DC Leaguers Forum

Media => Marvel Media => Topic aperto da: Azrael - 23 Aprile 2019, 10:36:12

Titolo: Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 23 Aprile 2019, 10:36:12
(https://mr.comingsoon.it/imgdb/locandine/big/55032.jpg)

Avengers: Endgame

DATA USCITA: 24 aprile 2019
GENERE: Azione, Avventura, Fantasy, Fantascienza
ANNO: 2019
REGIA: Anthony Russo, Joe Russo
ATTORI: Robert Downey Jr., Chris Evans, Mark Ruffalo, Chris Hemsworth, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Don Cheadle, Paul Rudd, Brie Larson, Karen Gillan, Danai Jekesai Gurira, Bradley Cooper, Josh Brolin, Evangeline Lilly, Sebastian Stan, Dave Bautista, Chadwick Boseman, Michelle Pfeiffer, Jon Favreau, Elizabeth Olsen, Tom Holland, Ty Simpkins, Gwyneth Paltrow, Hiroyuki Sanada, Pom Klementieff, Terry Notary, Tilda Swinton, Frank Grillo, Katherine Langford, Winston Duke, Kerry Condon, Sean Gunn, Emma Fuhrmann, Benedict Wong
PAESE: USA
DURATA: 182 Min
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures

TRAMA:
Avengers: Endgame, il film diretto da Anthony e Joe Russo, è il quarto capitolo dell'epica saga dedicata ai supereroi più potenti della Terra e segue le drammatiche vicende accadute durante Avengers: Infinity War.
Tutte le specie viventi nelle galassie dell'universo sono state vittime della follia di Thanos. È bastato uno schiocco delle dita con indosso il Guanto dell'Infinito per ridurre in cenere la metà delle popolazioni di tutti i pianeti. Gli Avengers ancora in vita, insieme agli ultimi alleati rimasti, devono unire le forze un'altra volta per sconfiggere tentare di Thanos e riportare l'ordine nell'universo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 04:03:23
Appena finito di vedere il film.
Non mi ci voglio dilungare, ma ci tornerò nei prossimi giorni.
Enorme delusione per quanto mi riguarda. Occasione sprecata perché il film ha i suoi momenti buoni ed epici (in particolar modo nei personaggi di Occhio di Falco, Capitan America ed Iron Man) ma per il resto non si salva quasi nulla.
Peggior film corale del MCU a mani basse per mio gusto personale.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 24 Aprile 2019, 04:16:31
Mi raccomando a tutti quanti, USATE il tasto Spoiler!

 ;)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 24 Aprile 2019, 04:30:45
Appena uscito dal cinema anche io.
A livello di scrittura ha dei problemi, con dei deus ex giganteschi e alcuni passaggi non chiari o comunque confusi, il che comunque non è sorprendente dato il "tema" del film, inoltre ha una parte centrale forse troppo light e che calca la mano su certe situazioni in maniera troppo evidente.
Ci sono un paio di spiegoni che forse incasinano ancora di più il tutto, bisognerebbe rivederlo a mente fredda.
Però bello è bello.
Inizio e fine sono orgasmici, per ragioni del tutto opposte, con alcuni momenti che mi rimarranno negli occhi a lungo.

Al termine ti alzi dalla poltroncina un po' triste sapendo che ciò che hai visto è la chiusura di un percorso e, per vari motivi, non sarà replicabile negli anni a venire.
Titoli di coda. Sipario.  :cry:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 04:41:14
Bellissimo.

Ci sono state varie cose che non mi sono piaciute, e varie altre cose non chiare... Però le cose che mi sono piaciute sfiorano talmente tanto la perfezione che non saprei con quale altro aggettivo descrivere questo film. Chiunque voglia fare cinecomic dovrà prendere appunti per decenni da questa coppia di film: messi insieme sono la perfezione totale.

Non c'è nessun motivo per dire cosa mi è piaciuto e cosa no del film, l'unica cosa che mi sento di dire è che
ci sono rimasto male che non ci sia stata una scena post-titoli di coda. Non perché mi aspettassi un rimando alla nuova saga, semplicemente mi aspettavo un mega omaggio strappalacrime a Stan Lee
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 24 Aprile 2019, 05:30:55
Io invece credo che dovresti scrivere anche cosa non ti è piaciuto, serve per le future discussioni.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Garalla - 24 Aprile 2019, 07:41:41
Visto e che dire... piaciuto mi è piaciuto anche se con degli alti e dei bassi.
Ancora una volta è il mio piccolo Thor ad avere una caratterizzazione ancora diversa rispetto al passato e credo che la questione sia tutta legata al fatto che nell'mcu non sanno come dosare la sua forza e quindi si inventano robe. Ora non sono espertissimo del personaggio e in generale non sono un conoscitore dell'universo marvel né un amante dei suoi personaggi (cui sono particolarmente legato), ma Thor è l'unico che seguo con piacere ed è stato il primo film del MCU a farmelo apprezzare e vederlo devastato da film a film mi fa male dentro.
Mentre sugli altri bene o male ci siamo come caratterizzazione, non ho molto da ridire.
Film abbastanza telefonato nel procedere e sul suo finale al punto che certe cose potrei dirle senza timore di Spoiler visto che già dai trailer si capisce grosso modo l'andazzo tranne per lo snodo che porta al finale.
L'introduzione è fin troppo sbrigativa. La prima parte del film con il post schiocco di dita mi è parso convincente, ma sulla seconda parte... e qualche magagna l'ho trovata. Le varie linee narrativa sembrano sviluppate per renderle più spettacolari possibili per noi spettatori e non in un'ottica di ottimizzazione (in primis la storyline di Thor la cui scelta è abbastanza discutibile, ma non solo la sua eh).
C'è  per me un grosso problema di coerenza con ciò che viene mostrato e fatto intendere all'inizio di Infinity War e qualche scena di questo film

Sì, mi riferisco agli Asgardiani sopravvissuti... quando all'inizio di Infinity War la sensazione era che fossero stati sterminati.
. Nulla che vada a minare veramente la narrazione ma sembra non esserci correlazione nonostante siano sempre loro gli autori.
Il terzo atto del film e il finale invece mi sono piaciuti e mi hanno gasato anche parecchio ciò non toglie che per arrivarci ci sia qualche problemino che può minare la visione a qualcuno.

Il problema grosso è legato a doppio filo con uno degli elementi risolutivi il cui funzionamento non è chiaro

Ma come funziona il tempo? Nel senso... è evidente che l'interferenza del piano dei nostri protagonisti ha modificato qualcosa anche senza scomodare il finale che palesemente crea un grosso problema per l'universo legato ad uno della trinità Marvel anche per i film precedenti...
Semplicemente devo pensare che le modifiche viste non sia retroattive ma allo stesso tempo tutte presenti?
L'esempio più lampante credo sia
A Thanos. Giunge nel 2023-2024 dal 2014 e viene ucciso. Per i nostri pare essere avvenuto tutto quanto anche se a rigor di logica Thanos non ha mai trovato le gemme. Ergo semplicemente esiste una linea temporale, un universo alternativo in cui Thanos e i suoi scompaiono nel nulla dal 2014  mentre per il nostro 2023-2024 tutti gli eventi sono accaduti?

Se la vedo come la fine soprassiedo magari su alcuni di questi problemi ma sappiamo che l'universo andrà avanti e come la vogliono gestire potrebbe essere un problema.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 24 Aprile 2019, 09:03:39
A leggere le prime opinioni, sembra sia sul livello di Infinity War, o addirittura sotto, sbaglio?
Perché, se fosse così, posso tranquillamente aspettare, e vederlo tra qualche mese, senza fretta.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Garalla - 24 Aprile 2019, 09:45:19
A leggere le prime opinioni, sembra sia sul livello di Infinity War, o addirittura sotto, sbaglio?
Perché, se fosse così, posso tranquillamente aspettare, e vederlo tra qualche mese, senza fretta.

Tutto dipende da cosa cerchi da un film da vedere al cinema e per me questo non è legato a doppio filo con la qualità in senso stretto.
Per dire difficilmente vado a vedere una commedia perché quella potrei godermela comunque a casa. Un film con più azione, effetti speciali e spettacolare voglio vederlo in un maxi-schermo e sotto questo punto di vista certi momenti del film sono anche superiori ad Infinity War.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 10:14:31
A leggere le prime opinioni, sembra sia sul livello di Infinity War, o addirittura sotto, sbaglio?
Perché, se fosse così, posso tranquillamente aspettare, e vederlo tra qualche mese, senza fretta.
Per me peggior film corale del MCU.



Visto e che dire... piaciuto mi è piaciuto anche se con degli alti e dei bassi.
Ancora una volta è il mio piccolo Thor ad avere una caratterizzazione ancora diversa rispetto al passato e credo che la questione sia tutta legata al fatto che nell'mcu non sanno come dosare la sua forza e quindi si inventano robe. Ora non sono espertissimo del personaggio e in generale non sono un conoscitore dell'universo marvel né un amante dei suoi personaggi (cui sono particolarmente legato), ma Thor è l'unico che seguo con piacere ed è stato il primo film del MCU a farmelo apprezzare e vederlo devastato da film a film mi fa male dentro.
Mentre sugli altri bene o male ci siamo come caratterizzazione, non ho molto da ridire.
Film abbastanza telefonato nel procedere e sul suo finale al punto che certe cose potrei dirle senza timore di Spoiler visto che già dai trailer si capisce grosso modo l'andazzo tranne per lo snodo che porta al finale.
L'introduzione è fin troppo sbrigativa. La prima parte del film con il post schiocco di dita mi è parso convincente, ma sulla seconda parte... e qualche magagna l'ho trovata. Le varie linee narrativa sembrano sviluppate per renderle più spettacolari possibili per noi spettatori e non in un'ottica di ottimizzazione (in primis la storyline di Thor la cui scelta è abbastanza discutibile, ma non solo la sua eh).
C'è  per me un grosso problema di coerenza con ciò che viene mostrato e fatto intendere all'inizio di Infinity War e qualche scena di questo film

Sì, mi riferisco agli Asgardiani sopravvissuti... quando all'inizio di Infinity War la sensazione era che fossero stati sterminati.
. Nulla che vada a minare veramente la narrazione ma sembra non esserci correlazione nonostante siano sempre loro gli autori.
Il terzo atto del film e il finale invece mi sono piaciuti e mi hanno gasato anche parecchio ciò non toglie che per arrivarci ci sia qualche problemino che può minare la visione a qualcuno.

Il problema grosso è legato a doppio filo con uno degli elementi risolutivi il cui funzionamento non è chiaro

Ma come funziona il tempo? Nel senso... è evidente che l'interferenza del piano dei nostri protagonisti ha modificato qualcosa anche senza scomodare il finale che palesemente crea un grosso problema per l'universo legato ad uno della trinità Marvel anche per i film precedenti...
Semplicemente devo pensare che le modifiche viste non sia retroattive ma allo stesso tempo tutte presenti?
L'esempio più lampante credo sia
A Thanos. Giunge nel 2023-2024 dal 2014 e viene ucciso. Per i nostri pare essere avvenuto tutto quanto anche se a rigor di logica Thanos non ha mai trovato le gemme. Ergo semplicemente esiste una linea temporale, un universo alternativo in cui Thanos e i suoi scompaiono nel nulla dal 2014  mentre per il nostro 2023-2024 tutti gli eventi sono accaduti?

Se la vedo come la fine soprassiedo magari su alcuni di questi problemi ma sappiamo che l'universo andrà avanti e come la vogliono gestire potrebbe essere un problema.
Ricorda:
l'universo è salvo grazie ad un topo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Principe - 24 Aprile 2019, 11:40:58
Appena finito di vedere il film.
Non mi ci voglio dilungare, ma ci tornerò nei prossimi giorni.
Enorme delusione per quanto mi riguarda. Occasione sprecata perché il film ha i suoi momenti buoni ed epici (in particolar modo nei personaggi di Occhio di Falco, Capitan America ed Iron Man) ma per il resto non si salva quasi nulla.
Peggior film corale del MCU a mani basse per mio gusto personale.
Ti condivido anche le virgole, sono felice di sapere che non sono l’unico a pensarla così
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 24 Aprile 2019, 11:47:03
Avrei un quesito per chi ha visto il film
Ma il ragazzo che c'è nella scena del funerale di Tony Stark, quello che compare poco prima che inquadrano Carol Danvers chi è? Si è mai visto in qualche film? Perché tutti i personaggi presenti in quella scena sono conosciuti, ma di quel ragazzo proprio non ricordo se si sia mai visto
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ohau - 24 Aprile 2019, 11:51:38
Incredibile, anche in giro sto percependo più delusione di quanto mi sarei aspettato  :look:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Solomon - 24 Aprile 2019, 11:54:17
Ricorda:
l'universo è salvo grazie ad un topo
Visto lo zampino della Disney, ci sta :sisi:

(https://i.postimg.cc/85KQ5Ky2/IMG-20190320-111321.png)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 24 Aprile 2019, 12:26:19
Avrei un quesito per chi ha visto il film
Ma il ragazzo che c'è nella scena del funerale di Tony Stark, quello che compare poco prima che inquadrano Carol Danvers chi è? Si è mai visto in qualche film? Perché tutti i personaggi presenti in quella scena sono conosciuti, ma di quel ragazzo proprio non ricordo se si sia mai visto
Non ne ho davvero idea.
Anche io me lo sono chiesto, mai visto.

Per quanto riguarda invece
i viaggi nel tempo
c'è da dire che:

credo che la scelta dei fratelli Russo sia stata quella di mantenere una stessa linea temporale, in modo da avere una costruzione più semplice. Modificando il passato non si altera il futuro, se Thanos sparisce nel 2014 continuerà ad aver vinto nel 2018 perché lo scorrere del tempo è in un'unica direzione, ecco perché Nebula può tranquillamente uccidere se stessa e nulla le accade (ritorno al futuro è una stronzata cit.) ed ecco perché loro non possono distruggere semplicemente le gemme nel passato ma devono a tutti gli effetti rischioccare le dita. Il presente diventa il tuo passato e il tuo passato diventa il tuo futuro. Hanno evitato pure tutto il discorso delle dimensioni parallele nel momento in cui viene alterato il passato, Banner fa appositamente uno spiegone a New York ma dovrei rivederlo perché il tutto sia più chiaro.

Comunque, il rischio su queste faccende è sempre quello di tirare su delle voragini e degli aspetti molto deboli.
Io consiglio di non pensarci più di tanto e farsi prendere dallo scorrere degli eventi, altrimenti si rischia di rimanere impantanati in un lago polemico da cui non è semplice uscire.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 12:55:46
Io invece credo che dovresti scrivere anche cosa non ti è piaciuto, serve per le future discussioni.
Allora principalmente, così a mente fredda, i miei più grandi problemi sono:
1 - Thor: che motivo c'era di sfigurarlo così per poi tenerlo in vita come un ciccione che va appresso ai Guardiani della Galassia? Onestamente avrei preferito che gli asgardiani fossero rimasti tutti morti (anche perché come già ha fatto notare qualcuno, era questa la sensazione che si aveva alla fine di IW) e che lui fosse morto da eroe in questo film, come ultimo degli asgardiani. Mi andava anche benissimo il fatto che fosse diventano una specie di Drugo, però non capisco che senso abbia tenersi un Thor panzone nei Guardiani della Galassia, considerando che lui da solo con Stormbreaker spacca il culo a mezzo universo... è decisamente sbilanciato rispetto ai poteri dei Guardiani. Come se Cap Marvel andasse appresso agli Howling Commandos...

2 - Cap America: a me questo fatto che lui alzi il martello di Thor proprio non m'è andata giù. Mi piace pensare che sia dovuto al fatto che non mi piace Cap come personaggio (sia nei fumetti che nei film, proprio a livello concettuale), ma in realtà è anche dovuto al fatto che è un'ennesimo impoverimento per Thor... Poi non è che lo usi una volta e buonanotte, ci parte anche insieme indietro nel tempo... Quando ho iniziato ad avere l'impressione che avrei dovuto sorbirmi quell'imbecille di Cap America con il martello di Thor per il resto del MCU volevo sbrattare, poi grazie al cielo questa eventualità non si è presentata. Col senno di poi, seppure non mi è piaciuta come cosa, comunque non ha influito pesantemente sull'andamento della battaglia ed è stato un ottimo modo per far fare una fine gloriosa a un personaggio che è amato da molti.

3 - onestamente la storia dei viaggi nel tempo non è stata molto chiara. Dovrei rivederlo un attimino con calma per capire di preciso come hanno fatto funzionare la timeline. Mi è sembrato di capire che i vari istanti temporali non possono influenzarsi l'uno con l'altro, e che quando si torna indietro l'unica cosa che puoi fare per cambiare le cose è riportarti qualcosa con te. Da quello che ho capito la linea temporale è dettata dalla coesistenza nel presente delle 6 gemme, e in assenza di una di queste si creano multiversi. Allora però temo di non aver capito ad esempio cosa succede a Loki col Tesseract. Il fatto che Tony e Cap lo abbiano rubato negli anni '70 non toglie il fatto che Loki ce l'ha con sé nel 2014. Vorrei solo essere sicuro di aver capito: il fatto che alla fine Cap riporta tutte le gemme al loro posto, consente di "tappare" i vari multiversi aperti e di ristabilire la linea temporale che tutti conosciamo (escluso il fatto che lui si è fatto una vita con Carter)?

Per il resto penso che gli altri problemi di questo film (quali le botte di culo allucinanti, i deus ex, le battute, le scelte telefonate) siano del tutto coerenti con tutti gli altri cinecomic Marvel :ph34r: io quando vado a vedere un cinecomic della Marvel le do per scontate queste cose: costituiscono anche il bello di questi film no? Se dovessero essere grandi film di grande cinema elevato, che senso avrebbe?  :asd: Io mi ricordo quando da ragazzino uscivo deluso da molti film Marvel, perché principalmente leggere i fumetti era proprio un'altra cosa! Il fatto che la Marvel sia riuscita a trasformare questa "altra cosa" che sono i loro film in un fenomeno culturale di dimensioni impressionanti io lo considero un successo: non sono filmoni, ma sono riusciti a creare dal nulla un ambiente di filmetti per ragazzi graditissimo, piacevole e stimolante. Considerando che oggi una delle più grandi passioni dei ragazzi sono i social, non ci vedo niente di male nel riuscire ad attirare al cinema centinaia di tonnellate di teenager. Sono gli unici film che, anticipando i tempi, sono riusciti a incanalare e a trasformare in grandezza questa moderna ossessione cinematografica di produrre solo prequel, sequel, e reboot di film degli ultimi 40 anni. O meglio, loro si sono inventati questa cosa, sono saltati dal burrone e hanno scoperto di poter volare, mentre il resto del cinema li ha seguiti nel burrone e buonanotte stanno ancora precipitando.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 24 Aprile 2019, 12:59:43
Thank you, man :clap:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 13:01:01
Avrei un quesito per chi ha visto il film
Ma il ragazzo che c'è nella scena del funerale di Tony Stark, quello che compare poco prima che inquadrano Carol Danvers chi è? Si è mai visto in qualche film? Perché tutti i personaggi presenti in quella scena sono conosciuti, ma di quel ragazzo proprio non ricordo se si sia mai visto
Non ne ho davvero idea.
Anche io me lo sono chiesto, mai visto.

Da quello che ho capito si tratta
del ragazzino di Iron Man 3

Comunque, il rischio su queste faccende è sempre quello di tirare su delle voragini e degli aspetti molto deboli.
Io consiglio di non pensarci più di tanto e farsi prendere dallo scorrere degli eventi, altrimenti si rischia di rimanere impantanati in un lago polemico da cui non è semplice uscire.
:quoto: tantissimo.

Se ci si fa trasportare dagli eventi (come si deve fare quando si va a vedere un film Marvel), questi due film uno di fila all'altro (IW e Endgame) sono veramente bellissimi: sono fra loro complementari e allo stesso tempo ben legati a livello di tematiche. Io quando vado a vedere questi film provo a tenere da una parte tutti i problemi di scrittura buttandoli nel cestino ogni volta che vedo una bella scena. Questi sono film che vivono di scene emozionanti, non di grandi sceneggiature.

Comunque penso sia innegabile che in questi due film ci sono le migliori scene di azione di sempre  :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 24 Aprile 2019, 13:19:57
Io invece credo che dovresti scrivere anche cosa non ti è piaciuto, serve per le future discussioni.
Allora principalmente, così a mente fredda, i miei più grandi problemi sono:
1 - Thor: che motivo c'era di sfigurarlo così per poi tenerlo in vita come un ciccione che va appresso ai Guardiani della Galassia? Onestamente avrei preferito che gli asgardiani fossero rimasti tutti morti (anche perché come già ha fatto notare qualcuno, era questa la sensazione che si aveva alla fine di IW) e che lui fosse morto da eroe in questo film, come ultimo degli asgardiani. Mi andava anche benissimo il fatto che fosse diventano una specie di Drugo, però non capisco che senso abbia tenersi un Thor panzone nei Guardiani della Galassia, considerando che lui da solo con Stormbreaker spacca il culo a mezzo universo... è decisamente sbilanciato rispetto ai poteri dei Guardiani. Come se Cap Marvel andasse appresso agli Howling Commandos...

2 - Cap America: a me questo fatto che lui alzi il martello di Thor proprio non m'è andata giù. Mi piace pensare che sia dovuto al fatto che non mi piace Cap come personaggio (sia nei fumetti che nei film, proprio a livello concettuale), ma in realtà è anche dovuto al fatto che è un'ennesimo impoverimento per Thor... Poi non è che lo usi una volta e buonanotte, ci parte anche insieme indietro nel tempo... Quando ho iniziato ad avere l'impressione che avrei dovuto sorbirmi quell'imbecille di Cap America con il martello di Thor per il resto del MCU volevo sbrattare, poi grazie al cielo questa eventualità non si è presentata. Col senno di poi, seppure non mi è piaciuta come cosa, comunque non ha influito pesantemente sull'andamento della battaglia ed è stato un ottimo modo per far fare una fine gloriosa a un personaggio che è amato da molti.

3 - onestamente la storia dei viaggi nel tempo non è stata molto chiara. Dovrei rivederlo un attimino con calma per capire di preciso come hanno fatto funzionare la timeline. Mi è sembrato di capire che i vari istanti temporali non possono influenzarsi l'uno con l'altro, e che quando si torna indietro l'unica cosa che puoi fare per cambiare le cose è riportarti qualcosa con te. Da quello che ho capito la linea temporale è dettata dalla coesistenza nel presente delle 6 gemme, e in assenza di una di queste si creano multiversi. Allora però temo di non aver capito ad esempio cosa succede a Loki col Tesseract. Il fatto che Tony e Cap lo abbiano rubato negli anni '70 non toglie il fatto che Loki ce l'ha con sé nel 2014. Vorrei solo essere sicuro di aver capito: il fatto che alla fine Cap riporta tutte le gemme al loro posto, consente di "tappare" i vari multiversi aperti e di ristabilire la linea temporale che tutti conosciamo (escluso il fatto che lui si è fatto una vita con Carter)?

Per il resto penso che gli altri problemi di questo film (quali le botte di culo allucinanti, i deus ex, le battute, le scelte telefonate) siano del tutto coerenti con tutti gli altri cinecomic Marvel :ph34r: io quando vado a vedere un cinecomic della Marvel le do per scontate queste cose: costituiscono anche il bello di questi film no? Se dovessero essere grandi film di grande cinema elevato, che senso avrebbe?  :asd: Io mi ricordo quando da ragazzino uscivo deluso da molti film Marvel, perché principalmente leggere i fumetti era proprio un'altra cosa! Il fatto che la Marvel sia riuscita a trasformare questa "altra cosa" che sono i loro film in un fenomeno culturale di dimensioni impressionanti io lo considero un successo: non sono filmoni, ma sono riusciti a creare dal nulla un ambiente di filmetti per ragazzi graditissimo, piacevole e stimolante. Considerando che oggi una delle più grandi passioni dei ragazzi sono i social, non ci vedo niente di male nel riuscire ad attirare al cinema centinaia di tonnellate di teenager. Sono gli unici film che, anticipando i tempi, sono riusciti a incanalare e a trasformare in grandezza questa moderna ossessione cinematografica di produrre solo prequel, sequel, e reboot di film degli ultimi 40 anni. O meglio, loro si sono inventati questa cosa, sono saltati dal burrone e hanno scoperto di poter volare, mentre il resto del cinema li ha seguiti nel burrone e buonanotte stanno ancora precipitando.

cap america imbecille?  :blink:
Me lo bannate questo?  :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 24 Aprile 2019, 13:30:10


Comunque penso sia innegabile che in questi due film ci sono le migliori scene di azione di sempre  :sisi:

la battaglia finale con tanto di passaggio della torcia tra i vari eroi è il punto più alto mai raggiunto dal cinema supereroistico, e sarà così per tanto tempo.
In questa vita non credo vedremo un'altra interazione del genere con dei personaggi tanto iconici tutti insieme contemporaneamente quali Stark, Rogers, Thor, Parker, Strange, Banner, la Danvers...rimarrà un unicum. Ti assale anche una certa tristezza, non so da ora in poi come vorranno proseguire, probabilmente al termine della fase 4 ci sarà un altro film corale...ma sarà molto meno big di questo e probabilmente contro un cattivo "filler" che sarà asservito a uno scenario più grande, con tanti eroi dall'appeal relativo. Per rivedere certe dinamiche e certa potenza bisognerà attendere quantomeno la fase cinque, dove probabilmente verranno introdotti F4 e X-Men...sinceramente mi aspetto una fase quattro abbastanza "piatta".


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 13:34:56
cap america imbecille?  :blink:
Me lo bannate questo?  :lolle:
:stralol: mi sta veramente sulle scatole, che ci posso fare? Lo so che è un problema mio! Comunque riconosco che gli hanno fatto fare
una gran bella fine, veramente molto molto bella
. Ad ogni modo che non sia un personaggio molto intelligente è evidente  :asd: poi ha un gran cuore e quello che vuoi... Però insomma... Di sicuro se ti piace non ti piace per la sua astuzia :asd:

Semplicemente siccome preferisco
ad esempio Thor (il Thor vero, non la sua versione comica in stile "guardiani della galassia") a Cap, e siccome anche Thor è un Avenger della prima ora, speravo per lui in un epilogo altrettanto bello. Alla fine Tony ha una fine epica, Cap pure, Natalia anche, Clint idem... gli unici due "sfigati" sono Hulk e Thor. Hulk lo posso capire non avendo i diritti per un film incentrato su di lui... Ma Thor non me lo aspettavo finisse così, come un "potente comprimario". Onestamente la figura di Thor era stata così epica in IW che mi aspettavo qualcosa di più per lui in Endgame.

Comunque penso sia innegabile che in questi due film ci sono le migliori scene di azione di sempre  :sisi:
la battaglia finale con tanto di passaggio della torcia tra i vari eroi è il punto più alto mai raggiunto dal cinema supereroistico, e sarà così per tanto tempo.
In questa vita non credo vedremo un'altra interazione del genere con dei personaggi tanto iconici tutti insieme contemporaneamente quali Stark, Rogers, Thor, Parker, Strange, Banner, la Danvers...rimarrà un unicum. Ti assale anche una certa tristezza, non so da ora in poi come vorranno proseguire, probabilmente al termine della fase 4 ci sarà un altro film corale...ma sarà molto meno big di questo e probabilmente contro un cattivo "filler" che sarà asservito a uno scenario più grande, con tanti eroi dall'appeal relativo. Per rivedere certe dinamiche e certa potenza bisognerà attendere quantomeno la fase cinque, dove probabilmente verranno introdotti F4 e X-Men...sinceramente mi aspetto una fase quattro abbastanza "piatta".
quoto... un cattivo come
Thanos non lo rivedremo più per moooolto tempo. Hanno dato vita a uno dei più bei villain di sempre.
E una delle cose che ho più apprezzato di questi due film è che riescono a fare contenti gli amanti di praticamente ogni tipo di supereroe (a parte i fan di Hulk forse...). In questo senso la perfezione è tale che gli amanti di Thanos sono usciti pure loro di gran lunga entusiasti delle sue gesta. Personaggio memorabile
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Gianni_90 - 24 Aprile 2019, 13:58:40
Ma in questo film c'è piu azione rispetto a quello precedente,perche ho letto una recensione che diceva appunto l'azione era minore perche si concentrava piu sulla trama.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 14:02:29
Ma in questo film c'è piu azione rispetto a quello precedente,perche ho letto una recensione che diceva appunto l'azione era minore perche si concentrava piu sulla trama.
In Infinity War c'era indubbiamente moooolta più azione (era quasi solo quello per tre ore...). In questo film si ragiona molto di più su varie tematiche, ad esempio
l'elaborazione del lutto,
ma nonostante ciò le scene di azione che ci sono sono veramente le più belle di sempre. E ci aggiungo che superare quelle di Infinity War era difficile eh. Diciamo che si sono tenuti il meglio del meglio per ultimo. Io comunque ti consiglio di considerarli come una specie di "unico film", penso che si apprezzino ancora di più se visti in quest'ottica
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 14:09:36
Dubito qualche fan di Thor possa uscire contento dalla visione di questa pellicola  :asd:
Altro che fare tutti felici!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Gianni_90 - 24 Aprile 2019, 14:10:24
Vabbe non leggerò Spoiler,ci sentiamo dopo sabato.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 24 Aprile 2019, 14:21:17
A me
Thor "drugo"
(bellissima citazione tra l'altro) è piaciuto e mi ha fatto sbellicare, e anch'io sono fan di Thor, però ho notato che mentre nei fumetti il Thor epico e serio ci sta alla grande, al cinema quando si prende troppo sul serio funziona molto meno, poi sinceramente non è che se nei film lo fanno più caciarone il personaggio originale, ovvero quello dei fumetti, ne risente, anzi almeno vediamo due versioni separate. Sai che noia vedere lo stesso identico personaggio.
Anche
doc hulk
mi è piaciuto ed è un altra grande citazione del ciclo di
Pad
. Ha molto più senso così che nella solita solfa
hulk/banner
proposta ormai da decenni sul grande schermo. Spero che il personaggio si veda ancora, magari nel secondo film di Strange o in qualche altro film corale (spero ne facciano ancora).
Comuque
Clint
personaggio preferito della pellicola, non vedo l'ora di vedere la serie tv di prossima uscita su Disney+ incentrata su di lui.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Guardiano della Notte - 24 Aprile 2019, 14:56:39
Solo una domanda poi torno lontanissimo da questo topic finché non avrò visto il film.
Ci sono scene post-credit? Quante?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: NikoFever - 24 Aprile 2019, 15:02:12
Solo una domanda poi torno lontanissimo da questo topic finché non avrò visto il film.
Ci sono scene post-credit? Quante?
No, nessuna scena dopo i titoli di coda!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Guardiano della Notte - 24 Aprile 2019, 15:08:31
Ok, grazie mille. Addio.
 :flash:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 16:38:14
Dubito qualche fan di Thor possa uscire contento dalla visione di questa pellicola  :asd:
Altro che fare tutti felici!
Io stavo facendo un commento su entrambi i film, e dubito che i fan di Thor possano ritenersi insoddisfatti di Infinity War  :sisi:

A me
Thor "drugo"
(bellissima citazione tra l'altro) è piaciuto e mi ha fatto sbellicare, e anch'io sono fan di Thor, però ho notato che mentre nei fumetti il Thor epico e serio ci sta alla grande, al cinema quando si prende troppo sul serio funziona molto meno, poi sinceramente non è che se nei film lo fanno più caciarone il personaggio originale, ovvero quello dei fumetti, ne risente, anzi almeno vediamo due versioni separate. Sai che noia vedere lo stesso identico personaggio.
Anche
doc hulk
mi è piaciuto ed è un altra grande citazione del ciclo di
Pad
. Ha molto più senso così che nella solita solfa
hulk/banner
proposta ormai da decenni sul grande schermo.

Non l'avevo vista in quest'ottica. Mi hai fatto rivalutare
l'Hulk serio, che a me non ha mai convinto come concetto.
Grazie  :up:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 16:51:57
Dubito qualche fan di Thor possa uscire contento dalla visione di questa pellicola  :asd:
Altro che fare tutti felici!
Io stavo facendo un commento su entrambi i film, e dubito che i fan di Thor possano ritenersi insoddisfatti di Infinity War  :sisi:

A me
Thor "drugo"
(bellissima citazione tra l'altro) è piaciuto e mi ha fatto sbellicare, e anch'io sono fan di Thor, però ho notato che mentre nei fumetti il Thor epico e serio ci sta alla grande, al cinema quando si prende troppo sul serio funziona molto meno, poi sinceramente non è che se nei film lo fanno più caciarone il personaggio originale, ovvero quello dei fumetti, ne risente, anzi almeno vediamo due versioni separate. Sai che noia vedere lo stesso identico personaggio.
Anche
doc hulk
mi è piaciuto ed è un altra grande citazione del ciclo di
Pad
. Ha molto più senso così che nella solita solfa
hulk/banner
proposta ormai da decenni sul grande schermo.

Non l'avevo vista in quest'ottica. Mi hai fatto rivalutare
l'Hulk serio, che a me non ha mai convinto come concetto.
Grazie  :up:
Se poi dopo fa la fine imbarazzante ed indecorosa di Endgame...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 24 Aprile 2019, 20:03:14
Visto anche io, ho emozioni costrastanti. Dunque, preso come film di chiusura di un progetto undicennale secondo me è perfetto, un capolavoro. Il film è un omaggio a quanto fatto fin'ora, c'è poco da fare, un ringraziamento a tutti i fans per aver seguito il MCU da anni. Se però lo prendo come film a sè, ci sono vari difetti che ho ritrovato nei post precedenti.

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 24 Aprile 2019, 21:02:03
Visto anche io.
Wow, tantissime cose da dire, ma a caldo posso dire che il primo tempo è davvero deludente e incostante, ma il secondo tempo e tutto il finale sono sicuramente l'apice del genere supereroistico Marvel, emozionante e da saltare sulla poltrona, peccato per tutto il primo tempo della pellicola, magari posto consecutivamente a Infinity War risulta più equilibrato.


Per me il MCU finisce qua, anche perché non penso che riusciranno ricreare quello che hanno fatto fin qui, neanche con F4 e X-Men, che spero per loro di introdurre al più presto, non si può campare di solo standalone.


Molte cose non le perdonerò mai di questo film, ma mentirei se non dicessi di essermi davvero emozionato alla fine. Comunque è una degna conclusione e un buon addio al cinema per gli Avengers.


Passo alla parte Spoiler
La morte di Nat, Cap che solleva Mjiolnir, i Big three contro Thanos, la morte di Iron Man, ma soprattutto quel "Avengers Assemble" così tanto atteso (davvero il miglior momento Marvel di tutti i tempi) e tutta la battaglia finale, mio dio, sono realizzati da dio. Purtroppo bisogna sopportarsi il Thor panzone, ma non credo li perdonerò mai per quello, inoltre gran parte dei viaggi nel tempo e l'inizio sono confusionari e realizzati maledettamente male.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 21:51:25
Eh si occorre necessariamente considerare che in questo film dovevano chiudersi talmente tante trame che era veramente difficile bilanciare le varie conclusioni con una trama coerente al 100%. Io sono convinto che questi due film sono un capolavoro se visti con occhi di meraviglia. Se ci si mette a cercare l'ago nel pagliaio si finisce inevitabilmente col trovarlo (come dice mi pare lo stesso Tony: basta usare una calamita  :asd:)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 22:16:17
Eh si occorre necessariamente considerare che in questo film dovevano chiudersi talmente tante trame che era veramente difficile bilanciare le varie conclusioni con una trama coerente al 100%. Io sono convinto che questi due film sono un capolavoro se visti con occhi di meraviglia. Se ci si mette a cercare l'ago nel pagliaio si finisce inevitabilmente col trovarlo (come dice mi pare lo stesso Tony: basta usare una calamita  :asd:)
Utilizzerei il termine capolavoro in primis con molta più attenzione ed in secondo luogo non di certo per questa pellicola.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: pumui75 - 24 Aprile 2019, 22:50:44
io attendo ancora e leggo i vostri commenti per farmi una idea !!

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 22:53:41
Eh si occorre necessariamente considerare che in questo film dovevano chiudersi talmente tante trame che era veramente difficile bilanciare le varie conclusioni con una trama coerente al 100%. Io sono convinto che questi due film sono un capolavoro se visti con occhi di meraviglia. Se ci si mette a cercare l'ago nel pagliaio si finisce inevitabilmente col trovarlo (come dice mi pare lo stesso Tony: basta usare una calamita  :asd:)
Utilizzerei il termine capolavoro in primis con molta più attenzione ed in secondo luogo non di certo per questa pellicola.
chiaramente intendo capolavoro in questo genere  :sisi: mi sembra accettabile che qualcuno pensi che Infinity War e Endgame siano un punto massimo dei cinecomic "alla Marvel" (ovviamente non ha senso paragonare con cinecomic tipo i tre Batman di Nolan...). E' ovvio che c'entrano i gusti personali eh, se ci sono cinecomic di questo genere che ti sono piaciuti più di questi due ok... Però non mi sembra assurdo che possano essere considerati capolavori nel loro genere da qualcuno :asd: altrimenti non mi spiego il loro successo

Non intendevo in nessun modo dire che sono dei capolavori della storia del cinema
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 23:02:48
Eh si occorre necessariamente considerare che in questo film dovevano chiudersi talmente tante trame che era veramente difficile bilanciare le varie conclusioni con una trama coerente al 100%. Io sono convinto che questi due film sono un capolavoro se visti con occhi di meraviglia. Se ci si mette a cercare l'ago nel pagliaio si finisce inevitabilmente col trovarlo (come dice mi pare lo stesso Tony: basta usare una calamita  :asd:)
Utilizzerei il termine capolavoro in primis con molta più attenzione ed in secondo luogo non di certo per questa pellicola.
chiaramente intendo capolavoro in questo genere  :sisi: mi sembra accettabile che qualcuno pensi che Infinity War e Endgame siano un punto massimo dei cinecomic "alla Marvel" (ovviamente non ha senso paragonare con cinecomic tipo i tre Batman di Nolan...). E' ovvio che c'entrano i gusti personali eh, se ci sono cinecomic di questo genere che ti sono piaciuti più di questi due ok... Però non mi sembra assurdo che possano essere considerati capolavori nel loro genere da qualcuno :asd: altrimenti non mi spiego il loro successo

Non intendevo in nessun modo dire che sono dei capolavori della storia del cinema
Il capolavoro è sul lato commerciale e nient'altro.
Il successo al botteghino non è indice di qualità di una pellicola altrimenti i film di Fast&Furious dovrebbero essere considerati dei capolavori, mentre Blade Runner un disastro.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 23:19:14
Eh si occorre necessariamente considerare che in questo film dovevano chiudersi talmente tante trame che era veramente difficile bilanciare le varie conclusioni con una trama coerente al 100%. Io sono convinto che questi due film sono un capolavoro se visti con occhi di meraviglia. Se ci si mette a cercare l'ago nel pagliaio si finisce inevitabilmente col trovarlo (come dice mi pare lo stesso Tony: basta usare una calamita  :asd:)
Utilizzerei il termine capolavoro in primis con molta più attenzione ed in secondo luogo non di certo per questa pellicola.
chiaramente intendo capolavoro in questo genere  :sisi: mi sembra accettabile che qualcuno pensi che Infinity War e Endgame siano un punto massimo dei cinecomic "alla Marvel" (ovviamente non ha senso paragonare con cinecomic tipo i tre Batman di Nolan...). E' ovvio che c'entrano i gusti personali eh, se ci sono cinecomic di questo genere che ti sono piaciuti più di questi due ok... Però non mi sembra assurdo che possano essere considerati capolavori nel loro genere da qualcuno :asd: altrimenti non mi spiego il loro successo

Non intendevo in nessun modo dire che sono dei capolavori della storia del cinema
Il capolavoro è sul lato commerciale e nient'altro.
Il successo al botteghino non è indice di qualità di una pellicola altrimenti i film di Fast&Furious dovrebbero essere considerati dei capolavori, mentre Blade Runner un disastro.
Ma infatti non ho mai detto che sono capolavori solo per il successo commerciale :nono: sono film di intrattenimento che oggettivamente hanno avuto un impatto a livello ideologico e socioculturale inaudito per dei filmetti di intrattenimento. Non penso che il fenomeno del MCU sia paragonabile al "successo" di Fast&Furious :ph34r:

Se poi non ti piacciono che problema c'è... possono piacere o meno. Però l'importanza culturale è fuori discussione. Questo fenomeno mi fa venire spesso in mente i primi Star Wars, che non erano affatto dei capolavori per la storia del cinema, ma che ci sentiamo tutti di considerare capolavori principalmente perché hanno avuto un impatto inaudito sulla nostra cultura.

Mi fa sorridere il fatto che si possa andare al cinema a vedere Inarritu e i fratelli Russo con lo stesso spirito... Non si può provare a incastrare i film dell'MCU con i grandi film della storia del cinema, altrimenti ci sarebbe da bollare tutti i film MCU (come anche tutti gli Star Wars ad esempio) come dei filmetti banalotti per intrattenere le grandi masse e per fare un pacco di soldi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 23:24:00
Ho capito ciò che intendi dire.
Fondamentalmente il tuo errore sta nell'utilizzare impropriamente la parola capolavoro.
L'impatto nella cultura pop non mi sembra di averlo negato, ma Endgame ed Infinity War hanno due sceneggiature che fanno acqua da tutte le parti. Don piaciuti per la grandezza di un progetto di 20 pellicole, ma, fossero state la seconda e la terza pellicola di un franchise, sarebbero state odiate più di BvS.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 24 Aprile 2019, 23:28:04
Ho capito ciò che intendi dire.
Fondamentalmente il tuo errore sta nell'utilizzare impropriamente la parola capolavoro.
L'impatto nella cultura pop non mi sembra di averlo negato, ma Endgame ed Infinity War hanno due sceneggiature che fanno acqua da tutte le parti. Don piaciuti per la grandezza di un progetto di 20 pellicole, ma, fossero state la seconda e la terza pellicola di un franchise, sarebbero state odiate più di BvS.
Ah ok allora è un problema solo semantico  :asd: comunque secondo me se la vedi con un'ottica attenta alla scenografia, TUTTI i film dell'MCU fanno acqua da tutte le parti... Secondo me il 90% della bellezza e del successo di questi film sta proprio nella meraviglia del far parte di un progetto di 20 pellicole. Se si inizia a considerarli singolarmente come film seri, purtroppo come dici te non si rimane soddisfatti  :nono: adesso capisco un po' meglio la tua insoddisfazione  :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 24 Aprile 2019, 23:33:18
Ho capito ciò che intendi dire.
Fondamentalmente il tuo errore sta nell'utilizzare impropriamente la parola capolavoro.
L'impatto nella cultura pop non mi sembra di averlo negato, ma Endgame ed Infinity War hanno due sceneggiature che fanno acqua da tutte le parti. Don piaciuti per la grandezza di un progetto di 20 pellicole, ma, fossero state la seconda e la terza pellicola di un franchise, sarebbero state odiate più di BvS.
Ah ok allora è un problema solo semantico  :asd: comunque secondo me se la vedi con un'ottica attenta alla scenografia, TUTTI i film dell'MCU fanno acqua da tutte le parti... Secondo me il 90% della bellezza e del successo di questi film sta proprio nella meraviglia del far parte di un progetto di 20 pellicole. Se si inizia a considerarli singolarmente come film seri, purtroppo come dici te non si rimane soddisfatti  :nono: adesso capisco un po' meglio la tua insoddisfazione  :ahsisi:
The Winter Soldier, Guardiani della Galassia vol.1-2, The Avengers, Iron Man 3, Black Panther, Ant-Man.
Sono i primi film che mi vengono in mente di questo universo condiviso che hanno un'ottima sceneggiatura e possono essere considerati degli ottimi / buoni film di intrattenimento anche se considerati come film a sé stanti.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 25 Aprile 2019, 00:10:54
- Secondo me la prima parte del pre timeskip è stata troppo sbrigativa. Io avrei speso qualche minuto in più per approfondire le conseguenze dell'operato di Thanos, magari con una bella panoramica mondiale lontana dai supereroi.
- Non ho apprezzato la parte tipo alcolisti anonimi con protagonista cap in cui recita anche uno dei russo, mi è sembrato come se la scena servisse solo per un suo cameo vista l'inutilità della stessa.
- Thor panzone all'inizio mi aveva anche fatto sorridere, dopo però la gag è diventata troppo ripetitiva
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 00:15:27
Concordo con ogni cosa riguardante la sceneggiatura "bucata" o il fatto che non possa essere considerato a sè, ma chissene, è la chiusura del cerchio, la fine del MCU per come lo abbiamo considerato fino ad oggi. Lo so, le aspettative erano alte, forse troppo, ma la bruttezza della prima parte del film non arriva all'epicità pura della seconda parte, quindi a chi si appresta a vederlo (o a chi ci è rimasto deluso) consiglio di goderselo per quello che è, l'epica conclusione dell'epopea Marvel, e proprio per questo, un nuovo inizio.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 25 Aprile 2019, 00:27:40
Oggi prima visione... che dire, al di là di prevedibili buchi di sceneggiatura, nemmeno tanti a dire il vero, il film è strutturalmente più complesso di Infinity War

ci sono almeno 4 cicli narrativi
Vendetta
Sconforto
Reazione
Sacrificio   

Ed è il finale perfetto di questi 11 anni. Sono tanti, segnano un periodo importante nella vita di una persona, la mia sicuramente. Mi sono affezionato, e così penso molti di noi, a questo universo cinematografico controparte dei nostri eroi che abbiamo letto e amato sui fumetti prima. Un mondo tridimensionale e proprio per questo credibile e realistico (faccio riferimento alle parole che Tolkien utilizza per descrivere la creazione di Arda e la necessità di costruire una impalcatura più complessa). Tony Stark, Steve Rogers, Thor, Banner, ma anche Burton, Fury, ma anche Gamora, Rocket, era sono persone che praticamente “vivono” nella nostra realtà. Sono cresciuti e qualcuno invecchiato. Almeno nella mia realtà ovviamente.
E quando finisci per affezionarti il distacco é sempre duro, commovente, ma allo stesso tempo bello, perché davvero è valsa la pena di arrivare fino a qui. Dove tutti i giochi finiscono.

Per me questo film si prende il massimo dei voti. Non posso chiedere altro ad un film che porta in vita un sogno, quello di vedere in carne ed ossa un genere molto particolare. E lo fa in alcuni momenti al massimo, come difficilmente potremo rivedere. Per me questo rappresenta il Ritorno del Re dei comics.

Senza voler spoilerare molto però

Cap che alza finalmente Mjolnir e anche Stormbreaker é meraviglioso ed ho pianto. E finalmente AVENGERS UNITI! Cavolo!

 E alla fine non ho potuto non commuovermi per come Tony dice:”Io sono Iron Man” con un filo di voce, debole e schiacciato dal potere incontenibile del guanto, ma con l’orgoglio e la volontà dell’essere umano.
 

Scusate per la lunghezza. Ma oggi si chiude un affresco di una saga epica, un’epopea, che ha significato molto per me. E che penso ha segnato anche un’epoca per tutti noi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 00:28:04
Concordo con ogni cosa riguardante la sceneggiatura "bucata" o il fatto che non possa essere considerato a sè, ma chissene, è la chiusura del cerchio, la fine del MCU per come lo abbiamo considerato fino ad oggi. Lo so, le aspettative erano alte, forse troppo, ma la bruttezza della prima parte del film non arriva all'epicità pura della seconda parte, quindi a chi si appresta a vederlo (o a chi ci è rimasto deluso) consiglio di goderselo per quello che è, l'epica conclusione dell'epopea Marvel, e proprio per questo, un nuovo inizio.
quoto... questo film è destinato a dividere, potrà piacere alla follia o fare tanto schifo, ma in ogni caso penso che con la giusta ottica chiunque potrebbe riuscire a trovarci del buono, anche solo per il fatto di chiudere un ciclo enorme che ha emozionato tantissimo e in cui chiunque ha trovato almeno un film in cui ritrovarsi

è il finale perfetto di questi 11 anni. Sono tanti, segnano un periodo importante nella vita di una persona, la mia sicuramente. Mi sono affezionato, e così penso molti di noi, a questo universo cinematografico controparte dei nostri eroi che abbiamo letto e amato sui fumetti prima. Un mondo tridimensionale e proprio per questo credibile e realistico (faccio riferimento alle parole che Tolkien utilizza per descrivere la creazione di Arda e la necessità di costruire una impalcatura più complessa). Tony Stark, Steve Rogers, Thor, Banner, ma anche Burton, Fury, ma anche Gamora, Rocket, era sono persone che praticamente “vivono” nella nostra realtà. Sono cresciuti e qualcuno invecchiato. Almeno nella mia realtà ovviamente.
E quando finisci per affezionarti il distacco é sempre duro, commovente, ma allo stesso tempo bello, perché davvero è valsa la pena di arrivare fino a qui. Dove tutti i giochi finiscono.

Per me questo film si prende il massimo dei voti. Non posso chiedere altro ad un film che porta in vita un sogno, quello di vedere in carne ed ossa un genere molto particolare. E lo fa in alcuni momenti al massimo, come difficilmente potremo rivedere. Per me questo rappresenta il Ritorno del Re dei comics.
è proprio questa la sensazione che mi ha fatto!  :clap: bravo hai espresso benissimo la sensazione: non sono stato a pensare a sceneggiatura o se è bello o brutto ecc. ecc. Questo film vive di emozioni come quelle che hai descritto: se si sentono queste emozioni si esce dal cinema entusiasti, altrimenti delusi. La differenza sta lì penso
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 25 Aprile 2019, 00:47:35
Difatti la principale dicotomia di Infinity War ed Endgame è che contemporaneamente fanno da "contenitore" di alcune delle scene che preferisco in assoluto del MCU, ma analizzati come film sono tra quelli che meno mi piacciono perché ricchi di difetti, buchi di sceneggiatura ed imperfezioni.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: toky91 - 25 Aprile 2019, 01:00:23
Avengers Endgame a caldo.
 Il film merita tutto per la parte finale, quella è epica.
Il resto sono 2 ore lente e leggere, solita comicità fin troppo marcata ma che intrattiene.
La cosa più negativa è Thor!!! Davvero qui è diventato più ridicolo pure di Ragnarok! Personaggio rovinato proprio sul film finale...
In generale merita comunque, ma Infinity mi aveva detto di più.
Finale comunque buono per chiudere e iniziare un nuovo universo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 01:28:43
Appena tornato dal cinema.
Il film mi è piaciuto e ci sono dei momenti davvero stupendi che riescono a rievocare tutti questi anni soffermandosi su ogni personaggio principale, ma ci sono davvero troppe forzature e alcuni personaggi hanno subito un trattamento "indegno"
Il personaggi di Hulk è stato interessante da vedere in questa veste
ma praticamente il suo unico contributo è quello di aver riportato in vita i morti...certo è parecchio ma mi aspettavo un contributo fisico che evidentemente non era nei piani
Su Thor...beh stendo un velo pietoso.
Mi ha lasciato interdetto l'aver praticamente dimenticato il povero
Visione...ero convinto che sarebbe stato riparato da Tony ( Shuri mi sembrava avesse ultimato il suo lavoro) e invece nada; visto che non era possibile ripararlo, almeno una scena in cui viene seppellito dignitosamente visto che un corpo rimane
alla luce di ciò, il suo trattamento in IW è ancora peggiore  :tsk:
Cap ha avuto dei momenti stupendi...roba che aspettavo da una vita  :wub:
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Sono contento che Cap Marvel non abbia avuto un ruolo così rilevante  :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 25 Aprile 2019, 01:59:52
Visto, prossimamente dirò la mia, per adesso posso solo dire che è un monumento ai supereroi, chi li ama non potrà che apprezzare il film!
Mi farebbe piacere vedere una cosa simile anche in casa DC
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 02:14:14
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 02:19:03
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa

Essenzialmente sono andati bene sin quando non è apparso
Cap anziano; quel Cap non poteva arrivare nel presente ma doveva vivere nella realtà parallela del passato che ha generato vivendoci con Peggy.
Ricordiamo che Peggy si era sposata e aveva messo su famiglia, quindi Cap di fatto ha ammazzato quelle persone
Se violi una legge basilare come questa, crolla tutto il castello
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 25 Aprile 2019, 02:21:54
Comunque su
Visione
io aspetterei un attimo la serie TV.
È tutto troppo strano ed è possibile che qualcosa non torni, non può essere solo un prequel che racconta le vicende tra Civil War e Infinity War. E ci sarebbe pure
Loki che si teletrasporta con una gemma, creando una dimensione parallela a tutti gli effetti.

A questo punto anche il film
Vedova Nera
può non essere un semplicissimo prequel.

Per il resto, io non credo che sia un'eresia definire la combo Infinity War + Endgame un Capolavoro del genere supereroistico.
C'è introspezione psicologica, azione, epicità, umorismo, finanche decostruzione. L'ultimo ballo degli eroi.
Poi è chiaro che se ci si mette con la lente di ingrandimento a sminuzzare emergono determinate problematiche, ma io sono stufo di questi giochi al massacro.
Il film regge sotto il profilo narrativo, ha una coerenza che non viene spezzata e soprattutto un ritmo così incalzante che l'incredulità non viene interrotta praticamente mai.

Io ringrazierò sempre il cielo che ci ha liberati di Joss Whedon alla regia con il suo tocco patinato, l'occhio televisivo, i cattivi macchiettistici, la sensazione di finzione che permea ogni suo lavoro.
Il MCU dopo il suo addio a livello contenutistico e di maturità ha spiccato il volo e ad oggi i fratelli Russo hanno realizzato quelli che sono forse i tre più bei film dell'universo condiviso, per fortuna se n'è andato, grazie per aver impostato il discorso ma già con Age Of Ultron si rischiava di andare in puzza.


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 25 Aprile 2019, 02:53:35
Review: Avengers: Endgame Is the Perfect Ending to An Era of the MCU


https://www.cbr.com/avengers-endgame-review/ (https://www.cbr.com/avengers-endgame-review/)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 02:54:12
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa

Essenzialmente sono andati bene sin quando non è apparso
Cap anziano; quel Cap non poteva arrivare nel presente ma doveva vivere nella realtà parallela del passato che ha generato vivendoci con Peggy.
Ricordiamo che Peggy si era sposata e aveva messo su famiglia, quindi Cap di fatto ha ammazzato quelle persone
Se violi una legge basilare come questa, crolla tutto il castello
Si però da quello che ho capito questa
legge basilare che dici te è stata dichiaratamente violata per tutto il film... tant'è che dopo aver alterato il passato prendendo le gemme, gli Avengers tornano nel futuro in cui non è cambiato niente se non il fatto che loro ora hanno le gemme. Insomma a me è sembrato chiaro fin da subito dal rifiuto di una visione in stile "ritorno al futuro", dove hanno spiegato come mai non era possibile semplicemente tornare indietro nel tempo e uccidere Thanos... Da quello che ho capito il viaggio nel tempo va interpretato comunque come il futuro: nel futuro tu vai nel passato, ma quel passato in cui sei stato fa comunque parte del tuo futuro, non del tuo passato. Come se la freccia del tempo scorresse sempre e comunque verso l'avanti, ma in alcuni tratti il tempo si può far ripetere su sé stesso. Questo è chiaro se ad esempio pensi al fatto che coesistono due Nebula: una dovrebbe influenzare l'altra, e invece così non è assolutamente. A modo mio di vedere, insomma, non si è mai "tornati" nel passato: si è fatto in modo che il futuro fosse identico ad alcuni momenti del passato che sono stati rivissuti in maniere indipendenti. Né tantomeno sono mai state create realtà parallele...

Gli Avengers col loro viaggio nel tempo non hanno cambiato nulla se non ciò che si sono riportati nella loro timeline, ossia hanno cambiato solo il fatto che ora hanno le gemme dell'infinito... In quest'ottica torna perfettamente il fatto che Cap tornando indietro nel tempo e vivendo con Carter non ha cambiato nulla se non ciò che ha lasciato lì (le gemme, proprio in modo da non creare realtà parallele) e ciò che ha riportato con sé (lo scudo)... A proposito: che fine ha fatto Mjolnir? Cap se non sbaglio lo aveva con sé... Lo ha lasciato nel "passato"?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 02:58:07
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa

Essenzialmente sono andati bene sin quando non è apparso
Cap anziano; quel Cap non poteva arrivare nel presente ma doveva vivere nella realtà parallela del passato che ha generato vivendoci con Peggy.
Ricordiamo che Peggy si era sposata e aveva messo su famiglia, quindi Cap di fatto ha ammazzato quelle persone
Se violi una legge basilare come questa, crolla tutto il castello
Si però da quello che ho capito questa
legge basilare che dici te è stata dichiaratamente violata per tutto il film... tant'è che dopo aver alterato il passato prendendo le gemme, gli Avengers tornano nel futuro in cui non è cambiato niente se non il fatto che loro ora hanno le gemme. Insomma a me è sembrato chiaro fin da subito dal rifiuto di una visione in stile "ritorno al futuro", dove hanno spiegato come mai non era possibile semplicemente tornare indietro nel tempo e uccidere Thanos... Da quello che ho capito il viaggio nel tempo va interpretato comunque come il futuro: nel futuro tu vai nel passato, ma quel passato in cui sei stato fa comunque parte del tuo futuro, non del tuo passato. Come se la freccia del tempo scorresse sempre e comunque verso l'avanti, ma in alcuni tratti il tempo si può far ripetere su sé stesso.

Gli Avengers col loro viaggio nel tempo non hanno cambiato nulla se non ciò che si sono riportati nella loro timeline, ossia hanno cambiato solo il fatto che ora hanno le gemme dell'infinito... In quest'ottica torna perfettamente il fatto che Cap tornando indietro nel tempo e vivendo con Carte non ha cambiato nulla se non ciò che ha lasciato lì (le gemme, proprio in modo da non creare realtà parallele) e ciò che ha riportato con sé (lo scudo)... A proposito: che fine ha fatto Mjolnir? Cap se non sbaglio lo aveva con sé... Lo ha lasciato nel "passato"?

Quando ne iniziano a parlare chiariscono che
non possono modificare il presente.
Tutto ciò che viene alterato nel passato genera realtà parallele.
Se questo fosse vero Cap non poteva trovarsi lì in quel momento ma doveva rimanere nella linea alternativa che ha creato sposando Peggy.

Per quanto riguarda
Mjolnir è lecito supporre che l'abbia lasciato su Asgard nel passato...almeno hanno evitato altri casini
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 03:03:52
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa

Essenzialmente sono andati bene sin quando non è apparso
Cap anziano; quel Cap non poteva arrivare nel presente ma doveva vivere nella realtà parallela del passato che ha generato vivendoci con Peggy.
Ricordiamo che Peggy si era sposata e aveva messo su famiglia, quindi Cap di fatto ha ammazzato quelle persone
Se violi una legge basilare come questa, crolla tutto il castello
Si però da quello che ho capito questa
legge basilare che dici te è stata dichiaratamente violata per tutto il film... tant'è che dopo aver alterato il passato prendendo le gemme, gli Avengers tornano nel futuro in cui non è cambiato niente se non il fatto che loro ora hanno le gemme. Insomma a me è sembrato chiaro fin da subito dal rifiuto di una visione in stile "ritorno al futuro", dove hanno spiegato come mai non era possibile semplicemente tornare indietro nel tempo e uccidere Thanos... Da quello che ho capito il viaggio nel tempo va interpretato comunque come il futuro: nel futuro tu vai nel passato, ma quel passato in cui sei stato fa comunque parte del tuo futuro, non del tuo passato. Come se la freccia del tempo scorresse sempre e comunque verso l'avanti, ma in alcuni tratti il tempo si può far ripetere su sé stesso.

Gli Avengers col loro viaggio nel tempo non hanno cambiato nulla se non ciò che si sono riportati nella loro timeline, ossia hanno cambiato solo il fatto che ora hanno le gemme dell'infinito... In quest'ottica torna perfettamente il fatto che Cap tornando indietro nel tempo e vivendo con Carte non ha cambiato nulla se non ciò che ha lasciato lì (le gemme, proprio in modo da non creare realtà parallele) e ciò che ha riportato con sé (lo scudo)... A proposito: che fine ha fatto Mjolnir? Cap se non sbaglio lo aveva con sé... Lo ha lasciato nel "passato"?

Quando ne iniziano a parlare chiariscono che
non possono modificare il presente.
Tutto ciò che viene alterato nel passato genera realtà parallele.
Se questo fosse vero Cap non poteva trovarsi lì in quel momento ma doveva rimanere nella linea alternativa che ha creato sposando Peggy.

Per quanto riguarda
Mjolnir è lecito supporre che l'abbia lasciato su Asgard nel passato...almeno hanno evitato altri casini
Se come dici te
si venissero a creare realtà parallele, allora anche gli Avengers dopo aver rubato le gemme sarebbero dovuti tornare ad una linea alternativa in cui Thanos non ha mai schioccato le dita, visto che nella realtà parallela in cui gli Avengers rubano le gemme nel passato Thanos non le ha mai trovate! Invece sono riusciti a tornare nell'esatto punto da cui erano partiti. Non sono tornati nella "linea alternativa" da loro creata, allo stesso modo in cui Cap è tornato nella timeline effettiva e non in una alternativa. A modo mio di vedere non si è mai "tornati" nel passato: si è fatto in modo che il futuro fosse identico ad alcuni momenti del passato che sono stati rivissuti in maniere indipendenti. Né tantomeno sono mai state create realtà parallele... Altrimenti, come dicevo prima, non tornerebbe niente.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 03:09:51
Inoltre come mi aspettavo quando si parla
di viaggi nel tempo
hanno scazzato con le conseguenze.
Secondo te in cosa hanno scazzato? Sono curioso, perché onestamente con una sola visione non riesco a analizzare puntigliosamente
ogni evento della timeline... A me in ogni caso, per quello che ho capito, torna tutto. Quindi sono curioso di vedere se mi sto perdendo qualcosa

Essenzialmente sono andati bene sin quando non è apparso
Cap anziano; quel Cap non poteva arrivare nel presente ma doveva vivere nella realtà parallela del passato che ha generato vivendoci con Peggy.
Ricordiamo che Peggy si era sposata e aveva messo su famiglia, quindi Cap di fatto ha ammazzato quelle persone
Se violi una legge basilare come questa, crolla tutto il castello
Si però da quello che ho capito questa
legge basilare che dici te è stata dichiaratamente violata per tutto il film... tant'è che dopo aver alterato il passato prendendo le gemme, gli Avengers tornano nel futuro in cui non è cambiato niente se non il fatto che loro ora hanno le gemme. Insomma a me è sembrato chiaro fin da subito dal rifiuto di una visione in stile "ritorno al futuro", dove hanno spiegato come mai non era possibile semplicemente tornare indietro nel tempo e uccidere Thanos... Da quello che ho capito il viaggio nel tempo va interpretato comunque come il futuro: nel futuro tu vai nel passato, ma quel passato in cui sei stato fa comunque parte del tuo futuro, non del tuo passato. Come se la freccia del tempo scorresse sempre e comunque verso l'avanti, ma in alcuni tratti il tempo si può far ripetere su sé stesso.

Gli Avengers col loro viaggio nel tempo non hanno cambiato nulla se non ciò che si sono riportati nella loro timeline, ossia hanno cambiato solo il fatto che ora hanno le gemme dell'infinito... In quest'ottica torna perfettamente il fatto che Cap tornando indietro nel tempo e vivendo con Carte non ha cambiato nulla se non ciò che ha lasciato lì (le gemme, proprio in modo da non creare realtà parallele) e ciò che ha riportato con sé (lo scudo)... A proposito: che fine ha fatto Mjolnir? Cap se non sbaglio lo aveva con sé... Lo ha lasciato nel "passato"?

Quando ne iniziano a parlare chiariscono che
non possono modificare il presente.
Tutto ciò che viene alterato nel passato genera realtà parallele.
Se questo fosse vero Cap non poteva trovarsi lì in quel momento ma doveva rimanere nella linea alternativa che ha creato sposando Peggy.

Per quanto riguarda
Mjolnir è lecito supporre che l'abbia lasciato su Asgard nel passato...almeno hanno evitato altri casini
Se come dici te
si venissero a creare realtà parallele, allora anche gli Avengers dopo aver rubato le gemme sarebbero dovuti tornare ad una linea alternativa in cui Thanos non ha mai schioccato le dita, visto che nella realtà parallela in cui gli Avengers rubano le gemme nel passato Thanos non le ha mai trovate! Invece sono riusciti a tornare nell'esatto punto da cui erano partiti. Non sono tornati nella "linea alternativa" da loro creata, allo stesso modo in cui Cap è tornato nella timeline effettiva e non in una alternativa. A modo mio di vedere non si è mai "tornati" nel passato: si è fatto in modo che il futuro fosse identico ad alcuni momenti del passato che sono stati rivissuti in maniere indipendenti. Né tantomeno sono mai state create realtà parallele... Altrimenti, come dicevo prima, non tornerebbe niente.

Non sono state create nuove linee perché le gemme sono state messe al loro posto un attimo dopo che sono state prese.
Cap invece ha vissuto una vita intera generando una nuova linea temporale consolidata e di conseguenza non poteva arrivare nel presente dai suoi amici
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 25 Aprile 2019, 03:25:38
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 03:40:42
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 25 Aprile 2019, 03:58:59
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.

Infinity non l'ho visto al cinema, e meno male.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Anto12 - 25 Aprile 2019, 07:48:52
Be che dire...
epica la morte di Ironman  :cry: ha fatto scendere più di qualche lacrimuccia in sala. Anche per Cap America hanno trovato un degno finale. L’idea  di dare lo scudo a Sam non mi ha fatto impazzire avrei preferito Bucky ...Parliamo di Thor? L’unica nota dolente del film, il dio del tuono ridotto cosi...le scene in cui è coinvolto sono al limite della sopportazione. Dopo Thor Ragnarok era veramente necessario continuare l’involuzione del personaggio? Mi sarei aspettato di meglio.
Tutto sommato è una degna conclusione di questi 11 anni...vedremo cosa ci riserveranno i prossimi film  :w00t:

Ma soprattutto:
dove diavolo è finito Loki? La Vedova Nera tornerà?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Asgard_83 - 25 Aprile 2019, 08:41:24
Per Innarutu sarà robaccia a nche il signore dgeli anelli,alien,terminator,ghostbusters eccecc...vallo a  capire
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 25 Aprile 2019, 09:03:02
Ma soprattutto:
dove diavolo è finito Loki? La Vedova Nera tornerà?
Credo proprio restino morti, loro, Visione e IronMan. C'è da dire però che deve uscire il film su di lei, quindi o ritorna dalla morte o è un prequel.

Comunque Tony secondo me è il vero protagonista del film. In Infinity mi era sembrato un pò sottotono ma qui si riprende totalmente la scena

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Anto12 - 25 Aprile 2019, 09:58:47
Ma soprattutto:
dove diavolo è finito Loki? La Vedova Nera tornerà?
Credo proprio restino morti, loro, Visione e IronMan. C'è da dire però che deve uscire il film su di lei, quindi o ritorna dalla morte o è un prequel.

Comunque Tony secondo me è il vero protagonista del film. In Infinity mi era sembrato un pò sottotono ma qui si riprende totalmente la scena



Concordo su Tony, vero protagonista degli Avengers insieme a Cap America. Ho il timore che senza di lui difficilmente riusciranno a proporre qualcosa di interessante...
Ho qualche speranza per la Vedova Nera proprio proprio per il suo film...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 10:08:24
per quanto riguarda Cap, credo che mettendo le gemme a posto abbia consolidato il flusso temporale e ne ha approfittato per fare l'unica modifica vera alla storia, vivendo la sua vita con Peggy nel passato, anche se nel presente è stato comunque Cap. Comunque Evans poteva continuare con il ruolo, non è quasi invecchiato per niente in questi anni, ma evidentemente si era stancato, ora con Sam che diventa Cap credo che la serie Disney + si chiamerà Captain America & Winter Soldier e non Falcon & Winter Soldier.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 10:16:52
Ma soprattutto:
dove diavolo è finito Loki? La Vedova Nera tornerà?
Credo proprio restino morti, loro, Visione e IronMan. C'è da dire però che deve uscire il film su di lei, quindi o ritorna dalla morte o è un prequel.

Comunque Tony secondo me è il vero protagonista del film. In Infinity mi era sembrato un pò sottotono ma qui si riprende totalmente la scena



Concordo su Tony, vero protagonista degli Avengers insieme a Cap America. Ho il timore che senza di lui difficilmente riusciranno a proporre qualcosa di interessante...
Ho qualche speranza per la Vedova Nera proprio proprio per il suo film...
Io spero fortemente che
il film sulla Vedova Nera sia un prequel a tutti gli effetti (Feige aveva detto che gli sarebbe piaciuto, dopo Age of Ultron, approfondire il passato del personaggio). Onestamente in questo Endgame sono riuscito a spiegarmi quasi tutto dal punto di vista dei salti indietro nel tempo, forse anche Cap, però un eventuale ritorno di Natasha... quello sì manderebbe tutto in vacca!

per quanto riguarda Cap, credo che mettendo le gemme a posto abbia consolidato il flusso temporale e ne ha approfittato per fare l'unica modifica vera alla storia, vivendo la sua vita con Peggy nel passato, anche se nel presente è stato comunque Cap. Comunque Evans poteva continuare con il ruolo, non è quasi invecchiato per niente in questi anni, ma evidentemente si era stancato, ora con Sam che diventa Cap credo che la serie Disney + si chiamerà Captain America & Winter Soldier e non Falcon & Winter Soldier.
Anche io avevo capito una cosa del genere.
Non ha comunque modificato niente pur avendo vissuto nella stessa timeline, per lo stesso motivo per cui il passato non può modificare il futuro: altrimenti non avrebbe senso l'intero film
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 10:44:46
il film sulla Vedova è sicuramente un prequel, praticamente hanno fatto la stessa cosa di Han Solo, dopo averlo ammazzato gli hanno fatto un prequel, questa volta però tornerà comunque Scarlett e per fortuna,aggiungerei. Per il resto si capisce un po' il futuro dei personaggi, il Loki con il tesseract sarà il protagonista della serie tv Disney+, restando morto nel presente. Falcon & Winter Soldier diventerà Captain America & Winter Soldier. La serie tv di Wanda e Visione resta una incognita per la presenza di Visione, che è morto, non penso vogliano fare un prequel inserito dopo Civil War. La serie di Occhio di Falco sarà sicuramente ambientata dopo Endgame.


Comunque l'unica cosa che mi dà fastidio è che ora i film Marvel saranno ambientati nel 2023, con conseguenti casini per quanto riguarda Peter Parker, che si è saltato 5 anni di scuola e Cassie Lang che è diventata già adulta.


A questo punto, comunque, possono fare una serie Disney+ chiamata proprio New Avengers e mettere lì i personaggi delle serie annunciate, così mantengono il marchio, dato che non faranno più film sugli Avengers.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 25 Aprile 2019, 10:51:59
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.

Infinity non l'ho visto al cinema, e meno male.
Pensa che io lo considero anche meglio di Endgame.
E non in senso positivo dato che non mi sono piaciuti entrambi  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 11:24:21
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.

Infinity non l'ho visto al cinema, e meno male.
Pensa che io lo considero anche meglio di Endgame.
E non in senso positivo dato che non mi sono piaciuti entrambi  :asd:
Ma il fatto che sia meglio vederli al cinema che c'entra col fatto che non vi sono piaciuti? Indubbiamente tutti quegli effetti speciali e tutta quell'azione rende di più sul grande schermo... Poi certo spendere soldi per vedere un film che non piace è una pezza  :asd: questo ovvio...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 25 Aprile 2019, 11:29:09
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.

Infinity non l'ho visto al cinema, e meno male.
Pensa che io lo considero anche meglio di Endgame.
E non in senso positivo dato che non mi sono piaciuti entrambi  :asd:
Ma il fatto che sia meglio vederli al cinema che c'entra col fatto che non vi sono piaciuti? Indubbiamente tutti quegli effetti speciali e tutta quell'azione rende di più sul grande schermo... Poi certo spendere soldi per vedere un film che non piace è una pezza  :asd: questo ovvio...
Io non faccio testo. Sono proprietario di 2 cinema, quindi diciamo che nel mio caso non spendo nulla e guardo tutto  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 25 Aprile 2019, 11:29:44
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 11:37:58
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.

Infinity non l'ho visto al cinema, e meno male.
Pensa che io lo considero anche meglio di Endgame.
E non in senso positivo dato che non mi sono piaciuti entrambi  :asd:
Ma il fatto che sia meglio vederli al cinema che c'entra col fatto che non vi sono piaciuti? Indubbiamente tutti quegli effetti speciali e tutta quell'azione rende di più sul grande schermo... Poi certo spendere soldi per vedere un film che non piace è una pezza  :asd: questo ovvio...
Io non faccio testo. Sono proprietario di 2 cinema, quindi diciamo che nel mio caso non spendo nulla e guardo tutto  :asd:
:o :o :o :o a Roma diciamo "mortacci tua"  :asd:  :clap: grande
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 11:48:21
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.

Vero, ma
il viaggio interiore e il tormento puoi mostrarmelo in maniera leggermente più seria invece di sto panzone beota che fa il cazzone ogni 5 min...
Avrai anche fallito con Thanos ma c'è sempre mezza popolazione di Asgard che ha bisogno del suo sovrano...come fa ad essere ancora degno è un mistero
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Neo - 25 Aprile 2019, 12:00:19
A meno di cambiamenti, fra 4-5 ore lo vado a vedere, faccio un eccezione.
Avevo deciso no film Marvel al cinema.
Al cinema questo e Infinity War sono un'altra cosa  :sisi: a prescindere che piacciano o no.
:quoto: È la fine di un'era e va gustata al cinema.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 25 Aprile 2019, 12:00:28
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.

Vero, ma
il viaggio interiore e il tormento puoi mostrarmelo in maniera leggermente più seria invece di sto panzone beata che fa il cazzone

lo hanno reso umano. Fosse capitato a noi ci saremmo ridotti nella stessa maniera, o comunque non lontani da quel modo. Tutto il film è teso a far emergere l’importanza dell’uomo: alla fine Rogers si rende degno e riesce ad alzare Mjolnir e Stark indossa il guanto
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 12:03:07
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.

Vero, ma
il viaggio interiore e il tormento puoi mostrarmelo in maniera leggermente più seria invece di sto panzone beota che fa il cazzone ogni 5 min...
Avrai anche fallito con Thanos ma c'è sempre mezza popolazione di Asgard che ha bisogno del suo sovrano...come fa ad essere ancora degno è un mistero
Io ho pensato che
il fatto che sia degno è proprio dovuto al fatto che abbia capito di non essere più idoneo a ricoprire il ruolo di re, e invece che trascinare i sopravvissuti nel suo nuovo inferno decide di passare il testimone per salvare i suoi simili. Il fatto che ad esempio lui gioisca del fatto che Cap riesca a combattere con Mjolnir la dice lunga... Detto ciò anche io molte volte ho avuto la sensazione che questa interpretazione del personaggio, che era interessantissima, fosse leggermente trasposta male nei fatti. In ogni caso la vera domanda è: ma da dove caspita vengono quegli asgardiani? Io ho pensato che potrebbero essere tutti gli asgardiani che magari durante Ragnarok e IW erano sparsi per i nove regni nelle varie battaglie (tipo quelle viste in Thor Dark World).
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 12:10:36
Se non andate a vederlo al cinema ve ne pentirete, non tanto per bellezza, che è ovviamente soggettiva, ma per l'importanza che il film ricopre. Insomma, se avete visto tutti gli altri film, se avete seguito il MCU fino a questo punto, DOVETE vedere Endgame. Se non lo andrete a vedere sarà come aver visto una serie tv per 11 anni e perdersi il finale di stagione.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 12:20:09
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.

Vero, ma
il viaggio interiore e il tormento puoi mostrarmelo in maniera leggermente più seria invece di sto panzone beota che fa il cazzone ogni 5 min...
Avrai anche fallito con Thanos ma c'è sempre mezza popolazione di Asgard che ha bisogno del suo sovrano...come fa ad essere ancora degno è un mistero
Io ho pensato che
il fatto che sia degno è proprio dovuto al fatto che abbia capito di non essere più idoneo a ricoprire il ruolo di re, e invece che trascinare i sopravvissuti nel suo nuovo inferno decide di passare il testimone per salvare i suoi simili. Il fatto che ad esempio lui gioisca del fatto che Cap riesca a combattere con Mjolnir la dice lunga... Detto ciò anche io molte volte ho avuto la sensazione che questa interpretazione del personaggio, che era interessantissima, fosse leggermente trasposta male nei fatti. In ogni caso la vera domanda è: ma da dove caspita vengono quegli asgardiani? Io ho pensato che potrebbero essere tutti gli asgardiani che magari durante Ragnarok e IW erano sparsi per i nove regni nelle varie battaglie (tipo quelle viste in Thor Dark World).

Thor durante Infinity war dice che Thanos ha distrutto metà della popolazione Asgardiana.probabilmente erano riuscito a scappare prima della distruzione totale
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 25 Aprile 2019, 12:20:28
Su Thor

Il fatto che si sia "lasciato andare" per i sensi di colpi derivanti dal suo fallimento concettualemnte ci sta, secondo me il problema è la forma. La gag risulta troppo ridondante e trasforma il personaggio in una macchietta. Anche perchè più in generale il film avrebbe dovuto avere un tono più cupo visti i fatti di infinity war.

Una scena poi che mi ha lasciato un senso di incompiutezza è quella in cui la nebula del presente spara a quella del passato. Non sò, ero convinto che uccidendola sarebbe morta anche l'altra e invece non è successo neinte, bo.



Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 12:25:00
Su Thor

Il fatto che si sia "lasciato andare" per i sensi di colpi derivanti dal suo fallimento concettualemnte ci sta, secondo me il problema è la forma. La gag risulta troppo ridondante e trasforma il personaggio in una macchietta. Anche perchè più in generale il film avrebbe dovuto avere un tono più cupo visti i fatti di infinity war.

