Autore Topic: DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche  (Letto 34955 volte)

Garalla e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline jamirodavid

  • Lanterne Verdi
  • *
  • Sveglio, ma si impegna poco
  • Post: 899
Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
« Risposta #615 il: 12 Luglio 2020, 13:52:03 »
  • Se devo scegliere tra brossurato o cartonato scelgo brossurato se questo costa di meno ed è con le alette!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Offline Numero95

    • ******
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4594
      • My web page
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #616 il: 12 Luglio 2020, 14:06:34 »
  • Se devo scegliere tra brossurato o cartonato scelgo brossurato se questo costa di meno ed è con le alette!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    le alette sono il male! Rovinano la forma dell'albo

    Apro una parentesi. I brossurati di oggi costano 13-14 euro, ovvero quanto costavano i cartonati ieri. I brossurati ieri costavano dagli 8 ai 10 euro e nessuno se li è filati perché erano costosi. Oggi che costano ancora di più non è possibile dire che li preferiate solo perché costano meno.. ma meno rispetto a cosa? Rispetto al mercato odierno? Si? Ma anche ieri costavano meno rispetto al mercato... Eppure

    I brossurati che ho elencato ieri li ho comprati e letti tutti e non mi pento degli acquisti perché no, non tutte le serie sono da buttare e alcune le avrei preferite in cartonato ma va bene lo stesso perché:
    1 l'importante è leggere
    2 dallo scorso anno i brossurati hanno la stessa grafica e costina dei cartonati. Una volta messi in libreria, non si nota la differenza a meno di stare a 5 cm dalla stessa

    Tuttavia è vero che non sia possibile che i cartonati siano passati dai 12.90 ai 17 euro per un misero 128-136 pp e si arriva anche a 20 euro per venti pagine in più

    È ovvio che un brossurato a 14 euro ,oggi , risulta conveniente ma non giustifica la scelta dell'uno o dell'altro

    Semplicemente, e sono riduttivo, il mercato sta andando in non so quale direzione, veramente priva di ogni senso logico!! Sconti ridotti, prezzi aumentati di tanto, falsi monografici (perché devo spendere 6 euro per venom e sorbirmi scream?? Perche prendere avengers che non contiene avengers?? Perché comprare spiderman e trovarsi spider ham???)

    E poi ti vedi i dc library con metà copertina nera e ti chiedi dove è andata a finire la professionalità del reparto grafico.... I black label della lion, dite quello che volete, costavano sì ma avevano delle copertine da paura. Un cartonato bello doppio, scritte argentate e volumi che si aprono a 180°. Erano volumi di classe, questi panini sono volumi da edicola e io mi tengo il watchman absolute con tanto di extra e pagato 35 spicci invece di quel albetto privo di extra e con la banda nera

    E penso che nessuno avrà da obiettare se faccio notare l'inutilità dei must have. 20 euro oml quando la versione da edicola costava 4 euro ed era in formato piu grande oppure a 50 euro c'è lomnibus con altre due saghe complete.
    C'è qualcosa che non quadra

    Ok la "colpa" è che ci sarà sempre un pubblico che compra ma anche la cara panini non fa nulla per venire in contro al proprio pubblico. Siamo per un momento obiettivi: la gente compra ok, ma cosa compra? Quello che la panini propone! Quindi è giusto incolpare un lettore? In parte sì ma in parte no. Se il mercato mi offre oml a 20 euro e io voglio leggerlo, che ci posso fare? Credo bisogni riflettere su questo passaggio.... Forse abbiamo sempre sbagliato a pensare che è il lettore a decidere la via del mercato. Forse... Dico forse... è panini a deciderla
    « Ultima modifica: 12 Luglio 2020, 14:54:51 da Numero95 »

    Online Lex

    • Vertigo
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 6444
    • "GRAN'STARDOFIGLIODUNKANE"
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #617 il: 12 Luglio 2020, 16:06:23 »
  • Adesso che Panini ha i diritti Dc è proprio lei a decidere infatti.

    Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

    "Non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto" E.A. Poe


    Online Ryo Narushima

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1746
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #618 il: 12 Luglio 2020, 16:11:40 »
  • Numero secondo me centrano sempre le vendite. Un ragazzino con 21€ si compra sempre qualche manga o al massimo il Batman new52 bonellide. Il resto del mercato panini è indirizzato agli adulti.

    - Perchè così ho scelto -


    Offline Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5504
    • Gotham City
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #619 il: 12 Luglio 2020, 18:23:46 »
  • Il discorso di Numero è logico. Oggi TUTTO è carissimo. È carissimo il cartonato. È carissimo il brossurato. Sono carissimi gli spillati. Non mi si venga a dire: "eh vabbe, uno spillato da 3€ al mese non ti fa morire di fame". Perchè sono panzante che non ho mai accettato e vengono sempre dai grulli del dar manforte a proseguire un certo andamento standosene sempre zitti senza mai alzare la voce.

    Il problema qual è? Il problema è vero che alla fine Panini propone questo e questo tocca prendere se si vuole e può prendere, ma bisogna vedere come ci siamo arrivati qui.

    Calo di lettori? Penso che questo al di là dei prossimi punti sia dato per scontato o se non calo dei lettori in generale, diciamo che i lettori si sono sparpagliati su più serie di vari editori.

    Social che hanno dato sfogo alla ricerca di like e bellezza estetica delle librerie? Togliendo quello che prima era solo interesse di lettura con l'aggiunta anche di un fattore da vedere? Alla fine anni fa è partito il calo degli spillati e non si può negare che c'è stata tantissima gente che li ha schifati quando ancora costavano poco e proponevano un enorme vantaggio di lettura e questo perché? Non può essere la scomodità, l'unica è il voler avere il volume perchè più bello da vedere o più ordinato. Quindi gli spillati hanno perso clienti? Diciamo che è andata così. Da qua ci sono state toppe suddivise in divisione in quindicinali, aumento di prezzo, divisione in monografici e altro aumento di prezzo. Potenzialmente tutto a causa del disinteresse per tale formato. Di contro cosa abbiamo avuto? I volumi che sono cresciuti, ma non i brossurati, ma i cartonati, perchè sono il formato più figo, più trandy e che fa più fierezza da mostrare in libreria. Quindi via i brossurati che anche loro sono aumentati di prezzo col tempo o relegati a serie minori che una volta venivano inserite negli spillati, ma che oggi gli stessi sono diventati psudo monografici per sopperire al calo di lettori in tale formato.
    Arriviamo dunque ai cartonati, perchè allora un formato che tende a essere più venduto di un tempo aumenta a sproposito? Può essere perchè vuoi o no non puoi renderlo troppo più conveniente di uno spillato che ti esce tutti i mesi e ti porta soldi continui in cassa, vuoi un po' perchè tolta la foga del momento, oggi anche loro arrancano visto che ci si stanca alla lunga di spendere 15-18-20€ per un volume che non è neppure così grande da meritare forse quel prezzo.

    Quindi il discorso di Numero è giusto, purtroppo è logico, c'è da capire da dove viene la colpa nostra e da dove viene l'intenzione di Panini di spremere come un limone il cliente o di quanto ormai sia necessario continuare in questo modo a causa del lettore moderno che o manca o si è fatto troppo snob rispetto a un tempo.

    Chiudo dicendo che reputo i prezzi di oggi in base al nostro potere d'acquisto italiano una vera schifezza e vergogna e non me la prendo con Panini, loro potrebbero essere colpevoli come vittime quanto noi. Però c'è qualcosa che non va. 3€ per 24pp, 5€ per 48pp in spillato. Brossurati da 13-15€ per 5-6 capitoli. Cartonati anche da 20€ per 6 capitoli. Troppo. Veramente fottutamente TROPPO. Qua più che invogliare nuovi lettori sono riusciti ad allontare me e tanti come me che hanno perso la voglia di dover spendere certe cifre esagerate, passione o non passione, oggi se seguo 5-6, massimo 7 serie in volume è anche troppo perchè costano comunque uno sproposito, ma visti i tempi il volume costando simile agli spillati in base alla quantità di pagine, conviene in un futuro se si intende rivendere il prodotto, perchè lo spillato puoi pagarlo quanto vuoi come nuovo, ma poi andarlo a vendere rischi comunque di doverlo dar via a 1€ al pezzo se non meno, eccetto casi particolari. Un tempo mai mi sarei posto il problema di vendere, ma con certi prezzi tocca purtroppo molte volte vendere per poter comprare altro.
    « Ultima modifica: 12 Luglio 2020, 19:21:32 da Cosmonauta »


