmente il nuovo Star Wars, però LV (magari John Stewart così hai la quota nera e tagli con il passato) deve occuparsi di problemi nello spazio e non sulla terra. Deve essere un poliziotto spaziale, devono esserci scene in cui si vada ad indagare nelle peggiori bettole dell'universo (scene simili si vedono pure in Star Wars appunto) mostrando la diversità delle specie nell'universo
    (- tralascio Flash che reputo quello più difficile da portare al cinema)

    Questo significa, potenzialmente, rinunciare a un film sulla Justice League, ma sarebbe una rinuncia che farei volentieri se avessi delle trilogie come quelle scritte qui sopra.
    In ogni caso, si potrebbe pure fare un film sulla Justice League, ma che mantenga il principio degli altri film. Puoi anche usare gli stessi attori, ma costruisci una storia che non poggi su elementi inseriti nei film singoli. Una trilogia che sviluppi una storia a sè.
    E questo è l'approccio più simile ai fumetti: es. Batman combatte il Joker a Gotham sulla testata Batman e combatte Darkseid sulla testata Justice League, ma le due cose non sono per nulla collegate.


    2. METODO DC
    Al momento la DC sta attuando una strada tutta sua che solo in parte è ispirata a quella della Marvel.
    Innanzitutto vuole tenere separato l'universo cinematografico da quello televisivo.

    Io la trovo una cosa positivissima. Innanzitutto perchè le serie tv hanno budget, target, attori diversi da quelli del grande schermo (la Marvel si può permettere di fare una serie sullo Shield con un budget adeguato perchè ha una struttura societaria diversa dalla DC/Warner e perchè ci sono i soldi della Disney).
    Inoltre, io che voglio godermi un film al cinema posso non aver tempo, voglia, interesse a seguire settimanalmente una serie in tv.

    Ma andiamo a vedere la situazione al cinema.
    Partiamo dal presupposto che la DC ha deciso di non attuare la soluzione 1 sopra esposta ma di sviluppare un universo condiviso tra i vari eroi.
    Partendo da qua, apprezzo la strada scelta dalla DC rispetto a quella della Marvel per sviluppare questo proposito.

    Il percorso ideologico alla base della scelta della DC è (da confermare ufficialmente, ma i rumour sono quelli):
    film di Superman (primo supereoe creato anche nei fumetti, e primo supereoe pubblico) --> Superman/Batman (team up tra le due colonne portanti dell'universo DC) --> Justice League (film corale)

    Intanto c'è la scelta inedita di fare un film team-up tra due eroi. La DC ha sempre avuto una predisposizione per questo (World's Finest, The Brave & the Bold) e la cosa ha un riscontro effettivo anche nei fumetti. Credo sia stato il loro incontro a definire l'universo condiviso DC anche su carta.

    Inoltre, si arriva al film corale senza aver disseminato indizi in altri film singoli. Diventa una trilogia in crescendo che contiene al suo interno tutto quello che serve a capirla. Se noti, riflette molto quello che go scritto nel punto 1, per questo apprezzo di più questa scelta.
    Se poi dal film della League partono i film singoli (magari come da elenco sopra), meglio! Ma sarebbe una cosa diversa dalla Marvel perchè non ci sarebbe la costruzione sparsa qui e là dei vari collegamenti.
    Il contro è quello che ti ritrovi con personaggi nuovi da presentare nel film corale, rischiando di pasticciare le cose. Ma se il film è fatto bene, la sceneggiatura è solida e i dialoghi efficaci, è un problema che sparisce come un ghiacciolo al sole.


    2. METODO MARVEL
    C'è poco da spiegare. Lo conosciamo bene tutti: è tutto collegato, perfino le serie che usciranno per il piccolo schermo.
    In questo caso c'è sicuramente l'entusiasmo di vedere citazioni, camei, riferimenti... però dall'altro la "pesantezza" di dover seguire tutto per poter avere il quadro completo.

    Per esempio, io non so se avrò tempo di seguire la serie sullo Shield. Però so già che molto probabilmente introdurrà qualcosa di rilevante per il prossimo film sugli Avengers o comunque per l'universo cinematografico Marvel.
    Sicuramente non muore nessuno e non sarà nulla di fondamentale, però mi scoccia non poter godere al 100% di quello che sto vedendo.









    Sef-

    • Visitatore
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #733 il: 03 Ottobre 2013, 12:05:52 »
  • Bruce, stappa una bottiglia di spumante!  :lolle: :lolle: :lolle:


    Andiamo con calma.
    Chiaramente, quello che scrivo è il mio pensiero, le cose che piacciono a me e perché mi piacciono, non voglio assolutamente "smontare" ciò che pensi tu che, bene o male, condivido anche (soprattutto per quel che riguarda la DC).


