Autore Topic: Attilio Micheluzzi (topic generale)  (Letto 6677 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Silenzio

  • *
  • Legge a malapena il suo nome...
  • Post: 45
Re:Attilio Micheluzzi (topic generale)
« Risposta #135 il: 16 Settembre 2019, 22:48:53 »
  • Questa edizione a colori alletta pure me.
    Speriamo che la qualità di stampa sia buona.

    Offline stegashop

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 741
    Re:Attilio Micheluzzi (topic generale)
    « Risposta #136 il: 18 Settembre 2019, 16:41:34 »
  • sul sito NPE si può ordinare , e c'è un'anteprima  :up:

    Online Solomon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5319
    • Spero che i buddisti si sbaglino.
    Re:Attilio Micheluzzi (topic generale)
    « Risposta #137 il: 18 Settembre 2019, 21:13:35 »
  • Nell'anteprima su Issuu si legge nei crediti che l'editore ringrazia la galleria Little Nemo per il ritrovamento delle prime novanta di pagine nella versione a colori.
    Considerato che il fumetto ne conta, a memoria, circa 110, voglio sperare che le ultime fossero già disponibili, e che non ce le beccheremo in bianco e nero... :huh:

    Velo pietoso come al solito sulla descrizione dell'editore, che sostiene che è la prima volta che l'opera appare nella veste a colori, quando venne già proposta così in fase di pre-pubblicazione sulla rivista Corto Maltese... In volume è sempre stata stampata in bianco e nero, è vero, ma NPE usa la molto chiara locuzione "prima volta assoluta" :rolleyes:

    Piuttosto che tirarsela truffaldinamente in quarta di copertina, spero che lo facciano all'interno del volume. Parlavamo qui sul forum qualche tempo fa della mediocrità degli apparati redazionali di queste collane: ebbene, io un articoletto sulla fine che avevano fatto queste pellicole a colori e sul loro ritrovamento fortuito me lo leggerei volentieri...
    « Ultima modifica: 18 Settembre 2019, 21:31:50 da Solomon »
    « Ci sono momenti più di altri in cui rimbombano nelle orecchie i soliti discorsi: i fumetti sono sottocultura per definizione, si giustificano solo se hanno successo, non si possono pubblicare cose che non vendono bene, il fumetto "d'autore", poi... Tutta roba che non rende, non è un mestiere serio, è un passatempo per adolescenti, quando ti deciderai a crescere, etc. Insomma, gli argomenti di sempre.
    Il problema è che, in certi momenti, cominci a chiederti se non ci sia del vero, se tutto sommato gli altri non abbiano ragione e se non sarebbe più saggio rientrare nei ranghi.
    Per non sprofondare definitivamente nella depressione mi misi al tavolo: man mano che i fogli si riempivano di disegni, il mio umore migliorava fino a raggiungere l'esaltante sensazione di felicità creativa.

    Può darsi che abbiano ragione loro.
    Ma non mi avranno mai, vivo.
    »

    --- VITTORIO GIARDINO ---

    Online Solomon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5319
    • Spero che i buddisti si sbaglino.
    Re:Attilio Micheluzzi (topic generale)
    « Risposta #138 il: 19 Settembre 2019, 11:59:38 »


  • SIBERIA

    Testi e disegni di Attilio Micheluzzi
    Cartonato, 21x30 cm, 144 pp., col., NPE
    € 22,50

    La storia dei trent’anni più importanti della Russia attraverso la vita, i cambiamenti, le rinunce, i misteri e gli amori del conte Kovalensky, intellettuale e nobile che sposa la causa della rivoluzione. Per essa lascia una ricca e scintillante Pietroburgo per andare avventurosamente incontro a un eroico e tragico destino fra gli sterminati campi coperti di neve e i boschi di betulle della fredda Siberia.

    Una lunghissima saga/biografia che vede protagonista Gabriel Kovalensky, ripercorrendo con lui tutto il periodo pre- e post-rivoluzione d’ottobre. Si segue il suo percorso da nobile e stimato studioso moscovita a prigioniero nei gulag siberiani sino a membro ufficiale dei Soviet. La sua vita sarà contraddistinta da innumerevoli vicissitudini di cui spesso e volentieri non ne sarà la causa diretta.

    In quest’opera ritroviamo i marchi di fabbrica di Attilio Micheluzzi sia a livello di trama, con i classici interloqui con i protagonisti, sia il suo stile beffardo e il tratto pulito e preciso, da vero maestro della linea chiara.

    Una grande storia che Edizioni NPE propone per la prima volta assoluta in Italia interamente a colori, grazie al ritrovamento delle tavole originali da parte della Galleria Little Nemo.
    « Ci sono momenti più di altri in cui rimbombano nelle orecchie i soliti discorsi: i fumetti sono sottocultura per definizione, si giustificano solo se hanno successo, non si possono pubblicare cose che non vendono bene, il fumetto "d'autore", poi... Tutta roba che non rende, non è un mestiere serio, è un passatempo per adolescenti, quando ti deciderai a crescere, etc. Insomma, gli argomenti di sempre.
    Il problema è che, in certi momenti, cominci a chiederti se non ci sia del vero, se tutto sommato gli altri non abbiano ragione e se non sarebbe più saggio rientrare nei ranghi.
    Per non sprofondare definitivamente nella depressione mi misi al tavolo: man mano che i fogli si riempivano di disegni, il mio umore migliorava fino a raggiungere l'esaltante sensazione di felicità creativa.

    Può darsi che abbiano ragione loro.
    Ma non mi avranno mai, vivo.
    »

    --- VITTORIO GIARDINO ---

    Offline The Cure

    • Indipendenti
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3787
    • L'arte è la domenica della vita.
    Re:Attilio Micheluzzi (topic generale)
    « Risposta #139 il: 21 Settembre 2019, 23:31:17 »
  • Oh, finalmente mi posso sbarazzare del bonellide della Cosmo e recuperare questa storia in formato degno.
    Spero solo che la resa dei colori sia buona.
    -Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare.

    -Hemingway una volta ha scritto: "Il mondo è un bel posto e vale la pena lottare per esso." Condivido la seconda parte.