Autore Topic: Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.  (Letto 4051 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Emperor Joker

  • Arkham Asylum
  • *
  • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
  • Post: 1072
Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
« Risposta #15 il: 26 Marzo 2020, 13:44:19 »
  • Al di là della questione coronavirus e possibile crisi del mercato fumettistico io stavo già pensando di prendermi il kindle per leggere fumetti con quel mezzo, visto che lo spazio in casa non è infinito

    Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

    fare necessità, virtù..quoto ;)
    io già uso kindle da un pezzo... :sisi:

    Online Catcher

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2310
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #16 il: 26 Marzo 2020, 13:50:21 »
  • Non si normalizzerà presto ma si è visto che in Cina l'economia sta ripartendo dopo 3-4 mesi, in Europa potrebbe significare primo trimestre 2021.
    USA hanno un piano dichiarato di 1000 miliardi di aiuti, non basteranno per tutti e sicuramente ci sarà chi chiuderà o cadrà in disgrazia, ma aspetterei a organizzare il funerale.
    Certo è che il mondo dei comics avrà un volto diverso.

    Chiaro che per gli editori italiani sarà peggio.
    Panini e Bonelli se la caveranno, gli altri onestamente non lo so.
    Quel che è certo che non ci metteranno un minuto ad aumentare i prezzi :D

    Sul digitale è così, la gente lo (ri)scopre all'improvviso, e le aziende hanno già capito che è l'unica soluzione assieme agli ordini online per non morire in questo momento.
    Alla faccia di chi critica Amazon  :up:

    Offline Dean Winchester

    • Batman Inc.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14635
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #17 il: 26 Marzo 2020, 14:19:56 »
  • La pandemia nel fumetto USA avrà lo stesso effetto che ebbe il post seconda guerra mondiale, e che spazzò via la Golden Age del fumetto.
    Sopravvivranno solo le case editrici più forti, e le serie con i personaggi più conosciuti.

    Ci sarà un cambiamento rivoluzionario insomma.

    Online Gon Freecss

    • Batman Inc.
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 8636
    • Blasphemous
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #18 il: 27 Marzo 2020, 14:41:12 »
  • Pure io parlavo di uscite USA.
    Sciocco da parte tua pensare che non ci sarebbero ripercussioni.

    Mai detto che non ci sarebbero ripercussioni. :look:
    Ho solo fatto notare che è il momento giusto per puntare concretamente sul digitale. Se il digitale avesse maggior diffusione, adesso, nessun editore americano avrebbe problemi con stampa, distribuzione e vendite.
    Purtroppo il problema di fondo è sempre lo stesso: siamo un manipolo di materialisti.

    Comunque è abbastanza chiaro che ci saranno ripercussioni, ci sono per tutti, non è che gli editori ne siano esenti. :asd:


    That is not dead which can eternal lie,
    And with strange aeons even death may die.

    Offline Venom

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 260
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #19 il: 10 Aprile 2020, 23:07:20 »
  • E' da poco uscito sul New York Times un articolo intitolato: Can Comic Books Survive the Coronavirus Era?

    https://www.nytimes.com/2020/04/10/arts/comic-books-coronavirus.html

    Tutti gli editori, piccoli e grandi, si dicono preoccupati. Dan Buckley della Marvel predica pazienza e perseveranza e si dice ottimista ("comics are here to stay").

    I proprietari delle fumetterie di tutto il Paese hanno detto addio a quello che sembrava un anno promettente. Alcuni hanno rivelato di aver venduto parecchio subito prima di dover chiudere, come se i lettori avessero voluto accumulare scorte di fumetti da leggere (mia nota: sempre meglio che scorte di armi :P). Poi però la Diamond  ha smesso di distribuire le nuove uscite a partire dal 1° aprile e si è bloccato tutto.

    Steve Geppi, fondatore della Diamond, ha incoraggiato i rivenditori ad essere creativi e vendere la merce che hanno disponibile. Il problema è che si è fermato il flusso di denaro (editore-ditributore-rivenditore-editore...)

    Gwendolyn Willow Wilson, sceneggiatrice DC, ha affermato che nonostante la diffusione dei fumetti digitali, i negozio fisici e quindi il cartaceo, restano fondamentali per tanti appassionati.

    Alcuni autori e disegnatori hanno detto che stanno andando avanti con il lavoro. " Per me è cambiato poco" ha dichiarato Greg Capullo.
    Tuttavia anche quelli che per ora stanno continuando a lavorare si aspettano presto delle conseguenze.

    Il sito Newsarama ha riferito che la Marvel ha messo in pausa il 15-20% dei titoli che dovevano essere pubblicati a maggio-giugno. Nessuno comunque si aspetta che Marvel e DC crollino, mentre  non si sa che fine farà la piccola concorrenza. Il timore è che i pesci grandi (grandi aziende) se ne approfittino e comincino a mangiare i pesci piccoli indeboliti (distributori, tipografi, editori).

    Per adesso i fumettari americani stanno cercando di andare avanti vendendo per corrispondenza e alcuni hanno beneficiato di raccolte fondi organizzate da artisti celebri. La loro paura è anche che gli abitudinari del mercoledì (giorno consueto delle uscite) cambino abitudini (mia nota: che non è infondata. Questa pandemia è un'esperienza che al di là dei soldi può cambiare vite e abitudini di tanti).
    Ryan Liebowitz, titolare del negozio Golden Apple Comics a Los Angeles, ha esattamente questo timore (tipo: grazie, mi sono divertito, ma ora ho scoperto altri interessi).

