Autore Topic: Comics: inizia l'era digitale?  (Letto 54351 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline katzenberg

  • Avengers
  • *
  • Cena romanticamente con DiDio
  • Post: 5201
  • Friendly Neighborhood
Re:Comics: inizia l'era digitale?
« Risposta #870 il: 09 Aprile 2020, 16:40:39 »
  • Sì, seguo anche io quel gruppo e per quanto lo apprezzi certe volte prende la connotazione di un vero e proprio gruppo Ultras  :lol:

    Però non credo che faccia molto testo appunto perché rappresentano uno zoccolo duro che ama il fumetto vintage e stop.

    Per il digitale e le nuove produzioni si dovrebbe mirare ai giovanine giovanissimi...il problema è che non si fa nulla anche lì!

    Offline Talon

    • Arkham Asylum
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4921
    Re:Comics: inizia l'era digitale?
    « Risposta #871 il: 09 Aprile 2020, 16:54:20 »
  • Per il digitale e le nuove produzioni si dovrebbe mirare ai giovanine giovanissimi...il problema è che non si fa nulla anche lì!

    Beh Bonelli in tal senso a mio avviso si sta muovendo da qualche tempo, con lo "svecchiamento" dei suoi pilastri portanti - cavoli persino l'inesorabile Tex con la collana Tex Willer - e titoli che non mi sarei mai aspettato di vedere targati SBE, tipo Attica :sisi:

    Poi tendenzialmente si sa che i giovini preferiscono i manga, e basta andare in fumetteria un paio di volte per accorgersene.

    I super potranno anche piacere, soprattutto grazie ai film, ma sono davvero troppo complicati da seguire... anche per chi non è di primo pelo, figuriamoci per un novizio.

    Sta' in guardia dalla Corte dei Gufi, che ti osserva con cipiglio,
    notte e dì tra granito e calce, dal suo ombroso nascondiglio.
    Lei ti scruta dentro casa, lei ti spia dentro al giaciglio,
    non parlare mai di lei, o verrà a prenderti l'Artiglio.

    Offline katzenberg

    • Avengers
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5201
    • Friendly Neighborhood
    Re:Comics: inizia l'era digitale?
    « Risposta #872 il: 09 Aprile 2020, 17:01:13 »
  • Sì è vero che sono difficili da seguire, ma se ci fosse un vero e proprio progetto per coltivare i lettori più giovani con proposte mirate e magari anche regalandoglieli (o quasi), impossibile non sarebbe.
    Ma stiamo parlando di fantascienza, si preferisce spennare i 50enni che hanno uno stipendio e che domani saranno settantenni...ma chissà se avranno una pensione sicura con cui comprarsi un sarcofago contenente tutte le storie di Spider-Man (pardon, dell'Uomo Ragno)in ordine cronologico in cui farsi seppellire   :lol: