Autore Topic: Black Panther (2018) di Ryan Coogler  (Letto 7352 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline phoenix_81

  • *****
  • Nerd geneticamente modificato
  • Post: 3438
Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
« Risposta #45 il: 25 Febbraio 2018, 16:55:00 »
  • Mai letto nessuna delle opere da te citate.
    Troppo vecchie, con disegni (personalmente) orribili.

    Bannatelo



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Offline Ale87reds

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2202
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #46 il: 25 Febbraio 2018, 17:03:26 »
  • Mai letto nessuna delle opere da te citate.
    Troppo vecchie, con disegni (personalmente) orribili.

    Bannatelo



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



    Concordo

    Online Clod

    • Orange Lantern
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25213
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #47 il: 25 Febbraio 2018, 17:07:43 »
  • Torniamo IT
    E stavolta per davvero.


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

    We are called Cybermen. We were exactly like you once, but our cybernetic scientists realised that our race was getting weak. Our lifespan was getting shorter, so our scientists and doctors devised spare parts for our bodies until we could be almost completely replaced. Our brains are just like yours, except that certain weaknesses have been removed. Weaknesses like... emotions, pain. You will become like us. You will be upgraded.

    Offline ConanilBarbaro

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 769
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #48 il: 25 Febbraio 2018, 23:21:25 »
  • Ma c'è
    Spoiler  :
    Gemma dell'Infinito
    ?
    « Ultima modifica: 26 Febbraio 2018, 05:23:28 da Clod »

    Offline phoenix_81

    • *****
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3438
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #49 il: 26 Febbraio 2018, 09:41:08 »
  • No


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Offline UltimateMM

    • Batman Inc.
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1383
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #50 il: 26 Febbraio 2018, 12:44:10 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    La pistola. E’ un’arma da codardi, un’arma da bugiardi. Uccidiamo troppo spesso perché l’abbiamo reso facile, troppo facile, risparmiandoci lo schifo e la fatica

    Online nickorso90

    • Speed Force
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3038
    • "I sogni modellano la realtà"
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #51 il: 26 Febbraio 2018, 14:38:53 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    Per lo meno sono film che funzionano...il più delle volte  :asd:

    Offline No Use For A Name

    • Kryptoniani
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 9871
    • Affetto da DOC Ateo_Asociale_Egocentrico_Apatico
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #52 il: 26 Febbraio 2018, 14:40:09 »
  • Non il più delle volte, la maggior parte delle volte.
    "I am Daenerys of the House Targaryen, the First of Her Name, The Unburnt, Queen of the Andals, the Rhoynar and the First Men,
    Queen of Meereen, Khaleesi of the Great Grass Sea, Protector of the Realm, Lady Regnant of the Seven Kingdoms,
    Breaker of Chains and Mother of Dragons"

    Offline Ale87reds

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2202
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #53 il: 26 Febbraio 2018, 15:03:29 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    Un circolo vizioso di successo

    Inviato dal mio Moto C utilizzando Tapatalk


    Offline Bread v Pak

    • ****
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2968
    • Io, i fumetti, non li imbusto
      • Le Terre del Sogno
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #54 il: 26 Febbraio 2018, 16:25:51 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    Un circolo vizioso di successo

    Inviato dal mio Moto C utilizzando Tapatalk



    Che è quello che ha detto
    Messaggio modificato perché poteva generare flame

    Modificato da Bread Pak - 7 agosto 2007 ore: 22.01
    Ri-Modificato da Bread Pak - 9 marzo 2012 ore: 11.16

    Ogni volta che il computer suggerisce la password a Nite Owl un informatico muore...

    Offline Ale87reds

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2202
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #55 il: 26 Febbraio 2018, 17:26:14 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    Un circolo vizioso di successo

    Inviato dal mio Moto C utilizzando Tapatalk



    Che è quello che ha detto



    Scusate ragà! che dovrebbero fare? Come la Warner? Come la Universal?



    Cmq sta andando malino Pantera Nera!

    Offline phoenix_81

    • *****
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3438
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #56 il: 26 Febbraio 2018, 17:50:50 »
  • Visto ieri sera, parto dal voto con un 6 banale.
    Banale perchè è così che ho trovato tutto il film: so che il primo film su un supereroe, per forza di cose, soffre nel dover spiegare ed introdurre tanti dettagli soprattutto per i meno nerd, però siamo di fronte ad un film davvero stereotipato e telefonato.
    La trama è davvero misera, non mi aspettavo chissà quale colpo di scena ma scorre tutto troppo prevedibilmente, non c'è mai pathos né la sensazione che le cose possano andare diversamente da come te le attenderai da lì a qualche minuto.
    Hanno fatto un T-Challa piatto come personaggio, non ha un briciolo di carisma ma questo potrebbe anche starci visto che parliamo di un ragazzo che eredita il trono, ma almeno potevano farmi un villain più profondo e caratterizzato, dei comprimari un pochettino più particolari e riconoscobili.

    In generale mi è sembrata una di quelle storie semplici e banali che facevo io quando facevo il dungeon master e non avevo tempo e voglia di applicarmi :asd:
    Un po' la stessa impressione che ho avuto io.
    Alla fine un film piuttosto canonico, che probabilmente ha preferito andare sul sicuro piuttosto che rischiare di bruciare il personaggio alla sua prima uscita.
    Storia quindi classica con una prima parte introduttiva molto lenta che poi progressivamente tenta di decollare per poi ridiscendere verso un finale scontato.
    Anche i personaggi non mi hanno lasciato granché, con Killmonger leggermente sopra la media e tutti gli altri fedeli al loro ruolo.
    Alcuni spunti di fondo sono apprezzabili alla luce anche dei fatti di cronaca anche se poi alla fine il risultato non è né carne né pesce: da una parte dovrebbe stimolare la riflessione, ma non si spinge più di tanto in avanti, dall'altra dovrebbe intrattenere, ma finisce con l'essere appesantito dal suo messaggio.
    Per me abbastanza gradevole, ma senza quella scintilla che lo faccia risaltare.

    Mi stupisco di come ci si possa aspettare qualcosa di diverso da chi ha fatto (MS) dei film copia incolla il marchio di fabbrica.
    I fan chiedono quello è loro glielo danno. È giù a fare i miliardi. I fanboy si gasano ancora di più  sopratutto perché con questo modello ci fanno gli incassoni. Incentivando così un circolo vizioso
    Un circolo vizioso di successo

    Inviato dal mio Moto C utilizzando Tapatalk



    Che è quello che ha detto
    Scusate ragà! che dovrebbero fare? Come la Warner? Come la Universal?

    Boh, chissà che pretendono...
    Dubito esista un altro cinecomics in cui vengono trattate tematiche sociali come in questo BP, ma siccome è Marvel/Disney allora per qualcuno è automaticamente la solita solfa per bambini e famiglie

    Offline Bruce Wayne

    • Arkham Asylum
    • *
    • Whatever
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14198
    • Apophenia
    Re:Black Panther (2018) di Ryan Coogler
    « Risposta #57 il: 26 Febbraio 2018, 17:53:52 »
  • In questo film anche l'umorismo è molto ben dosato.  :sisi:

    E anche io ho apprezzato molto come hanno affrontato la questione socio-politica.



    Mi raccomando, non iniziamo con i soliti discorsi e con i confronti che sono già stati ripetuti fino alla nausea. Altrimenti inizio a cancellare post senza ulteriori avvisi.


    Offline Jacopo

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 892

    Offline Ale87reds

    • Arkham Asylum
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2202