Una scena poi che mi ha lasciato un senso di incompiutezza è quella in cui la nebula del presente spara a quella del passato. Non sò, ero convinto che uccidendola sarebbe morta anche l'altra e invece non è successo neinte, bo.

Non succede niente perché
generano linee temporali parallele con ogni modifica.
In caso contrario uccidendo il Thanos del passato ci sarebbe stato un riassetto della realtà del presente
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 25 Aprile 2019, 12:30:47
Su Thor

Il fatto che si sia "lasciato andare" per i sensi di colpi derivanti dal suo fallimento concettualemnte ci sta, secondo me il problema è la forma. La gag risulta troppo ridondante e trasforma il personaggio in una macchietta. Anche perchè più in generale il film avrebbe dovuto avere un tono più cupo visti i fatti di infinity war.

Una scena poi che mi ha lasciato un senso di incompiutezza è quella in cui la nebula del presente spara a quella del passato. Non sò, ero convinto che uccidendola sarebbe morta anche l'altra e invece non è successo neinte, bo.

Non succede niente perché
generano linee temporali parallele con ogni modifica.
In caso contrario uccidendo il Thanos del passato ci sarebbe stato un riassetto della realtà del presente

Quello sì, ma non parlavo dell'aspetto tecnico. Dico proprio la scena in sè, non sò non mi trasmesso nulla, della serie "e quindi?"
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 12:35:35
Su Thor

Il fatto che si sia "lasciato andare" per i sensi di colpi derivanti dal suo fallimento concettualemnte ci sta, secondo me il problema è la forma. La gag risulta troppo ridondante e trasforma il personaggio in una macchietta. Anche perchè più in generale il film avrebbe dovuto avere un tono più cupo visti i fatti di infinity war.

Una scena poi che mi ha lasciato un senso di incompiutezza è quella in cui la nebula del presente spara a quella del passato. Non sò, ero convinto che uccidendola sarebbe morta anche l'altra e invece non è successo neinte, bo.
Non è successo niente perché non si tratta di un viaggio nel tempo alla "ritorno al futuro"!!! In questo film il tempo è immaginato come una montagna. La cima è il Big Bang e la valle è il presente. Se si costruisce una casetta a valle, e poi si torna "indietro nel tempo" scalando un tratto di montagna e si costruisce un castello lì in alto, poi non è che a valle la casetta non c'è più  :asd: Non si tratta di un "viaggio nel tempo", bensì dell'attraversamento del regno quantico. Quando gli Avengers si ritrovano nel 2012, Thanos ha comunque già schioccato le dita: non è successo 6 anni dopo! Loro non possono impedire a Thanos di schioccare le dita, perché è già successo nel passato! Immagina che qualcuno facesse crollare la tua casetta a valle della montagna: salendo la montagna e cambiando il paesaggio in cima non cambia niente a valle come abbiamo detto, e la tua casetta rimane crollata. La possibilità che hai però è quella di salire nel "passato" fino a dove hai costruito la casetta di cui sopra, dalla casetta prendi un po' di mattoni, torni a valle e con quei mattoni ricostruisci il castello. I mattoni sono le gemme dell'infinito.

Ricapitolando: quando sei nel 2019 i fatti del 2018 sono il tuo passato. Se dal 2019 torni nel 2012 i fatti del 2018 sono già successi, fanno comunque parte del tuo passato, perché provieni dal 2019. L'unica cosa che puoi modificare è il tuo futuro, inteso come eventi che avvengono dopo il tuo viaggio nel tempo del 2019. E' come se ognuno si portasse appresso una propria linea temporale: dal proprio punto di vista essa scorre dritta per dritta, mentre cambiando osservatore e vedendola dall'esterno questa può contorcersi su altre linee temporali.

Non succede niente perché
generano linee temporali parallele con ogni modifica.
In caso contrario uccidendo il Thanos del passato ci sarebbe stato un riassetto della realtà del presente
io questa interpretazione
delle linee parallele non la vedo. Altrimenti non mi tornerebbero comunque le cose
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bobby Drake - 25 Aprile 2019, 13:48:18
Un film che non snatura mai la sua indole da racconto epico ma senza mai dimenticare di essere anche una commedia, in puro stile Marvel. I Russo però non hanno avuto paura di osare sul come arrivarci, scegliendo qualcosa che si avvicina più ad una saga di Hickman che ad una miniserie alla Skottie Young, per dire.

Infatti, lo spettatore medio che i film li avrà pure visti tutti ma che poi li dimentica dopo pochi mesi, avrà fatto fatica a ricordare tutti i riferimenti, senza però mai perdere il senso del discorso,  apprezzando cmq la macrotrama.

Circa un paio di caratterizzazioni, una su tutte, che ha fatto e farà discutere, lasciatemi dire che è assolutamente figlia dei tempi e di quell'angoscia generazionale (ormai, dai 20 ai 40 anni, che è il target principale di questo film, siamo tutti un'unica fascia) alla quale ci si approccia solo in due modi, spesso conseguenziali: o con la depressione, o facendo spallucce e accettando che non essere degni di cosa ci aspettavamo non ci autorizza a vivere infelici e con sensi di colpa (in) giustificati.

Vi voglio bene 3000, Avengers.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Asgard_83 - 25 Aprile 2019, 14:08:07
QUINDI NON CI SARANNO PIù FILM SU THOR CAP IRON MAN E COMAGNIA BELLA?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 25 Aprile 2019, 14:52:14
Adesso a mente fredda posso dire che ci sono almeno tre scene che mi porterò dietro per un bel pezzo!

1)
Steve che dalla vetrata vede lei con in sottofondo la musica del Primo Vendicatore...mi sono emozionato

2)
Il Capitano che brandisce il martello di Thor!!! Orgasmo

3)
Il Capitano invecchiato che consegna il suo scudo a Sam dopo aver vissuto una vita con il suo grande amore


Dal punto di vista emozionale è un film meraviglioso, la gente in sala applaudiva spesso!
Però c'è un grosso problema alla fine del film, in una delle mie scene preferite!!!

Per tutto il film i Russo ci spiegano che il tempo nel Marvel Universe non funziona come per la maggior parte dei film basati sui viaggi nel tempo, è Banner insieme al maestro di Strange a spiegarci che il passato non può mutare per azione del futuro, l'unica cosa che può creare una nuova linea temporale è l'assenza delle gemme nel loro periodo di riferimento.
Per cui Tony che incontra il padre non è un problema, Loki che sparisce con il cubo non è un problema, lo scontro con i due Cap non cambia nulla.
Ebbene, come la mettiamo con Steve che rimane nel passato con Peggy, giocoforza sposando lei, Steve cambia il corso del tempo, infatti Peggy si sarebbe sposata con un altro e avrebbe avuto da lui dei figli, in questo caso c'è un problema che manda in vacca tutto il film


Cmq la forza di questi due film finali non sta tanto nella trama perfetta o nelle scene fighe, è l'epica che lo rende un capolavoro e vi spiego perché!
In dieci anni di film, te spettatore, hai la possibilità di affezionarti a questi personaggi, crescono con te e sei interessato a vedere come va a finire, ogni volta che rischiano la vita su schermo è lo spettatore con i suoi sentimenti a rendere epica la scena.
Immaginate questi due film senza dietro il resto...mediocri, con grossi problemi nella trama.
Il capolavoro sta nell'arazzo che tutti questi film hanno creato insieme, davanti a un lavoro così lungo e pure così costruito bene non si può che applaudire.
I Marvel Studios hanno fatto una cosa impensabile per un fan dei fumetti di vecchia data, hanno portato un universo condiviso sui supereroi che funziona su schermo!!! 15 anni fa era pura utopia!
Vorrei tanto poter vedere qualcosa di degno anche con Batman e Superman, mi sono immaginato durante il film l'emozioni che avrei potuto provare a parti invertite (DC e Marvel) e mi ha fatto capire che il mio cuoricino di Nerd vorrebbe vedere veramente un Batman che si muove in un universo come questo  :wub:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 15:02:58
l'Antico spiega che il flusso temporale non si altera se la gemma del tempo viene riportata al suo posto,come fa Cap praticamente,poi vabbe io ho capito così. Comunque con il siero del supersoldato non dovrebbe invecchiare Cap,ma forse la cosa non vale nella sua versione cinematografica. In ogni caso,non è scontato che Cap si sia sposato con Peggy,anche se si lascia intendere così,poi vabbe. Chissà se ha avuto figli? :P comunque è una buona conclusione,anche se forzata,il vero Cap non si ritirerebbe mai :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 15:19:19
Però c'è un grosso problema alla fine del film, in una delle mie scene preferite!!!
Per tutto il film i Russo ci spiegano che il tempo nel Marvel Universe non funziona come per la maggior parte dei film basati sui viaggi nel tempo, è Banner insieme al maestro di Strange a spiegarci che il passato non può mutare per azione del futuro, l'unica cosa che può creare una nuova linea temporale è l'assenza delle gemme nel loro periodo di riferimento.
Per cui Tony che incontra il padre non è un problema, Loki che sparisce con il cubo non è un problema, lo scontro con i due Cap non cambia nulla.
Ebbene, come la mettiamo con Steve che rimane nel passato con Peggy, giocoforza sposando lei, Steve cambia il corso del tempo, infatti Peggy si sarebbe sposata con un altro e avrebbe avuto da lui dei figli, in questo caso c'è un problema che manda in vacca tutto il film
secondo me
state fraintendendo il significato di questi viaggi nel tempo. Svolge un ruolo determinante l'osservatore e la sua linea temporale, il suo punto di vista: il "tempo proprio" del viaggiatore nel regno quantico. Prendiamo come esempio la caccia alle gemme di Cap. Per il Cap del 2024 che torna indietro nel tempo esistono due 2012 totalmente diversi: uno è il 2012 in cui loro hanno sconfitto Loki ed è successo esattamente ciò che ci è stato narrato in questi 21 film, l'altro è il 2012 in cui il Cap del 2024 va. Il 2012 in cui si ritrova il Cap del 2024 è un "2012 futuro", DAL PUNTO DI VISTA DEL CAP DEL 2024, rispetto al "2012 passato" che lo stesso Cap ha già vissuto. Nel 2012 di Endgame raggiunto dal Cap del 2024, infatti, Thanos ha già schioccato le dita!!!! Mentre nel 2012 del primo Avengers, Thanos non aveva neanche una gemma dell'infinito. Questo spiega come mai non si può uccidere il Thanos del passato e buonanotte: DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers del 2024 che non hanno ancora attraversato il regno quantico Thanos ormai ha schioccato le dita, Carter ormai si è sposata e ha vissuto con un altro tipo, Gamora è ormai morta definitivamente, Howard non ha mai incontrato il figlio Tony, ecc.ecc. è tutto già successo. Però, dal loro punto di vista, nel loro futuro possono ripercorrere degli istanti del passato: nel loro futuro possono attraversare degli intervalli temporali identici a quelli passati, ma sempre nel LORO futuro. Dipende dal punto di vista.

Il film narra il punto di vista di Cap, non di Carter! Chiedersi "che vita ha vissuto Carter?" non ha senso... è come se esistessero due Carter dal punto di vista di Cap: una nel "1950 passato" (passato dal punto di vista del Cap del 2024) ha vissuto con altri uomini e si è fatta la sua famiglia mentre Cap era ibernato, un'altra nel "1950 futuro" (futuro dal punto di vista di Cap nel 2024) che ha vissuto felice e contenta insieme a Cap. Queste due Carter COESISTONO esclusivamente dal punto di vista del Cap di cui abbiamo seguito nei film il suo "tempo proprio", che è sempre lo stesso.

Ovviamente non ho la verità in tasca e non so se è giusta la mia interpretazione. Penso che prima o poi i Russo dovranno chiarire meglio la cosa in qualche intervista  :ph34r: ad ogni modo è una mia visione delle cose e sono curioso di vedere come gli altri hanno interpretato gli eventi, fatemi sapere! So solo che a me così torna praticamente tutto, mentre le altre interpretazioni che ho letto mi sembrano forzate e con roba che finisce fuori posto come dite voi. A me sembra che
i viaggi nel tempo qui introdotti siano moooolto più complessi e interessanti dei soliti a cui siamo stati abituati dal cinema e dai libri... mi sembrano anche molto più vicini alla fisica moderna e ad un originale mix di relatività generale e meccanica quantistica, in cui l'intuitività scompare totalmente lasciando il posto a paradossi solo apparenti che si risolvono solo considerando i diversi osservatori ognuno col suo punto di vista
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: toky91 - 25 Aprile 2019, 15:37:37
Peccato per il cambio voce a Thanos, ci stava benissimo Alessandro Rossi.
Comunque è simile alla precedente per fortuna.
Ma il suo "io sono ineluttabile" che in inglese è probabilmente " i am inevitable" non potevano tradurlo letteralmente che era meglio? È come quando in Infinity hanno tradotto "lo temi lo eviti" poi cambiato in "lo temi lo sfuggi".....
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 15:46:03
Però c'è un grosso problema alla fine del film, in una delle mie scene preferite!!!
Per tutto il film i Russo ci spiegano che il tempo nel Marvel Universe non funziona come per la maggior parte dei film basati sui viaggi nel tempo, è Banner insieme al maestro di Strange a spiegarci che il passato non può mutare per azione del futuro, l'unica cosa che può creare una nuova linea temporale è l'assenza delle gemme nel loro periodo di riferimento.
Per cui Tony che incontra il padre non è un problema, Loki che sparisce con il cubo non è un problema, lo scontro con i due Cap non cambia nulla.
Ebbene, come la mettiamo con Steve che rimane nel passato con Peggy, giocoforza sposando lei, Steve cambia il corso del tempo, infatti Peggy si sarebbe sposata con un altro e avrebbe avuto da lui dei figli, in questo caso c'è un problema che manda in vacca tutto il film
secondo me
state fraintendendo il significato di questi viaggi nel tempo. Svolge un ruolo determinante l'osservatore e la sua linea temporale, il suo punto di vista: il "tempo proprio" del viaggiatore nel regno quantico. Prendiamo come esempio la caccia alle gemme di Cap. Per il Cap del 2024 che torna indietro nel tempo esistono due 2012 totalmente diversi: uno è il 2012 in cui loro hanno sconfitto Loki ed è successo esattamente ciò che ci è stato narrato in questi 21 film, l'altro è il 2012 in cui il Cap del 2024 va. Il 2012 in cui si ritrova il Cap del 2024 è un "2012 futuro", DAL PUNTO DI VISTA DEL CAP DEL 2024, rispetto al "2012 passato" che lo stesso Cap ha già vissuto. Nel 2012 di Endgame raggiunto dal Cap del 2024, infatti, Thanos ha già schioccato le dita!!!! Mentre nel 2012 del primo Avengers, Thanos non aveva neanche una gemma dell'infinito. Questo spiega come mai non si può uccidere il Thanos del passato e buonanotte: DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers del 2024 che non hanno ancora attraversato il regno quantico Thanos ormai ha schioccato le dita, Carter ormai si è sposata e ha vissuto con un altro tipo, Gamora è ormai morta definitivamente, Howard non ha mai incontrato il figlio Tony, ecc.ecc. è tutto già successo. Però, dal loro punto di vista, nel loro futuro possono ripercorrere degli istanti del passato: nel loro futuro possono attraversare degli intervalli temporali identici a quelli passati, ma sempre nel LORO futuro. Dipende dal punto di vista.

Il film narra il punto di vista di Cap, non di Carter! Chiedersi "che vita ha vissuto Carter?" non ha senso... è come se esistessero due Carter dal punto di vista di Cap: una nel "1950 passato" (passato dal punto di vista del Cap del 2024) ha vissuto con altri uomini e si è fatta la sua famiglia mentre Cap era ibernato, un'altra nel "1950 futuro" (futuro dal punto di vista di Cap nel 2024) che ha vissuto felice e contenta insieme a Cap. Queste due Carter COESISTONO esclusivamente dal punto di vista del Cap di cui abbiamo seguito nei film il suo "tempo proprio", che è sempre lo stesso.

Ovviamente non ho la verità in tasca e non so se è giusta la mia interpretazione. Penso che prima o poi i Russo dovranno chiarire meglio la cosa in qualche intervista  :ph34r: ad ogni modo è una mia visione delle cose e sono curioso di vedere come gli altri hanno interpretato gli eventi, fatemi sapere!

Io la interpreto così, secondo quanto ci riferiscono

Il presente ( 2024 ) non può essere cambiato da azioni del fatte nel passato.
Questo è quanto spiegano nel film, facendo anche battutine a Ritorno al futuro.
Ora se questo è vero implica che se vai indietro nel tempo e modifichi qualche elemento si genera per forze di cose una nuova timeline, proprio perché quella originaria di partenza non può essere modificata...altrimenti ci sarebbero dei paradossi.
Nel momento in cui Loki fugge con il tesseract apre il via a una nuova linea temporale oppure in qualche modo che noi non conosciamo è stato nuovamente catturato e le cose rimesse a posto.
La certezza del cambiamento nel passato l'abbiamo con Cap; rimanendo nel passato sposa Peggy e da quel punto in poi in quella linea temporale esiste una sola Peggy e un solo Steve ( sin quando quest'ultimo non verrà ripescato e allora c'è ne saranno due.
Ma questa è per forza una nuova linea temporale perché il 2024 non può essere modificato.
L'inghippo è la presenza di quel Cap nella nostra linea temporale
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 15:53:20
Però c'è un grosso problema alla fine del film, in una delle mie scene preferite!!!
Per tutto il film i Russo ci spiegano che il tempo nel Marvel Universe non funziona come per la maggior parte dei film basati sui viaggi nel tempo, è Banner insieme al maestro di Strange a spiegarci che il passato non può mutare per azione del futuro, l'unica cosa che può creare una nuova linea temporale è l'assenza delle gemme nel loro periodo di riferimento.
Per cui Tony che incontra il padre non è un problema, Loki che sparisce con il cubo non è un problema, lo scontro con i due Cap non cambia nulla.
Ebbene, come la mettiamo con Steve che rimane nel passato con Peggy, giocoforza sposando lei, Steve cambia il corso del tempo, infatti Peggy si sarebbe sposata con un altro e avrebbe avuto da lui dei figli, in questo caso c'è un problema che manda in vacca tutto il film
secondo me
state fraintendendo il significato di questi viaggi nel tempo. Svolge un ruolo determinante l'osservatore e la sua linea temporale, il suo punto di vista: il "tempo proprio" del viaggiatore nel regno quantico. Prendiamo come esempio la caccia alle gemme di Cap. Per il Cap del 2024 che torna indietro nel tempo esistono due 2012 totalmente diversi: uno è il 2012 in cui loro hanno sconfitto Loki ed è successo esattamente ciò che ci è stato narrato in questi 21 film, l'altro è il 2012 in cui il Cap del 2024 va. Il 2012 in cui si ritrova il Cap del 2024 è un "2012 futuro", DAL PUNTO DI VISTA DEL CAP DEL 2024, rispetto al "2012 passato" che lo stesso Cap ha già vissuto. Nel 2012 di Endgame raggiunto dal Cap del 2024, infatti, Thanos ha già schioccato le dita!!!! Mentre nel 2012 del primo Avengers, Thanos non aveva neanche una gemma dell'infinito. Questo spiega come mai non si può uccidere il Thanos del passato e buonanotte: DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers del 2024 che non hanno ancora attraversato il regno quantico Thanos ormai ha schioccato le dita, Carter ormai si è sposata e ha vissuto con un altro tipo, Gamora è ormai morta definitivamente, Howard non ha mai incontrato il figlio Tony, ecc.ecc. è tutto già successo. Però, dal loro punto di vista, nel loro futuro possono ripercorrere degli istanti del passato: nel loro futuro possono attraversare degli intervalli temporali identici a quelli passati, ma sempre nel LORO futuro. Dipende dal punto di vista.

Il film narra il punto di vista di Cap, non di Carter! Chiedersi "che vita ha vissuto Carter?" non ha senso... è come se esistessero due Carter dal punto di vista di Cap: una nel "1950 passato" (passato dal punto di vista del Cap del 2024) ha vissuto con altri uomini e si è fatta la sua famiglia mentre Cap era ibernato, un'altra nel "1950 futuro" (futuro dal punto di vista di Cap nel 2024) che ha vissuto felice e contenta insieme a Cap. Queste due Carter COESISTONO esclusivamente dal punto di vista del Cap di cui abbiamo seguito nei film il suo "tempo proprio", che è sempre lo stesso.

Ovviamente non ho la verità in tasca e non so se è giusta la mia interpretazione. Penso che prima o poi i Russo dovranno chiarire meglio la cosa in qualche intervista  :ph34r: ad ogni modo è una mia visione delle cose e sono curioso di vedere come gli altri hanno interpretato gli eventi, fatemi sapere!

Io la interpreto così, secondo quanto ci riferiscono

Il presente ( 2024 ) non può essere cambiato da azioni del fatte nel passato.
Questo è quanto spiegano nel film, facendo anche battutine a Ritorno al futuro.
Ora se questo è vero implica che se vai indietro nel tempo e modifichi qualche elemento si genera per forze di cose una nuova timeline, proprio perché quella originaria di partenza non può essere modificata...altrimenti ci sarebbero dei paradossi.
Nel momento in cui Loki fugge con il tesseract apre il via a una nuova linea temporale oppure in qualche modo che noi non conosciamo è stato nuovamente catturato e le cose rimesse a posto.
La certezza del cambiamento nel passato l'abbiamo con Cap; rimanendo nel passato sposa Peggy e da quel punto in poi in quella linea temporale esiste una sola Peggy e un solo Steve ( sin quando quest'ultimo non verrà ripescato e allora c'è ne saranno due.
Ma questa è per forza una nuova linea temporale perché il 2024 non può essere modificato.
L'inghippo è la presenza di quel Cap nella nostra linea temporale
Se questa
che te chiami "nuova linea temporale" ti sforzi di vederla non come una timeline separata, ma come il futuro del Cap del 2024 DAL SUO PUNTO DI VISTA, penso che tutto torna al suo posto! Prova a rileggere il messaggio che ho postato prima. Secondo me devi sforzarti di prendere la timeline di un personaggio e seguirla provando a distinguere fra ciò che è il passato per lui e ciò che è il passato per te. Non esiste un "passato" uguale per tutti... ognuno ha il suo tempo proprio e ognuno sperimenta timeline diverse
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 15:55:22
Però c'è un grosso problema alla fine del film, in una delle mie scene preferite!!!
Per tutto il film i Russo ci spiegano che il tempo nel Marvel Universe non funziona come per la maggior parte dei film basati sui viaggi nel tempo, è Banner insieme al maestro di Strange a spiegarci che il passato non può mutare per azione del futuro, l'unica cosa che può creare una nuova linea temporale è l'assenza delle gemme nel loro periodo di riferimento.
Per cui Tony che incontra il padre non è un problema, Loki che sparisce con il cubo non è un problema, lo scontro con i due Cap non cambia nulla.
Ebbene, come la mettiamo con Steve che rimane nel passato con Peggy, giocoforza sposando lei, Steve cambia il corso del tempo, infatti Peggy si sarebbe sposata con un altro e avrebbe avuto da lui dei figli, in questo caso c'è un problema che manda in vacca tutto il film
secondo me
state fraintendendo il significato di questi viaggi nel tempo. Svolge un ruolo determinante l'osservatore e la sua linea temporale, il suo punto di vista: il "tempo proprio" del viaggiatore nel regno quantico. Prendiamo come esempio la caccia alle gemme di Cap. Per il Cap del 2024 che torna indietro nel tempo esistono due 2012 totalmente diversi: uno è il 2012 in cui loro hanno sconfitto Loki ed è successo esattamente ciò che ci è stato narrato in questi 21 film, l'altro è il 2012 in cui il Cap del 2024 va. Il 2012 in cui si ritrova il Cap del 2024 è un "2012 futuro", DAL PUNTO DI VISTA DEL CAP DEL 2024, rispetto al "2012 passato" che lo stesso Cap ha già vissuto. Nel 2012 di Endgame raggiunto dal Cap del 2024, infatti, Thanos ha già schioccato le dita!!!! Mentre nel 2012 del primo Avengers, Thanos non aveva neanche una gemma dell'infinito. Questo spiega come mai non si può uccidere il Thanos del passato e buonanotte: DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers del 2024 che non hanno ancora attraversato il regno quantico Thanos ormai ha schioccato le dita, Carter ormai si è sposata e ha vissuto con un altro tipo, Gamora è ormai morta definitivamente, Howard non ha mai incontrato il figlio Tony, ecc.ecc. è tutto già successo. Però, dal loro punto di vista, nel loro futuro possono ripercorrere degli istanti del passato: nel loro futuro possono attraversare degli intervalli temporali identici a quelli passati, ma sempre nel LORO futuro. Dipende dal punto di vista.

Il film narra il punto di vista di Cap, non di Carter! Chiedersi "che vita ha vissuto Carter?" non ha senso... è come se esistessero due Carter dal punto di vista di Cap: una nel "1950 passato" (passato dal punto di vista del Cap del 2024) ha vissuto con altri uomini e si è fatta la sua famiglia mentre Cap era ibernato, un'altra nel "1950 futuro" (futuro dal punto di vista di Cap nel 2024) che ha vissuto felice e contenta insieme a Cap. Queste due Carter COESISTONO esclusivamente dal punto di vista del Cap di cui abbiamo seguito nei film il suo "tempo proprio", che è sempre lo stesso.

Ovviamente non ho la verità in tasca e non so se è giusta la mia interpretazione. Penso che prima o poi i Russo dovranno chiarire meglio la cosa in qualche intervista  :ph34r: ad ogni modo è una mia visione delle cose e sono curioso di vedere come gli altri hanno interpretato gli eventi, fatemi sapere!

Io la interpreto così, secondo quanto ci riferiscono

Il presente ( 2024 ) non può essere cambiato da azioni del fatte nel passato.
Questo è quanto spiegano nel film, facendo anche battutine a Ritorno al futuro.
Ora se questo è vero implica che se vai indietro nel tempo e modifichi qualche elemento si genera per forze di cose una nuova timeline, proprio perché quella originaria di partenza non può essere modificata...altrimenti ci sarebbero dei paradossi.
Nel momento in cui Loki fugge con il tesseract apre il via a una nuova linea temporale oppure in qualche modo che noi non conosciamo è stato nuovamente catturato e le cose rimesse a posto.
La certezza del cambiamento nel passato l'abbiamo con Cap; rimanendo nel passato sposa Peggy e da quel punto in poi in quella linea temporale esiste una sola Peggy e un solo Steve ( sin quando quest'ultimo non verrà ripescato e allora c'è ne saranno due.
Ma questa è per forza una nuova linea temporale perché il 2024 non può essere modificato.
L'inghippo è la presenza di quel Cap nella nostra linea temporale
Se questa
che te chiami "nuova linea temporale" ti sforzi di vederla non come una timeline separata, ma come il futuro del Cap del 2024 DAL SUO PUNTO DI VISTA, penso che tutto torna al suo posto! Prova a rileggere il messaggio che ho postato prima
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 16:17:39
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 16:25:49
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 16:36:56
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 25 Aprile 2019, 16:43:15
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 18:18:01
inutile farsi le pippe mentali  :lolle: dovevano far uscire di scena il personaggio e non volevano ucciderlo,dato che avevano già ucciso Tony. Io rimango soddisfatto,cioè almeno so che lui continuerà a vivere nel MCU,anche se vecchio e sistemato. Ripeto,comunque un peccato perché Evans poteva continuare benissimo,non ha l'età di RDJ.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 18:32:23
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 25 Aprile 2019, 19:17:22
Semplicemente, come ho scritto prima

il tempo in Endgame è lineare. Scorre in un'unica direzione, avanti. L'avanti può essere tanto il 2012 tanto il 2024, non ci sono riverberi perché non esiste un tempo e una realtà e un tempo "alfa", si va sempre e solo in linea retta.
Non puoi alterare il tuo passato, quello è chiuso per sempre, Nebula sparando a se stessa compie un'azione simbolica rinnegando il suo passato ma non sparisce. In poche parole, per com'è stato concepito Endgame, se torni indietro nel passato e ammazzi i tuoi genitori nella culla al massimo ti macchi di omicidio e se non torni indietro non ti vedrai nascere, ma non svanisci.
Invece il fatto che non ci siano realtà parallele mi pare che lo spieghi Banner a New York quando dice che finché le gemme dell'infinito saranno insieme allora non ci sarà possibilità di avere delle ramificazioni. Occhio però che Loki ha preso il tesseract e se n'è andato nello stesso momento in cui a Hulk viene data la gemma del tempo, che siano tornati indietro a prenderlo nuovamente negli anni settanta non significa che poi non sia finito nelle avide mani di Loki, secondo questa teoria...

EDIT, per quanto riguarda Cap invece la questione è semplice

Cap torna negli anni 40, vive quella vita e a un certo punto torna al momento di partenza.
Il fatto che non ricompaia sulla piattaforma di Hulk ma un po' più distante è per motivi cinematografici, di fatto Cap parte nel 2023, va a sistemare le gemme, devia nel 1950 o giù di lì, vive per un mezzo secolo quella vita (magari fino alla morte di Peggy) e poi torna indietro nel 2023 da dove è partito, non compare magicamente in quell'anno perché ha semplicemente "vissuto".


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 25 Aprile 2019, 19:27:57
Semplicemente, come ho scritto prima

il tempo in Endgame è lineare. Scorre in un'unica direzione, avanti. L'avanti può essere tanto il 2012 tanto il 2024, non ci sono riverberi perché non esiste un tempo e una realtà e un tempo "alfa", si va sempre e solo in linea retta.
Non puoi alterare il tuo passato, quello è chiuso per sempre, Nebula sparando a se stessa compie un'azione simbolica rinnegando il suo passato ma non sparisce. In poche parole, per com'è stato concepito Endgame, se torni indietro nel passato e ammazzi i tuoi genitori nella culla al massimo ti macchi di omicidio e se non torni indietro non ti vedrai nascere, ma non svanisci.
Invece il fatto che non ci siano realtà parallele mi pare che lo spieghi Banner a New York quando dice che finché le gemme dell'infinito saranno insieme allora non ci sarà possibilità di avere delle ramificazioni. Occhio però che Loki ha preso il tesseract e se n'è andato nello stesso momento in cui a Hulk viene data la gemma del tempo, che siano tornati indietro a prenderlo nuovamente negli anni settanta non significa che poi non sia finito nelle avide mani di Loki, secondo questa teoria...

EDIT, per quanto riguarda Cap invece la questione è semplice

Cap torna negli anni 40, vive quella vita e a un certo punto torna al momento di partenza.
Il fatto che non ricompaia sulla piattaforma di Hulk ma un po' più distante è per motivi cinematografici, di fatto Cap parte nel 2023, va a sistemare le gemme, devia nel 1950 o giù di lì, vive per un mezzo secolo quella vita (magari fino alla morte di Peggy) e poi torna indietro nel 2023 da dove è partito, non compare magicamente in quell'anno perché ha semplicemente "vissuto".


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
La vedo un po' più intricata di così ma sostanzialmente concordo, anche a me torna parecchio tutto ciò che ho visto nel film! Non capisco come mai vi torna tutto tranne la fine  :asd:

Ripeto: vi pare che i Russo hanno svaccato? A queste cose ci avranno pensato e ripensato per secoli prima di schiaffarle nel loro canto del cigno
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: M.I.B.86 - 25 Aprile 2019, 20:06:43
Io la penso così
Coi viaggi nel tempo non c'è mai una regola fissa,la si inventa storia per storia, quella che funziona per il 99% di questo film è che se si cambia il passato non si modifica il presente di partenza ma si crea una realtà alternativa  parallela e grazie a questo non c'è nessun paradosso ;)

Questo è il motivo principale per cui gli eroi non hanno potuto tornare semplicemente indietro e accoppare Thanos prima che questi prendesse le pietre,perchè per loro non sarebbe cambiato niente,e  la sola cosa che hanno potuto fare è stata raccogliere di nuovo tutte le pietre nel passato e usarle per aggiustare il presente di partenza.

Anche la scena tra Banner e l'Antico va in questa direzione, la pelatona dice infatti qualcosa del tipo "Se vi diamo la nostra pietra la cosa va tutta a vantaggio della vostra realtà,ma poi se ci serve a noi nella nostra come la mettiamo?""vi promettiamo che ve la trattiamo Benisssimo,neanche ve ne accorgerete che ce l'avete prestata!"

L'unico punto debole in tutto questo è appunto Cap che torna nel passato e poi rispunta anziano nel presente apparentemente senza usare la macchina a particelle Pim, cosa che,seguendo le stesse regole del film non dovrebbe essere possibile,Cap avrebbe dovuto vivere e invecchiare in un altra realtà senza quindi potere rispuntare  nel presente di partenza

Magari in futuro (per me nel film di Dr Strange dato che penso sia stato l'Antico a fargli fare l'ultimo tratto fino agli anni 50) s'inventeranno qualcosa per chiudere anche questo buco,ma per il resto fila tutto...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 25 Aprile 2019, 20:36:20
Ragazzi il Cap nel presente non regge, fino a quel punto tornava tutto, ma la scena sulla panchina è una forzatura (adoro la scena)

Per quanto riguarda l'invecchiamento invece il senso c'è, Il Cap dell'ultima battaglia avrà 110/120 anni più o meno, tornando indietro vive un'altra vita con Peggy, facciamo 80 anni di vita mondana con la moglie, conclusione Cap è vecchio sulla panchina di 190/200 anni in linea con la controparte cartacea
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 25 Aprile 2019, 22:24:41
Gente, mi è venuta in mente una cosa
leggendo da qualche parte, fanno notare che per la gemma dell'anima vige la regola "un'anima per un'anima",quindi quando Cap riporta la gemma su Vormir (presumibilmente) potrebbe avere indietro un'anima e quindi far tornare Nat,oltre ovviamente ad incontrare il Teschio (quanto avrei voluto vederlo)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 26 Aprile 2019, 00:26:40
Gente, mi è venuta in mente una cosa
leggendo da qualche parte, fanno notare che per la gemma dell'anima vige la regola "un'anima per un'anima",quindi quando Cap riporta la gemma su Vormir (presumibilmente) potrebbe avere indietro un'anima e quindi far tornare Nat,oltre ovviamente ad incontrare il Teschio (quanto avrei voluto vederlo)

oppure potrebbe tornare gamora. Dipende da come la Marvel intenderà sfruttare nel futuro una o l’altra
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 26 Aprile 2019, 00:55:57
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 26 Aprile 2019, 03:12:14
Comunque su Thor secondo me:

Hanno tratteggiato benissimo il viaggio interiore di una persona, per quanto fosse un dio, che fallisce completamente la sua missione. Cade al momento decisivo sbagliando il colpo su Thanos. Con Asgard distrutta, gli asgardiani uccisi da Thanos. Loki morto. E infine uccidere Thanos è stato completamente inutile. Il peso del fallimento dve essere divenuto davvero insopportabile, che può trovare rifugio solo nel bere sino a seppellire quei ricordi. Ma poi il dialogo con la madre fa si che anche lui sproni di dosso tutto questo, accettando cosa è divenuto e togliendosi il peso di chi avrebbe dovuto essere.

Vero, ma
il viaggio interiore e il tormento puoi mostrarmelo in maniera leggermente più seria invece di sto panzone beota che fa il cazzone ogni 5 min...
Avrai anche fallito con Thanos ma c'è sempre mezza popolazione di Asgard che ha bisogno del suo sovrano...come fa ad essere ancora degno è un mistero

credo che questa sia la via che si è scelta per il personaggio. I primi due Thor sono stati dei flop al confronto della linea d'incasso degli MCU. Evidentemente dopo Ragnarok, si è deciso di continuare a ridicolazzare il tonante e sembra che pure a Hemsworth piaccia la piega presa.


Opione su il film:

Che dire, è stata una bella corsa. Qualche film ha fatto schifo, qualche film ha spaccato, ma alla fine abbiamo chiuso con un finale di una epicità pari boh, alla bibbia.
3 ore che scorrono come acqua, e la divisione prima parte leggera e frizzantina divisa dalla seconda, con tutti quei momenti eroici e solenni, hanno regalato emozioni. La scena in cui arriva T'Challa, è forse quella che mi aspettavo di meno.

Totomorti:
Iron Man. RDJ ha creato la base di questo genere di film, ha tirato su il carretto con film bruttini grazie al suo carisma e alla soglia di 50 anni, può mettere l'armatura nel cassetto.
Onestamente, avrei sofferto di più se fosse morto ad Infinity, mentre con Endgame avevo già presente che voleva spiccare il volo da questo genere. Morte comunque degna, mi mancherà.
Anche se hanno già pronto il sotituto.

Cap:
Con lui, è evidente che il contrasto di Civil War ha influenzato entrambi.Se Steve ha passato il senso del sacrificio a Tony, Iron Man ha fatto capire a Cap che c'è qualcosa di più che combattere, servire e proteggere.
Anche qui sapevo che Evans voleva iniziare a fare il regista, ed è comprensibile la dipartita dello scudiero, in versione nonnetto pensionato che ha dato per il paese e ora si gode la sua famiglia.
Il passaggio di testimone onestamente non l'ho invece molto apprezzato, sopratutto perchè Falcon è, insieme a War Machine, quello che meno mi ha convinto in questo universo.

Vedova e Visione: potrebbero tornare, come restare nell'aldilà.

Questione viaggi nel tempo: io aspetto che i Russo diano delle spiegazioni ben definite, anche solo tirando in ballo il maestro supremo, la gemma del tempo, i salti quantici, fate voi.
E' certo che è un pò confuso che la linea temporale non venga scalfita, mentre a Cap è concesso tutto.


Futuro: Per quanto abbiano già in mente dei sostituti, sarà difficile andare avanti senza il carisma di RDJ e la presenza di Evans.
Vedremo.

E voglio il Cavaliere Nero, Moon Knight e Ares
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: toky91 - 26 Aprile 2019, 10:30:36
Si però durante la visione, se non fosse stato per quel topo ragazzi... :lolle: il vero eroe
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Alaster86 - 26 Aprile 2019, 10:58:09
3 ore volate, letteralmente  :wub: ho pianto come non mai durante alcune scene:

quella in cui Tony rivede Peter sul campo di battaglia  :cry: ero un idrante, la mia ragazza mi asciugava le lacrime col fazzoletto    :stralol:

La morte di Tony  :cry: :cry:

Cap con Peggy che finalmente si prendono quel benedetto ballo  :cry:

Degna chiusura del MCU, mi è piaciuto più o meno tutto,
anche il Thor panzone ci sta alla grande, e comunque in Infinity War, Thor stesso dice che Thanos ha ucciso il 50% degli Asgardiani, quindi non capisco quelli che si meravigliano di rivederli.

 Il finale in cui si unisce ai Guardiani per me ci sta, ha fatto il possibile per salvare il suo popolo e l'ha fatto, ma non è il ruolo di sovrano che vuole. Meglio darlo a chi lo sa fare meglio, scelta molto saggia secondo me e qui si vede la maturità del personaggio che tanto ha anelato quel ruolo ma alla fine, nella sua saggezza, non è quello che desidera davvero.

I 3 che affrontano Thanos...pura epicità  :wub:

Mia teoria
sui viaggi nel tempo:

Qui la storia dei viaggi temporali è completamente diversa da tutti i film temporali visti fin'ora, effettivamente i film hanno sempre preso la teoria del percorso alternativo se cambi il passato, ma esiste anche un'altra teoria che il passato nn si può cambiare, e questa teoria la usano in questo film ecco perché non basta tornare indietro nel tempo e uccidere Thanos prima che usi le gemme. Il danno è fatto ormai, si possono solo riprendere le gemme dal passato e usarle per aggiustare il presente. Ecco perché Nebula pur uccidendo la lei del passato nn scompare, in pratica modificare il passato non modifica il futuro.

Ecco la frase di Bruce che dice che ritorno al futuro non ha senso
Cap però torna indietro nel tempo per rimettere le gemme a posto perché comq le gemme devono essere riportate all'epoca in cui sono State prese momentaneamente (come dice l'Antico, la pelatona) perché sennò l'universo andrebbe a puttane. E Cap si prende il suo tempo per vivere la sua vita con Peggy prima di tornare nel presente, il fatto che sia sulla panchina e non sul trasportatore è solo per fare scena. Credo

Bello, bello, bello e strabello!

Avengers Uniti!  :wub:




Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 11:47:31
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Possono esserci due
Carter nella stessa linea esattamente come ci sono state due Gamora, due Thanos, due Nebula. Questa è come la vedo io. Comunque di sicuro hai ragione sul fatto che forse doveva essere spiegato meglio. Sono quasi sicuro che i Russo vorranno tornare sulla questione in varie interviste per far capire bene: di sicuro ci hanno pensato bene, la vedo molto difficile che abbiamo svaccato. Sennò c'è sempre, come dicono gli altri, l'eventualità che lui stia sulla panchina e non sul trasportatore temporale solo per una questione scenica... in questo caso tornerebbe no?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 26 Aprile 2019, 12:10:34
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere



Sono assolutamente d'accordo con te
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 26 Aprile 2019, 12:14:11
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Possono esserci due
Carter nella stessa linea esattamente come ci sono state due Gamora, due Thanos, due Nebula. Questa è come la vedo io. Comunque di sicuro hai ragione sul fatto che forse doveva essere spiegato meglio. Sono quasi sicuro che i Russo vorranno tornare sulla questione in varie interviste per far capire bene: di sicuro ci hanno pensato bene, la vedo molto difficile che abbiamo svaccato. Sennò c'è sempre, come dicono gli altri, l'eventualità che lui stia sulla panchina e non sul trasportatore temporale solo per una questione scenica... in questo caso tornerebbe no?
Non possono esserci
perchè lei spettatrice degli eventi temporali, non vi fa parte quindi c'è una sola Peggy....lei non è stata portata da presente a passato o viceversa.
Essendocene una sola, una sua linea temporale esatta modificata e questo non può succedere sta di al film
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 26 Aprile 2019, 12:27:53
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Possono esserci due
Carter nella stessa linea esattamente come ci sono state due Gamora, due Thanos, due Nebula. Questa è come la vedo io. Comunque di sicuro hai ragione sul fatto che forse doveva essere spiegato meglio. Sono quasi sicuro che i Russo vorranno tornare sulla questione in varie interviste per far capire bene: di sicuro ci hanno pensato bene, la vedo molto difficile che abbiamo svaccato. Sennò c'è sempre, come dicono gli altri, l'eventualità che lui stia sulla panchina e non sul trasportatore temporale solo per una questione scenica... in questo caso tornerebbe no?
Non possono esserci
perchè lei spettatrice degli eventi temporali, non vi fa parte quindi c'è una sola Peggy....lei non è stata portata da presente a passato o viceversa.
Essendocene una sola, una sua linea temporale esatta modificata e questo non può succedere sta di al film


Esattamente!!!
La scena sulla panchina fa saltare tutto il film
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 26 Aprile 2019, 12:33:49
VISTO!

WOW, è BELLISSIMO. :dowson:

MAI visto un MCU movie del genere, MAI.
Questa è sempre stata più una roba alla WB o FOX, infatti è tremendamente fumettoso, ci sono voluti 11 anni, 22 film per tirare fuori le palle come si deve, i Russos hanno detto NO PAPI, facciamo tutti l'elicottero, hanno cominciato a volare e non sono più atterrati! :lolle: :lolle: :lolle:

Il film non è perfetto, io sono un nerdone, ma ci sono cose che proprio non mi tornano, mi serve una seconda visione.
Ma essendo una lettera d'amore ai fan...questo film era perfetto! :')
Devo metabolizzarlo per bene, ma wow...sono andati *là*.

Bon, ufficiale, voglio che siano loro a dirigere il primo film MCU sui mutanti! :zuzu:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 12:42:15
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Possono esserci due
Carter nella stessa linea esattamente come ci sono state due Gamora, due Thanos, due Nebula. Questa è come la vedo io. Comunque di sicuro hai ragione sul fatto che forse doveva essere spiegato meglio. Sono quasi sicuro che i Russo vorranno tornare sulla questione in varie interviste per far capire bene: di sicuro ci hanno pensato bene, la vedo molto difficile che abbiamo svaccato. Sennò c'è sempre, come dicono gli altri, l'eventualità che lui stia sulla panchina e non sul trasportatore temporale solo per una questione scenica... in questo caso tornerebbe no?
Non possono esserci
perchè lei spettatrice degli eventi temporali, non vi fa parte quindi c'è una sola Peggy....lei non è stata portata da presente a passato o viceversa.
Essendocene una sola, una sua linea temporale esatta modificata e questo non può succedere sta di al film


Esattamente!!!
La scena sulla panchina fa saltare tutto il film
al massimo fa saltare la vostra idea di viaggi nel tempo... dal momento che il discorso sui viaggi nel tempo può essere complicato a piacere, direi che è meglio complicarlo come faccio io (possono esistere due diverse versioni temporalmente diverse della stessa persona, una del "passato passato" e una del "passato futuro" al variare dell'osservatore) o semplificarlo (cap e tornato indietro con la macchina del tempo, non ha vissuto semplicemente nella nuova linea temporale! Solo che è comparso sulla panchina e non sulla piattaforma per motivi scenici) in modo da farsi tornare il film  :asd: l'importante del film non sono queste questioni.... le cose tornano se si consente ai Russo di inventarsi un proprio viaggio nel tempo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 26 Aprile 2019, 13:04:33
Ma non posso non vederla come timeline separata perché non possono esserci modifiche nel presente.
Sposando Peggy ha influenzato il passato e se nel passato la cosa non si riverbera implica che c'è una nuova timeline
Devi provare a immaginare che
non esiste un "passato" come lo intendi te. I vari "passati" esplorati in questi film sono in realtà dei futuri dal punto di vista dei viaggiatori, dai loro occhi, dal loro "orologio interno". Cap non altera la timeline perché il 1950 in cui lui era ibernato non è lo stesso 1950 in cui va il Cap del 2024. Nel 1950 in cui va il Cap del 2024, Thanos ha schioccato le dita e poi è stato sconfitto da altri due schiocchi di Hulk e Tony. Nel 1950 in cui Cap è ibernato invece Thanos magari manco è nato, il Tesseract è sulla terra e nessuno ha ancora schioccato un bel niente. Nonostante ciò questi due 1950 coesistono uno nel passato e uno nel futuro dal punto di vista di Cap, che ne ha vissuto uno a una cosa come 25 anni e un altro diverso a una cosa come 100 anni o che so io. Dal suo punto di vista sono due istanti temporali ben separati!
Se non è lo stesso

come fa il Cap anziano a trovarsi in questa realtà?
per come la vedo io per lo stesso motivo per cui gli Avengers sono tornati alla loro realtà col primo viaggio nel tempo. È un concetto del tutto non intuitivo: i due 1950 sono diversi, uno è già passato e l'altro è nel futuro di Cap... però allo stesso tempo sono lo stesso istante temporale.

Veniamoci incontro per capirci: fai finta che effettivamente si siano venute a formare due realtà parallele, una in cui c'è Cap ibernato e l'altra in cui c'è Cap con Carter. Con la stessa dignità con cui una sola realtà si è splittata in due, queste due realtà alla fine della giostra è come se si rilegassero insieme. Il punto in cui si legano di nuovo le due realtà parallele è lo stesso in cui si sono separate: quando Cap nel 2024 va indietro. Immagina la timeline come una linea retta: il tempo scorre da sinistra a destra sempre e comunque, ma la linea retta può incurvarsi generando dei cerchi. Immagina che la realtà alternativa del Cap del 2024 nel 1950 sia come una circonferenza tangente alla timeline retta, dove il punto di tangenza è la partenza di Cap nel 2024. La circonferenza non è uguale al passato della linea retta, ma dopo un giro intero ci si ritrova comunque in quel 2024 da cui Cap è partito!!

Non può generare dei cerchi perché il viaggio nel passato non influenza il presente, quindi il viaggio non può essere circolare.
Una volta deviata la tangente il futuro di Cap deve per forze di cose proseguire su quella linea approdando a qual futuro non al nostro.
La famiglia di Peggy che fine fa?
il fatto che non si influenzano te lo dice proprio il fatto che sono due linee temporali tangenti in un solo punto del tempo, ma in tutti gli altri punti sono distinte... non ho capito cosa intendi te onestamente, penso di non essermi fatto capire benissimo  :asd: ripeto: immagina che quelle due linee oltre a separarsi in un punto si congiungano nello stesso punto. Però solo in quel punto, per il resto rimangono separate. Il fatto che non rimane nella linea "alternativa" è chiaro visto che alla fine torna nella timeline normale  :asd: quindi la decisione è se vuoi credere a una fesseria controintuitiva che spiega tutta la trama per bene oppure a una fesseria più intuitiva che però crea dei buchi che non penso siano stati lasciati così ingenuamente dai Russo... quello che voglio dire è che alla fine i viaggi nel tempo non esistono e non si sa se e come possano essere possibili! Quindi non capisco perché uno dovrebbe poter dire "no i viaggi nel tempo non funzionano così come hanno detto i Russo"... a questo punto meglio provare a immaginare un viaggio del tempo fatto in modo da far tornare le cose no?io ho avuto l'impressione che si trattasse di una cosa nuova: né viaggio canonico nel tempo, né dimensioni parallele o linee alternative. Il tempo scorre dal passato al futuro immutabile, però si creano traiettorie strane e circolari (anche qui la citazione di Tony sul nastro di Moebius ha aiutato a farmi questa idea) della freccia del tempo, facendo modo che il sentiero "dritto" degli eventi prenda pieghe strane e inaspettate in cui possano coesistere varie realtà, ognuna vista da un punto di vista diverso.

In ogni caso anche io come leonard13 penso siano pippe mentali inutili, anche se sono altrettanto convinto che i Russo non siaano caduti in alcuno svarione e abbiamo lavorato per creare una visione alternativa dei viaggi del tempo. Non penso che abbiano fatto tutte ste seghe su ritorno al futuro ecc.ecc. e tutti sti casini temporali proprio all'ultimo film per poi svaccare a buffo nell'ultima scena.


Infatti si parla di supposizioni, ma la regola principale ad essere stata violata.
Le gemme sono tornate al loro posto Ma Cap no, CAP è rimasto nel passato modificando la vita di Oeggy.
Non possono esserci due Peggy: una che ha vissuto con l'altro marito e quella che vive con Cap nella stessa linea.
Una si imposta sull'altra modificando le cose ed questo che non dovrebbe accadere
Possono esserci due
Carter nella stessa linea esattamente come ci sono state due Gamora, due Thanos, due Nebula. Questa è come la vedo io. Comunque di sicuro hai ragione sul fatto che forse doveva essere spiegato meglio. Sono quasi sicuro che i Russo vorranno tornare sulla questione in varie interviste per far capire bene: di sicuro ci hanno pensato bene, la vedo molto difficile che abbiamo svaccato. Sennò c'è sempre, come dicono gli altri, l'eventualità che lui stia sulla panchina e non sul trasportatore temporale solo per una questione scenica... in questo caso tornerebbe no?
Non possono esserci
perchè lei spettatrice degli eventi temporali, non vi fa parte quindi c'è una sola Peggy....lei non è stata portata da presente a passato o viceversa.
Essendocene una sola, una sua linea temporale esatta modificata e questo non può succedere sta di al film


Esattamente!!!
La scena sulla panchina fa saltare tutto il film
al massimo fa saltare la vostra idea di viaggi nel tempo... dal momento che il discorso sui viaggi nel tempo può essere complicato a piacere, direi che è meglio complicarlo come faccio io (possono esistere due diverse versioni temporalmente diverse della stessa persona, una del "passato passato" e una del "passato futuro" al variare dell'osservatore) o semplificarlo (cap e tornato indietro con la macchina del tempo, non ha vissuto semplicemente nella nuova linea temporale! Solo che è comparso sulla panchina e non sulla piattaforma per motivi scenici) in modo da farsi tornare il film  :asd: l'importante del film non sono queste questioni.... le cose tornano se si consente ai Russo di inventarsi un proprio viaggio nel tempo.
Il fatto èche non viene detto da nessuna parte che esistono due versioni di quel personaggio e la cosa non avrebbe nemmeno senso.
Poteva esserci un duplicato se Cap prendeva Peggy degli anni '70 e andava a vivere negli anni '40 con lei.
È evidente che abbiamo due concezioni diverse quindi credo sia poco fruttuoso continuare  :asd:

Ad ogni modo per la questione mutanti

visto che hanno affermato che la terra dopo lo schiocco è stato l'epicentro di una energia mai vista prima, la potrebbero usare come escamotage per azionare il gene mutante
Che dite?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 26 Aprile 2019, 13:11:15
Semplifichiamo il tutto:
linea A- quella principale, con Infinty War e Thanos morto
linea B- quella del Thanos del passato, Nebula e Gamora
linea C- quella in cui Nerd Hulk parla con lo stregone supremo
linea D- quella di Howard Stark e Penny

Cap A, torna sulle linee temporali B e C. Riporta le loro gemme e ok.
Cap A, torna sulla linea temporale D, si mette con Penny e ok. Il Cap D, quando sarà scongelato, troverà Penny morta e il Cap A vecchietto.

Come può essere che Cap A si ritrovi nella linea temporale A, se vive nella D?
Impossibile.

L'unica soluzione che posso trovare è tirare in mezzo la magia o i Pym.
Può essere che abbia vissuto la sua vita nella linea temporale D, prevenendo tutte le possibili minacce del caso (la famosa armatura intorno alla terra che voleva Stark) e aver chiesto allo Stregone Supremo D o ai Pym D di permettergli un salto nella linea A, farsi vedere contento e pensionato e poi tornare alla sua linea D.
Questo spiegherebbe anche perché non torna nella linea A dalla macchina del tempo A.

Per gli X-men:
Non credo che cercheranno collegamenti con Thanos, renderebbe la continuità troppo pesante.
Con la perdita della maggior parte dei Vendicatori, credo che vorranno fare un nuovo starting point, senza essere troppo collegati a film precedenti.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 13:42:37
Semplifichiamo il tutto:
linea A- quella principale, con Infinty War e Thanos morto
linea B- quella del Thanos del passato, Nebula e Gamora
linea C- quella in cui Nerd Hulk parla con lo stregone supremo
linea D- quella di Howard Stark e Penny

Cap A, torna sulle linee temporali B e C. Riporta le loro gemme e ok.
Cap A, torna sulla linea temporale D, si mette con Penny e ok. Il Cap D, quando sarà scongelato, troverà Penny morta e il Cap A vecchietto.

Come può essere che Cap A si ritrovi nella linea temporale A, se vive nella D?
Impossibile.

L'unica soluzione che posso trovare è tirare in mezzo la magia o i Pym.
Può essere che abbia vissuto la sua vita nella linea temporale D, prevenendo tutte le possibili minacce del caso (la famosa armatura intorno alla terra che voleva Stark) e aver chiesto allo Stregone Supremo D o ai Pym D di permettergli un salto nella linea A, farsi vedere contento e pensionato e poi tornare alla sua linea D.
Questo spiegherebbe anche perché non torna nella linea A dalla macchina del tempo A.
Io onestamente
tutte ste linee temporali continuo a non vederle  :asd: in questo film il tempo scorre sempre dal passato al futuro per lo stesso osservatore: dal punto di vista del Cap che torna indietro nel tempo e vive con Carter, Thanos comunque ha schioccato le dita, tutti sono morti, poi sono tornati, Tony ha schioccato le dita ecc. Dal suo punto di vista tutti questi eventi sono "passato" nonostante lui si trovi nel 1950 con Carter! Voi continuate a parlare di passato come se, una volta tornati nel passato, tutto il futuro non fosse mai accaduto! Invece in questo film ci spiegano che ciò che è successo è già successo. Non è che se torna con Carter allora Thanos non ha mai schioccato le dita e sono due "linee" diverse: nel 1950 in cui torna Cap è già successo che Thanos abbia schioccato le dita, DAL SUO PUNTO DI VISTA. Continuare a chiedersi cosa succeda dal punto di vista di Carter, che non ha mai viaggiato nel tempo, è assurdo  :asd: io la penso così. Tutte queste linee temporali che voi vedete come distinte io le vedo come la stessa che si arrotola su sé stessa.

Però, come diceva @nickorso90, è veramente mooolto difficile parlarne così su internet senza avere il beneficio della splendida gesticolazione all'italiana che, sono sicuro, aiuterebbe molto  :stralol: Ad ogni modo sono strasicuro che i Russo vorranno spiegarci meglio la faccenda che, e su questo sono d'accordo con voi, poteva comunque essere spiegata meglio!  :sisi:

Per quanto riguarda
i mutanti non saprei... sarebbe un po' quanto succede in Infinity con i geni inumani giusto...? Non so. Onestamente a me è sempre piaciuto il concept del gene mutante come sempre presente all'interno della specie umana. Però ammetto che è veramente difficile far uscire fuori dopo 22 film i mutanti dal cappello, come se nessuno prima si fosse accorto della loro esistenza!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 26 Aprile 2019, 16:21:03
Alla fine del film
Tra Tony e Strange c'è un gioco di sguardi, credo si voglia intendere che Strange con la magia abbia tolto dal guanto di Thanos le gemme per farle riapparire sul guanto di Tony
anche voi l'avete letta così?


Cmq quando Cap
Urla vendicatori uniti dopo la disperazione di vedersi da solo contro Thanos e il suo esercito non ha prezzo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 26 Aprile 2019, 16:30:01
Semplifichiamo il tutto:
linea A- quella principale, con Infinty War e Thanos morto
linea B- quella del Thanos del passato, Nebula e Gamora
linea C- quella in cui Nerd Hulk parla con lo stregone supremo
linea D- quella di Howard Stark e Penny

Cap A, torna sulle linee temporali B e C. Riporta le loro gemme e ok.
Cap A, torna sulla linea temporale D, si mette con Penny e ok. Il Cap D, quando sarà scongelato, troverà Penny morta e il Cap A vecchietto.

Come può essere che Cap A si ritrovi nella linea temporale A, se vive nella D?
Impossibile.

L'unica soluzione che posso trovare è tirare in mezzo la magia o i Pym.
Può essere che abbia vissuto la sua vita nella linea temporale D, prevenendo tutte le possibili minacce del caso (la famosa armatura intorno alla terra che voleva Stark) e aver chiesto allo Stregone Supremo D o ai Pym D di permettergli un salto nella linea A, farsi vedere contento e pensionato e poi tornare alla sua linea D.
Questo spiegherebbe anche perché non torna nella linea A dalla macchina del tempo A.
Io onestamente
tutte ste linee temporali continuo a non vederle  :asd: in questo film il tempo scorre sempre dal passato al futuro per lo stesso osservatore: dal punto di vista del Cap che torna indietro nel tempo e vive con Carter, Thanos comunque ha schioccato le dita, tutti sono morti, poi sono tornati, Tony ha schioccato le dita ecc. Dal suo punto di vista tutti questi eventi sono "passato" nonostante lui si trovi nel 1950 con Carter! Voi continuate a parlare di passato come se, una volta tornati nel passato, tutto il futuro non fosse mai accaduto! Invece in questo film ci spiegano che ciò che è successo è già successo. Non è che se torna con Carter allora Thanos non ha mai schioccato le dita e sono due "linee" diverse: nel 1950 in cui torna Cap è già successo che Thanos abbia schioccato le dita, DAL SUO PUNTO DI VISTA. Continuare a chiedersi cosa succeda dal punto di vista di Carter, che non ha mai viaggiato nel tempo, è assurdo  :asd: io la penso così. Tutte queste linee temporali che voi vedete come distinte io le vedo come la stessa che si arrotola su sé stessa.

Però, come diceva @nickorso90, è veramente mooolto difficile parlarne così su internet senza avere il beneficio della splendida gesticolazione all'italiana che, sono sicuro, aiuterebbe molto  :stralol: Ad ogni modo sono strasicuro che i Russo vorranno spiegarci meglio la faccenda che, e su questo sono d'accordo con voi, poteva comunque essere spiegata meglio!  :sisi:

Per quanto riguarda
i mutanti non saprei... sarebbe un po' quanto succede in Infinity con i geni inumani giusto...? Non so. Onestamente a me è sempre piaciuto il concept del gene mutante come sempre presente all'interno della specie umana. Però ammetto che è veramente difficile far uscire fuori dopo 22 film i mutanti dal cappello, come se nessuno prima si fosse accorto della loro esistenza!
Ma effettivamente ci sono linee temporali diverse. Il discorso che fa Bruce è valido (se io torno nel passato, quello che per gli altri è il futuro per me rimane passato), ma è proprio su quel ragionamento che aprono alle linee temporali alternative. Lo spiega (brevemente) anche l'Antico proprio a Bruce.
La "regola" dietro i viaggi del tempo nel film è semplice: la storia non può essere riscritta, se viaggio nel tempo con l'intento di alterare il passato non cambio il futuro che io ho conosciuto, ma nel punto in cui credo una differenza si crea un'altra linea temporale che convive con quella da cui provengo io. E' il concetto di multiverso che viene spesso preso anche nei fumetti.
La scena in cui l'Antico mostra il tempo a Bruce come un fascio di luce dal quale poi si apre una diramazione nera.
Quindi, per dirla il più chiaramente possibile: il viaggio nel tempo che altera gli eventi non esiste nell'MCU. Lo schiocco di dita e la distruzione delle gemme per mano di Thanos è avvenuto, è incancellabile. Quindi gli Avengers tornano indietro nel tempo per recuperare le gemme dal passato (creando non una, ma ben quattro linee temporali supplementari in cui le gemme scompaiono), portarle nella loro realtà per ripristinare i morti e poi riportarle nel passato nel momento in cui sono state prese per prevenire l'esistenza delle linee temporali prive di gemme.
Questo spiega anche il Cap invecchiato: dopo aver restituito le gemme e il Mjolnir, decide di rimanere nel passato, creando una linea temporale in cui ha vissuto con Peggy, lasciando intatta quella che conosciamo in cui Peggy si è sposata con qualcun altro e morta durante Civil War. Certo, non spiega come sia arrivato sulla panchina, ma come detto era più per effetto scenico.  :asd:

Per quanto riguarda il commento al film: bello. Come film IW mi è sembrato più compatto, sostanzioso, mentre questo rimaneva forse più meccanico in alcuni frangenti, ma credo di averlo percepito così perché molto più legato ai precedenti film di quanto non fosse IW. Manca quindi quel tocco in più a dare un respiro maggiore al film e alla narrazione (che invece aveva, pur con i suoi difetti, Age of Ultron), ma per il resto l'ho davvero apprezzato, è stato un continuo galoppare verso la conclusione di un lungo percorso, dove ogni personaggio ha avuto il suo momento e i momenti più nerd e/o epici... beh, lo erano davvero.
Commento un po' meglio la storia (ovviamente spoilero):
parto da una premessa. I Russo hanno sempre detto che IW e Endgame sarebbero stati due film distinti, con differente approcio tonale e via dicendo. E così è stato, salvo che per la prima parte: i primi venti minuti, ovvero fino al salto temporale di 5 anni, sembra più un epilogo scritto successivamente, un po' alla "Dieci piccoli indiani" (per non lo sapesse, quando Agatha Christie scrisse il romanzo, per le edizioni successive l'editore le chiese di scrivere un capitolo aggiuntivo per esplicare meglio chi fosse l'assassino del romanzo).
Il resto del film fa storia a sé, come se Endgame cominciasse, appunto, in quel 2023 ancora sofferente per lo schiocco di dita del Titano folle.
L'unica cosa che forse ho detestato del film è proprio il modo in cui ritorna Lang. Si sapeva che il Regno quantico avrebbe giocato un ruolo importante, ma mai avrei pensato che Lang sarebbe tornato in quel modo: un cazzo di topo che cammina per caso sopra la console di Hank Pym e fortuitamente aziona i comandi per il ritorno di Scott. Fate entrare quel topo negli Avengers, mannaggialaputtana.
Tolto questo dettaglio, il primo atto è semplice, con loro che cercano di mettere in azione il viaggio nel tempo e Tony che decide di tornare a fare Iron Man, fino ad arrivare al secondo atto, quello che sopra definivo "più meccanico". Tutto molto legato ai precedenti film, è la parte più "vuota" del film, se capite cosa intendo. Però c'è la morte della Vedova che non avrei visto arrivate manco con 14 milioni di binocoli, e che cazz.
Però, onore ai MS, sono riusciti a riportare in scena un sacco di personaggi/attoroni: Robert Redford, Frank Grillo, la Swinton, la Portman, Rene Russo, Michelle Pfieffer, Michale Douglas, Marisa Tomei, Samuel Jackson, anche il bambino di IM3... sono uscito dalla sala sconvolto per la mole di personaggi usati, tutti per una manciata di secondi o addirittura una singola inquadratura.
Piccola nota a margine: Endgame segna anche la prima pellicola dell'MCU in cui personaggio creato per una serie tv debutta sul grande schermo. Nella sequenza ambientata nel 1970, quando Tony incontra suo padre, vediamo brevemente James D'Arcy che riprende il ruolo di Jarvis dalla serie tv Agent Carter.

E poi il terzo atto. La battaglia finale.
Un ammasso di epicità e nedgasmi che niente, che ve lo dico a fare. Il ritorno dei caduti con l'esercito di asgardiani, stregoni e wakandiani, Cap con Mjolnir, Scarlet incazzata nera, Cap Marvel che arriva e spacca i culi, Spidey che fa uso della modalità killer, Valkiria con un cavallo alato. Quell'agognato "Avengers uniti" gridato da Cap, poi la staffetta col guanto dell'infinito e il momento in cui Strange alza l'indice a Tony per dirgli che era quell'unico scenario in cui vincono.
Non mi sono commosso al cinema, ma lo sto facendo ora che scrivo e ripenso a quanto tutto quanto assomigli davvero a un mega evento dei fumetti che ha preso vita.
Onestamente, avevo pronosticato che Cap sarebbe morto e Tony si sarebbe ritirato a vita privata per mettere su famiglia. Ci ho preso al contrario.   :lolle:
Il film è una lettera d'amore ai fan dei fumetti e dei film, e verso quegli stessi personaggi. Una conclusione emotiva anche, non solo della "Infinity saga", come la chiama Feige, e per questo ho trovato azzeccato non mettere una o più scene post credits. E' una conclusione a tutti gli effetti e i film che verranno dopo è solo perché le nuove leve sono ancora vive. La vita va avanti, la nostra e quella di questi personaggi, niente di più semplice.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 16:30:29
Alla fine del film
Tra Tony e Strange c'è un gioco di sguardi, credo si voglia intendere che Strange con la magia abbia tolto dal guanto di Thanos le gemme per farle riapparire sul guanto di Tony
anche voi l'avete letta così?
No io non l'ho interpretata così.
Strange in Infinity War esplora con la gemma del tempo 14 milioni di possibili risultati dello scontro con Thanos su Titano, e dice a Tony che c'è solo un futuro possibile in cui sconfiggono il titano folle. In quella scena di Endgame che dici te, Strange guarda Tony quando tutto ormai sembra perduto e gli fa un "uno" con la mano, come a indicare che quella è quell'unica possibilità che lui aveva previsto e che potrebbe concretizzarsi. E' Tony a rubare le gemme grazie alla tecnologia da lui inventata con cui "trasporta" le gemme sul suo guanto. Questo spiega come mai Strange abbia deciso in Infinity War di dare la gemma del tempo a Thanos pur di non far morire Tony: aveva visto che Tony avrebbe avuto una chance di schioccare le dita ben 5 anni dopo e dopo tutti questi casini temporali!

Cmq quando Cap
Urla vendicatori uniti dopo la disperazione di vedersi da solo contro Thanos e il suo esercito non ha prezzo
:quoto:... come ho detto questo film vive di scene emozionanti. E di queste ce ne sono veramente di così epiche che tutti i possibili difetti della pellicola vanno in secondo piano
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 26 Aprile 2019, 16:32:12
VISTO!

WOW, è BELLISSIMO. :dowson:

MAI visto un MCU movie del genere, MAI.
Questa è sempre stata più una roba alla WB o FOX, infatti è tremendamente fumettoso, ci sono voluti 11 anni, 22 film per tirare fuori le palle come si deve, i Russos hanno detto NO PAPI, facciamo tutti l'elicottero, hanno cominciato a volare e non sono più atterrati! :lolle: :lolle: :lolle:

Il film non è perfetto, io sono un nerdone, ma ci sono cose che proprio non mi tornano, mi serve una seconda visione.
Ma essendo una lettera d'amore ai fan...questo film era perfetto! :')
Devo metabolizzarlo per bene, ma wow...sono andati *là*.

Bon, ufficiale, voglio che siano loro a dirigere il primo film MCU sui mutanti! :zuzu:



Ma veramente questo film urla Marvel Studios da tutti i pori!!! Siamo lontanissimi da WB e FOX!!! Non ti capisco  :hmm:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: zagortenay - 26 Aprile 2019, 16:49:46
Visto ieri.
Al di là delle considerazioni che si possono fare sui pregi-difetti della pellicola, a mio modo di vedere un film seminale per la capacità di essere paradigma di un modo unico di concepire il cinema e la fiction d’intrattenimento.
Qui di seguito, sotto Spoiler, le mie riflessioni in merito

Una summa di tutto quello che il Marvel Cinematic Universe è stato in questi anni, un (fragoroso) capolinea e un nuovo (e dagli sviluppi imprevedibili) punto di partenza.
Tutto questo è “Avengers Endgame” che giustifica una durata notevole anche per un blockbuster (tre ore) con la necessità di voler/dover scrivere la parola “fine” (l’end del titolo) definitiva alle imprese degli Avengers
Attraverso  pellicole dedicate ai singoli eroi e quelle incentrate sulle avventure della squadra, i Marvel Studios si sono resi protagonisti di un esperimento cinematografico che, piaccia meno, è risultato unico nel suo genere, creando un’ epopea moderna che ha fidelizzato sempre più larghe fette di pubblico, ha introdotto espedienti narrativi entrati nell’immaginario cinematografico (la scena post titoli di coda), ha reso popolari e di successo anche personaggi poco noti al grande pubblico (e spesso, diciamocelo anche tra noi fumettofili, di scarso o poco appeal pure sulle pagine dei comics).
In questi anni, le imprese degli Avengers al cinema si sono trasformate in un evento imprescindibile, quasi in una sorta di tradizione per gli spettatori, generando attese spasmodiche, alimentando dibattiti sul successo e sulla riproducibilità del modello Marvel Cinematic Universe e facendo assurgere al ruolo di star planetarie attori che nel migliore dei casi, all’alba del fenomeno erano in cerca di rilancio (Robert Downey Jr, su tutti), desiderosi di vedere attribuito dallo spettatore un nome al proprio volto sul grande schermo  Evans e Ruffalo chi?) o perfetti sconosciuti (Chris Hemsworth e Jeremy Renner).
Da questa base sono partiti i fratelli Russo (a mio avviso, gli unici veri grandi demiurghi del progetto cinematografico Avengers – assieme a Feige - a fronte di tanti onesti, quantunque validi in alcuni casi, mestieranti chiamati alla regia dei vari film) per celebrare il canto finale dei nostri eroi.
E che di una base solida si tratti, edificata sulla fiducia dello spettatore verso qualsiasi cosa rechi il logo “Marvel Studios”, lo si capisce da subito.
Infatti solo un film che – attesa la sua natura di blockbuster - sa di godere di un credito illimitato da parte dei propri potenziali spettatori può consentirsi di spendere la prima ora senza scene d’azione (a parte la rappresaglia del gruppo contro Thanos che – giustificata dalla trama – tutto può definirsi tranne che uno scontro), concentrandosi piuttosto che sugli eroi, scarnificandoli (vedi Tony Stark, mai così emaciato), abbruttendoli (il Thor simil Drugo Lebowski è la più azzeccata metafora del declino del Dio del Tuono), tirando fuori il peggio di loro (Clint/Ronin che cerca un’improbabile redenzione al fallimento, sterminando i criminali sopravvissuti allo schiocco delle dita di Thanos).
È questo tema – la persona dietro/nonostante/attraverso (nel caso di Bruce Banner/Hulk che essendo legati l’uno all’altro in maniera indissolubile non possono che confrontarsi solo attraverso una coesistenza dei due) – il fil rouge che corre lungo tutto il film e che coinvolge, oltre ai personaggi succitati, anche Natasha, interessando così i membri originari del gruppo, a discapito di tutti gli altri che di fatto finiscono per essere solo (necessaria) carne da cannone nella (altrettanto necessaria: ehi, ragazzi, di film di supereroi comunque si tratta) battaglia finale tra gli Avengers e le orde di Thanos.
Sotto questa prospettiva, l’escamotage del recupero delle Gemme attraverso il viaggio nel tempo amplifica ancora di più l’idea che “Endgame” sia una sorta di monumentale (perfino onanistico) omaggio ai “padri fondatori” del Marvel Cinematic Universe e alle architetture narrative che grazie alle loro imprese sono state erette in dieci anni di eventi, personaggi, mitologie tutti così strettamente interconnessi con gli Avengers e col loro mondo da formare un unicum dove ogni tassello rimanda a un altro e tutto riporta al gruppo da cui tutto ebbe inizio in un loop che trova nel viaggio nel passato la propria degna conclusione(inizio?).
Non è un caso, a mio parere, che Scott riguardo a questa operazione parli di “furto del tempo”. Sotto un profilo meta cinematografico, i vari eventi  che li coinvolgono (Tony a confronto col padre; Cap che si ritrova davanti Peggie Carter; il viaggio di Clint e Natasha su Vormir come rilettura degli inizi comuni a Budapest e suggello del legame che li unisce; Thor che si trova a fare i conti con l’ineluttabilità della morte) non potrebbero essere il furto perpetrato dagli Avengers a danno di noi spettatori dei momenti originali ai quali avevamo assistito nelle pellicole precedenti (nel passato?) e dei quali gli eroi si (re)impossessano, scrivendo la parola fine al grande gioco del quale il Marvel Cinematic Universe ci ha resi partecipi in questi anni?
Se così fosse, l’addio di alcuni dei più rappresentativi tra gli eroi nel corso di una pellicola che comunque specie nell’ultima parte non disdegna momenti di grande epicità e di grande impatto emotivo (per il sottoscritto, Cap che impugna Mjolnir e che FINALMENTE lancia il così a lungo atteso grido di battaglia “Avengers Uniti” rappresentano tra i momenti più intensi, magici e appassionanti di tutti i cinecomics) altro non sarebbe che il perfetto suggello alle imprese con cui i nostri ci hanno accompagnato in tutti questi anni.
“Noi ce la faremo”, sussurra Pepper a Tony prima che questo esali l’ultimo respiro, come per rassicurarlo e invogliarlo a smettere di combattere, dal momento che tanto ormai il destino di Iron Man (e con lui di tutti gli altri Avengers) era giunto al proprio perfetto compimento (non a caso, Capitan America, il primo Avanger, sceglie di poter vivere la vita che il proprio ruolo gli aveva precluso e di rinunciare allo scudo che di quell’impegno era stato simbolo).
La frase di Pepper, - se collocata anch’essa in ambito meta cinematografico (ancora, sì, lo so)  - potrebbe valere pure per chi ha seguito le vicende Marvel seduto davanti al grande schermo. Di fronte a questo grandioso monumento filmico inneggiante agli eroi dai quali tutto ha avuto inizio, al loro rifiuto di accettare il finale deciso da Thanos al termine di Infinity War, per riscriverlo a modo loro (“Io sono Iron Man”, rileggerebbe in tal senso la frase dello stesso Thanos alla quale fa il verso: “Io sono ineluttabile”), rivivendo le tappe percorse per giungere sin qui, anche agli spettatori toccherebbe adesso farcela senza più loro.
Per quel che vale, il sottoscritto sarebbe stato felice se si fosse chiuso tutto qui, con la carrellata finale sui vari gruppi che partecipano al funerale di Tony a sugellare questo lungo, emozionante, commovente, travolgente percorso (e l’assenza della scena post titoli di coda ne avrebbe costituito il perfetto corollario).
Improbabile tuttavia che così sarà: marketing e incassi hanno regole che non sottostanno alla poesia e all’epica, che guardano al portafoglio e non al cuore.
Endgame, perciò? Con ogni probabilità no. Avengers forever, invece sì.