    L'autore Brian Michael Bendis invece si è detto ottimista ripensando all'11 settembre quando tre settimane dopo avevano già ripreso a lavorare (mia nota: non è che sia proprio la stessa cosa. Comunque ha ragione a cercare di restare positivo)

    Bendis che un paio di giorni fa ha postato questa foto di King Comics:



    "Ci sono sicuramente posti peggiori in cui essere rinchiusi."
    « Ultima modifica: 10 Aprile 2020, 23:16:07 da Venom »

    Offline Solomon

    • B.P.R.D.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5652
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #20 il: 10 Aprile 2020, 23:50:32 »
  • In questo momento si capisce bene quanto l'industria (è la parola giusta) fumettistica americana sia malata.

    I mesi di stop avranno conseguenze importanti anche qui in Europa, senz'altro, ma non mi pare che in Italia o in Francia qualcuno stia paventando un collasso semi-generale dell'editoria di settore.

    Offline Venom

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 260
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #21 il: 11 Aprile 2020, 16:47:25 »
  • Intanto San Diego sta valutando la possibilità di annullare il Comic-Con. Tradotto: sta valutando quanto costerebbe/costerà l'annullamento in rimborsi e mancati ricavi. Devono ancora decidere ma in caso metteranno al primo posto la salute pubblica (ovviamente).

    David Glanzer, CSO del festival, ha detto: "Siamo in un territorio inesplorato".



    Staranno sudando 27 camicie per uno in questi giorni...

    Offline ironmaidenn

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 232
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #22 il: 25 Aprile 2020, 18:54:25 »
  • alla fine hanno annullato San Diego, ma se non erro anche la Wondercon.
    In Italia un po' tutte quelle più vicine come periodo cronologico, ovvero le fiere di Roma, Trapani e Cagliari.

    Se non erro ancora non è stata rinviata Lucca, quindi attualmente è ancora confermata. Però in effetti da qui a novembre ci può stare...speriamo bene...se la faranno vorrà dire che tutto questo dramma potrebbe essere già stato superato... :(

    Offline Logan_Legacy

    • X-Men
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7410
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #23 il: 25 Aprile 2020, 19:00:34 »
  • Io penso che per quest'anno verrà annullato tutto se non si trova un vaccino. Fare delle fiere sarebbe un rischio troppo elevato se il virus continuerà a circolare.

    Inviato dal mio SM-A505FN utilizzando Tapatalk

     


    Online nickorso90

    • Speed Force
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3894
    • "I sogni modellano la realtà"
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #24 il: 25 Aprile 2020, 19:02:39 »
  • Sicuro verrà rinviata anche Lucca.
    E' fisicamente impossibile controllare quella massa di ospiti, con le regole di distanziamento sociale che rimarranno in vigore sino alla scoperta del vaccino

    Online Gon Freecss

    • Batman Inc.
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 8636
    • Blasphemous
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #25 il: 25 Aprile 2020, 19:37:42 »
  • A Napoli hanno confermato la Fiera del Baratto per metà Maggio. Ho paura. :lolle:


    That is not dead which can eternal lie,
    And with strange aeons even death may die.

    Online HCPunk

    • Lanterne Verdi
    • *
    • Morrison sotto falso nome
    • Post: 8103
    • "Genuflect on this, Creeps!"
      • HCPunk BLOG
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #26 il: 25 Aprile 2020, 20:50:44 »
  • Contando che nulla è sicuro (visto che in Cina sono tornate due persone contagiate e sono ripartiti con la quarantena..) a mio avviso meglio bloccare tutto e ci si rivede l'anno prossimo. Meglio sani che ridotti male..
    Sostieni DC LEAGUERS




    "Non so da dove esce l'idea che gli angeli siano beati...a me fanno cacare sotto."

    Offline ironmaidenn

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 232
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #27 il: 26 Aprile 2020, 09:58:35 »
  • Contando che nulla è sicuro (visto che in Cina sono tornate due persone contagiate e sono ripartiti con la quarantena..) a mio avviso meglio bloccare tutto e ci si rivede l'anno prossimo. Meglio sani che ridotti male..
    quoto, la prudenza non è mai troppa  :(

    A Napoli hanno confermato la Fiera del Baratto per metà Maggio. Ho paura. :lolle:
    a Palermo c'è una cosa simile a metà maggio, ma già i negozi di modellismo della città hanno diramato un comunicato in cui ne annunciano il rinvio a data da destinarsi :sisi:
    « Ultima modifica: 26 Aprile 2020, 11:18:59 da Azrael »

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
    • Azrael V DC Leaguers: Dawn of Nerdness
    • Post: 150958
    • La Vittoria Sta Nei Preparativi
      • Blog Azrael
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #28 il: 26 Aprile 2020, 11:18:31 »
  • No multipost  ;)
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori
    I promise you, Bruce.
    You were right to pick me.

    Offline ironmaidenn

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 232
    Re:Coronavirus e mercato fumettistico: le possibili conseguenze.
    « Risposta #29 il: 26 Aprile 2020, 12:40:39 »
  • No multipost  ;)
    ah, chiedo scusa, non ho ancora capito come fare il multiquote!  ^_^