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Hugostrange70

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 338
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #620 il: 12 Luglio 2020, 18:48:38 »
  • Ricordo ancora i tempi in cui star comics si scusava in tutti i modi per un aumento di 100 lire :( Bei tempi gli spillati a 72 pagine, tre personaggi forti e prezzo contenuto. In fondo se ho letto tanto di quel periodo lo devo proprio a questo, riuscivo a seguire praticamente tutto.

    Offline Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5504
    • Gotham City
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #621 il: 12 Luglio 2020, 18:55:59 »
  • Ricordo ancora i tempi in cui star comics si scusava in tutti i modi per un aumento di 100 lire :( Bei tempi gli spillati a 72 pagine, tre personaggi forti e prezzo contenuto. In fondo se ho letto tanto di quel periodo lo devo proprio a questo, riuscivo a seguire praticamente tutto.

    Quel tipo di mercato per me è quello che ha fatto spopolare la Marvel in Italia e che ha permesso a tanti di conoscere molti personaggi. Secondo me gli spillati se proposti a prezzi da 4€ massimo per 72pp con due serie forti e un comprimario (personaggi come Capitan Marvel, Iron Fist, ecc) sarebbero ancora un must, ma bisogna vedere se è possibile nei canoni odierni di un'azienza e soprattutto capire i lettori. Quante volte ho letto gente che gli pesava avere i comprimari, anche senza provarli li schifano a priopri.
    Ripeto, oggi forse è un problema dell'azienda, ma per me anche del lettore troppo snob. Diciamo che la colpa in proporzioni diverse starà forse in ambo i ruoli.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Bobby Drake

    • X-Men
    • *
    • Casa sua è un cesso, ma i fumetti sono imbustati
    • Post: 2698
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #622 il: 12 Luglio 2020, 19:17:28 »
  • Il discorso di Numero è logico. Oggi TUTTO è carissimo. È carissimo il cartonato. È carissimo il brossurato. Sono carissimi gli spillati. NOn mi si venga a dire: "eh vabbe, uno spillato da 3€ al mese non ti fa morire di fame". Perchè sono panzante che non ho mai accettato e vengono sempre dai grulli del dar manforte a proseguire un certo andatto standosene sempre zitti senza mai alzare la voce.

    Il problema qual è? Il problema è vero che alla fine Panini propone questo e questo tocca prendere se si vuole e può prendere, ma bisogna vedere come ci siamo arrivati qui.

    Calo di lettori? Penso che questo al di là dei prossimi punti sia dato per scontato o se non calo dei lettori in generale, diciamo che i lettori si sono sparpagliati su più serie di vari editori.