Scusate l’eccessiva lunghezza  :blink: ma si tratta davvero, a suo modo, della fine di un’epoca cinematografica  :cry:e mi ha fornito parecchio da scrivere.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 26 Aprile 2019, 17:06:56
Sì ok, ma non confondere storia e storytelling.
I MS non hanno mai osato così tanto, e imho hanno già scazzato con il
time travel, cioè io sto qua a leggere i vostri post, ma...i conti non mi tornano lo stesso, mi sa che devo rivederlo, poi dirò la mia.
Probabilmente DOFP rimane ancora il mio cinecomic preferito in assoluto, il fatto che anche lì ci sia un time travel è solo una coincidenza.
È un time travel molto più semplice/intuibile e che abbiamo visto mille volte nei comics/film.
Ma non è questo il punto.
Il punto è che si sono fissati delle regole e le hanno rispettate, qua invece...non ne sono sicuro...
A volte il time travel crea nuove linee temporali, altre volte semplicemente cambiano la linea temporale principale attraverso l'effetto farfalla, qua pur di creare certi momenti, hanno usato un'altra teoria e boh...
Cioè, paradossalmente, mi risulta più facile accettare la soluzione di Nolan in Interstellar che...qualunque cosa abbiano fatto qua... :lolle: :lolle:

Cioè se non ci sono conseguenze, se le azioni del passato non cambiano il presente/futuro, allora perchè andare indietro nel tempo a mettere a posto le gemme?
Chi se ne frega se si creano altre linee temporali?
Muore Nebula del 2014, ma quella del 2019 non cessa di esistere...ok, fin qui va bene.
Muore Thanos del 2014 e non succede un cazz lo stesso e va bene.
Poi Cap torna indietro nel tempo, rimette a posto le gemme...tra l'altro, anche qua dobbiamo aprire una GROSSA parentesi, succede tutto off-screen, perchè...non so, pensate alla faccenda Loki col cubo, azzo sarà successo? Una nuova linea temporale? Ma a loro sta bene questa soluzione?
Peggy.
Peggy aveva già marito e figli, azzo sarà successo a loro?
Cap ha vissuto una vita felice con lei, poi sbuca fuori là al funerale di Tony, sulla panchina? WTF? :lolle:
Non è mai stato Cap, ho capito bene?  :look:
Poi per la solita storia di ignorare la farfalla, tutti si ricordano di lui, sanno chi sia Steve, ovvero Captain America, però nessuno sa cosa abbia fatto di preciso nel passato, perchè per loro (Sam, Bucky ecc) sono passati 5 secondi e non c'è nessun tipo di refresh alla DOFP.

lol, incredibile, ma vero, ma mi sa tanto che la Fox abbia fatto un lavoro migliore con il time travel, gestire le conseguenze e quindi la continuity intorno a DOFP. :lolle: :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 26 Aprile 2019, 18:33:32
Più che altro ogni autore gestisce la cosa a modo suo
le regole del tempo che valgono in altri film non valgono in questo, l'hanno anche ribadito più volte nella pellicola. Per quanto riguarda il riportare le gemme al posto, credo sia doveroso da parte dei Vendicatori farlo, così nel loro presente sono distrutte e nessuno può più utilizzarle, insomma, per non lasciarle in giro, oltre ovviamente alla promessa di Bruce all'Antico
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 26 Aprile 2019, 18:49:25
Sì ok, ma non confondere storia e storytelling.
I MS non hanno mai osato così tanto, e imho hanno già scazzato con il
time travel, cioè io sto qua a leggere i vostri post, ma...i conti non mi tornano lo stesso, mi sa che devo rivederlo, poi dirò la mia.
Probabilmente DOFP rimane ancora il mio cinecomic preferito in assoluto, il fatto che anche lì ci sia un time travel è solo una coincidenza.
È un time travel molto più semplice/intuibile e che abbiamo visto mille volte nei comics/film.
Ma non è questo il punto.
Il punto è che si sono fissati delle regole e le hanno rispettate, qua invece...non ne sono sicuro...
A volte il time travel crea nuove linee temporali, altre volte semplicemente cambiano la linea temporale principale attraverso l'effetto farfalla, qua pur di creare certi momenti, hanno usato un'altra teoria e boh...
Cioè, paradossalmente, mi risulta più facile accettare la soluzione di Nolan in Interstellar che...qualunque cosa abbiano fatto qua... :lolle: :lolle:

Cioè se non ci sono conseguenze, se le azioni del passato non cambiano il presente/futuro, allora perchè andare indietro nel tempo a mettere a posto le gemme?
Chi se ne frega se si creano altre linee temporali?
Muore Nebula del 2014, ma quella del 2019 non cessa di esistere...ok, fin qui va bene.
Muore Thanos del 2014 e non succede un cazz lo stesso e va bene.
Poi Cap torna indietro nel tempo, rimette a posto le gemme...tra l'altro, anche qua dobbiamo aprire una GROSSA parentesi, succede tutto off-screen, perchè...non so, pensate alla faccenda Loki col cubo, azzo sarà successo? Una nuova linea temporale? Ma a loro sta bene questa soluzione?
Peggy.
Peggy aveva già marito e figli, azzo sarà successo a loro?
Cap ha vissuto una vita felice con lei, poi sbuca fuori là al funerale di Tony, sulla panchina? WTF? :lolle:
Non è mai stato Cap, ho capito bene?  :look:
Poi per la solita storia di ignorare la farfalla, tutti si ricordano di lui, sanno chi sia Steve, ovvero Captain America, però nessuno sa cosa abbia fatto di preciso nel passato, perchè per loro (Sam, Bucky ecc) sono passati 5 secondi e non c'è nessun tipo di refresh alla DOFP.

lol, incredibile, ma vero, ma mi sa tanto che la Fox abbia fatto un lavoro migliore con il time travel, gestire le conseguenze e quindi la continuity intorno a DOFP. :lolle: :lolle:
Ho già spiegato tutto sopra.
Se si torna indietro nel tempo, modificando gli eventi non si modifica il futuro ma si crea una linea temporale alternativa. Come in moltissimi fumetti Marvel - poi ogni scrittore si crea/usa le regole che gli fa comodo, ma nulla di nuovo sotto il sole.
Tra parentesi, questa idea che usano i Russo è una delle numerose teorie scientifiche che già esistono. In questo caso, serve a giustificare i paradossi temporali.
Ad esempio: Thanos usa il guanto ed eliminà metà universo. Gli Avengers tornano indietro nel tempo e lo uccidono da neonato (lo so che non lo farebbero mai, ma fatemi fare l'esempio). Mettiamo che riescono nel loro obiettivo e uccidendo Thanos l'Infante folle salvano il futuro/il loro passato, ma facendo così Thanos non elimina mezzo universo e di conseguenza gli Avengers non avrebbero motivo di tornare nel passato se Thanos fosse già morto... quindi, se gli Avengers non hanno motivo di tornare indietro nel tempo, chi ha ucciso Thanos da bambino?

Ecco come si crea la linea alternativa: gli Avengers creano una linea in cui loro uccidono Thanos e le loro versioni future (di quella linea temporale) non tornano effettivamente indietro nel tempo, ma quelli che tornano al loro tempo hanno comunque mezzo universo polverizzato.
Il motivo per cui poi tornano a restituire le gemme lo spiega l'Antico: creare molteplici linee temporali, tutte prive di un elemento fondamentale e facente parte di un equilibrio naturale, vorrebbe dire condannare tutte quelle molteplici linee alternative. E quindi, i supereroi se ne fregano di salvare molteplici universi, mi pare.  :asd:

Nel film succede che gli Avengers partono dalla linea temporale 1 per prelevare le gemme da altri momenti nel tempo, creando così le seguenti linee temporali: linea 2a, in cui prendono l'occhio di Agamotto e lo scettro di Loki nel 2012, ai tempi del primo Avengers;
linea 2b, in cui rubano l'Eather dal 2013 (The Dark World). Notare che in questa linea gli eventi del primo Avengers rimangono così come li conosciamo e non vengono influenzati dai cambiamenti della linea 2a, partendo tutti dallo stesso futuro ma arrivando in momenti differenti - e questo vale anche per gli esempi di cui sotto;
linea 2c, in cui recuperano l'Orb e la gemma dell'anima nel 2014;
infine la linea 2d, in cui Cap e Tony tornano nel 1970 per recupare il Tesseract e altre particelle Pym.
Quattro linee alternative alla principale. Cap poi riporta tutto a posto per evitare di lasciare quelle linee temporali destinate ad uno "scompenso cosmico" e infine si stabilisce nell'ultima linea temporale creata (o ne crea una quinta, non ci è dato saperlo) e vive lì con Peggy fino alla vecchiaia.
Così spiegano anche perché Nebula non scompare quando spara alla sua versione passata: non provengono dallo stesso passato, sono come due Nebula di due universi paralleli.
Nel film lo spiegano frettolosamente, è vero, ma ogni lettore di fumetti dovrebbe avere ben presente questo tipo di regole.

PS: e no, la Fox non ha fatto un lavoro migliore. Lì con la scusa di riscrivere il passato ne approfittano per cancellare le incongruenze, senza degnarsi di spiegarle adeguatamente: ad esempio, come potevano esistere una Emma Frost adulta negli anni '60 se in Wolverine Le origini ne troviamo una adolescente?
Colpo di spugna e via, in barba allo scorrere del tempo, tanto Wolverine Le origini non serve più ricordarselo.
Va bene che ognuno si crea le proprio regole per i viaggi nel tempo, ma se poi svacchi pure sulle conseguenze (tipo la nascita di Angelo) come fai a definirlo un lavoro migliore?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 26 Aprile 2019, 19:11:04
Sì ok, ma non confondere storia e storytelling.
I MS non hanno mai osato così tanto, e imho hanno già scazzato con il
time travel, cioè io sto qua a leggere i vostri post, ma...i conti non mi tornano lo stesso, mi sa che devo rivederlo, poi dirò la mia.
Probabilmente DOFP rimane ancora il mio cinecomic preferito in assoluto, il fatto che anche lì ci sia un time travel è solo una coincidenza.
È un time travel molto più semplice/intuibile e che abbiamo visto mille volte nei comics/film.
Ma non è questo il punto.
Il punto è che si sono fissati delle regole e le hanno rispettate, qua invece...non ne sono sicuro...
A volte il time travel crea nuove linee temporali, altre volte semplicemente cambiano la linea temporale principale attraverso l'effetto farfalla, qua pur di creare certi momenti, hanno usato un'altra teoria e boh...
Cioè, paradossalmente, mi risulta più facile accettare la soluzione di Nolan in Interstellar che...qualunque cosa abbiano fatto qua... :lolle: :lolle:

Cioè se non ci sono conseguenze, se le azioni del passato non cambiano il presente/futuro, allora perchè andare indietro nel tempo a mettere a posto le gemme?
Chi se ne frega se si creano altre linee temporali?
Muore Nebula del 2014, ma quella del 2019 non cessa di esistere...ok, fin qui va bene.
Muore Thanos del 2014 e non succede un cazz lo stesso e va bene.
Poi Cap torna indietro nel tempo, rimette a posto le gemme...tra l'altro, anche qua dobbiamo aprire una GROSSA parentesi, succede tutto off-screen, perchè...non so, pensate alla faccenda Loki col cubo, azzo sarà successo? Una nuova linea temporale? Ma a loro sta bene questa soluzione?
Peggy.
Peggy aveva già marito e figli, azzo sarà successo a loro?
Cap ha vissuto una vita felice con lei, poi sbuca fuori là al funerale di Tony, sulla panchina? WTF? :lolle:
Non è mai stato Cap, ho capito bene?  :look:
Poi per la solita storia di ignorare la farfalla, tutti si ricordano di lui, sanno chi sia Steve, ovvero Captain America, però nessuno sa cosa abbia fatto di preciso nel passato, perchè per loro (Sam, Bucky ecc) sono passati 5 secondi e non c'è nessun tipo di refresh alla DOFP.

lol, incredibile, ma vero, ma mi sa tanto che la Fox abbia fatto un lavoro migliore con il time travel, gestire le conseguenze e quindi la continuity intorno a DOFP. :lolle: :lolle:





Cap deve tornare indietro perché le gemme devono essere messe al loro posto, altrimenti si generano nuove linee temporali


Quando lo riguarderai fai attenzione alla scena
Tra Bruce e il maestro di Strange, è la chiave per capire come funziona il tempo nell'universo Marvel/Russo



Il problema si crea con
Steve sulla panchina, perché avendo vissuto nel passato ha impedito a Peggy di sposarsi con un altro e avere figli da lui, e questo giocoforza crea una nuova linea temporale come in Ritorno al futuro



Ma ragazzi nessuno ha notato lo sguardo
tra Tony e Strange prima dello Snap????
Come la vedete voi?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 26 Aprile 2019, 19:19:33
Sì ok, ma non confondere storia e storytelling.
I MS non hanno mai osato così tanto, e imho hanno già scazzato con il
time travel, cioè io sto qua a leggere i vostri post, ma...i conti non mi tornano lo stesso, mi sa che devo rivederlo, poi dirò la mia.
Probabilmente DOFP rimane ancora il mio cinecomic preferito in assoluto, il fatto che anche lì ci sia un time travel è solo una coincidenza.
È un time travel molto più semplice/intuibile e che abbiamo visto mille volte nei comics/film.
Ma non è questo il punto.
Il punto è che si sono fissati delle regole e le hanno rispettate, qua invece...non ne sono sicuro...
A volte il time travel crea nuove linee temporali, altre volte semplicemente cambiano la linea temporale principale attraverso l'effetto farfalla, qua pur di creare certi momenti, hanno usato un'altra teoria e boh...
Cioè, paradossalmente, mi risulta più facile accettare la soluzione di Nolan in Interstellar che...qualunque cosa abbiano fatto qua... :lolle: :lolle:

Cioè se non ci sono conseguenze, se le azioni del passato non cambiano il presente/futuro, allora perchè andare indietro nel tempo a mettere a posto le gemme?
Chi se ne frega se si creano altre linee temporali?
Muore Nebula del 2014, ma quella del 2019 non cessa di esistere...ok, fin qui va bene.
Muore Thanos del 2014 e non succede un cazz lo stesso e va bene.
Poi Cap torna indietro nel tempo, rimette a posto le gemme...tra l'altro, anche qua dobbiamo aprire una GROSSA parentesi, succede tutto off-screen, perchè...non so, pensate alla faccenda Loki col cubo, azzo sarà successo? Una nuova linea temporale? Ma a loro sta bene questa soluzione?
Peggy.
Peggy aveva già marito e figli, azzo sarà successo a loro?
Cap ha vissuto una vita felice con lei, poi sbuca fuori là al funerale di Tony, sulla panchina? WTF? :lolle:
Non è mai stato Cap, ho capito bene?  :look:
Poi per la solita storia di ignorare la farfalla, tutti si ricordano di lui, sanno chi sia Steve, ovvero Captain America, però nessuno sa cosa abbia fatto di preciso nel passato, perchè per loro (Sam, Bucky ecc) sono passati 5 secondi e non c'è nessun tipo di refresh alla DOFP.

lol, incredibile, ma vero, ma mi sa tanto che la Fox abbia fatto un lavoro migliore con il time travel, gestire le conseguenze e quindi la continuity intorno a DOFP. :lolle: :lolle:





Cap deve tornare indietro perché le gemme devono essere messe al loro posto, altrimenti si generano nuove linee temporali


Quando lo riguarderai fai attenzione alla scena
Tra Bruce e il maestro di Strange, è la chiave per capire come funziona il tempo nell'universo Marvel/Russo



Il problema si crea con
Steve sulla panchina, perché avendo vissuto nel passato ha impedito a Peggy di sposarsi con un altro e avere figli da lui, e questo giocoforza crea una nuova linea temporale come in Ritorno al futuro



Ma ragazzi nessuno ha notato lo sguardo
tra Tony e Strange prima dello Snap????
Come la vedete voi?
Cap vive con Peggy in un'altra realtà ancora, non quella che conosciamo. Torna nel futuro dopo aver vissuto la sua vita "di là", quindi da anziano. Il perché non torna sulla piattaforma... esigenze sceniche, come detto da altri.  :asd:

Per la scena fra Tony e Strange, se intendo il momento in cui Strange gli fa un cenno col dito indice, l'ho interpretata come se volesse dira a Tony che quella è l'unica realtà su più di 14 milioni in cui riescono a vincere.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 26 Aprile 2019, 20:01:32
Sì ok, ma non confondere storia e storytelling.
I MS non hanno mai osato così tanto, e imho hanno già scazzato con il
time travel, cioè io sto qua a leggere i vostri post, ma...i conti non mi tornano lo stesso, mi sa che devo rivederlo, poi dirò la mia.
Probabilmente DOFP rimane ancora il mio cinecomic preferito in assoluto, il fatto che anche lì ci sia un time travel è solo una coincidenza.
È un time travel molto più semplice/intuibile e che abbiamo visto mille volte nei comics/film.
Ma non è questo il punto.
Il punto è che si sono fissati delle regole e le hanno rispettate, qua invece...non ne sono sicuro...
A volte il time travel crea nuove linee temporali, altre volte semplicemente cambiano la linea temporale principale attraverso l'effetto farfalla, qua pur di creare certi momenti, hanno usato un'altra teoria e boh...
Cioè, paradossalmente, mi risulta più facile accettare la soluzione di Nolan in Interstellar che...qualunque cosa abbiano fatto qua... :lolle: :lolle:

Cioè se non ci sono conseguenze, se le azioni del passato non cambiano il presente/futuro, allora perchè andare indietro nel tempo a mettere a posto le gemme?
Chi se ne frega se si creano altre linee temporali?
Muore Nebula del 2014, ma quella del 2019 non cessa di esistere...ok, fin qui va bene.
Muore Thanos del 2014 e non succede un cazz lo stesso e va bene.
Poi Cap torna indietro nel tempo, rimette a posto le gemme...tra l'altro, anche qua dobbiamo aprire una GROSSA parentesi, succede tutto off-screen, perchè...non so, pensate alla faccenda Loki col cubo, azzo sarà successo? Una nuova linea temporale? Ma a loro sta bene questa soluzione?
Peggy.
Peggy aveva già marito e figli, azzo sarà successo a loro?
Cap ha vissuto una vita felice con lei, poi sbuca fuori là al funerale di Tony, sulla panchina? WTF? :lolle:
Non è mai stato Cap, ho capito bene?  :look:
Poi per la solita storia di ignorare la farfalla, tutti si ricordano di lui, sanno chi sia Steve, ovvero Captain America, però nessuno sa cosa abbia fatto di preciso nel passato, perchè per loro (Sam, Bucky ecc) sono passati 5 secondi e non c'è nessun tipo di refresh alla DOFP.

lol, incredibile, ma vero, ma mi sa tanto che la Fox abbia fatto un lavoro migliore con il time travel, gestire le conseguenze e quindi la continuity intorno a DOFP. :lolle: :lolle:





Cap deve tornare indietro perché le gemme devono essere messe al loro posto, altrimenti si generano nuove linee temporali


Quando lo riguarderai fai attenzione alla scena
Tra Bruce e il maestro di Strange, è la chiave per capire come funziona il tempo nell'universo Marvel/Russo



Il problema si crea con
Steve sulla panchina, perché avendo vissuto nel passato ha impedito a Peggy di sposarsi con un altro e avere figli da lui, e questo giocoforza crea una nuova linea temporale come in Ritorno al futuro



Ma ragazzi nessuno ha notato lo sguardo
tra Tony e Strange prima dello Snap????
Come la vedete voi?
Cap vive con Peggy in un'altra realtà ancora, non quella che conosciamo. Torna nel futuro dopo aver vissuto la sua vita "di là", quindi da anziano. Il perché non torna sulla piattaforma... esigenze sceniche, come detto da altri.  :asd:

Per la scena fra Tony e Strange, se intendo il momento in cui Strange gli fa un cenno col dito indice, l'ho interpretata come se volesse dira a Tony che quella è l'unica realtà su più di 14 milioni in cui riescono a vincere.

Tenendo conto che è l'unica cosa fa , direi che il messaggio fosse quello
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 26 Aprile 2019, 20:24:33
Porca merda, sapevo che non dovevo entrare in questo rabbit hole prima di una seconda visione, ma fuck it! :lolle:

Allora
inzialmente esiste una sola timeline, quella MCU vecchia di 11 anni.
Loro tornano indietro nel tempo in differenti punti temporali, sempre su quella timeline.
Ogni cambiamento, equivale a creare una NUOVA timeline, non a modificare la timeline stessa, nessun effetto farfalla, come nei comics Marvel tipo AoA ecc... Infatti muore Nebula del 2014 e non succede un cazz a quella di Endgame, torna tutto e fin qui ci sono.
Ora, per come la vedo io, non c'era bisogno di tappare il buco creatosi nel 2014, dato che il Thanos di quel periodo è morto per mano di Tony, quindi gli Avengers di quel periodo non hanno niente da temere, ma vabbe, per questioni di eroismo, visto quello che ha detto l'Ancient One, chiudo un occhio e passiamo oltre.
Creano delle timelines (2a, 2b ecc), poi Steve sistema tutto...

Poi scusa, mi sono perso qualcosa io (tipo un effetto sonoro Swooosh) oppure questa questione che Steve è piombato da un'altra Timeline e non fa parte dell'unica timeline esistente, è una tua ipotesi per giustificare la teoria e non qualcosa che si vede/sente nel film?

Poi se ho capito bene, esistono...INFINITI Thanos e gemme, no? Per infiniti punti della timeline... :look:
Se uno fosse a conoscenza di queste leggi, nulla vieta a un...boh non so, Kang di riportare nel presente un Thanos del...tipo 2012 nel presente e ripetere il tutto con tanto di gemme e guanto dell'infinito, giusto? :look:
Perchè sono morti solo 2 Thanos di due punti differenti della timeline, ma ne esistono infiniti...
Per dire, non è questa la scusa per cui abbiamo una Gamora jr nel presente? Cioè... non so che fine abbia fatto, ma penso che sia ancora lì viva da qualche parte, no? Dato che non è ritornata indietro nel tempo, ma non era nemmeno a bordo con i Guardiani della Galassia/Thor?!? :hmm:

Altro What if...Quando Loki è scappato via col cubo, invece di tornare indietro nel tempo a prendere un altro cubo, ovvero nel punto della timeline quando Howard ancora lavorava con Dr.Zola, perchè non sono tornati indietro nel tempo...semplicemente di qualche ora?
Parlo sempre di quella nuova timeline appena creata da loro, quindi avrebbero incontrato se stessi MENTRE stavano cercando di attuare il loro piano... sarebbe stato un mindfuck mostruoso... :asd:

Oppure...non so se vi ricordate per bene il primo Avengers, ma nel film loro sono sbucati solo durante il terzo atto, ovvero durante la battaglia di NY, ma volendo potevano sbucare fuori anche qualche giorno prima, tipo quando parte il film, con Nick Fury che ha il cubo nella valigetta ecc...
Però vabbe, magari volevano creare un momento con Tony e il padre e quindi...

Poi ho un altro dubbio: Una volta tappato i vari buchi per non generare altre timelines, quando tocca a quella del Soul, quando arriva il momento di scambiare un'anima per un'anima, non potrebbe tornare in vita Natasha? O magari  Gamora?

Poi onestamente, sempre parlando di Steve vecchio nella timeline Endgame, ci sono TROPPE cose che succedono off-screen (appunto tutto quello che fa nel suo viaggio), cioè io vorrei vedere come effettivamente si muove il flusso temporale, specialmente per certi pg, ovvero come chiudono quei buchi per non generare altre timelines, specialmente per quanto riguarda Nebula e Thanos del 2014 e tutti gli eventi a loro annessi.
Là sì che è tutto conveniente e hanno dato un colpo di spugna.
Per quanto riguarda Emma, quella che si vede in Wolverine Origins e First Class non sono la stessa persona, o meglio...è andata così, hanno chiaramente svaccato, ma la cosa è stata retconnata dai producers e quindi... :lolle:
Invece per Angel non mi sembra che ci siano dei problemi... :mmm:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 21:01:40
Ho già spiegato tutto sopra.
Se si torna indietro nel tempo, modificando gli eventi non si modifica il futuro ma si crea una linea temporale alternativa. Come in moltissimi fumetti Marvel - poi ogni scrittore si crea/usa le regole che gli fa comodo, ma nulla di nuovo sotto il sole.
Tra parentesi, questa idea che usano i Russo è una delle numerose teorie scientifiche che già esistono. In questo caso, serve a giustificare i paradossi temporali.
Ad esempio: Thanos usa il guanto ed eliminà metà universo. Gli Avengers tornano indietro nel tempo e lo uccidono da neonato (lo so che non lo farebbero mai, ma fatemi fare l'esempio). Mettiamo che riescono nel loro obiettivo e uccidendo Thanos l'Infante folle salvano il futuro/il loro passato, ma facendo così Thanos non elimina mezzo universo e di conseguenza gli Avengers non avrebbero motivo di tornare nel passato se Thanos fosse già morto... quindi, se gli Avengers non hanno motivo di tornare indietro nel tempo, chi ha ucciso Thanos da bambino?

Ecco come si crea la linea alternativa: gli Avengers creano una linea in cui loro uccidono Thanos e le loro versioni future (di quella linea temporale) non tornano effettivamente indietro nel tempo, ma quelli che tornano al loro tempo hanno comunque mezzo universo polverizzato.
Il motivo per cui poi tornano a restituire le gemme lo spiega l'Antico: creare molteplici linee temporali, tutte prive di un elemento fondamentale e facente parte di un equilibrio naturale, vorrebbe dire condannare tutte quelle molteplici linee alternative. E quindi, i supereroi se ne fregano di salvare molteplici universi, mi pare.  :asd:

Nel film succede che gli Avengers partono dalla linea temporale 1 per prelevare le gemme da altri momenti nel tempo, creando così le seguenti linee temporali: linea 2a, in cui prendono l'occhio di Agamotto e lo scettro di Loki nel 2012, ai tempi del primo Avengers;
linea 2b, in cui rubano l'Eather dal 2013 (The Dark World). Notare che in questa linea gli eventi del primo Avengers rimangono così come li conosciamo e non vengono influenzati dai cambiamenti della linea 2a, partendo tutti dallo stesso futuro ma arrivando in momenti differenti - e questo vale anche per gli esempi di cui sotto;
linea 2c, in cui recuperano l'Orb e la gemma dell'anima nel 2014;
infine la linea 2d, in cui Cap e Tony tornano nel 1970 per recupare il Tesseract e altre particelle Pym.
Quattro linee alternative alla principale. Cap poi riporta tutto a posto per evitare di lasciare quelle linee temporali destinate ad uno "scompenso cosmico" e infine si stabilisce nell'ultima linea temporale creata (o ne crea una quinta, non ci è dato saperlo) e vive lì con Peggy fino alla vecchiaia.
Così spiegano anche perché Nebula non scompare quando spara alla sua versione passata: non provengono dallo stesso passato, sono come due Nebula di due universi paralleli.
Nel film lo spiegano frettolosamente, è vero, ma ogni lettore di fumetti dovrebbe avere ben presente questo tipo di regole.
Io però non riesco a ragionare in termini di "realtà alternative" come fate voi: da quanto dice l'Antico, la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il suo flusso del tempo, che si divide quando una di questa gemme viene rimossa. Quindi quello che mi chiedo è: se gli Avengers avessero usato questo salto nel regno quantico per fare cose senza in alcun modo prendere alcuna gemma, cosa sarebbe successo? Da quello che dice l'Antico non si sarebbero create divisioni del flusso del tempo in quanto nessuna gemma sarebbe stata rimossa. Cioè secondo me hanno usato due volte la parola "realtà" in due modi diversi incasinando un po' le cose. Bisognerebbe chiarire se è il viaggio nel tempo o se è la rimozione di una gemma a creare due realtà distinte. Per ciò che dici te, il viaggio nel tempo crea di suo una realtà alternativa, e quindi l'Antico del 2012 che parla con Hulk in "Avengers Endgame" non è lo stesso Antico che era presente nel film "Doctor Strange". Ma allora in che senso il flusso del tempo di quella realtà si dividerebbe nel momento in cui Hulk portasse via la gemma? Cioè il flusso del tempo della realtà del 2012 di "Avengers Endgame" E' GIA' DIVISO da quello del 2012 di "The Avengers", per il semplice fatto che nel 2012 di "The Avengers" non c'erano gli Avengers del futuro: Loki ad esempio nel 2012 di "The Avengers" veniva catturato e portato ad Asgard, mentre nel 2012 di "Avengers Endgame" Loki riesce a fuggire col Tesseract. E questo a prescindere dal fatto che vengano o meno rimosse le gemme!!! In ogni caso i due 2012 sarebbero diversi!!! Quindi in che senso la presenza delle 6 gemme garantisce un flusso del tempo stabile e non diviso?

Cap prima di partire per il suo viaggio nel tempo alla fine del film dice a Hulk, che si stava raccomandando di riportare tutte le gemme al loro posto: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni"... ma cosa intende? Rimettere a posto le gemme impedisce che in quelle realtà alternative succedano cose brutte? Oppure ELIMINA proprio quelle realtà alternative? Cioè: le realtà alternative restano aperte oppure no alla fine del film? Se le realtà alternative rimanessero aperte non capirei come sarebbe risolto il problema Thanos. Nelle tre "linee alternative" modificate nel 2012, nel 2013 e nel 1970, comunque Thanos è ancora vivo e nulla scongiura il suo piano, giusto? Nella linea che abbiamo seguito per questi 22 film Thanos è morto decapitato e poi ancora polverizzato. Nella linea modificata nel 2014 Thanos è sparito per andarsene nella linea "nostra". Però nelle realtà alternative modificate nel 2012 , nel 2013 e nel 1970 cosa succede?

A tali propositi ho un'altro dubbio.... Nella "nostra" linea temporale attualmente le gemme non esistono più, in quanto distrutte da Thanos all'inizio del film. Mentre quelle provenienti dal passato sono state riportate indietro da Cap. Questo fatto che non ci sono più le gemme, alla luce di quanto spiegato dall'Antico, non dovrebbe comportare dei casini allucinanti? Cioè gli Avengers del 2024 dopo aver sconfitto Thanos definitivamente riportano le gemme indietro per salvare le realtà alternative, e non si preoccupano del fatto che così facendo la realtà senza gemme rimane la "nostra"...?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: M.I.B.86 - 26 Aprile 2019, 21:32:23
Ho già spiegato tutto sopra.
Se si torna indietro nel tempo, modificando gli eventi non si modifica il futuro ma si crea una linea temporale alternativa. Come in moltissimi fumetti Marvel - poi ogni scrittore si crea/usa le regole che gli fa comodo, ma nulla di nuovo sotto il sole.
Tra parentesi, questa idea che usano i Russo è una delle numerose teorie scientifiche che già esistono. In questo caso, serve a giustificare i paradossi temporali.
Ad esempio: Thanos usa il guanto ed eliminà metà universo. Gli Avengers tornano indietro nel tempo e lo uccidono da neonato (lo so che non lo farebbero mai, ma fatemi fare l'esempio). Mettiamo che riescono nel loro obiettivo e uccidendo Thanos l'Infante folle salvano il futuro/il loro passato, ma facendo così Thanos non elimina mezzo universo e di conseguenza gli Avengers non avrebbero motivo di tornare nel passato se Thanos fosse già morto... quindi, se gli Avengers non hanno motivo di tornare indietro nel tempo, chi ha ucciso Thanos da bambino?

Ecco come si crea la linea alternativa: gli Avengers creano una linea in cui loro uccidono Thanos e le loro versioni future (di quella linea temporale) non tornano effettivamente indietro nel tempo, ma quelli che tornano al loro tempo hanno comunque mezzo universo polverizzato.
Il motivo per cui poi tornano a restituire le gemme lo spiega l'Antico: creare molteplici linee temporali, tutte prive di un elemento fondamentale e facente parte di un equilibrio naturale, vorrebbe dire condannare tutte quelle molteplici linee alternative. E quindi, i supereroi se ne fregano di salvare molteplici universi, mi pare.  :asd:

Nel film succede che gli Avengers partono dalla linea temporale 1 per prelevare le gemme da altri momenti nel tempo, creando così le seguenti linee temporali: linea 2a, in cui prendono l'occhio di Agamotto e lo scettro di Loki nel 2012, ai tempi del primo Avengers;
linea 2b, in cui rubano l'Eather dal 2013 (The Dark World). Notare che in questa linea gli eventi del primo Avengers rimangono così come li conosciamo e non vengono influenzati dai cambiamenti della linea 2a, partendo tutti dallo stesso futuro ma arrivando in momenti differenti - e questo vale anche per gli esempi di cui sotto;
linea 2c, in cui recuperano l'Orb e la gemma dell'anima nel 2014;
infine la linea 2d, in cui Cap e Tony tornano nel 1970 per recupare il Tesseract e altre particelle Pym.
Quattro linee alternative alla principale. Cap poi riporta tutto a posto per evitare di lasciare quelle linee temporali destinate ad uno "scompenso cosmico" e infine si stabilisce nell'ultima linea temporale creata (o ne crea una quinta, non ci è dato saperlo) e vive lì con Peggy fino alla vecchiaia.
Così spiegano anche perché Nebula non scompare quando spara alla sua versione passata: non provengono dallo stesso passato, sono come due Nebula di due universi paralleli.
Nel film lo spiegano frettolosamente, è vero, ma ogni lettore di fumetti dovrebbe avere ben presente questo tipo di regole.
Io però non riesco a ragionare in termini di "realtà alternative" come fate voi: da quanto dice l'Antico, la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il suo flusso del tempo, che si divide quando una di questa gemme viene rimossa. Quindi quello che mi chiedo è: se gli Avengers avessero usato questo salto nel regno quantico per fare cose senza in alcun modo prendere alcuna gemma, cosa sarebbe successo? Da quello che dice l'Antico non si sarebbero create divisioni del flusso del tempo in quanto nessuna gemma sarebbe stata rimossa. Cioè secondo me hanno usato due volte la parola "realtà" in due modi diversi incasinando un po' le cose. Bisognerebbe chiarire se è il viaggio nel tempo o se è la rimozione di una gemma a creare due realtà distinte. Per ciò che dici te, il viaggio nel tempo crea di suo una realtà alternativa, e quindi l'Antico del 2012 che parla con Hulk in "Avengers Endgame" non è lo stesso Antico che era presente nel film "Doctor Strange". Ma allora in che senso il flusso del tempo di quella realtà si dividerebbe nel momento in cui Hulk portasse via la gemma? Cioè il flusso del tempo della realtà del 2012 di "Avengers Endgame" E' GIA' DIVISO da quello del 2012 di "The Avengers", per il semplice fatto che nel 2012 di "The Avengers" non c'erano gli Avengers del futuro: Loki ad esempio nel 2012 di "The Avengers" veniva catturato e portato ad Asgard, mentre nel 2012 di "Avengers Endgame" Loki riesce a fuggire col Tesseract. E questo a prescindere dal fatto che vengano o meno rimosse le gemme!!! In ogni caso i due 2012 sarebbero diversi!!! Quindi in che senso la presenza delle 6 gemme garantisce un flusso del tempo stabile e non diviso?

Cap prima di partire per il suo viaggio nel tempo alla fine del film dice a Hulk, che si stava raccomandando di riportare tutte le gemme al loro posto: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni"... ma cosa intende? Rimettere a posto le gemme impedisce che in quelle realtà alternative succedano cose brutte? Oppure ELIMINA proprio quelle realtà alternative? Cioè: le realtà alternative restano aperte oppure no alla fine del film? Se le realtà alternative rimanessero aperte non capirei come sarebbe risolto il problema Thanos. Nelle tre "linee alternative" modificate nel 2012, nel 2013 e nel 1970, comunque Thanos è ancora vivo e nulla scongiura il suo piano, giusto? Nella linea che abbiamo seguito per questi 22 film Thanos è morto decapitato e poi ancora polverizzato. Nella linea modificata nel 2014 Thanos è sparito per andarsene nella linea "nostra". Però nelle realtà alternative modificate nel 2012 , nel 2013 e nel 1970 cosa succede?

A tali propositi ho un'altro dubbio.... Nella "nostra" linea temporale attualmente le gemme non esistono più, in quanto distrutte da Thanos all'inizio del film. Mentre quelle provenienti dal passato sono state riportate indietro da Cap. Questo fatto che non ci sono più le gemme, alla luce di quanto spiegato dall'Antico, non dovrebbe comportare dei casini allucinanti? Cioè gli Avengers del 2024 dopo aver sconfitto Thanos definitivamente riportano le gemme indietro per salvare le realtà alternative, e non si preoccupano del fatto che così facendo la realtà senza gemme rimane la "nostra"...?


Per come la vedo io le realtà alternative si creano comunque a causa degli interventi dei nostri,solo che senza il potere delle gemme,quelle realtà potrebbero diventare parecchio inabitabili (non viene specificato in che modo solo che in quegli universi le gemme servono) quindi dopo averle usate vanno rimesse a posto
In ogni caso dopo Endgame adesso ci sono: una realtà dove Loki è scappato (e da cui in futuro potrà essere ripescato l'asgardiano) e una in cui Thanos è scomparso, ancora prima di poter iniziare la raccolta delle gemme e dove quindi i Vendicatori originali non hanno mai affrontato la guerra dell'infinito e quindi tecnicamente sono ancora tutti vivi (di questa realtà dubito che vedremo mai altro)...


Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 26 Aprile 2019, 21:36:00
Il film l'ho visto il 24 alle 16:30. Ancora adesso non accetto la fine che hanno dato ad Iron Man. Se lo avessi saputo prima non avrei seguito nulla. Il MCU lo seguivo in funzione di lui per mille ragioni: amo il personaggio, l'attore mi ha conquistato, la sua forza sta nello sfruttare la tecnologia ed è molto attinente al mio ambito lavorativo, etc. Una volta che aveva messo su famiglia e aveva messo la testa a posto, lo sono andati a beccare e alla fine lo hanno fatto saltare per aria in malo modo, dopo che praticamente tutto il merito per essere arrivati sino a lì era suo (e di un topo... vabbè).

Sono deluso tremendamente, un po' come i fan di Lost dopo l'ultima puntata, o di How I Met Your Mother, e potrei continuare, tanto di esempi ce ne sono.

Io con il MCU chiudo qui. Primo, perché non mi interessano i nuovi supereroi, e secondo, perché mi faccio prendere in giro una volta. Non due.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 21:41:28
Il film l'ho visto il 24 alle 16:30. Ancora adesso non accetto la fine che hanno dato ad Iron Man. Se lo avessi saputo prima non avrei seguito nulla. Il MCU lo seguivo in funzione di lui per mille ragioni: amo il personaggio, l'attore mi ha conquistato, la sua forza sta nello sfruttare la tecnologia ed è molto attinente al mio ambito lavorativo, etc. Una volta che aveva messo su famiglia e aveva messo la testa a posto, lo sono andati a beccare e alla fine lo hanno fatto saltare per aria in malo modo, dopo che praticamente tutto il merito per essere arrivati sino a lì era suo (e di un topo... vabbè).

Sono deluso tremendamente, un po' come i fan di Lost dopo l'ultima puntata, o di How I Met Your Mother, e potrei continuare, tanto di esempi ce ne sono.

Io con il MCU chiudo qui. Primo, perché non mi interessano i nuovi supereroi, e secondo, perché mi faccio prendere in giro una volta. Non due.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
Io ste cose non le capirò mai... come i fan di Gomorra che, amando il personaggio (occhio Spoiler su Gomorra per chi non ha visto la terza stagione)
di Ciro, si sono fatti rodere il culo perché l'hanno fatto morire...
Io sono del parere che una
morte epica gestita benissimo, strappalacrime e incredibilmente emozionante sia il perfetto coronamento per un personaggio a maggior ragione se è quello che uno preferisce!!! Anche per me il personaggio che ho sempre preferito del MCU è Tony Stark, e proprio per questo ho adorato la sua morte: ha donato un'epicità a quel personaggio che onestamente sarà del tutto ineguagliabile da qualsiasi altro supereroe. Questa morte per Iron Man lo ha elevato come eroe dell'MCU al di sopra di tutti i suoi colleghi per come la vedo  :sisi: quindi meglio così, o no? Non capisco perché un personaggio amato tantissimo non debba mai morire... Prima o poi sarebbe morto lo stesso per cause naturali no? Preferivi morisse in ospedale con i figli intorno...? Piuttosto sciatto no?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 26 Aprile 2019, 21:47:08
Intanto ieri pensavo a
la "macchina del tempo" di H.G. Wells, dov'è detto che non è possibile cambiare il passato, perché cambiando il passato si creerebbe un paradosso e cioè la mancanza di motivazione per viaggiare nel tempo, rendendo de facto inutile il valore dell'azione stessa. Perciò chi viaggia nel tempo non può alterarlo, dato che è l'Universo stesso a "bloccarti".

Mi pare sia una condizione narrativa decisamente simile a quella di Endgame, dove
il viaggio nel tempo non può alterare ciò che è stato
.

Per quanto riguarda Cap, continuo a credere che
il fatto che compaia sulla panchina e non sulla piattaforma è per ragioni sceniche, semplicemente "torna" nel 2023 dopo aver vissuto con Peggy dagli anni Cinquanta. Premettendo sempre che dovrei rivedere il film, l'Antico spiega che fin quando le gemme coesisteranno nella stessa realtà, allora non ci saranno diramazioni parallele...quindi la "realtà" esiste solo dal punto di vista dell'individuo. Per Capitan America la "sua" realtà è 1945/scongelato/infinity saga/ritorno nel 45/2023 ma ciò non significa che, nel momento in cui lui torna nel 2023, allora esista una terra alfa e una terra beta, cioè un multiverso...mi pare che il film sconfessi la teoria delle linee temporali parallele, le linee temporali non sono altro che un insieme di eventi che capitano a soggetti singoli, non vivono di "vita" propria, mettiamola così...questo è conforme con l'ipotesi dell'osservatore nella meccanica quantistica...l'unica eccezione è possibilmente Loki che scappa con una gemma dell'infinito in un mondo dove erano state rimosse.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 26 Aprile 2019, 21:56:34
Per quanto riguarda Cap, continuo a credere che
il fatto che compaia sulla panchina e non sulla piattaforma è per ragioni sceniche, semplicemente "torna" nel 2023 dopo aver vissuto con Peggy dagli anni Cinquanta. Premettendo sempre che dovrei rivedere il film, l'Antico spiega che fin quando le gemme coesisteranno nella stessa realtà, allora non ci saranno diramazioni parallele...quindi la "realtà" esiste solo dal punto di vista dell'individuo. Per Capitan America la "sua" realtà è 1945/scongelato/infinity saga/ritorno nel 45/2023 ma ciò non significa che, nel momento in cui lui torna nel 2023, allora esista una terra alfa e una terra beta, cioè un multiverso...mi pare che il film sconfessi la teoria delle linee temporali parallele, le linee temporali non sono altro che un insieme di eventi che capitano a soggetti singoli, non vivono di "vita" propria, mettiamola così...questo è conforme con l'ipotesi dell'osservatore nella meccanica quantistica...l'unica eccezione è possibilmente Loki che scappa con una gemma dell'infinito in un mondo dove erano state rimosse.
Oooohhhhhh è esattamente questa la mia visione di questi
viaggi nel tempo. Nessuna realtà parallela. Nessun multiverso... In questo modo se mi ci scervello un po' mi torna tutto. Con le realtà parallele non riesco a capire molto...

In ogni caso le domande che ho fatto prima rimangono: se qualcuno mi risponde ve ne sarò grato  :asd:
Avevo scritto:
Ho già spiegato tutto sopra.
Se si torna indietro nel tempo, modificando gli eventi non si modifica il futuro ma si crea una linea temporale alternativa. Come in moltissimi fumetti Marvel - poi ogni scrittore si crea/usa le regole che gli fa comodo, ma nulla di nuovo sotto il sole.
Tra parentesi, questa idea che usano i Russo è una delle numerose teorie scientifiche che già esistono. In questo caso, serve a giustificare i paradossi temporali.
Ad esempio: Thanos usa il guanto ed eliminà metà universo. Gli Avengers tornano indietro nel tempo e lo uccidono da neonato (lo so che non lo farebbero mai, ma fatemi fare l'esempio). Mettiamo che riescono nel loro obiettivo e uccidendo Thanos l'Infante folle salvano il futuro/il loro passato, ma facendo così Thanos non elimina mezzo universo e di conseguenza gli Avengers non avrebbero motivo di tornare nel passato se Thanos fosse già morto... quindi, se gli Avengers non hanno motivo di tornare indietro nel tempo, chi ha ucciso Thanos da bambino?

Ecco come si crea la linea alternativa: gli Avengers creano una linea in cui loro uccidono Thanos e le loro versioni future (di quella linea temporale) non tornano effettivamente indietro nel tempo, ma quelli che tornano al loro tempo hanno comunque mezzo universo polverizzato.
Il motivo per cui poi tornano a restituire le gemme lo spiega l'Antico: creare molteplici linee temporali, tutte prive di un elemento fondamentale e facente parte di un equilibrio naturale, vorrebbe dire condannare tutte quelle molteplici linee alternative. E quindi, i supereroi se ne fregano di salvare molteplici universi, mi pare.  :asd:

Nel film succede che gli Avengers partono dalla linea temporale 1 per prelevare le gemme da altri momenti nel tempo, creando così le seguenti linee temporali: linea 2a, in cui prendono l'occhio di Agamotto e lo scettro di Loki nel 2012, ai tempi del primo Avengers;
linea 2b, in cui rubano l'Eather dal 2013 (The Dark World). Notare che in questa linea gli eventi del primo Avengers rimangono così come li conosciamo e non vengono influenzati dai cambiamenti della linea 2a, partendo tutti dallo stesso futuro ma arrivando in momenti differenti - e questo vale anche per gli esempi di cui sotto;
linea 2c, in cui recuperano l'Orb e la gemma dell'anima nel 2014;
infine la linea 2d, in cui Cap e Tony tornano nel 1970 per recupare il Tesseract e altre particelle Pym.
Quattro linee alternative alla principale. Cap poi riporta tutto a posto per evitare di lasciare quelle linee temporali destinate ad uno "scompenso cosmico" e infine si stabilisce nell'ultima linea temporale creata (o ne crea una quinta, non ci è dato saperlo) e vive lì con Peggy fino alla vecchiaia.
Così spiegano anche perché Nebula non scompare quando spara alla sua versione passata: non provengono dallo stesso passato, sono come due Nebula di due universi paralleli.
Nel film lo spiegano frettolosamente, è vero, ma ogni lettore di fumetti dovrebbe avere ben presente questo tipo di regole.
Io però non riesco a ragionare in termini di "realtà alternative" come fate voi: da quanto dice l'Antico, la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il suo flusso del tempo, che si divide quando una di questa gemme viene rimossa. Quindi quello che mi chiedo è: se gli Avengers avessero usato questo salto nel regno quantico per fare cose senza in alcun modo prendere alcuna gemma, cosa sarebbe successo? Da quello che dice l'Antico non si sarebbero create divisioni del flusso del tempo in quanto nessuna gemma sarebbe stata rimossa. Cioè secondo me hanno usato due volte la parola "realtà" in due modi diversi incasinando un po' le cose. Bisognerebbe chiarire se è il viaggio nel tempo o se è la rimozione di una gemma a creare due realtà distinte. Per ciò che dici te, il viaggio nel tempo crea di suo una realtà alternativa, e quindi l'Antico del 2012 che parla con Hulk in "Avengers Endgame" non è lo stesso Antico che era presente nel film "Doctor Strange". Ma allora in che senso il flusso del tempo di quella realtà si dividerebbe nel momento in cui Hulk portasse via la gemma? Cioè il flusso del tempo della realtà del 2012 di "Avengers Endgame" E' GIA' DIVISO da quello del 2012 di "The Avengers", per il semplice fatto che nel 2012 di "The Avengers" non c'erano gli Avengers del futuro: Loki ad esempio nel 2012 di "The Avengers" veniva catturato e portato ad Asgard, mentre nel 2012 di "Avengers Endgame" Loki riesce a fuggire col Tesseract. E questo a prescindere dal fatto che vengano o meno rimosse le gemme!!! In ogni caso i due 2012 sarebbero diversi!!! Quindi in che senso la presenza delle 6 gemme garantisce un flusso del tempo stabile e non diviso?

Cap prima di partire per il suo viaggio nel tempo alla fine del film dice a Hulk, che si stava raccomandando di riportare tutte le gemme al loro posto: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni"... ma cosa intende? Rimettere a posto le gemme impedisce che in quelle realtà alternative succedano cose brutte? Oppure ELIMINA proprio quelle realtà alternative? Cioè: le realtà alternative restano aperte oppure no alla fine del film? Se le realtà alternative rimanessero aperte non capirei come sarebbe risolto il problema Thanos. Nelle tre "linee alternative" modificate nel 2012, nel 2013 e nel 1970, comunque Thanos è ancora vivo e nulla scongiura il suo piano, giusto? Nella linea che abbiamo seguito per questi 22 film Thanos è morto decapitato e poi ancora polverizzato. Nella linea modificata nel 2014 Thanos è sparito per andarsene nella linea "nostra". Però nelle realtà alternative modificate nel 2012 , nel 2013 e nel 1970 cosa succede?

A tali propositi ho un'altro dubbio.... Nella "nostra" linea temporale attualmente le gemme non esistono più, in quanto distrutte da Thanos all'inizio del film. Mentre quelle provenienti dal passato sono state riportate indietro da Cap. Questo fatto che non ci sono più le gemme, alla luce di quanto spiegato dall'Antico, non dovrebbe comportare dei casini allucinanti? Cioè gli Avengers del 2024 dopo aver sconfitto Thanos definitivamente riportano le gemme indietro per salvare le realtà alternative, e non si preoccupano del fatto che così facendo la realtà senza gemme rimane la "nostra"...?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 26 Aprile 2019, 22:34:19
Il film l'ho visto il 24 alle 16:30. Ancora adesso non accetto la fine che hanno dato ad Iron Man. Se lo avessi saputo prima non avrei seguito nulla. Il MCU lo seguivo in funzione di lui per mille ragioni: amo il personaggio, l'attore mi ha conquistato, la sua forza sta nello sfruttare la tecnologia ed è molto attinente al mio ambito lavorativo, etc. Una volta che aveva messo su famiglia e aveva messo la testa a posto, lo sono andati a beccare e alla fine lo hanno fatto saltare per aria in malo modo, dopo che praticamente tutto il merito per essere arrivati sino a lì era suo (e di un topo... vabbè).

Sono deluso tremendamente, un po' come i fan di Lost dopo l'ultima puntata, o di How I Met Your Mother, e potrei continuare, tanto di esempi ce ne sono.

Io con il MCU chiudo qui. Primo, perché non mi interessano i nuovi supereroi, e secondo, perché mi faccio prendere in giro una volta. Non due.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
Io ste cose non le capirò mai... come i fan di Gomorra che, amando il personaggio (occhio Spoiler su Gomorra per chi non ha visto la terza stagione)
di Ciro, si sono fatti rodere il culo perché l'hanno fatto morire...
Io sono del parere che una
morte epica gestita benissimo, strappalacrime e incredibilmente emozionante sia il perfetto coronamento per un personaggio a maggior ragione se è quello che uno preferisce!!! Anche per me il personaggio che ho sempre preferito del MCU è Tony Stark, e proprio per questo ho adorato la sua morte: ha donato un'epicità a quel personaggio che onestamente sarà del tutto ineguagliabile da qualsiasi altro supereroe. Questa morte per Iron Man lo ha elevato come eroe dell'MCU al di sopra di tutti i suoi colleghi per come la vedo  :sisi: quindi meglio così, o no? Non capisco perché un personaggio amato tantissimo non debba mai morire... Prima o poi sarebbe morto lo stesso per cause naturali no? Preferivi morisse in ospedale con i figli intorno...? Piuttosto sciatto no?
Il tuo punto di vista lo comprendo, ed è anche quello  he ho letto spesso anche tra i commenti al film nelle pagine americane. Io però non la penso così. Non riesco a gioire se mi viene portato via qualcosa in qualsiasi modo. Sarà egoismo, sarà ingenuità, ma non avrei mai voluto vederlo trapassare. Il risultato di non vederlo più causa contratti in scadenza ci sarebbe stato lo stesso, ma almeno avrebbe una fine dignitosa (almeno in base alla mia opinione, si intende).


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 26 Aprile 2019, 22:57:46
La morte del protagonista ci stà, basti pensare a quel capolavoro di Breaking Bad (miglior serie televisiva mai creata)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 27 Aprile 2019, 00:05:36
Sarò vedute completamente diverse, ma io ero maggior fan del Cap cinematografico che di IM e speravo proprio in una sua morte eroica contro Thanos. Non dico un sacrifico come quello di Tony, ma un'onorevole morte in battaglia. Però Tony schiatta salvando mezzo universo, più eroico di così. Capisco il dispiacere per la dipartita del personaggio, ma come ci si possa sentire presi in giro non lo capisco proprio.  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Calico_Jack - 27 Aprile 2019, 00:31:24
Visto ieri, ma ho aspettato un giorno per riuscire a metabolizzare il tutto  :pazzia:  C'è poco da fare (o da dire), questo è il film di cui avevamo bisogno ed era obiettivamente l'unico modo per chiudere questo ciclo narrativo in grande stile.
Da un lato è triste perchè se gli Avengers (e anche molti altri film del MCU) avevano un senso, era proprio grazie a Stark e Robert Downey Jr che col suo carisma ha tirato avanti la baracca per tutti questi anni. Dall'altro però c'è da dire che gli anni passano, anche per gli attori e, parlando proprio in soldoni, sappiamo bene che un Iron Man sessantenne non sarebbe stato proprio sostenibile sotto molti punti di vista.. Quindi l'uscita di scena era inevitabile, ma Downey Jr/Stark meritava una celebrazione particolare e niente avrebbe potuto celebrarlo più di un ultimo atto spettacolare, potente e che glorifica l'eroe sopra tutti gli altri. E ovviamente era giusto finire con Iron Man, proprio come tutto il MCU era iniziato

La storia è interessante e a tratti anche sorprendente
far viaggiare nel tempo 3 squadre in 3 linee temporali diverse è stata, secondo me, un'ottima mossa
e le 3 ore volano che è una meraviglia.
Certo qualcuno ha mosso critiche
- non è stata resa giustizia a Thor e Hulk (si, in effetti è vero... ma sti cazzi?)
- Captain Marvel non si è vista (per fortuna direi..)
- Con tutti questi viaggi nel tempo non ci si è capito una mazza (in parte è vero, anche io ancora non realizzo di come Nebula possa sopravvivere se uccide sè stessa del passato, ma credo che una seconda visione possa sciogliere più di un dubbio)
ma guardando all'economia della storia nella sua interezza hanno davvero senso? Anche perchè è vero che non stiamo certo parlando di Quarto Potere di Orson Wells o Roma Città Aperta di Rossellini, ma è anche vero che il modo in cui è stata costruita la trama, in cui sono stati sparsi dettagli nei vari film e poi ripresi uno per uno per far quadrare ogni singolo pezzo, è stato fatto in maniera esemplare e maniacale
ad esempio in vista del finale strappalacrime è stato veramente da paraculi da parte dei fratelli Russo di consigliare di rivedere Civil War dove scopriamo e viviamo il dramma di Stark per la perdita di suo padre (e sua madre) per poi far si che in Endgame Stark riuscisse a rivedere suo padre per chiudere simbolicamente quel cerchio rimasto aperto e che lo ha tormentato per tutta la sua vita
E' chiaro che non tutte le ciambelle riescano col buco (a me, per esempio Captain Marvel non è piaciuto per niente), ma in questo caso i fratelli Russo hanno tirato fuori il coniglio dal cilindro e ci hanno consegnato il film definitivo, forse non è perfetto ma è sicuramente quello di cui avevamo bisogno  :clap: :clap:


Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 27 Aprile 2019, 00:40:51
Porca merda, sapevo che non dovevo entrare in questo rabbit hole prima di una seconda visione, ma fuck it! :lolle:

Allora
inzialmente esiste una sola timeline, quella MCU vecchia di 11 anni.
Loro tornano indietro nel tempo in differenti punti temporali, sempre su quella timeline.
Ogni cambiamento, equivale a creare una NUOVA timeline, non a modificare la timeline stessa, nessun effetto farfalla, come nei comics Marvel tipo AoA ecc... Infatti muore Nebula del 2014 e non succede un cazz a quella di Endgame, torna tutto e fin qui ci sono.
Ora, per come la vedo io, non c'era bisogno di tappare il buco creatosi nel 2014, dato che il Thanos di quel periodo è morto per mano di Tony, quindi gli Avengers di quel periodo non hanno niente da temere, ma vabbe, per questioni di eroismo, visto quello che ha detto l'Ancient One, chiudo un occhio e passiamo oltre.
Creano delle timelines (2a, 2b ecc), poi Steve sistema tutto...

Poi scusa, mi sono perso qualcosa io (tipo un effetto sonoro Swooosh) oppure questa questione che Steve è piombato da un'altra Timeline e non fa parte dell'unica timeline esistente, è una tua ipotesi per giustificare la teoria e non qualcosa che si vede/sente nel film?

Poi se ho capito bene, esistono...INFINITI Thanos e gemme, no? Per infiniti punti della timeline... :look:
Se uno fosse a conoscenza di queste leggi, nulla vieta a un...boh non so, Kang di riportare nel presente un Thanos del...tipo 2012 nel presente e ripetere il tutto con tanto di gemme e guanto dell'infinito, giusto? :look:
Perchè sono morti solo 2 Thanos di due punti differenti della timeline, ma ne esistono infiniti...
Per dire, non è questa la scusa per cui abbiamo una Gamora jr nel presente? Cioè... non so che fine abbia fatto, ma penso che sia ancora lì viva da qualche parte, no? Dato che non è ritornata indietro nel tempo, ma non era nemmeno a bordo con i Guardiani della Galassia/Thor?!? :hmm:

Altro What if...Quando Loki è scappato via col cubo, invece di tornare indietro nel tempo a prendere un altro cubo, ovvero nel punto della timeline quando Howard ancora lavorava con Dr.Zola, perchè non sono tornati indietro nel tempo...semplicemente di qualche ora?
Parlo sempre di quella nuova timeline appena creata da loro, quindi avrebbero incontrato se stessi MENTRE stavano cercando di attuare il loro piano... sarebbe stato un mindfuck mostruoso... :asd:

Oppure...non so se vi ricordate per bene il primo Avengers, ma nel film loro sono sbucati solo durante il terzo atto, ovvero durante la battaglia di NY, ma volendo potevano sbucare fuori anche qualche giorno prima, tipo quando parte il film, con Nick Fury che ha il cubo nella valigetta ecc...
Però vabbe, magari volevano creare un momento con Tony e il padre e quindi...

Poi ho un altro dubbio: Una volta tappato i vari buchi per non generare altre timelines, quando tocca a quella del Soul, quando arriva il momento di scambiare un'anima per un'anima, non potrebbe tornare in vita Natasha? O magari  Gamora?

Poi onestamente, sempre parlando di Steve vecchio nella timeline Endgame, ci sono TROPPE cose che succedono off-screen (appunto tutto quello che fa nel suo viaggio), cioè io vorrei vedere come effettivamente si muove il flusso temporale, specialmente per certi pg, ovvero come chiudono quei buchi per non generare altre timelines, specialmente per quanto riguarda Nebula e Thanos del 2014 e tutti gli eventi a loro annessi.
Là sì che è tutto conveniente e hanno dato un colpo di spugna.
Per quanto riguarda Emma, quella che si vede in Wolverine Origins e First Class non sono la stessa persona, o meglio...è andata così, hanno chiaramente svaccato, ma la cosa è stata retconnata dai producers e quindi... :lolle:
Invece per Angel non mi sembra che ci siano dei problemi... :mmm:
Guarda Man, secondo me la scena finale
Sbugiarda tutta l'orchestra tirata su da Bruce e l'Antico, niente realtà parallele, niente modifiche al passato, non è Ritorno al futuro, ma Steve sulla panchina non regge
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 27 Aprile 2019, 00:51:00
Per quanto riguarda Cap, continuo a credere che
il fatto che compaia sulla panchina e non sulla piattaforma è per ragioni sceniche, semplicemente "torna" nel 2023 dopo aver vissuto con Peggy dagli anni Cinquanta. Premettendo sempre che dovrei rivedere il film, l'Antico spiega che fin quando le gemme coesisteranno nella stessa realtà, allora non ci saranno diramazioni parallele...quindi la "realtà" esiste solo dal punto di vista dell'individuo. Per Capitan America la "sua" realtà è 1945/scongelato/infinity saga/ritorno nel 45/2023 ma ciò non significa che, nel momento in cui lui torna nel 2023, allora esista una terra alfa e una terra beta, cioè un multiverso...mi pare che il film sconfessi la teoria delle linee temporali parallele, le linee temporali non sono altro che un insieme di eventi che capitano a soggetti singoli, non vivono di "vita" propria, mettiamola così...questo è conforme con l'ipotesi dell'osservatore nella meccanica quantistica...l'unica eccezione è possibilmente Loki che scappa con una gemma dell'infinito in un mondo dove erano state rimosse.
Oooohhhhhh è esattamente questa la mia visione di questi
viaggi nel tempo. Nessuna realtà parallela. Nessun multiverso... In questo modo se mi ci scervello un po' mi torna tutto. Con le realtà parallele non riesco a capire molto...

In ogni caso le domande che ho fatto prima rimangono: se qualcuno mi risponde ve ne sarò grato  :asd:
Avevo scritto:
Ho già spiegato tutto sopra.
Se si torna indietro nel tempo, modificando gli eventi non si modifica il futuro ma si crea una linea temporale alternativa. Come in moltissimi fumetti Marvel - poi ogni scrittore si crea/usa le regole che gli fa comodo, ma nulla di nuovo sotto il sole.
Tra parentesi, questa idea che usano i Russo è una delle numerose teorie scientifiche che già esistono. In questo caso, serve a giustificare i paradossi temporali.
Ad esempio: Thanos usa il guanto ed eliminà metà universo. Gli Avengers tornano indietro nel tempo e lo uccidono da neonato (lo so che non lo farebbero mai, ma fatemi fare l'esempio). Mettiamo che riescono nel loro obiettivo e uccidendo Thanos l'Infante folle salvano il futuro/il loro passato, ma facendo così Thanos non elimina mezzo universo e di conseguenza gli Avengers non avrebbero motivo di tornare nel passato se Thanos fosse già morto... quindi, se gli Avengers non hanno motivo di tornare indietro nel tempo, chi ha ucciso Thanos da bambino?

Ecco come si crea la linea alternativa: gli Avengers creano una linea in cui loro uccidono Thanos e le loro versioni future (di quella linea temporale) non tornano effettivamente indietro nel tempo, ma quelli che tornano al loro tempo hanno comunque mezzo universo polverizzato.
Il motivo per cui poi tornano a restituire le gemme lo spiega l'Antico: creare molteplici linee temporali, tutte prive di un elemento fondamentale e facente parte di un equilibrio naturale, vorrebbe dire condannare tutte quelle molteplici linee alternative. E quindi, i supereroi se ne fregano di salvare molteplici universi, mi pare.  :asd:

Nel film succede che gli Avengers partono dalla linea temporale 1 per prelevare le gemme da altri momenti nel tempo, creando così le seguenti linee temporali: linea 2a, in cui prendono l'occhio di Agamotto e lo scettro di Loki nel 2012, ai tempi del primo Avengers;
linea 2b, in cui rubano l'Eather dal 2013 (The Dark World). Notare che in questa linea gli eventi del primo Avengers rimangono così come li conosciamo e non vengono influenzati dai cambiamenti della linea 2a, partendo tutti dallo stesso futuro ma arrivando in momenti differenti - e questo vale anche per gli esempi di cui sotto;
linea 2c, in cui recuperano l'Orb e la gemma dell'anima nel 2014;
infine la linea 2d, in cui Cap e Tony tornano nel 1970 per recupare il Tesseract e altre particelle Pym.
Quattro linee alternative alla principale. Cap poi riporta tutto a posto per evitare di lasciare quelle linee temporali destinate ad uno "scompenso cosmico" e infine si stabilisce nell'ultima linea temporale creata (o ne crea una quinta, non ci è dato saperlo) e vive lì con Peggy fino alla vecchiaia.
Così spiegano anche perché Nebula non scompare quando spara alla sua versione passata: non provengono dallo stesso passato, sono come due Nebula di due universi paralleli.
Nel film lo spiegano frettolosamente, è vero, ma ogni lettore di fumetti dovrebbe avere ben presente questo tipo di regole.
Io però non riesco a ragionare in termini di "realtà alternative" come fate voi: da quanto dice l'Antico, la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il suo flusso del tempo, che si divide quando una di questa gemme viene rimossa. Quindi quello che mi chiedo è: se gli Avengers avessero usato questo salto nel regno quantico per fare cose senza in alcun modo prendere alcuna gemma, cosa sarebbe successo? Da quello che dice l'Antico non si sarebbero create divisioni del flusso del tempo in quanto nessuna gemma sarebbe stata rimossa. Cioè secondo me hanno usato due volte la parola "realtà" in due modi diversi incasinando un po' le cose. Bisognerebbe chiarire se è il viaggio nel tempo o se è la rimozione di una gemma a creare due realtà distinte. Per ciò che dici te, il viaggio nel tempo crea di suo una realtà alternativa, e quindi l'Antico del 2012 che parla con Hulk in "Avengers Endgame" non è lo stesso Antico che era presente nel film "Doctor Strange". Ma allora in che senso il flusso del tempo di quella realtà si dividerebbe nel momento in cui Hulk portasse via la gemma? Cioè il flusso del tempo della realtà del 2012 di "Avengers Endgame" E' GIA' DIVISO da quello del 2012 di "The Avengers", per il semplice fatto che nel 2012 di "The Avengers" non c'erano gli Avengers del futuro: Loki ad esempio nel 2012 di "The Avengers" veniva catturato e portato ad Asgard, mentre nel 2012 di "Avengers Endgame" Loki riesce a fuggire col Tesseract. E questo a prescindere dal fatto che vengano o meno rimosse le gemme!!! In ogni caso i due 2012 sarebbero diversi!!! Quindi in che senso la presenza delle 6 gemme garantisce un flusso del tempo stabile e non diviso?

Cap prima di partire per il suo viaggio nel tempo alla fine del film dice a Hulk, che si stava raccomandando di riportare tutte le gemme al loro posto: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni"... ma cosa intende? Rimettere a posto le gemme impedisce che in quelle realtà alternative succedano cose brutte? Oppure ELIMINA proprio quelle realtà alternative? Cioè: le realtà alternative restano aperte oppure no alla fine del film? Se le realtà alternative rimanessero aperte non capirei come sarebbe risolto il problema Thanos. Nelle tre "linee alternative" modificate nel 2012, nel 2013 e nel 1970, comunque Thanos è ancora vivo e nulla scongiura il suo piano, giusto? Nella linea che abbiamo seguito per questi 22 film Thanos è morto decapitato e poi ancora polverizzato. Nella linea modificata nel 2014 Thanos è sparito per andarsene nella linea "nostra". Però nelle realtà alternative modificate nel 2012 , nel 2013 e nel 1970 cosa succede?

A tali propositi ho un'altro dubbio.... Nella "nostra" linea temporale attualmente le gemme non esistono più, in quanto distrutte da Thanos all'inizio del film. Mentre quelle provenienti dal passato sono state riportate indietro da Cap. Questo fatto che non ci sono più le gemme, alla luce di quanto spiegato dall'Antico, non dovrebbe comportare dei casini allucinanti? Cioè gli Avengers del 2024 dopo aver sconfitto Thanos definitivamente riportano le gemme indietro per salvare le realtà alternative, e non si preoccupano del fatto che così facendo la realtà senza gemme rimane la "nostra"...?
Stai complicando la questione più di quanto sia realmente.
Il fatto è che in questo film un viaggio nel passato non sovrascrive il futuro come in Terminator o Ritorno al futuro. Ne crea un altro, parallelo al primo, che coesistono. E' il concetto di multiverso venne introdotto già nel film di Doctor Strange, proprio spiegato dall'Antico. E in questo film, lo ripeto, c'è la scena in cui mostra a Bruce (e agli spettatori) che un viaggio nel tempo non modifica il corso della storia - che è immutabile, ma crea un'altra realtà. O linea temporale alternativa, chiamatela come vi fa più comodo.
L'Antico di Endgame e quello di Doctor Strange sono due versioni differenti dello stesso identico personaggio, uno che nel 2012 ha incontrato Hulk e l'altro no.
In Endgame gli eventi del 2012 (e 2013, 2014 e 1970) non vengono mutati, per gli Avengers che alla fine combattono contro Thanos tutti gli eventi rimangono esattamente come abbiamo visto. Si creano altre timeline con differenze più o meno grandi, tutte coesistenti. Come se fossero Terra-199999 (quella ufficiale, l'MCU) e poi Terra-199995, Terra-199989, e così via. Non si sovrascrivono gli eventi come sono accaduti.

Per quanto riguarda cosa genera le diramazioni, non è il furto della gemma, quanto qualsiasi azione possibile. Ad esempio, se il giorno X un ladro mi ha rubato la macchina e io torno indietro di un giorno per rompergli una gamba, in realtà non riottengo la mia macchina da dove sono venuto, ma creo una linea parallela in cui quel delinquente non può rubare perché con un gesso alla gamba.
Se io però creo una linea in cui un tizio a caso ha una gamba rotta, non è una realtà instabile. Se rubo una o più gemme, invece sì, quindi per evitare ulteriori disastri bisogna rimettere le gemme al loro posto.

Per quanto riguarda la scena della panchina: oh, io prove che sbugiardi tutto questo non ne ho viste. Ha vissuto con Peggy Carter in un'altra realtà e poi compare dieci metri più in là del previsto perché gli andava, perché la panchina era comoda, spiegatevel come vi pare. Era tutta esigenza scenica.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 01:37:02
Stai complicando la questione più di quanto sia realmente.
Il fatto è che in questo film un viaggio nel passato non sovrascrive il futuro come in Terminator o Ritorno al futuro. Ne crea un altro, parallelo al primo, che coesistono. E' il concetto di multiverso venne introdotto già nel film di Doctor Strange, proprio spiegato dall'Antico. E in questo film, lo ripeto, c'è la scena in cui mostra a Bruce (e agli spettatori) che un viaggio nel tempo non modifica il corso della storia - che è immutabile, ma crea un'altra realtà. O linea temporale alternativa, chiamatela come vi fa più comodo.
L'Antico di Endgame e quello di Doctor Strange sono due versioni differenti dello stesso identico personaggio, uno che nel 2012 ha incontrato Hulk e l'altro no.
In Endgame gli eventi del 2012 (e 2013, 2014 e 1970) non vengono mutati, per gli Avengers che alla fine combattono contro Thanos tutti gli eventi rimangono esattamente come abbiamo visto. Si creano altre timeline con differenze più o meno grandi, tutte coesistenti. Come se fossero Terra-199999 (quella ufficiale, l'MCU) e poi Terra-199995, Terra-199989, e così via. Non si sovrascrivono gli eventi come sono accaduti.

Per quanto riguarda cosa genera le diramazioni, non è il furto della gemma, quanto qualsiasi azione possibile. Ad esempio, se il giorno X un ladro mi ha rubato la macchina e io torno indietro di un giorno per rompergli una gamba, in realtà non riottengo la mia macchina da dove sono venuto, ma creo una linea parallela in cui quel delinquente non può rubare perché con un gesso alla gamba.
Se io però creo una linea in cui un tizio a caso ha una gamba rotta, non è una realtà instabile. Se rubo una o più gemme, invece sì, quindi per evitare ulteriori disastri bisogna rimettere le gemme al loro posto.

Per quanto riguarda la scena della panchina: oh, io prove che sbugiardi tutto questo non ne ho viste. Ha vissuto con Peggy Carter in un'altra realtà e poi compare dieci metri più in là del previsto perché gli andava, perché la panchina era comoda, spiegatevel come vi pare. Era tutta esigenza scenica.
Ma io il perché
il "passato" in cui tornano non altera il loro presente l'ho capito benissimo eh :asd: non è questo che sto discutendo. Io parlo del fatto che l'antico dice che con le 6 gemme presenti in una realtà, il flusso del tempo è uno solo, e levandone una si genera una linea alternativa. Te stai sostenendo che le realtà alternative si generano in ogni caso, a prescindere dal togliere una gemma, ma che semplicemente sono particolarmente incasinate quando si leva una gemma.

Io invece la vedo dal punto di vista dei viaggiatori, e non vedo nessuna "realtà alternativa"... come diceva @unwind prima: le linee temporali sono relative ognuna ad un determinato personaggio. Ognuno ha una sua linea temporale che scorre inesorabilmente dal passato al futuro, solo che questa linea può attorcigliarsi e andare a finire in posti "strani". Cioè come diceva @unwind ad esempio per Cap la sua vita è stata:

(seconda guerra mondiale)-(scongelamento)-(tutti i film con Cap fino al 2024 di Endgame)-(ritorno nel 2012 "bis")-(ritorno nel '70 "bis")-(ritorno nel 2024 con le gemme e battaglia finale)-(ritorno nel '70 "tris")-(2024 con consegna dello scudo a Wilson).

Detto ciò gli effetti di ciò che stiamo parlando io e @unwind e gli effetti di immaginare tutte le realtà alternative sono quasi gli stessi identici: la teoria a molti mondi della meccanica quantistica accomuna proprio i vari punti di vista di un osservatore con vari universi paralleli in cui succede una cosa piuttosto che un'altra  :asd: La differenza sta nel fatto che nella mia interpretazione i vari passati in cui tornano gli Avengers esistono solo nel loro punto di vista e non esistono al di fuori di esso: esistono solo in quanto loro ci sono tornati, ma non vivono di "vita propria". Cioè per come la vedo io il 2012 "bis", il '70 "bis" e il '70 "tris" esistono solo in quanto Cap ci è andato: non sono delle vere e proprie realtà a sé stanti. Immaginarle come realtà a sé stanti ci fornisce la stessa interpretazione, con l'unica differenza che a me non viene neanche in mente di chiedermi "e allora poi che succede al '70 in cui Cap sta con Carter dopo che Cap se ne ritorna nel 2024?", perché questa domanda con l'interpretazione mia e di @unwind semplicemente non ha senso :asd: quella realtà esiste solo dal suo punto di vista e in quanto lui c'è andato con la macchina del tempo. In quest'ottica c'è una differenza sostanziale fra "viaggio attraverso il regno quantico" e "universo parallelo".

La sottigliezza che sto evidenziando è dovuta al fatto che a tutti gli effetti nessuno in tutto il film parla di realtà parallele! L'unica volta in cui se ne parla è quando l'Antico dice che SE si toglie una gemma dell'infinito, ALLORA si crea una diramazione nel flusso temporale. Quella sì che è una realtà parallela a tutti gli effetti!!! Quella diventa a tutti gli effetti una diramazione dotata di vita propria, creata dall'anomala mancanza di una gemma. Se ci fosse questa distinzione, se le realtà parallele si creassero SOLO quando si rimuove una gemma, allora il finale del film in cui vengono rimesse a posto le gemme (e qui dobbiamo dare fiducia alle avventure di Cap che non vengono mostrate) esattamente da dove sono state prese ci garantisce che Thanos è stato definitivamente accoppato e che non esiste più NESSUNA realtà parallela. Ognuno ha i propri ricordi legati alle proprie linee temporali, ma non si è creata nessuna diramazione temporale in cui Thanos può vincere. Thanos è stato sconfitto punto e basta. Le gemme non ci sono più e Thanos è sconfitto, punto.

Poi tutt'altro discorso è se qualcuno torna nel passato per far tornare Thanos. Questo ovviamente sarebbe possibile, e in caso le gemme non tornassero al loro posto, da questo passato si creerebbero diramazioni temporali disastrose  come dice l'Antico. Ma a meno che qualcuno non riutilizza la macchina del tempo per fare disastri direi che sarebbe scongiurata ogni minaccia da parte di Thanos.

Se invece, come dici te, ogni volta che uno viaggia si creano a prescindere realtà parallele per il solo fatto di aver viaggiato, allora questo vuol dire che sono ancora aperte le realtà alternative del 2012, 2013, 2014 e due diversi 1970 (quello in cui vanno Cap e Tony la prima volta, e quello in cui va Cap la seconda volta). Secondo questa interpretazione il fatto che Cap metta a posto le gemme serve solo a non far incasinare quelle realtà parallele, non a eliminare definitivamente queste diramazioni. In questa interpretazione però non mi spiego come sarebbe scongiurato il fatto che Thanos non acquisisca comunque le gemme in una di queste realtà parallele. Non mi spiego neanche con questa interpretazione come mai ad esempio l'Antico specifichi che con tutte e 6 le gemme si ha un unico flusso del tempo, e non capisco neanche come mai Cap dica a Bruce: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni". Non sarebbe vero che le elimina: semplicemente starebbe evitando che succedesse il panico, ma comunque in questa tua interpretazione quelle realtà alternative resterebbero lì per sempre.

Per questi motivi sto provando a vedere se ha un senso questa interpretazione mia e di @unwind: così le cose tornerebbero  :sisi: la realtà è una, il flusso del tempo è uno solo, ogni personaggio ha una propria timeline che scorre in un verso univoco, le varie realtà in cui il viaggiatore nel tempo si ritrova sono collegate solo ed esclusivamente con la propria esperienza personale, solo ciò che torna insieme col viaggiatore (vedi Nebula del passato e quindi Thanos, come anche le gemme) fa parte effettiva dell'unico flusso del tempo, che si dirama solo nel caso in cui scompaiano delle gemme nel nulla, e la possibilità di creare tali realtà alternative è stata scongiurata da Cap che ha (come dice lui) "eliminato tutte le diramazioni".

A me personalmente così è tutto chiaro, supponendo ovviamente come dite voi che Cap sia comparso sulla panchina piuttosto che sulla piattaforma per meri requisiti scenici. L'unica cosa che non capisco è come mai non succeda il casino di cui parla l'Antico nella "nostra" realtà che abbiamo seguito per questi 22 film, visto che Thanos ha effettivamente distrutto le gemme. Forse le realtà alternative scaturiscono solo dalla SCOMPARSA di una gemma in un'altra realtà, e non dalla loro distruzione, come a dire "niente si distrugge, tutto si trasforma" e in qualche modo l'energia delle gemme è ancora presente nella realtà dei nostri eroi, anche se le gemme fisiche sono distrutte.
Detto ciò la smetto di intripparmi e mi scuso con voi per il polverone alzato  :ph34r: spero che questo discorso possa essere di aiuto a qualcuno per capire meglio cosa è successo nel film
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Logan_Legacy - 27 Aprile 2019, 08:21:40
Innanzitutto grazie a tutti voi per la bellissima discussione che state portando avanti su un argomento molto delicato e a quanto vedo poco chiaro a tutti.
Parliamo del film: personalmente non mi è piaciuto così tanto e non ha soddisfatto le mie aspettative. Rimane un buon film ma non una degna conclusione del MCU. Parte nei primi 5/10 minuti spiazzando tutti ma poi si perde per poi riprendersi sul finale. Ci sono diversi buchi di trama e in questo film le gag e le battute sono state troppo fuori luogo. Capisco che in sala con molti bambini/ragazzini le risate non mancavano e alla Disney è questo che importa però non trovo giusto riempire il tuo film definitivo che, visto Infinity War, doveva avere una certa drammaticità, il tutto per accontentare i ragazzini.

mettere Fortnite non ha senso, da fastidio ed è fuori luogo. Far dire alla madre di tutti una frase come "mangia più insalata" non fa ridere ed è assolutamente evitabile

A parte queste che sono opinioni personali bisogna parlare sicuramente di alcuni aspetti positivi e negativi del film (Spoiler da aprire solo dopo visione del film)

le morti di Vedova Nera (inaspettata) e di Iron Man (già più telefonata) sono giuste perché comunque qualcuno doveva morire alla fine di tutti questi film. Trovo anche giusto che sia stato Iron Man a sacrificarsi perché tutto è iniziato da lui, nonostante in ogni film Avengers sia sempre lui a cercare di sacrificarsi ho trovato pienamente corretto farlo morire ora dopo che aveva raggiunto il suo obiettivo: mettere su famiglia. La morte di Vedova Nera è inaspettata e ti stupisce, non è una morte ad effetto ma fa il suo dovere.
Anche Cap vecchio lo considero come "morte" o comunque come uscita di scena e alla fine è giusto così. La fase 3 finisce e i due protagonisti di questo MCU danno il loro addio.
Capitan Marvel è un grosso punto di domanda invece. L'hai annunciata alla fine di Infinity War come se fosse la salvatrice del mondo, nella scena extra del suo film la fai tornare sulla terra, e offscreen scopre che Iron Man è nello spazio mezzo morto, e all'inizio di Endgame lo va a salvare. Tutto questo casino, l'introduzione di un nuovo pg alla fine del culmine del MCU per salvare una navicella spaziale? Per me è un grande no. Ok non farla diventare la protagonista di Endgame perché non sarebbe stato giusto nei confronti dei pg con cui abbiamo vissuto tutti questi anni, ma così è stata assolutamente inutile l'averla introdotta.