    Sul punto 1, quello degli universi separati, mi trovi d'accordo al 100% per la DC, al 0% per la Marvel.
    Ma questo, più che altro, per questione di abitudine.
    Per quel che riguarda la Marvel, oramai abbiamo 7 film alle spalle, altri 5 film che arriveranno da qui a un anno e mezzo, una serie tv e alcuni cortometraggi TUTTI COLLEGATI, quindi il mio 0% è semplicemente perché mi è difficile, per quanto ormai io sia preso e gasato da questa idea corale, immaginarli tutti separati.
    Per come la vedo io, se uno vuole seguire Iron Man, si vede Iron Man, Iron Man 2, Avengers, Iron Man 3, Avengers 2... alla stessa maniera di uno che si vede Harry Potter 1, Harry Potter 2, 3, 4.... quella era pur sempre una serie di 8 film, quindi il concetto di "pesante" per me non sussiste.
    Senza contare che in Avengers, ad esempio, hanno ripresentato per bene tutti i personaggi.

    IMHO, se uno si vede Avengers e basta si gode il film al 90%. Se uno ha visto tutti i film Marvel, invece, se lo gode non al 100% ma bensì al 200%!!  :D

    Per quel che riguarda la DC, sostanzialmente sono d'accordo.
    A me MOS è piaciuto veramente un casino, entusiasmo allo stato puro. A mente calda l'ho piazzato al terzo posto dei miei cinecomics preferiti, ora è ancora lì, immagino.
    Avrei fortemente voluto una trilogia su Superman, così come Batman ne ha avuta una.
    E invece no.
    Invece la DC deve piazzarmi il topo volante pure nel film di Superman, dove a me di Batman (dopo l'inutile terzo capitolo di Nolan, IMHO) non può fregar di meno.

    Insomma, sarò di parte (pro-Supes) ma volevo una trilogia di SOLO Kal-El.
    Ora, pensandoci, ad un primo impatto viene da pensare "Beh, ma la DC vuole "copiare" la Marvel creando un universo cinematografico condiviso". E allora ok.
    Invece (e qui mi collego ai punti 2 e 3) mi ritrovo con una serie su Gordon per la FOX, Arrow sulla CW, Constantine sulla NBC, un probabile Flash in tv e lo stesso personaggio "diverso" al cinema (JLA).

    Quindi, per me, non è questione "preferisco così, preferisco colà" ma è una questione di coerenza della DC, tutto qui.

    Mica tutti i film devono essere sempre uguali, eh. Se la DC copierà il metodo Marvel gli spettatori se ne accorgeranno e ne parleranno per decenni. Così, però, non si capisce dove vogliano andare a parare: dichiarano una cosa, ne fanno un'altra, ne pensano una terza.

    Prendiamo l'esempio Agents of SHIELD: il pilot ha fatto registrare ascolti e percentuali che la ABC non vedeva più nemmeno col binocolo. Al secondo episodio è sceso, ma molto semplicemente perché in tanti recupereranno la serie in altri metodi (Netflix, iTunes, ecc) com'è consono da un paio di anni negli USA.
    Fatto sta che al secondo episodio gli ascolti sono tornati nella norma (comunque alta, i più alti del canale) della ABC.

    Quindi, calcolando che la Marvel inserirà numerose chicche nella sua serie (tipo nella 1x02, secondo me, qualcosa si collegherà ai film dei Guardiani della Galassia... :mmm:) il progetto è riuscito in toto, senza contare la quantità di persone che indirizzeranno verso i fumetti (o al cinema, o da cinema a tv, o...).


    Uhm, volevo dire qualcos'altro ma mi sa che ho perso il filo :mmm:
    (scusa, è che sono in partenza e ci tenevo a risponderti, solo che sto scrivendo e facendo le valige in contemporanea  :lolle:)

    Comunque, ognuno può vederla come vuole, i gusti son gusti (tanto che come dicevo pure io avrei preferito una trilogia supermaniana, e non con Batman sempre in mezzo come il prezzemolo...) però, la cosa su cui mi concentrerei di più, è la coerenza delle varie produzioni.
    La Marvel ha pianificato The Avengers sin dal 2008, e ora sta già lavorando alla Fase 3.
    La DC improvvisa, fa mezzo universo condiviso, mezzo no, cambia, toglie, briga, aggiunge... è questo che a me non piace (partendo dal mio famoso presupposto che qualsiasi prodotto tratto dai fumetti ha già un paio di punti di vantaggio, per i miei gusti  :P), perché i prodotti in sé (tipo MOS, che dovrebbe essere il primo di questo nuovo universo DC) mi piacciono parecchio. Non mi piace l'incoerenza, ecco, tutto qui!  :P

    Online Bruce Wayne

    • Arkham Asylum
    • *
    • Whatever
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14361
    • Apophenia
    Re:Cinecomix: analisi, commenti e paragoni
    « Risposta #734 il: 03 Ottobre 2013, 12:18:53 »
  • Rispondo solo all'ultima parte, poi sul resto è principalmente una questione di gusti (a me MoS non è piaciuto e il fatto che Batman sia nel sequel, creando una cosa del tutto inedita al cinema, è l'unico motivo per cui andrò a vederlo):
    non è che la DC è incoerente, secondo me.

    Ha semplicemente scelto una strada diversa dalla Marvel. Universo coeso sì, ma le serie tv restano fuori e la condivisione non la creiamo con tanti film, ma all'interno della stessa "trilogia".

    Può piacere o meno ma non è incoerenza.