    Social che hanno dato sfogo alla ricerca di like e bellezza estetica delle librerie? Togliendo quello che prima era solo interesse di lettura con l'aggiunta anche di un fattore da vedere? Alla fine anni fa è partito il calo degli spillati e non si può negare che c'è stata tantissima gente che li ha schifati quando ancora costavano poco e proponevano un enorme vantaggio di lettura e questo perché? Non può essere la scomodità, l'unica è il voler avere il volume perchè più bello da vedere o più ordinato. Quindi gli spillati hanno perso clienti? Diciamo che è andata così. Da qua ci sono state toppe suddivise in divisione in quindicinali, aumento di prezzo, divisione in monografici e altro aumento di prezzo. Potenzialmente tutto a causa del disinteresse per tale formato. Di contro cosa abbiamo avuto? I volumi che sono cresciuti, ma non i brossurati, ma i cartonati, perchè sono il formato più figo, più trandy e che fa più fierezza da mostrare in libreria. Quindi via i brossurati che anche loro sono aumentati di prezzo col tempo o relegati a serie minori che una volta venivano inserite negli spillati, ma che oggi gli stessi sono diventati psudo monografici per sopperire al calo di lettori in tale formato.
    Arriviamo dunque ai cartonati, perchè allora un formato che tende a essere più venduto di un tempo aumenta a sproposito? Può essere perchè vuoi o no non puoi renderlo troppo più conveniente di uno spillato che ti esce tutti i mesi e ti porta soldi continui in cassa, vuoi un po' perchè tolta la foga del momento, oggi anche loro arrancano visto che ci si stanca alla lunga di spendere 15-18-20€ per un volume che non è neppure così grande da meritare forse quel prezzo.

    Quindi il discorso di Numero è giusto, purtroppo è logico, c'è da capire da dove viene la colpa nostra e da dove viene l'intenzione di Panini di spremere come un limone il cliente o di quanto ormai sia necessario continuare in questo modo a causa del lettore moderno che o manca o si è fatto troppo snob rispetto a un tempo.

    Chiudo dicendo che reputo i prezzi di oggi in base al nostro potere d'acquisto italiano una vera schifezza e vergogna e non me la prendo con Panini, loro potrebbero essere colpevoli come vittime quanto noi. Però c'è qualcosa che non va. 3€ per 24pp, 5€ per 48pp in spillato. Brossurati da 13-15€ per 5-6 capitoli. Cartonati anche da 20€ per 6 capitoli. Troppo. Veramente fottutamente TROPPO. Qua più che invogliare nuovi lettori sono riusciti ad allontare me e tanti come me che hanno perso la voglia di dover spendere certe cifre esagerate, passione o non passione, oggi se seguo 5-6, massimo 7 serie in volume è anche troppo perchè costano comunque uno sproposito, ma visti i tempi il volume costando simile agli spillati in base alla quantità di pagine, conviene in un futuro se si intende rivendere il prodotto, perchè lo spillato puoi pagarlo quanto vuoi come nuovo, ma poi andarlo a vendere rischi comunque di doverlo dar via a 1€ al pezzo se non meno, eccetto casi particolari. Un tempo mai mi sarei posto il problema di vendere, ma con certi prezzi tocca purtroppo molte volte vendere per poter comprare altro.


    Tu l'hai scritto, io lo firmo.

    Offline Mr_ZsasZ

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 38
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #623 il: 12 Luglio 2020, 19:20:53 »
  • Non sono solito lamentarmi di questi aspetti ma queste recenti uscite Panini mi hanno lasciato molto con l'amaro in bocca per non dire peggio..!
    E lo dico da supporter degli spillati monotematici.
    A parte che gli approfondimenti redazionali decantati nelle dirette li sto trovando molto lacunosi (per non dire peggio, Lanterna 2 si apre con "si chiude qui la miniserie Blackstars" quando non è vero).
    La cosa che mi sta facendo arrabbiare maggiormente è che la decantata monotematicità e l'aumento dei prezzi (già notevole) sono stati già disattesi.
    Ultimi due numeri di Spider-Man composti da riempitivi inutili e fuoriluogo, quello di Spider-Ham imbarazzante da pubblicare sul quindicinale storico, Spider-Woman senza senso e incomprensibile...
    Io capisco il covid e la vicinanza con gli States, ma allora fermati o riduci a 20 pagine così da mantenere il titolo coerente e non far allontanare lettori storici come me.
    10€ per leggere 20 pagine di Amazing n.40!
    Lascio perdere X-Men che anche lì hanno iniziato coi riempitivi a 5€ e passo alla botta finale:
    La Spada di Conan n.8 sono 28 pagine di fumetto per 5€...!
    Se si contano anche le pubblicità, le pin-up e un romanzo si arriva in tutto a 40 pagine stampate in totale, 5 sacchi.
    Ho casi recenti di 56 pagine a 6€ (mi pare in Venom, dove anche lì hanno iniziato coi riempitivi).
    Spero che questo atteggiamento non inizi anche sulle testate DC perché sennò inizio a interrompere tutto dopo decenni.
    Ho accettato i rincari per il cambio di politica sui personaggi, ma ora si stanno rimangiando le loro parole coi fatti.
    « Ultima modifica: 12 Luglio 2020, 19:31:35 da Mr_ZsasZ »