Il vero grande problema di questo film (oltre quche buco di trama o qualche momento no sense come il topo) è uno solo: i viaggi nel tempo. È un discorso troppo complesso e complicato e nessuno nel film, se non l'Antico, parla delle conseguenze. Stando a quanto ci viene detto dal film rimettendo le gemme a posto una volta prelevate la linea temporale resta invariata ma se così fosse perché Nebula del presente non muore dopo aver ucciso la Nebula del passato? È chiaro come ovviamente invece vi siano molteplici linee temporali: nel presente Thanos è morto e le gemme sono distrutte, nel passato Thanos è morto nel futuro e le gemme sono ancora esistenti ma se per gli Avengers del passato gli eventi di Infinity War non sono mai accaduti per gli Avengers del presente invece si. Cap per esempio alla fine del film torna indietro nel tempo per sistemare le gemme e quindi impedire alle nuove linee temporali di collassare. Però lui torna e si stabilisce nel 1970 per stare con Peggy. Questo è un paradosso, il Cap del presente che va a vivere nel passato. In quella realtà ci dovrebbe già essere un Cap e nel caso fosse una realtà con Cap morto aver messo il nostro Cap non ha senso. Anche in questo caso però nulla viene spiegato.
Il discorso linee temporali/realtà alternative è veramente complesso e qualche minuto in più per spiegarne le conseguenze sarebbe stato carino spenderlo.

Detto ciò il film fa il suo dovere, chiude la fase 3 e resta comunque diversi gradini sotto Infinity War che rimane al primo posto nella classifica dei film Marvel personalmente.
Un complimenti comunque ai fratelli Russo per tutto il lavoro svolto in questi anni.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Alel82 - 27 Aprile 2019, 09:00:10
Ho una domanda su Occhio di Falco

Ma il fatto che riesca tranquillamente a tenere in mano la gemma dell'anima non è un palese errore?!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 27 Aprile 2019, 10:14:15
Mi è venuto un dubbio su Thanos, che non penso la seconda visione mi scioglierà

abbiamo una situazione anomala secondo, forse più importante del cap vecchio.

Thanos del 2014 viene portato da Nebula nel “presente” 2023/24 (a seconda di quando partono i 5 anni). Presumibilmente la linea temporale è la stessa degli altri momenti in cui vengono mandati indietro gli altri. E quindi quando le gemme verranno portate nuovamente al loro posto la linea temporale sarà la medesima di quella attuale.
Quando Thanos, del passato, viene dissolto dallo schiocco di Stark, che succede però nel passato? Le azioni di Infinity War, compreso lo schiocco sono avvenute? E sopratutto, le gemme sono quindi ora ancora intatte? Sopratutto alla luce del ripristino delle stesse da parte del capitano?

 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 27 Aprile 2019, 11:36:40
Heh, anchio avevo fatto questa domanda...  :P
Come te, non mi spiego il
flusso temporale di quei pg. :nono:
Cioè facciamo finta di essere dei Watchers.
Prendiamo la timeline post-Endgame, una sistemata da Steve.
Torniamo indietro nel tempo, tipo nel 2014.
Quale dovrebbe essere il percorso di Nebula o Thanos, considerando che sono morti nel futuro? Se prendere una gemma equivale a creare una diramazione (devo interpretarla come una nuova timeline, no?) allora una volta messa la gemma al proprio posto sistemiamo le cose.
Ok ma cosa succede di PRECISO?

Purtroppo avviene tutto off-screen e lo trovo conveniente, perchè sistemare le cose significa cancellare quella diramazione/timeline...
Vogliono avere la botte piena e la moglie ubriaca. :nono:

Però vabbe, per un secondo, vorrei lasciarmi alle spalle questi discorsi, e fare un'altra osservazione, ovvero quella legata a
Old Man Steve!

Ma...quindi Prof Hulk ha creato per sbaglio una macchina per l'eterna giovinezza? Volendo potrebbero usare quel loro fallimento su Ant-Man, per ringiovanire Old Man Steve?
MCU FOREVER?!?!? :lolle: :lolle: :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 27 Aprile 2019, 11:48:58
Riguardo il discorso :
morte.
E' palese che la Disney avrebbe pagato millemila dollari RDJ per fargli fare millemila film ed  è pure evidente che si sono trovati una patata bollentissima tra le mani. A conti fatti, hanno perso i loro Superman e Batman, e onore a loro per come li hanno tolti dalla scena.
Avreste forse preferito farli sparire di colpo? Oppure metterci Val Kilmer o  George Clooney e fare finta di niente?
A parer mio hanno trovato degli ottimi escamotage per eliminarli, e per quanto le loro assenze verrano coperte da altri (il ragazzino di IM 3 e Falcon), è evidente che ora vogliano puntare i riflettori su Spiderman e BlackPanter.

Discorso qualità
Che siano film usa e getta è ovvio. Nessuno crede di stare vedendo il Padrino o le ali della libertà.
Ma allora perché è così tanto pieno internet di sfasciacazzo che per fare i saccenti di sta minchia continuano a grattarci la uallera, ripetendo che sono filmetti?

Ma guardatevi i film di  David Lynch e impiccattevi, oh
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 11:56:58
Heh, anchio avevo fatto questa domanda...  :P
Come te, non mi spiego il
flusso temporale di quei pg. :nono:
Cioè facciamo finta di essere dei Watchers.
Prendiamo la timeline post-Endgame, una sistemata da Steve.
Torniamo indietro nel tempo, tipo nel 2014.
Quale dovrebbe essere il percorso di Nebula o Thanos, considerando che sono morti nel futuro? Se prendere una gemma equivale a creare una diramazione (devo interpretarla come una nuova timeline, no?) allora una volta messa la gemma al proprio posto sistemiamo le cose.
Ok ma cosa succede di PRECISO?

Purtroppo avviene tutto off-screen e lo trovo conveniente, perchè sistemare le cose significa cancellare quella diramazione/timeline...
Vogliono avere la botte piena e la moglie ubriaca. :nono:

Però vabbe, per un secondo, vorrei lasciarmi alle spalle questi discorsi, e fare un'altra osservazione, ovvero quella legata a
Old Man Steve!

Ma...quindi Prof Hulk ha creato per sbaglio una macchina per l'eterna giovinezza? Volendo potrebbero usare quel loro fallimento su Ant-Man, per ringiovanire Old Man Steve?
MCU FOREVER?!?!? :lolle: :lolle: :lolle:

Effettivamente il discorso del tempo è leggermente confuso
Nel film stabiliscono che solo lo spostamento delle gemme provoca realtà parallele, ma per quanto possa credere a ciò è impossibile credere che nella linea temporale del 2014 ( quella da cui viene Thanos) non vi siano sconvolgimenti dopo la sua assenza.
Per logica basilare essendo morto del 2024, quella linea temporale non conoscerà mai lo schiocco.

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 27 Aprile 2019, 12:37:40
Innanzitutto grazie a tutti voi per la bellissima discussione che state portando avanti su un argomento molto delicato e a quanto vedo poco chiaro a tutti.
Parliamo del film: personalmente non mi è piaciuto così tanto e non ha soddisfatto le mie aspettative. Rimane un buon film ma non una degna conclusione del MCU. Parte nei primi 5/10 minuti spiazzando tutti ma poi si perde per poi riprendersi sul finale. Ci sono diversi buchi di trama e in questo film le gag e le battute sono state troppo fuori luogo. Capisco che in sala con molti bambini/ragazzini le risate non mancavano e alla Disney è questo che importa però non trovo giusto riempire il tuo film definitivo che, visto Infinity War, doveva avere una certa drammaticità, il tutto per accontentare i ragazzini.

mettere Fortnite non ha senso, da fastidio ed è fuori luogo. Far dire alla madre di tutti una frase come "mangia più insalata" non fa ridere ed è assolutamente evitabile

A parte queste che sono opinioni personali bisogna parlare sicuramente di alcuni aspetti positivi e negativi del film (Spoiler da aprire solo dopo visione del film)

le morti di Vedova Nera (inaspettata) e di Iron Man (già più telefonata) sono giuste perché comunque qualcuno doveva morire alla fine di tutti questi film. Trovo anche giusto che sia stato Iron Man a sacrificarsi perché tutto è iniziato da lui, nonostante in ogni film Avengers sia sempre lui a cercare di sacrificarsi ho trovato pienamente corretto farlo morire ora dopo che aveva raggiunto il suo obiettivo: mettere su famiglia. La morte di Vedova Nera è inaspettata e ti stupisce, non è una morte ad effetto ma fa il suo dovere.
Anche Cap vecchio lo considero come "morte" o comunque come uscita di scena e alla fine è giusto così. La fase 3 finisce e i due protagonisti di questo MCU danno il loro addio.
Capitan Marvel è un grosso punto di domanda invece. L'hai annunciata alla fine di Infinity War come se fosse la salvatrice del mondo, nella scena extra del suo film la fai tornare sulla terra, e offscreen scopre che Iron Man è nello spazio mezzo morto, e all'inizio di Endgame lo va a salvare. Tutto questo casino, l'introduzione di un nuovo pg alla fine del culmine del MCU per salvare una navicella spaziale? Per me è un grande no. Ok non farla diventare la protagonista di Endgame perché non sarebbe stato giusto nei confronti dei pg con cui abbiamo vissuto tutti questi anni, ma così è stata assolutamente inutile l'averla introdotta.

Il vero grande problema di questo film (oltre quche buco di trama o qualche momento no sense come il topo) è uno solo: i viaggi nel tempo. È un discorso troppo complesso e complicato e nessuno nel film, se non l'Antico, parla delle conseguenze. Stando a quanto ci viene detto dal film rimettendo le gemme a posto una volta prelevate la linea temporale resta invariata ma se così fosse perché Nebula del presente non muore dopo aver ucciso la Nebula del passato? È chiaro come ovviamente invece vi siano molteplici linee temporali: nel presente Thanos è morto e le gemme sono distrutte, nel passato Thanos è morto nel futuro e le gemme sono ancora esistenti ma se per gli Avengers del passato gli eventi di Infinity War non sono mai accaduti per gli Avengers del presente invece si. Cap per esempio alla fine del film torna indietro nel tempo per sistemare le gemme e quindi impedire alle nuove linee temporali di collassare. Però lui torna e si stabilisce nel 1970 per stare con Peggy. Questo è un paradosso, il Cap del presente che va a vivere nel passato. In quella realtà ci dovrebbe già essere un Cap e nel caso fosse una realtà con Cap morto aver messo il nostro Cap non ha senso. Anche in questo caso però nulla viene spiegato.
Il discorso linee temporali/realtà alternative è veramente complesso e qualche minuto in più per spiegarne le conseguenze sarebbe stato carino spenderlo.

Detto ciò il film fa il suo dovere, chiude la fase 3 e resta comunque diversi gradini sotto Infinity War che rimane al primo posto nella classifica dei film Marvel personalmente.
Un complimenti comunque ai fratelli Russo per tutto il lavoro svolto in questi anni.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk



Non ho capito
Perché la battuta sull'insalata e fortnite non è divertente e fuori luogo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 27 Aprile 2019, 12:37:50
Heh, anchio avevo fatto questa domanda...  :P
Come te, non mi spiego il
flusso temporale di quei pg. :nono:
Cioè facciamo finta di essere dei Watchers.
Prendiamo la timeline post-Endgame, una sistemata da Steve.
Torniamo indietro nel tempo, tipo nel 2014.
Quale dovrebbe essere il percorso di Nebula o Thanos, considerando che sono morti nel futuro? Se prendere una gemma equivale a creare una diramazione (devo interpretarla come una nuova timeline, no?) allora una volta messa la gemma al proprio posto sistemiamo le cose.
Ok ma cosa succede di PRECISO?

Purtroppo avviene tutto off-screen e lo trovo conveniente, perchè sistemare le cose significa cancellare quella diramazione/timeline...
Vogliono avere la botte piena e la moglie ubriaca. :nono:

Però vabbe, per un secondo, vorrei lasciarmi alle spalle questi discorsi, e fare un'altra osservazione, ovvero quella legata a
Old Man Steve!

Ma...quindi Prof Hulk ha creato per sbaglio una macchina per l'eterna giovinezza? Volendo potrebbero usare quel loro fallimento su Ant-Man, per ringiovanire Old Man Steve?
MCU FOREVER?!?!? :lolle: :lolle: :lolle:

Effettivamente il discorso del tempo è leggermente confuso
Nel film stabiliscono che solo lo spostamento delle gemme provoca realtà parallele, ma per quanto possa credere a ciò è impossibile credere che nella linea temporale del 2014 ( quella da cui viene Thanos) non vi siano sconvolgimenti dopo la sua assenza.
Per logica basilare essendo morto del 2024, quella linea temporale non conoscerà mai lo schiocco.



Essendo quello che pensavo io, a rigor di logica soprattuto
le gemme non sono state mai prese da Thanos, ne tantomeno distrutte. Il che potrebbe portare a importanti sviluppi nel futuro. E inoltre Gamora, Visione quindi dovrebbero essere tornati vivi. Vedova Nera anche, ma in questo caso perché Rogers riporta la gemma dell’anima


Degli altri errori
se loki ha preso la gemma nel 2012 in questo caso è da considerarsi fuori dalla corretta linea spazio-tempo? Secondo me si,  e quindi, se sono vere le parole di Tilda, quella realtà è andata distrutta. Se è andata distrutta quella realtà, che dovrebbe essere quella principale, è quindi impossibile per loro tornare indietro. Perché quel presente non dovrebbe esistere più. O si stavano riferendo alla sola gemma del tempo? 

Inoltre
il reale errore di tutto il film è che mentre erano tutti intenti a guardare Hulk che infila il guanto, l’unica assente era la Nebula del passato. E nessuno si è domandato dove fosse, visto che era da anni oramai un membro del gruppo. E lei tranquillamente smanettava per far venire Thanos.  Ecco questo per me è l’errore più grande ,

Detto questo, mi sono già espresso su ciò che penso del film, che non è stato minimamente intaccato da questo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 27 Aprile 2019, 12:39:13
Quando Thanos, del passato, viene dissolto dallo schiocco di Stark, che succede però nel passato? Le azioni di Infinity War, compreso lo schiocco sono avvenute? E sopratutto, le gemme sono quindi ora ancora intatte? Sopratutto alla luce del ripristino delle stesse da parte del capitano?

Nell linea temporale del passato, non esitendo più thanos non si verificheranno nemmeno i fatti di Infinity War e quindi le gemme resteranno intatte
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: giovanni - 27 Aprile 2019, 12:41:40
mi sto un po’ perdendo con tutti questi discorsi  :D

comunque a me il film è piaciuto moltissimo, certe cose ovviamente no ma per me i lati positivi sono tanti, e pesano molto di più di quelli negativi.

una cosa sul finale che mi sembra non abbiate ancora detto, o se si scusate mi deve essere sfuggito:

è lo stesso di ultimates 2
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 27 Aprile 2019, 12:47:13
Citazione
Detto questo, mi sono già espresso su ciò che penso del film, che non è stato minimamente intaccato da questo.
Nemmeno per me, anzi....aver scazzato su questo potrebbe avere i suoi lati positivi, tipo gettare le basi per Secret Wars o generare scuse per introdurre i mutanti, per quanto mi riguarda I'M IN!!!! :lolle: :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 12:49:32
Ma io il perché
il "passato" in cui tornano non altera il loro presente l'ho capito benissimo eh :asd: non è questo che sto discutendo. Io parlo del fatto che l'antico dice che con le 6 gemme presenti in una realtà, il flusso del tempo è uno solo, e levandone una si genera una linea alternativa. Te stai sostenendo che le realtà alternative si generano in ogni caso, a prescindere dal togliere una gemma, ma che semplicemente sono particolarmente incasinate quando si leva una gemma.

Io invece la vedo dal punto di vista dei viaggiatori, e non vedo nessuna "realtà alternativa"... come diceva @unwind prima: le linee temporali sono relative ognuna ad un determinato personaggio. Ognuno ha una sua linea temporale che scorre inesorabilmente dal passato al futuro, solo che questa linea può attorcigliarsi e andare a finire in posti "strani". Cioè come diceva @unwind ad esempio per Cap la sua vita è stata:

(seconda guerra mondiale)-(scongelamento)-(tutti i film con Cap fino al 2024 di Endgame)-(ritorno nel 2012 "bis")-(ritorno nel '70 "bis")-(ritorno nel 2024 con le gemme e battaglia finale)-(ritorno nel '70 "tris")-(2024 con consegna dello scudo a Wilson).

Detto ciò gli effetti di ciò che stiamo parlando io e @unwind e gli effetti di immaginare tutte le realtà alternative sono quasi gli stessi identici: la teoria a molti mondi della meccanica quantistica accomuna proprio i vari punti di vista di un osservatore con vari universi paralleli in cui succede una cosa piuttosto che un'altra  :asd: La differenza sta nel fatto che nella mia interpretazione i vari passati in cui tornano gli Avengers esistono solo nel loro punto di vista e non esistono al di fuori di esso: esistono solo in quanto loro ci sono tornati, ma non vivono di "vita propria". Cioè per come la vedo io il 2012 "bis", il '70 "bis" e il '70 "tris" esistono solo in quanto Cap ci è andato: non sono delle vere e proprie realtà a sé stanti. Immaginarle come realtà a sé stanti ci fornisce la stessa interpretazione, con l'unica differenza che a me non viene neanche in mente di chiedermi "e allora poi che succede al '70 in cui Cap sta con Carter dopo che Cap se ne ritorna nel 2024?", perché questa domanda con l'interpretazione mia e di @unwind semplicemente non ha senso :asd: quella realtà esiste solo dal suo punto di vista e in quanto lui c'è andato con la macchina del tempo. In quest'ottica c'è una differenza sostanziale fra "viaggio attraverso il regno quantico" e "universo parallelo".

La sottigliezza che sto evidenziando è dovuta al fatto che a tutti gli effetti nessuno in tutto il film parla di realtà parallele! L'unica volta in cui se ne parla è quando l'Antico dice che SE si toglie una gemma dell'infinito, ALLORA si crea una diramazione nel flusso temporale. Quella sì che è una realtà parallela a tutti gli effetti!!! Quella diventa a tutti gli effetti una diramazione dotata di vita propria, creata dall'anomala mancanza di una gemma. Se ci fosse questa distinzione, se le realtà parallele si creassero SOLO quando si rimuove una gemma, allora il finale del film in cui vengono rimesse a posto le gemme (e qui dobbiamo dare fiducia alle avventure di Cap che non vengono mostrate) esattamente da dove sono state prese ci garantisce che Thanos è stato definitivamente accoppato e che non esiste più NESSUNA realtà parallela. Ognuno ha i propri ricordi legati alle proprie linee temporali, ma non si è creata nessuna diramazione temporale in cui Thanos può vincere. Thanos è stato sconfitto punto e basta. Le gemme non ci sono più e Thanos è sconfitto, punto.

Poi tutt'altro discorso è se qualcuno torna nel passato per far tornare Thanos. Questo ovviamente sarebbe possibile, e in caso le gemme non tornassero al loro posto, da questo passato si creerebbero diramazioni temporali disastrose  come dice l'Antico. Ma a meno che qualcuno non riutilizza la macchina del tempo per fare disastri direi che sarebbe scongiurata ogni minaccia da parte di Thanos.

Se invece, come dici te, ogni volta che uno viaggia si creano a prescindere realtà parallele per il solo fatto di aver viaggiato, allora questo vuol dire che sono ancora aperte le realtà alternative del 2012, 2013, 2014 e due diversi 1970 (quello in cui vanno Cap e Tony la prima volta, e quello in cui va Cap la seconda volta). Secondo questa interpretazione il fatto che Cap metta a posto le gemme serve solo a non far incasinare quelle realtà parallele, non a eliminare definitivamente queste diramazioni. In questa interpretazione però non mi spiego come sarebbe scongiurato il fatto che Thanos non acquisisca comunque le gemme in una di queste realtà parallele. Non mi spiego neanche con questa interpretazione come mai ad esempio l'Antico specifichi che con tutte e 6 le gemme si ha un unico flusso del tempo, e non capisco neanche come mai Cap dica a Bruce: "non preoccuparti Bruce, eliminerò tutte le diramazioni". Non sarebbe vero che le elimina: semplicemente starebbe evitando che succedesse il panico, ma comunque in questa tua interpretazione quelle realtà alternative resterebbero lì per sempre.

Per questi motivi sto provando a vedere se ha un senso questa interpretazione mia e di @unwind: così le cose tornerebbero  :sisi: la realtà è una, il flusso del tempo è uno solo, ogni personaggio ha una propria timeline che scorre in un verso univoco, le varie realtà in cui il viaggiatore nel tempo si ritrova sono collegate solo ed esclusivamente con la propria esperienza personale, solo ciò che torna insieme col viaggiatore (vedi Nebula del passato e quindi Thanos, come anche le gemme) fa parte effettiva dell'unico flusso del tempo, che si dirama solo nel caso in cui scompaiano delle gemme nel nulla, e la possibilità di creare tali realtà alternative è stata scongiurata da Cap che ha (come dice lui) "eliminato tutte le diramazioni".

A me personalmente così è tutto chiaro, supponendo ovviamente come dite voi che Cap sia comparso sulla panchina piuttosto che sulla piattaforma per meri requisiti scenici. L'unica cosa che non capisco è come mai non succeda il casino di cui parla l'Antico nella "nostra" realtà che abbiamo seguito per questi 22 film, visto che Thanos ha effettivamente distrutto le gemme. Forse le realtà alternative scaturiscono solo dalla SCOMPARSA di una gemma in un'altra realtà, e non dalla loro distruzione, come a dire "niente si distrugge, tutto si trasforma" e in qualche modo l'energia delle gemme è ancora presente nella realtà dei nostri eroi, anche se le gemme fisiche sono distrutte.
Detto ciò la smetto di intripparmi e mi scuso con voi per il polverone alzato  :ph34r: spero che questo discorso possa essere di aiuto a qualcuno per capire meglio cosa è successo nel film

Quoto tutto.
Paradossalmente
essendo noi "osservatori" continuiamo ad osservare il tutto dall'esterno, come se fosse un insieme di tante linee parallele che convivono indipendentemente l'una dall'altra.
Invece è spiegato che quello della Marvel cinematografica non è un multiverso. Il flusso del tempo è uno e va sempre avanti. Puoi avere una linea personale "non lineare" dal punto di vista cronologico come accade a Cap o ai vendicatori che tornano indietro nel tempo, ma di fatto non esiste un mondo X dove Thanos dal 2014 in poi non c'è più o roba del genere. È quasi come se l'universo MCU preveda il "viaggio nel tempo", cioè l'universo sappia che a quel punto devi tornare indietro per andare avanti e quindi disponga le carte in modo che tu lo possa fare mentre allo stesso modo non ti permette di alterare il passato, perché altrimenti perderebbe di senso proprio l'azione di viaggiare nel tempo.

Narrativamente, hanno scelto di semplificare abbastanza le cose:
- non si può cambiare il passato (non è ritorno al futuro);
- ogni cambiamento del passato non genera universi paralleli (non è BioShock Infinite) ma solo la rimozione di una gemma da una realtà ne crea non solo una ma addirittura disallineata, l'Antico fa proprio il disegnino con il tunnel arancione e una diramazione nera perciò occhio a Loki che potrebbe aver creato un macello.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 13:01:10
State tutti (tranne @unwind  :hug:) continuando a ragionare
su quelle realtà alternative come se esistessero al di fuori dal punto di vista di osservazione dei viaggiatori nel tempo  :nono: secondo me non è così. Dobbiamo fare una netta distinzione fra "flusso alternativo del tempo" (che si crea SOLO se scompaiono delle gemme in quella realtà) e "realtà alternativa del regno quantico" (ossia le varie realtà temporali in cui finiscono i viaggiatori del tempo). Le realtà del regno quantico NON SONO il "passato" come continuate a intenderlo voi: non sono il passato CAUSALE dei viaggiatori del tempo (tant'è che modificando queste realtà non si modifica il presente dei viaggiatori). Come spiega doc Hulk, quando viaggi nel tempo il TUO presente diventa comunque il TUO passato: per gli Avengers viaggiatori del tempo che si ritrovano nel 2012 a New York, Thanos ha già schioccato le dita!!! Questo vuol dire che ognuno ha una propria linea del tempo. Questa linea scorre dal PROPRIO passato causale al PROPRIO futuro causale, che NON coincidono col "passato" o col "futuro" per come lo state intendendo voi. Voi state continuando a pensare al "passato" come a una cosa uguale per tutti gli abitanti della stessa realtà. Invece non è così: "passato" e "futuro" dipendono da chi stiamo osservando le gesta. Ricordiamoci che Tony non ha costruito una "macchina del tempo" per come la intendiamo: il viaggiatore del regno quantico semplicemente ESPERIMENTA uno scorrere del tempo diverso dagli altri! Lui lo sperimenta, gli altri no. Pensate a mettere un orologio in tasca a Scott Lang, questo segnerebbe gli eventi: (film con Scott fino a Ant-Man 2, quindi fino al 2018)<(5 ore nel regno quantico)<(ritorno nel 2024). Direste mai che Ant-Man ha viaggiato nel "futuro"? Dal suo punto di vista sì, ma il mondo intorno ha continuato a esistere!!! Quel "dal suo punto di vista" sono i viaggi nel regno quantico. Sono semplicemente esperienze diverse della realtà che ci circonda: il nostro orologio in tasca ("tempo proprio") continua a scorrere normalmente, ma se lo confrontiamo con l'orologio nella tasca di qualcun altro non segneranno le stesse date e gli stessi orari.

Tutto il resto del mondo vive un tempo normale, mentre i viaggiatori del regno quantico sperimentano uno scorrere del tempo in cui rivivono degli istanti del passato, mentre il loro "tempo proprio" va comunque avanti! Immaginate di mettere un orologio in tasca a Cap: l'orologio va sempre e comunque avanti. In ordine temporale l'orologio segna gli eventi: (film con Cap fino a Endgame)<(viaggio a un 2012 "bis")<(viaggio a un 1970 "bis")<(ritorno al 2024 e battaglia finale)<(viaggio a un 1970 "tris")<(ritorno al 2024 e consegna dello scudo a Sam). Questo è la SUA personale linea del tempo. Un orologio in tasca al soldato d'inverno invece segna: (film col Bucky fino a Infinity War)<(morte di Bucky)<(risorge dopo lo schiocco di Hulk)<(battaglia finale e fine di Endgame nel 2024)... Dal punto di vista di Bucky le varie realtà del regno quantico non esistono affatto, se non fosse per cosa? Se non fosse per ciò che i viaggiatori del tempo si sono portati con loro nella loro realtà: Nebula del passato, Thanos con la sua nave, le gemme dell'infinito. Le varie realtà "bis" e "tris" di cui ha esperienza Cap, per come la vedo io, non esistono al di fuori delle sue esperienze e al di fuori di ciò che lui si è riportato da quelle realtà nel nostro flusso temporale. Esisterebbero solo se da quelle realtà scomparissero improvvisamente nel nulla delle gemme dell'infinito: altrimenti il flusso del tempo rimane uno solo immutabile.

Chiedersi "che succede in quelle diramazioni temporali?" non ha senso dal momento in cui Cap ha, come dice lui, eliminato ogni diramazione! Quelle realtà alternative "esistono" solo in quanto vissute dai viaggiatori del tempo. L'unica possibilità per una di quelle realtà alternative di distaccarsi effettivamente dal flusso del tempo "regolare" e di vivere autonomamente il suo flusso alternativo, è quella che una gemma scompaia da quella realtà (come ci spiega l'antico). Se le gemme non scompaiono NON CONTA (come ci spiega doc Hulk) ciò che succede in quelle realtà alternative!! Per ciò che ci interessa conta SOLO ciò che i viaggiatori del tempo portano con sé nella loro realtà! Cosa influenza il presente del 2024? SOLO ciò che i viaggiatori hanno riportato con sé: Nebula del passato, la nave di Thanos, le gemme dell'infinito. Conta solo ciò che di quei mondi esplorati dai viaggiatori del tempo è riuscito a raggiungere la nostra realtà. Conterebbero anche altre realtà se le gemme fossero effettivamente scomparse da quelle realtà, ma per ciò che ne sappiamo così non è e tutte le diramazioni sono state eliminate.

MEGA RIASSUNTO:
- ogni evento che avete visto nei film E' GIA' SUCCESSO. Gli eventi di Endgame non hanno in alcun modo fatto sì che le gemme non siano state distrutte da Thanos, o che Thanos non abbia schioccato le dita ecc. Alla fine di Endgame le gemme sono state comunque distrutte da Thanos: SEPARATE nella vostra mente il concetto di "passato" da quello di "passato causale"... Noi abbiamo seguito gli eventi come se avessimo potuto vedere i vari "orologi in tasca" degli Avengers: questi orologi in tasca (i vari "tempi propri") sono andati avanti SENZA nessuno stop, nessun riavvoltolarsi delle lancette, nessun casino! Dovete vedere gli eventi per ciò che sono, dal passato al futuro degli orologi in tasca. Non dal "passato" al "futuro" che voi state intendendo come uguale da tutti i punti di vista dell'universo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 13:05:38
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Largand - 27 Aprile 2019, 13:07:31
Non fatevi venire il mal di testa sulle questioni dei viaggi nel tempo.
Gli sceneggiatori di film e telefilm non li sanno fare, e le loro trame saranno sempre piene zeppe di illogicità (Gli unici che si sono avvicinati al concetto di Viaggi nel Tempo stile romanzo di Fantascienza serio sono stati Gale e Zemeckis in "Ritorno al Futuro 2". Ma anche loro hanno poi finito col pasticciare e contraddirsi da soli).
Mettetevi il cuore in pace.

Su Iron Man...
sappiamo tutti che l'attore voleva farla finita con questo personaggio, e quella del sacrificio estremo era l'unica carta possibile da giocare.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 27 Aprile 2019, 13:17:54
Ma Loki che fine ha fatto? Intendo dopo Infinity.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 13:20:13
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 13:22:42
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Nel 2014 privato di Thanos quindi non succede niente?
La famiglia di Peggy originale che fine ha fatto?
Non possono coesistere due peggy
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 13:42:01
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Nel 2014 privato di Thanos quindi non succede niente?
La famiglia di Peggy originale che fine ha fatto?
Non possono coesistere due peggy
per come la vedo io, dal momento in cui Cap ha rimesso a posto le gemme e eliminato quindi ogni diramazione, il 2014 privato di Thanos rimane una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori del tempo che ci sono stati. Mettiamola così: quella realtà è ESISTITA a tutti gli effetti solo:
1 - dal punto di vista di Nebula e Rhodes che ci sono stati, sono esistiti quei momenti che abbiamo vissuto nel film seguendo il loro "orologio in tasca"
2 - dal punto di vista di tutta la nostra realtà nel momento in cui Nebula, Thanos e Gamora sono arrivati nel flusso del tempo.

Per il resto no, non penso che quella realtà esista più... Altrimenti non capirei il discorso dell'antico. Quella realtà "esiste" solo in quanto ha modificato le esperienze di vita (gli orologi propri) di Nebula e Rhodes, e in quanto è stata riportata nella nostra realtà la nave di Thanos.

La famiglia di Peggy originale ha vissuto con Peggy nel 1970 reale, mentre Cap era ibernato... DOPO di che, mentre chi non ha usato la macchina del tempo dopo la battaglia finale ha vissuto 5 secondi sulla Terra a piangere per la morte di Tony, al contempo Cap quei 5 secondi li ha vissuti sperimentando sulla sua pelle una realtà in cui lui ha vissuto con Carter. Dal punto di vista dell'orologio in tasca di Cap questa realtà in cui ha vissuto con Carter viene DOPO la realtà in cui Peggy era sposata con famiglia e lui era ibernato. Ma questa realtà in cui Cap ha passato quei 5 secondi è esistita solo in quanto ha cambiato l'orologio in tasca di Cap. Ora non c'è più. O meglio: non essendo tornato nient'altro che Cap da quella realtà, chi è rimasto nel 2024 non è stato influenzato in nessun altro modo se non che dal ritorno di un Cap vecchietto.

Immagina queste realtà in cui si può andare con la "macchina del tempo" come dei sogni che fanno i viaggiatori. La realtà rimane una e immutabile, ma mentre un netturbino lavora per 5 ore di notte, te quelle 5 ore le sperimenti in altri modi, magari sognando di essere nel 2005 a fare una maratona di Star Wars di 14 ore al cinema! Quando ti svegli e quindi "torni" nella realtà (che è una e immutabile) cosa ti è rimasto di quel viaggio? Niente, a parte l'esperienza che tu ne hai fatto. Il tuo "orologio in tasca" segna che dopo le 2 di notte tu hai passato 14 ore nel passato a vedere Star Wars, mentre l'orologio in tasca del netturbino segna 5 ore nel 2019 di raccoglimento rifiuti per le strade. L'unica differenza fra un sogno e il regno quantico è che le realtà del regno quantico sono concrete: puoi morirci, puoi riportare con te degli oggetti, e il tuo "orologio in tasca" scorre effettivamente diversamente dagli orologi in tasca di chi non viaggia per delle regole fisiche (e non soltanto perché, come in un sogno, i tuoi neuroni inviano impulsi facendoti sperimentare 14 ore mentre in realtà ne passano 5).

Quello che ci dice l'Antico, in questa mia metafora dei sogni, è che se in uno di questi "sogni" tu levi una gemma, poi quando ti risvegli il sogno continua a esistere comunque, come se avesse una "vita propria". Questa eventualità è stata scongiurata da Cap che è tornato a mettere a posto le gemme.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 13:45:47
Ma secondo me il grande problema di quella tematica è che ogni sceneggiatore si pone delle regole e le rispetta.
Non esistono delle leggi fondamentali secondo le quali per forza bisogna fare così o altrimenti ciccia, non è che necessariamente o
si modifica il passato
o
si creano realtà parallele
. Qui infatti non accade né l'una né l'altra cosa.

Anzi io trovo che Endgame abbia una certa coerenza interna, fermo restando che questo genere di discussione è abbastanza fine a se stessa.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 13:48:44
Anzi io trovo che Endgame abbia una certa coerenza interna, fermo restando che questo genere di discussione è abbastanza fine a se stessa.
Anche secondo me è fine a sé stessa... a patto che uno non inizi a chiedersi
cosa è successo o cosa sta succedendo in delle realtà alternative che, per quello che ne sappiamo, semplicemente non esistono dal momento in cui Cap ha messo a posto le gemme. Cioè se uno poi non si fa piacere il film perché non ci vede una coerenza interna è un po' un peccato, visto che secondo me hanno anzi lavorato molto molto bene per fare qualcosa di originale che avesse coerenza. Da questo punto di vista secondo me sono doverose ulteriori spiegazioni dei Russo  :sisi: dovevano perderci qualche parola in più
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 13:54:03
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Nel 2014 privato di Thanos quindi non succede niente?
La famiglia di Peggy originale che fine ha fatto?
Non possono coesistere due peggy
per come la vedo io, dal momento in cui Cap ha rimesso a posto le gemme e eliminato quindi ogni diramazione, il 2014 privato di Thanos rimane una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori del tempo che ci sono stati. Mettiamola così: quella realtà è ESISTITA a tutti gli effetti solo:
1 - dal punto di vista di Nebula e Rhodes che ci sono stati, sono esistiti quei momenti che abbiamo vissuto nel film seguendo il loro "orologio in tasca"
2 - dal punto di vista di tutta la nostra realtà nel momento in cui Nebula, Thanos e Gamora sono arrivati nel flusso del tempo.

Per il resto no, non penso che quella realtà esista più... Altrimenti non capirei il discorso dell'antico. Quella realtà "esiste" solo in quanto ha modificato le esperienze di vita (gli orologi propri) di Nebula e Rhodes, e in quanto è stata riportata nella nostra realtà la nave di Thanos.

La famiglia di Peggy originale ha vissuto con Peggy nel 1970 reale, mentre Cap era ibernato... DOPO di che, mentre chi non ha usato la macchina del tempo dopo la battaglia finale ha vissuto 5 secondi sulla Terra a piangere per la morte di Tony, al contempo Cap quei 5 secondi li ha vissuti sperimentando sulla sua pelle una realtà in cui lui ha vissuto con Carter. Dal punto di vista dell'orologio in tasca di Cap questa realtà in cui ha vissuto con Carter viene DOPO la realtà in cui Peggy era sposata con famiglia e lui era ibernato. Ma questa realtà in cui Cap ha passato quei 5 secondi è esistita solo in quanto ha cambiato l'orologio in tasca di Cap. Ora non c'è più. O meglio: non essendo tornato nient'altro che Cap da quella realtà, chi è rimasto nel 2024 non è stato influenzato in nessun altro modo se non che dal ritorno di un Cap vecchietto.

Immagina queste realtà in cui si può andare con la "macchina del tempo" come dei sogni che fanno i viaggiatori. La realtà rimane una e immutabile, ma mentre un netturbino lavora per 5 ore di notte, te quelle 5 ore le sperimenti in altri modi, magari sognando di essere nel 2005 a fare una maratona di Star Wars di 14 ore al cinema! Quando ti svegli e quindi "torni" nella realtà cosa ti è rimasto di quel viaggio? Niente, a parte l'esperienza che tu ne hai fatto. Il tuo "orologio in tasca" segna che dopo le 2 di notte tu hai passato 14 ore nel passato a vedere Star Wars, mentre l'orologio in tasca del netturbino segna 5 ore nel 2019 di raccoglimento rifiuti per le strade. L'unica differenza fra un sogno e il regno quantico è che le realtà del regno quantico sono concrete: puoi morirci, puoi riportare con te degli oggetti, e il tuo "orologio in tasca" scorre effettivamente diversamente dagli orologi in tasca da chi non viaggia per delle regole fisiche (e non soltanto perché, come in un sogno, i tuoi neuroni inviano impulsi facendoti sperimentare 14 ore mentre in realtà ne passano 5).

Quello che ci dice l'Antico, in questa mia metafora dei sogni, è che se in uno di questi "sogni" tu levi una gemma, poi quando ti risvegli il sogno continua a esistere comunque, come se avesse una "vita propria". Questa eventualità è stata scongiurata da Cap che è tornato a mettere a posto le gemme.

Secondo questa logica allora
se io viaggio nel passato, posso ammazzare chi voglio e scatenare qualsiasi olocausto nucleare e non creerò mai realtà alternative sin quando non rimuovo le gemme dal loro posto.
Faccio visita nel passato ( sogno) faccio ciò che voglio e quando torno al presente ( mi risveglio ) non ci sono conseguenze...
Capisco che parliamo per teorie e congetture e che tutto è possibile, ma mi aspetto un minimo di logica e plausibilità.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 14:04:11
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Nel 2014 privato di Thanos quindi non succede niente?
La famiglia di Peggy originale che fine ha fatto?
Non possono coesistere due peggy
per come la vedo io, dal momento in cui Cap ha rimesso a posto le gemme e eliminato quindi ogni diramazione, il 2014 privato di Thanos rimane una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori del tempo che ci sono stati. Mettiamola così: quella realtà è ESISTITA a tutti gli effetti solo:
1 - dal punto di vista di Nebula e Rhodes che ci sono stati, sono esistiti quei momenti che abbiamo vissuto nel film seguendo il loro "orologio in tasca"
2 - dal punto di vista di tutta la nostra realtà nel momento in cui Nebula, Thanos e Gamora sono arrivati nel flusso del tempo.

Per il resto no, non penso che quella realtà esista più... Altrimenti non capirei il discorso dell'antico. Quella realtà "esiste" solo in quanto ha modificato le esperienze di vita (gli orologi propri) di Nebula e Rhodes, e in quanto è stata riportata nella nostra realtà la nave di Thanos.

La famiglia di Peggy originale ha vissuto con Peggy nel 1970 reale, mentre Cap era ibernato... DOPO di che, mentre chi non ha usato la macchina del tempo dopo la battaglia finale ha vissuto 5 secondi sulla Terra a piangere per la morte di Tony, al contempo Cap quei 5 secondi li ha vissuti sperimentando sulla sua pelle una realtà in cui lui ha vissuto con Carter. Dal punto di vista dell'orologio in tasca di Cap questa realtà in cui ha vissuto con Carter viene DOPO la realtà in cui Peggy era sposata con famiglia e lui era ibernato. Ma questa realtà in cui Cap ha passato quei 5 secondi è esistita solo in quanto ha cambiato l'orologio in tasca di Cap. Ora non c'è più. O meglio: non essendo tornato nient'altro che Cap da quella realtà, chi è rimasto nel 2024 non è stato influenzato in nessun altro modo se non che dal ritorno di un Cap vecchietto.

Immagina queste realtà in cui si può andare con la "macchina del tempo" come dei sogni che fanno i viaggiatori. La realtà rimane una e immutabile, ma mentre un netturbino lavora per 5 ore di notte, te quelle 5 ore le sperimenti in altri modi, magari sognando di essere nel 2005 a fare una maratona di Star Wars di 14 ore al cinema! Quando ti svegli e quindi "torni" nella realtà cosa ti è rimasto di quel viaggio? Niente, a parte l'esperienza che tu ne hai fatto. Il tuo "orologio in tasca" segna che dopo le 2 di notte tu hai passato 14 ore nel passato a vedere Star Wars, mentre l'orologio in tasca del netturbino segna 5 ore nel 2019 di raccoglimento rifiuti per le strade. L'unica differenza fra un sogno e il regno quantico è che le realtà del regno quantico sono concrete: puoi morirci, puoi riportare con te degli oggetti, e il tuo "orologio in tasca" scorre effettivamente diversamente dagli orologi in tasca da chi non viaggia per delle regole fisiche (e non soltanto perché, come in un sogno, i tuoi neuroni inviano impulsi facendoti sperimentare 14 ore mentre in realtà ne passano 5).

Quello che ci dice l'Antico, in questa mia metafora dei sogni, è che se in uno di questi "sogni" tu levi una gemma, poi quando ti risvegli il sogno continua a esistere comunque, come se avesse una "vita propria". Questa eventualità è stata scongiurata da Cap che è tornato a mettere a posto le gemme.

Secondo questa logica allora
se io viaggio nel passato, posso ammazzare chi voglio e scatenare qualsiasi olocausto nucleare e non creerò mai realtà alternative sin quando non rimuovo le gemme dal loro posto.
Faccio visita nel passato ( sogno) faccio ciò che voglio e quando torno al presente ( mi risveglio ) non ci sono conseguenze...
Capisco che parliamo per teorie e congetture e che tutto è possibile, ma mi aspetto un minimo di logica e plausibilità.
Sì, è così. Non hai conseguenze, se non quelle che riguardano la tua personale morale.
Ciò non toglie che non sia un sogno, ma una realtà vera e propria, il suo è solo un esempio.

@moebius per me il film ha una sua coerenza e troverei umiliante che i registi e/o gli sceneggiatori debbano fare un podcast spiegando cos'è successo. Significherebbe che qualcosa non ha funzionato a livello narrativo. Per me l'unica scena che ha davvero dei problemi è quella di
Capitan America sulla panchina, che effettivamente trae in inganno perché Steve Rogers non è andato nel 1940 ed è invecchiato fino ad arrivare al 2024, infatti nessuno "ricorda" che fosse sposato con Peggy ma semplicemente a un certo punto magari la Carter è morta e lui è tornato da dov'è partito. Questo è quello che confonde. Non è arrivato nel 2024 di "quella" timeline (tra virgolette perché non è parallela in oggettivo, semplicemente esiste per Rogers) ma magari ha vissuto lì fino agli anni duemila e poi è balzato indietro a casa. La panchina è una licenza poetica.
.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 14:09:31
Visto le domande che si stanno ponendo più o meno tutti su forum e social è evidente che qualcosa a livello narrativo non ha funzionato...
Hanno scazzato e di brutto con questo tema
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 14:17:28
A prescindere dalla spiegazione data nel film
se si elimina un elemento FONDAMENTALE dal passato questo DEVE per forza avere conseguenze.
Non modifica il il 2024 di partenza ma genera un altro 2024.
Uccidere il Thanos del 2014  nel 2024, implica per forze di cose generare una nuova timeline.
E' impossibile credere che a prescindere da ciò lo schiocco sia avvenuto
Aridaje (ti voglio bene  :clap:).... ma perché
"deve"? Cioè o hai trovato le equazioni fisiche che descrivono un viaggio nel tempo oppure questo "deve" non lo capisco. Il film ti spiega non solo che non "deve", ma che secondo il film non è così che funziona... Quello che nella tua prima frase chiami "passato" in realtà è una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori nel tempo, NON tutto il resto dell'universo. Per tutto il resto dell'universo il tempo scorre immutato, e ciò che conta dal loro punto di vista, le "conseguenze", corrispondono solo con ciò che i viaggiatori del tempo riporteranno nella realtà dal viaggio del tempo. Quella che tu chiami "nuova timeline", ossia quella realtà del 2014, è una realtà che gli Avengers sperimentano DOPO il 2019, DOPO lo schiocco di Thanos. Lo dice anche Thanos che lui ha già schioccato le dita nel tempo degli Avengers. E' una cosa che lui, DAL PUNTO DI VISTA degli Avengers, ha già fatto!!!! Se uccidere il Thanos del 2014 volesse dire che lui non può schioccare le dita, allora mi spieghi come mai in Infinity War noi abbiamo visto lo schiocco delle dita? Ripeto: devi seguire gli "orologi in tasca".

Cosa è successo per gli orologi in tasca dei nostri eroi? PRIMA Thanos ha schioccato le dita, POI le ha schioccate Hulk, POI le ha schioccate Tony. Ciò che è successo in mezzo sono solo MODI in cui i vari Avengers sperimentano il tempo in modi diversi da chi è rimasto nel 2024. Esattamente come Ant-Man a inizio film: dal suo punto di vista sono passate 5 ore, per tutti gli altri 5 anni. Fai finta che in quelle 5 ore Ant-Man invece di stare a grattarsi con gli atomi, si fosse ritrovato nel 2012 a rivivere la battaglia di New York!!!! Alla gente del 2024 cosa sarebbe cambiato? Niente!!! Alla gente del 2024 ciò che cambia è solo che Ant-Man non c'è stato per 5 anni, non cambia niente se lui ha sperimentato 5 ore di passeggiate fra atomi o 10 minuti di cazzotti nel 2012 a New York o ancora 40 anni a flirtare con l'agente Carter negli anni '70!!! Questi tre modi che Ant-Man avrebbe di passare quei 5 anni della nostra realtà sono del tutto esclusivi del punto di vista di Ant-Man, e ciò che influenza la nostra realtà è solo ed esclusivamente ciò che Ant-Man riporterà con sé di quelle realtà al termine di quei 5 anni quando tornerà sulla timeline effettiva. Da quello che ci dice l'Antico di quelle realtà non resta più NIENTE a patto che non siano state tolte gemme.
Nel 2014 privato di Thanos quindi non succede niente?
La famiglia di Peggy originale che fine ha fatto?
Non possono coesistere due peggy
per come la vedo io, dal momento in cui Cap ha rimesso a posto le gemme e eliminato quindi ogni diramazione, il 2014 privato di Thanos rimane una realtà di cui hanno esperienza solo i viaggiatori del tempo che ci sono stati. Mettiamola così: quella realtà è ESISTITA a tutti gli effetti solo:
1 - dal punto di vista di Nebula e Rhodes che ci sono stati, sono esistiti quei momenti che abbiamo vissuto nel film seguendo il loro "orologio in tasca"
2 - dal punto di vista di tutta la nostra realtà nel momento in cui Nebula, Thanos e Gamora sono arrivati nel flusso del tempo.

Per il resto no, non penso che quella realtà esista più... Altrimenti non capirei il discorso dell'antico. Quella realtà "esiste" solo in quanto ha modificato le esperienze di vita (gli orologi propri) di Nebula e Rhodes, e in quanto è stata riportata nella nostra realtà la nave di Thanos.

La famiglia di Peggy originale ha vissuto con Peggy nel 1970 reale, mentre Cap era ibernato... DOPO di che, mentre chi non ha usato la macchina del tempo dopo la battaglia finale ha vissuto 5 secondi sulla Terra a piangere per la morte di Tony, al contempo Cap quei 5 secondi li ha vissuti sperimentando sulla sua pelle una realtà in cui lui ha vissuto con Carter. Dal punto di vista dell'orologio in tasca di Cap questa realtà in cui ha vissuto con Carter viene DOPO la realtà in cui Peggy era sposata con famiglia e lui era ibernato. Ma questa realtà in cui Cap ha passato quei 5 secondi è esistita solo in quanto ha cambiato l'orologio in tasca di Cap. Ora non c'è più. O meglio: non essendo tornato nient'altro che Cap da quella realtà, chi è rimasto nel 2024 non è stato influenzato in nessun altro modo se non che dal ritorno di un Cap vecchietto.

Immagina queste realtà in cui si può andare con la "macchina del tempo" come dei sogni che fanno i viaggiatori. La realtà rimane una e immutabile, ma mentre un netturbino lavora per 5 ore di notte, te quelle 5 ore le sperimenti in altri modi, magari sognando di essere nel 2005 a fare una maratona di Star Wars di 14 ore al cinema! Quando ti svegli e quindi "torni" nella realtà cosa ti è rimasto di quel viaggio? Niente, a parte l'esperienza che tu ne hai fatto. Il tuo "orologio in tasca" segna che dopo le 2 di notte tu hai passato 14 ore nel passato a vedere Star Wars, mentre l'orologio in tasca del netturbino segna 5 ore nel 2019 di raccoglimento rifiuti per le strade. L'unica differenza fra un sogno e il regno quantico è che le realtà del regno quantico sono concrete: puoi morirci, puoi riportare con te degli oggetti, e il tuo "orologio in tasca" scorre effettivamente diversamente dagli orologi in tasca da chi non viaggia per delle regole fisiche (e non soltanto perché, come in un sogno, i tuoi neuroni inviano impulsi facendoti sperimentare 14 ore mentre in realtà ne passano 5).

Quello che ci dice l'Antico, in questa mia metafora dei sogni, è che se in uno di questi "sogni" tu levi una gemma, poi quando ti risvegli il sogno continua a esistere comunque, come se avesse una "vita propria". Questa eventualità è stata scongiurata da Cap che è tornato a mettere a posto le gemme.

Secondo questa logica allora
se io viaggio nel passato, posso ammazzare chi voglio e scatenare qualsiasi olocausto nucleare e non creerò mai realtà alternative sin quando non rimuovo le gemme dal loro posto.
Faccio visita nel passato ( sogno) faccio ciò che voglio e quando torno al presente ( mi risveglio ) non ci sono conseguenze...
Capisco che parliamo per teorie e congetture e che tutto è possibile, ma mi aspetto un minimo di logica e plausibilità.
In realtà
questa visione delle cose è molto più basata su principi fisici e della meccanica quantistica rispetto a una visione in stile Ritorno al Futuro o a una in stile "universi paralleli" :sisi: è molto più "plausibile" la visione delle cose di Endgame. Però veramente spiegare il perché sarebbe molto complicato su internet e ho l'impressione che se provassi a spiegare la cosa diventerebbe tutto solo più confuso  :asd: Comunque la cosa mi ha appassionato tanto perché mi è sembrata del tutto originale e molto vicina alla fisica moderna, ed essendo dottore in Fisica ho trovato molti legami interessanti con alcune cose che ho studiato. Detto ciò ovviamente lo dico e lo ripeto: non trattandosi di cose realmente possibili per ciò che ne sappiamo, tutto si presta a interpretazioni e congetture personali. Potrebbe essere anche che io e @unwind siamo totalmente impazziti e in realtà i Russo hanno svaccato, sta di fatto che visione delle cose nella mia testa ha fatto scattare più lucine delle altre che ho letto o visto in altri film... e con questa interpretazione, penso per la prima volta nella storia dei film sui viaggi nel tempo, tornerebbe tutto tutto tutto (a parte, come dicevamo, il fatto che Cap compaia sulla panchina per esclusiva licenza "poetica"  :asd:)
Visto le domande che si stanno ponendo più o meno tutti su forum e social è evidente che qualcosa a livello narrativo non ha funzionato...
Hanno scazzato e di brutto con questo tema
Su questo in parte concordo. Io magari ho ben interpretato la loro storia e mi sono goduto le cose, però per un film di intrattenimento è bene che sia chiaro per tutti. Spero che i Russo chiariscano, se non altro per avere la certezza che sia come immagino io :sisi: Avrebbero potuto insistere su queste cose
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 14:18:17
Per me no.
Più che altro il problema sono le conseguenze.

tecnicamente tu puoi tornare indietro al momento in cui Tony Stark sta costruendo la macchina del tempo, lo prelevi e lo porti nel 2024. Toh fatto, gli hai evitato di morire. O meglio, è morto ma è anche vivo. Una situazione di indeterminatezza che l'universo non può sostenere. Un po' come potrebbe essere successo a Gamora, dico potrebbe perché non si capisce se sia sparita o meno. E per me appositamente.
Non so se avete letto la notizia secondo cui Wanda e Visione nella loro serie su Disney + saranno negli anni Cinquanta. Se questo fosse confermato, potrebbe benissimo significare che è tornata indietro a prelevare Visione, hanno deviato come Cap e sono andati a vivere lì. E c'è da capire cosa ha combinato Loki.
C'è la possibilità di ingannare la morte.
La Morte...uhmmm...Morte ed Eternità...ma vuoi vedere che ? Alla fine il discorso di Hulk era proprio questo, certe cose NON si possono fare, non puoi disobbedire alle leggi dell'universo...se sei morto rimani morto, soprattutto se sei morto per prendere la gemma dell'anima, ma magari è un discorso generale. Collegandomi a quello che Bestia dice in DOFP, se ci fosse una struttura deterministica ? L'universo "vede" il tuo imbroglio e reagisce, arrivando di nuovo al punto di collasso ma in modo diverso. Che abbiano risvegliato qualcosa di molto più grande e pericoloso di Thanos ? Solo il tempo potrà dircelo.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Logan_Legacy - 27 Aprile 2019, 14:20:10
Innanzitutto grazie a tutti voi per la bellissima discussione che state portando avanti su un argomento molto delicato e a quanto vedo poco chiaro a tutti.
Parliamo del film: personalmente non mi è piaciuto così tanto e non ha soddisfatto le mie aspettative. Rimane un buon film ma non una degna conclusione del MCU. Parte nei primi 5/10 minuti spiazzando tutti ma poi si perde per poi riprendersi sul finale. Ci sono diversi buchi di trama e in questo film le gag e le battute sono state troppo fuori luogo. Capisco che in sala con molti bambini/ragazzini le risate non mancavano e alla Disney è questo che importa però non trovo giusto riempire il tuo film definitivo che, visto Infinity War, doveva avere una certa drammaticità, il tutto per accontentare i ragazzini.

mettere Fortnite non ha senso, da fastidio ed è fuori luogo. Far dire alla madre di tutti una frase come "mangia più insalata" non fa ridere ed è assolutamente evitabile

A parte queste che sono opinioni personali bisogna parlare sicuramente di alcuni aspetti positivi e negativi del film (Spoiler da aprire solo dopo visione del film)

le morti di Vedova Nera (inaspettata) e di Iron Man (già più telefonata) sono giuste perché comunque qualcuno doveva morire alla fine di tutti questi film. Trovo anche giusto che sia stato Iron Man a sacrificarsi perché tutto è iniziato da lui, nonostante in ogni film Avengers sia sempre lui a cercare di sacrificarsi ho trovato pienamente corretto farlo morire ora dopo che aveva raggiunto il suo obiettivo: mettere su famiglia. La morte di Vedova Nera è inaspettata e ti stupisce, non è una morte ad effetto ma fa il suo dovere.
Anche Cap vecchio lo considero come "morte" o comunque come uscita di scena e alla fine è giusto così. La fase 3 finisce e i due protagonisti di questo MCU danno il loro addio.
Capitan Marvel è un grosso punto di domanda invece. L'hai annunciata alla fine di Infinity War come se fosse la salvatrice del mondo, nella scena extra del suo film la fai tornare sulla terra, e offscreen scopre che Iron Man è nello spazio mezzo morto, e all'inizio di Endgame lo va a salvare. Tutto questo casino, l'introduzione di un nuovo pg alla fine del culmine del MCU per salvare una navicella spaziale? Per me è un grande no. Ok non farla diventare la protagonista di Endgame perché non sarebbe stato giusto nei confronti dei pg con cui abbiamo vissuto tutti questi anni, ma così è stata assolutamente inutile l'averla introdotta.

Il vero grande problema di questo film (oltre quche buco di trama o qualche momento no sense come il topo) è uno solo: i viaggi nel tempo. È un discorso troppo complesso e complicato e nessuno nel film, se non l'Antico, parla delle conseguenze. Stando a quanto ci viene detto dal film rimettendo le gemme a posto una volta prelevate la linea temporale resta invariata ma se così fosse perché Nebula del presente non muore dopo aver ucciso la Nebula del passato? È chiaro come ovviamente invece vi siano molteplici linee temporali: nel presente Thanos è morto e le gemme sono distrutte, nel passato Thanos è morto nel futuro e le gemme sono ancora esistenti ma se per gli Avengers del passato gli eventi di Infinity War non sono mai accaduti per gli Avengers del presente invece si. Cap per esempio alla fine del film torna indietro nel tempo per sistemare le gemme e quindi impedire alle nuove linee temporali di collassare. Però lui torna e si stabilisce nel 1970 per stare con Peggy. Questo è un paradosso, il Cap del presente che va a vivere nel passato. In quella realtà ci dovrebbe già essere un Cap e nel caso fosse una realtà con Cap morto aver messo il nostro Cap non ha senso. Anche in questo caso però nulla viene spiegato.
Il discorso linee temporali/realtà alternative è veramente complesso e qualche minuto in più per spiegarne le conseguenze sarebbe stato carino spenderlo.

Detto ciò il film fa il suo dovere, chiude la fase 3 e resta comunque diversi gradini sotto Infinity War che rimane al primo posto nella classifica dei film Marvel personalmente.
Un complimenti comunque ai fratelli Russo per tutto il lavoro svolto in questi anni.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk



Non ho capito
Perché la battuta sull'insalata e fortnite non è divertente e fuori luogo
Perché per miei gusti personali non ho trovato queste gag divertenti ma al contrario abbastanza demenziali e di conseguenza fuori luogo. Ovviamente è una mia impressione. Con quella dell'insalata tutta la sala si è messa a ridere.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 14:23:20
Per me no.
Più che altro il problema sono le conseguenze.

tecnicamente tu puoi tornare indietro al momento in cui Tony Stark sta costruendo la macchina del tempo, lo prelevi e lo porti nel 2024. Toh fatto, gli hai evitato di morire. O meglio, è morto ma è anche vivo. Una situazione di indeterminatezza che l'universo non può sostenere. Un po' come potrebbe essere successo a Gamora, dico potrebbe perché non si capisce se sia sparita o meno. E per me appositamente.
Non so se avete letto la notizia secondo cui Wanda e Visione nella loro serie su Disney + saranno negli anni Cinquanta. Se questo fosse confermato, potrebbe benissimo significare che è tornata indietro a prelevare Visione, hanno deviato come Cap e sono andati a vivere lì. E c'è da capire cosa ha combinato Loki.
C'è la possibilità di ingannare la morte.
La Morte...uhmmm...Morte ed Eternità...ma vuoi vedere che ? Alla fine il discorso di Hulk era proprio questo, certe cose NON si possono fare, non puoi disobbedire alle leggi dell'universo...se sei morto rimani morto, soprattutto se sei morto per prendere la gemma dell'anima, ma magari è un discorso generale. Collegandomi a quello che Bestia dice in DOFP, se ci fosse una struttura deterministica ? L'universo "vede" il tuo imbroglio e reagisce, arrivando di nuovo al punto di collasso ma in modo diverso. Che abbiano risvegliato qualcosa di molto più grande e pericoloso di Thanos ? Solo il tempo potrà dircelo.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
:quoto: il problema sono le conseguenze.
Nulla per ciò che ne sappiamo impedisce a qualcuno di tornare indietro a prendere le gemme e Thanos per riportarli nel nostro presente. Io onestamente mi aspetto che gli Avengers nei prossimi film smantellino completamente tutta la tecnologia per i viaggi nel regno quantico... Perché se qualche supercattivo ne entrasse in possesso, lì allora si incasinerebbe inutilmente una trama che per ora sembra conclusa. Il problema vero dei viaggi nel tempo è questo: cosa impedisce a qualcun altro di farne? Per ora solo il fatto che la macchina è in possesso degli Avengers... Devono inventarsi un modo per scongiurare del tutto l'eventualità di ritornare indietro nel tempo. Se non altro per evitare di essere ripetitivi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 27 Aprile 2019, 14:25:58
Secondo me
i viaggi nel tempo non verranno più ripresi e forse neanche più accennati, quindi non esisteranno più questi tipi di problemi. Quello che nessuno sta dicendo è quanto fa strano che tutti i prossimi film del MCU saranno ambientati nel 2023.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 14:30:02
Per me no.
Più che altro il problema sono le conseguenze.

tecnicamente tu puoi tornare indietro al momento in cui Tony Stark sta costruendo la macchina del tempo, lo prelevi e lo porti nel 2024. Toh fatto, gli hai evitato di morire. O meglio, è morto ma è anche vivo. Una situazione di indeterminatezza che l'universo non può sostenere. Un po' come potrebbe essere successo a Gamora, dico potrebbe perché non si capisce se sia sparita o meno. E per me appositamente.
Non so se avete letto la notizia secondo cui Wanda e Visione nella loro serie su Disney + saranno negli anni Cinquanta. Se questo fosse confermato, potrebbe benissimo significare che è tornata indietro a prelevare Visione, hanno deviato come Cap e sono andati a vivere lì. E c'è da capire cosa ha combinato Loki.
C'è la possibilità di ingannare la morte.
La Morte...uhmmm...Morte ed Eternità...ma vuoi vedere che ? Alla fine il discorso di Hulk era proprio questo, certe cose NON si possono fare, non puoi disobbedire alle leggi dell'universo...se sei morto rimani morto, soprattutto se sei morto per prendere la gemma dell'anima, ma magari è un discorso generale. Collegandomi a quello che Bestia dice in DOFP, se ci fosse una struttura deterministica ? L'universo "vede" il tuo imbroglio e reagisce, arrivando di nuovo al punto di collasso ma in modo diverso. Che abbiano risvegliato qualcosa di molto più grande e pericoloso di Thanos ? Solo il tempo potrà dircelo.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
:quoto: il problema sono le conseguenze.
Nulla per ciò che ne sappiamo impedisce a qualcuno di tornare indietro a prendere le gemme e Thanos per riportarli nel nostro presente. Io onestamente mi aspetto che gli Avengers nei prossimi film smantellino completamente tutta la tecnologia per i viaggi nel regno quantico... Perché se qualche supercattivo ne entrasse in possesso, lì allora si incasinerebbe inutilmente una trama che per ora sembra conclusa.
Per me a questo punto
il film sugli Eterni potrebbe avere una valenza gigantesca. Potrebbe mostrarci le fondamenta dell'universo Marvel. Se davvero Wanda torna indietro e recupera Visione, se davvero in qualche modo Gamora e/o Vedova Nera tornano in vita, a qualcuno potrebbe non fare piacere. Magari introducono un'ingannata Lady Morte, Eternità e ci mostrano come le azioni dei vendicatori di fatto abbiano spianato la strada a un'altra entità gigantesca che ha il compito di ristabilire lo status quo. Magari Galactus, appunto. Magari la cura è stata peggiore della malattia.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 27 Aprile 2019, 14:32:44
Innanzitutto grazie a tutti voi per la bellissima discussione che state portando avanti su un argomento molto delicato e a quanto vedo poco chiaro a tutti.
Parliamo del film: personalmente non mi è piaciuto così tanto e non ha soddisfatto le mie aspettative. Rimane un buon film ma non una degna conclusione del MCU. Parte nei primi 5/10 minuti spiazzando tutti ma poi si perde per poi riprendersi sul finale. Ci sono diversi buchi di trama e in questo film le gag e le battute sono state troppo fuori luogo. Capisco che in sala con molti bambini/ragazzini le risate non mancavano e alla Disney è questo che importa però non trovo giusto riempire il tuo film definitivo che, visto Infinity War, doveva avere una certa drammaticità, il tutto per accontentare i ragazzini.

mettere Fortnite non ha senso, da fastidio ed è fuori luogo. Far dire alla madre di tutti una frase come "mangia più insalata" non fa ridere ed è assolutamente evitabile

A parte queste che sono opinioni personali bisogna parlare sicuramente di alcuni aspetti positivi e negativi del film (Spoiler da aprire solo dopo visione del film)

le morti di Vedova Nera (inaspettata) e di Iron Man (già più telefonata) sono giuste perché comunque qualcuno doveva morire alla fine di tutti questi film. Trovo anche giusto che sia stato Iron Man a sacrificarsi perché tutto è iniziato da lui, nonostante in ogni film Avengers sia sempre lui a cercare di sacrificarsi ho trovato pienamente corretto farlo morire ora dopo che aveva raggiunto il suo obiettivo: mettere su famiglia. La morte di Vedova Nera è inaspettata e ti stupisce, non è una morte ad effetto ma fa il suo dovere.
Anche Cap vecchio lo considero come "morte" o comunque come uscita di scena e alla fine è giusto così. La fase 3 finisce e i due protagonisti di questo MCU danno il loro addio.
Capitan Marvel è un grosso punto di domanda invece. L'hai annunciata alla fine di Infinity War come se fosse la salvatrice del mondo, nella scena extra del suo film la fai tornare sulla terra, e offscreen scopre che Iron Man è nello spazio mezzo morto, e all'inizio di Endgame lo va a salvare. Tutto questo casino, l'introduzione di un nuovo pg alla fine del culmine del MCU per salvare una navicella spaziale? Per me è un grande no. Ok non farla diventare la protagonista di Endgame perché non sarebbe stato giusto nei confronti dei pg con cui abbiamo vissuto tutti questi anni, ma così è stata assolutamente inutile l'averla introdotta.

Il vero grande problema di questo film (oltre quche buco di trama o qualche momento no sense come il topo) è uno solo: i viaggi nel tempo. È un discorso troppo complesso e complicato e nessuno nel film, se non l'Antico, parla delle conseguenze. Stando a quanto ci viene detto dal film rimettendo le gemme a posto una volta prelevate la linea temporale resta invariata ma se così fosse perché Nebula del presente non muore dopo aver ucciso la Nebula del passato? È chiaro come ovviamente invece vi siano molteplici linee temporali: nel presente Thanos è morto e le gemme sono distrutte, nel passato Thanos è morto nel futuro e le gemme sono ancora esistenti ma se per gli Avengers del passato gli eventi di Infinity War non sono mai accaduti per gli Avengers del presente invece si. Cap per esempio alla fine del film torna indietro nel tempo per sistemare le gemme e quindi impedire alle nuove linee temporali di collassare. Però lui torna e si stabilisce nel 1970 per stare con Peggy. Questo è un paradosso, il Cap del presente che va a vivere nel passato. In quella realtà ci dovrebbe già essere un Cap e nel caso fosse una realtà con Cap morto aver messo il nostro Cap non ha senso. Anche in questo caso però nulla viene spiegato.
Il discorso linee temporali/realtà alternative è veramente complesso e qualche minuto in più per spiegarne le conseguenze sarebbe stato carino spenderlo.

Detto ciò il film fa il suo dovere, chiude la fase 3 e resta comunque diversi gradini sotto Infinity War che rimane al primo posto nella classifica dei film Marvel personalmente.
Un complimenti comunque ai fratelli Russo per tutto il lavoro svolto in questi anni.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk



Non ho capito
Perché la battuta sull'insalata e fortnite non è divertente e fuori luogo
Perché per miei gusti personali non ho trovato queste gag divertenti ma al contrario abbastanza demenziali e di conseguenza fuori luogo. Ovviamente è una mia impressione. Con quella dell'insalata tutta la sala si è messa a ridere.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
Così come la reiterata gag di Thor.
Sottoscrivo col sangue.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 14:37:37
Secondo me
i viaggi nel tempo non verranno più ripresi e forse neanche più accennati, quindi non esisteranno più questi tipi di problemi. Quello che nessuno sta dicendo è quanto fa strano che tutti i prossimi film del MCU saranno ambientati nel 2023.
Che intendi per
"strano"? A me alla fine non è che cambi molto, semplicemente trovavo molto semplice ed intuitivo il fatto che un film fosse ambientato esattamente quando è uscito, rendeva il tutto più fruibile... Mentre vedere le cose ambientate nel futuro... Non cambia niente a livello di narrazione eh, però si crea un po' di distacco con lo spettatore che forse era bene non perdere.
Per me a questo punto
il film sugli Eterni potrebbe avere una valenza gigantesca. Potrebbe mostrarci le fondamenta dell'universo Marvel. Se davvero Wanda torna indietro e recupera Visione, se davvero in qualche modo Gamora e/o Vedova Nera tornano in vita, a qualcuno potrebbe non fare piacere. Magari introducono un'ingannata Lady Morte, Eternità e ci mostrano come le azioni dei vendicatori di fatto abbiano spianato la strada a un'altra entità gigantesca che ha il compito di ristabilire lo status quo. Magari Galactus, appunto. Magari la cura è stata peggiore della malattia.
Mmmmmm... hai stuzzicato la mia immaginazione. Io spero con tutto il cuore
che ciò che è successo in Endgame non venga in nessun modo modificato mai più. Ci sarebbe un rischio veramente troppo forte di incasinare tanto tanto le cose. Vedova Nera vorrei rimanesse morta. Gamora non capisco: come mai ti chiedi se tornerà in vita? Io avevo capito che ora fosse in circolazione la Gamora del 2014 visitato da Nebula...

A me piacerebbe da impazzire un arrivo di Galactus. Però per Galactus sarebbe carino introdurre almeno una serie di film sui Fantastici 4 che siano decenti magari  :asd: impresa molto più ardua dei viaggi nel tempo di Endgame  :stralol:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 27 Aprile 2019, 14:57:42
Secondo me
i viaggi nel tempo non verranno più ripresi e forse neanche più accennati, quindi non esisteranno più questi tipi di problemi. Quello che nessuno sta dicendo è quanto fa strano che tutti i prossimi film del MCU saranno ambientati nel 2023.
Probabilmente avremo una sfliza di prequel da qui fino al 2024, insomma piano piano recuperano tutto. :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Arkin Torsen - 27 Aprile 2019, 15:04:13
Tony, Thor, Steve, Nat, Clint, Bruce, Thanos e tutti gli altri...vi amo tremila!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 15:05:17
Tony, Thor, Steve, Nat, Clint, Bruce, Thanos e tutti gli altri...vi amo tremila!
:dowson:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 15:06:53
Secondo me
i viaggi nel tempo non verranno più ripresi e forse neanche più accennati, quindi non esisteranno più questi tipi di problemi. Quello che nessuno sta dicendo è quanto fa strano che tutti i prossimi film del MCU saranno ambientati nel 2023.
Che intendi per
"strano"? A me alla fine non è che cambi molto, semplicemente trovavo molto semplice ed intuitivo il fatto che un film fosse ambientato esattamente quando è uscito, rendeva il tutto più fruibile... Mentre vedere le cose ambientate nel futuro... Non cambia niente a livello di narrazione eh, però si crea un po' di distacco con lo spettatore che forse era bene non perdere.
Per me a questo punto
il film sugli Eterni potrebbe avere una valenza gigantesca. Potrebbe mostrarci le fondamenta dell'universo Marvel. Se davvero Wanda torna indietro e recupera Visione, se davvero in qualche modo Gamora e/o Vedova Nera tornano in vita, a qualcuno potrebbe non fare piacere. Magari introducono un'ingannata Lady Morte, Eternità e ci mostrano come le azioni dei vendicatori di fatto abbiano spianato la strada a un'altra entità gigantesca che ha il compito di ristabilire lo status quo. Magari Galactus, appunto. Magari la cura è stata peggiore della malattia.
Mmmmmm... hai stuzzicato la mia immaginazione. Io spero con tutto il cuore
che ciò che è successo in Endgame non venga in nessun modo modificato mai più. Ci sarebbe un rischio veramente troppo forte di incasinare tanto tanto le cose. Vedova Nera vorrei rimanesse morta. Gamora non capisco: come mai ti chiedi se tornerà in vita? Io avevo capito che ora fosse in circolazione la Gamora del 2014 visitato da Nebula...

A me piacerebbe da impazzire un arrivo di Galactus. Però per Galactus sarebbe carino introdurre almeno una serie di film sui Fantastici 4 che siano decenti magari  :asd: impresa molto più ardua dei viaggi nel tempo di Endgame  :stralol:
Appunto !

Gamora ha ingannato la morte, e addirittura una Gemma. È morta e viva nello stesso tempo. Io non credo che sia qualcosa che l'Universo e in particolare le Entità che lo regolano possono sopportare. Noi stiamo pensando al film della Vedova Nera come un prequel...scena dopo i titoli di coda, Occhio di Falco va da Nat e dice ""seguimi se vuoi vivere" e la porta nel futuro (che per Clint è il passato) come con Gamora...Wanda va a prendere Visione e finiscono a vivere negli anni Cinquanta... c'è la questione di Loki che si teletrasporta con una gemma mentre l'Antico consegna la propria a Hulk, quindi esiste una realtà (quella si parallela) dove tutte le gemme non sono insieme nello stesso momento...conta poco che Cap sia andato a riportarle, il passato non si può cambiare come ben sappiamo. Paradossalmente possono tornare tutti in vita, magari negli Eterni ci mostrano pure Lady Morte ed Eternità...ci fanno capire nel corso degli anni che puoi solo rimandare quel destino, non evitarlo del tutto. Per me il casino inizia ora...

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 27 Aprile 2019, 15:11:12
Ragionandoci sopra Steve si trova sulla panchina invece che sulla piattaforma non per esigenza scenica ma perché ha rivisutto una vita con Peggy e si è presentato lì con lo scudo perché sapeva in quale giorno presentarsi

Cmq non posso fare a meno di pensare alcune cose ridicole che accompagnano questi film:

1) il nuovo costume per la nuova battaglia, ve lo immaginate Cap dal sarto dello Shield? Buongiorno Cap! Come lo vogliamo oggi?


2) tutti parlano la stessa lingua

3) si capiscono e rispondono a km di distanza

4) tutti respirano senza problemi su altri pianeti, Cap, Clinton, Natasha ecc
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Arkin Torsen - 27 Aprile 2019, 15:12:45
Nessuno fa la cacca, la pipì, nessuno fa mai sesso, tutti mangiano e bevono poco...
Ma che discorsi sono? :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 27 Aprile 2019, 15:13:04
La serie WandaVision avrà l'estetica degli anni '50.
Molti siti sembrano aver tradotto male  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: zavits - 27 Aprile 2019, 15:19:33
Non per fare polemica ma i film della DC sono stati massacrati per molto meno che la coerenza interna del plot.
Film da 6 1/2 - 7, c'è molto, TROPPO, dal fan service all'umorismo becero e infilato ovunque che è ormai un tratto distintivo dei film MCU. Thor è stato ridicolizzato del tutto (qualcuno si ricorda ancora quando si parlava di "dramma shakespiriano" nel primo Thor di Branagh...maledetto marketing!), la Vedova Nera non è mai stata il mio personaggio preferito e le numerose interpretazioni della Johansson non hanno aiutato in questo senso (ma gli americani l'empowerment femminile lo intendono così, devi essere più cazzuta del più cazzuto degli uomini ma anche più sensibile e genersoa quando serve), Captain Marvel figurina inutile, in pratica le uniche storyline con un compimento al servizio dei bravi Evans e Downey sono quelle di Cap e Tony Stark che dannò, in pratica, l'addio ai loro personaggi (io quando ho visto Cap con il Mjolnir e lo scudo non ho fatto a meno di pensare al SUperman di JLA/Avengers di Busiek e Perez, che volete farci!).
Non mi è piaciuto il percorso di Occhio di Falco, non mi è piaciuta la rappresentazione di Hulk/Banner, fin da Thor 3 (urghh!) mi è sembrato ridicolo il peso e l'importanza data a "Valkyria", l'esercito anonimo di Thanos continua a farsi battere da civili disorganizzati, compresi gli accoliti del boss, Thanos stesso si rivela un villain banderuola con il suo cambio di piano (Steppenwolff grida vendetta...), l'Antico che un momento prima sembra onnisciente poi si lascia convincere a cedere l'occhio di Agamotto (ma se il flusso temporale è unico sapeva che si poteva "sfilare" via una gemma e Banner che si poteva rimettere a posto? Comics science....forse? :hmm:)...tra l'altro prima l'Antico era irremovibile a non rischiare la propria realtà poi dopo lo spiega-e-mostra di Hulk tutto ok, come Stark d'altronde che cambia idea semplicemente perché dimostra che...si può fare! Ma che centra!? Prima dici di volerti dedicare alla tua famiglia e tua figlia poi... :up: mah!
Il più coerente alla fine è Ant-Man con le sue idee bislacche ma piene di speranza nel voler rimettere le cose a posto solo continuo a non capire come possa essere più invulnerabile di Banner, manco una pioggia di missili in faccia gli ha fatto qualcosa!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 27 Aprile 2019, 15:23:40
Non per fare polemica ma i film della DC sono stati massacrati per molto meno che la coerenza interna del plot.
Film da 6 1/2 - 7, c'è molto, TROPPO, dal fan service all'umorismo becero e infilato ovunque che è ormai un tratto distintivo dei film MCU. Thor è stato ridicolizzato del tutto (qualcuno si ricorda ancora quando si parlava di "dramma shakespiriano" nel primo Thor di Branagh...maledetto marketing!), la Vedova Nera non è mai stata il mio personaggio preferito e le numerose interpretazioni della Johansson non hanno aiutato in questo senso (ma gli americani l'empowerment femminile lo intendono così, devi essere più cazzuta del più cazzuto degli uomini ma anche più sensibile e genersoa quando serve), Captain Marvel figurina inutile, in pratica le uniche storyline con un compimento al servizio dei bravi Evans e Downey sono quelle di Cap e Tony Stark che dannò, in pratica, l'addio ai loro personaggi (io quando ho visto Cap con il Mjolnir e lo scudo non ho fatto a meno di pensare al SUperman di JLA/Avengers di Busiek e Perez, che volete farci!).
Non mi è piaciuto il percorso di Occhio di Falco, non mi è piaciuta la rappresentazione di Hulk/Banner, fin da Thor 3 (urghh!) mi è sembrato ridicolo il peso e l'importanza data a "Valkyria", l'esercito anonimo di Thanos continua a farsi battere da civili disorganizzati, compresi gli accoliti del boss, Thanos stesso si rivela un villain banderuola con il suo cambio di piano (Steppenwolff grida vendetta...), l'Antico che un momento prima sembra onnisciente poi si lascia convincere a cedere l'occhio di Agamotto (ma se il flusso temporale è unico sapeva che si poteva "sfilare" via una gemma e Banner che si poteva rimettere a posto? Comics science....forse? :hmm:)...tra l'altro prima l'Antico era irremovibile a non rischiare la propria realtà poi dopo lo spiega-e-mostra di Hulk tutto ok, come Stark d'altronde che cambia idea semplicemente perché dimostra che...si può fare! Ma che centra!? Prima dici di volerti dedicare alla tua famiglia e tua figlia poi... :up: mah!
Il più coerente alla fine è Ant-Man con le sue idee bislacche ma piene di speranza nel voler rimettere le cose a posto solo continuo a non capire come possa essere più invulnerabile di Banner, manco una pioggia di missili in faccia gli ha fatto qualcosa!
Se penso alle critiche mosse a BvS dopo aver visto questo film...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: zavits - 27 Aprile 2019, 15:30:17
Citazione
Se penso alle critiche mosse a BvS dopo aver visto questo film...
quando il MCU ha in pratica
posto le basi per un multiverso DC pre-crisi con questo Endgame...ripeto, non per fare polemiche ma qui, forum dei DC leaguers, leggo spiegoni su spiegoni su come vanno interpretati i viaggi temporali, le leggi dell'Universo Marvel e chi più ne ha più ne metta, là tutti a ironizzare sull'episodio del nome Martha quando il FILM SI APRIVA CON LA MORTE DEI GENITORI DI BRUCE WAYNE!!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 15:37:57
Comunque tre anni sono tantissimi.
Io in generale vedo una critica e un pubblico molto più rilassati nell'analisi di questa tipologia di film.
Cioè è vero che il world building inteso come partire da storie individuali per fare l'Evento macro ha il suo perché, in termini di capacità di assorbimento di determinati temi...però per me è anche una questione di maturità del pubblico. Anche lo stesso universo Marvel è cresciuto in termini di maturità e qualità delle produzioni, rivisti oggi i primi due Vendicatori, soprattutto il primo, sembrano degli sbrilluccicanti fossili... probabilmente la colpa della DC è stata quella del volere introdurre troppe cose e troppo presto, fornendo una visione degli eroi (che io ho adorato eh) marcatamente decostruzionista. Era troppo avanti rispetto al proprio pubblico, insomma...fermo restando ciò, sono convintissimo che robe come Marthaaa oggi avrebbero molto meno impatto mediatico, non è solo una questione di Marvelfag-ismi, è che proprio la gente inizia a farsi una ragione se l'MVP di Endgame è...
un ratto
, il più grande Deus ex di tutti i tempi.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 16:00:21
A me sembra che, a differenza di tutte le altre saghe e di tutti gli altri franchise, l'MCU si possa ormai permettere di fare ciò che vuole. Il successo di Endgame al botteghino era scritto nella pietra sin da quando ci siamo alzati dalla poltroncina del cinema alla fine di Infinity War. E a me sembra ancora lunga la strada per estinguere questo fenomeno culturale. Sono sicuro che Spider-Man Far From Home lo andranno a vedere molte più persone del primo Homecoming, per il semplice fatto che chiunque vorrà sapere qualcosina da aggiungere al finale di Endgame. Ormai è come una macchina che si autoalimenta da sola, e di questo va dato atto allo straordinario lavoro che hanno fatto ai Marvel Studios.

L'unica incognita è se non si siano bruciati con questo Endgame gli assi che avevano nelle maniche. Il salto nel buio sarà capire se
le morti di Tony e Nat e l'abbandono di Cap non creeranno una voragine negli spettatori.
Secondo me hanno conquistato così tanta fiducia nel pubblico che giocandosi bene le proprie carte riusciranno a fare una nuova saga altrettanto seguita. Certo è che si tratta di un'impresa molto molto complicata, visto che questo Thanos era così perfetto che ho difficoltà ad immaginare un villain che crei presupposti migliori.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 27 Aprile 2019, 16:22:09
Ma secondo voi faranno nuove saghe? Perché per come la vedo io, con questo Endgame finisce anche la trama orizzontale di tutto il MCU, che ora continuerà solo con standalone e forse qualche comparsata di altri personaggi qua e là. Insomma, secondo me non ci sarà più quel collegamento fra i vari film, come visto finora, certo un film introdurrà l'altro e così via, ma non ci sarà più "l'eventone".
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 16:48:29
Ma secondo voi faranno nuove saghe? Perché per come la vedo io, con questo Endgame finisce anche la trama orizzontale di tutto il MCU, che ora continuerà solo con standalone e forse qualche comparsata di altri personaggi qua e là. Insomma, secondo me non ci sarà più quel collegamento fra i vari film, come visto finora, certo un film introdurrà l'altro e così via, ma non ci sarà più "l'eventone".
Ci sono ancora troppi troppi troppi personaggi da poter sfruttare e villains molto interessanti da poter introdurre. Secondo me ormai la struttura a saghe caratteristica dei fumetti è parte integrante e necessaria della struttura dell'MCU. Se non continueranno su questa scia possono tranquillamente dire addio a tutto ciò a cui hanno lavorato. Manca ancora tantissimo da esplorare e a cui attingere dei fumetti... La popolarità dell'MCU secondo me si spartisce in parti uguali al gradimento per la trama orizzontale e alla qualità di intrattenimento dei singoli film. Ormai però il successo della saga nella sua interezza è stato talmente enorme che la trama orizzontale è parte ineliminabile... Si è creato uno zoccolo duro di spettatori che sicuramente amano questa narrazione.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 16:53:59
Ma sicuramente ci saranno ancora gli eventoni, ci sarà una nuova formazione di Avengers con nuovi leader. Poco ma sicuro.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 16:58:46
Ma sicuramente ci saranno ancora gli eventoni, ci sarà una nuova formazione di Avengers con nuovi leader. Poco ma sicuro.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
anche a me sembra praticamente certa come cosa...

Comunque continuo a vedere su internet un sacco di ragionamenti
sulle realtà alternative e su questo fatto del passato che modifica il futuro... A quanto pare non tutti riescono a fare a meno di entrambi i concetti :ph34r: come se fossero le uniche due opzioni di viaggio nel tempo e una fosse complementare all'altra :asd: purtroppo forse i tantissimi film sui viaggi nel tempo hanno fatto da imprinting in modo indelebile agli spettatori... Io non so che dire: a me sembrava chiaro dal momento in cui doc Hulk spiega come il passato non alteri il presente, ma non parla mai di multiverso o di realtà parallele! E poi il colpo di grazia lo dà l'Antico quando spiega lei stessa il concetto di "realtà alternativa", che non accomuna in nessun momento al viaggio che stanno facendo gli Avengers nel tempo :nono:... Poi questo maledetto fatto che Cap compaia sulla panchina invece che sulla piattaforma non ha fatto altro che incasinare ancora di più le cose... Sarebbe bastato metterci, che so io, un rumore tipo *swoooosh* che facesse capire che comunque è tornato per effetto della macchina del tempo e non semplicemente avendo "vissuto" nel suo passato...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 27 Aprile 2019, 16:59:20
Ma sicuramente ci saranno ancora gli eventoni, ci sarà una nuova formazione di Avengers con nuovi leader. Poco ma sicuro.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk


 :quoto:, anche perché mi pare di aver capito che
ci sono state poche morti, e di conseguenza i sopravvissuti andranno a comporre (presumo) la nuova formazione degli Avengers, una sorta di New Avengers di Bendis.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: John Constantine - 27 Aprile 2019, 17:34:51
 
Ragionandoci sopra Steve si trova sulla panchina invece che sulla piattaforma non per esigenza scenica ma perché ha rivisutto una vita con Peggy e si è presentato lì con lo scudo perché sapeva in quale giorno presentarsi

Cmq non posso fare a meno di pensare alcune cose ridicole che accompagnano questi film:

1) il nuovo costume per la nuova battaglia, ve lo immaginate Cap dal sarto dello Shield? Buongiorno Cap! Come lo vogliamo oggi?


2) tutti parlano la stessa lingua

3) si capiscono e rispondono a km di distanza

4) tutti respirano senza problemi su altri pianeti, Cap, Clinton, Natasha ecc
Lo Shield ha davvero un sarto, compare in una storia di Steranko. Per il resto sono le solite problematiche che si glissano in questo genere di storie.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 17:36:43
A me più che altro pare strano come tutti si stiano focalizzando sulla storia di Cap, quando il reale punto debole della sceneggiatura è
Nebula con le sue memorie. Se il passato è chiuso, tomba, kaputt, non c'è reale collegamento tra i vari sé, come fa la Nebula del passato ad avere memorie della Nebula del futuro ? Significa che c'è comunque interconnessione tra i piani temporali, che anche quello che non hai personalmente "vissuto" in qualche modo ti appartiene, che la percezione dei ricordi viene alterata ed è in effetti quello che le accade con uno sfasamento software/hardware. Un gigantesco deus ex che serve a condurre la trama dal punto A al punto B e a portare Thanos alla battaglia finale, altrimenti avevano preso le gemme e bon.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 27 Aprile 2019, 18:07:09
Ragionandoci sopra Steve si trova sulla panchina invece che sulla piattaforma non per esigenza scenica ma perché ha rivisutto una vita con Peggy e si è presentato lì con lo scudo perché sapeva in quale giorno presentarsi

Cmq non posso fare a meno di pensare alcune cose ridicole che accompagnano questi film:

1) il nuovo costume per la nuova battaglia, ve lo immaginate Cap dal sarto dello Shield? Buongiorno Cap! Come lo vogliamo oggi?


2) tutti parlano la stessa lingua

3) si capiscono e rispondono a km di distanza

4) tutti respirano senza problemi su altri pianeti, Cap, Clinton, Natasha ecc


Non pretendere la realisticità totale in un film di supereroi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 18:09:48
A me più che altro pare strano come tutti si stiano focalizzando sulla storia di Cap, quando il reale punto debole della sceneggiatura è
Nebula con le sue memorie. Se il passato è chiuso, tomba, kaputt, non c'è reale collegamento tra i vari sé, come fa la Nebula del passato ad avere memorie della Nebula del futuro ? Significa che c'è comunque interconnessione tra i piani temporali, che anche quello che non hai personalmente "vissuto" in qualche modo ti appartiene, che la percezione dei ricordi viene alterata ed è in effetti quello che le accade con uno sfasamento software/hardware. Un gigantesco deus ex che serve a condurre la trama dal punto A al punto B e a portare Thanos alla battaglia finale, altrimenti avevano preso le gemme e bon.
Bhe questo è ad esempio un punto da capire bene per davvero... Come dici te non è legato
a delle incomprensioni dei viaggi del tempo, ma è un vero e proprio mistero. Fauce D'Ebano dice a Thanos, quando il titano gli chiede di mostrargli il file di memoria di Nebula: "Il file sembra ingarbugliato. C'è una memoria ma non è la sua. Un'altra coscienza condivide la sua rete, un'altra Nebula. [...] Questo duplicato ha una marcatura temporale di 9 anni nel futuro". Non penso esista un'interconnessione fra i piani temporali per ogni viaggiatore del tempo... E' come se esclusivamente la tecnologia di Nebula consentisse un simile fenomeno, una sorta di "entanglement" quantistico.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 27 Aprile 2019, 18:16:53
Bhe questo è ad esempio un punto da capire bene per davvero... Come dici te non è legato
a delle incomprensioni dei viaggi del tempo, ma è un vero e proprio mistero. Fauce D'Ebano dice a Thanos, quando il titano gli chiede di mostrargli il file di memoria di Nebula: "Il file sembra ingarbugliato. C'è una memoria ma non è la sua. Un'altra coscienza condivide la sua rete, un'altra Nebula. [...] Questo duplicato ha una marcatura temporale di 9 anni nel futuro". Non penso esista un'interconnessione fra i piani temporali per ogni viaggiatore del tempo... E' come se esclusivamente la tecnologia di Nebula consentisse un simile fenomeno, una sorta di "entanglement" quantistico.

Infatti è così, praticamente l'architettura "cybertronica" di Nebula la rende speciale. Il che rende il tutto un deus ex per andare dal punto A al punto B della storia, e sinceramente uno dei punti più bassi del film.
Per me il materiale di Nebula è la debolezza dell'intera pellicola, perché tra l'altro
non mi è chiaro nemmeno come faccia a far arrivare il padre nel 2023. Se ognuno aveva due fiale di particelle Pym come mi è parso di capire, una per andare e l'altra per tornare e lei consegna la sua a Thanos, come fa ad andare indietro ? A Rhodes non viene il dubbio che qualcosa non sia andato per il verso giusto visto che verosimilmente arriva dopo di lui (non c'è sulla piattaforma con gli altri quando tutti tornano, tra l'altro contemporaneamente ?) essendosi trattenuta di più ? Come fa Thanos a portare una flotta intera con una sola particella, la replica improvvisamente "off screen" ? Mi è sfuggito qualche dettaglio ?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 27 Aprile 2019, 18:47:31
Sul finale:
Come l'avete presa la  mini "unione" delle woman del MCU?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Arkin Torsen - 27 Aprile 2019, 19:03:05
Sul finale:
Come l'avete presa la  mini "unione" delle woman del MCU?

Piacevole!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 27 Aprile 2019, 19:12:49
Sul finale:
Come l'avete presa la  mini "unione" delle woman del MCU?

Piacevole!

Idem,però avrei preferito che non dessero una mano a
C.M
già OP ma a
Wanda
,l'unica a mettere veramente in difficoltà il titano.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 27 Aprile 2019, 19:23:43
Ma sicuramente ci saranno ancora gli eventoni, ci sarà una nuova formazione di Avengers con nuovi leader. Poco ma sicuro.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
da quel che ho capito io credo che metteranno da parte i Vendicatori, hanno tantissimi personaggi che continueranno con i loro standalone e soprattutto F4 e X-Men da lanciare, dove starebbe più lo spazio per gli Avengers?
Inoltre per saga, prima intendevo proprio un filone narrativo principale, non le saghe dei vari personaggi, che ovviamente sono separati, a parte le solite comparsate varie in film diversi.

I sopravvissuti
saranno i protagonisti delle serie tv Disney+, e chi li vede più al cinema. E poi non credo che farebbero un film su una formazione composta da Strange, Black Panther, Spidey e Cap Marvel, oddio, potrebbero farlo, ma non sarebbero Avengers.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: pumui75 - 27 Aprile 2019, 19:24:15
attenti a non spifferare troppo !!

https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/ (https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 27 Aprile 2019, 19:25:47
attenti a non spifferare troppo !!

https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/ (https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/)

he deserved it!!!  :D
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 27 Aprile 2019, 19:35:05
A me più che altro pare strano come tutti si stiano focalizzando sulla storia di Cap, quando il reale punto debole della sceneggiatura è
Nebula con le sue memorie. Se il passato è chiuso, tomba, kaputt, non c'è reale collegamento tra i vari sé, come fa la Nebula del passato ad avere memorie della Nebula del futuro ? Significa che c'è comunque interconnessione tra i piani temporali, che anche quello che non hai personalmente "vissuto" in qualche modo ti appartiene, che la percezione dei ricordi viene alterata ed è in effetti quello che le accade con uno sfasamento software/hardware. Un gigantesco deus ex che serve a condurre la trama dal punto A al punto B e a portare Thanos alla battaglia finale, altrimenti avevano preso le gemme e bon.
Oddio in realtà bisognerebbe focalizzarsi soprattutto sul fatto che
senza il topo non ci sarebbe stato alcun film  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 19:36:18
Infatti è così, praticamente l'architettura "cybertronica" di Nebula la rende speciale. Il che rende il tutto un deus ex per andare dal punto A al punto B della storia, e sinceramente uno dei punti più bassi del film.
Per me il materiale di Nebula è la debolezza dell'intera pellicola, perché tra l'altro
non mi è chiaro nemmeno come faccia a far arrivare il padre nel 2023. Se ognuno aveva due fiale di particelle Pym come mi è parso di capire, una per andare e l'altra per tornare e lei consegna la sua a Thanos, come fa ad andare indietro ? A Rhodes non viene il dubbio che qualcosa non sia andato per il verso giusto visto che verosimilmente arriva dopo di lui (non c'è sulla piattaforma con gli altri quando tutti tornano, tra l'altro contemporaneamente ?) essendosi trattenuta di più ? Come fa Thanos a portare una flotta intera con una sola particella, la replica improvvisamente "off screen" ? Mi è sfuggito qualche dettaglio ?
Allora, ho rivisto qualche scena e posso dirti
intanto che la Nebula del 2014 torna insieme a tutti gli altri sulla piattaforma nel 2024... Rhodes torna "prima" nel senso che dal punto di vista della Nebula del 2014 lui è già partito quando lei ha questo "inceppamento" e viene rapita da Thanos, però a tutti gli effetti la Nebula del 2014 torna allo stesso istante temporale del 2024 a cui è andato Rhodes. Quindi questo fatto onestamente mi torna. In due istanti temporali diversi (dai loro punti di vista) tornano allo stesso identico del 2024.

Il problema delle fiale è invece un bel problema: non ho veramente idea di come torni indietro la nave di Thanos. E' come se Thanos e i suoi trovassero il modo, avendo a disposizione una sola fiala, di produrre altre particelle Pym per Nebula e per tutta la nave. Tutto questo avviene off-screen, però noi non sappiamo effettivamente nel 2014 quanto tempo è passato fra il rapimento della Nebula del 2024 e la partenza dell'intera flotta di Thanos. Doc Hulk alla fine quando Sam gli chiede "quanto tempo servirà?" per il viaggio di Cap gli risponde "per lui il tempo che ci vuole, per noi 5 secondi". Questo lascia intendere che la macchina del tempo costruita da Tony e Banner semplicemente segue la marcatura temporale di un soggetto e apre un portale... Poi sta al viaggiatore decidere quando tornare, e quanto tempo trascorrere nella realtà in cui và. In quei 5 secondi del 2024 Cap avrebbe potuto trascorrere 10 ore nei vari passati a rimettere a posto le gemme, oppure 30 anni vivendo con Carter (come ha fatto). Magari Thanos del 2014 ha aspettato dei mesi prima di far tornare Nebula nel 2024... Questo non lo sappiamo. Certo una specifica sarebbe stata una buona cosa. Ovviamente il viaggio di Cap alla fine è reso possibile dal fatto che nel 1970 avevano già preso un sacco di fiale dal laboratorio di Pym... Però come abbia fatto il Thanos del 2014 resta un mistero.

Diciamo che sempre in linea totalmente ipotetica avrebbe potuto andare sulla Terra a distruggere tutto per prendersi altre fiale da Pym  :asd: è tutto possibile 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 27 Aprile 2019, 22:52:25
Io oltre a non aver digerito la morte di Tony Stark non ho digerito nemmeno come i Russo hanno fatto di tutto per arrivarci. Nel senso, possibile che in Infinity War a momenti gli strappavano il guanto, mentre qui, che è senza guanto, non sono in grado di farlo fuori nemmeno unendo le forze? Voglio dire, Thor con Mjolnir + Stormbreaker (anche se panzone), Cap, Iron Man e a un certo punto anche Capitan Marvel, quella che taglia le astronavi come se fossero burro. Ok che Thanos è forte, ma per come hanno costruito Capitan Marvel doveva bastare solo lei per mettere fuori gioco il Mad Titan, dai. Poi Tony Stark, così intelligente (in pratica E dgame lo ha portato avanti da solo) non poteva staccare una pietra e usarne solo alcune per mettere fuori gioco Thanos? Per distruggere stelle e scagliarle verso lui e la sua armata non servivano tutte le gemme, e Iron Man dovrebbe saperlo molto bene visto che c'era sotto in Infinity War. Così facendo avrebbe evitato di suicidarsi direi.

Tutto molto, troppo forzato per la sua dipartita che, a differenza di come dicono in molti, non è stata per niente epica. Quella frase "Io sono Iron Man" detta con quel tono come a dire "potevo starmene a casa con la mia famiglia" lo fa passare per uno sfigato e basta.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 27 Aprile 2019, 23:34:58
Io oltre a non aver digerito la morte di Tony Stark non ho digerito nemmeno come i Russo hanno fatto di tutto per arrivarci. Nel senso, possibile che in Infinity War a momenti gli strappavano il guanto, mentre qui, che è senza guanto, non sono in grado di farlo fuori nemmeno unendo le forze? Voglio dire, Thor con Mjolnir + Stormbreaker (anche se panzone), Cap, Iron Man e a un certo punto anche Capitan Marvel, quella che taglia le astronavi come se fossero burro. Ok che Thanos è forte, ma per come hanno costruito Capitan Marvel doveva bastare solo lei per mettere fuori gioco il Mad Titan, dai. Poi Tony Stark, così intelligente (in pratica E dgame lo ha portato avanti da solo) non poteva staccare una pietra e usarne solo alcune per mettere fuori gioco Thanos? Per distruggere stelle e scagliarle verso lui e la sua armata non servivano tutte le gemme, e Iron Man dovrebbe saperlo molto bene visto che c'era sotto in Infinity War. Così facendo avrebbe evitato di suicidarsi direi.

Tutto molto, troppo forzato per la sua dipartita che, a differenza di come dicono in molti, non è stata per niente epica. Quella frase "Io sono Iron Man" detta con quel tono come a dire "potevo starmene a casa con la mia famiglia" lo fa passare per uno sfigato e basta.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
Mi sa che sto film lo hai visto solo te  :asd: scherzo eh! Però oggettivamente
in Infinity War riescono, come dici te, quasi a strappargli il guanto, NON a ferirlo o comunque a sconfiggerlo fisicamente. Ti ricordo che in IW in tutta quella battaglia gli fanno un graffietto sulla guancia. E ti ricordo anche che in IW, senza usare alcuna gemma, Thanos spacca il culo a Hulk in 30 secondi (e Hulk non è che sia uno facile da "calmare"). Insomma in tutto IW Thanos spacca i culi e basta senza subire nessun danno... Ripeto togliergli il guanto è un conto, ed è vero che ci stavano riuscendo, però pensare che poi senza il guanto sarebbe stato battuto facilmente è un altro discorso....

Io in ogni caso penso che Tony non avrebbe potuto usare neanche una o due gemme in modo significativo senza morire. Ti ricordo che usare le gemme è anche questione di saperle usare e di potere mentale oltre che fisico: Visione possedeva una gemma dell'infinito e nonostante ciò non è riuscito a impedire a 4 scemi di prendere il Quinjet in Civil War (battaglia all'aeroporto). Nonostante avesse una gemma potentissima, la riusciva a usare solo ed esclusivamente per sparare dei raggi di energia... Per dire non è riuscito neanche a mettere al tappeto i due scagnozzi di Thanos che erano andati a Edimburgo a prendergli la gemma. Al contrario Thanos anche solo con una gemma riesce a fare il panico più totale. E a parte il fatto di saper usare le gemme, c'è anche il fatto che probabilmente Tony non sarebbe riuscito a usarne neanche una: pensa al fatto che la gemma del potere è stata nelle mani dei Guardiani della Galassia per pochi secondi rischiando di distruggerli (come la serva del Collezionista). E ti ricordo che nei Guardiani c'è Peter che è figlio di un Celestiale, Groot che è iper-resistente e fortissimo, Drax che pure lui ha la pellaccia molto più "dura" di Tony... Insomma sono esseri con abilità fisiche molto superiori a quelle di un comune umano. Ricordo infatti che Tony è, per quanto intelligente ecc, un comunissimo umano. Nessun superpotere...

Comunque questa visione in cui il finale di Tony è da "sfigato e basta" la trovo veramente bislacca come minimo  :asd: è sfigato per aver salvato tutto l'universo per come lo conosciamo? Per essere riuscito ad attuare l'unico scenario su 14 milioni in cui Thanos viene sconfitto? 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 28 Aprile 2019, 00:01:17
Ma sicuramente ci saranno ancora gli eventoni, ci sarà una nuova formazione di Avengers con nuovi leader. Poco ma sicuro.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
da quel che ho capito io credo che metteranno da parte i Vendicatori, hanno tantissimi personaggi che continueranno con i loro standalone e soprattutto F4 e X-Men da lanciare, dove starebbe più lo spazio per gli Avengers?
Inoltre per saga, prima intendevo proprio un filone narrativo principale, non le saghe dei vari personaggi, che ovviamente sono separati, a parte le solite comparsate varie in film diversi.

I sopravvissuti
saranno i protagonisti delle serie tv Disney+, e chi li vede più al cinema. E poi non credo che farebbero un film su una formazione composta da Strange, Black Panther, Spidey e Cap Marvel, oddio, potrebbero farlo, ma non sarebbero Avengers.
Ma è impossibile dai.
Inizieranno una nuova stagione con nuovi eroi. Gli Avengers ci saranno sempre, è un format che vende e stravende e le formazioni del supergruppo sono quanto di più fluido esista.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Largand - 28 Aprile 2019, 01:29:20
attenti a non spifferare troppo !!

https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/ (https://www.notizie.it/esteri/2019/04/27/picchiato-Spoiler-avengers-endgame/)
Era successa la stessa cosa negli USA quando uscì "Star Wars-Il Risveglio della Forza".
Un "buontempone" appena uscito dal cinema si è messo a gridare a quelli in fila che aspettavano di entrare al cinema
"Hanno fatto morire Han Solo"
, e dopo si è messo a ridere.
Alcuni di quelli che erano in fila lo hanno accerchiato e riempito di botte, dopodiché si sono rimessi in fila aspettando di entrare.
Quel tizio intanto aveva finalmente smesso di ridere.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 02:08:14
A me più che altro pare strano come tutti si stiano focalizzando sulla storia di Cap, quando il reale punto debole della sceneggiatura è
Nebula con le sue memorie. Se il passato è chiuso, tomba, kaputt, non c'è reale collegamento tra i vari sé, come fa la Nebula del passato ad avere memorie della Nebula del futuro ? Significa che c'è comunque interconnessione tra i piani temporali, che anche quello che non hai personalmente "vissuto" in qualche modo ti appartiene, che la percezione dei ricordi viene alterata ed è in effetti quello che le accade con uno sfasamento software/hardware. Un gigantesco deus ex che serve a condurre la trama dal punto A al punto B e a portare Thanos alla battaglia finale, altrimenti avevano preso le gemme e bon.
Oddio in realtà bisognerebbe focalizzarsi soprattutto sul fatto che
senza il topo non ci sarebbe stato alcun film  :asd:

Che un evento casuale di quel tipo sia avvenuto dopo tanto tempo rispetto ai fatti che già conoscevamo non è per niente strano. La narrazione è saltata a quel momento preciso perchè prima non c'era niente da raccontare relativamente allo sviluppo della storia Vendicatori/Thanos, e se fosse successo 2 anni prima o 10 anni dopo, la narrazione sarebbe ripresa da quel punto. Chiaro che la scena in sè sia un po' ridicola, ma il timeskip è di quel lasso di tempo perchè allora succede l'evento casuale propizio, e non è l'evento propizio ad avvenire proprio quando se ne aveva piu bisogno.
Chiaro anche che il tutto sia una decisione arbitraria dello sceneggiatore, ma puntare su questo secondo me significa voler gettare fango per forza sul film.
Gli altri personaggi non avevano modo di sapere che c'era una situazione da sbloccare, quindi giocoforza doveva succedere qualcosa di fortuito, e che qualcosa sarebbe successo lo sapevamo già grazie alle parole di Strange.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 02:20:11
Nessuno fa la cacca, la pipì, nessuno fa mai sesso, tutti mangiano e bevono poco...
Ma che discorsi sono? :lolle:


Lo so lo so che è un discorso del cavolo, ma ogni tanto il pensiero mi ci va, è proprio vero cge alcune cose funzionano meglio nei fumetti  :up:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Gianni_90 - 28 Aprile 2019, 02:36:43
Fantastico film,la degna conclusione della sga originale degli avengers
La degna conclusione di stark. una cosa però mi ha deluso,l'assenza di combattimento tra hulk e thanos.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 02:42:08
Fantastico film,la degna conclusione della sga originale degli avengers
La degna conclusione di stark. una cosa però mi ha deluso,l'assenza di combattimento tra hulk e thanos.
Per me la differenza enorme nella sopportazione del guanto dice già tutto. Comunque devo dire che l'Hulk Ruffalo per me è la versione peggiore. A parte qualcosa fatta nel primo Avengers, il personaggio è sembrato sempre abbastanza limitato, sia nella forza che nell'aspet5o. Troppo poco potente. Troppo poco influenti le emozioni, nonostante il fatto che Bruce nel MCU si sia specializzqto proprio nella gestione delle stesse. Il personaggio non ha mai dato la sensazione di avere la possibilita di aumentare sensibilmente la propria forza con l'aumentare della rabbia
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Diavolo Oscuro - 28 Aprile 2019, 02:52:39
carisma zero sto film, è solo fan service

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 03:04:37
Fantastico film,la degna conclusione della sga originale degli avengers
La degna conclusione di stark. una cosa però mi ha deluso,l'assenza di combattimento tra hulk e thanos.
Per me la differenza enorme nella sopportazione del guanto dice già tutto. Comunque devo dire che l'Hulk Ruffalo per me è la versione peggiore. A parte qualcosa fatta nel primo Avengers, il personaggio è sembrato sempre abbastanza limitato, sia nella forza che nell'aspet5o. Troppo poco potente. Troppo poco influenti le emozioni, nonostante il fatto che Bruce nel MCU si sia specializzqto proprio nella gestione delle stesse. Il personaggio non ha mai dato la sensazione di avere la possibilita di aumentare sensibilmente la propria forza con l'aumentare della rabbia
Per quanto riguarda il livello di forza dei personaggi i Russo tanto decantati dai più hanno dimostrato di non essere molto avvezzi ad utilizzare personaggi con livelli di forza molto alti, mentre si trovano più a loro agio con personaggi più "urbani" come Cap o Occhio di Falco.
Difatti in Civil War fanno in modo di "non avere tra i piedi" Thor ed Hulk e relegano ad un ruolo da comprimario Visione.
In Infinity War utilizzano un escamotage piuttosto imbarazzante per non dover gestire Hulk, relegano Thor al viaggio per farlo unire allo scontro solo nelle ultime battute della battaglia e depotenziano mostruosamente Visione rendendolo incapace di difendersi contro nemici che invece vengono battuti da Vedova Nera.
In Endgame
è la volta di trovare un escamotage per depotenziare Thor e relegano stavolta Hulk ad un ruolo marginale nella battaglia finale.
Joss Whedon aveva dimostrato in "The Avengers" ed in "Age of Ultron" di essere molto più a suo a gio con i 3 personaggi ed i loro livelli di forza: nella battaglia di New York Hulk e Thor "spaccano" semicit. ed allo stesso modo nel secondo Avengers i 3 personaggi mostrano tutta la loro forza, anche quella distruttiva nel caso di Hulk.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 28 Aprile 2019, 11:17:00
Io oltre a non aver digerito la morte di Tony Stark non ho digerito nemmeno come i Russo hanno fatto di tutto per arrivarci. Nel senso, possibile che in Infinity War a momenti gli strappavano il guanto, mentre qui, che è senza guanto, non sono in grado di farlo fuori nemmeno unendo le forze? Voglio dire, Thor con Mjolnir + Stormbreaker (anche se panzone), Cap, Iron Man e a un certo punto anche Capitan Marvel, quella che taglia le astronavi come se fossero burro. Ok che Thanos è forte, ma per come hanno costruito Capitan Marvel doveva bastare solo lei per mettere fuori gioco il Mad Titan, dai. Poi Tony Stark, così intelligente (in pratica E dgame lo ha portato avanti da solo) non poteva staccare una pietra e usarne solo alcune per mettere fuori gioco Thanos? Per distruggere stelle e scagliarle verso lui e la sua armata non servivano tutte le gemme, e Iron Man dovrebbe saperlo molto bene visto che c'era sotto in Infinity War. Così facendo avrebbe evitato di suicidarsi direi.

Tutto molto, troppo forzato per la sua dipartita che, a differenza di come dicono in molti, non è stata per niente epica. Quella frase "Io sono Iron Man" detta con quel tono come a dire "potevo starmene a casa con la mia famiglia" lo fa passare per uno sfigato e basta.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk



C’è un aspetto fondamentale da non trascurare

gli eventi finali si svolgono dopo 5 anni da IW. In questi 5 anni, Stark, Rogers e ovviamente Thor, sono stati completamente inattivi. È logico pensare quindi che paghino dazio, dal punto di vista fisico, ad un Thanos del 2014 che è in piena azione. Anche Rogers le prende dal Rogers del 2012 per questo motivo.

Fantastico film,la degna conclusione della sga originale degli avengers
La degna conclusione di stark. una cosa però mi ha deluso,l'assenza di combattimento tra hulk e thanos.
Per me la differenza enorme nella sopportazione del guanto dice già tutto. Comunque devo dire che l'Hulk Ruffalo per me è la versione peggiore. A parte qualcosa fatta nel primo Avengers, il personaggio è sembrato sempre abbastanza limitato, sia nella forza che nell'aspet5o. Troppo poco potente. Troppo poco influenti le emozioni, nonostante il fatto che Bruce nel MCU si sia specializzqto proprio nella gestione delle stesse. Il personaggio non ha mai dato la sensazione di avere la possibilita di aumentare sensibilmente la propria forza con l'aumentare della rabbia
Per quanto riguarda il livello di forza dei personaggi i Russo tanto decantati dai più hanno dimostrato di non essere molto avvezzi ad utilizzare personaggi con livelli di forza molto alti, mentre si trovano più a loro agio con personaggi più "urbani" come Cap o Occhio di Falco.
Difatti in Civil War fanno in modo di "non avere tra i piedi" Thor ed Hulk e relegano ad un ruolo da comprimario Visione.
In Infinity War utilizzano un escamotage piuttosto imbarazzante per non dover gestire Hulk, relegano Thor al viaggio per farlo unire allo scontro solo nelle ultime battute della battaglia e depotenziano mostruosamente Visione rendendolo incapace di difendersi contro nemici che invece vengono battuti da Vedova Nera.
In Endgame
è la volta di trovare un escamotage per depotenziare Thor e relegano stavolta Hulk ad un ruolo marginale nella battaglia finale.
Joss Whedon aveva dimostrato in "The Avengers" ed in "Age of Ultron" di essere molto più a suo a gio con i 3 personaggi ed i loro livelli di forza: nella battaglia di New York Hulk e Thor "spaccano" semicit. ed allo stesso modo nel secondo Avengers i 3 personaggi mostrano tutta la loro forza, anche quella distruttiva nel caso di Hulk.

Beh perdonami in IW però il viaggio di Thor ne mostra il pieno potere, facendolo davvero apparire simile ad un dio nelle azioni su Nidavellir. E quando infine arriva sul campo di battaglia potente come non lo è stato mai in tutti gli altri film. Tanto che è lui ad infliggere il colpo finale a Thanos. Anche se sbaglia.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 28 Aprile 2019, 11:33:50
Io oltre a non aver digerito la morte di Tony Stark non ho digerito nemmeno come i Russo hanno fatto di tutto per arrivarci. Nel senso, possibile che in Infinity War a momenti gli strappavano il guanto, mentre qui, che è senza guanto, non sono in grado di farlo fuori nemmeno unendo le forze? Voglio dire, Thor con Mjolnir + Stormbreaker (anche se panzone), Cap, Iron Man e a un certo punto anche Capitan Marvel, quella che taglia le astronavi come se fossero burro. Ok che Thanos è forte, ma per come hanno costruito Capitan Marvel doveva bastare solo lei per mettere fuori gioco il Mad Titan, dai. Poi Tony Stark, così intelligente (in pratica E dgame lo ha portato avanti da solo) non poteva staccare una pietra e usarne solo alcune per mettere fuori gioco Thanos? Per distruggere stelle e scagliarle verso lui e la sua armata non servivano tutte le gemme, e Iron Man dovrebbe saperlo molto bene visto che c'era sotto in Infinity War. Così facendo avrebbe evitato di suicidarsi direi.

Tutto molto, troppo forzato per la sua dipartita che, a differenza di come dicono in molti, non è stata per niente epica. Quella frase "Io sono Iron Man" detta con quel tono come a dire "potevo starmene a casa con la mia famiglia" lo fa passare per uno sfigato e basta.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk



C’è un aspetto fondamentale da non trascurare

gli eventi finali si svolgono dopo 5 anni da IW. In questi 5 anni, Stark, Rogers e ovviamente Thor, sono stati completamente inattivi. È logico pensare quindi che paghino dazio, dal punto di vista fisico, ad un Thanos del 2014 che è in piena azione. Anche Rogers le prende dal Rogers del 2012 per questo motivo.
Si si, ci sta tutto. Però Thor grasso depotenziato appositamente e Hulk praticamente rimosso, anche se riportato sullo schermo, sono due espedienti belli e buoni per riuscire a gestire la trama senza massacrare Thanos solo con quei due diciamo. Poi ripeto, abbiamo tutti presente cosa può fare Capitan Marvel. Ma io dico, da sola può praticamente distruggere Thanos e tutto il suo esercito e l'unica cosa che le fanno fare è quella di scappare con il guanto o tenere aperta la mano a Thanos. Una donna così spaccona sta lì a scappare?

Poi per il discorso gemme e Tony che muore usandole, vabbè, ma tutto è in funzione di quello. Si sono impegnati proprio per arrivare a quel punto.


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 11:38:42
Fantastico film,la degna conclusione della sga originale degli avengers
La degna conclusione di stark. una cosa però mi ha deluso,l'assenza di combattimento tra hulk e thanos.
Per me la differenza enorme nella sopportazione del guanto dice già tutto. Comunque devo dire che l'Hulk Ruffalo per me è la versione peggiore. A parte qualcosa fatta nel primo Avengers, il personaggio è sembrato sempre abbastanza limitato, sia nella forza che nell'aspet5o. Troppo poco potente. Troppo poco influenti le emozioni, nonostante il fatto che Bruce nel MCU si sia specializzqto proprio nella gestione delle stesse. Il personaggio non ha mai dato la sensazione di avere la possibilita di aumentare sensibilmente la propria forza con l'aumentare della rabbia
Per quanto riguarda il livello di forza dei personaggi i Russo tanto decantati dai più hanno dimostrato di non essere molto avvezzi ad utilizzare personaggi con livelli di forza molto alti, mentre si trovano più a loro agio con personaggi più "urbani" come Cap o Occhio di Falco.
Difatti in Civil War fanno in modo di "non avere tra i piedi" Thor ed Hulk e relegano ad un ruolo da comprimario Visione.
In Infinity War utilizzano un escamotage piuttosto imbarazzante per non dover gestire Hulk, relegano Thor al viaggio per farlo unire allo scontro solo nelle ultime battute della battaglia e depotenziano mostruosamente Visione rendendolo incapace di difendersi contro nemici che invece vengono battuti da Vedova Nera.
In Endgame
è la volta di trovare un escamotage per depotenziare Thor e relegano stavolta Hulk ad un ruolo marginale nella battaglia finale.
Joss Whedon aveva dimostrato in "The Avengers" ed in "Age of Ultron" di essere molto più a suo a gio con i 3 personaggi ed i loro livelli di forza: nella battaglia di New York Hulk e Thor "spaccano" semicit. ed allo stesso modo nel secondo Avengers i 3 personaggi mostrano tutta la loro forza, anche quella distruttiva nel caso di Hulk.

Beh perdonami in IW però il viaggio di Thor ne mostra il pieno potere, facendolo davvero apparire simile ad un dio nelle azioni su Nidavellir. E quando infine arriva sul campo di battaglia potente come non lo è stato mai in tutti gli altri film. Tanto che è lui ad infliggere il colpo finale a Thanos. Anche se sbaglia.
Forse non hai compresi. Forse non mi sono spiegato bene.
Non è il quanto forte, ma il come gestire questa forza all'interno di dinamiche di gruppi ed all'interno di una battaglia che coinvolge più personaggi.
Non ho scritto, a differenza degli altri film, che Thor in IW viene mostrato come non forte, ma gestito, il che è differente.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Largand - 28 Aprile 2019, 12:08:05
il nuovo costume per la nuova battaglia, ve lo immaginate Cap dal sarto dello Shield? Buongiorno Cap! Come lo vogliamo oggi?
Lo Shield ha davvero un sarto, compare in una storia di Steranko.
Ancor prima, già al tempo di Lee-Kirby/Severin...

(https://2.bp.blogspot.com/svaguClCThf5Zw4extoy9j3iXM4IpQlePzIcwMG9JqtydOVolJmv4uPXNJJt0GY74parp5xhN1Lw=s0)
(https://2.bp.blogspot.com/Ay3zHAe-Fkuw1ZQkes5iIyZiVZ_YiuD3hdo_TRFlusnjjRCDGXt26KILN45ozpY7IPzMdsEMAe8j=s0)
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 12:35:45
Io giuro che è la prima volta in assoluto che vedo gente che non apprezza il
depotenziamento di alcuni eroi per favorire un maggiore potere di un cattivo! Cioè in TUTTI TUTTI TUTTI i cinecomic, per quanto sia forte il cattivo a chiacchiere, i buoni arrivano e in un paio di scazzottate vincono. E noi fra IW e Endgame di cosa riusciamo a lamentarci? Che Thanos era troppo forte??? Ma VIVA DIO che Thanos era talmente imbattibile da forzare gli eroi a compiere tutte queste gesta epiche!!!

Cioè fatemi capire preferivate il Loki di The Avengers? Dio dell'inganno che si fa estorcere informazioni da Vedova Nera? Oppure Ultron, che in tutto il film a lui dedicato non riesce mai a vincere in quanto Ultron, ma solo a prendere tempo utilizzando i gemelli oppure mille copie di sé stesso (che tra l'altro vanno in brandelli semplicemente dandogli un pugno)? Ma di esempi così ce ne sono milioni eh... Finalmente con Thanos abbiamo avuto i buoni in difficoltà per ben 6 ore di fila, ma in VERA difficoltà!!! E nonostante ciò sono riusciti comunque a vincere eh, lo ricordo... Non mi sembra che Thanos abbia ammazzato tutti!!! A me sembra che dopo 6 ore di casini infiniti i buoni ne siano usciti con un morto in battaglia, un morto sacrificato di sua spontanea volontà e un pensionato, mica male se consideriamo l'entità apocalittica della minaccia :asd: e cosa bisogna sentirsi dire? Che Thanos era troppo potenziato? Ripeto: viva dio! Ci ha dato l'opportunità di vedere cosa vuol dire coraggio, impegno, sacrificio, volontà, dolore, perdita ecc.ecc. Ci ha dato di vedere cos'è un eroe al di là dei suoi poteri. Quanto sono disposti a perdere alcuni eroi? Se volevate una scazzottata e basta in cui Thanos perdeva e buonanotte allora non vi lamentate poi se le sceneggiature sono mosce e i film tutti uguali

Dopo 20 film muoiono quanti eroi? Zero spaccato.... Poi in due film ci lasciano 3 eroi, e sarebbero depotenziati per questo? Al massimo sono stati iper-pompati prima  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 12:40:21
Per me il Thor grasso è una delle chicche del film. Una persona può affrontare un trauma in tante maniere diverse, e Thor è certamente quello messo peggio ditutti: ha perso sua madre, suo padre, rimpiange la storia con Jane Foster, ha perso Loki davanti ai suoi occhi, ha perso metà del suo popolo e il suo mondo natale, ha contribuito alla morte di sua sorella, ha perso qualunque fiducia in sè stesso fallendo nel momemto clou oltre ovviamente alla tragedia standard dello schiocco. Una vera tragedia... nordica.
Concordo con chi pensa che ci abbiano marciato troppo con le gag, ma in questo caso neanche più di tanto perchè anni di vita in quel modo non si superano,in un attimo solo,grazie ad uno,scossone e ad un'iniziativa propositiva

Io giuro che è la prima volta in assoluto che vedo gente che non apprezza il
depotenziamento di alcuni eroi per favorire un maggiore potere di un cattivo! Cioè in TUTTI TUTTI TUTTI i cinecomic, per quanto sia forte il cattivo a chiacchiere, i buoni arrivano e in un paio di scazzottate vincono. E noi fra IW e Endgame di cosa riusciamo a lamentarci? Che Thanos era troppo forte??? Ma VIVA DIO che Thanos era talmente imbattibile da forzare gli eroi a compiere tutte queste gesta epiche!!!

Cioè fatemi capire preferivate il Loki di The Avengers? Dio dell'inganno che si fa estorcere informazioni da Vedova Nera? Oppure Ultron, che in tutto il film a lui dedicato non riesce mai a vincere in quanto Ultron, ma solo a prendere tempo utilizzando i gemelli oppure mille copie di sé stesso (che tra l'altro vanno in brandelli semplicemente dandogli un pugno)? Ma di esempi così ce ne sono milioni eh... Finalmente con Thanos abbiamo avuto i buoni in difficoltà per ben 6 ore di fila, ma in VERA difficoltà!!! E nonostante ciò sono riusciti comunque a vincere eh, lo ricordo... Non mi sembra che Thanos abbia ammazzato tutti!!! A me sembra che dopo 6 ore di casini infiniti i buoni ne siano usciti con un morto in battaglia, un morto sacrificato di sua spontanea volontà e un pensionato, mica male se consideriamo l'entità apocalittica della minaccia :asd: e cosa bisogna sentirsi dire? Che Thanos era troppo potenziato? Ripeto: viva dio! Ci ha dato l'opportunità di vedere cosa vuol dire coraggio, impegno, sacrificio, volontà, dolore, perdita ecc.ecc. Ci ha dato di vedere cos'è un eroe al di là dei suoi poteri. Quanto sono disposti a perdere alcuni eroi? Se volevate una scazzottata e basta in cui Thanos perdeva e buonanotte allora non vi lamentate poi se le sceneggiature sono mosce e i film tutti uguali

Sono morti Gamora, Loki, Visione, Vedova nera ed Iron-Man
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 12:46:04
Io giuro che è la prima volta in assoluto che vedo gente che non apprezza il
depotenziamento di alcuni eroi per favorire un maggiore potere di un cattivo! Cioè in TUTTI TUTTI TUTTI i cinecomic, per quanto sia forte il cattivo a chiacchiere, i buoni arrivano e in un paio di scazzottate vincono. E noi fra IW e Endgame di cosa riusciamo a lamentarci? Che Thanos era troppo forte??? Ma VIVA DIO che Thanos era talmente imbattibile da forzare gli eroi a compiere tutte queste gesta epiche!!!

Cioè fatemi capire preferivate il Loki di The Avengers? Dio dell'inganno che si fa estorcere informazioni da Vedova Nera? Oppure Ultron, che in tutto il film a lui dedicato non riesce mai a vincere in quanto Ultron, ma solo a prendere tempo utilizzando i gemelli oppure mille copie di sé stesso (che tra l'altro vanno in brandelli semplicemente dandogli un pugno)? Ma di esempi così ce ne sono milioni eh... Finalmente con Thanos abbiamo avuto i buoni in difficoltà per ben 6 ore di fila, ma in VERA difficoltà!!! E nonostante ciò sono riusciti comunque a vincere eh, lo ricordo... Non mi sembra che Thanos abbia ammazzato tutti!!! A me sembra che dopo 6 ore di casini infiniti i buoni ne siano usciti con un morto in battaglia, un morto sacrificato di sua spontanea volontà e un pensionato, mica male se consideriamo l'entità apocalittica della minaccia :asd: e cosa bisogna sentirsi dire? Che Thanos era troppo potenziato? Ripeto: viva dio! Ci ha dato l'opportunità di vedere cosa vuol dire coraggio, impegno, sacrificio, volontà, dolore, perdita ecc.ecc. Ci ha dato di vedere cos'è un eroe al di là dei suoi poteri. Quanto sono disposti a perdere alcuni eroi? Se volevate una scazzottata e basta in cui Thanos perdeva e buonanotte allora non vi lamentate poi se le sceneggiature sono mosce e i film tutti uguali
Dovresti migliorare la tua comprensione del testo.
Non ho scritto che la feoza di Thanos è un difetto bensì che i livelli di forza dei personaggi sono totalmente sbagliati, incongruenti e contraddittori tra una scena ed un'altra.
Puoi vedere in una scena un personaggio sovrastare Visione per poi prenderle da Vedova Nera, puoi vedere Thanos metter KO Hulk in poche mosse, ma poi nello stesso film colpire Iron Man senza ucciderlo o Capitan America bloccargli il pugno.
Va bene la sospensione dell'incredulità ma fino ad un certo punto.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 12:52:08
Io giuro che è la prima volta in assoluto che vedo gente che non apprezza il
depotenziamento di alcuni eroi per favorire un maggiore potere di un cattivo! Cioè in TUTTI TUTTI TUTTI i cinecomic, per quanto sia forte il cattivo a chiacchiere, i buoni arrivano e in un paio di scazzottate vincono. E noi fra IW e Endgame di cosa riusciamo a lamentarci? Che Thanos era troppo forte??? Ma VIVA DIO che Thanos era talmente imbattibile da forzare gli eroi a compiere tutte queste gesta epiche!!!

Cioè fatemi capire preferivate il Loki di The Avengers? Dio dell'inganno che si fa estorcere informazioni da Vedova Nera? Oppure Ultron, che in tutto il film a lui dedicato non riesce mai a vincere in quanto Ultron, ma solo a prendere tempo utilizzando i gemelli oppure mille copie di sé stesso (che tra l'altro vanno in brandelli semplicemente dandogli un pugno)? Ma di esempi così ce ne sono milioni eh... Finalmente con Thanos abbiamo avuto i buoni in difficoltà per ben 6 ore di fila, ma in VERA difficoltà!!! E nonostante ciò sono riusciti comunque a vincere eh, lo ricordo... Non mi sembra che Thanos abbia ammazzato tutti!!! A me sembra che dopo 6 ore di casini infiniti i buoni ne siano usciti con un morto in battaglia, un morto sacrificato di sua spontanea volontà e un pensionato, mica male se consideriamo l'entità apocalittica della minaccia :asd: e cosa bisogna sentirsi dire? Che Thanos era troppo potenziato? Ripeto: viva dio! Ci ha dato l'opportunità di vedere cosa vuol dire coraggio, impegno, sacrificio, volontà, dolore, perdita ecc.ecc. Ci ha dato di vedere cos'è un eroe al di là dei suoi poteri. Quanto sono disposti a perdere alcuni eroi? Se volevate una scazzottata e basta in cui Thanos perdeva e buonanotte allora non vi lamentate poi se le sceneggiature sono mosce e i film tutti uguali
Dovresti migliorare la tua comprensione del testo.
Non ho scritto che la feoza di Thanos è un difetto bensì che i livelli di forza dei personaggi sono totalmente sbagliati, incongruenti e contraddittori tra una scena ed un'altra.
Puoi vedere in una scena un personaggio sovrastare Visione per poi prenderle da Vedova Nera, puoi vedere Thanos metter KO Hulk in poche mosse, ma poi nello stesso film colpire Iron Man senza ucciderlo o Capitan America bloccargli il pugno.
Va bene la sospensione dell'incredulità ma fino ad un certo punto.

In generale concordo. Chiaro anche che questo avvenga anche perchè non era possibile, per fare un esempio, mostrare un Capitan America impotente come un Occhio,di Falco qualunque, sia pure contro nemici,immensamente più potenti. Comunque per me in questo la cosa peggiore rimane la gestione di Hulk. Già nel primo Avengersmera inferiore pure alle altre due recenti, tra virgolette, versioni cinematografiche, ma poi,viene depotenziato e snaturato anche nel modo,in cuimfunzionano i,suoi poteri. Hulk professore poi, per quanto,sia interessante da diversi punti di vista, quanro a forza sembra una pippa
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 12:57:07
Dovresti migliorare la tua comprensione del testo.
Non ho scritto che la feoza di Thanos è un difetto bensì che i livelli di forza dei personaggi sono totalmente sbagliati, incongruenti e contraddittori tra una scena ed un'altra.
Puoi vedere in una scena un personaggio sovrastare Visione per poi prenderle da Vedova Nera, puoi vedere Thanos metter KO Hulk in poche mosse, ma poi nello stesso film colpire Iron Man senza ucciderlo o Capitan America bloccargli il pugno.
Va bene la sospensione dell'incredulità ma fino ad un certo punto.
Intanto non mi riferivo solo ed esclusivamente a te... Ho letto in alcuni commenti che si criticava il fatto che
Thanos fosse così forte. Non mi sembra di averti mai citato... Quindi non capisco dove avrei toppato la comprensione del testo. Su QUESTA cosa che stai dicendo te, di cui evidentemente prima NON stavo parlando (quindi ripassala te la comprensione del testo), sono in parte d'accordo con te ovviamente!!! Anche a me ha dato fastidio vedere Visione e Scarlet prenderle per poi farsi salvare da Cap, Vedova e Wilson... Però io penso che queste debbano anche essere (grazie al cielo) le dinamiche di un cinecomic. Cioè io me l'aspetto da un cinecomic che succedano cose del genere onestamente. In quasi tutti (direi tutti) i cinecomic si ha: introduzione della minaccia, battaglia a metà in cui l'eroe ci prende le sveglie ma riesce a sopravvivere, analisi della sconfitta, battaglia finale in cui l'eroe vince. Quindi in tutti i cinecomic uno accetta che nell'arco di un'ora l'eroe passi dalla depressione per una sconfitta a metà film, a una vittoria schiacciante coi botti di capodanno alla fine del film. Cioè sono cose che io metto in conto quando vedo questi film... Altrimenti personaggi come Vedova, Cap, Sam, Clint e Bucky come li dovresti gestire? E' ovvio che dovrai rendere i cattivi un po' più clementi nei loro confronti, oppure loro un po' più forti quando affrontano determinate minacce.

I cinecomic (come i fumetti eh) sono così: ci sono tantissimi fan di tanti diversi supereroi, e bisogna accontentare tutti senza snaturare troppo le cose. Un po' di epicità e di utilità va data a tutti. Per dire io ho odiato il fatto che Cap riesca a prendere Mjolnir, però non critico la scelta: ha dato epicità e utilità e una fine epica a un personaggio che, per quanto io non lo ami, è adorato da tantissimi spettatori. E ovviamente senza Mjolnir come avremmo fatto ad avere una battaglia con Iron Man, Thor, Thanos e un Cap qualsiasi? Avrebbe ovviamente preso pizze e basta no?

Sono morti Gamora, Loki, Visione, Vedova nera ed Iron-Man
eh mamma mia che sarà mai!!!! Viva dio che è morto qualcuno. Dopo 22 film cosa vi aspettavate? Che continuassero tutti a saltellare amici per sempre? Caspita l'eroe che sconfigge il cattivo e sopravvive è un cliché fortissimo nei fumetti e nei cinecomic. In IW l'hanno mandato a quel paese questo cliché, e in Endgame ci hanno fatto capire che a volte per superare una volontà infinita come quella di Thanos qualcuno ci rimette le penne in modo spettacolare, epico e strappalacrime. Comunque Gamora è ancora in circolazione da quello che mi risulta (la Gamora del passato s'intende)  :ph34r: e Visione non mi dite che qualcuno c'era davvero legato tanto da piangere alla sua morte  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 12:57:13
Sono tornato ieri dalla seconda visione e senza l'emozione della prima volta i problemi del film mi sonp emersi in maniera più fastidiosa.

Thor è massacrato, il personaggio del MCU non rende giustizia alla sua controparte cartacea


Peter torna a scuola dopo cinque anni e nessuno dei suoi amici è avabti di 5 anni, però la figlia di Lang e Stark si...

Devo concordare con chi ha scritto che a questo film vengono perdonate un sacco di cose che in altri film non sono state lasciate perdonare.
Chiariamo, capisco il perché, e il mio giudizio rimane più che positivo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 13:03:49
Sono tornato ieri dalla seconda visione e senza l'emozione della prima volta i problemi del film mi sonp emersi in maniera più fastidiosa.

Thor è massacrato, il personaggio del MCU non rende giustizia alla sua controparte cartacea


Peter torna a scuola dopo cinque anni e nessuno dei suoi amici è avabti di 5 anni, però la figlia di Lang e Stark si...

Devo concordare con chi ha scritto che a questo film vengono perdonate un sacco di cose che in altri film non sono state lasciate perdonare.
Chiariamo, capisco il perché, e il mio giudizio rimane più che positivo
Noi in sala stavamo ipotizzando che
magari Ned (l'amico di Peter) potesse essere anche lui scomparso per effetto dello schiocco di Thanos, e quindi anche lui sarebbe tornato con la stessa età di prima! Se ciò è successo per tutti gli altri amici di Peter che abbiamo conosciuto in Homecoming oppure no, questo lo scopriremo in Far From Home quindi basta solo aspettare Luglio  :up: io penso che avremo modo di vedere alcuni vecchi compagni di Peter invecchiati di 5 anni, e altri no.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 13:04:24
Dovresti migliorare la tua comprensione del testo.
Non ho scritto che la feoza di Thanos è un difetto bensì che i livelli di forza dei personaggi sono totalmente sbagliati, incongruenti e contraddittori tra una scena ed un'altra.
Puoi vedere in una scena un personaggio sovrastare Visione per poi prenderle da Vedova Nera, puoi vedere Thanos metter KO Hulk in poche mosse, ma poi nello stesso film colpire Iron Man senza ucciderlo o Capitan America bloccargli il pugno.
Va bene la sospensione dell'incredulità ma fino ad un certo punto.
Intanto non mi riferivo solo ed esclusivamente a te... Ho letto in alcuni commenti che si criticava il fatto che
Thanos fosse così forte. Non mi sembra di averti mai citato... Quindi non capisco dove avrei toppato la comprensione del testo. Su QUESTA cosa che stai dicendo te, di cui evidentemente prima NON stavo parlando (quindi ripassala te la comprensione del testo), sono in parte d'accordo con te ovviamente!!! Anche a me ha dato fastidio vedere Visione e Scarlet prenderle per poi farsi salvare da Cap, Vedova e Wilson... Però io penso che queste debbano anche essere (grazie al cielo) le dinamiche di un cinecomic. Cioè io me l'aspetto da un cinecomic che succedano cose del genere onestamente. In quasi tutti (direi tutti) i cinecomic si ha: introduzione della minaccia, battaglia a metà in cui l'eroe ci prende le sveglie ma riesce a sopravvivere, analisi della sconfitta, battaglia finale in cui l'eroe vince. Quindi in tutti i cinecomic uno accetta che nell'arco di un'ora l'eroe passi dalla depressione per una sconfitta a metà film, a una vittoria schiacciante coi botti di capodanno alla fine del film. Cioè sono cose che io metto in conto quando vedo questi film... Altrimenti personaggi come Vedova, Cap, Sam, Clint e Bucky come li dovresti gestire? E' ovvio che dovrai rendere i cattivi un po' più clementi nei loro confronti, oppure loro un po' più forti quando affrontano determinate minacce.

I cinecomic (come i fumetti eh) sono così: ci sono tantissimi fan di tanti diversi supereroi, e bisogna accontentare tutti senza snaturare troppo le cose. Un po' di epicità e di utilità va data a tutti. Per dire io ho odiato il fatto che Cap riesca a prendere Mjolnir, però non critico la scelta: ha dato epicità e utilità e una fine epica a un personaggio che, per quanto io non lo ami, è adorato da tantissimi spettatori. E ovviamente senza Mjolnir come avremmo fatto ad avere una battaglia con Iron Man, Thor, Thanos e un Cap qualsiasi? Avrebbe ovviamente preso pizze e basta no?

Sono morti Gamora, Loki, Visione, Vedova nera ed Iron-Man
eh mamma mia che sarà mai!!!! Viva dio che è morto qualcuno. Dopo 22 film cosa vi aspettavate? Che continuassero tutti a saltellare amici per sempre? Caspita l'eroe che sconfigge il cattivo e sopravvive è un cliché fortissimo nei fumetti e nei cinecomic. In IW l'hanno mandato a quel paese questo cliché, e in Endgame ci hanno fatto capire che a volte per superare una volontà infinita come quella di Thanos qualcuno ci rimette le penne in modo spettacolare, epico e strappalacrime. Comunque Gamora è ancora in circolazione da quello che mi risulta (la Gamora del passato s'intende)  :ph34r: e Visione non mi dite che qualcuno c'era davvero legato tanto da piangere alla sua morte  :asd:

A me sta bene che ci siano,stati sacrifici anche fisiologici nell'arco di queste due pellicole, però come non condivido,chi pensa più o meno consapevolmente che gli eroi debbano essere immortali o sculare sistematicamente, non va nemmeno bene sottostimare il prezzo pagato come stai facendo un po' tu :P

Sono tornato ieri dalla seconda visione e senza l'emozione della prima volta i problemi del film mi sonp emersi in maniera più fastidiosa.

Thor è massacrato, il personaggio del MCU non rende giustizia alla sua controparte cartacea


Peter torna a scuola dopo cinque anni e nessuno dei suoi amici è avabti di 5 anni, però la figlia di Lang e Stark si...

Devo concordare con chi ha scritto che a questo film vengono perdonate un sacco di cose che in altri film non sono state lasciate perdonare.
Chiariamo, capisco il perché, e il mio giudizio rimane più che positivo

Ma di preciso, cosa ti ha dato così fastidio nella gestione di Thor?

Per quanto riguarda la situazione Spider-Man, se la cosa non dovesse essere giustificata a posteriori, sarebbe effettivamente imbarazzante
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 13:57:35
Nel MCU Thor non è Thor, è come prendere Batman e farlo il compagnone del gruppo!

Thor che
piange, soffre di attacchi di panico, scappa dalla sua missione, si prende poco sul serio e e se la gioca con Ironman non è Thor


Nel MCU Thor non è un dio nordico, non è solenne, epico, austero e non è possente...stiamo parlando di Thor
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 14:09:47
Nel MCU Thor non è Thor, è come prendere Batman e farlo il compagnone del gruppo!

Thor che
piange, soffre di attacchi di panico, scappa dalla sua missione, si prende poco sul serio e e se la gioca con Ironman non è Thor


Nel MCU Thor non è un dio nordico, non è solenne, epico, austero e non è possente...stiamo parlando di Thor
Magari lo
era nei primi film, ed essendo andati male dal punto di vista del personaggio hanno deciso di cambiare rotta. Secondo me il poco successo di quei film non è dovuto al personaggio, ma proprio al fatto che i film sono fatti maluccio e sono poco interessanti... Anche io avrei preferito vedere dei film di qualità con un Thor degno di questo nome. Però d'altro canto ammetto di essermi ammazzato dalle risate col Thor drugo  :asd: avrei solo voluto fosse più sviscerata la sua situazione interiore, che comunque si capisce essere mooooolto travagliata
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: CABLE - 28 Aprile 2019, 14:21:22
È verissimo che in Endgame Thor ne esce malissimo, però neanche in quella simpatica baracconata di Ragnarok era tratteggiato un Thor divinità solenne e austera eppure era epico, forte e coraggioso ugualmente nonostante le battutine. Per me la caratterizzazione di Thor in Endgame è sbagliata, in contraddizione con quanto visto in passato ed è un peccato perché il film è molto carino e una buona chiusura (per quanto non tra i migliori del MCU).
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: phoenix_81 - 28 Aprile 2019, 14:48:57
Una domanda per chi ha visto il film:

Durante il funerale di Tony, alle spalle di Harley si vedono Maria Hill e un altro tizio.... chi è?  :hmm:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 15:06:29
Una domanda per chi ha visto il film:

Durante il funerale di Tony, alle spalle di Harley si vedono Maria Hill e un altro tizio.... chi è?  :hmm:
dovrebbe essere il
generale Ross
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 28 Aprile 2019, 15:44:28
Sul discorso della forza di Thanos secondo me fila tutto liscio, non ci sono incongruenze. In infinity si capisce già che è una bestia anche senza guanto visto che sodomizza i wakandiani, thor, loki e poi abbatte hulk con 4 cartoni. In endgame ripropone la stessa forza visto che schianta i tre protagonisti con relativa facilità e senza guanto. Il problema sono gli altri personaggi, soprattutto Visione come è stato fatto notare già da qualcuno. Cioè questo si fa quasi ammazzare dal tipo con le orecchie a punta, lo stesso che poi viene ucciso da vedova nera e dalla tipa del wakanda con la lancia. Un minimo di coerenza io me l'aspetto, non tanto verso i fumetti ma almeno nei confronti di quello che hai mostrato una scena prima.

Per quanto riguarda Thor invece, secondo me hanno cannato alla grande. La "depressione" per il fallimento ci sta alla grande, poi però se un discorso così serio me lo fai cadere nella battuta più becera allora non ci siamo proprio.

Sulle morti invece sono assolutamente favorevole, anzi qualcun'altra in più non mi avrebbe  fatto schifo. Diciamo sempre che in sti film non muore mai nessuno e che i protagonisti sono miracolati, una volta tanto che finalmente ne creapa qualcuno abbiamo anche da ridire? Senza contare poi che Tony va incontro ad una morte memorabile che farà ricordare il personaggio per i prossimi decenni (non potete capire il casino in sala ai titoli di coda quando dopo la presentazione di tutti gli altri personaggi alla fine è arrivata la sua).

Sul film in generale, confermo la mia impressione. Film perfetto per lo scopo che si prefissava, chiudere cioè un ciclo cinematogravico lungo 11 anni e 23 film. Presenta lo stesso un sacco di difetti, che però la bellezza di tutta la parte finale riesce a far passare in secondo piano.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 15:55:38
Sul discorso della forza di Thanos secondo me fila tutto liscio, non ci sono incongruenze. In infinity si capisce già che è una bestia anche senza guanto visto che sodomizza i wakandiani, thor, loki e poi abbatte hulk con 4 cartoni. In endgame ripropone la stessa forza visto che schianta i tre protagonisti con relativa facilità e senza guanto. Il problema sono gli altri personaggi, soprattutto Visione come è stato fatto notare già da qualcuno. Cioè questo si fa quasi ammazzare dal tipo con le orecchie a punta, lo stesso che poi viene ucciso da vedova nera e dalla tipa del wakanda con la lancia. Un minimo di coerenza io me l'aspetto, non tanto verso i fumetti ma almeno nei confronti di quello che hai mostrato una scena prima.

Per quanto riguarda Thor invece, secondo me hanno cannato alla grande. La "depressione" per il fallimento ci sta alla grande, poi però se un discorso così serio me lo fai cadere nella battuta più becera allora non ci siamo proprio.

Sulle morti invece sono assolutamente favorevole, anzi qualcun'altra in più non mi avrebbe  fatto schifo. Diciamo sempre che in sti film non muore mai nessuno e che i protagonisti sono miracolati, una volta tanto che finalmente ne creapa qualcuno abbiamo anche da ridire? Senza contare poi che Tony va incontro ad una morte memorabile che farà ricordare il personaggio per i prossimi decenni (non potete capire il casino in sala ai titoli di coda quando dopo la presentazione di tutti gli altri personaggi alla fine è arrivata la sua).

Sul film in generale, confermo la mia impressione. Film perfetto per lo scopo che si prefissava, chiudere cioè un ciclo cinematogravico lungo 11 anni e 23 film. Presenta lo stesso un sacco di difetti, che però la bellezza di tutta la parte finale riesce a far passare in secondo piano.
Come può lo stesso personaggio che sconfigge con 4 cartoni Hulk farsi fermare un pugno da Capitan America? E quando colpisce Iron Man?
Dai, i livelli di forza sono totalmente sballati  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 15:59:33
Sul discorso della forza di Thanos secondo me fila tutto liscio, non ci sono incongruenze. In infinity si capisce già che è una bestia anche senza guanto visto che sodomizza i wakandiani, thor, loki e poi abbatte hulk con 4 cartoni. In endgame ripropone la stessa forza visto che schianta i tre protagonisti con relativa facilità e senza guanto. Il problema sono gli altri personaggi, soprattutto Visione come è stato fatto notare già da qualcuno. Cioè questo si fa quasi ammazzare dal tipo con le orecchie a punta, lo stesso che poi viene ucciso da vedova nera e dalla tipa del wakanda con la lancia. Un minimo di coerenza io me l'aspetto, non tanto verso i fumetti ma almeno nei confronti di quello che hai mostrato una scena prima.

Per quanto riguarda Thor invece, secondo me hanno cannato alla grande. La "depressione" per il fallimento ci sta alla grande, poi però se un discorso così serio me lo fai cadere nella battuta più becera allora non ci siamo proprio.

Sulle morti invece sono assolutamente favorevole, anzi qualcun'altra in più non mi avrebbe  fatto schifo. Diciamo sempre che in sti film non muore mai nessuno e che i protagonisti sono miracolati, una volta tanto che finalmente ne creapa qualcuno abbiamo anche da ridire? Senza contare poi che Tony va incontro ad una morte memorabile che farà ricordare il personaggio per i prossimi decenni (non potete capire il casino in sala ai titoli di coda quando dopo la presentazione di tutti gli altri personaggi alla fine è arrivata la sua).

Sul film in generale, confermo la mia impressione. Film perfetto per lo scopo che si prefissava, chiudere cioè un ciclo cinematogravico lungo 11 anni e 23 film. Presenta lo stesso un sacco di difetti, che però la bellezza di tutta la parte finale riesce a far passare in secondo piano.
Come può lo stesso personaggio che sconfigge con 4 cartoni Hulk farsi fermare un pugno da Capitan America? E quando colpisce Iron Man?
Dai, i livelli di forza sono totalmente sballati  :asd:

Se non sbaglio, quando in Infinity War prende a csrtoni Hulk con quel rush devastante aveva gia la gemma del potere che si illuminava a dimostrazione di come la stesse usando in quel momento.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 16:13:58
Sul discorso della forza di Thanos secondo me fila tutto liscio, non ci sono incongruenze. In infinity si capisce già che è una bestia anche senza guanto visto che sodomizza i wakandiani, thor, loki e poi abbatte hulk con 4 cartoni. In endgame ripropone la stessa forza visto che schianta i tre protagonisti con relativa facilità e senza guanto. Il problema sono gli altri personaggi, soprattutto Visione come è stato fatto notare già da qualcuno. Cioè questo si fa quasi ammazzare dal tipo con le orecchie a punta, lo stesso che poi viene ucciso da vedova nera e dalla tipa del wakanda con la lancia. Un minimo di coerenza io me l'aspetto, non tanto verso i fumetti ma almeno nei confronti di quello che hai mostrato una scena prima.

Per quanto riguarda Thor invece, secondo me hanno cannato alla grande. La "depressione" per il fallimento ci sta alla grande, poi però se un discorso così serio me lo fai cadere nella battuta più becera allora non ci siamo proprio.

Sulle morti invece sono assolutamente favorevole, anzi qualcun'altra in più non mi avrebbe  fatto schifo. Diciamo sempre che in sti film non muore mai nessuno e che i protagonisti sono miracolati, una volta tanto che finalmente ne creapa qualcuno abbiamo anche da ridire? Senza contare poi che Tony va incontro ad una morte memorabile che farà ricordare il personaggio per i prossimi decenni (non potete capire il casino in sala ai titoli di coda quando dopo la presentazione di tutti gli altri personaggi alla fine è arrivata la sua).

Sul film in generale, confermo la mia impressione. Film perfetto per lo scopo che si prefissava, chiudere cioè un ciclo cinematogravico lungo 11 anni e 23 film. Presenta lo stesso un sacco di difetti, che però la bellezza di tutta la parte finale riesce a far passare in secondo piano.
Come può lo stesso personaggio che sconfigge con 4 cartoni Hulk farsi fermare un pugno da Capitan America? E quando colpisce Iron Man?
Dai, i livelli di forza sono totalmente sballati  :asd:
Ma scusa perché non lasci stare
le scene singole e invece non prendi come esempi i risultati finali? A prescindere da quei 5 secondi verso la fine di IW in cui Cap sembra riuscire a fermare il suo pugno... A parte quei 5 secondi, POI cosa succede? Thanos lo prende come un moscerino e lo butta via... Cioè a prescindere dalle scazzottate, Cap MAI in due film riesce a battere Thanos. Neanche in Endgame con Mjolnir mi sembra, no? Attaccarsi alle singole scene sarebbe come vedere un incontro di boxe e stabilire pungo per pugno chi è più forte di chi... Cioè alla fine chi è più forte lo stabilisce l'esito dell'incontro. Magari se io incontro Mayweather riesco anche a dargli una pizza, però poi lui mi dà 25000 cartoni in faccia e mi sfonda. E' come se te vedessi questo incontro e dicessi "no vabbé è totalmente irrealistico che @moebius sia più forte di Mayweather" :asd: Cioè stare ad analizzare in film come questi (in cui ovviamente lo scopo fondamentale del film è creare scene epiche e scontri memorabili, NON REALISTICI!!!) ogni singolo gancio o montante dei personaggi durante i combattimenti è veramente assurdo..... Quali sono gli esiti della battaglia? A me sembra che sia Cap che Tony che Hulk a prescindere ci prendono tutti quanti delle scocce epiche quando combattono con Thanos. NESSUNO a prescindere dalla sua forza riesce a sconfiggere Thanos fisicamente, anche senza che lui abbia alcune gemme. Semplicemente Tony seppure allo stremo delle forze riesce a rubare le gemme e schioccare le dita. Poi appunto l'analisi dei ganci e dei montanti non so quanto senso abbia.

Cioè: i "livelli di forza" sono SEMPRE sballati, in ogni cinecomic. Ora in Endgame improvvisamente la cosa è diventata importante? Mi pari come quelli che dicono che a Star Wars è tutto sbagliato perché nello spazio nessuno potrebbe sentire il suono dei blaster... cioè veramente sono queste le cose importanti? Sai in quante esplosioni dei film MCU i personaggi sarebbero dovuti andare in combustione spontanea? Quante cadute da altezze inverosimili sarebbero dovute essere fatali o comunque da incrinatura di costole ecc.ecc... Cioè di che stiamo parlando  :asd: Ad esempio non ti crea problemi il fatto che la nave di Thanos spari non so quanti missili devastanti sulla sede degi Avengers e NESSUNO degli Avengers riporti lesioni gravi o comunque mortali? Non è che improvvisamente loro diventino invulnerabili: è che in un cinecomic funziona così! Non si muore per una caduta o per un'esplosione o per un cazzotto... Che ti devo dire: sono una specie di "regole di ingaggio" per chi va a vedere un film del genere  :asd:

Se non sbaglio, quando in Infinity War prende a csrtoni Hulk con quel rush devastante aveva gia la gemma del potere che si illuminava a dimostrazione di come la stesse usando in quel momento.
Secondo me ti sbagli... In IW Thanos per come l'ho vista io non usa affatto la gemma del potere, usa solo cazzotti e botte da quello che mi ricordo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 28 Aprile 2019, 16:21:23
Non ha usato la gemma contro hulk :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 16:27:00
Credo invece che quella del potere era già nelle sue mani...forse
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 16:29:32
Credo invece che quella del potere era già nelle sue mani...forse
La gemma del potere Thanos la ha sin dalla prima scena di IW: la distruzione di Xandar avviene off-screen prima di IW. Però nel combattimento contro Hulk non usa la gemma per fare cose particolari: lo sconfigge a cazzotti, come se non avesse alcuna gemma
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 16:42:02
Sul discorso della forza di Thanos secondo me fila tutto liscio, non ci sono incongruenze. In infinity si capisce già che è una bestia anche senza guanto visto che sodomizza i wakandiani, thor, loki e poi abbatte hulk con 4 cartoni. In endgame ripropone la stessa forza visto che schianta i tre protagonisti con relativa facilità e senza guanto. Il problema sono gli altri personaggi, soprattutto Visione come è stato fatto notare già da qualcuno. Cioè questo si fa quasi ammazzare dal tipo con le orecchie a punta, lo stesso che poi viene ucciso da vedova nera e dalla tipa del wakanda con la lancia. Un minimo di coerenza io me l'aspetto, non tanto verso i fumetti ma almeno nei confronti di quello che hai mostrato una scena prima.

Per quanto riguarda Thor invece, secondo me hanno cannato alla grande. La "depressione" per il fallimento ci sta alla grande, poi però se un discorso così serio me lo fai cadere nella battuta più becera allora non ci siamo proprio.