    Offline Hugostrange70

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 338
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #624 il: 12 Luglio 2020, 20:30:31 »
  • Ricordo ancora i tempi in cui star comics si scusava in tutti i modi per un aumento di 100 lire :( Bei tempi gli spillati a 72 pagine, tre personaggi forti e prezzo contenuto. In fondo se ho letto tanto di quel periodo lo devo proprio a questo, riuscivo a seguire praticamente tutto.

    Quel tipo di mercato per me è quello che ha fatto spopolare la Marvel in Italia e che ha permesso a tanti di conoscere molti personaggi. Secondo me gli spillati se proposti a prezzi da 4€ massimo per 72pp con due serie forti e un comprimario (personaggi come Capitan Marvel, Iron Fist, ecc) sarebbero ancora un must, ma bisogna vedere se è possibile nei canoni odierni di un'azienza e soprattutto capire i lettori. Quante volte ho letto gente che gli pesava avere i comprimari, anche senza provarli li schifano a priopri.
    Ripeto, oggi forse è un problema dell'azienda, ma per me anche del lettore troppo snob. Diciamo che la colpa in proporzioni diverse starà forse in ambo i ruoli.
    bravo Cosmonauta, forse hai proprio centrato il punto, il lettore oggi è troppo snob e con la puzza sotto il naso. E così ci prendiamo delle inc..... incredibili.

    Offline Green_Ring

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 34
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #625 il: 12 Luglio 2020, 20:36:52 »
  • L'attuale situazione degli spillati è dovuta in gran parte a conseguenze del covid ma se oggi ci ritroviamo con testate piene di riempitivi  a volte anche al limite della decenza, la colpa è da attribuire per una buona fetta alla Panini stessa.
    Io non ho mai condiviso il volersi avvicinare così tanto alla produzione originale (Marvel in questo caso) e continuo a trovare blande le loro giustificazioni.
    Per quanto riguarda il versante DC, al momento, non dovrebbero esserci problemi e dobbiamo "ringraziare" il fatto che Lion era parecchio indietro e che per 5-6 mesi non è stato pubblicato nulla.
    Sempre sperando che la situazione sanitaria in USA non porti ad un nuovo blocco della produzione di comics.


    Offline Chocozell

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1413
    • Seiten Taisei
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #626 il: 12 Luglio 2020, 20:48:34 »
  • Mi sa che stiamo svaccando di nuovo il topic però Lolù

    Inviato dal mio Ginga Bisumafo

    Firma.png

    Offline Mr_ZsasZ

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 38
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #627 il: 12 Luglio 2020, 21:01:08 »
  • Per quanto riguarda il versante DC, al momento, non dovrebbero esserci problemi e dobbiamo "ringraziare" il fatto che Lion era parecchio indietro e che per 5-6 mesi non è stato pubblicato nulla.
    Sempre sperando che la situazione sanitaria in USA non porti ad un nuovo blocco della produzione di comics.
    Ma infatti speriamo rimangano a questa distanza con la DC  :quoto:

    Offline Noiro

    • ***
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1920
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #628 il: 12 Luglio 2020, 21:21:47 »
  • Numero secondo me centrano sempre le vendite. Un ragazzino con 21€ si compra sempre qualche manga o al massimo il Batman new52 bonellide. Il resto del mercato panini è indirizzato agli adulti.

    Ma il fantomatico ragazzino che ti compra lo spillato non esiste più.
    Se proprio vorrà comprarsi qualcosa, punterà al volume pornolusso, che tanto sarà quello e quello basta.

    I ragazzini ora si vivono i personaggi attraverso i videogiochi.
    Cose come Fortnite fa le espansioni e ci infila Aquaman e Capitan America.
    Gli Arkham Knight o Marvel's Spiderman.

    Ma iniziare a leggersi una serie mensilmente è praticamente fantascienza.
    Noiro-orioN

    Offline katzenberg

    • Avengers
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5940
    • Friendly Neighborhood
    Re:DC Panini Comics: considerazioni, analisi, perplessità e critiche
    « Risposta #629 il: 12 Luglio 2020, 21:38:48 »
  • Se devo scegliere tra brossurato o cartonato scelgo brossurato se questo costa di meno ed è con le alette!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    le alette sono il male! Rovinano la forma dell'albo

    Apro una parentesi. I brossurati di oggi costano 13-14 euro, ovvero quanto costavano i cartonati ieri. I brossurati ieri costavano dagli 8 ai 10 euro e nessuno se li è filati perché erano costosi. Oggi che costano ancora di più non è possibile dire che li preferiate solo perché costano meno.. ma meno rispetto a cosa? Rispetto al mercato odierno? Si? Ma anche ieri costavano meno rispetto al mercato... Eppure

    I brossurati che ho elencato ieri li ho comprati e letti tutti e non mi pento degli acquisti perché no, non tutte le serie sono da buttare e alcune le avrei preferite in cartonato ma va bene lo stesso perché:
    1 l'importante è leggere
    2 dallo scorso anno i brossurati hanno la stessa grafica e costina dei cartonati. Una volta messi in libreria, non si nota la differenza a meno di stare a 5 cm dalla stessa

    Tuttavia è vero che non sia possibile che i cartonati siano passati dai 12.90 ai 17 euro per un misero 128-136 pp e si arriva anche a 20 euro per venti pagine in più

    È ovvio che un brossurato a 14 euro ,oggi , risulta conveniente ma non giustifica la scelta dell'uno o dell'altro

    Semplicemente, e sono riduttivo, il mercato sta andando in non so quale direzione, veramente priva di ogni senso logico!! Sconti ridotti, prezzi aumentati di tanto, falsi monografici (perché devo spendere 6 euro per venom e sorbirmi scream?? Perche prendere avengers che non contiene avengers?? Perché comprare spiderman e trovarsi spider ham???)

    E poi ti vedi i dc library con metà copertina nera e ti chiedi dove è andata a finire la professionalità del reparto grafico.... I black label della lion, dite quello che volete, costavano sì ma avevano delle copertine da paura. Un cartonato bello doppio, scritte argentate e volumi che si aprono a 180°. Erano volumi di classe, questi panini sono volumi da edicola e io mi tengo il watchman absolute con tanto di extra e pagato 35 spicci invece di quel albetto privo di extra e con la banda nera

    E penso che nessuno avrà da obiettare se faccio notare l'inutilità dei must have. 20 euro oml quando la versione da edicola costava 4 euro ed era in formato piu grande oppure a 50 euro c'è lomnibus con altre due saghe complete.
    C'è qualcosa che non quadra

    Ok la "colpa" è che ci sarà sempre un pubblico che compra ma anche la cara panini non fa nulla per venire in contro al proprio pubblico. Siamo per un momento obiettivi: la gente compra ok, ma cosa compra? Quello che la panini propone! Quindi è giusto incolpare un lettore? In parte sì ma in parte no. Se il mercato mi offre oml a 20 euro e io voglio leggerlo, che ci posso fare? Credo bisogni riflettere su questo passaggio.... Forse abbiamo sempre sbagliato a pensare che è il lettore a decidere la via del mercato. Forse... Dico forse... è panini a deciderla

    Il discorso di Numero è logico. Oggi TUTTO è carissimo. È carissimo il cartonato. È carissimo il brossurato. Sono carissimi gli spillati. Non mi si venga a dire: "eh vabbe, uno spillato da 3€ al mese non ti fa morire di fame". Perchè sono panzante che non ho mai accettato e vengono sempre dai grulli del dar manforte a proseguire un certo andamento standosene sempre zitti senza mai alzare la voce.