Sulle morti invece sono assolutamente favorevole, anzi qualcun'altra in più non mi avrebbe  fatto schifo. Diciamo sempre che in sti film non muore mai nessuno e che i protagonisti sono miracolati, una volta tanto che finalmente ne creapa qualcuno abbiamo anche da ridire? Senza contare poi che Tony va incontro ad una morte memorabile che farà ricordare il personaggio per i prossimi decenni (non potete capire il casino in sala ai titoli di coda quando dopo la presentazione di tutti gli altri personaggi alla fine è arrivata la sua).

Sul film in generale, confermo la mia impressione. Film perfetto per lo scopo che si prefissava, chiudere cioè un ciclo cinematogravico lungo 11 anni e 23 film. Presenta lo stesso un sacco di difetti, che però la bellezza di tutta la parte finale riesce a far passare in secondo piano.
Come può lo stesso personaggio che sconfigge con 4 cartoni Hulk farsi fermare un pugno da Capitan America? E quando colpisce Iron Man?
Dai, i livelli di forza sono totalmente sballati  :asd:
Ma scusa perché non lasci stare
le scene singole e invece non prendi come esempi i risultati finali? A prescindere da quei 5 secondi verso la fine di IW in cui Cap sembra riuscire a fermare il suo pugno... A parte quei 5 secondi, POI cosa succede? Thanos lo prende come un moscerino e lo butta via... Cioè a prescindere dalle scazzottate, Cap MAI in due film riesce a battere Thanos. Neanche in Endgame con Mjolnir mi sembra, no? Attaccarsi alle singole scene sarebbe come vedere un incontro di boxe e stabilire pungo per pugno chi è più forte di chi... Cioè alla fine chi è più forte lo stabilisce l'esito dell'incontro. Magari se io incontro Mayweather riesco anche a dargli una pizza, però poi lui mi dà 25000 cartoni in faccia e mi sfonda. E' come se te vedessi questo incontro e dicessi "no vabbé è totalmente irrealistico che @moebius sia più forte di Mayweather" :asd: Cioè stare ad analizzare in film come questi (in cui ovviamente lo scopo fondamentale del film è creare scene epiche e scontri memorabili, NON REALISTICI!!!) ogni singolo gancio o montante dei personaggi durante i combattimenti è veramente assurdo..... Quali sono gli esiti della battaglia? A me sembra che sia Cap che Tony che Hulk a prescindere ci prendono tutti quanti delle scocce epiche quando combattono con Thanos. NESSUNO a prescindere dalla sua forza riesce a sconfiggere Thanos fisicamente, anche senza che lui abbia alcune gemme. Semplicemente Tony seppure allo stremo delle forze riesce a rubare le gemme e schioccare le dita. Poi appunto l'analisi dei ganci e dei montanti non so quanto senso abbia.

Cioè: i "livelli di forza" sono SEMPRE sballati, in ogni cinecomic. Ora in Endgame improvvisamente la cosa è diventata importante? Mi pari come quelli che dicono che a Star Wars è tutto sbagliato perché nello spazio nessuno potrebbe sentire il suono dei blaster... cioè veramente sono queste le cose importanti? Sai in quante esplosioni dei film MCU i personaggi sarebbero dovuti andare in combustione spontanea? Quante cadute da altezze inverosimili sarebbero dovute essere fatali o comunque da incrinatura di costole ecc.ecc... Cioè di che stiamo parlando  :asd: Ad esempio non ti crea problemi il fatto che la nave di Thanos spari non so quanti missili devastanti sulla sede degi Avengers e NESSUNO degli Avengers riporti lesioni gravi o comunque mortali? Non è che improvvisamente loro diventino invulnerabili: è che in un cinecomic funziona così! Non si muore per una caduta o per un'esplosione o per un cazzotto... Che ti devo dire: sono una specie di "regole di ingaggio" per chi va a vedere un film del genere  :asd:

Se non sbaglio, quando in Infinity War prende a csrtoni Hulk con quel rush devastante aveva gia la gemma del potere che si illuminava a dimostrazione di come la stesse usando in quel momento.
Secondo me ti sbagli... In IW Thanos per come l'ho vista io non usa affatto la gemma del potere, usa solo cazzotti e botte da quello che mi ricordo
Nella costruzione di un universo è importante il livello di forza ed il dislivello di forza tra 2 personaggi.
Cap che blocca il pugno di Thanos, nello stesso film in cui Hulk le prende di Santa ragione sarebbe come vedere in Dragon Ball un personaggio come Crilin bloccare il pugno di Goku Super Sayan dopo che sconfigge Freezer oppure vedere, rapoortsndi i livelli di forza a qualcosa di reale, Mayweather vincere l'incontro con un pugile e poi mezz'ora dopo vedere un neonato che gli blocca il pugno  :asd:
Non si tratta di verosimiglianza alla nostra realtà, dato che parliamo di un universo narrativo in cui ci sono i supereroi, ma di coerenza interna in un'opera di narrazione.
È un errore. Rende il film meno bello esteticamente? No. Lo rende meno coerente? Si.
A te può star bene. A me no.
Punti di vista, ma negare l'evidenza o sminuire gli errori quando presenti non lo trovo onesto intellettualmente.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 28 Aprile 2019, 17:08:16
Comunque Capitan America è molto più forte della controparte fumettistica classica e Hulk molto meno forte.
Cap ferma un elicottero con un braccio, per dirne una, mentre il mostro verde si fa menare da Tony Stark con la Hulkbuster che in IW, pilotata da Banner, quasi le prende da uno degli scagnozzi di Thanos e in generale non sembra avere un livello di potere variabile in base alla rabbia.
Almeno per quanto riguarda Cap, credo che sia addirittura più forte della sua versione data da Millar in Ultimates.

Il più forte personaggio del MCU fino ad ora è sicuramente il Thor di Infinity War, più forte anche di Capitan Marvel, riesce a imprimere a Stormbreaker la potenza necessaria a resistere al guanto e avrebbe potuto oneshottare Thanos, in pratica. Era al massimo della forma fisica e con una rabbia e una concentrazione incredibile, mentre in Endgame
oltre al decadimento fisico c'è quello nervoso e spirituale, è palesemente devastato non solo dal non essere riuscito a fermare Thanos ma anche per averlo poi ammazzato a sangue freddo come un boia
.
Sinceramente non vedo grandi squilibri, la scena di Cap che blocca il pugno di Thanos è servita per dimostrare nient'altro che la risolutezza del personaggio, Cap in quel momento ci mette tutto se stesso e nemmeno conosciamo la forza del colpo di Thanos (che sicuramente non era mortale), infatti il Titano per primo rimane colpito da quello sforzo e da quella determinazione per poi sbarazzarsene come se fosse una foglia.


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 28 Aprile 2019, 17:16:22
Volevo rivedere il film, ma è tutto pieno, fancuore. :nono:

Prima volta che sento il bisogno di rivedere un film MCU btw...e penso che ci sarà anche una terza visione. :zuzu:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 17:21:54
Nella costruzione di un universo è importante il livello di forza ed il dislivello di forza tra 2 personaggi.
Secondo me anche no  :asd: non penso che questa cosa freghi alla maggior parte del pubblico del MCU.
Cap che blocca il pugno di Thanos, nello stesso film in cui Hulk le prende di Santa ragione sarebbe come vedere in Dragon Ball un personaggio come Crilin bloccare il pugno di Goku Super Sayan dopo che sconfigge Freezer oppure vedere, rapoortsndi i livelli di forza a qualcosa di reale, Mayweather vincere l'incontro con un pugile e poi mezz'ora dopo vedere un neonato che gli blocca il pugno  :asd:
Non si tratta di verosimiglianza alla nostra realtà, dato che parliamo di un universo narrativo in cui ci sono i supereroi, ma di coerenza interna in un'opera di narrazione.
È un errore. Rende il film meno bello esteticamente? No. Lo rende meno coerente? Si.
A te può star bene. A me no.
Punti di vista, ma negare l'evidenza o sminuire gli errori quando presenti non lo trovo onesto intellettualmente.
Non capisco quale sia il problema: Cap blocca il pugno di Thanos? Sì, per CINQUE SECONDI, dopo Thanos lo butta via come una mosca. Vince Thanos, non Cap. Cioè è come se Crilin bloccasse il pugno di Goku per 5 secondi per poi essere massacrato da una mega kamehameha in faccia  :asd: che problema ci sarebbe? Alla fine comunque vince Goku no? Se Cap avesse bloccato il pugno di Thanos e fosse riuscito a dargli 25 crine in faccia allora sarei stato d'accordo con te... Ma così non è: semplicemente blocca la manona di Thanos per poi venire spazzato via.

Io vorrei solo capire dove cerchi la coerenza in un film in cui non esiste la combustione spontanea, non esistono le onde d'urto delle esplosioni, non esistono le cadute da altezze troppo alte, non esistono morti causate da botte... Io non ho mai detto che ciò di cui parli te non avvenga: avviene eccome! Però a me pare che avvenga in ogni cinecomic come metodo sistematico di far svolgere qualsiasi battaglia! Vogliamo parlare di Cap che sfascia a cazzotti i robot copie di Ultron? Di Iron Man che se la batte a armi pari con Thor in "The Avengers" dopo che abbiamo visto ciò di cui è capace Thor nel suo primo film? Di Loki (dio dell'inganno) che si fa fregare da Natasha? Delle migliaia di truppe dell'Hydra che si fanno polverizzare da una squadra composta di 7 persone dopo aver conquistato quasi un continente? Del fatto che coloro che sparano a Cap non mirino MAI a nessuna parte del suo corpo che si trovi al di fuori del suo scudo, compreso Bucky che è stato descritto come uno dei più letali assassini di sempre? Di come Visione in Civil War non faccia NIENTE nella battaglia dell'aeroporto se non sbagliare mira, dopo che in Age of Ultron ci era stato proposto come un brandone in grado di alzare Mjolnir? Di come Cap riesca in Civil War a sconfiggere Iron Man insieme al soldato d'inverno? Di come venga sconfitto Malekith da Thor dopo averlo precedentemente cotto con le patate insieme al fratello su Svartalfaheimr? Doctor Strange che ne esce incolume dal primo incontro con Kaecilius e i suoi scagnozzi dopo che questi ammazzano in due secondi il custode del santuario di New York?

E mica solo nei film eh... Nei fumetti vogliamo parlarne? In quante storie diverse riguardanti gli stessi personaggi assistiamo a continui sali e scendi nella potenza dei personaggi? Sicuramente altri in questo forum potrebbero fare esempi calzanti, che io non mi metto a fare  :asd: però insomma... Il mio dubbio è: ma allora queste cose non dovrebbero darti fastidio in ogni film del MCU?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 17:55:12
Nella costruzione di un universo è importante il livello di forza ed il dislivello di forza tra 2 personaggi.
Secondo me anche no  :asd: non penso che questa cosa freghi alla maggior parte del pubblico del MCU.
Cap che blocca il pugno di Thanos, nello stesso film in cui Hulk le prende di Santa ragione sarebbe come vedere in Dragon Ball un personaggio come Crilin bloccare il pugno di Goku Super Sayan dopo che sconfigge Freezer oppure vedere, rapoortsndi i livelli di forza a qualcosa di reale, Mayweather vincere l'incontro con un pugile e poi mezz'ora dopo vedere un neonato che gli blocca il pugno  :asd:
Non si tratta di verosimiglianza alla nostra realtà, dato che parliamo di un universo narrativo in cui ci sono i supereroi, ma di coerenza interna in un'opera di narrazione.
È un errore. Rende il film meno bello esteticamente? No. Lo rende meno coerente? Si.
A te può star bene. A me no.
Punti di vista, ma negare l'evidenza o sminuire gli errori quando presenti non lo trovo onesto intellettualmente.
Non capisco quale sia il problema: Cap blocca il pugno di Thanos? Sì, per CINQUE SECONDI, dopo Thanos lo butta via come una mosca. Vince Thanos, non Cap. Cioè è come se Crilin bloccasse il pugno di Goku per 5 secondi per poi essere massacrato da una mega kamehameha in faccia  :asd: che problema ci sarebbe? Alla fine comunque vince Goku no? Se Cap avesse bloccato il pugno di Thanos e fosse riuscito a dargli 25 crine in faccia allora sarei stato d'accordo con te... Ma così non è: semplicemente blocca la manona di Thanos per poi venire spazzato via.

Io vorrei solo capire dove cerchi la coerenza in un film in cui non esiste la combustione spontanea, non esistono le onde d'urto delle esplosioni, non esistono le cadute da altezze troppo alte, non esistono morti causate da botte... Io non ho mai detto che ciò di cui parli te non avvenga: avviene eccome! Però a me pare che avvenga in ogni cinecomic come metodo sistematico di far svolgere qualsiasi battaglia! Vogliamo parlare di Cap che sfascia a cazzotti i robot copie di Ultron? Di Iron Man che se la batte a armi pari con Thor in "The Avengers" dopo che abbiamo visto ciò di cui è capace Thor nel suo primo film? Di Loki (dio dell'inganno) che si fa fregare da Natasha? Delle migliaia di truppe dell'Hydra che si fanno polverizzare da una squadra composta di 7 persone dopo aver conquistato quasi un continente? Del fatto che coloro che sparano a Cap non mirino MAI a nessuna parte del suo corpo che si trovi al di fuori del suo scudo, compreso Bucky che è stato descritto come uno dei più letali assassini di sempre? Di come Visione in Civil War non faccia NIENTE nella battaglia dell'aeroporto se non sbagliare mira, dopo che in Age of Ultron ci era stato proposto come un brandone in grado di alzare Mjolnir? Di come Cap riesca in Civil War a sconfiggere Iron Man insieme al soldato d'inverno? Di come venga sconfitto Malekith da Thor dopo averlo precedentemente cotto con le patate insieme al fratello su Svartalfaheimr? Doctor Strange che ne esce incolume dal primo incontro con Kaecilius e i suoi scagnozzi dopo che questi ammazzano in due secondi il custode del santuario di New York?

E mica solo nei film eh... Nei fumetti vogliamo parlarne? In quante storie diverse riguardanti gli stessi personaggi assistiamo a continui sali e scendi nella potenza dei personaggi? Sicuramente altri in questo forum potrebbero fare esempi calzanti, che io non mi metto a fare  :asd: però insomma... Il mio dubbio è: ma allora queste cose non dovrebbero darti fastidio in ogni film del MCU?
Difatti è presto detto: non sono di certo il più grande fan del MCU.
Al di fuori di Guardiani della Galassia, Black Panther, The Avengers, Ant-Man e Iron Man 3 mi piace quasi nulla.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: JhonSavor - 28 Aprile 2019, 18:24:23
Le prime stime degli incassi di Endgame:  :jawdrop:

Nordamericani: $350,000,000
Internazionali: $859,000,000
Globali lordi: $1,209,000,000   

9° nella classifica NA
4° nella classifica Int.
6° nella classifica MCU
18° nella classifica generale

In cinque giorni.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 28 Aprile 2019, 18:35:30
Giusto così! :D
http://youtu.be/uwsT04RZgxw (http://youtu.be/uwsT04RZgxw)
:')
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 28 Aprile 2019, 18:52:41
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 18:53:48
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:
Ma perché scusa, esiste un DCU?  :lolle: :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 28 Aprile 2019, 18:55:54
Le prime stime degli incassi di Endgame:  :jawdrop:

Nordamericani: $350,000,000
Internazionali: $859,000,000
Globali lordi: $1,209,000,000   

9° nella classifica NA
4° nella classifica Int.
6° nella classifica MCU
18° nella classifica generale

In cinque giorni.
È storia. Giù il cappello.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 28 Aprile 2019, 18:57:05
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:
Ma perché scusa, esiste un DCU?  :lolle: :asd:

Rettifico DC movies  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 28 Aprile 2019, 19:00:50
Chissà se riuscirà a spodestare Avatar  :mmm:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 19:03:23
Chissà se riuscirà a spodestare Avatar  :mmm:
Io penso che se c'è un film che ha una chance di farcela, questo è quel film. Stasera vado per la seconda visione  :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 19:36:16
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:
Ma perché scusa, esiste un DCU?  :lolle: :asd:

Rettifico DC movies  :asd:



Si sentono come
Thor
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 28 Aprile 2019, 19:40:43
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:

Credo meglio di come sentivano dopo infinity, visto che nel frattempo hanno fatto uscire dei film meritevoli
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 28 Aprile 2019, 20:23:15
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:

Credo meglio di come sentivano dopo infinity, visto che nel frattempo hanno fatto uscire dei film meritevoli

Aquaman e Shazam! ?  :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 20:24:04
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:

Credo meglio di come sentivano dopo infinity, visto che nel frattempo hanno fatto uscire dei film meritevoli

Aquaman e Shazam! ?  :lolle:

Dai Shazam ci sta
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 20:24:37
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:

Credo meglio di come sentivano dopo infinity, visto che nel frattempo hanno fatto uscire dei film meritevoli

Aquaman e Shazam! ?  :lolle:


Debolucci
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bl4ckBurn - 28 Aprile 2019, 20:26:58
Non nego che siano film brutti,ma non hanno neanche lontanamente l'aura che emana Endgama,ma neanche l'1%. IMHO
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 28 Aprile 2019, 20:34:24
Non nego che siano film brutti,ma non hanno neanche lontanamente l'aura che emana Endgama,ma neanche l'1%. IMHO

Si ma quei due andrebbero paragonati a Capitan Marvel, non certo ad Endgame. Rispetto a quello, Shazam per me è indubbiamente meglio e Aquaman se la gioca, forse appena peggiore.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 28 Aprile 2019, 20:35:53
Non nego che siano film brutti,ma non hanno neanche lontanamente l'aura che emana Endgama,ma neanche l'1%. IMHO
Vabbe ma è il paragone che non sta in piedi: nessun film nella storia ha mai avuto 21 film dietro di lui a parargli il culo al botteghino. Nessun film ha potuto permettersi di giocare con le emozioni come questo... E' l'unico film che conosca in cui ci si può permettere di non spiegare quasi niente sui personaggi e sulle varie cose successe: chiunque va al cinema penso sappia per filo e per segno quanto successo nei vari film del MCU. Magari non benissimo, ma a grandi linee direi di sì... Tant'è che il fan service è sparato a manetta  :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Gianni_90 - 28 Aprile 2019, 22:03:06
Il fatto di captain marvel è vero.
Non è stata sfruttata come sarebbe dovuto essere,avrebbe pututo togliere il guanto a thanos,o dopo il colpo subito ripartire con l'attacco ed invece ci pensa tony a toglierlo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 28 Aprile 2019, 22:38:58
Aquaman e Shazam! ?  :lolle:

Esattamente. Shazam è meglio di più della metà dei fantomatici 23 film del MCU
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 28 Aprile 2019, 22:55:48
Il fatto di captain marvel è vero.
Non è stata sfruttata come sarebbe dovuto essere,avrebbe pututo togliere il guanto a thanos,o dopo il colpo subito ripartire con l'attacco ed invece ci pensa tony a toglierlo.
Esatto, quella è stata una delle cose che meno ho capito e più mi hanno infastidito. Voglio dire, sono andato a vedete Capitan Marvel, più che altro per essere pronto al meglio per Endgame. Abbiamo visto di cosa è capace, il suo carattere e tutto è stato ribadito nuovamente in Endgame. Lei da sola poteva tranquillamente sconfiggere Thanos senza problemi e invece è stata gestita in modo centellinato, opinabile e depotenziato per rendere necessario il sacrificio di Tony Stark. Ma dai...


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ttins - 28 Aprile 2019, 22:56:36
Il fatto di captain marvel è vero.
Non è stata sfruttata come sarebbe dovuto essere,avrebbe pututo togliere il guanto a thanos,o dopo il colpo subito ripartire con l'attacco ed invece ci pensa tony a toglierlo.
Esatto, quella è stata una delle cose che meno ho capito e più mi hanno infastidito. Voglio dire, sono andato a vedete Capitan Marvel, più che altro per essere pronto al meglio per Endgame. Abbiamo visto di cosa è capace, il suo carattere e tutto è stato ribadito nuovamente in Endgame. Lei da sola poteva tranquillamente sconfiggere Thanos senza problemi e invece è stata gestita in modo centellinato, opinabile e depotenziato per rendere necessario il sacrificio di Tony Stark. Ma dai...


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 28 Aprile 2019, 23:45:55
Bellissima dichiarazione da parte del grande Scott Ian

https://www.instagram.com/scottianthrax/p/Bwz69vGlW3z/

 (https://www.instagram.com/scottianthrax/p/Bwz69vGlW3z/)

Che si avvicina al pensiero che esprimevo l’altra sera
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 28 Aprile 2019, 23:50:22
Rivisto un'altra volta! Quanto mi è piaciuto questo film, era parecchio che mi doveva capitare di emozionarmi così per un cinecomics!

La scena sulla
panchina mi rimarrà per sempre nel cuore, il Capitano e la sua storia mi hanno sempre conquistato e questo è veramente un degno finale della sua parabola come eroe

Mi dispiace che Evans non interpreterà più il Capitano, l'ho trovato perfetto per la parte, decisamente il mio vendicatore preferito, forte, ottimista, puro di spirito, altruista, leader carismatico!!! Capitan America  :wub:

Bravi tutti, 11 anni di universo Marvel che tra alti e bassi ha portato a compimento un'opera fantastica, una prima volta grandiosa  :wub:


APPLAUSI
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: jamirodavid - 29 Aprile 2019, 00:49:49
Sinceramente?? Ho preferito Infinity War!!
Troppe gag e un Thor che troppo idiota e troppo differente da quello del film precedente!
Per non parlare dei vari buchi di trama che si creano ogni volta in seguito a viaggi nel tempo..
Salvo solo i primi e ultimi 10 minuti del film..


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 29 Aprile 2019, 01:54:42
Sinceramente?? Ho preferito Infinity War!!
Troppe gag e un Thor che troppo idiota e troppo differente da quello del film precedente!
Per non parlare dei vari buchi di trama che si creano ogni volta in seguito a viaggi nel tempo..
Salvo solo i primi e ultimi 10 minuti del film..


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Di problemi ne ha, ma fino al finale il viaggio nel tempo non crea errori di sceneggiatura!


Fammi degli esempi!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 29 Aprile 2019, 01:55:07
Il fatto di captain marvel è vero.
Non è stata sfruttata come sarebbe dovuto essere,avrebbe pututo togliere il guanto a thanos,o dopo il colpo subito ripartire con l'attacco ed invece ci pensa tony a toglierlo.
Esatto, quella è stata una delle cose che meno ho capito e più mi hanno infastidito. Voglio dire, sono andato a vedete Capitan Marvel, più che altro per essere pronto al meglio per Endgame. Abbiamo visto di cosa è capace, il suo carattere e tutto è stato ribadito nuovamente in Endgame. Lei da sola poteva tranquillamente sconfiggere Thanos senza problemi e invece è stata gestita in modo centellinato, opinabile e depotenziato per rendere necessario il sacrificio di Tony Stark. Ma dai...


Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk

Ma in soldoni Vapitan Marvel ha la forza di una gemma dell'infinito, non èmica certo che sia più forte del Thanos normale al massimo. Tra l'altro,contro di lei utilizza brevemente anche la gemma del potere
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 01:56:59
Rivisto stasera per la seconda volta. Ragazzi film PAZZESCO. Il fatto che sapessi già come andasse a finire mi ha mooooolto aiutato a farmi apprezzare di gran lunga di più la nuova
versione di Thor, doc Hulk e i viaggi nel tempo. Ho trovato questo nuovo Thor enormemente più travagliato di quanto non mi fosse sembrato.
Probabilmente alla prima visione è stato più forte l'effetto iniziale, più forte il mio ragionare sugli eventi e sulle scelte di sceneggiatura di quanto invece il mio stupore da "bambino"... quella "beata inconsapevolezza" con cui un giovane si avvicina a questi film e con cui si fa andare bene tutto lasciandosi trasportare dalle emozioni. Con questo rinnovato spirito ho vissuto tre ore per come probabilmente me le avrebbero volute far vivere ai Marvel Studios. Il film fila liscio senza intoppi, tiene incollati alla seggiola e sprigiona veramente impegno e dedizione da tutti i pori. Un finale incredibile per l'unica saga della storia che sia riuscita a coinvolgere gli spettatori per 21 lunghi film e 10 lunghissimi anni. Ricordo quando da bambino mia madre mi portò a vedere Iron Man insieme a mio fratello e due amici, uno dei quali purtroppo ci ha lasciato nel 2011... un anno prima del primo Avengers. Una saga così seguita inevitabilmente fa leva sulle varie emozioni che ognuno di noi associa a ogni vario film... Missione riuscita. Ricordo uscendo dal cinema di Iron Man l'entusiasmo per quel nuovo fantastico Tony Stark che introduceva una saga di cui nessuno aveva ancora il minimo presentimento. Nessuno avrebbe mai immaginato tutto questo: vedere i fumetti al cinema. Non come eravamo abituati dai vari cinecomic più o meno riusciti, no... stavolta è tutto vero!

Il finale con
la morte di Tony mi ha paradossalmente emozionato molto di più adesso di qualche giorno fa quando l'ho visto la prima volta. In qualche modo saperlo già me l'ha fatta vivere come una cosa del passato, cosa che ha aumentato il fattore nostalgia in maniera vorticosa. Veramente incredibile

Non penso che nessun altro avrebbe saputo fare di meglio. E vedo difficilissimo un coinvolgimento simile in futuro per un qualsiasi film di supereroi. Questa saga resterà un indelebile monumento a tutto ciò che abbiamo amato dei fumetti, a tutto ciò che abbiamo passato in questi anni mentre in uno strano universo parallelo questi eroi ci insegnavano a vivere dal grande schermo. Ognuno dei fan di questa saga ha avuto almeno un personaggio che gli ricordasse la propria vita, i propri problemi, le difficoltà della "dura realtà". L'immaginazione e le fantasie di un bambino non potrebbero chiedere di più da dei film. Ho visto Iron Man a 12 anni al cinema. Ora ne ho 22, e quel bambino è rimasto lì dentro di me a fantasticare su armature futuristiche, poteri straordinari, strani alieni, martelli magici... su mondi incredibili in cui tutto è possibile.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 29 Aprile 2019, 03:16:51
Rivisto un'altra volta! Quanto mi è piaciuto questo film, era parecchio che mi doveva capitare di emozionarmi così per un cinecomics!

La scena sulla
panchina mi rimarrà per sempre nel cuore, il Capitano e la sua storia mi hanno sempre conquistato e questo è veramente un degno finale della sua parabola come eroe

Mi dispiace che Evans non interpreterà più il Capitano, l'ho trovato perfetto per la parte, decisamente il mio vendicatore preferito, forte, ottimista, puro di spirito, altruista, leader carismatico!!! Capitan America  :wub:

Bravi tutti, 11 anni di universo Marvel che tra alti e bassi ha portato a compimento un'opera fantastica, una prima volta grandiosa  :wub:


APPLAUSI
Quella che è diventata la mia scena preferita del MCU, ovviamente con protagonista Cap America, è
Quando nel primo breve scontro della battaglia finale Thanos li sconfigge e con Thor ed Iron Man fuori dai giochi lui si rialza, nel pieno spirito del personaggio, si sistema lo scudo rotto ed è pronto a fronteggiare da solo Thanos ed il suo esercito. La scena culmina con il famoso "Avengers uniti!" che è la ciliegina sulla torta.

L'unico personaggio che mi trasmette emozioni simili di questo universo e che potrebbe sostituirlo degnamente è T'Challa e lo si denota in Infinity War quando guidano insieme l'esercito nella battaglia in Wakanda.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: devil010 - 29 Aprile 2019, 11:57:34
Però la scena post titoli di coda dove
L'avete aperto eh

Inviato dal mio cacciavite sonico
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 12:00:51
Però la scena post titoli di coda dove
L'avete aperto eh

Inviato dal mio cacciavite sonico
eh?  :hmm:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 29 Aprile 2019, 12:03:25
Non ho capito una cosa

C'è qualche incongruenza con l'nizio di endgame e la scena post credit di cap marvel?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 29 Aprile 2019, 12:12:57
Non ho capito una cosa

C'è qualche incongruenza con l'nizio di endgame e la scena post credit di cap marvel?
Si.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 12:20:22
Non ho capito una cosa

C'è qualche incongruenza con l'nizio di endgame e la scena post credit di cap marvel?
Nella scena post-credit di Cap Marvel
gli Avengers hanno recuperato il dispositivo di Fury che serviva per chiamare Cap Marvel, che a un certo punto smette di bippare e compare Carol nella sede degli Avengers che chiede "dov'è Fury?".
All'inizio di Endgame invece
Cap Marvel compare in salvataggio di Tony e Nebula, riportando l'astronave dei Guardiani sulla Terra. Quando arrivano tutti e tre alla sede degli Avengers, Carol non si presenta agli Avengers, come se questi aspettassero il suo ritorno. Per come la vedo io nessunissima incongruenza: Carol riceve il segnale inviato da Fury e va sulla Terra, gli Avengers le spiegano tutto e le dicono che Tony era andato sulla nave di Thanos, Carol va su Titano e in mezzo allo spazio ritrova la nave dei Guardiani. Insomma la post-credit di Cap Marvel avviene prima dell'inizio di Endgame, e tutti i convenevoli in cui Carol si presenta agli Avengers sono off-screen
Si.
Ma perché mai????  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 29 Aprile 2019, 12:25:20
Rivisto un'altra volta! Quanto mi è piaciuto questo film, era parecchio che mi doveva capitare di emozionarmi così per un cinecomics!

La scena sulla
panchina mi rimarrà per sempre nel cuore, il Capitano e la sua storia mi hanno sempre conquistato e questo è veramente un degno finale della sua parabola come eroe

Mi dispiace che Evans non interpreterà più il Capitano, l'ho trovato perfetto per la parte, decisamente il mio vendicatore preferito, forte, ottimista, puro di spirito, altruista, leader carismatico!!! Capitan America  :wub:

Bravi tutti, 11 anni di universo Marvel che tra alti e bassi ha portato a compimento un'opera fantastica, una prima volta grandiosa  :wub:


APPLAUSI
Quella che è diventata la mia scena preferita del MCU, ovviamente con protagonista Cap America, è
Quando nel primo breve scontro della battaglia finale Thanos li sconfigge e con Thor ed Iron Man fuori dai giochi lui si rialza, nel pieno spirito del personaggio, si sistema lo scudo rotto ed è pronto a fronteggiare da solo Thanos ed il suo esercito. La scena culmina con il famoso "Avengers uniti!" che è la ciliegina sulla torta.

L'unico personaggio che mi trasmette emozioni simili di questo universo e che potrebbe sostituirlo degnamente è T'Challa e lo si denota in Infinity War quando guidano insieme l'esercito nella battaglia in Wakanda.


Il Cap è unico  :wub:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 29 Aprile 2019, 13:48:10
Vedo poco la tendenza a fare un distinguo tra quello che "è sbagliato" e quello che "non ci piace". Non e possibile che, se le nostre aspettative pregresse non vengono acdontentate, si scambino certe cose, in collaborazione anche con una malleabilità pressochè nulla nel venire incontro a certe scelte messe in scena anche con una certa logica, per errori grossolani dati come dati di fatto.
Per esempio: è un dato,di fatto che la situazione Spider-Man, se non speigata, sarà una cosa imbarazzante. Lo sarebbe anche se la spiegazione fosse quella della sculata/sfiga complessiva di tutta la combriccola.
Ma non è un dato di fatto che ci siano incongruenze nella gestione delle linee t., non e un dato di fatto che Thor gestito come è stato fatto sia sbagliato (magari puo esserlo che così si è distaccato dalla controparte su carta stampata, ma non stanscritto da nessuna parte che non si possano fare variazioni sul tema, tanto più considerando il fatto che il processo di umanizzazione del Dio del Tuono era iniziato parecchio tempo fa, non è un dato di fatto che sia inammissibile la scelta fatta per riportare AntMan sullo scacchiere). Chiaro che per queste e per altre cose ci siano criticità e possibili obiezioni, alcune anche molto ben argomentate, ma dividere tra fatti oggettivi ed impressioni soggettive sarebbe anche importante.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 29 Aprile 2019, 14:03:05
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 14:13:44
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 29 Aprile 2019, 14:22:05
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: katzenberg - 29 Aprile 2019, 14:47:58
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc.

Bravissimo! :quoto: :clap:
Hai riassunto perfettamente quello che penso io e che mi ha fatto trattenere dall'entrare nella discussione vista la piega che ha preso...'nuff said!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 29 Aprile 2019, 15:13:42
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile

Ma infatti questo obiezione è solidissima. Se prima ci avevavao fatto vedere che ogni Avenger aveva avuto bisogno di una fiala intera per il viaggio del tempo, è assurdo poi mostrare il Titano in possesso di una sola fiala, e senza spiegazione vederlo trasportare nel futuro un esercito enorme. Questo è inattaccabile. Poi possiamo provare a darci delle spiegazioni, e quella data da te mi sembra molto molto credibile, ma non ci sono all'interno dello stesso film elementi che possano farcela intuire in maniera fluida, anzi, al contrario, vediamo Bruce Banner e Tony Stark, due che in 4+4=8 riescono a risolvere una cosa difficilissima come I VIAGGI NEL TEMPO in maniera verosimile, e non caciarona alla "Ritorno al futuro", che non prendono nemmeno in considerazione di cercare di replicare la sostanza di Pym, come fosse inattuabile :/. PS= Banner avrà anche fallito il viaggio nel tempo, ma nel frattempo ha semplicemente trovato la formula per l'immortalita MEGALOL
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 15:22:13
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 29 Aprile 2019, 15:29:52
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?

Per quanto riguarda la questione Spider-Man, psrsonalmente sono molto preoccupato. Che siano stati schioccati via tutti i personaggi principali del mondo di Peter non avrebbe il minimo senso. La spiegazione che mi sono dato io è questa: con il "desiderio"  espresso con il suo schiocco, Tony ha riservato un pensiero anche nel fare un rewing di tutte le persone facenti parte del mondo di Peter per non fargli perdere una parte importante della sua vita.

Per quanto riguarda Capitan America, effettivamente, al di là delle spoegazioni sul viaggio nel tempo nel MCU, la scena è gestita male: se Capitan America e tornato li tramite viaggio nel tempo, avrebbe avuto enormemente piu senso vederlo riapparire nel punto da cui era scomparso. Se invece è tornato lì semplicemente vivendo la sua vita, dato che dà l'impressione di essere seduto là da un po' avrebbero dovuto vederlo già prima su quella panchina
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 29 Aprile 2019, 15:45:15
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?
Io dopo la seconda visione ho il sospetto che
Cap sia tornato non negli anni '70 ma molto più indietro per vivere la sua vita con Peggy...tipo inizio anni '50 almeno è la sensazione che mi ha dato la macchina che è passata in quella scena
A prescindere quello scudo non ho idea da dove venga, forse qualcosa che è stato appositamente costruito e a quel punto le domande fioccano
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 15:48:55
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?

Per quanto riguarda la questione Spider-Man, psrsonalmente sono molto preoccupato. Che siano stati schioccati via tutti i personaggi principali del mondo di Peter non avrebbe il minimo senso. La spiegazione che mi sono dato io è questa: con il "desiderio"  espresso con il suo schiocco, Tony ha riservato un pensiero anche nel fare un rewing di tutte le persone facenti parte del mondo di Peter per non fargli perdere una parte importante della sua vita.

Per quanto riguarda Capitan America, effettivamente, al di là delle spoegazioni sul viaggio nel tempo nel MCU, la scena è gestita male: se Capitan America e tornato li tramite viaggio nel tempo, avrebbe avuto enormemente piu senso vederlo riapparire nel punto da cui era scomparso. Se invece è tornato lì semplicemente vivendo la sua vita, dato che dà l'impressione di essere seduto là da un po' avrebbero dovuto vederlo già prima su quella panchina
Per quanto riguarda
Peter, mi risulterebbe altamente indigesta questa tua ipotesi... Cioè per quello che penso io sarebbe una stronzata enorme. Per quello che sappiamo ora in Far From Home compaiono Ned, Michelle Jones, Flash Thompson, Betty Brant, zia May. Da quello che hanno detto i fratelli Russo sappiamo che zia May non era scomparsa per lo schiocco di Thanos, quindi lei ha effettivamente trascorso 5 anni in lutto per Peter.

Per mettere le cose a posto, se gli unici amici di Peter che torneranno in Far From Home fossero effettivamente MJ, Ned, Flash e Betty, occorrerebbe che tutti e 4 fossero stati "schioccati" via da Thanos. Nel cast non trovo alcuna notizia su Liz, personaggio importante di Homecoming... Contando che tornerà Micheal Keaton anche in questo Far From Home, è possibile che ad esempio Liz non sia stata schioccata, e la ritroveremo invecchiata di 5 anni.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 29 Aprile 2019, 15:50:11
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?

Per quanto riguarda la questione Spider-Man, psrsonalmente sono molto preoccupato. Che siano stati schioccati via tutti i personaggi principali del mondo di Peter non avrebbe il minimo senso. La spiegazione che mi sono dato io è questa: con il "desiderio"  espresso con il suo schiocco, Tony ha riservato un pensiero anche nel fare un rewing di tutte le persone facenti parte del mondo di Peter per non fargli perdere una parte importante della sua vita.

Per quanto riguarda Capitan America, effettivamente, al di là delle spoegazioni sul viaggio nel tempo nel MCU, la scena è gestita male: se Capitan America e tornato li tramite viaggio nel tempo, avrebbe avuto enormemente piu senso vederlo riapparire nel punto da cui era scomparso. Se invece è tornato lì semplicemente vivendo la sua vita, dato che dà l'impressione di essere seduto là da un po' avrebbero dovuto vederlo già prima su quella panchina
Per quanto riguarda
Peter, mi risulterebbe altamente indigesta questa tua ipotesi... Cioè per quello che penso io sarebbe una stronzata enorme. Per quello che sappiamo ora in Far From Home compaiono Ned, Michelle Jones, Flash Thompson, Betty Brant, zia May. Da quello che hanno detto i fratelli Russo sappiamo che zia May non era scomparsa per lo schiocco di Thanos, quindi lei ha effettivamente trascorso 5 anni in lutto per Peter.

Per mettere le cose a posto, se gli unici amici di Peter che torneranno in Far From Home fossero effettivamente MJ, Ned, Flash e Betty, occorrerebbe che tutti e 4 fossero stati "schioccati" via da Thanos. Nel cast non trovo alcuna notizia su Liz, personaggio importante di Homecoming... Contando che tornerà Micheal Keaton anche in questo Far From Home, è possibile che ad esempio Liz non sia stata schioccata, e la ritroveremo invecchiata di 5 anni.

Beh, certamente non sarebbe il top, ma meno insensato di un eventuale "culo" nel fatto che anche tutti gli altri personaggi principali attorno a Peter fossero stati coinvolti nello schiocco per poi farli riapparire senza cambiare nulla. Nel caso la scelta fosse effettivamente questa però, di certo il fatto di aver lasciato solo zia May a dover convivere con le conseguenze dello schiocco ci starebbe perchè lei è estranea all'ambiente scolastico e quindi tutte le sue reazioni sarebbero rivolte a Peter senza conseguenze ulteriori e casini particolari
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 15:54:51
Io dopo la seconda visione ho il sospetto che
Cap sia tornato non negli anni '70 ma molto più indietro per vivere la sua vita con Peggy...tipo inizio anni '50 almeno è la sensazione che mi ha dato la macchina che è passata in quella scena
A prescindere quello scudo non ho idea da dove venga, forse qualcosa che è stato appositamente costruito e a quel punto le domande fioccano
Concordo, anche a me è sembrato che
si trattasse degli anni '50. Per fortuna avremo modo di rivedere quello scudo e di sperare di scoprire da dove arriva  :asd: certo che il fan service non è mai abbastanza eh?  :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 29 Aprile 2019, 16:05:59
Di oggettivo c'è che le cose potevano spiegarle decisamente meglio, visto il tempo a disposizione e che potevano evitare di far svolgere avvenimenti importanti off-screen.
In alcune situazioni bastava una parola al momento giusto  :ahsisi:
Su questo sono d'accordo  :sisi:... Di veramente positivo c'è che il sacrificio di alcune spiegazioni e di alcune scene è riuscito a far guadagnare una fluidità incredibile al film, nonostante le tre ore e nonostante le tematiche trattate... Cioè se mi avessero detto che
avremmo visto: vendetta e uccisione di Thanos, analisi della sconfitta e un "5 anni dopo", viaggi nel tempo a go go, sacrificio di Natasha, mega-battaglia finale con tutti gli schioccati che ritornano E morte di Tony (e pensionamento di Cap).... E in tutto questo occorreva dare un barlume di caratterizzazione a OGNI personaggio mai creato in 21 film... Se me l'avessero detto prima io avrei risposto: "ok, quanti film servono?".
Cioè il fatto che nonostante questa montagna di cose in ballo, uno riesca a stare 3 ore e 10 minuti incollato allo schermo e ad emozionarsi così tanto in così tanti momenti........ Bha per me ha dell'incredibile!

Preferisco un film così ad un film che spiega tutto nel dettaglio e si perde il cuore del vero film, che doveva essere lo stupore e l'emozione per la fine di un viaggio. Le varie spiegazioni iper-dettagliate degli avvenimenti off-screen servono fino a un certo punto. Per queste cose ci saranno comunque altri film, altri momenti per spiegare meglio, varie dichiarazioni, interviste ecc. Ciò non toglie che come dici te, avrebbero potuto fare qualcosina in più, ma dal mio punto di vista proprio cosine minime
Concordo.
Ad esempio sulla questione
del Thanos del 2014 e su come faccia ad arrivare nel 2023, sarebbe bastato far dire a Thanos di replicare il composto...roba di due secondi netti.
Nei fumetti Thanos è un genio ai massimi livelli, quindi che potessero replicare il composto era fattibile
Eh già, questo è veramente un mistero. Cioè a livello di trama fila comunque tutto perché
è facile immaginare che abbiano trovato il modo di riprodurre le particelle Pym, però comunque come dici te bastava una frase. Devo a tale proposito ritrattare su una cosa che ho detto ieri. Ieri avevo detto che non c'è alcun modo di sapere quanto tempo è passato dal punto di vista del Thanos del passato dal rapimento della Nebula del futuro fino al viaggio nel tempo con la nave e tutto l'esercito. Nonostante la Nebula del passato sia arrivata nel 2024 esattamente nello stesso istante di Rhodes, nel passato del 2014 sarebbero potuti tranquillamente passare degli anni in cui Thanos avrebbe riprodotto le particelle Pym.

Quello su cui mi sbagliavo è che in realtà c'è un indizio sul tempo che è trascorso in quel 2014: quando la Nebula del passato attiva la macchina del tempo per far arrivare il padre con la sua nave, sullo schermo della macchina appare scritto "gateway open - origin 2014". Quindi al più potevano essere passati dei mesi, che comunque sono sufficienti a riprodurre le particelle Pym eh... Solo per dire questo dettaglio me lo ero perso.

Ad esempio dal mio punto di vista sarebbe bastata qualche parola anche su Ned (l'amico di Peter)... era scomparso anche lui? Fortunatamente per mettere a posto questa cosa di Peter basterà aspettare Luglio  :asd:

Pure la faccenda di Cap alla fine del film... Che costava farlo apparire sulla piattaforma? Ok era meno scenico... Allora magari potevano farlo apparire sulla panchina ma con la tuta adatta ai viaggi nel tempo no? O comunque col "gps spazio-temporale" alla mano! Invece non ha niente... Cioè io capisco i requisiti della scena, però bastava veramente un qualunque indizio minimo per sfatare i dubbi che lo riguardano. Cioè è normale che uno possa pensare "ma come: ha vissuto con Carter nella nostra realtà in cui non ha vissuto con Carter? Ci sono stati due Cap in tutti questi 21 film?". Sarebbe bastato anche solo vedergli il dispositivo sulla mano per capire che aveva effettivamente usato la macchina del tempo per tornare.

P.s. quando Cap torna nel 2024 ha con sé uno scudo diverso da quello che Thanos gli ha rotto. Ho visto che non è neanche lo stesso scudo che ha Cap nel primo film a lui dedicato... E' uno scudo mai visto del 1970 oppure c'è qualche citazione che non ho colto?
Io dopo la seconda visione ho il sospetto che
Cap sia tornato non negli anni '70 ma molto più indietro per vivere la sua vita con Peggy...tipo inizio anni '50 almeno è la sensazione che mi ha dato la macchina che è passata in quella scena
A prescindere quello scudo non ho idea da dove venga, forse qualcosa che è stato appositamente costruito e a quel punto le domande fioccano



La penso anche io così
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 29 Aprile 2019, 21:01:12
Io sto pensando a come si sentono adesso i dirigenti del DCU.  :asd:


(https://leortola.files.wordpress.com/2018/05/img_20180504_104246.jpg?w=497)


che poi il film sui superpets lo stanno davvero facendo
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 21:14:56
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 29 Aprile 2019, 21:32:55
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 29 Aprile 2019, 23:44:00
Ho trovato un diagramma online che dovrebbe "spiegare" la questione sui
viaggi temporali presenti in Endgame.
Il problema è che, a mio modo di vedere, questo diagramma è sbagliato in un paio di cose non indifferenti. Tutto questo speculare sulla questione non sta facendo altro che creare una confusione incredibile anche negli spettatori più attenti, e questo è veramente un peccato: se ci si basasse SOLO sulle informazioni presenti nel film sarebbe molto più facile la discussione. Posto in Spoiler l'indirizzo per il diagramma in questione (ovviamente NON leggete niente di tutto ciò se non avete visto il film: Spoiler):
https://www.badtaste.it/2019/04/29/avengers-endgame-il-pratico-diagramma-che-spiega-i-Spoiler-presenti-nel-film/369701/?fbclid=IwAR1n3KrdEZsJQIRyU2prFZJhHP06gDXPKtmN_auVHnXIlEB7POHXehOvYhs
Dal mio punto di vista ci sono due problemi giganteschi in questo diagramma:
il primo è che in questo diagramma Cap non porta le gemme nel momento in cui sono state prese. Cioè lo scopo di Cap per ciò che sappiamo è riportare le gemme esattamente all'istante in cui sono state prese, in modo che da quelle realtà (come dice Bruce all'Antico) cronologicamente parlando non se ne siano mai andate. Quindi non si capisce come mai i salti di Cap illustrati in giallo lo riportino sempre DOPO i salti svolti precedentemente in Endgame... Che senso ha????

Il secondo problema enorme che ho con questo diagramma è che le realtà alternative continuano ad esistere come se ora nel MCU esistessero 6 timeline parallele: 1 principale che noi seguiamo da 21 film, e altre 5 alternative e parallele in cui succedono cose strambe. Ma perché continua a esserci questa interpretazione da parte degli spettatori???? Cioè NEL FILM viene chiaramente spiegato che rimuovere una gemma da una realtà crea delle diramazioni nell'unico flusso del tempo creato dalla compresenza delle 6 gemme. E' proprio per evitare questo effetto che Cap riporta le gemme indietro! Cioè quando Bruce spiega all'Antico che riporteranno le gemme si vede proprio graficamente la biforcazione oscura nel flusso del tempo che scompare dal momento che le gemme ritornano al loro posto  :sisi: quindi come mai quelle realtà alternative dovrebbero continuare ad esistere come realtà parallele del multiverso? Io sta cosa proprio non la capisco  :nono:
Io ora non riesco a fare altro che pensare a quanta gente leggerà articoli del genere e si convincerà di una visione dell'MCU che non capisco dove e come sia stato spiegato come tale. Confusione più totale........  :omg:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 30 Aprile 2019, 01:18:35
Rivisto questa sera. Devo dire che al netto di qualche cosa che sicuramente non va con
le conseguenze dei viaggi nel tempo
, ma ho conservato del tutto la mia sospensione dell’incredulita, il film resta molto bello ed emozionante. Mi sono commosso nuovamente.

e vedere Cap che prima alza il martello, poi con martello in mano grida, finalmente: Avengers Uniti (anche se non ho capito perché quando dice Uniti, usa un tono più basso,quasi lo sussurra) è una cosa di una epicitá, che mi ha suscitato un’emozione non so quando potrò riprovare nuovamente.

Grazie Marvel per aver portato su schermo cose che sognavo da bambino.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: phoenix_81 - 30 Aprile 2019, 10:24:25
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame

Perché le fasi dei MS non fanno riferimento tanto alle trame quanto alla produzione.
Infatti dopo Far From Home, al di là delle speculazioni, non sappiamo quale direzione prenderà il brand.
Senza dimenticare che la seconda fase si chiudeva con Ant-man che non aveva alcun legame con i film precedenti.

e vedere Cap che prima alza il martello, poi con martello in mano grida, finalmente: Avengers Uniti (anche se non ho capito perché quando dice Uniti, usa un tono più basso,quasi lo sussurra)

Perché in un certo senso lo dice a noi spettatori
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: EMC2 - 30 Aprile 2019, 10:26:25
Quando esco dal cinema la prima cosa che penso è: "Lo rivedrei?". Poi mi faccio la stessa domanda dopo qualche giorno, e se la risposta è si allora vuol dire che PER ME quel film è un capolavoro.
Dopo Infinity War la risposta era SI tutta la vita, ma dopo Endgame ho detto NO e ancora oggi la risposta è NO: del film salvo
la battaglia finale per epicità (anche se il momento female power se lo potevano risparmiare) e i primi minuti, tutta la parte centrale con i viaggi del tempo, che ogni volta creano solo confusione e caos nella trama, l'ho trovata lenta, a tratti snervante, utile solo al fan service.

A IW ho dato 10 sena dubbio, ma ad Endgame sinceramente mi viene difficile dargli più di un 6 stentato

Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Secondo me la spiegazione è molto più semplice e banale: per questioni di produzione Far from Home doveva uscire dopo Avengers ma non poteva ovviamente essere il primo film della fase 4, quindi si sono inventati la storia che chiuderà la 3. Probabilmente avremo un film che a livello di trama risentirà pochissimo di Endgame a parte qualcosa con Fury giusto per far vedere che hanno voluto chiudere il cerchio. Mi sembra impossibile affidare la chiusura di 10 anni di trame a un film di seconda fascia rispetto ad un endgame dove succede quello che sappiamo tutti.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Azrael - 30 Aprile 2019, 10:54:59
EMC, accorpa I due post.

-------

Finito di vedere un oretta fa, a me al contrario di Infinity questo mi piaciuto.
Al momento ho solo una domanda
Ma la Vedova Nera del presente non dovrebbe essere viva?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 30 Aprile 2019, 11:20:13
Ho trovato un diagramma online che dovrebbe "spiegare" la questione sui
viaggi temporali presenti in Endgame.
Il problema è che, a mio modo di vedere, questo diagramma è sbagliato in un paio di cose non indifferenti. Tutto questo speculare sulla questione non sta facendo altro che creare una confusione incredibile anche negli spettatori più attenti, e questo è veramente un peccato: se ci si basasse SOLO sulle informazioni presenti nel film sarebbe molto più facile la discussione. Posto in Spoiler l'indirizzo per il diagramma in questione (ovviamente NON leggete niente di tutto ciò se non avete visto il film: Spoiler):
https://www.badtaste.it/2019/04/29/avengers-endgame-il-pratico-diagramma-che-spiega-i-Spoiler-presenti-nel-film/369701/?fbclid=IwAR1n3KrdEZsJQIRyU2prFZJhHP06gDXPKtmN_auVHnXIlEB7POHXehOvYhs
Dal mio punto di vista ci sono due problemi giganteschi in questo diagramma:
il primo è che in questo diagramma Cap non porta le gemme nel momento in cui sono state prese. Cioè lo scopo di Cap per ciò che sappiamo è riportare le gemme esattamente all'istante in cui sono state prese, in modo che da quelle realtà (come dice Bruce all'Antico) cronologicamente parlando non se ne siano mai andate. Quindi non si capisce come mai i salti di Cap illustrati in giallo lo riportino sempre DOPO i salti svolti precedentemente in Endgame... Che senso ha????

Il secondo problema enorme che ho con questo diagramma è che le realtà alternative continuano ad esistere come se ora nel MCU esistessero 6 timeline parallele: 1 principale che noi seguiamo da 21 film, e altre 5 alternative e parallele in cui succedono cose strambe. Ma perché continua a esserci questa interpretazione da parte degli spettatori???? Cioè NEL FILM viene chiaramente spiegato che rimuovere una gemma da una realtà crea delle diramazioni nell'unico flusso del tempo creato dalla compresenza delle 6 gemme. E' proprio per evitare questo effetto che Cap riporta le gemme indietro! Cioè quando Bruce spiega all'Antico che riporteranno le gemme si vede proprio graficamente la biforcazione oscura nel flusso del tempo che scompare dal momento che le gemme ritornano al loro posto  :sisi: quindi come mai quelle realtà alternative dovrebbero continuare ad esistere come realtà parallele del multiverso? Io sta cosa proprio non la capisco  :nono:
Io ora non riesco a fare altro che pensare a quanta gente leggerà articoli del genere e si convincerà di una visione dell'MCU che non capisco dove e come sia stato spiegato come tale. Confusione più totale........  :omg:
Guarda, la prima domanda che poni è semplicissima: pura conveninza grafica. Hanno messo più "pallini" solo per non intasare un singolo punto con troppi asterischi e annotazioni, tutto qua. Cap restituisce le gemme subito dopo averle prese, nel grafico hanno solo "allargato" lo spazio per rendere di più facile fruizione.  :asd:

Le altre timeline rimangono per le stesse spiegazioni date nel film: il passato rimane il passato, gli eventi che sono accaduti non si eliminano. Quindi sì, le altre timeline rimangono. In una Thanos scompare/muore nel futuro (quindi in quella timeline gli eventi di IW non si verificheranno mai). In quella del primo Avengers Loki fugge col Tesseract chissà dove, ma questo forse verrà risolto nella serie su Loki di Disney+.
Poi ci sono quelle del 2013 e del 1970, che però a parte gli incontro di Thor e Tony con i genitori, non presentano grosse divergenze.
C'è una cosa che ancora non hai capito: non è solo la rimozione delle gemme ad alterare la realtà, ma qualsiasi gesto. Se io torno indietro nel tempo per fare qualcosa di stupido, tipo andare ad un concerto che mi sono perso, creo una realtà alternativa in cui a quel concerto sono presente pure io, tutto qua, nessuno rischia nulla.
E' l'intento degli Avengers a mettere in pericolo quella realtà, per questo poi devono rimediare.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 30 Aprile 2019, 11:27:56
Se dobbiamo credere alle regole del film, quel diagramma è chiaramente sbagliato
non potrebbe e non dovrebbero esserci realtà alternative.
Il dubbio si è creato col Thanos morto nel 2023...a quanto pare per molti ( me compreso si ècreata una realtà alternativa)

Comunque per il piano finale, Bruce
dice a Cap che deve riportare le gemme un attimo dopo che esse siano state prese...non contemporaneamente perché sarebbe impossibile
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: attitude - 30 Aprile 2019, 11:40:46
Visto qualche giorno fa al cinema, e da allora mi sono reso conto che forse non sarà neanche il miglior film del MCU (avrei bisogno di un bel rewatch a freddo), ma di certo è quello più emozionale: neanche dopo Infinity War mi sono ritrovato a pensare che vorrei andare al cinema a rivedermelo (cosa che non faccio MAI), difatti IW me lo sono rivisto solo il giorno prima di Endgame. Questo però si, ci ho pensato seriamente di riandarci perché è stato un vero e proprio evento cinematografico senza precedenti, culminazione di un progetto che non penso si potrà mai replicare, neanche con la continuazione dell'MCU.
Un film sicuramente non esente da difetti, ma che ti colpisce "right in the feels".
Parto dicendo che se un film del genere dopo i primi 10/15 minuti ti riesce a stupire, a sovvertire tutte quelle che erano le tue supposizioni al riguardo, con la morte di Thanos ad inizio film, parte non bene, di più. Certo, che avrebbero giocato coi viaggi nel tempo lo sapevo, ma comunque mi ha colpito tantissimo.
Bella l'idea di ripercorrere la storia del MCU tornando in alcuni dei film passati, (persino uno dei più dimenticabili...Thor: The Dark World) , ritornare in scenari già conosciuti ma con i personaggi maturati è una cosa che mi piace molto. Certo, un po' furbetto il modo col quale hanno riportato Loki per la sua serie TV, però alla fine è vero, "niente resurrezioni stavolta" :asd:
Un po' come tutti o quasi anche a me non ha fatto impazzire la caratterizzazione di Thor in questo film: non grido allo scandalo, non dico che ha rovinato 11 anni di MCU o esagerazioni del genere, ma si poteva evitare, o comunque fare in un modo non così tanto marcato.
Ero pronto ad una Captain Marvel che sicuramente non si sarebbe presa la vittoria finale ma che comunque sarebbe stata determinante, ed invece è stata sorprendentemente tralasciata in questo film, non che mi dispiaccia considerando che il suo personaggio non mi dice niente.
A compensare però c'è il momento "Girl Power, fuck yeah" totalmente a cazzo, e quello mi ha dato abbastanza fastidio. Vuoi proporre il momento A-Force e così facendo fare contente le femministe e tutto quel pubblico così? Per me va benissimo, però dai, così, completamente a caso e gratuito, con TUTTE le donne dell'MCU che casualmente si raggruppano nel campo di battaglia? Mi ha dato un fastidio assurdo, anche se mi è scomparso subito. Però insomma, è uno di quei momenti che vogliono cavalcare l'onda di un movimento, in questo caso femminista, che però fanno l'effetto contrario e risultato proprio sgradevoli (Che poi fa ridere che, per ovvie ragioni, in quel gruppone mancasse Black Widow che per anni è stata l'unica eroina dell'MCU :asd:).
Poi che altro? Non posso aggiungere molto sulle dipartite di Iron Man e Captain America, ci stanno, molto azzeccate, tutte e due.
L'MCU perde i suoi due pezzi da novanta, arrivati giustamente alla pensione, così come Black Widow. Ora degli originali rimangono un Hawkeye dirottato verso la sua serie Disney+ per il quale avrei ottime aspettative, Professor Hulk che non ho davvero idea di cosa possa fare se non il comprimario sporadico in qualche film singolo, e poi Thor che farà parte dei Guardiani, abbinamento che mi intriga non poco, anche perché considerando la direzione che ha preso il personaggio non poteva esserci direzione più adatta.
Però non so, dovranno costruire a dovere nuovi pezzi da 90, perché ora come ora temo che l'MCU perderà parecchio con queste dipartite.
In definitiva, malgrado alcune cose che non mi sono piaciute granché, filmone, per il suo genere è qualcosa di epico e che probabilmente non rivedremo mai più, almeno in questa scala :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 13:47:17
Ho trovato un diagramma online che dovrebbe "spiegare" la questione sui
viaggi temporali presenti in Endgame.
Il problema è che, a mio modo di vedere, questo diagramma è sbagliato in un paio di cose non indifferenti. Tutto questo speculare sulla questione non sta facendo altro che creare una confusione incredibile anche negli spettatori più attenti, e questo è veramente un peccato: se ci si basasse SOLO sulle informazioni presenti nel film sarebbe molto più facile la discussione. Posto in Spoiler l'indirizzo per il diagramma in questione (ovviamente NON leggete niente di tutto ciò se non avete visto il film: Spoiler):
https://www.badtaste.it/2019/04/29/avengers-endgame-il-pratico-diagramma-che-spiega-i-Spoiler-presenti-nel-film/369701/?fbclid=IwAR1n3KrdEZsJQIRyU2prFZJhHP06gDXPKtmN_auVHnXIlEB7POHXehOvYhs
Dal mio punto di vista ci sono due problemi giganteschi in questo diagramma:
il primo è che in questo diagramma Cap non porta le gemme nel momento in cui sono state prese. Cioè lo scopo di Cap per ciò che sappiamo è riportare le gemme esattamente all'istante in cui sono state prese, in modo che da quelle realtà (come dice Bruce all'Antico) cronologicamente parlando non se ne siano mai andate. Quindi non si capisce come mai i salti di Cap illustrati in giallo lo riportino sempre DOPO i salti svolti precedentemente in Endgame... Che senso ha????

Il secondo problema enorme che ho con questo diagramma è che le realtà alternative continuano ad esistere come se ora nel MCU esistessero 6 timeline parallele: 1 principale che noi seguiamo da 21 film, e altre 5 alternative e parallele in cui succedono cose strambe. Ma perché continua a esserci questa interpretazione da parte degli spettatori???? Cioè NEL FILM viene chiaramente spiegato che rimuovere una gemma da una realtà crea delle diramazioni nell'unico flusso del tempo creato dalla compresenza delle 6 gemme. E' proprio per evitare questo effetto che Cap riporta le gemme indietro! Cioè quando Bruce spiega all'Antico che riporteranno le gemme si vede proprio graficamente la biforcazione oscura nel flusso del tempo che scompare dal momento che le gemme ritornano al loro posto  :sisi: quindi come mai quelle realtà alternative dovrebbero continuare ad esistere come realtà parallele del multiverso? Io sta cosa proprio non la capisco  :nono:
Io ora non riesco a fare altro che pensare a quanta gente leggerà articoli del genere e si convincerà di una visione dell'MCU che non capisco dove e come sia stato spiegato come tale. Confusione più totale........  :omg:
Guarda, la prima domanda che poni è semplicissima: pura conveninza grafica. Hanno messo più "pallini" solo per non intasare un singolo punto con troppi asterischi e annotazioni, tutto qua. Cap restituisce le gemme subito dopo averle prese, nel grafico hanno solo "allargato" lo spazio per rendere di più facile fruizione.  :asd:

Le altre timeline rimangono per le stesse spiegazioni date nel film: il passato rimane il passato, gli eventi che sono accaduti non si eliminano. Quindi sì, le altre timeline rimangono. In una Thanos scompare/muore nel futuro (quindi in quella timeline gli eventi di IW non si verificheranno mai). In quella del primo Avengers Loki fugge col Tesseract chissà dove, ma questo forse verrà risolto nella serie su Loki di Disney+.
Poi ci sono quelle del 2013 e del 1970, che però a parte gli incontro di Thor e Tony con i genitori, non presentano grosse divergenze.
C'è una cosa che ancora non hai capito: non è solo la rimozione delle gemme ad alterare la realtà, ma qualsiasi gesto. Se io torno indietro nel tempo per fare qualcosa di stupido, tipo andare ad un concerto che mi sono perso, creo una realtà alternativa in cui a quel concerto sono presente pure io, tutto qua, nessuno rischia nulla.
E' l'intento degli Avengers a mettere in pericolo quella realtà, per questo poi devono rimediare.
Scusami ma da ciò che dice
l'Antico a Bruce, questa che ci esponi tu resta una tua personalissima opinione degli eventi. Cioè io capisco che nella tua testa e che in alcuni fumetti funzioni così, ma non capisco come mai allora automaticamente funzioni così anche in questo film.

L'Antico dice che il flusso è uno solo e si dirama se scompaiono le gemme, e Bruce gli dice sostanzialmente "tranquilla eviteremo il fatto che il flusso del tempo si divida riportando le gemme"... Cioè si vede proprio graficamente che quando Bruce rimette a posto la gemma del tempo quella diramazione "oscura" scompare e il flusso del tempo torna ad essere uno solo  :sisi: oltretutto Cap alla fine del film prima di partire dice a Bruce: "non preoccuparti Bruce, ELIMINERO' tutte le diramazioni".... Cioè io vorrei oslo capire da queste due conversazioni presenti nel film, DA DOVE si evince che si creano delle realtà parallele e un multiverso  :look: cioè quando in tutto il film risulterebbe una spiegazione in cui viene detto che si sono create delle realtà alternative parallele che non sono eliminate e sono tutt'ora presenti??? Che motivo aveva Cap di dire "ELIMINERO' tutte le diramazioni" se in realtà le diramazioni sono ineliminabili?? Che motivo aveva l'Antico di dire esplicitamente che il flusso del tempo è uno e uno soltanto a patto che rimangano le gemme?

Se fosse come dici te, ci sarebbe stato semplicemente spiegato "ragazzi quando si torna indietro nel tempo non si altera il futuro, bensì si creano delle realtà parallele in cui, per fare sì che non succeda il panico, sarà bene riportare le gemme, in modo che possano continuare a vivere sereni e contenti"... Il problema è che questa cosa non viene mai detta, anzi il contrario! In che modo sarebbe scongiurata la minaccia di Thanos dal momento in cui si creano varie realtà parallele in cui comunque Thanos c'è e sta per distruggere tutto? Cioè si sentivano in dovere di riportare le gemme per non far morire tutti nelle realtà parallele, ma se li stermina tutti Thanos chissene frega?

Vorrei capire come mai se le cose funzionano così come dici te, che problema ci sarebbe stato a spiegarle così... Cioè ci sono un sacco di fiction in cui funziona così no? Perché non avrebbero semplicemente detto "si creano realtà parallele"... avremmo capito tutti ciò di cui stavano parlando. Vorrei capire se mi sto perdendo qualcosa io e magari c'è qualche frase del film in cui si capisce che queste realtà parallele che hanno vita propria si creano a prescindere per il fatto stesso di viaggiare nel tempo. In questo caso riportare le gemme non servirebbe a "eliminare le diramazioni" (citazione testuale di Cap), ma piuttosto a non incasinarle... Quindi non mi spiego quella frase, come non mi spiego la spiegazione visiva dell'Antico in cui appare chiaro che con le 6 gemme c'è un unico flusso temporale. Cioè se fosse come dici te sarebbe bastata la classica lavagnetta con doc Hulk che fa vedere che quando si torna indietro il tempo si spezza in due linee... che caspita ci sarebbe voluto?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 15:13:37
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 30 Aprile 2019, 15:42:19
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: xRocinante - 30 Aprile 2019, 15:46:02
Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

male, molto male
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 15:47:52
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Io non la farei passare come una cosa di puro marketing e soldi, sarebbe un po' un rovesciamento della storia dell'uomo..... Cioè era oggettivamente ora che qualcuno facesse qualche passo avanti in queste direzioni. Benvenga. Se fosse "normale marketing" sarebbe già stato fatto chissà quanti anni fa...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: phoenix_81 - 30 Aprile 2019, 15:48:39
Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.

Non ne sarei così certo, tutto dipende da come si evolveranno gli accordi futuri con Sony.
Sono piuttosto sicuro invece che in prima linea vedremo Captain Marvel, Black Panther e Strange
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 30 Aprile 2019, 16:10:00
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Io non la farei passare come una cosa di puro marketing e soldi, sarebbe un po' un rovesciamento della storia dell'uomo..... Cioè era oggettivamente ora che qualcuno facesse qualche passo avanti in queste direzioni. Benvenga. Se fosse "normale marketing" sarebbe già stato fatto chissà quanti anni fa...

Nick Fury nero o Cyborg nel film JL sono la prova della tristemente nota "quota nera"
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 30 Aprile 2019, 16:14:26
Nick Fury è apparso sul grande schermo prima che la multi-etnia andasse di moda, quando ancora non c'erano persone stupide che si lamentavano per la carenza di personaggi di colore/asiatici/arabi od omosessuali, discorso forse diverso per Cyborg o Black Panther.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 30 Aprile 2019, 16:31:10
Anzi, io ve la dico: visto che gli americani si sono accorti ieri che l'inquinamento sta portando al collasso del oianeta, non mi stupirebbe che facciano uscire un film su Namor
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 30 Aprile 2019, 16:33:40
O Man-Thing.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 16:34:43
Nick Fury è apparso sul grande schermo prima che la multi-etnia andasse di moda, quando ancora non c'erano persone stupide che si lamentavano per la carenza di personaggi di colore/asiatici/arabi od omosessuali, discorso forse diverso per Cyborg o Black Panther.

Black Panther ovviamente è nero anche nei fumetti, e ormai non è che rimangano cosi tanti personaggi di primo piano o quasi da mettere su schermo. Nick Fury nero effettivamente e arrivato proprio agli inizi di questo tipo di fenomeno, però aveva senso comunque perché era già stato reso di colore nell'universo Ultimate. In ogni caso per me è evidente che la scelta sia ricaduta su Capitan Marvel per due motivi: 1. La grande mobilità del personaggio che volendo potrebbe fare cammeo o anche piu praticamente in tutti i film o fungere da deus ex machina, sperando che non se ne abusi 2. Perché è donna, e quindi sono partiti con la scelta di usare la versione Carol Danvers del personaggio anche per questo. Comunque a me tutye le scene female (super) power trasmettono un cringe infinito. Anche perchè il messaggio percepibile per me non è mai il valore della donna a sè stante, ma un senso di rivincita e vendetta sul maschio mostrando come la donna sia MIGLIORE di lui, e non altrettanto valida. Ma per dire, lo,hanno,fatto anche ne "Gli Incredibili 2".
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: katzenberg - 30 Aprile 2019, 16:39:44
Si è parlato poco del
passaggio dello scudo a Sam
.
Questo unito a
Steve Rogers vecchio
...sento puzza di
Secret Empire
.
O almeno un film con protagonista
Sam Wilson come Captain America ispirato alla run di Spencer
credo ci sarà quasi sicuramente...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 16:41:02
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Io non la farei passare come una cosa di puro marketing e soldi, sarebbe un po' un rovesciamento della storia dell'uomo..... Cioè era oggettivamente ora che qualcuno facesse qualche passo avanti in queste direzioni. Benvenga. Se fosse "normale marketing" sarebbe già stato fatto chissà quanti anni fa...

Nick Fury nero o Cyborg nel film JL sono la prova della tristemente nota "quota nera"
Perdonami, ma Nick Fury dell'universo Ultimate è un afro-americano... E Cyborg è afro-americano sin dalla sua creazione nel 1980... Nel mondo ci sono una cosa come 3.6 miliardi di donne, 1.2 miliardi di africani, 4.4 miliardi di asiatici, sui 750 milioni di europei e circa 1 miliardo di americani (di cui una cosa come 580 milioni latinoamericani e 45 milioni di afroamericani)...

Magari come concept originario potevano anche essere "quote nere" come dici te (anche se a livello di film non mi spiego come visto che entrambi i personaggi sono pari pari quelli dei fumetti), però mi sembra che possa essere vista come una cosa positiva che nella nuova fase del MCU ci sia una distribuzione quantomeno statisticamente coerente dei superpoteri  :asd: pure perché sono personaggi che già esistono! Shang-Chi c'è dal '73, Pantera Nera dal '66, Carol Denvers dal '68. La Marvel ha SEMPRE agito in questo verso... un certo Stan Lee diceva nel '68 che "il bigottismo e il razzismo sono tra i mali più letali che affliggono il mondo". Quindi non stravolgiamo la storia della casa delle idee per piacere  :asd:

Non è che si stanno inventando i personaggi appositamente... Non capisco in un mondo che elegge Trump o Bolsonaro come possa essere considerata "moda" o marketing il fatto di avere più donne, più personaggi di colore ecc. nei film popolari e di intrattenimento... Dov'è la moda nel porre all'attenzione problemi climatici? Mi sembra un attimino una visione strana dei tempi... Per carità ci sono al mondo i fissati con le questioni di gender ecc... però affermare che i nuovi personaggi del MCU siano stati tirati fuori con unico scopo quello di fare soldi sfruttando la moda  :ph34r: che visione bislacca

perdonate l'OT...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 16:46:59
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Io non la farei passare come una cosa di puro marketing e soldi, sarebbe un po' un rovesciamento della storia dell'uomo..... Cioè era oggettivamente ora che qualcuno facesse qualche passo avanti in queste direzioni. Benvenga. Se fosse "normale marketing" sarebbe già stato fatto chissà quanti anni fa...

Nick Fury nero o Cyborg nel film JL sono la prova della tristemente nota "quota nera"
Perdonami, ma Nick Fury dell'universo Ultimate è un afro-americano... E Cyborg è afro-americano sin dalla sua creazione nel 1980... Nel mondo ci sono una cosa come 3.6 miliardi di donne, 1.2 miliardi di africani, 4.4 miliardi di asiatici, sui 750 milioni di europei e circa 1 miliardo di americani (di cui una cosa come 580 milioni latinoamericani e 45 milioni di afroamericani)...

Magari come concept originario potevano anche essere "quote nere" come dici te (anche se a livello di film non mi spiego come visto che entrambi i personaggi sono pari pari quelli dei fumetti), però mi sembra che possa essere vista come una cosa positiva che nella nuova fase del MCU ci sia una distribuzione quantomeno statisticamente coerente dei superpoteri  :asd: pure perché sono personaggi che già esistono! Shang-Chi c'è dal '73, Pantera Nera dal '66, Carol Denvers dal '68. La Marvel ha SEMPRE agito in questo verso... un certo Stan Lee diceva nel '68 che "il bigottismo e il razzismo sono tra i mali più letali che affliggono il mondo". Quindi non stravolgiamo la storia della casa delle idee per piacere  :asd:

Non è che si stanno inventando i personaggi appositamente... Non capisco in un mondo che elegge Trump o Bolsonaro come possa essere considerata "moda" o marketing il fatto di avere più donne, più personaggi di colore ecc. nei film popolari e di intrattenimento... Dov'è la moda nel porre all'attenzione problemi climatici? Mi sembra un attimino una visione strana dei tempi... Per carità ci sono al mondo i fissati con le questioni di gender ecc... però affermare che i nuovi personaggi del MCU siano stati tirati fuori con unico scopo quello di fare soldi sfruttando la moda  :ph34r: che visione bislacca

Per me qualcosa di,vero nel suo discorso c'è. Per esempio, il fatto,di voler fare un film con protagonista un eroe cinese potrebbe seriamente essere un tentativo di espandersi ulteriormente nel mercato asiatico. D'altronde la Disney è maestra nel rafforzare sempre piu il proprio impero economico. Oppure Black Panther che casualmente è stato il primo cinecomic addirittura ad avere una nomination come miglior film agli Oscar, per quanto,comunque sicuramente sia un film piu valido di altri nel MCU. La cosa comunque secondo me è piu vera per quanto riguarda le donne, che per quanto riguarda le altre categorie: per ora non ho ancora visto discorsi o,scenette banali a sottolineare la il plusvalore di un eroe nero rispetto ad uno normale, mentre quando e la donna ad avere superpoteri molto spesso inseriscono quel senso di strafottenza e superiorità che francamente è fastidioso. Già la stessa Valchiria e un personaggio su quella falsariga. Vedova Nera invece, che non e stata inserita evidentemente con chissa quali dietrologie, è un personaggio molto più genuino
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 30 Aprile 2019, 16:53:19
Si è parlato poco del
passaggio dello scudo a Sam
.
Questo unito a
Steve Rogers vecchio
...sento puzza di
Secret Empire
.
O almeno un film con protagonista
Sam Wilson come Captain America ispirato alla run di Spencer
credo ci sarà quasi sicuramente...
falcon e winter soldier avranno la loro serie insieme su Dsney+,che quasi sicuramente si chiamerà Captain America & Winter Soldier.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: katzenberg - 30 Aprile 2019, 17:04:32
Si è parlato poco del
passaggio dello scudo a Sam
.
Questo unito a
Steve Rogers vecchio
...sento puzza di
Secret Empire
.
O almeno un film con protagonista
Sam Wilson come Captain America ispirato alla run di Spencer
credo ci sarà quasi sicuramente...
falcon e winter soldier avranno la loro serie insieme su Dsney+,che quasi sicuramente si chiamerà Captain America & Winter Soldier.

Ah,quindi sarà Captain America e non Falcon?
Pensavo che magari potesse essere ambientata prima di Endgame.
Peccato, mi piaceva l'idea di un film con Sam come Cap...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 17:07:15
Ci sono diversi caratteri per gli uomini come per le donne... Ci sono supereroi uomini strafottenti (vogliamo parlare di Tony Stark?  :ph34r:) e supereroine strafottenti, non capisco dove sia la dietrologia. La "moda" è sempre stata avversa a personaggi apertamente gay o africani, o anche donne... Altrimenti scusate ma la storia dell'umanità sarebbe tutta dimenticata? Come ce le spieghiamo le pagine della storia se la "moda" è a favore dei gay, delle donne, delle persone di colore ecc.? Sarebbe veramente difficile spiegarsi il perché dei movimenti per l'emancipazione delle donne, per l'estensione dei diritti civili ai gay, oppure il fenomeno dello schiavismo o della segregazione razziale (che esiste ancora in alcuni paesi del mondo)... Per carità oggi c'è molta più attenzione a queste tematiche, ma sostenere che le varie ideologie pseudo-razziste o bigotte o discriminatorie siano ormai quelle libere da strumentalizzazione e indipendenti e "fuori moda"... Cioè scusate ma in realtà sarebbe tipo l'esatto contrario  :asd:

Ripeto: c'è più attenzione per queste tematiche (per fortuna direi), ma da qui a dire che è una "moda" che la Marvel cavalca per fare soldi e basta... bhe la storia della casa delle idee è un po' un'altra. Al massimo l'hanno creata loro la "moda", se così volete (per non so quale motivo) chiamarla. Ognuno ha personaggi che lo rappresentano: vi piacciono i maschi bianchi muscolosi? E per carità molti anche a me eh: no problema, quelli resteranno comunque! Non è che la
morte di Tony e la pensione di Cap sancissero la fine dei bianchi maschi eh  :asd: anche questa sarebbe una scelta dettata dalla moda?

Comunque per ritornare in tema, volevo capire un attimo
se queste nuove serie su Disny+ sanciscono effettivamente la fine dei film aventi questi personaggi come protagonisti... Cioè mi sembra veramente strano che l'MCU pensi che tutti i fan dei film si mettano a guardare 30000 serie tv di punto in bianco... Non gli converrebbe portarli sul grande schermo questi personaggi? In fondo già una base di partenza ce l'avrebbero no? Certo magari un film su Scarlet sarebbe esagerato... Però Sam in fondo avrebbe un buon pubblico, ed essendo l'erede effettivo di Cap mi sembra strano non dargli almeno un film stand-alone
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: katzenberg - 30 Aprile 2019, 17:23:27
Infatti io credo che un film con protagonista
un Capitan America afroamericano potrebbe avere degli spunti molto interessanti, potrebbe uscirne una pellicola con dei risvolti politici e sociali che mi sembra un peccato non sfruttare
.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 30 Aprile 2019, 17:31:51
Ma quindi lo scudo è passato in mano a Sam e non a Bucky?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 17:34:50
Ma quindi lo scudo è passato in mano a Sam e non a Bucky?
Sì... ma non hai visto il film? Ci siamo dimenticati qualcosa fuori dagli Spoiler????  :ph34r: :ph34r: :ph34r:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 30 Aprile 2019, 17:38:28
Non ancora, ma non fa niente.
Ma si capiva qualcosa a leggere le notizie riguardanti la serie di Disney+ che li vedrà protagonisti.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 17:42:40
Non ancora, ma non fa niente.
Ma si capiva qualcosa a leggere le notizie riguardanti la serie di Disney+ che li vedrà protagonisti.
chiedevo per essere sicuro che non ci fosse nulla fuori dagli Spoiler  :ph34r:
Infatti io credo che un film con protagonista
un Capitan America afroamericano potrebbe avere degli spunti molto interessanti, potrebbe uscirne una pellicola con dei risvolti politici e sociali che mi sembra un peccato non sfruttare
.
:quoto: sarebbe da paura... anche se non ho mai capito come faccia
Sam a sostituire Cap pur non avendo una forza straordinaria. Cioè sì ok è muscoloso e sa usare il jetpack con le ali... oltre a questo? In questo Endgame è comparso per 15 secondi e ha sbracato un alieno gigante "gorilla-forme" in mezzo secondo  :ph34r: è diventato una branda mentre era cenere?  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Robin - 30 Aprile 2019, 19:15:33
Visto e promosso
aver rivisto tutti i personaggi mi é piaciuto molto....soprattutto la mia amata Haley :wub:.....anche James D'Arcy !?!?! Finale veramente commovente x la sorte di Tony e di Steve che finalmente puó coronare il suo sogno..avrei una domanda: alla fine del funerale di Tony, fuori della sua casa vengono ripresi i personaggi di praticamente tutti i film Marvel...ma chi é l'adolescente che appare quasi x ultimo?? 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 30 Aprile 2019, 20:01:26
Domande aperte: voi come ve lo spiegate il fatto che sarà Far From Home a chiudere la "saga dell'infinito"? Cosa vi aspettate? E soprattutto che motivi ci dovrebbero essere?

Stavo pensando a quanto fosse perfetta la chiusa di Endgame: ieri rivedendolo mi sono reso conto davvero di quanto riesca a chiudere 21 film in maniera esemplare, senza lasciare praticamente niente in sospeso. Ogni trama è apertissima. Perché secondo voi chiudere proprio con un film di Spider-Man?
Per la sua vicinanza a Tony? Per alleggerire un po' il finale di Endgame? Stavo pensando che forse Peter è il personaggio più vicino allo spettatore medio per la sincerità dei suoi atteggiamenti nei confronti degli eventi: che sia un'occasione per "elaborare" il lutto per Tony e per la fine di un'era?

Alla fine Spiderman è stato una specie di sidekcik per Iron Man e credo abbia e nasceva già con lo scopo di prendere il suo ruolo di testa d'ariete.
Quindi lo vedo bene a coprire il ruolo di film finale, anche per elaborare la perdita a sè stesso e al pubblico, ma anche per far intendere che ora lui non è più un bimbo ragno, ma l'uomo ragno.

Che poi sono l'unico a credere che il ruolo che ha ereditato Peter, dopo l'accordo con Sony, doveva essere messo in mano al ragazzino di IM3? D'altronde credo che siano coetanei.

Hanno già dichiarato ufficialmente che il volto della nuova fase del MCU sarà Capitan Marvel -.-

E tu credi realmente che non l'abbiano annunciato per creare ancora più scalpore?
Semplicemente la Marvel si è preoccupata di accontentare tutte le possibili varianti di pubblico che ha, è normale marketing aver puntato su Pantera Nera e Capitan Marvel.
E mi si dà conferma perché stanno pensando proprio adesso alla fascia gay con gli Eterni e quello cinese con Shang-chi.

Ma il volto ufficiale che hanno sempre voluto è Spiderman, cosa che ora hanno e di preoccuperanno di fare notare a chiunque ogni giorno.
Io non la farei passare come una cosa di puro marketing e soldi, sarebbe un po' un rovesciamento della storia dell'uomo..... Cioè era oggettivamente ora che qualcuno facesse qualche passo avanti in queste direzioni. Benvenga. Se fosse "normale marketing" sarebbe già stato fatto chissà quanti anni fa...

Nick Fury nero o Cyborg nel film JL sono la prova della tristemente nota "quota nera"
Perdonami, ma Nick Fury dell'universo Ultimate è un afro-americano... E Cyborg è afro-americano sin dalla sua creazione nel 1980... Nel mondo ci sono una cosa come 3.6 miliardi di donne, 1.2 miliardi di africani, 4.4 miliardi di asiatici, sui 750 milioni di europei e circa 1 miliardo di americani (di cui una cosa come 580 milioni latinoamericani e 45 milioni di afroamericani)...

Magari come concept originario potevano anche essere "quote nere" come dici te (anche se a livello di film non mi spiego come visto che entrambi i personaggi sono pari pari quelli dei fumetti), però mi sembra che possa essere vista come una cosa positiva che nella nuova fase del MCU ci sia una distribuzione quantomeno statisticamente coerente dei superpoteri  :asd: pure perché sono personaggi che già esistono! Shang-Chi c'è dal '73, Pantera Nera dal '66, Carol Denvers dal '68. La Marvel ha SEMPRE agito in questo verso... un certo Stan Lee diceva nel '68 che "il bigottismo e il razzismo sono tra i mali più letali che affliggono il mondo". Quindi non stravolgiamo la storia della casa delle idee per piacere  :asd:

Non è che si stanno inventando i personaggi appositamente... Non capisco in un mondo che elegge Trump o Bolsonaro come possa essere considerata "moda" o marketing il fatto di avere più donne, più personaggi di colore ecc. nei film popolari e di intrattenimento... Dov'è la moda nel porre all'attenzione problemi climatici? Mi sembra un attimino una visione strana dei tempi... Per carità ci sono al mondo i fissati con le questioni di gender ecc... però affermare che i nuovi personaggi del MCU siano stati tirati fuori con unico scopo quello di fare soldi sfruttando la moda  :ph34r: che visione bislacca

perdonate l'OT...

Ma le quote nere esistono ragazzi.
Cyborg lo hanno infilato in Jl perché storicamente il gruppo nasce prima che si cercasse una formazione varia, ed bun gruppo di WASP non è commercialmente forte.

Stan Lee ha sempre avuto l'intuito di saper cavalcare le mode, in modo di ingraziarsi il pubblico.
D'altronde lui è sempre stato un business man ed ha saputo modellare le idee di due geni come Ditko e Kirby nel modo più remunerativo possibile.

La Marvel ha sempre puntato sul essere svere un catalogo vasto e ricco di sfumature, per cogliere qualsiasi tipo di clientela, cosa che la Dc ha meno.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: schism75 - 30 Aprile 2019, 20:01:44
Visto e promosso
aver rivisto tutti i personaggi mi é piaciuto molto....soprattutto la mia amata Haley :wub:.....anche James D'Arcy !?!?! Finale veramente commovente x la sorte di Tony e di Steve che finalmente puó coronare il suo sogno..avrei una domanda: alla fine del funerale di Tony, fuori della sua casa vengono ripresi i personaggi di praticamente tutti i film Marvel...ma chi é l'adolescente che appare quasi x ultimo?? 

il bimbo di iron man 3. Che non è quindi peter park come era circolato qualche tempo fa.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Sogno - 30 Aprile 2019, 20:04:24
Visto e promosso
aver rivisto tutti i personaggi mi é piaciuto molto....soprattutto la mia amata Haley :wub:.....anche James D'Arcy !?!?! Finale veramente commovente x la sorte di Tony e di Steve che finalmente puó coronare il suo sogno..avrei una domanda: alla fine del funerale di Tony, fuori della sua casa vengono ripresi i personaggi di praticamente tutti i film Marvel...ma chi é l'adolescente che appare quasi x ultimo?? 

il bimbo di iron man 3. Che non è quindi peter park come era circolato qualche tempo fa.
Peter Parker era il bambino che in Iron Man 2 indossava la maschera di Iron Man.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: katzenberg - 30 Aprile 2019, 20:10:02
 
Citazione
:quoto: sarebbe da paura... anche se non ho mai capito come faccia
Sam a sostituire Cap pur non avendo una forza straordinaria. Cioè sì ok è muscoloso e sa usare il jetpack con le ali... oltre a questo? In questo Endgame è comparso per 15 secondi e ha sbracato un alieno gigante "gorilla-forme" in mezzo secondo  :ph34r: è diventato una branda mentre era cenere?  :asd:

In effetti i poteri
di Sam legati a forza e agilità dovrebbero derivare unicamente da capacità umane spinte al limite dall'addestramento.
Quindi niente siero, lontane anni luce da quelli di Cap.
Un eventuale film dovrebbe essere abbastanza focalizzato sul lato umano e sui risvolti sociali del suo essere Captain America
.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: No Use For A Name - 30 Aprile 2019, 20:15:41
Praticamente cavalcano l'onda creata con il Marvel Now, anche se speravo che fosse
Bucky a prenderne il posto.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Robin - 30 Aprile 2019, 20:37:57
Pure io amando il personaggio di
Bucky "winter soldier"
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: toky91 - 30 Aprile 2019, 20:51:52
Qualcuno che lo ha visto in 3D? forse in settimana faccio la seconda visione però volevo cambiare piuttosto di rivederlo standard
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 21:01:39
Ci sono diversi caratteri per gli uomini come per le donne... Ci sono supereroi uomini strafottenti (vogliamo parlare di Tony Stark?  :ph34r:) e supereroine strafottenti, non capisco dove sia la dietrologia. La "moda" è sempre stata avversa a personaggi apertamente gay o africani, o anche donne... Altrimenti scusate ma la storia dell'umanità sarebbe tutta dimenticata? Come ce le spieghiamo le pagine della storia se la "moda" è a favore dei gay, delle donne, delle persone di colore ecc.? Sarebbe veramente difficile spiegarsi il perché dei movimenti per l'emancipazione delle donne, per l'estensione dei diritti civili ai gay, oppure il fenomeno dello schiavismo o della segregazione razziale (che esiste ancora in alcuni paesi del mondo)... Per carità oggi c'è molta più attenzione a queste tematiche, ma sostenere che le varie ideologie pseudo-razziste o bigotte o discriminatorie siano ormai quelle libere da strumentalizzazione e indipendenti e "fuori moda"... Cioè scusate ma in realtà sarebbe tipo l'esatto contrario  :asd:

Ripeto: c'è più attenzione per queste tematiche (per fortuna direi), ma da qui a dire che è una "moda" che la Marvel cavalca per fare soldi e basta... bhe la storia della casa delle idee è un po' un'altra. Al massimo l'hanno creata loro la "moda", se così volete (per non so quale motivo) chiamarla. Ognuno ha personaggi che lo rappresentano: vi piacciono i maschi bianchi muscolosi? E per carità molti anche a me eh: no problema, quelli resteranno comunque! Non è che la
morte di Tony e la pensione di Cap sancissero la fine dei bianchi maschi eh  :asd: anche questa sarebbe una scelta dettata dalla moda?

Comunque per ritornare in tema, volevo capire un attimo
se queste nuove serie su Disny+ sanciscono effettivamente la fine dei film aventi questi personaggi come protagonisti... Cioè mi sembra veramente strano che l'MCU pensi che tutti i fan dei film si mettano a guardare 30000 serie tv di punto in bianco... Non gli converrebbe portarli sul grande schermo questi personaggi? In fondo già una base di partenza ce l'avrebbero no? Certo magari un film su Scarlet sarebbe esagerato... Però Sam in fondo avrebbe un buon pubblico, ed essendo l'erede effettivo di Cap mi sembra strano non dargli almeno un film stand-alone

Da come la metti, sembra che chiunque critichi qiello che sta accadendo in questo senso abbia un razzismo/sessismo latente, o meno. Il problema non sono le donne o i neri protagonisti, e ripeto che per i neri la cosa l'hanno fatta nel modo giusto più e più volte, ma il sottolineare la cosa in maniera eccessiva ed a volte quasi offensiva. Le donne possono tranquillamente essere protagoniste, quindi facciamo in modo di fare anche film su di loro senza dover sottolineare la cosa in 1000 modi diversi anche all'interno della stessa pellicola con momenti veramente imbarazzanti. Io la vedo cosi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 21:04:14
Ma le quote nere esistono ragazzi.
Cyborg lo hanno infilato in Jl perché storicamente il gruppo nasce prima che si cercasse una formazione varia, ed bun gruppo di WASP non è commercialmente forte.

Stan Lee ha sempre avuto l'intuito di saper cavalcare le mode, in modo di ingraziarsi il pubblico.
D'altronde lui è sempre stato un business man ed ha saputo modellare le idee di due geni come Ditko e Kirby nel modo più remunerativo possibile.

La Marvel ha sempre puntato sul essere svere un catalogo vasto e ricco di sfumature, per cogliere qualsiasi tipo di clientela, cosa che la Dc ha meno.
Questo Stan Lee freddo e insensibile manipolatore di idee e cavalcatore di mode io non lo conosco. Cioè l'idea che la Marvel abbia "modellato" le idee degli scrittori in modo da creare personaggi gay, donne e neri perché è chiaro che i gay, le donne e i neri (sin dagli anni '60) vendono di più........ è un'idea strana proprio.

Stan Lee non ha inventato i supereroi coi superproblemi in un momento in cui i personaggi con superproblemi non erano alla moda. L'ha inventata lui la moda in parte. Lui è stato uno di quelli che l'hanno cambiata la corrente. Certo, poi ci hanno preso! Non dico che i suoi personaggi non abbiano avuto successo o non fossero di moda, per carità, anzi! Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?
Da come la metti, sembra che chiunque critichi qiello che sta accadendo in questo senso abbia un razzismo/sessismo latente o meno. Il problema non sono le donne o i neri protagonisti, e ripeto che per i neri la cosa l'hanno fatta nel modo giusto piu e piu volte, ma il sottolineare la cosa in maniera eccessiva ed a volte quasi offensifa. Le donne possono tranquillamente essere protagonisye, quindi facciamo che facviamo anche film su di loro senza dover sottolineare la cosa in 1000 mpdi diversi anche all'interno della stessa pellicola con momenti veramente imbarazzanti. Io la vedo cosi
Non mettermi in bocca cose che non ho detto. Non ho MAI detto che qualcuno ha un razzismo/sessismo latente  :ph34r: semplicemente non penso che avere delle donne eroine o dei neri eroi o degli eroi gay possa in qualche modo offendere qualcuno... Non penso che nessuna donna si sia sentita offesa dalla
scena "all woman" di Endgame
Non penso che nessun nero si sia sentito offeso dal fatto che
Wilson erediti lo scudo di Cap, o dal fatto che uno dei più potenti Avengers che avremo in futuro è un re africano
Come non penso che nessun gay abbia problemi col fatto che la Marvel farà un film con un protagonista lgbt. Penso che questi problemi, guarda un po', ce li stiamo facendo solo noi maschi bianchi  :asd:

Detto ciò pace. Non ho offeso nessuno né insinuato NIENTE. Sto solo ricordando la storia della casa delle idee. Scusate ancora l'OT, chiudo qui il discorso.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 21:37:14
Ma le quote nere esistono ragazzi.
Cyborg lo hanno infilato in Jl perché storicamente il gruppo nasce prima che si cercasse una formazione varia, ed bun gruppo di WASP non è commercialmente forte.

Stan Lee ha sempre avuto l'intuito di saper cavalcare le mode, in modo di ingraziarsi il pubblico.
D'altronde lui è sempre stato un business man ed ha saputo modellare le idee di due geni come Ditko e Kirby nel modo più remunerativo possibile.

La Marvel ha sempre puntato sul essere svere un catalogo vasto e ricco di sfumature, per cogliere qualsiasi tipo di clientela, cosa che la Dc ha meno.
Questo Stan Lee freddo e insensibile manipolatore di idee e cavalcatore di mode io non lo conosco. Cioè l'idea che la Marvel abbia "modellato" le idee degli scrittori in modo da creare personaggi gay, donne e neri perché è chiaro che i gay, le donne e i neri (sin dagli anni '60) vendono di più........ è un'idea strana proprio.

Stan Lee non ha inventato i supereroi coi superproblemi in un momento in cui i personaggi con superproblemi non erano alla moda. L'ha inventata lui la moda in parte. Lui è stato uno di quelli che l'hanno cambiata la corrente. Certo, poi ci hanno preso! Non dico che i suoi personaggi non abbiano avuto successo o non fossero di moda, per carità, anzi! Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?
Da come la metti, sembra che chiunque critichi qiello che sta accadendo in questo senso abbia un razzismo/sessismo latente o meno. Il problema non sono le donne o i neri protagonisti, e ripeto che per i neri la cosa l'hanno fatta nel modo giusto piu e piu volte, ma il sottolineare la cosa in maniera eccessiva ed a volte quasi offensifa. Le donne possono tranquillamente essere protagonisye, quindi facciamo che facviamo anche film su di loro senza dover sottolineare la cosa in 1000 mpdi diversi anche all'interno della stessa pellicola con momenti veramente imbarazzanti. Io la vedo cosi
Non mettermi in bocca cose che non ho detto. Non ho MAI detto che qualcuno ha un razzismo/sessismo latente  :ph34r: semplicemente non penso che avere delle donne eroine o dei neri eroi o degli eroi gay possa in qualche modo offendere qualcuno... Non penso che nessuna donna si sia sentita offesa dalla
scena "all woman" di Endgame
Non penso che nessun nero si sia sentito offeso dal fatto che
Wilson erediti lo scudo di Cap, o dal fatto che uno dei più potenti Avengers che avremo in futuro è un re africano
Come non penso che nessun gay abbia problemi col fatto che la Marvel farà un film con un protagonista lgbt. Penso che questi problemi, guarda un po', ce li stiamo facendo solo noi maschi bianchi  :asd:

Detto ciò pace. Non ho offeso nessuno né insinuato NIENTE. Sto solo ricordando la storia della casa delle idee. Scusate ancora l'OT, chiudo qui il discorso.

Chiudo anche io l'OT con questo messaggio.
Certo, non hai detto quelle testuali parole, ma anche con questa chiosa finale su come solo i maschi bianchi si stiano facendo pippe mentali o peggio su questo argomento un pochino sembra che tu stia sottindendendo ciò che ho subodorato io, non so se sarai d'accordo con me.
Io semplicemente non capisco la necessità di sottolineare che c'è una donna come protagonista. La DC, con tutti i suoi problemi nella trasposizione del mondo a fumetti sul grande schermo, nellobstand-alone di Wonder Woman è stata molto più equilibrata. Ora non ricordo esattamente se la cosa fosse stata sottolineata o meno, probabilmente anche sì, ma sicuramente in quel caso lo hanno fatto meglio.
Ci sono personaggi donne e neri e gay (non conosco supereroi gay, ma sto leggendo che ci sono, quindi ben vengano anche loro) ed è sacrosanto che, se si pensa che possano funzionqre, si facciano film anche su di loro, ma magari meglio limitarsi a fare il film con magari qualche dichiarazione anche doverosa all'alba di questo trend di "inclusione", piuttosto che campagbe mediatiche esagerate e momenti ficcati a forza anche nella pellicola come a fare la lezioncina agli spettatori con unq dichiarazione di intenti e glorificazione del politically correct. Per dire, già con Wanda non si era sfociati negli eccessi di questi ultimi film, novità per il MCU ma certo non per il mondo mediatico degli ultimi anni, ed anzi Scarlet per me è uno dei personaggi più interessanti dell'universo cinematografico della Marvel e mi piacerebbe che trovassero un modo per darle piu spazio.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 21:53:07
Probabilmente la verità, come sempre, sta nel mezzo  :hug: io penso che queste scene sembrino "forzate" semplicemente perché non le abbiamo mai viste. Una scena in cui
tutte donne con superpoteri vanno compatte a spaccare il culo a mezzo mondo di alieni brutti e cattivi non l'avevo vista. Certo anche io ho pensato come prima cosa al "politically correct", oggettivamente quella scena non aveva alcun motivo d'esserci altrimenti, però... come posso dire... a volte se il mondo è prevalentemente spostato da una parte, bisogna dare delle "botte" dall'altra, e può non bastare semplicemente piazzarsi nel mezzo da subito. Se la stessa scena avesse avuto solo uomini nessuno avrebbe pensato a un termine analogo a "politically correct" per indicare la sola presenza di uomini in quella scena, e questo perché (e questo la dice lunga) questo termine non esiste  :asd:

Comunque torno in tema Endgame, perché a me la
Scarlet di questo film non ha detto veramente niente. Anche quella di Infinity War a dire la verità... Purtroppo penso che non mi piaccia moltissimo il suo modo di recitare, mi sembra un po' "finta"... Non sono riuscito a entrare in empatia con lei in questi film  :nono: è un peccato perché il suo personaggio nei fumetti lo adoro alla follia e in questi film è abbastanza centrale per lo svilupparsi della trama orizzontale.
Qualcuno che lo ha visto in 3D? forse in settimana faccio la seconda visione però volevo cambiare piuttosto di rivederlo standard
No purtroppo l'ho visto due volte in 2D  :tsk: i miei amici sono di quelli che "oh no ho male agli occhi"  :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: PsycoFogna - 30 Aprile 2019, 22:04:37
Probabilmente la verità, come sempre, sta nel mezzo  :hug: io penso che queste scene sembrino "forzate" semplicemente perché non le abbiamo mai viste. Una scena in cui
tutte donne con superpoteri vanno compatte a spaccare il culo a mezzo mondo di alieni brutti e cattivi non l'avevo vista. Certo anche io ho pensato come prima cosa al "politically correct", oggettivamente quella scena non aveva alcun motivo d'esserci altrimenti, però... come posso dire... a volte se il mondo è prevalentemente spostato da una parte, bisogna dare delle "botte" dall'altra, e può non bastare semplicemente piazzarsi nel mezzo da subito. Se la stessa scena avesse avuto solo uomini nessuno avrebbe pensato a un termine analogo a "politically correct" per indicare la sola presenza di uomini in quella scena, e questo perché (e questo la dice lunga) questo termine non esiste  :asd:

Comunque torno in tema Endgame, perché a me la
Scarlet di questo film non ha detto veramente niente. Anche quella di Infinity War a dire la verità... Purtroppo penso che non mi piaccia moltissimo il suo modo di recitare, mi sembra un po' "finta"... Non sono riuscito a entrare in empatia con lei in questi film  :nono: è un peccato perché il suo personaggio nei fumetti lo adoro alla follia e in questi film è abbastanza centrale per lo svilupparsi della trama orizzontale.
Qualcuno che lo ha visto in 3D? forse in settimana faccio la seconda visione però volevo cambiare piuttosto di rivederlo standard
No purtroppo l'ho visto due volte in 2D  :tsk: i miei amici sono di quelli che "oh no ho male agli occhi"  :lolle:

L'impressione è che Wanda sia semplicemente fuori posto. Prima ha perso Quicksilver, poi anche Visione, ed e rimasta praticamente scollata da tutto il resto del gruppone. Anche la scena finale di consolazione reciproca con Occhio di Falco la si puo apprezzate solo valutando l'equivalenza, piu o meno, del lutto subito dai due, ma a parte questo i due personaggi hanno poco da spartire. Sicuramente Scarlet sarebbe molto piu integrata se nel MCU ci fossero anche gli X-Men, ma come sappiamo la situazione e quella che è e quindi si può solo sperare che si inventino qualcosa, perchè al momento attuale sicuramente è difficile trovare sbocchi narrativi fisiologici per il suo personaggio
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 30 Aprile 2019, 22:44:16
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 22:47:16
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
ok quindi
esistono effettivamente tutti questi universi paralleli pure dopo i viaggi di Cap? Rimettere a posto le gemme non ha "eliminato ogni diramazione"? Postaci il link ché ora sono curioso  :asd: io ho trovato questo: https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/ (https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/) .

Qui è chiaro che Cap è tornato sulla panchina con un viaggio nel tempo, e non avendo "vissuto normalmente"... Però onestamente non trovo dove sarebbe detto che il fatto che Cap ha riportato le gemme sia servito unicamente a non far succedere cose brutte in quelle realtà. Cioè Cap dice testuali parole "eliminerò ogni diramazione"  :asd: che lo dice a fare se non è così?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 30 Aprile 2019, 22:56:04
Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?


Eh? I primi x-men di Lee/Kirby erano tutti bianchi e biondi (tranne bestia, che comunque aveva ancora l'aspetto umano).
Quelli che citi tu, ebrei, russi, neri ecc. li ha ideati Claremont (e Wein) ed è stato Claremont a portare all'estremo il concetto antirazzista. Lee sì, era un businessman che tra l'altro ha preso idee di Kirby e Ditko (ma soprattutto di Kirby) e si è preso lui il merito di quelle idee. Che poi fosse un bravo dialoghista non c'è dubbio, ma le sceneggiature erano in gran parte dei disegnatori. Il famoso metodo Marvel consisteva in un'idea molto grossolana dello scrittore data ai disegnatori che sviluppavano la trama vera e propria che poi ridavano il tutto allo scrittore che metteva i dialoghi.
C'è un bel libro in cui tutto questo viene spiegato e descrive anche con molte testimonianze come molti altri artisti vennero sfruttati dalla marvel tra gli anni 60 e 70. Se Lee fosse stato questo gran filatropo di cui dici sicuramente non avrebbe permesso quello che invece è successo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 30 Aprile 2019, 23:01:14
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
ok quindi
esistono effettivamente tutti questi universi paralleli pure dopo i viaggi di Cap? Rimettere a posto le gemme non ha "eliminato ogni diramazione"? Postaci il link ché ora sono curioso  :asd: io ho trovato questo: https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/ (https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/) .

Qui è chiaro che Cap è tornato sulla panchina con un viaggio nel tempo, e non avendo "vissuto normalmente"... Però onestamente non trovo dove sarebbe detto che il fatto che Cap ha riportato le gemme sia servito unicamente a non far succedere cose brutte in quelle realtà. Cioè Cap dice testuali parole "eliminerò ogni diramazione"  :asd: che lo dice a fare se non è così?
È quello che ho letto anche io.
Anche ionrimango perplesso...probabilmente la frase di Cap rigiarda solo per
la questione gemme e chissene del resto  :unsure:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ohau - 30 Aprile 2019, 23:03:19
Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?


Eh? I primi x-men di Lee/Kirby erano tutti bianchi e biondi (tranne bestia, che comunque aveva ancora l'aspetto umano).
Quelli che citi tu, ebrei, russi, neri ecc. li ha ideati Claremont (e Wein) ed è stato Claremont a portare all'estremo il concetto antirazzista. Lee sì, era un businessman che tra l'altro ha preso idee di Kirby e Ditko (ma soprattutto di Kirby) e si è preso lui il merito di quelle idee. Che poi fosse un bravo dialoghista non c'è dubbio, ma le sceneggiature erano in gran parte dei disegnatori. Il famoso metodo Marvel consisteva in un'idea molto grossolana dello scrittore data ai disegnatori che sviluppavano la trama vera e propria che poi ridavano il tutto allo scrittore che metteva i dialoghi.
C'è un bel libro in cui tutto questo viene spiegato e descrive anche con molte testimonianze come molti altri artisti vennero sfruttati dalla marvel tra gli anni 60 e 70. Se Lee fosse stato questo gran filatropo di cui dici sicuramente non avrebbe permesso quello che invece è successo.
Che libro?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 30 Aprile 2019, 23:08:13
Se non sbaglio il titolo è: Marvel comics. Una storia di eroi e supereroi.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 23:09:24
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
ok quindi
esistono effettivamente tutti questi universi paralleli pure dopo i viaggi di Cap? Rimettere a posto le gemme non ha "eliminato ogni diramazione"? Postaci il link ché ora sono curioso  :asd: io ho trovato questo: https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/ (https://www.comicsuniverse.it/avengers-endgame-i-russo-spiegano-perche-la-scena-finale-di-captain-america-non-e-un-buco-narrativo/) .

Qui è chiaro che Cap è tornato sulla panchina con un viaggio nel tempo, e non avendo "vissuto normalmente"... Però onestamente non trovo dove sarebbe detto che il fatto che Cap ha riportato le gemme sia servito unicamente a non far succedere cose brutte in quelle realtà. Cioè Cap dice testuali parole "eliminerò ogni diramazione"  :asd: che lo dice a fare se non è così?
È quello che ho letto anche io.
Anche ionrimango perplesso...probabilmente la frase di Cap rigiarda solo per
la questione gemme e chissene del resto  :unsure:
A me questa questione sta facendo impazzire  :stralol: cioè
io non ho nessun problema se esistono le realtà parallele e buonanotte sia chiaro :asd: a me va bene qualsiasi cosa... ma allora invece di fare questa confusione che problema c'era semplicemente a spiegare questo fatto normalmente? Cioè non è la prima volta in cui ci sono le realtà parallele quando si viaggia nel tempo... Bastava fare un disegnino con le varie diramazioni e avremmo capito tutti subito senza alcuna ambiguità. Se queste realtà parallele non fossero state eliminate dal fatto che Cap riporta le gemme lo considererei un bell'errore da parte dei Russo, perché in questo caso avrebbero usato modi confusissimi e fraintendibili per spiegare un concetto in realtà molto semplice. Che motivo c'era di far vedere nel dialogo fra Hulk e l'Antico che il flusso rimane uno solo se ci sono le 6 gemme? Sarebbe bastato un dialogo del tipo "guarda che le nostre sono due realtà parallele e distinte e se ci togli le gemme rimaniamo nella cacca quaggiù"... Che bisogno c'era di dire "le 6 gemme creano il flusso temporale e toglierle genera diramazioni"? Che bisogno c'era di dire "elimino le diramazioni" da parte di Cap? Bho  :hmm: sono turbato

P.s. @Labyrinth, so quello a cui ti riferisci ed effettivamente ho scazzato un po' usando il nome di Lee. Però stavamo parlando del modo di fare supereroi della Marvel in relazione al politically correct, più che di Lee stesso. Ovviamente ho cannato nel momento in cui ho preso come mio baluardo Lee, però se cambi il nome di Lee con tutta la Marvel dovrebbe avere senso  :up: grazie per la precisazione! Io intendevo solo dire che la Marvel ha sempre aperto al "diverso", e che c'è stata volontà degli autori di farlo, non è stata una "sottomissione ai poteri forti del politically correct". Poi le vicende di Lee coi suoi artisti sono altra cosa, e non penso c'entrino troppo con questo discorso
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 30 Aprile 2019, 23:17:50
Secondo me ragazzi il problema dei
viaggi nel tempo è risolto dal discorso dell'Antico.
semplicemente se
le gemme vengono rimesse a posto non si creano altre linee temporali
.
Dobbiamo accettare quello che i registi ci dicono per tutto il film altrimenti cade tutto.

Il problema, che secondo me è il vero buco di trama, è la mia scena preferita
il passaggio di consegna dello scudo
che dal punto di vista emozionale mi ha portato a bagnare le mutande ma dal punto di vista della costruzione di trama manda a fare in °#ulo tutto il discorso
dellAntico


Mentre per quanto riguarda il futuro sono d'accordo con Phoneix, girerà tutto intorno a 4 elementi: Strange, che è il nuovo Tony,
Tchalla che è il nuovo leader, L'Uomo Ragno che paradossalmente prenderà il posto di
Thor
come comicità e la poco interessante, anzi, direi inutile Capitan Marvel
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 23:21:26
Secondo me ragazzi il problema dei
viaggi nel tempo è risolto dal discorso dell'Antico.
semplicemente se
le gemme vengono rimesse a posto non si creano altre linee temporali
.
Dobbiamo accettare quello che i registi ci dicono per tutto il film altrimenti cade tutto.

Il problema, che secondo me è il vero buco di trama, è la mia scena preferita
il passaggio di consegna dello scudo
che dal punto di vista emozionale mi ha portato a bagnare le mutande ma dal punto di vista della costruzione di trama manda a fare in °#ulo tutto il discorso
dellAntico
No aspetta leggi le dichiarazioni dei Russo che ho linkato prima:
Cap ha fatto un viaggio nel tempo per tornare sulla panchina. Lo hanno confermato loro! Quindi nessun buco di trama da questo punto di vista
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 30 Aprile 2019, 23:34:01
aaaahhhhh, grazie non lo sapevo!!! Quindi
Cap ha utilizzato una fiala di particella Pym per esserci al passaggio di consegna
grazie!!! Allora fila tutto liscio
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 30 Aprile 2019, 23:45:56
aaaahhhhh, grazie non lo sapevo!!! Quindi
Cap ha utilizzato una fiala di particella Pym per esserci al passaggio di consegna
grazie!!! Allora fila tutto liscio
Esatto!!!! Il nostro problema ora è che
non si riesce a capire di preciso se le realtà parallele in cui hanno viaggiato gli Avengers sono ancora aperte, oppure no. Cioè adesso esiste una realtà parallela in cui Loki ha il martello? Una in cui Cap ha vissuto con Peggy? Una in cui Howard Stark incontra suo figlio? Una in cui Thanos è scomparso nel nulla nell'anno 2014? Queste realtà esistono o no?

L'Antico specifica che le 6 gemme generano il flusso del tempo, che si dirama se una delle gemme viene rimossa. Proprio per evitare questa eventualità Bruce spiega all'Antico che riporteranno le gemme al loro posto in modo che, da quelle realtà alternative sarà come se non fossero mai sparite, e mentre dice questo si vede proprio la biforcazione nel flusso del tempo che svanisce nel momento in cui le 6 gemme sono riunite! Cap, prima di partire per rimettere a posto le gemme, dice a Bruce che "eliminerà ogni diramazione" (sto citando il film). Quindi io, per ciò che ci è stato detto, capisco dal film che queste realtà alternative ora non esistono più dal momento che Cap ha rimesso a posto le gemme.

Se invece così non fosse e queste realtà esistessero ancora, vorrebbe dire che è il fatto stesso di viaggiare nel tempo che genera realtà parallele, e io non ho nessun problema con questo! Semplicemente se così fosse non capisco che motivo c'era di confondere gli spettatori con queste spiegazioni: bastava far prendere a doc Hulk una lavagnetta e fargli disegnare la linea nel tempo che, nel punto in cui torni, si biforca in due: una linea è quella che hai già vissuto e che non puoi modificare, l'altra è quella in cui ti ritrovi e che stai modificando. Funziona così in moltissimi altri film e sarebbe stato chiaro a tutti! In questo caso la rimozione delle gemme non biforcherebbe il tempo: il tempo è già biforcato per il fatto che c'è stato un viaggio nel tempo, semplicemente la realtà in cui viene rimossa la gemma sarebbe privata di un elemento fondamentale per l'universo... E allora sarebbe bastato che l'Antico avesse detto a Bruce "guarda che senza la gemma qui succede il panico", non ci sarebbe stato nessun bisogno di dire che la presenza delle 6 gemme genera il flusso temporale che si dirama se manca una gemma... Cioè se i viaggi nel tempo generassero di per sé biforcazioni temporali aventi "vita propria", non mi spiegherei vari dialoghi nel film e varie scelte usate nello spiegare i viaggi nel tempo. Bruce ad esempio non usa mai le parole "realtà alternative" o "parallele" per descrivere i viaggi nel tempo  :nono:

Capito qual è il mio dilemma?  :asd: E' un dubbio stupido? Certo! E' super-influente per il film? No! Semplicemente voglio capire cosa caspita è successo  :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 01 Maggio 2019, 00:06:46
In pratica il film dice una cosa e sceneggiatori e registi ne dicono un'altra per spiegare il tutto.
Mi aspettavo che la spiegazione non potesse risolvere tutti i dubbi perché le cose sullo schermo erano piuttosto evidenti
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 01 Maggio 2019, 00:08:36
Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?


Eh? I primi x-men di Lee/Kirby erano tutti bianchi e biondi (tranne bestia, che comunque aveva ancora l'aspetto umano).
Quelli che citi tu, ebrei, russi, neri ecc. li ha ideati Claremont (e Wein) ed è stato Claremont a portare all'estremo il concetto antirazzista. Lee sì, era un businessman che tra l'altro ha preso idee di Kirby e Ditko (ma soprattutto di Kirby) e si è preso lui il merito di quelle idee. Che poi fosse un bravo dialoghista non c'è dubbio, ma le sceneggiature erano in gran parte dei disegnatori. Il famoso metodo Marvel consisteva in un'idea molto grossolana dello scrittore data ai disegnatori che sviluppavano la trama vera e propria che poi ridavano il tutto allo scrittore che metteva i dialoghi.
C'è un bel libro in cui tutto questo viene spiegato e descrive anche con molte testimonianze come molti altri artisti vennero sfruttati dalla marvel tra gli anni 60 e 70. Se Lee fosse stato questo gran filatropo di cui dici sicuramente non avrebbe permesso quello che invece è successo.

Comunque io non ho mai molto accettato questa corrente che demonizza Stan Lee.
Lui ha fatto il suo mestiere egregiamente, tant'è che Ditko e Kirby senza le sue ritoccate, hanno pesanti fatto pesanti flop.

Lee ha avuto il cervello di sapere trovare come replicare il successo dei F4, attirando artisti che hanno modellato un universo che tuttora vive.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 00:13:07
In pratica il film dice una cosa e sceneggiatori e registi ne dicono un'altra per spiegare il tutto.
Mi aspettavo che la spiegazione non potesse risolvere tutti i dubbi perché le cose sullo schermo erano piuttosto evidenti
Mah in realtà il problema è che i registi non si smentiscono né si confermano... Cioè nelle loro dichiarazioni si intuisce effettivamente che
il viaggio nel tempo crea realtà parallele... Però non si capisce di preciso se il viaggio di Cap ha chiuso tutto oppure no...

Ho scritto all'account instagram dei Russo  :asd: se ci rispondono facciamo festa fino al prossimo Avengers
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 01 Maggio 2019, 00:18:43
In pratica il film dice una cosa e sceneggiatori e registi ne dicono un'altra per spiegare il tutto.
Mi aspettavo che la spiegazione non potesse risolvere tutti i dubbi perché le cose sullo schermo erano piuttosto evidenti
Mah in realtà il problema è che i registi non si smentiscono né si confermano... Cioè nelle loro dichiarazioni si intuisce effettivamente che
il viaggio nel tempo crea realtà parallele... Però non si capisce di preciso se il viaggio di Cap ha chiuso tutto oppure no...

Ho scritto all'account instagram dei Russo  :asd: se ci rispondono facciamo festa fino al prossimo Avengers

Sinceramente
avevo trovato già forzato che Cap andasse in giro a restituire queste gemme, se ora mi dicono che ha risolto tutte le diramazioni, comprese quella del 2012 o del 2014 la trovo inverosimile proprio
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 00:29:52
In pratica il film dice una cosa e sceneggiatori e registi ne dicono un'altra per spiegare il tutto.
Mi aspettavo che la spiegazione non potesse risolvere tutti i dubbi perché le cose sullo schermo erano piuttosto evidenti
Mah in realtà il problema è che i registi non si smentiscono né si confermano... Cioè nelle loro dichiarazioni si intuisce effettivamente che
il viaggio nel tempo crea realtà parallele... Però non si capisce di preciso se il viaggio di Cap ha chiuso tutto oppure no...

Ho scritto all'account instagram dei Russo  :asd: se ci rispondono facciamo festa fino al prossimo Avengers

Sinceramente
avevo trovato già forzato che Cap andasse in giro a restituire queste gemme, se ora mi dicono che ha risolto tutte le diramazioni, comprese quella del 2012 o del 2014 la trovo inverosimile proprio
io non intendo
chiudere le diramazioni nel senso che è riuscito a ricreare tutti gli eventi temporali in modo che i viaggi nel tempo siano stati ininfluenti eh... non intendo dire che quelle realtà alternative siano state riportate a congiungersi con la nostra dalle azioni di Cap. Io intendo che da quello che ho capito il solo gesto di riportare le gemme ha eliminato quelle diramazioni temporali. Cioè per ciò che capisco adesso quelle realtà alternative sono scomparse del tutto, ed esistono solo nei ricordi dei nostri eroi.

Però vattelapesca! Lo sanno solo i Russo come stanno le cose ora come ora. Le dichiarazioni sembrano intendere una cosa, le spiegazioni dell'Antico sembrano intenderne un'altra
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 01 Maggio 2019, 00:40:21
In pratica il film dice una cosa e sceneggiatori e registi ne dicono un'altra per spiegare il tutto.
Mi aspettavo che la spiegazione non potesse risolvere tutti i dubbi perché le cose sullo schermo erano piuttosto evidenti
Mah in realtà il problema è che i registi non si smentiscono né si confermano... Cioè nelle loro dichiarazioni si intuisce effettivamente che
il viaggio nel tempo crea realtà parallele... Però non si capisce di preciso se il viaggio di Cap ha chiuso tutto oppure no...

Ho scritto all'account instagram dei Russo  :asd: se ci rispondono facciamo festa fino al prossimo Avengers

Sinceramente
avevo trovato già forzato che Cap andasse in giro a restituire queste gemme, se ora mi dicono che ha risolto tutte le diramazioni, comprese quella del 2012 o del 2014 la trovo inverosimile proprio
io non intendo
chiudere le diramazioni nel senso che è riuscito a ricreare tutti gli eventi temporali in modo che i viaggi nel tempo siano stati ininfluenti eh... non intendo dire che quelle realtà alternative siano state riportate a congiungersi con la nostra dalle azioni di Cap. Io intendo che da quello che ho capito il solo gesto di riportare le gemme ha eliminato quelle diramazioni temporali. Cioè per ciò che capisco adesso quelle realtà alternative sono scomparse del tutto, ed esistono solo nei ricordi dei nostri eroi.

Però vattelapesca! Lo sanno solo i Russo come stanno le cose ora come ora. Le dichiarazioni sembrano intendere una cosa, le spiegazioni dell'Antico sembrano intenderne un'altra
Esattamente, sono chiaramente discordanti
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 01 Maggio 2019, 02:54:36
Santa polenta (cit.) allora
il discorso tra l'Antico e Banner riguarda solo le realtà parallele negative che deriverebbero dalla rimozione di una gemma. Realtà che dovrebbero permanere anche se la gemma viene riportata, visto che se di fatto non puoi alterare il passato allora c'è una realtà beta in cui manca la gemma del tempo, una realtà gamma in cui manca la gemma dello spazio, una realtà beta uno dove è stata riportata la gemma del tempo, una realtà gamma uno dove è stata riportata la gemma dello spazio (che non sono uguali a gamma e beta) e così via. Di fatto ogni alterazione costruisce una diramazione e crea una linea parallela, come in Bioshock Infinite.

Detto in altre parole, Endgame ha creato
un multiverso. Se chiamiamo Terra 1 la Terra con i 10 anni di continuity MCU, allora esiste una Terra 50 con due Capitan America, uno congelato e l'altro "Golden Age", praticamente Steve Rogers in quella realtà è diventato a tutti gli effetti il "Gran Direttore", il Cap degli anni 50.
A questo punto, con ogni probabilità, le serie TV
ci mostreranno questi mondi paralleli e come i nostri personaggi di Terra 1 abbiano interagito con essi, soprattutto Wanda e Visione
.

Potenzialmente, c'è da dire che
ogni personaggio può essere portato dalla sua dimensione alternativa a Terra 1 e reinserito in continuity
mentre continuo a pensare che
tutto questo avrà delle conseguenze enormi nella fase 4. Hanno smanettato decisamente troppo e il conto arriverà, salatissimo.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Marshal Law - 01 Maggio 2019, 09:43:55
Visto ieri sera. Non perfetto ma emozionante. Molto.
La battaglia finale è epica, mi è piaciuto tutto, anche il momento girl powa, tirato per il capelli ma bellissimo. Thanos immenso, la sua uccisione dopo 10 minuti mi aveva fatto pensare alla cazzata e invece..
Viaggi nel tempo tengo per buono quanto mi viene spiegato nel film, mi basta. Leggo le vostre teorie e onestamente spero che abbiate ragione, che Iron Man possa veramente tornare da una diramazione del tempo parallela (se c'è e non cancellata) perchè senza gran parte dei personaggi che hanno dato il via a questo MCU il mio viaggio finisce qui. Bellissimo, intenso e concluso probabilmente nel modo migliore. Ma nei personaggi rimasti il mio interesse è pari a zero, salvo qualche eccezione.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Labyrinth - 01 Maggio 2019, 09:47:19
Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?


Eh? I primi x-men di Lee/Kirby erano tutti bianchi e biondi (tranne bestia, che comunque aveva ancora l'aspetto umano).
Quelli che citi tu, ebrei, russi, neri ecc. li ha ideati Claremont (e Wein) ed è stato Claremont a portare all'estremo il concetto antirazzista. Lee sì, era un businessman che tra l'altro ha preso idee di Kirby e Ditko (ma soprattutto di Kirby) e si è preso lui il merito di quelle idee. Che poi fosse un bravo dialoghista non c'è dubbio, ma le sceneggiature erano in gran parte dei disegnatori. Il famoso metodo Marvel consisteva in un'idea molto grossolana dello scrittore data ai disegnatori che sviluppavano la trama vera e propria che poi ridavano il tutto allo scrittore che metteva i dialoghi.
C'è un bel libro in cui tutto questo viene spiegato e descrive anche con molte testimonianze come molti altri artisti vennero sfruttati dalla marvel tra gli anni 60 e 70. Se Lee fosse stato questo gran filatropo di cui dici sicuramente non avrebbe permesso quello che invece è successo.

Comunque io non ho mai molto accettato questa corrente che demonizza Stan Lee.
Lui ha fatto il suo mestiere egregiamente, tant'è che Ditko e Kirby senza le sue ritoccate, hanno pesanti fatto pesanti flop.

Lee ha avuto il cervello di sapere trovare come replicare il successo dei F4, attirando artisti che hanno modellato un universo che tuttora vive.

Sì, sicuramente ha i suoi grandi meriti, infatti ho scritto che era un bravo dialoghista e si vede dalle opere a solo di Kirby, ciò non toglie che era comunque più un'imprenditore che uno sceneggiatore e che quindi puntava al profitto (ma ci sta in un'azienda) con tutti i difetti del caso, vedi autori che, sia quando Lee divenne presidente della Marvel che anche dopo negli anni 70, hanno uscito un sacco di idee per la marvel, e ne hanno fatto la fortuna, idee che adesso valgono milardi con i film, di cui questi autori non hanno visto un dollaro bucato e che poi sono stati trattati come qualsiasi dipendente e molti lasciati a casa quando non servivano più.
Quindi rispondevo semplicemente al discorso che faceva l'altro utente in cui si voleva ritrarre Lee come un filantropo che non pensava ai soldi ma andava avanti solo per la passione per i fumetti, quando effettivamente a Lee interessavano soprattutto i soldi (e ribadisco, in un'azienda era ed è normale fosse così).

Copio incollo anche un'interessante articolo (non metto la fonte perché non so se si possa fare, in tal caso fatemi sapere che l'aggiungo subito):
"Il “metodo Marvel”
La Marvel aveva due modi di litigare con Jack Kirby. Uno era rifiutarsi di stipulare contratti a lungo termine o più remunerativi. L’altro, negargli qualsiasi cosa oltre la paga a cottimo, sia in termini di royalty sia in ambito creativo. Furono le intromissioni, le piccole e grandi mancanze di riconoscimento – morale o economico – che portarono Kirby a lasciare l’azienda.

Il “metodo Marvel” non lasciava intendere chiaramente quale fosse il peso dei rispettivi contributi. In questo modo, secondo molti, Stan Lee si era preso più meriti del dovuto, non solo nei confronti di Kirby ma verso tutti i disegnatori con cui aveva collaborato.

La questione è un punto dibattuto nel canone storico. Le posizioni critiche occupano tutto lo spettro: troverete fonti pronte ad assicurarvi la totale estraneità a qualsiasi imput creativo da parte di Stan Lee, altri vi diranno che Lee contribuiva (poco o tanto) in modo fondamentale al prodotto finale, altri ancora sono convinti che i loro fumetti fossero il parto di due menti che viaggiavano parallele e non si incontravano mai. John Romita ricorda un viaggio in macchina con Lee e Kirby in cui ognuno stava esponendo la propria idea di una storia e ogni loro idea non teneva conto di quanto appena detto dall’altro.

La lavorazione in stile Marvel prevedeva lo sviluppo completo da parte del disegnatore di una breve sinossi fornita dallo sceneggiatore, il quale tornava poi sulle tavole complete per aggiungere i dialoghi. Ma in più occasioni questa procedura veniva modificata senza che la cosa fosse indicata nei crediti che aprivano l’albo. Lo stesso Lee ha confermato che Kirby, Ditko e gli altri disegnavano una storia sulla base di una vaga indicazione («L’Uomo Sabbia rapisce Mary Jane», «Dottor Destino ruba la tavola di Silver Surfer»), e a volte nemmeno quella.

Negli originali prodotti tra il 1964 e il 1970 le indicazioni di Kirby ai margini delle tavole diventarono più fitte e comparvero stralci di dialoghi, segno che Lee aveva abdicato gran parte del lavoro, pur rimanendo dialoghista e supervisore. Lee poteva non concordare con le svolte prese da Kirby, quindi modificava tramite i dialoghi e le didascalie gli snodi che riteneva deboli o sbagliati e, quando la situazione lo richiedeva, rimandava indietro le tavole per farle ridisegnare.

Nella storia dei Fantastici Quattro Panico al Baxter Building Kirby aveva messo in scena un Dottor Destino impossibilitato a usare le mani, perché ferite nella precedente avventura, e costretto a utilizzare un macchinario per intralciare il matrimonio di Reed e Sue. Nella versione finale, riveduta da Lee, la nota di Kirby («Destino straccia un foglio. Gli fanno male le mani, questo lo fa arrabbiare ancora di più. Medita vendetta») viene stravolta: nella riscrittura di Lee, Destino usa la macchina perché desideroso di compiere un attacco in grande stile che cancelli le umiliazioni subite.

Non è necessariamente una modifica peggiorativa, anzi, ma Kirby veniva a sapere delle correzioni solo dopo che erano andate in stampa. Non c’era colloquio, appunto o telefonata che potesse spiegare i cambiamenti apportati da Lee.

In Hand of Fire: The Comics Art of Jack Kirby, Charles Hatfield illustra tutte le mansioni che Kirby aveva su una testata (storia, sviluppo dei personaggi, design) e spiega come, alla fine, fosse Lee a far funzionare tutto a livello commerciale.

È una conclusione simile a quella a cui arriva Jeet Heer sul New Republic: «I lavori come autore completo di Kirby negli anni Settanta sono i migliori, ma nessuno di loro ha mai riscosso il seguito dei Fantastici Quattro o degli X-Men». Per un autore idiosincratico come Kirby, la collaborazione era la via più breve per il successo di massa: «Da solo, Kirby ci ha dato i suoi fumetti più puri, meno popolari ma esteticamente significativi».

Del sodalizio tra Lee e Kirby rimane un fallimento comunicativo. Lee si sentiva in dovere di eguagliare, se non superare, il gesto enfatico e carichissimo di Kirby con dialoghi ancora più urgenti. Questo portò i fumetti Marvel a essere innervati da una tensione tra parola e immagine che ne costituisce motivo di fascino.

Le loro incomprensioni sono meglio rappresentate dal caso di Silver Surfer. Kirby creò l’ambasciatore interstellare di Galactus come un essere amorale e incorruttibile, alieno e alienante, per il quale la natura umana resta materia sconosciuta. Lee invece lo immaginò come una figura tragica, introspettiva, in grado di slanci monologhistici capaci di slogare la mascella al più abile dei teatranti.

Lo sceneggiatore sviluppò questa concezione nella testata solista Silver Surfer, in cui dotò il personaggio di un retroterra e di una vita colma di sentimenti umani. Il risultato procurò a Kirby un fastidio uguagliato solo dalla richiesta di Lee di disegnarne l’ultimo numero prima del nuovo rilancio.

Silver Surfer stava infatti navigando in cattive acque e Lee diede la colpa alla deriva ultra-pacifista del personaggio. Così lo dirottò al polo opposto, facendolo diventare un Berserker pronto a scatenare la sua furia contro i nemici. Kirby accettò la scelta per sfinimento, sapendo che il rapporto con l’azienda era agli sgoccioli.

Nell’ultima tavola del numero, mentre una didascalia annunciava l’arrivo del «nuovo, spietato, Silver Surfer», il protagonista urla a tutta pagina: «Mai più mi opporrò alla loro follia terreste! Mai più la mia sarà una voce solitaria che aspira alla pace. Da questo momento in poi, Silver Surfer si batterà alle loro condizioni.»

Sulle pagine della posta di quel Silver Surfer #18 Stan Lee, nella sua rubrica Stan’s Soapbox, dava la seguente notizia: «Chi dice che un fulmine non cade mai due volte nello stesso punto? Ricordate che qualche anno fa Steve Ditko lasciò all’improvviso i gloriosi corridoi della Marvel per cercar fortuna altrove? Ebbene, mentre scrivo queste righe, Jack Kirby ha inaspettatamente annunciato le sue dimissioni dal nostro sorpreso ma prode piccolo staff»."
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 01 Maggio 2019, 10:43:15
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
Volevo postarla anchio, ma temevo avremmo perso moebius! :lolle:
Timeline alternative it is, then... :sisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 01 Maggio 2019, 11:20:36
Insomma multiverso, però in effetti cozza un po' con ciò che ha detto l'Antico.
Oppure, Cap dopo aver messo le gemme a posto sistema le possibili diramazioni ma poi in un gesto di egoismo personale rimanendo nel passato crea di fatto due linee temporali
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 11:26:07
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
Volevo postarla anchio, ma temevo avremmo perso moebius! :lolle:
Timeline alternative it is, then... :sisi:
:lolle: ma a me va benissimo così! Semplicemente lo considero un errore questo: esistevano mille modi più chiari e puliti per spiegare a tutti
cosa stava succedendo quando un viaggiatore torna indietro nel tempo. A me il fatto che funzioni come un classico viaggio che crea "realtà parallele" e Bruce non pronunci mai queste due maledette parole, mi fa impazzire  :asd: stesso discorso per l'Antico: ci fa esplicitamente vedere che rimettendo la gemma al suo posto il flusso ritorna a essere uno solo... e poi invece mi si dice che ogni viaggio splitta in due il flusso del tempo? Bha... ma che senso ha? Che senso ha far dire a Cap "eliminerò ogni diramazione", quando chiaramente così non è? BHO!

Comunque non mi piacerebbe sta cosa delle realtà parallele che si sono create. Pure perché come dice @unwind: se ogni viaggio crea una biforcazione nella timeline, allora anche Cap quando torna a mettere a posto le gemme nelle timeline alternative le fa a loro volta biforcare! Cioè secondo quale principio la timeline canonica si biforcherebbe, mentre le timeline alternative no? E se anche le timeline alternative si biforcano allora spariamoci: continuerebbero ad esistere realtà in cui Cap non ha riportato le gemme. Che le avrebbe riportate a fare? Sarebbe stato inutile!

E vorrei anche capire a sto punto in che modo sia stato sconfitto Thanos: introdurre un multiverso vuol dire semplicemente che i nostri "eroi" hanno fatto il panico per salvare la loro realtà, mentre tutti gli altri chissene frega... E non avrei problemi manco con questo sia chiaro: non è che pretendo che salvino tutte le realtà da Thanos, però dal momento in cui mi fai vedere che si preoccupano di riportare le gemme, allora presuppongo che gli freghi qualcosa di quelle realtà!

Ci sono troppe cose che non mi tornano per accettare che sti cacchio di viaggi nel tempo funzionino così... Spero che in qualche dichiarazione i Russo saranno più espliciti su ciò che esiste e ciò che non esiste ora nel MCU
@Man of Steel, a me va bene tutto  :asd: mi basta che abbia un minimo senso logico
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 01 Maggio 2019, 11:55:26
Dunque
È chiaro che non abbiano eliminato TUTTE le timelines alternative, dato che Old Man Steve proviene da una di esse, poi nel film non era proprio chiarissimo, ma vabbe...
Ma sicuramente hanno eliminato gran parte di esse, sennò il viaggio nel tempo di Steve non è servito ad un cazz...
E non penso abbiano scazzato su questo...
Poi secondo me non basta semplicemente viaggiare indietro nel tempo per creare altre timelines, quando parlano i Russos, bisogna un po' leggere tra le righe, imho danno per scontato che una volta tornati indietro bisogna...non so, fare qualcosa di grosso per generare una timeline, tipo appunto giocando con le gemme, o alterare la "continuity" di un pg, tipo Peggy.
Facciamo finta che Steve fosse rimasto indietro nel tempo, ma come una specie di sleeper agent/fantasma, quindi senza mai alterare il corso degli eventi, stava solo lì per i cazzi suoi...ecco, perchè mai dovrebbe crearsi una nuova timeline? Cioè in realtà anche quello avrebbe senso eh, ma sto cercando di legarmi con la logica dei Russos nel film e poi quello che dicono in questa intervista.

Quindi per come la vedo io, Steve ha eliminato tutte le timelines, tranne forse quella dove scappa Loki e la sua dove vive con Peggy.
Come cazz sia riuscito ad eliminare effettivamente quelle timelines io non lo so, avviene tutto off-screen, e come dicevo, QUELLO è la cosa che mi scoccia di più... :nono:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Luke-Logan - 01 Maggio 2019, 11:58:48
È uscita una spiegazione dei Russo che confermano
le realtà alternative a prescindere dalla rimozione delle gemme
Quindi pippioni li abbiamo finiti  :asd:
Volevo postarla anchio, ma temevo avremmo perso moebius! :lolle:
Timeline alternative it is, then... :sisi:
:lolle: ma a me va benissimo così! Semplicemente lo considero un errore questo: esistevano mille modi più chiari e puliti per spiegare a tutti
cosa stava succedendo quando un viaggiatore torna indietro nel tempo. A me il fatto che funzioni come un classico viaggio che crea "realtà parallele" e Bruce non pronunci mai queste due maledette parole, mi fa impazzire  :asd: stesso discorso per l'Antico: ci fa esplicitamente vedere che rimettendo la gemma al suo posto il flusso ritorna a essere uno solo... e poi invece mi si dice che ogni viaggio splitta in due il flusso del tempo? Bha... ma che senso ha? Che senso ha far dire a Cap "eliminerò ogni diramazione", quando chiaramente così non è? BHO!

Comunque non mi piacerebbe sta cosa delle realtà parallele che si sono create. Pure perché come dice @unwind: se ogni viaggio crea una biforcazione nella timeline, allora anche Cap quando torna a mettere a posto le gemme nelle timeline alternative le fa a loro volta biforcare! Cioè secondo quale principio la timeline canonica si biforcherebbe, mentre le timeline alternative no? E se anche le timeline alternative si biforcano allora spariamoci: continuerebbero ad esistere realtà in cui Cap non ha riportato le gemme. Che le avrebbe riportate a fare? Sarebbe stato inutile!

E vorrei anche capire a sto punto in che modo sia stato sconfitto Thanos: introdurre un multiverso vuol dire semplicemente che i nostri "eroi" hanno fatto il panico per salvare la loro realtà, mentre tutti gli altri chissene frega... E non avrei problemi manco con questo sia chiaro: non è che pretendo che salvino tutte le realtà da Thanos, però dal momento in cui mi fai vedere che si preoccupano di riportare le gemme, allora presuppongo che gli freghi qualcosa di quelle realtà!

Ci sono troppe cose che non mi tornano per accettare che sti cacchio di viaggi nel tempo funzionino così... Spero che in qualche dichiarazione i Russo saranno più espliciti su ciò che esiste e ciò che non esiste ora nel MCU
@Man of Steel, a me va bene tutto  :asd: mi basta che abbia un minimo senso logico

Io avevo inteso che alla fine del viaggio, le uniche appunto realtà divergenti che si andavano a creare erano tre, quella in cui vi erano due Captain America e una dove Loki dopo la battaglia di New York scappa con il Tesseract, infatti, secondo me la serie di Loki ripartirà da quel punto ed un'altra dove Thanos è scomparso nel 2014 dall'universo e i Guardiani della Galassia probabilmente non si sono mai formati.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 12:23:05
Che vi devo dire... io so solo che
se ogni viaggio nel tempo creasse una biforcazione nel flusso temporale allora ci sarebbero sì delle stranezze nei dialoghi  :asd: solo una dichiarazione dei Russo su quali realtà esistono ancora e quali no potrebbe mettere a posto le cose.

Comunque per quanto riguarda Far From Home, i Russo ci danno conferma di ciò di cui parlavamo qualche pagina fa:
“Le persone che hanno avuto la fortuna di sopravvivere allo snap di Thanos sono 5 anni più vecchie di quelle che sono tornate in endgame. La ragione per cui peter rivede il suo amico a scuola è che anche lui è diventato polvere come spider-man. Molti dei suoi compagni sono già al college ma ne sapremo di più con Spider-Man: Far From Home”... Quindi sembra tutto ok. Alcuni sono più grandi... A quanto pare Ned, Flash, MJ e Betty invece erano tutti stati schioccati.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 01 Maggio 2019, 12:23:34
Nah, non può essere così, si sono espressi male.
Perchè se così fosse, allora
tecnicamente non potrebbero MAI ritornare ad una STESSA timeline, sarebbe sempre una NUOVA timeline, una creatasi come conseguenza del viaggio nel tempo.
Di conseguenza non potrebbero ritornare nemmeno nella loro timeline 2024 e ovviamente le cose non sono andate così.

Poi onestamente, ci sono molti tipi di viaggi nel tempo e a me è sempre piaciuto di più quello dove esiste l'effetto farfalla, mentre questo...c'è sempre qualcosa di conveniente per i writers, in questo caso le gemme.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 12:59:19
Nah, non può essere così, si sono espressi male.
Perchè se così fosse, allora
tecnicamente non potrebbero MAI ritornare ad una STESSA timeline, sarebbe sempre una NUOVA timeline, una creatasi come conseguenza del viaggio nel tempo.
Di conseguenza non potrebbero ritornare nemmeno nella loro timeline 2024 e ovviamente le cose non sono andate così.

Poi onestamente, ci sono molti tipi di viaggi nel tempo e a me è sempre piaciuto di più quello dove esiste l'effetto farfalla, mentre questo...c'è sempre qualcosa di conveniente per i writers, in questo caso le gemme.
Bho probabilmente questo effetto che dici te e di cui stavo parlando anche io
non si avrebbe perché quando tornano nel 2024 ciò che avverrà in futuro non è ancora successo a tutti gli effetti, quindi non stanno alterando un bel niente. Mentre invece Cap quando torna nelle realtà alternative effettivamente non le biforcherebbe se solo arrivasse un millisecondo dopo rispetto a quando le gemme sono state tolte. Infatti, se il Cap del 2024 arrivasse qualche secondo prima di quando gli Avengers portano via le gemme, a quel punto si creerebbe effettivamente una diramazione in quanto si creerebbe una timeline alternativa in cui ci sono due gemme identiche simultaneamente, e una no.

Cioè in pratica questo dubbio che ci stiamo facendo si risolve così: se torni in un istante del tuo passato, che hai già vissuto, il tempo si biforca in quanto non hai modo di rivivere due volte lo stesso istante nella stessa timeline. Altrimenti se viaggi in un istante di tempo di cui tu non hai alcuna esperienza, il fatto che da lì in poi si costruisca un futuro a tutti ignoto non fa biforcare un bel niente. Non so se sono stato chiaro...

Quindi in sostanza l'unica cosa che resterebbe da spiegare sarebbe il perché di quei dialoghi fra Hulk e l'Antico a metà film e fra Hulk e Cap a fine film... non si spiegherebbero proprio se restassero aperte tutte ste timeline alternative. Ma più che altro non si spiegherebbe proprio come sarebbe scongiurata la minaccia di Thanos, visto che sarebbe morto solo nella timeline canonica e in quella del 2014 in cui è scomparso del tutto... Ma nelle altre timeline?

Cioè Cap ha fatto in modo che anche in quelle timeline "alterate" le cose poi andassero come sono andate nella timeline canonica? La timeline modificata nel 1970 e quella modificata nel 2013 effettivamente non sono difficili da rimettere sulla "retta via": quella del 1970 semplicemente Howard ha incontrato il figlio, ma non sapendo che fosse lui quindi non penso che possa aver alterato significativamente le vicende che avverranno con Thanos nel futuro di quella realtà. Per quella modificata nel 2013 stessa cosa: l'unica che sembra essersene accorta è la madre di Thor, che però non ha voluto sapere niente e morirà quello stesso giorno... l'unica cosa che è stata alterata è che delle guardie asgardiane hanno visto aggirarsi nel palazzo un "coniglio"  :asd: e che magari il Thor di quella realtà si è visto scomparire Mjolnir per qualche secondo. La realtà che sarebbe veramente un casino da rimettere a posto per scongiurare la minaccia di Thanos è quella in cui gli Avengers sono tornati nel 2012, visto che Loki ha presto il tesseract... A quel punto la serie tv con Loki potrebbe spiegare come anche in quella realtà Cap sia riuscito in un modo o nell'altro a fare sì che poi le cose andassero come sono andate nella main timeline. Però confesso che a me questi magheggi strani non piacciono veramente per niente: preferirei che esistesse una timeline sola e che tutte le altre fossero state effettivamente eliminate dal viaggio di Cap. Così Thanos sarebbe sconfitto definitivamente, la storia avrebbe un finale che sia un finale vero, i morti sarebbero morti, e i dialoghi del film avrebbero senso.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 01 Maggio 2019, 13:08:29
Mi rifiuto di credere che si siano dati la zappa sui piedi in questa maniera. :lolle:
Perchè altrimenti, tutto il mazzo che si son fatti, non sarebbe servito a niente.
Se tornare indietro nel tempo per eliminare una timeline creata in precedenza, non fa altro che creare una nuova timeline, vuol dire che stanno solo facendo altri danni. :lolle:

Inoltre da come ne parlano loro, è tutto già scritto, la timeline esiste con i suoi vari punti temporali intesi come passato-presente e futuro, era un po' il tema portante di IW e Endgame, "Dread It. Run From It. Destiny Still Arrives." quindi uno potrebbe dire che....avrebbero fatto quello che hanno fatto, perchè faceva parte della timeline.
A maggior ragione, quando mi dici che non vai a cambiare la timeline principale (non sarebbe possibile), ma vai ad interagire su altre timeline alternative!

Quindi in realtà anche il futuro è "già successo", quindi valgono le stesse regole di quelle per il passato.
La timeline non può essere alterata, la differenza è che -giustamente- per quanto riguarda il loro futuro, loro lo devono ancora vivere, ed è un'incognita, ma...heh, come sappiamo, Dr.Strange ha detto tutto alzando il suo indice! :lol:

E poi...Steve rimette la gemma di turno al suo posto, un secondo dopo che è stata tolta (dagli Avengers) questo vuol dire che...potrebbe persino incontrare se stesso e gli altri, no? A meno che non rimette la gemma poco dopo che gli Avengers abbiano fatto il salto in avanti.
Vabbe, anche se fosse, come se ne esce da una timeline che viene "eliminata"? Come si elimina una timeline? Specialmente quella del 2014? Là non abbiamo più un Thanos, perchè come gli Avengers ha fatto un salto nel tempo ed è morto nel 2024.... :unsure:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 13:31:14
Mi rifiuto di credere che si siano dati la zappa sui piedi in questa maniera. :lolle:
Perchè altrimenti, tutto il mazzo che si son fatti, non sarebbe servito a niente.
Se tornare indietro nel tempo per eliminare una timeline creata in precedenza, non fa altro che creare una nuova timeline, vuol dire che stanno solo facendo altri danni. :lolle:

Inoltre da come ne parlano loro, è tutto già scritto, la timeline esiste con i suoi vari punti temporali intesi come passato-presente e futuro, era un po' il tema portante di IW e Endgame, "Dread It. Run From It. Destiny Still Arrives." quindi uno potrebbe dire che....avrebbero fatto quello che hanno fatto, perchè faceva parte della timeline.
A maggior ragione, quando mi dici che non vai a cambiare la timeline principale (non sarebbe possibile), ma vai ad interagire su altre timeline alternative!

Quindi in realtà anche il futuro è "già successo", quindi valgono le stesse regole di quelle per il passato.
La timeline non può essere alterata, la differenza è che -giustamente- per quanto riguarda il loro futuro, loro lo devono ancora vivere, ed è un'incognita, ma...heh, come sappiamo, Dr.Strange ha detto tutto alzando il suo indice! :lol:

E poi...Steve rimette la gemma di turno al suo posto, un secondo dopo che è stata tolta (dagli Avengers) questo vuol dire che...potrebbe persino incontrare se stesso e gli altri, no? A meno che non rimette la gemma poco dopo che gli Avengers abbiano fatto il salto in avanti.
Vabbe, anche se fosse, come se ne esce da una timeline che viene "eliminata"? Come si elimina una timeline? Specialmente quella del 2014? Là non abbiamo più un Thanos, perchè come gli Avengers ha fatto un salto nel tempo ed è morto nel 2024.... :unsure:
Eh no infatti
se Cap incontrasse gli altri che erano andati a togliere le gemme si creerebbe una biforcazione visto che i nostri eroi nel loro primo viaggio non hanno incontrato il Cap del futuro! E se Cap creasse altre biforcazioni, come dici te, sarebbe tutto un cazzo e tutt'uno  :asd: cioè partirebbe dicendo "elimino le diramazioni" per crearne altre 5...? La vedo difficile che sia così... Dovrebbe averle riportate un attimo dopo che i nostri eroi se ne fossero andati, ma in tale caso vorrebbe dire che ci sono stati dei momenti in quelle realtà in cui le 6 gemme non erano simultaneamente presenti in quella realtà, e quindi che caspita succederebbe...? A me sembra che ogni tassello che si aggiunge ad una visione del genere crei solo più casino...

Le cose avrebbero senso se quelle timeline fossero eliminate. Come si elimina una timeline? Io semplicemente l'avevo interpretata come se questi viaggi fossero dei "sogni" che fanno i viaggiatori. Quando si torna da uno di questi sogni, la nostra realtà ne è rimasta inalterata. Le regole che rendono diversi questi viaggi nel tempo da un sogno vero e proprio sarebbero due:
1 - puoi riportare con te degli oggetti da questi sogni (tipo le gemme, oppure Thanos con tutta la sua nave) oppure puoi lasciarci degli oggetti provenienti dalla tua realtà. Puoi anche morirci in questi sogni, sono insomma dei sogni "concreti".
2 - se levi una gemma da uno di questi sogni, poi quando ti risvegli il "sogno" è diventato una vera e propria realtà parallela che continua ad esistere al di là che tu stia continuando a "sognare" o meno. Se invece le gemme non scompaiono da questo sogno, allora ti risvegli e il sogno è bello che svanito nel nulla (il flusso del tempo rimane uno e non si biforca).

Se così fosse, vorrebbe dire che tutte le timeline sono eliminate definitivamente dal fatto che Cap riporta le gemme. Un funzionamento del genere vorrebbe dire che Thanos, Natasha, Visione e Tony sono morti definitivamente, a meno che qualcuno non prenda la macchina del tempo e vada nel passato (in uno dei "sogni" in cui uno di questi personaggi è ancora vivo) per ri-portare nella nostra realtà uno di questi personaggi (come ad esempio è successo alla Gamora del passato, che era morta nella nostra realtà ma che tutt'ora vive nella nostra timeline). A patto che nessuno faccia cazzate tornando indietro nel tempo per riportare in vita i morti, questi personaggi restano morti punto e basta... Loki ad esempio sarebbe morto punto e basta, non ci sarebbe una realtà parallela in cui lui ha il tesseract e chissà cosa succede.

Cioè se funzionasse come sto dicendo io, queste timeline alternative sarebbero, dopo il viaggio di Cap, a tutti gli effetti diventati dei "What if...?".  Il fatto è che le dichiarazioni dei Russo non sembrano andare in questo senso... Parlano di "realtà alternative" senza specificare cosa sia successo a quelle realtà dopo che Cap ha riportato le gemme. Oltretutto parlano di "realtà alternative" senza che doc Hulk abbia mai usato queste due parole per descrivere i viaggi nel tempo  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Luke-Logan - 01 Maggio 2019, 13:55:12
Il problema principale secondo me risiede in 3 punti chiave del film
1) Loki che scappa con il tesseract;
2) Thanos del 2014 che viaggia nel 2023;
3) Steve sulla panchina;

Inoltre bisogna anche contare che non sappiamo se Tony annienta l'esercito di Thanos e Thanos appunto, potrebbe benissimo averli riportati con le gemme al 2014 senza ricordi di quello che è successo, infatti, ciò spiegherebbe ulteriormente il desiderio di ribellione della Gamora che entra in contatto con Quill in GDG Vol. 1, come una sorta di "ricordo" sottocutaneo. Poi Loki potrebbe essere l'unico elemento divergente della main timeline, ma potrebbe anche venire riassorbito dalla timeline principale nella sua serie tv. Mentre Steve sulla panchina porterebbe con sé due opzioni:
1) E' rimasto nascosto dal pubblico per anni ed ha incitato Howard Stark a cercare il suo sé congelato, spiegando la sicurezza dello SHIELD che Captain America sia da qualche parte, e spiegando anche come mai il marito segreto di Peggy non è mai stato rivelato e così facendo potrebbe anche starci il fatto che abbia fatto davvero un ultimo viaggio per arrivare a quella panchina dal 2016 quando Peggy è morta.
2) Ha vissuto nel passato, ma nel momento in cui sapeva cose del futuro troppo terribili come quello che è successo a Bucky e Howard, potrebbe aver interagito con il mondo ed impedito ad uno di diventare il soldato d'inverno, all'altro di venire ucciso, magari anticipando certi eventi nella sua realtà e quello scudo come dice alla fine è proprio del Sam Wilson della sua realtà che magari ora è morto ed è tornato a darlo ad un'altro Sam, per quello gli dice "No, ora non più." quando Sam gli dice che gli sembra di qualcun'altro.

Da una parte mi piacerebbe pensare che Steve non è rimasto nascosto solo per stare con Peggy e che effettivamente abbia agito nella nuova realtà alternativa che ha creato viaggiandoci, perché andrebbe contro i suoi principi restare inerme, ma dall'altra anche sapere che tutto andrà bene potrebbe averlo fatto rimanere nascosto fino appunto alla morte di Peggy quando viaggia poi nel 2023 per non mancare l'appuntamento. Ciò spiegherebbe l'assenza del marito di Peggy al funerale in Civil War.

Inoltre come Agents of SHIELD ci insegna, crei due timeline solo nel momento in cui nel passato cambi qualcosa portando con te quello che non appartiene al tuo tempo, esempio Zeke. Ciò sarebbe dunque in linea con tutto quello che abbiamo visto e spiegherebbe come fanno a vincere.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 13:59:30
Il problema principale secondo me risiede in 3 punti chiave del film
1) Loki che scappa con il tesseract;
2) Thanos del 2014 che viaggia nel 2023;
3) Steve sulla panchina;

Inoltre bisogna anche contare che non sappiamo se Tony annienta l'esercito di Thanos e Thanos appunto, potrebbe benissimo averli riportati con le gemme al 2014 senza ricordi di quello che è successo, infatti, ciò spiegherebbe ulteriormente il desiderio di ribellione della Gamora che entra in contatto con Quill in GDG Vol. 1, come una sorta di "ricordo" sottocutaneo. Poi Loki potrebbe essere l'unico elemento divergente della main timeline, ma potrebbe anche venire riassorbito dalla timeline principale nella sua serie tv. Mentre Steve sulla panchina porterebbe con sé due opzioni:
1) E' rimasto nascosto dal pubblico per anni ed ha incitato Howard Stark a cercare il suo sé congelato, spiegando la sicurezza dello SHIELD che Captain America sia da qualche parte, e spiegando anche come mai il marito segreto di Peggy non è mai stato rivelato e così facendo potrebbe anche starci il fatto che abbia fatto davvero un ultimo viaggio per arrivare a quella panchina dal 2016 quando Peggy è morta.
2) Ha vissuto nel passato, ma nel momento in cui sapeva cose del futuro troppo terribili come quello che è successo a Bucky e Howard, potrebbe aver interagito con il mondo ed impedito ad uno di diventare il soldato d'inverno, all'altro di venire ucciso, magari anticipando certi eventi nella sua realtà e quello scudo come dice alla fine è proprio del Sam Wilson della sua realtà che magari ora è morto ed è tornato a darlo ad un'altro Sam, per quello gli dice "No, ora non più." quando Sam gli dice che gli sembra di qualcun'altro.

Da una parte mi piacerebbe pensare che Steve non è rimasto nascosto solo per stare con Peggy e che effettivamente abbia agito nella nuova realtà alternativa che ha creato viaggiandoci, perché andrebbe contro i suoi principi restare inerme, ma dall'altra anche sapere che tutto andrà bene potrebbe averlo fatto rimanere nascosto fino appunto alla morte di Peggy quando viaggia poi nel 2023 per non mancare l'appuntamento. Ciò spiegherebbe l'assenza del marito di Peggy al funerale in Civil War.

Inoltre come Agents of SHIELD ci insegna, crei due timeline solo nel momento in cui nel passato cambi qualcosa portando con te quello che non appartiene al tuo tempo, esempio Zeke. Ciò sarebbe dunque in linea con tutto quello che abbiamo visto e spiegherebbe come fanno a vincere.
No aspetta... stai facendo confusione:
nulla del passato può alterare il futuro. La Gamora dei Guardiani vol.1 NON E' la Gamora che è stata nel 2024 che ha "perso la memoria" come ipotizzi te. Sono proprio due versioni diverse della stessa persona.