    Il problema qual è? Il problema è vero che alla fine Panini propone questo e questo tocca prendere se si vuole e può prendere, ma bisogna vedere come ci siamo arrivati qui.

    Calo di lettori? Penso che questo al di là dei prossimi punti sia dato per scontato o se non calo dei lettori in generale, diciamo che i lettori si sono sparpagliati su più serie di vari editori.

    Social che hanno dato sfogo alla ricerca di like e bellezza estetica delle librerie? Togliendo quello che prima era solo interesse di lettura con l'aggiunta anche di un fattore da vedere? Alla fine anni fa è partito il calo degli spillati e non si può negare che c'è stata tantissima gente che li ha schifati quando ancora costavano poco e proponevano un enorme vantaggio di lettura e questo perché? Non può essere la scomodità, l'unica è il voler avere il volume perchè più bello da vedere o più ordinato. Quindi gli spillati hanno perso clienti? Diciamo che è andata così. Da qua ci sono state toppe suddivise in divisione in quindicinali, aumento di prezzo, divisione in monografici e altro aumento di prezzo. Potenzialmente tutto a causa del disinteresse per tale formato. Di contro cosa abbiamo avuto? I volumi che sono cresciuti, ma non i brossurati, ma i cartonati, perchè sono il formato più figo, più trandy e che fa più fierezza da mostrare in libreria. Quindi via i brossurati che anche loro sono aumentati di prezzo col tempo o relegati a serie minori che una volta venivano inserite negli spillati, ma che oggi gli stessi sono diventati psudo monografici per sopperire al calo di lettori in tale formato.
    Arriviamo dunque ai cartonati, perchè allora un formato che tende a essere più venduto di un tempo aumenta a sproposito? Può essere perchè vuoi o no non puoi renderlo troppo più conveniente di uno spillato che ti esce tutti i mesi e ti porta soldi continui in cassa, vuoi un po' perchè tolta la foga del momento, oggi anche loro arrancano visto che ci si stanca alla lunga di spendere 15-18-20€ per un volume che non è neppure così grande da meritare forse quel prezzo.

    Quindi il discorso di Numero è giusto, purtroppo è logico, c'è da capire da dove viene la colpa nostra e da dove viene l'intenzione di Panini di spremere come un limone il cliente o di quanto ormai sia necessario continuare in questo modo a causa del lettore moderno che o manca o si è fatto troppo snob rispetto a un tempo.

    Chiudo dicendo che reputo i prezzi di oggi in base al nostro potere d'acquisto italiano una vera schifezza e vergogna e non me la prendo con Panini, loro potrebbero essere colpevoli come vittime quanto noi. Però c'è qualcosa che non va. 3€ per 24pp, 5€ per 48pp in spillato. Brossurati da 13-15€ per 5-6 capitoli. Cartonati anche da 20€ per 6 capitoli. Troppo. Veramente fottutamente TROPPO. Qua più che invogliare nuovi lettori sono riusciti ad allontare me e tanti come me che hanno perso la voglia di dover spendere certe cifre esagerate, passione o non passione, oggi se seguo 5-6, massimo 7 serie in volume è anche troppo perchè costano comunque uno sproposito, ma visti i tempi il volume costando simile agli spillati in base alla quantità di pagine, conviene in un futuro se si intende rivendere il prodotto, perchè lo spillato puoi pagarlo quanto vuoi come nuovo, ma poi andarlo a vendere rischi comunque di doverlo dar via a 1€ al pezzo se non meno, eccetto casi particolari. Un tempo mai mi sarei posto il problema di vendere, ma con certi prezzi tocca purtroppo molte volte vendere per poter comprare altro.

    Amen  :pray:
    « Ultima modifica: 12 Luglio 2020, 21:44:48 da katzenberg »