Per quanto riguarda Cap sulla panchina ti rimando all'articolo https://nerdmovieproductions.it/2019/05/01/avengers-endgame-i-russo-spiegano-il-possibile-buco-di-trama-di-capitan-america/ in cui puoi leggere le dichiarazioni dei Russo: in particolare "l’anziano Cap di fine film ha vissuto una vita con Peggy in un universo diverso da quello principale. Ha dovuto fare un altro viaggio indietro nel tempo per tornare nell’universo principale e dare lo scudo a Sam."

Il nostro dubbio è se questi universi diversi da quello principale esistono tutt'ora come "realtà parallele", oppure non esistono più e rimangono come dei "what if...?".
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 01 Maggio 2019, 14:25:28
Immagino che le serie tv saranno un elemento chiarificatore

se vedremo le avventure di Loki dopo che ha preso il tesseract, avremo la conferma definitiva  :ahsisi:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 01 Maggio 2019, 14:46:01
Chi mi fa un riassunto per favore?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 14:48:11
Immagino che le serie tv saranno un elemento chiarificatore

se vedremo le avventure di Loki dopo che ha preso il tesseract, avremo la conferma definitiva  :ahsisi:
Ma queste serie tv dove si vedranno? Bisognerà sganciare dindini solo per Disney+ presa a parte?

Comunque io tremo al pensiero
che qualcuno metta ulteriormente le mani su quanto avvenuto in Endgame. Se queste realtà alternative fossero lasciate in pace ne guadagnerebbe quest'ultimo film... Ogni volta che si lasciano queste cose in sospeso si rischia di tirare fuori parecchi casini. Ad esempio cosa impedisce agli abitanti di queste realtà alternative di tornare nella nostra per conto loro? Cioè dal momento in cui hanno visto gente che ha viaggiato nel tempo potrebbero volersi togliere questo sfizio no? Oppure come mai nessuno torna indietro nel tempo a riacchiappare Natasha e Tony? Cioè se fosse possibile, che motivo ci sarebbe per non farlo...? Cap alla fine del film torna indietro e vive con Carter: come mai invece non le mette una bella tuta per il viaggio nel tempo e non se la porta con sé nel 2014 per vivere con la Carter del passato? Dal momento in cui Gamora è viva e vegeta nella nostra realtà... perché no? Non gli viene in mente di andare indietro, riacchiappare Tony e riportarlo nel 2024?

Tutte queste domande non fanno bene al film. Dovrebbero fornire un motivo valido affinché ciò non avviene. Cap decide di vivere nel passato con Peggy, non di portarla nel futuro: perché? Cioè le persone potrebbero vivere per sempre con questo giochetto  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Luke-Logan - 01 Maggio 2019, 14:53:17
Il problema principale secondo me risiede in 3 punti chiave del film
1) Loki che scappa con il tesseract;
2) Thanos del 2014 che viaggia nel 2023;
3) Steve sulla panchina;

Inoltre bisogna anche contare che non sappiamo se Tony annienta l'esercito di Thanos e Thanos appunto, potrebbe benissimo averli riportati con le gemme al 2014 senza ricordi di quello che è successo, infatti, ciò spiegherebbe ulteriormente il desiderio di ribellione della Gamora che entra in contatto con Quill in GDG Vol. 1, come una sorta di "ricordo" sottocutaneo. Poi Loki potrebbe essere l'unico elemento divergente della main timeline, ma potrebbe anche venire riassorbito dalla timeline principale nella sua serie tv. Mentre Steve sulla panchina porterebbe con sé due opzioni:
1) E' rimasto nascosto dal pubblico per anni ed ha incitato Howard Stark a cercare il suo sé congelato, spiegando la sicurezza dello SHIELD che Captain America sia da qualche parte, e spiegando anche come mai il marito segreto di Peggy non è mai stato rivelato e così facendo potrebbe anche starci il fatto che abbia fatto davvero un ultimo viaggio per arrivare a quella panchina dal 2016 quando Peggy è morta.
2) Ha vissuto nel passato, ma nel momento in cui sapeva cose del futuro troppo terribili come quello che è successo a Bucky e Howard, potrebbe aver interagito con il mondo ed impedito ad uno di diventare il soldato d'inverno, all'altro di venire ucciso, magari anticipando certi eventi nella sua realtà e quello scudo come dice alla fine è proprio del Sam Wilson della sua realtà che magari ora è morto ed è tornato a darlo ad un'altro Sam, per quello gli dice "No, ora non più." quando Sam gli dice che gli sembra di qualcun'altro.

Da una parte mi piacerebbe pensare che Steve non è rimasto nascosto solo per stare con Peggy e che effettivamente abbia agito nella nuova realtà alternativa che ha creato viaggiandoci, perché andrebbe contro i suoi principi restare inerme, ma dall'altra anche sapere che tutto andrà bene potrebbe averlo fatto rimanere nascosto fino appunto alla morte di Peggy quando viaggia poi nel 2023 per non mancare l'appuntamento. Ciò spiegherebbe l'assenza del marito di Peggy al funerale in Civil War.

Inoltre come Agents of SHIELD ci insegna, crei due timeline solo nel momento in cui nel passato cambi qualcosa portando con te quello che non appartiene al tuo tempo, esempio Zeke. Ciò sarebbe dunque in linea con tutto quello che abbiamo visto e spiegherebbe come fanno a vincere.
No aspetta... stai facendo confusione:
nulla del passato può alterare il futuro. La Gamora dei Guardiani vol.1 NON E' la Gamora che è stata nel 2024 che ha "perso la memoria" come ipotizzi te. Sono proprio due versioni diverse della stessa persona.

Per quanto riguarda Cap sulla panchina ti rimando all'articolo https://nerdmovieproductions.it/2019/05/01/avengers-endgame-i-russo-spiegano-il-possibile-buco-di-trama-di-capitan-america/ in cui puoi leggere le dichiarazioni dei Russo: in particolare "l’anziano Cap di fine film ha vissuto una vita con Peggy in un universo diverso da quello principale. Ha dovuto fare un altro viaggio indietro nel tempo per tornare nell’universo principale e dare lo scudo a Sam."

Il nostro dubbio è se questi universi diversi da quello principale esistono tutt'ora come "realtà parallele", oppure non esistono più e rimangono come dei "what if...?".
Considerando che per Disney+ uscirà una serie tv animata what if sull'MCU credo proprio che la risposta sia, si sono creati dei what if per degli istanti temporali e probabilmente l'unica realtà modificata è quella senza Thanos, se Gamora del 2014 non è rimasta nel 2023, dato che ancora dobbiamo sapere se è sopravvissuta o no allo snap di Tony.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Noiro - 01 Maggio 2019, 14:56:05
Immagino che le serie tv saranno un elemento chiarificatore

se vedremo le avventure di Loki dopo che ha preso il tesseract, avremo la conferma definitiva  :ahsisi:
Ma queste serie tv dove si vedranno? Bisognerà sganciare dindini solo per Disney+ presa a parte?

Comunque io tremo al pensiero
che qualcuno metta ulteriormente le mani su quanto avvenuto in Endgame. Se queste realtà alternative fossero lasciate in pace ne guadagnerebbe quest'ultimo film... Ogni volta che si lasciano queste cose in sospeso si rischia di tirare fuori parecchi casini. Ad esempio cosa impedisce agli abitanti di queste realtà alternative di tornare nella nostra per conto loro? Cioè dal momento in cui hanno visto gente che ha viaggiato nel tempo potrebbero volersi togliere questo sfizio no? Oppure come mai nessuno torna indietro nel tempo a riacchiappare Natasha e Tony? Cioè se fosse possibile, che motivo ci sarebbe per non farlo...? Cap alla fine del film torna indietro e vive con Carter: come mai invece non le mette una bella tuta per il viaggio nel tempo e non se la porta con sé nel 2014 per vivere con la Carter del passato? Dal momento in cui Gamora è viva e vegeta nella nostra realtà... perché no? Non gli viene in mente di andare indietro, riacchiappare Tony e riportarlo nel 2024?

Tutte queste domande non fanno bene al film. Dovrebbero fornire un motivo valido affinché ciò non avviene. Cap decide di vivere nel passato con Peggy, non di portarla nel futuro: perché? Cioè le persone potrebbero vivere per sempre con questo giochetto  :asd:
Se per questo potrebbero salvare Zio Ben, Howard Stark, uccidere Hitler e far entrare negli Avenger Re Artù, Bruce Lee e Zorro.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 15:01:11
Il problema principale secondo me risiede in 3 punti chiave del film
1) Loki che scappa con il tesseract;
2) Thanos del 2014 che viaggia nel 2023;
3) Steve sulla panchina;

Inoltre bisogna anche contare che non sappiamo se Tony annienta l'esercito di Thanos e Thanos appunto, potrebbe benissimo averli riportati con le gemme al 2014 senza ricordi di quello che è successo, infatti, ciò spiegherebbe ulteriormente il desiderio di ribellione della Gamora che entra in contatto con Quill in GDG Vol. 1, come una sorta di "ricordo" sottocutaneo. Poi Loki potrebbe essere l'unico elemento divergente della main timeline, ma potrebbe anche venire riassorbito dalla timeline principale nella sua serie tv. Mentre Steve sulla panchina porterebbe con sé due opzioni:
1) E' rimasto nascosto dal pubblico per anni ed ha incitato Howard Stark a cercare il suo sé congelato, spiegando la sicurezza dello SHIELD che Captain America sia da qualche parte, e spiegando anche come mai il marito segreto di Peggy non è mai stato rivelato e così facendo potrebbe anche starci il fatto che abbia fatto davvero un ultimo viaggio per arrivare a quella panchina dal 2016 quando Peggy è morta.
2) Ha vissuto nel passato, ma nel momento in cui sapeva cose del futuro troppo terribili come quello che è successo a Bucky e Howard, potrebbe aver interagito con il mondo ed impedito ad uno di diventare il soldato d'inverno, all'altro di venire ucciso, magari anticipando certi eventi nella sua realtà e quello scudo come dice alla fine è proprio del Sam Wilson della sua realtà che magari ora è morto ed è tornato a darlo ad un'altro Sam, per quello gli dice "No, ora non più." quando Sam gli dice che gli sembra di qualcun'altro.

Da una parte mi piacerebbe pensare che Steve non è rimasto nascosto solo per stare con Peggy e che effettivamente abbia agito nella nuova realtà alternativa che ha creato viaggiandoci, perché andrebbe contro i suoi principi restare inerme, ma dall'altra anche sapere che tutto andrà bene potrebbe averlo fatto rimanere nascosto fino appunto alla morte di Peggy quando viaggia poi nel 2023 per non mancare l'appuntamento. Ciò spiegherebbe l'assenza del marito di Peggy al funerale in Civil War.

Inoltre come Agents of SHIELD ci insegna, crei due timeline solo nel momento in cui nel passato cambi qualcosa portando con te quello che non appartiene al tuo tempo, esempio Zeke. Ciò sarebbe dunque in linea con tutto quello che abbiamo visto e spiegherebbe come fanno a vincere.
No aspetta... stai facendo confusione:
nulla del passato può alterare il futuro. La Gamora dei Guardiani vol.1 NON E' la Gamora che è stata nel 2024 che ha "perso la memoria" come ipotizzi te. Sono proprio due versioni diverse della stessa persona.

Per quanto riguarda Cap sulla panchina ti rimando all'articolo https://nerdmovieproductions.it/2019/05/01/avengers-endgame-i-russo-spiegano-il-possibile-buco-di-trama-di-capitan-america/ in cui puoi leggere le dichiarazioni dei Russo: in particolare "l’anziano Cap di fine film ha vissuto una vita con Peggy in un universo diverso da quello principale. Ha dovuto fare un altro viaggio indietro nel tempo per tornare nell’universo principale e dare lo scudo a Sam."

Il nostro dubbio è se questi universi diversi da quello principale esistono tutt'ora come "realtà parallele", oppure non esistono più e rimangono come dei "what if...?".
Considerando che per Disney+ uscirà una serie tv animata what if sull'MCU credo proprio che la risposta sia, si sono creati dei what if per degli istanti temporali e probabilmente l'unica realtà modificata è quella senza Thanos, se Gamora del 2014 non è rimasta nel 2023, dato che ancora dobbiamo sapere se è sopravvissuta o no allo snap di Tony.
Si però
è anche stata annunciata una serie tv incentrata su Loki diversa dalla serie "what if". Se questa serie non dovesse essere ambientata nel passato, potrebbe parlare ad esempio del Loki che ha rubato il tesseract nel 2012. La cosa sembra molto molto possibile visto che oggettivamente quella scena in cui Loki sparisce finisce così nel nulla, in modo moooolto sospetto. Chiunque s'è chiesto: e ora? Che fine fa Loki?
Se per questo potrebbero salvare Zio Ben, Howard Stark, uccidere Hitler e far entrare negli Avenger Re Artù, Bruce Lee e Zorro.
@Orion metti lo Spoiler! Altrimenti si intuiscono cose importanti anche se non si è visto il film!

Comunque quello che dici te è vero: dovrebbero spiegarmi come mai
invece di riportare nel presente i morti, si limitano a lasciare le gemme nel passato... Cioè dovrebbero essere questi i veri punti cruciali da chiarire quando si fa un film del genere
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 01 Maggio 2019, 17:14:13
Io sono in difficoltà, se esistono le
realtà parallele
il Thanos
del passato che diavolo è andato a fare su "Terra 1"? Ha visto che nel futuro otterrà tutte le gemme, ha visto che i Vendicatori proveranno a sottrargliele, bastava continuare a fare ciò che stava facendo e semplicemente quando avesse avuto tutte le gemme in mano, invece di desiderare la fine di metà degli esseri viventi, avrebbe desiderato un nuovo universo tout court. Non ha senso. È come una persona che sa che tra X anni vincerà alla lotteria e tra X+1 anni gli ruberanno tutti i soldi, perché andare in quella dimensione a provare a recuperarli quando ti basta sapere come evitare l'evento negativo che si verificherà nella TUA realtà ?

Una spiegazione potrebbe arrivare proprio dal fatto che
quel Thanos sa che la Gemma dell'anima della sua dimensione non tornerà mai più indietro, e quando Cap va a metterle a posto crea a tutti gli effetti un'altra linea temporale visto che il passato non può essere modificato e, come ho scritto prima, la realtà beta da cui è sottratta la gemma non è la realtà beta1 in cui la gemma è stata riportata. Conoscendo quest'aspetto, Thanos sa che l'unica sua occasione è quella di inseguire i Vendicatori e riprendersela, a quel punto con il guanto già fatto.

In alternativa, potrebbe essere che
Thanos sia semplicemente impaziente o non conosca le regole di questi viaggi nel tempo, non possa immaginare che i Vendicatori abbiano intenzione di andare a rimettere la gemma dell'anima a posto dopo aver finito il loro compito e quant'altro, tutte eventualità che mi sembrano sinceramente poco credibili.

Anzi, ragionandoci ancora un po'
visto che il discorso dell'Antico NON serve a spiegare perché NON si creino realtà parallele nell'universo Marvel, credo la precisazione sul fatto che togliendo una gemma da una realtà quella realtà diventa una diramazione "oscura", sia strumentale proprio a mostrarci queste realtà oscure, e cioè quelle a cui sono state sottratte le gemme: 2012 senza gemme del tempo e della mente, 1970 senza Tesseract e via dicendo.


Concludo ripetendo una cosa che sta diventando un mio mantra e ciò che
ci saranno conseguenze enormi per tutto questo casino. Hanno giocato con grandezze più grandi di loro, e credo che l'universo sul lungo risponderà. Magari le prossime tre fasi propedeutiche all'eventone che chiuderà la seconda Saga MCU saranno proprio studiate per mostrarci il Multiverso, soprattutto nelle serie TV e la mitologia Marvel che è alla base dell'intero cosmo usando come trampolino di lancio "Gli Eterni". Magari di qui a dieci anni, dopo vari villain di "mezzo", avremo la nostra "crisi sulle terre infinite" in salsa Marvel che potrebbe aprire a un reboot dell'intero universo, nuovi attori per personaggi che non si sono visti più e quant'altro.
Ma sto volando troppo con la fantasia!



Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 19:08:07
Io sono in difficoltà, se esistono le
realtà parallele
il Thanos
del passato che diavolo è andato a fare su "Terra 1"? Ha visto che nel futuro otterrà tutte le gemme, ha visto che i Vendicatori proveranno a sottrargliele, bastava continuare a fare ciò che stava facendo e semplicemente quando avesse avuto tutte le gemme in mano, invece di desiderare la fine di metà degli esseri viventi, avrebbe desiderato un nuovo universo tout court. Non ha senso. È come una persona che sa che tra X anni vincerà alla lotteria e tra X+1 anni gli ruberanno tutti i soldi, perché andare in quella dimensione a provare a recuperarli quando ti basta sapere come evitare l'evento negativo che si verificherà nella TUA realtà ?

Una spiegazione potrebbe arrivare proprio dal fatto che
quel Thanos sa che la Gemma dell'anima della sua dimensione non tornerà mai più indietro, e quando Cap va a metterle a posto crea a tutti gli effetti un'altra linea temporale visto che il passato non può essere modificato e, come ho scritto prima, la realtà beta da cui è sottratta la gemma non è la realtà beta1 in cui la gemma è stata riportata. Conoscendo quest'aspetto, Thanos sa che l'unica sua occasione è quella di inseguire i Vendicatori e riprendersela, a quel punto con il guanto già fatto.

In alternativa, potrebbe essere che
Thanos sia semplicemente impaziente o non conosca le regole di questi viaggi nel tempo, non possa immaginare che i Vendicatori abbiano intenzione di andare a rimettere la gemma dell'anima a posto dopo aver finito il loro compito e quant'altro, tutte eventualità che mi sembrano sinceramente poco credibili.

Anzi, ragionandoci ancora un po'
visto che il discorso dell'Antico NON serve a spiegare perché NON si creino realtà parallele nell'universo Marvel, credo la precisazione sul fatto che togliendo una gemma da una realtà quella realtà diventa una diramazione "oscura", sia strumentale proprio a mostrarci queste realtà oscure, e cioè quelle a cui sono state sottratte le gemme: 2012 senza gemme del tempo e della mente, 1970 senza Tesseract e via dicendo.


Concludo ripetendo una cosa che sta diventando un mio mantra e ciò che
ci saranno conseguenze enormi per tutto questo casino. Hanno giocato con grandezze più grandi di loro, e credo che l'universo sul lungo risponderà. Magari le prossime tre fasi propedeutiche all'eventone che chiuderà la seconda Saga MCU saranno proprio studiate per mostrarci il Multiverso, soprattutto nelle serie TV e la mitologia Marvel che è alla base dell'intero cosmo usando come trampolino di lancio "Gli Eterni". Magari di qui a dieci anni, dopo vari villain di "mezzo", avremo la nostra "crisi sulle terre infinite" in salsa Marvel che potrebbe aprire a un reboot dell'intero universo, nuovi attori per personaggi che non si sono visti più e quant'altro.
Ma sto volando troppo con la fantasia!



Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Il perché
il Thanos del 2014 abbia deciso di andare nel 2024, secondo questa teoria delle realtà parallele, è un po' un mistero... Però secondo me si può sciogliere semplicemente immaginando che dal suo punto di vista le gemme del potere e dell'anima non c'erano più e non poteva avere idea del fatto che sarebbero state riportate indietro. Certo è una vera beffa dal momento in cui un istante dopo che Rhodes e Clint se n'erano andati, in realtà Cap era di nuovo lì con le gemme  :asd: cioè Thanos aveva tutto il tempo di recuperarle visto che erano già nella sua realtà quando lui è partito per andare nella nostra... Probabilmente sarebbe comunque andato nel 2024 perché dal momento in cui la sua realtà non era quella in cui lui ha schioccato le dita, non aveva la certezza che in quel 2014 sarebbe effettivamente riuscito a farlo. Nel senso: ad esempio la Nebula del futuro avrebbe potuto far cambiare idea alla Gamora del passato prima degli eventi dei Guardiani della Galassia suggerendole un piano per evitare a Thanos di prendere tutte le gemme... Cioè dal momento in cui quella realtà è stata alterata Thanos non ha più la certezza di schioccare le dita in quella realtà. Thanos del 2014 dice a Gamora del passato mentre scartabellano i ricordi di Nebula: "non stanno cercando di fermare qualcosa che farò nel nostro tempo, cercano di annullare una cosa che io ho già fatto nel loro tempo".

Comunque secondo me le biforcazioni che te immagini quando Cap riporta le gemme non si creano. Principalmente perché questo renderebbe veramente del tutto inutile il viaggio di Cap... E poi Bruce dice chiaramente che il loro obiettivo è quello che "cronologicamente parlando, da quella realtà" le gemme "non se ne siano mai andate". Quindi è chiaro che le gemme saranno riportate in quelle stesse realtà da cui sono state sottratte, e non in una loro ulteriore ramificazione.

Solo che come dici te non si capisce come mai Cap quando torna nel 2013 in cui l'Eather è sparito da Asgard non crea a sua volta una biforcazione del flusso del tempo di quella realtà alternativa. Cioè dovrebbe creare una diramazione con la stessa dignità con cui l'ha creata nel primo viaggio la coppia Thor-Rocket... Non mi torna proprio. Però penso comunque che quelle biforcazioni che dovrebbero risultare dai viaggi finali di Cap non avvengano, perché sennò diventerebbe veramente troppo assurda la cosa  :asd:

E' come se l' "off-screen" avesse una funzionalità decisiva: dal momento in cui non abbiamo idea di cosa sia successo nelle realtà alternative dopo che i nostri Avengers del 2024 le hanno abbandonate con le gemme, possiamo ipotizzare che in quelle stesse realtà contemporaneamente sia arrivato Cap. Cioè noi possiamo parlare di "realtà parallela" quando parliamo del 2012 in cui sono tornati gli Avengers del 2024 solo per il fatto che sappiamo benissimo dai film precedenti che ad esempio Loki non è mai fuggito col Tesseract nella nostra timeline. Dal momento in cui in quelle realtà non sappiamo cosa succeda (non lo vediamo on-screen), nulla toglie il fatto che un attimo dopo la partenza degli Avengers arrivi Cap off-screen a rimettere a posto le gemme. Come a dire: se l'abbiamo già visto succedere in un altro modo, allora è chiaro che ci si trova in una realtà alternativa, altrimenti non c'è motivo di supporre ciò.

Insomma a me la cosa che non torna continuano principalmente ad essere i dialoghi del film. Tutto il resto me lo spiego seppure forzatamente... Ma i dialoghi del film non me li spiego. E neanche mi spiego il come mai Thanos sia stato sconfitto visto che oggettivamente ci sarebbero 4 realtà alternative in cui Thanos c'è e sta cercando le gemme. Cioè il fatto che esistano o no queste realtà alternative dal mio punto di vista non conta più di tanto, la trama sarebbe la stessa in ogni caso e avrebbe senso in ogni caso... La cosa che non avrebbe senso sarebbero soprattutto i dialoghi del film, in cui si lascia intendere che il viaggio finale di Cap abbia automaticamente impedito qualsiasi diramazione del flusso temporale.

Ci sono delle cose che invece non mi tornano a prescindere che le realtà alternative siano effettivamente parte del multiverso o siano dei "what if...?". A prescindere da qualsiasi interpretazione del film non capisco in ogni caso come mai Cap non abbia portato la Carter del passato nel 2024 per vivere con lui nel 2024. E neanche come mai a nessuno sia venuto in mente, invece che piangere per Tony e Natasha, di tornare indietro al 2023, acchiapparli e portarli nel 2024 dicendogli tipo "vieni con me se vuoi vivere" :nono:
 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: unwind - 01 Maggio 2019, 19:42:10
Io sono in difficoltà, se esistono le
realtà parallele
il Thanos
del passato che diavolo è andato a fare su "Terra 1"? Ha visto che nel futuro otterrà tutte le gemme, ha visto che i Vendicatori proveranno a sottrargliele, bastava continuare a fare ciò che stava facendo e semplicemente quando avesse avuto tutte le gemme in mano, invece di desiderare la fine di metà degli esseri viventi, avrebbe desiderato un nuovo universo tout court. Non ha senso. È come una persona che sa che tra X anni vincerà alla lotteria e tra X+1 anni gli ruberanno tutti i soldi, perché andare in quella dimensione a provare a recuperarli quando ti basta sapere come evitare l'evento negativo che si verificherà nella TUA realtà ?

Una spiegazione potrebbe arrivare proprio dal fatto che
quel Thanos sa che la Gemma dell'anima della sua dimensione non tornerà mai più indietro, e quando Cap va a metterle a posto crea a tutti gli effetti un'altra linea temporale visto che il passato non può essere modificato e, come ho scritto prima, la realtà beta da cui è sottratta la gemma non è la realtà beta1 in cui la gemma è stata riportata. Conoscendo quest'aspetto, Thanos sa che l'unica sua occasione è quella di inseguire i Vendicatori e riprendersela, a quel punto con il guanto già fatto.

In alternativa, potrebbe essere che
Thanos sia semplicemente impaziente o non conosca le regole di questi viaggi nel tempo, non possa immaginare che i Vendicatori abbiano intenzione di andare a rimettere la gemma dell'anima a posto dopo aver finito il loro compito e quant'altro, tutte eventualità che mi sembrano sinceramente poco credibili.

Anzi, ragionandoci ancora un po'
visto che il discorso dell'Antico NON serve a spiegare perché NON si creino realtà parallele nell'universo Marvel, credo la precisazione sul fatto che togliendo una gemma da una realtà quella realtà diventa una diramazione "oscura", sia strumentale proprio a mostrarci queste realtà oscure, e cioè quelle a cui sono state sottratte le gemme: 2012 senza gemme del tempo e della mente, 1970 senza Tesseract e via dicendo.


Concludo ripetendo una cosa che sta diventando un mio mantra e ciò che
ci saranno conseguenze enormi per tutto questo casino. Hanno giocato con grandezze più grandi di loro, e credo che l'universo sul lungo risponderà. Magari le prossime tre fasi propedeutiche all'eventone che chiuderà la seconda Saga MCU saranno proprio studiate per mostrarci il Multiverso, soprattutto nelle serie TV e la mitologia Marvel che è alla base dell'intero cosmo usando come trampolino di lancio "Gli Eterni". Magari di qui a dieci anni, dopo vari villain di "mezzo", avremo la nostra "crisi sulle terre infinite" in salsa Marvel che potrebbe aprire a un reboot dell'intero universo, nuovi attori per personaggi che non si sono visti più e quant'altro.
Ma sto volando troppo con la fantasia!



Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Il perché
il Thanos del 2014 abbia deciso di andare nel 2024, secondo questa teoria delle realtà parallele, è un po' un mistero... Però secondo me si può sciogliere semplicemente immaginando che dal suo punto di vista le gemme del potere e dell'anima non c'erano più e non poteva avere idea del fatto che sarebbero state riportate indietro. Certo è una vera beffa dal momento in cui un istante dopo che Rhodes e Clint se n'erano andati, in realtà Cap era di nuovo lì con le gemme  :asd: cioè Thanos aveva tutto il tempo di recuperarle visto che erano già nella sua realtà quando lui è partito per andare nella nostra... Probabilmente sarebbe comunque andato nel 2024 perché dal momento in cui la sua realtà non era quella in cui lui ha schioccato le dita, non aveva la certezza che in quel 2014 sarebbe effettivamente riuscito a farlo. Nel senso: ad esempio la Nebula del futuro avrebbe potuto far cambiare idea alla Gamora del passato prima degli eventi dei Guardiani della Galassia suggerendole un piano per evitare a Thanos di prendere tutte le gemme... Cioè dal momento in cui quella realtà è stata alterata Thanos non ha più la certezza di schioccare le dita in quella realtà. Thanos del 2014 dice a Gamora del passato mentre scartabellano i ricordi di Nebula: "non stanno cercando di fermare qualcosa che farò nel nostro tempo, cercano di annullare una cosa che io ho già fatto nel loro tempo".

Comunque secondo me le biforcazioni che te immagini quando Cap riporta le gemme non si creano. Principalmente perché questo renderebbe veramente del tutto inutile il viaggio di Cap... E poi Bruce dice chiaramente che il loro obiettivo è quello che "cronologicamente parlando, da quella realtà" le gemme "non se ne siano mai andate". Quindi è chiaro che le gemme saranno riportate in quelle stesse realtà da cui sono state sottratte, e non in una loro ulteriore ramificazione.

Solo che come dici te non si capisce come mai Cap quando torna nel 2013 in cui l'Eather è sparito da Asgard non crea a sua volta una biforcazione del flusso del tempo di quella realtà alternativa. Cioè dovrebbe creare una diramazione con la stessa dignità con cui l'ha creata nel primo viaggio la coppia Thor-Rocket... Non mi torna proprio. Però penso comunque che quelle biforcazioni che dovrebbero risultare dai viaggi finali di Cap non avvengano, perché sennò diventerebbe veramente troppo assurda la cosa  :asd:

E' come se l' "off-screen" avesse una funzionalità decisiva: dal momento in cui non abbiamo idea di cosa sia successo nelle realtà alternative dopo che i nostri Avengers del 2024 le hanno abbandonate con le gemme, possiamo ipotizzare che in quelle stesse realtà contemporaneamente sia arrivato Cap. Cioè noi possiamo parlare di "realtà parallela" quando parliamo del 2012 in cui sono tornati gli Avengers del 2024 solo per il fatto che sappiamo benissimo dai film precedenti che ad esempio Loki non è mai fuggito col Tesseract nella nostra timeline. Dal momento in cui in quelle realtà non sappiamo cosa succeda (non lo vediamo on-screen), nulla toglie il fatto che un attimo dopo la partenza degli Avengers arrivi Cap off-screen a rimettere a posto le gemme. Come a dire: se l'abbiamo già visto succedere in un altro modo, allora è chiaro che ci si trova in una realtà alternativa, altrimenti non c'è motivo di supporre ciò.

Insomma a me la cosa che non torna continuano principalmente ad essere i dialoghi del film. Tutto il resto me lo spiego seppure forzatamente... Ma i dialoghi del film non me li spiego. E neanche mi spiego il come mai Thanos sia stato sconfitto visto che oggettivamente ci sarebbero 4 realtà alternative in cui Thanos c'è e sta cercando le gemme. Cioè il fatto che esistano o no queste realtà alternative dal mio punto di vista non conta più di tanto, la trama sarebbe la stessa in ogni caso e avrebbe senso in ogni caso... La cosa che non avrebbe senso sarebbero soprattutto i dialoghi del film, in cui si lascia intendere che il viaggio finale di Cap abbia automaticamente impedito qualsiasi diramazione del flusso temporale.

Ci sono delle cose che invece non mi tornano a prescindere che le realtà alternative siano effettivamente parte del multiverso o siano dei "what if...?". A prescindere da qualsiasi interpretazione del film non capisco in ogni caso come mai Cap non abbia portato la Carter del passato nel 2024 per vivere con lui nel 2024. E neanche come mai a nessuno sia venuto in mente, invece che piangere per Tony e Natasha, di tornare indietro al 2023, acchiapparli e portarli nel 2024 dicendogli tipo "vieni con me se vuoi vivere" :nono:
 
Probabilmente con Visione e Natasha

potrebbe accadere. Secondo me il prequel di Vedova Nera non è solo un prequel e questo potrebbe significare che a fine film c'è una bomba gigante: occhio di falco torna indietro e la recupera, direttamente da quel tempo perché vuole magari risparmiare una quindicina d'anni di ulteriori sacrifici.
Idem con Visione, magari nella serie TV capiremo qualcosa.
Sta roba non può essere solo prequel.

È chiaro che questo davvero DEVE avere delle conseguenze, soprattutto se Gamora e Natasha hanno de facto ingannato l'universo, probabilmente Tony non tornerà perché sul fatto che sia morto schioccando il guanto verrà fatta una supercazzola dicendo che è un momento particolare e blablabla, insomma una giustificazione si trova agilmente sul perché solo lui non venga portato indietro dato che è morto a causa dello snap.

Su Cap

semplicemente Steve Rogers è e rimane un uomo degli anni Cinquanta e lì voleva vivere il suo tempo. È pure un omaggio al Cap America "degli anni Cinquanta", retconnato poi nella figura del Direttore.
Magari voleva evitare pure alla Carter lo stress di andare lei in una nuova epoca...

A proposito della scena della panchina
non può essere che Cap non sia tornato usando l'apparecchio "di andata" ma nella realtà parallela i Vendicatori hanno sviluppato a loro volta una macchina del tempo (che a questo punto è meglio chiamare macchina intradimensionale) e lui ha usato quella ed è per questo che compare su quella panchina e consegna quello Scudo particolare a Falcon ? È il suo scudo anni Cinquanta ?

Sulle biforcazioni
io continuo a pensare che il senso del discorso dell'Antico, visto che le realtà parallele ci sono, è farci capire da dove deriveranno le ramificazioni oscure che potremmo vedere o potrebbero avere importanza tra un po'. Cap riporta nella realtà "di partenza" quelle gemme, ma di fatto la realtà in cui le riporta non è esattamente la realtà da dove le ha prese, è complesso da spiegare ma se ogni cambiamento genera una realtà che vive di vita propria, è chiaro che un ulteriore cambiamento crea un'altra realtà, derivata dalla prima. Praticamente le realtà che si possono creare sono una sommatoria da 1 a n dove con n si intende l'infinito...non so se loro hanno sottovalutato questa cosa o semplicemente lo scopo di Cap era evitare che vi fossero solo ramificazioni senza gemme, ma se non è questo il senso (e cioè avere in futuro dei percorsi altamente negativi che si riverberanno su Terra 1) allora tutta quella parte tra Banner e l'Antico non ha senso.


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 20:34:50
Probabilmente con Visione e Natasha

potrebbe accadere. Secondo me il prequel di Vedova Nera non è solo un prequel e questo potrebbe significare che a fine film c'è una bomba gigante: occhio di falco torna indietro e la recupera, direttamente da quel tempo perché vuole magari risparmiare una quindicina d'anni di ulteriori sacrifici.
Idem con Visione, magari nella serie TV capiremo qualcosa.
Sta roba non può essere solo prequel.

È chiaro che questo davvero DEVE avere delle conseguenze, soprattutto se Gamora e Natasha hanno de facto ingannato l'universo, probabilmente Tony non tornerà perché sul fatto che sia morto schioccando il guanto verrà fatta una supercazzola dicendo che è un momento particolare e blablabla, insomma una giustificazione si trova agilmente sul perché solo lui non venga portato indietro dato che è morto a causa dello snap.

Su Cap

semplicemente Steve Rogers è e rimane un uomo degli anni Cinquanta e lì voleva vivere il suo tempo. È pure un omaggio al Cap America "degli anni Cinquanta", retconnato poi nella figura del Direttore.
Magari voleva evitare pure alla Carter lo stress di andare lei in una nuova epoca...

A proposito della scena della panchina
non può essere che Cap non sia tornato usando l'apparecchio "di andata" ma nella realtà parallela i Vendicatori hanno sviluppato a loro volta una macchina del tempo (che a questo punto è meglio chiamare macchina intradimensionale) e lui ha usato quella ed è per questo che compare su quella panchina e consegna quello Scudo particolare a Falcon ? È il suo scudo anni Cinquanta ?

Sulle biforcazioni
io continuo a pensare che il senso del discorso dell'Antico, visto che le realtà parallele ci sono, è farci capire da dove deriveranno le ramificazioni oscure che potremmo vedere o potrebbero avere importanza tra un po'. Cap riporta nella realtà "di partenza" quelle gemme, ma di fatto la realtà in cui le riporta non è esattamente la realtà da dove le ha prese, è complesso da spiegare ma se ogni cambiamento genera una realtà che vive di vita propria, è chiaro che un ulteriore cambiamento crea un'altra realtà, derivata dalla prima. Praticamente le realtà che si possono creare sono una sommatoria da 1 a n dove con n si intende l'infinito...non so se loro hanno sottovalutato questa cosa o semplicemente lo scopo di Cap era evitare che vi fossero solo ramificazioni senza gemme, ma se non è questo il senso (e cioè avere in futuro dei percorsi altamente negativi che si riverberanno su Terra 1) allora tutta quella parte tra Banner e l'Antico non ha senso.


Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Bhe non c'entra niente il fatto che
Tony sia morto schioccando le dita. Dal momento in cui Gamora era morta in cambio di una gemma e comunque può essere portata nel presente, io spettatore mi immagino che chiunque possa essere portato dal passato al presente. Quindi anche Tony basterebbe andare, per dire, nel 2022 e dirgli che se vuole continuare a vivere con la sua famiglia deve venire con noi nel 2024. Cioè da quello che si è intuito nel film non ci sono regole che vietano questa cosa
Per quanto riguarda Cap
e il suo viaggio finale, io continuo a pensare che non abbia senso il fatto che riporti le gemme se effettivamente il suo viaggio non fa altro che biforcare ulteriormente le timeline che visita. Ho trovato un articolo in cui, seppure con qualche argomentazione che non condivido, si fa vedere molto bene come il discorso dell'Antico entri particolarmente in contrasto con quanto si vede nel film: https://blog.screenweek.it/2019/04/avengers-endgame-spiegazione-viaggi-nel-tempo-679884.php

Sostanzialmente nell'articolo dicono: "se riportando le gemme al loro posto sono state eliminate tutte le diramazioni, allora tutti gli eventi visti nei vari viaggi del tempo di Endgame devono per forza essere successi off-screen nella nostra timeline... ma il fatto che Thanos nel 2014 sia morto o che Loki sia fuggito con Tesseract nel 2012 o che Nebula uccida sé stessa sono cose tutte possibili solo assumendo l'esistenza di realtà parallele, di cui però il discorso dell'antico scongiura l'esistenza". Nell'articolo ne concludono che "Per far funzionare il film, dovremmo fingere che il dialogo fra l’Antico e Bruce Banner non sia mai avvenuto, e che le Gemme siano state riportate indietro per motivazioni differenti".

Io non concordo sul fatto che gli eventi di Endgame dovessero essere successi realmente off-screen nella nostra timeline: è evidente come non sia così. Però indubbiamente ci sono delle cose che non tornano col discorso dell'Antico. Sicuramente, avendo i Russo pensato a questo film per chissà quanti anni, ci sta una spiegazione a tutto e sarebbe interessante avere una loro spiegazione dell'intera faccenda. La mia perplessità più grande non è lo svolgersi delle vicende: il film è bellissimo anche così, e c'è sempre un modo, immaginando fantasiosi off-screen, di mettere a posto tutto. La mia perplessità è circa i dialoghi: c'erano sicuramente modi molto meno confusi di spiegare la faccenda, e in un film di 3 ore avrebbero sicuramente potuto perdere ben più che due frasi per spiegare concretamente che direzione stava prendendo la trama
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 01 Maggio 2019, 21:18:56
Secondo me
la cosa non verrà più ripresa, probabilmente neanche accennata, quindi amen.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Ale87reds - 01 Maggio 2019, 21:45:35
Purtroppo quando si usano i
viaggi nel tempo
qualche scricchiolio c'è sempre.
Bisogna accettare la visione dei registi altrimenti è la fine.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 01 Maggio 2019, 22:02:41
Secondo me
la cosa non verrà più ripresa, probabilmente neanche accennata, quindi amen.
ahhhh che la risposta sia
"amen" è poco ma sicuro  :asd: il film è ottimo dal mio punto di vista... lo rivedrei mille volte e lo ri-amerei tutte e mille le volte, quindi nessun problema
Purtroppo quando si usano i
viaggi nel tempo
qualche scricchiolio c'è sempre.
Bisogna accettare la visione dei registi altrimenti è la fine.
Sono d'accordissimo, semplicemente vorrei
capirla questa visione dei viaggi del tempo dei registi  :asd: visto che il film va in alcune direzioni e poi in altre contrastanti per come la vedo io...
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Largand - 02 Maggio 2019, 00:23:47
Sono d'accordissimo, semplicemente vorrei
capirla questa visione dei viaggi del tempo dei registi  :asd: visto che il film va in alcune direzioni e poi in altre contrastanti per come la vedo io...
Vi avevo avvisati a pagina 11...


 :ahsisi:
Non fatevi venire il mal di testa sulle questioni dei viaggi nel tempo.
Gli sceneggiatori di film e telefilm non li sanno fare, e le loro trame saranno sempre piene zeppe di illogicità.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 00:56:58
Sono d'accordissimo, semplicemente vorrei
capirla questa visione dei viaggi del tempo dei registi  :asd: visto che il film va in alcune direzioni e poi in altre contrastanti per come la vedo io...
Vi avevo avvisati a pagina 11...


 :ahsisi:
Non fatevi venire il mal di testa sulle questioni dei viaggi nel tempo.
Gli sceneggiatori di film e telefilm non li sanno fare, e le loro trame saranno sempre piene zeppe di illogicità.
Siamo tornati indietro nel tempo alla pagina 11 :asd: ora sta a vedere che entriamo in un loop temporale di 15 pagine  :stralol: solo i Russo possono spezzare il loop... comunque @Largand metti lo Spoiler!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bobby Drake - 02 Maggio 2019, 01:31:27
Vabbè, a sto punto cambiate il nome del topic in "Pipponi mentali". Sono oltre 10 pagine che si parla solo della questione chevoisapete, ecchè.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 02:24:15
Allora...... ho deciso che questo è l'ultimo mio lascito sulla questione
viaggi nel tempo.
Sono arrivato a una conclusione in cui mi torna tutto con qualche assunzione. Lo condivido con voi così se qualcuno vuole confrontarne le mie idee con le proprie lo può fare. Non tornerò più sulla questione giuro  :asd: Chi vuole usufruirne bene, altrimenti saltate a piè pari! Se qualcuno ha obiezioni su ciò che scriverò di seguito scrivetemi in privato (sono curioso delle varie interpretazioni e di sapere se ho toppato qualcosa :asd:), così evito di intasare ulteriormente il topic con queste faccende.

Here we go:
I viaggi nel tempo che gli Avengers hanno effettuato alla metà del film hanno creato delle realtà alternative a tutti gli effetti, in cui le cose non vanno come sono andate nella timeline principale dell'MCU che abbiamo seguito nei 21 film che precedono Endgame. Per questo motivo questi viaggi nel passato non possono in alcun modo alterare il presente da cui provengono gli Avengers, in cui Thanos ha già schioccato le dita. Sostanzialmente mi torna tutta la trama del film solo facendo delle assunzioni sulla trama:
Assunzione 1 - la "macchina del tempo" consente non solo di viaggiare attraverso il flusso temporale di una realtà, bensì di viaggiare anche attraverso flussi temporali di diverse realtà parallele. Altrimenti quando Cap alla fine del film torna nel passato arriverebbe nel passato della nostra timeline in cui nessuno ha mai rubato le gemme  :ph34r: cioè tornerebbe a quel passato in cui sono arrivati gli Avengers durante i primi viaggi nel tempo di Endgame. Cap invece riesce a viaggiare nei passati già alterati dai viaggi nel tempo degli Avengers, in cui le gemme sarebbero mancanti, e che quindi fanno parte di altre realtà parallele!

Assunzione 2 - l'Antico non intende dire che le 6 gemme creano un UNICA realtà temporale, e non intende dire che SOLO levando una gemma si generano delle realtà parallele. Piuttosto l'Antico intende dire che la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il flusso del tempo di quella realtà, e che rimuovendo una delle gemme il flusso temporale di quella realtà si divide minando la sicurezza di quella realtà e creando un varco per le "forze dell'oscurità". Cioè in sostanza NON intende dire che la realtà è una e una soltanto e che si divide in due quando viene tolta una gemma: intende invece dire che ci sono molte realtà ognuna col suo flusso del tempo, e che in queste realtà succedono casini e biforcazioni temporali nel momento in cui vengono rimosse le gemme. Quindi il fatto di riportare le gemme NON elimina in alcun modo le realtà parallele, semplicemente evita che in quelle realtà succedano biforcazioni temporali. In sostanza sto assumendo che "realtà parallela" non sia un sinonimo di "diramazione temporale" e che quando l'Antico parla di "diramazione temporale" stia parlando di un fenomeno che può avvenire ALL'INTERNO di una delle tante realtà parallele.

Assunzione 3 - quando Cap alla fine (prima di tornare indietro a rimettere a posto le gemme) dice a Bruce che "eliminerà tutte le diramazioni" non intende dire (in analogia a quanto detto nell'Assunzione 2) che riportando a posto le gemme eliminerà tutte le realtà alternative che abbiamo visto in Endgame, come potrebbe sembrare. Intende invece dire che eviterà che ALL'INTERNO di quelle realtà alternative il tempo di dirami creando casini. Cioè intende solo dire che farà sì che in quelle realtà non succedano cose eccessivamente orribili.

Assunzione 4 - i viaggi di Cap nelle realtà alternative per mettere a posto le gemme non creano ulteriori realtà alternative. Questo presumibilmente perché una volta che quelle realtà si sono definitivamente distaccate dalla nostra, è come se Cap andasse nel "presente" di quelle realtà in cui le avevano lasciate gli Avengers. Cioè sostanzialmente non si creano realtà alternative per lo stesso motivo per cui non si creano realtà alternative quando gli Avengers tornano con le gemme nella nostra realtà principale: loro tornano nel presente, non c'è niente da "alterare" perché niente di ciò che succederà in quella realtà è già successo. Per lo stesso motivo quando Cap torna ad esempio nella realtà in cui Thor è andato a riprendere l'Eather non sta tornando in un passato in cui sono già successe delle cose che lui sta alterando: la realtà in cui torna è già "alterata" e pertanto non c'è niente di ulteriore da alterare. In quella realtà Thor va via e nello stesso istante compare Cap chissà dove. Per quanto riguarda la realtà da cui vengono sottratte la gemma dell'anima e del potere nulla impedisce che mentre Thanos organizzava il suo esercito e preparava la sua nave al salto temporale, Cap fosse nel frattempo tornato off-screen contemporaneamente sia alla scomparsa della gemma dell'anima sia alla scomparsa dell'Orb. Semplicemente è avvenuto off-screen, ma la realtà è sempre la stessa.
Con queste quattro assunzioni il film fila tutto senza nessun problema, a parte i dialoghi che potevano essere decisamente più chiari! Semplicemente il finale è un po' più "aperto" di quanto immaginassi, in quanto Thanos è stato sconfitto solo nella nostra realtà. Ciò non toglie che in alcune di quelle realtà alternative (per ciò che ne sappiamo) Thanos sia ancora vivo e sia ancora alla ricerca delle gemme. Ovviamente mi aspetto che quando Cap ha riportato le gemme indietro abbia fatto in modo da metterle al sicuro dai Thanos di quelle realtà... ma questo avviene tutto off-screen quindi non possiamo saperne nulla e neanche deve importarcene :asd: nella nostra realtà Thanos non tornerà mai più a meno che qualcuno non lo riporti nel presente con la macchina del tempo da un passato in cui è ancora vivo  :ph34r: oppure a meno che il Thanos di una delle altre realtà alternative non riesca a costruire una macchina del tempo analoga a quella costruita da Tony che gli consenta di portarsi nel futuro nello stesso modo in cui gli Avengers sono andati nel passato (in questo caso tuuuuutto il MCU per come lo conosciamo si rivelerebbe essere una realtà alternativa creata dal viaggio nel tempo di un Thanos del passato  :asd:). Ovviamente queste due ipotesi sono assurde e inverosimili: semplicemente sono gli unici due modi che avrebbe Thanos per tornare.

Quindi in sostanza abbiamo infine le varie realtà:
- La nostra realtà in cui Thanos ha schioccato le dita, poi le ha schioccate Hulk e infine Tony.
- La realtà alternativa in cui Thanos è scomparso con tutta la sua flotta e con le sue figlie nel 2014.
- La realtà alternativa in cui la madre di Thor ha conosciuto suo figlio del futuro e Jane è stata aggredita da un "coniglio" (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Loki è fuggito col Tesseract (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Howard Stark ha parlato con suo figlio nel 1970 (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Cap ha vissuto con la sua Peggy fino alla vecchiaia (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
Le vere domande che rimangono a questo punto sono due, la prima solo di curiosità e la seconda un po' più profonda:
Domanda 1 - perché il Thanos del 2014 ha preferito inseguire gli Avengers nel loro 2024 invece che rimanere nel suo 2014 continuando a cercare le gemme? Non sopportava l'idea della reversibilità del suo schiocco in una qualsiasi realtà? Oppure pensava che le gemme non sarebbero state più riportate nella sua realtà? In tal caso sarebbe stato un bello scemo, perché nello stesso attimo in cui Rhodes svaniva con l'Orb, Cap appariva con l'Orb stesso. Stessa cosa vale per la gemma dell'Anima: non appena Clint svaniva, Cap appariva con la gemma. Certo è che non possiamo sapere se Cap effettivamente sia tornato su Volmir e Morag a rimettere a posto le gemme... Magari come dicevo prima ha riportato le gemme esattamente nello stesso momento ma non nello stesso luogo, in modo da rendere molto più difficile la ricerca delle gemme al Thanos delle varie realtà.

Domanda 2 - da ciò che succede nel film si evince come sia possibile "aggirare" la morte. In sostanza se una persona muore nella nostra realtà, basta viaggiare indietro in un tempo in cui è viva e riportarla nella nostra realtà. Questo è esattamente ciò che succede a Gamora, ed è reso possibile dal fatto che colui che torna nella nostra realtà non è colui che è morto, bensì una sua versione del passato che non avrà minimamente idea di ciò che è successo dal tempo in cui lo abbiamo preso al tempo in cui è arrivato. Ora la domanda è: come mai alla fine di Endgame a nessuno viene in mente di usare la macchina del tempo per andare nel 2023, prendere Natasha e Tony, dirgli "oh ragazzi se restate qui morite venite con me" e riportarli nel nostro 2024? La risposta più semplice a questa domanda penso sia che facendo così si verrebbe a creare un 2023 alternativo da cui scompaiono nel nulla Natasha e Tony (esattamente come è scomparso Thanos dalla sua realtà alternativa del 2014)... Cioè per l'egoismo di riportare in vita una persona che non esiste più nella nostra realtà, creeremmo una realtà alternativa in cui quella persona non esiste più. Questo effettivamente potrebbe essere un buon motivo per cui i nostri eroi potrebbero saggiamente decidere di lasciare i morti in pace e andare avanti.
Dal momento in cui entrambe queste domande hanno una plausibile risposta, nessun buco di trama e nessun problema di sorta. In futuro probabilmente si scoprirà che la creazione di tutte queste realtà alternative e il fatto di aver portato personaggi di alcune realtà all'interno di altre realtà potrebbero aver creato degli squilibri non graditi ad alcune entità cosmiche... ma queste sono speculazioni e per ora chissene :asd: è tutto!
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Bobby Drake - 02 Maggio 2019, 02:36:37
Allora...... ho deciso che questo è l'ultimo mio lascito sulla questione
viaggi nel tempo.
Sono arrivato a una conclusione in cui mi torna tutto con qualche assunzione. Lo condivido con voi così se qualcuno vuole confrontarne le mie idee con le proprie lo può fare. Non tornerò più sulla questione giuro  :asd: Chi vuole usufruirne bene, altrimenti saltate a piè pari! Se qualcuno ha obiezioni su ciò che scriverò di seguito scrivetemi in privato (sono curioso delle varie interpretazioni e di sapere se ho toppato qualcosa :asd:), così evito di intasare ulteriormente il topic con queste faccende.

Here we go:
I viaggi nel tempo che gli Avengers hanno effettuato alla metà del film hanno creato delle realtà alternative a tutti gli effetti, in cui le cose non vanno come sono andate nella timeline principale dell'MCU che abbiamo seguito nei 21 film che precedono Endgame. Per questo motivo questi viaggi nel passato non possono in alcun modo alterare il presente da cui provengono gli Avengers, in cui Thanos ha già schioccato le dita. Sostanzialmente mi torna tutta la trama del film solo facendo delle assunzioni sulla trama:
Assunzione 1 - la "macchina del tempo" consente non solo di viaggiare attraverso il flusso temporale di una realtà, bensì di viaggiare anche attraverso flussi temporali di diverse realtà parallele. Altrimenti quando Cap alla fine del film torna nel passato arriverebbe nel passato della nostra timeline in cui nessuno ha mai rubato le gemme  :ph34r: cioè tornerebbe a quel passato in cui sono arrivati gli Avengers durante i primi viaggi nel tempo di Endgame. Cap invece riesce a viaggiare nei passati già alterati dai viaggi nel tempo degli Avengers, in cui le gemme sarebbero mancanti, e che quindi fanno parte di altre realtà parallele!

Assunzione 2 - l'Antico non intende dire che le 6 gemme creano un UNICA realtà temporale, e non intende dire che SOLO levando una gemma si generano delle realtà parallele. Piuttosto l'Antico intende dire che la presenza delle 6 gemme in una realtà crea il flusso del tempo di quella realtà, e che rimuovendo una delle gemme il flusso temporale di quella realtà si divide minando la sicurezza di quella realtà e creando un varco per le "forze dell'oscurità". Cioè in sostanza NON intende dire che la realtà è una e una soltanto e che si divide in due quando viene tolta una gemma: intende invece dire che ci sono molte realtà ognuna col suo flusso del tempo, e che in queste realtà succedono casini e biforcazioni temporali nel momento in cui vengono rimosse le gemme. Quindi il fatto di riportare le gemme NON elimina in alcun modo le realtà parallele, semplicemente evita che in quelle realtà succedano biforcazioni temporali. In sostanza sto assumendo che "realtà parallela" non sia un sinonimo di "diramazione temporale" e che quando l'Antico parla di "diramazione temporale" stia parlando di un fenomeno che può avvenire ALL'INTERNO di una delle tante realtà parallele.

Assunzione 3 - quando Cap alla fine (prima di tornare indietro a rimettere a posto le gemme) dice a Bruce che "eliminerà tutte le diramazioni" non intende dire (in analogia a quanto detto nell'Assunzione 2) che riportando a posto le gemme eliminerà tutte le realtà alternative che abbiamo visto in Endgame, come potrebbe sembrare. Intende invece dire che eviterà che ALL'INTERNO di quelle realtà alternative il tempo di dirami creando casini. Cioè intende solo dire che farà sì che in quelle realtà non succedano cose eccessivamente orribili.

Assunzione 4 - i viaggi di Cap nelle realtà alternative per mettere a posto le gemme non creano ulteriori realtà alternative. Questo presumibilmente perché una volta che quelle realtà si sono definitivamente distaccate dalla nostra, è come se Cap andasse nel "presente" di quelle realtà in cui le avevano lasciate gli Avengers. Cioè sostanzialmente non si creano realtà alternative per lo stesso motivo per cui non si creano realtà alternative quando gli Avengers tornano con le gemme nella nostra realtà principale: loro tornano nel presente, non c'è niente da "alterare" perché niente di ciò che succederà in quella realtà è già successo. Per lo stesso motivo quando Cap torna ad esempio nella realtà in cui Thor è andato a riprendere l'Eather non sta tornando in un passato in cui sono già successe delle cose che lui sta alterando: la realtà in cui torna è già "alterata" e pertanto non c'è niente di ulteriore da alterare. In quella realtà Thor va via e nello stesso istante compare Cap chissà dove. Per quanto riguarda la realtà da cui vengono sottratte la gemma dell'anima e del potere nulla impedisce che mentre Thanos organizzava il suo esercito e preparava la sua nave al salto temporale, Cap fosse nel frattempo tornato off-screen contemporaneamente sia alla scomparsa della gemma dell'anima sia alla scomparsa dell'Orb. Semplicemente è avvenuto off-screen, ma la realtà è sempre la stessa.
Con queste quattro assunzioni il film fila tutto senza nessun problema, a parte i dialoghi che potevano essere decisamente più chiari! Semplicemente il finale è un po' più "aperto" di quanto immaginassi, in quanto Thanos è stato sconfitto solo nella nostra realtà. Ciò non toglie che in alcune di quelle realtà alternative (per ciò che ne sappiamo) Thanos sia ancora vivo e sia ancora alla ricerca delle gemme. Ovviamente mi aspetto che quando Cap ha riportato le gemme indietro abbia fatto in modo da metterle al sicuro dai Thanos di quelle realtà... ma questo avviene tutto off-screen quindi non possiamo saperne nulla e neanche deve importarcene :asd: nella nostra realtà Thanos non tornerà mai più a meno che qualcuno non lo riporti nel presente con la macchina del tempo da un passato in cui è ancora vivo  :ph34r: oppure a meno che il Thanos di una delle altre realtà alternative non riesca a costruire una macchina del tempo analoga a quella costruita da Tony che gli consenta di portarsi nel futuro nello stesso modo in cui gli Avengers sono andati nel passato (in questo caso tuuuuutto il MCU per come lo conosciamo si rivelerebbe essere una realtà alternativa creata dal viaggio nel tempo di un Thanos del passato  :asd:). Ovviamente queste due ipotesi sono assurde e inverosimili: semplicemente sono gli unici due modi che avrebbe Thanos per tornare.

Quindi in sostanza abbiamo infine le varie realtà:
- La nostra realtà in cui Thanos ha schioccato le dita, poi le ha schioccate Hulk e infine Tony.
- La realtà alternativa in cui Thanos è scomparso con tutta la sua flotta e con le sue figlie nel 2014.
- La realtà alternativa in cui la madre di Thor ha conosciuto suo figlio del futuro e Jane è stata aggredita da un "coniglio" (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Loki è fuggito col Tesseract (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Howard Stark ha parlato con suo figlio nel 1970 (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
- La realtà alternativa in cui Cap ha vissuto con la sua Peggy fino alla vecchiaia (e Thanos è ancora presumibilmente vivo)
Le vere domande che rimangono a questo punto sono due, la prima solo di curiosità e la seconda un po' più profonda:
Domanda 1 - perché il Thanos del 2014 ha preferito inseguire gli Avengers nel loro 2024 invece che rimanere nel suo 2014 continuando a cercare le gemme? Non sopportava l'idea della reversibilità del suo schiocco in una qualsiasi realtà? Oppure pensava che le gemme non sarebbero state più riportate nella sua realtà? In tal caso sarebbe stato un bello scemo, perché nello stesso attimo in cui Rhodes svaniva con l'Orb, Cap appariva con l'Orb stesso. Stessa cosa vale per la gemma dell'Anima: non appena Clint svaniva, Cap appariva con la gemma. Certo è che non possiamo sapere se Cap effettivamente sia tornato su Volmir e Morag a rimettere a posto le gemme... Magari come dicevo prima ha riportato le gemme esattamente nello stesso momento ma non nello stesso luogo, in modo da rendere molto più difficile la ricerca delle gemme al Thanos delle varie realtà.

Domanda 2 - da ciò che succede nel film si evince come sia possibile "aggirare" la morte. In sostanza se una persona muore nella nostra realtà, basta viaggiare indietro in un tempo in cui è viva e riportarla nella nostra realtà. Questo è esattamente ciò che succede a Gamora, ed è reso possibile dal fatto che colui che torna nella nostra realtà non è colui che è morto, bensì una sua versione del passato che non avrà minimamente idea di ciò che è successo dal tempo in cui lo abbiamo preso al tempo in cui è arrivato. Ora la domanda è: come mai alla fine di Endgame a nessuno viene in mente di usare la macchina del tempo per andare nel 2023, prendere Natasha e Tony, dirgli "oh ragazzi se restate qui morite venite con me" e riportarli nel nostro 2024? La risposta più semplice a questa domanda penso sia che facendo così si verrebbe a creare un 2023 alternativo da cui scompaiono nel nulla Natasha e Tony (esattamente come è scomparso Thanos dalla sua realtà alternativa del 2014)... Cioè per l'egoismo di riportare in vita una persona che non esiste più nella nostra realtà, creeremmo una realtà alternativa in cui quella persona non esiste più. Questo effettivamente potrebbe essere un buon motivo per cui i nostri eroi potrebbero saggiamente decidere di lasciare i morti in pace e andare avanti.
Dal momento in cui entrambe queste domande hanno una plausibile risposta, nessun buco di trama e nessun problema di sorta. In futuro probabilmente si scoprirà che la creazione di tutte queste realtà alternative e il fatto di aver portato personaggi di alcune realtà all'interno di altre realtà potrebbero aver creato degli squilibri non graditi ad alcune entità cosmiche... ma queste sono speculazioni e per ora chissene :asd: è tutto!

Non ci dormi, oh.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Arkin Torsen - 02 Maggio 2019, 07:41:11
Vabbè, a sto punto cambiate il nome del topic in "Pipponi mentali". Sono oltre 10 pagine che si parla solo della questione chevoisapete, ecchè.

 :quoto:
Due maroni già dopo una pagina.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 02 Maggio 2019, 09:00:32
No regas, lasciate stare moebius & Co. :lol:
Perché se uno non può fare discorsi nerdosi qui sul forum allora dove?
Poi se la cosa non vi interessa, capisco che possa diventare palloso, ma qui ognuno può dire la sua, quindi siete liberi di ignorare *quei* discorsi e parlare di altro.
Tanto questa non è una discussione verbale, non è che se ci accavalliamo con diversi topics non si capisce più niente eh...

Poi francamente meglio questo che...non so, vedi DC media dove si tende a parlare della stessa cosa per 200 pagine, tipo il futuro incerto del DCEU e balle simili...
Almeno qua non siamo off topic e che cazz... :lol:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Catcher - 02 Maggio 2019, 09:37:36
Ma le quote nere esistono ragazzi.
Cyborg lo hanno infilato in Jl perché storicamente il gruppo nasce prima che si cercasse una formazione varia, ed bun gruppo di WASP non è commercialmente forte.

Stan Lee ha sempre avuto l'intuito di saper cavalcare le mode, in modo di ingraziarsi il pubblico.
D'altronde lui è sempre stato un business man ed ha saputo modellare le idee di due geni come Ditko e Kirby nel modo più remunerativo possibile.

La Marvel ha sempre puntato sul essere svere un catalogo vasto e ricco di sfumature, per cogliere qualsiasi tipo di clientela, cosa che la Dc ha meno.
Questo Stan Lee freddo e insensibile manipolatore di idee e cavalcatore di mode io non lo conosco. Cioè l'idea che la Marvel abbia "modellato" le idee degli scrittori in modo da creare personaggi gay, donne e neri perché è chiaro che i gay, le donne e i neri (sin dagli anni '60) vendono di più........ è un'idea strana proprio.

Stan Lee non ha inventato i supereroi coi superproblemi in un momento in cui i personaggi con superproblemi non erano alla moda. L'ha inventata lui la moda in parte. Lui è stato uno di quelli che l'hanno cambiata la corrente. Certo, poi ci hanno preso! Non dico che i suoi personaggi non abbiano avuto successo o non fossero di moda, per carità, anzi! Però scusa ma pensare che Stan e Kirby abbiano creato gli X-Men perché andavano di moda gli emarginati dal mondo a causa di una presunta "superiorità" dell'uomo puro rispetto ai "geneticamente diversi" (chiare allusioni al razzismo), è semplicemente assurdo. Nel 1963 in America non c'era nessuna moda da cavalcare che discutesse i temi della diversità, del razzismo, della discriminazione... ANZI. Erano i primi anni in cui si iniziava lentamente a porre fine alla segregazione razziale. Altro che moda.

Da allora nella collana degli X-Men c'è stato posto per ebrei deportati, donne che diventano potenti quanto divinità, alcolisti, russi, tedeschi con la pelle blu, donne nere, e tanti altri. OVVIAMENTE Lee l'ha fatto per immedesimarsi con ogni lettore, questo è chiaro. Ma non capisco come si faccia a confondere il volersi avvicinare ai lettori con una sottospecie di fredda manipolazione delle masse per SOLI scopi di lucro. Lui ha creato questi personaggi perché CREDEVA in determinate idee di uguaglianza, e aveva capito che solo creando personaggi realistici (legati quindi anche ad altre etnie e altri paesi) avrebbe potuto raccontare le sue storie al mondo. Non era una moda, era una cosa in cui lui credeva... l'ha realizzata, e guarda un po' il mondo gli ha dato ragione. Cioè tu pensi che Lee abbia fatto tutto questo SOLO perché aveva capito che era l'unico modo di far soldi?  :ph34r: Tutte le dichiarazioni che ha fatto erano buttate lì solo per crearsi un'immagine di filantropo antirazzista e quindi fare più soldi? In realtà non la pensava così? Erano solo i soldi a muovere The Man?
Da come la metti, sembra che chiunque critichi qiello che sta accadendo in questo senso abbia un razzismo/sessismo latente o meno. Il problema non sono le donne o i neri protagonisti, e ripeto che per i neri la cosa l'hanno fatta nel modo giusto piu e piu volte, ma il sottolineare la cosa in maniera eccessiva ed a volte quasi offensifa. Le donne possono tranquillamente essere protagonisye, quindi facciamo che facviamo anche film su di loro senza dover sottolineare la cosa in 1000 mpdi diversi anche all'interno della stessa pellicola con momenti veramente imbarazzanti. Io la vedo cosi
Non mettermi in bocca cose che non ho detto. Non ho MAI detto che qualcuno ha un razzismo/sessismo latente  :ph34r: semplicemente non penso che avere delle donne eroine o dei neri eroi o degli eroi gay possa in qualche modo offendere qualcuno... Non penso che nessuna donna si sia sentita offesa dalla
scena "all woman" di Endgame
Non penso che nessun nero si sia sentito offeso dal fatto che
Wilson erediti lo scudo di Cap, o dal fatto che uno dei più potenti Avengers che avremo in futuro è un re africano
Come non penso che nessun gay abbia problemi col fatto che la Marvel farà un film con un protagonista lgbt. Penso che questi problemi, guarda un po', ce li stiamo facendo solo noi maschi bianchi  :asd:

Detto ciò pace. Non ho offeso nessuno né insinuato NIENTE. Sto solo ricordando la storia della casa delle idee. Scusate ancora l'OT, chiudo qui il discorso.
Gli Stati Uniti sono il Paese delle minoranze.
Questo accade da anni in molti settori culturali. All'università, sul posto di lavoro. Capita che ai colloqui si scelga la donna, il nero o il panda per "favorire un gruppo sociale svantaggiato". Parlo per esperienza personale.

Quando noi europei (che non siamo ancora così in là nel tema multiculturalismo e simili) avremo capito questo, probabilmente smetteremo di meravigliarci per il puritanesimo e il paraculismo statunitense.

Detto ciò non trovo sbagliato che gli appartenenti alle "minoranze" possano rispecchiarsi o ritrovarsi nei personaggi dei fumetti. Alla fine a lamentarsi sono sempre dei maschi bianchi, che sono sempre stati rappresentati in tutti i media, non hanno mai dovuto chiedersi perché nei fumetti o alla tv non c'era nessuno di simile a loro che non fosse un cliché o una macchietta.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: HCPunk - 02 Maggio 2019, 10:04:33
Questo sabato guarderò il film, ho saltato tutti i post qui solo per comunicarvi che, stamattina, andando a lavoro ho cambiato un secondo stazione radio mettendo su Virgin Radio, un ascoltatore tra un pensiero e l'altro ha detto "non sarò come
Iron Man
che muore, pace all'anima sua, però..."

Ecco, se aspettavo pochi secondi in più mi evitavo lo Spoiler... Magari si poteva anche immaginare questa fine per lui.. però..  :eddai:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: phoenix_81 - 02 Maggio 2019, 10:15:29
Ma solo a me non è per nulla chiaro come

Tony riesca in un attimo a strappare tutte le sei gemme dal guanto di Thanos?
Non sarebbe stato molto più ovvio che avendolo costruito lui quel guanto, avrebbe potuto sfilarlo dalla sua mano "telepaticamente" (per intenderci allo stesso modo con cui controlla la sua armatura) e indossarlo lui, piuttosto che sottrargli le gemme?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 02 Maggio 2019, 10:42:09
Ma solo a me non è per nulla chiaro come

Tony riesca in un attimo a strappare tutte le sei gemme dal guanto di Thanos?
Non sarebbe stato molto più ovvio che avendolo costruito lui quel guanto, avrebbe potuto sfilarlo dalla sua mano "telepaticamente" (per intenderci allo stesso modo con cui controlla la sua armatura) e indossarlo lui, piuttosto che sottrargli le gemme?

Io mi sono risposto dicendo che quando lo tocca, invia un comando all'altro guanto di spostare le gemme.
La camera indugia sulla scena qualche secondo, anche se chiaramente non p chiara.
Io più che altro sono rimasto perplesso nel vedere Thanos che non si accorge che almeno la gemma sul pollice è scomparsa...cioè sta vedendo il guanto di lato e non si accorge di nulla
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: phoenix_81 - 02 Maggio 2019, 10:46:32
Ma solo a me non è per nulla chiaro come

Tony riesca in un attimo a strappare tutte le sei gemme dal guanto di Thanos?
Non sarebbe stato molto più ovvio che avendolo costruito lui quel guanto, avrebbe potuto sfilarlo dalla sua mano "telepaticamente" (per intenderci allo stesso modo con cui controlla la sua armatura) e indossarlo lui, piuttosto che sottrargli le gemme?

Io mi sono risposto dicendo che quando lo tocca, invia un comando all'altro guanto di spostare le gemme.
La camera indugia sulla scena qualche secondo, anche se chiaramente non p chiara.
Ok, ma (come tante altre cose del film) lo trovo comunque molto forzato visto che in quel frangente Tony cerca disperatamente di strappare il guanto a Thanos... a che pro se poteva comandarlo a distanza?
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 02 Maggio 2019, 10:51:19
Ma solo a me non è per nulla chiaro come

Tony riesca in un attimo a strappare tutte le sei gemme dal guanto di Thanos?
Non sarebbe stato molto più ovvio che avendolo costruito lui quel guanto, avrebbe potuto sfilarlo dalla sua mano "telepaticamente" (per intenderci allo stesso modo con cui controlla la sua armatura) e indossarlo lui, piuttosto che sottrargli le gemme?

Io mi sono risposto dicendo che quando lo tocca, invia un comando all'altro guanto di spostare le gemme.
La camera indugia sulla scena qualche secondo, anche se chiaramente non p chiara.
Ok, ma (come tante altre cose del film) lo trovo comunque molto forzato visto che in quel frangente Tony cerca disperatamente di strappare il guanto a Thanos... a che pro se poteva comandarlo a distanza?

Forse serviva il contatto fisico...purtroppo hanno forzatamente virato su quella conclusione e qualcosa scricchiola per forza  -_- 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Man of Steel - 02 Maggio 2019, 11:25:21
Questo sabato guarderò il film, ho saltato tutti i post qui solo per comunicarvi che, stamattina, andando a lavoro ho cambiato un secondo stazione radio mettendo su Virgin Radio, un ascoltatore tra un pensiero e l'altro ha detto "non sarò come
Iron Man
che muore, pace all'anima sua, però..."

Ecco, se aspettavo pochi secondi in più mi evitavo lo Spoiler... Magari si poteva anche immaginare questa fine per lui.. però..  :eddai:
Nooooooo che sfigaaaa!!! :lolle: :lolle: :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: HCPunk - 02 Maggio 2019, 11:27:51
Questo sabato guarderò il film, ho saltato tutti i post qui solo per comunicarvi che, stamattina, andando a lavoro ho cambiato un secondo stazione radio mettendo su Virgin Radio, un ascoltatore tra un pensiero e l'altro ha detto "non sarò come
Iron Man
che muore, pace all'anima sua, però..."

Ecco, se aspettavo pochi secondi in più mi evitavo lo Spoiler... Magari si poteva anche immaginare questa fine per lui.. però..  :eddai:
Nooooooo che sfigaaaa!!! :lolle: :lolle: :lolle:

Ci pensi.. sto evitando tutti i social come la morte.. e me lo becco su Virgin..  :lolle:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 12:31:16
Questo sabato guarderò il film, ho saltato tutti i post qui solo per comunicarvi che, stamattina, andando a lavoro ho cambiato un secondo stazione radio mettendo su Virgin Radio, un ascoltatore tra un pensiero e l'altro ha detto "non sarò come
Iron Man
che muore, pace all'anima sua, però..."

Ecco, se aspettavo pochi secondi in più mi evitavo lo Spoiler... Magari si poteva anche immaginare questa fine per lui.. però..  :eddai:
Nooooooo che sfigaaaa!!! :lolle: :lolle: :lolle:

Ci pensi.. sto evitando tutti i social come la morte.. e me lo becco su Virgin..  :lolle:
Non ho mai sentito una storia inerente gli Spoiler così triste e tormentata......... ti sono vicino  :cry:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Catcher - 02 Maggio 2019, 13:19:09
Questo sabato guarderò il film, ho saltato tutti i post qui solo per comunicarvi che, stamattina, andando a lavoro ho cambiato un secondo stazione radio mettendo su Virgin Radio, un ascoltatore tra un pensiero e l'altro ha detto "non sarò come
Iron Man
che muore, pace all'anima sua, però..."

Ecco, se aspettavo pochi secondi in più mi evitavo lo Spoiler... Magari si poteva anche immaginare questa fine per lui.. però..  :eddai:
Nooooooo che sfigaaaa!!! :lolle: :lolle: :lolle:

Ci pensi.. sto evitando tutti i social come la morte.. e me lo becco su Virgin..  :lolle:
Purtroppo hanno fatto lo stesso i miei colleghi al lavoro  :gatta:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: ciel - 02 Maggio 2019, 13:30:15
Ma solo a me non è per nulla chiaro come

Tony riesca in un attimo a strappare tutte le sei gemme dal guanto di Thanos?
Non sarebbe stato molto più ovvio che avendolo costruito lui quel guanto, avrebbe potuto sfilarlo dalla sua mano "telepaticamente" (per intenderci allo stesso modo con cui controlla la sua armatura) e indossarlo lui, piuttosto che sottrargli le gemme?

Io mi sono risposto dicendo che quando lo tocca, invia un comando all'altro guanto di spostare le gemme.
La camera indugia sulla scena qualche secondo, anche se chiaramente non p chiara.
Ok, ma (come tante altre cose del film) lo trovo comunque molto forzato visto che in quel frangente Tony cerca disperatamente di strappare il guanto a Thanos... a che pro se poteva comandarlo a distanza?

Forse serviva il contatto fisico...purtroppo hanno forzatamente virato su quella conclusione e qualcosa scricchiola per forza  -_- 
Alla prima visione è sembrata anche a me forzata, invece alla seconda ho notato che, effettivamente, la camera indugia qualche secondo.
La risposta che mi sono dato è che il guanto costruito da Tony sia stato costruito con la stessa tecnologia dell'armatura, che è la stessa di IW, con le nano-molecole. Infatti il guanto si adatta automaticamente alle dimensioni delle mani di Hulk, Thanos e Tony.
Tony toccando il guanto con l'armatura riesce a trasferire le gemme con le nano-molecole senza che Thanos se ne accorga. Infatti, se ricordo bene, quando inquadrano Tony, le gemme si stanno "allineando" sull'armatura da sole.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Gianni_90 - 02 Maggio 2019, 13:36:39
Il fatto del guanto lo cpaito subito anche io che avendo usato la sua tecnologia che si ricombina in base alla persona e alle dimensioni,ha semplicemente trattenuto la mano sul suo guanto per trasferire le gemme
Questo thanos comunque sembra piu forte rispetto a quello di infinity war
Senza usare le gemme riesce a sconfiggere thor,captain america,e sopratutto iron man facilmente nonostante la nuova armatura. Nel film precedente tony cerca comunque ti tenergli testa anche con il guanto.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: HCPunk - 02 Maggio 2019, 13:49:02
Citazione da: moebius
Non ho mai sentito una storia inerente gli Spoiler così triste e tormentata......... ti sono vicino  :cry:

Citazione da: Catcher
Purtroppo hanno fatto lo stesso i miei colleghi al lavoro  :gatta:

La mia ragazza non è fan ma si è beccata gli Spoiler da una influencer che ha fatto una storia su instagram, così a caso finendo con un "..Ops, Spoiler!"  :tsk:

Comunque chiudo l'OT và  :asd:
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 14:45:53
Purtroppo per questi cine-eventi l'unico luogo in cui si è al riparo dagli Spoiler è sulla poltroncina in sala nella prima serata... La gente è proprio scema  :sisi:

Comunque per quanto riguarda
il guanto costruito da Tony... Io semplicemente in entrambe le visioni avevo interpretato che in qualche modo si fosse "rotto" dopo lo schiocco di Hulk. Nel senso che dopo lo schiocco appare come tutto fumante e rovinato... e così ho semplicemente pensato che ormai fosse veramente un vero e proprio "guanto" come ogni altro guanto: si indossa e via. La sua tecnologia interna è come se fosse rotta... Tant'è che mentre gli eroi se lo passano durante la battaglia, il guanto è sempre della dimensione della mano di Hulk... non si è ristretto né niente, appare come "inerme". Infatti mi pare che Tony usi la tecnologia del suo guanto funzionante per trasferire le gemme...

Poi come al solito il finale è molto più epico così, quindi tanto di quadagnato!

P.s. ieri mi sono rivisto il finale.................... ragazzi è perfetto. Perfetto.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 02 Maggio 2019, 14:52:50
Per fortuna sono andato a vederlo al primo spettacolo del day one, dato che è dal giorno dopo che sto vedendo un'ondata di Spoiler totalmente gratuiti come mai prima d'ora, veramente, spoilerare Endgame è diventato il nuovo sport mondiale.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 14:58:20
Secondo voi che futuro avranno
Pepper e la figlia Morgan? Voglio dire, in questo film vediamo anche una Pepper in armatura che spacca i culetti, secondo voi ha un futuro cinematografico come personaggio secondario? E pensate che avremo modo magari di vedere un giorno una Morgan grande che segue (chissà come) le orme del padre? La morte di Tony potrebbe non sancire la fine delle armature... Rhodes a parte s'intende.
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: Leonard13 - 02 Maggio 2019, 15:04:40
fra un po' di anni potrebbero fare un'operazione nostalgia con la figlia di Tony, Pepper potrebbe funzionare per qualche comparsata, già Happy tornerà in Far from home
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: nickorso90 - 02 Maggio 2019, 15:08:55
Credevo di vedere
katherine langford come figlia cresciuta di Tony in qualche scena sul finale  :ahsisi:
Se faranno un A-Force, la vedrei bene come coordinatrice 
Titolo: Re:Avengers: Endgame (2019) di A. & J. Russo
Inserito da: moebius - 02 Maggio 2019, 15:17:26