Autore Topic: Batman (USA) di Tom King 2.0  (Letto 24194 volte)

Cosmonauta, John Constantine, Orion, Bl4ckBurn, Hellboy, SisselMarston e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online Cosmonauta

  • Batman Inc.
  • *
  • Nerd geneticamente modificato
  • Post: 3812
  • Gotham City
Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
« Risposta #420 il: 21 Aprile 2019, 19:14:20 »
  • Secondo voi questa cosa di numeri molto leggeri o quasi "filler" sono dettati anche dalla quindicinalità? Non sarebbe meglio che anche Batman tornasse mensile?


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #421 il: 21 Aprile 2019, 20:00:09 »
  • In parte.
    Sicuramente non aiuta e penso sia la ragione per cui King si sia fissato con la storia dei 100 numeri, dato che ci metti relativamente poco ad arrivare a quel traguardo essendo un twice monthly, sennò...zzo faceva, scriveva Bane per...9 anni??? :lolle: :lolle: :lolle:

    Però come ha detto Tankorr, in 50 numeri poteva dare moooolto di più, pur essendo un twice monthly.
    E noi siamo quasi a 70 e la storia non cambia eh...
    Non ci rimane che arrivare a 100, dubito altamente che ci regalerà 30 numeri ricchi di tantissima sostanza. :asd:

    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Online Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3812
    • Gotham City
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #422 il: 21 Aprile 2019, 20:08:45 »
  • In parte.
    Sicuramente non aiuta e penso sia la ragione per cui King si sia fissato con la storia dei 100 numeri, dato che ci metti relativamente poco ad arrivare a quel traguardo essendo un twice monthly, sennò...zzo faceva, scriveva Bane per...9 anni??? :lolle: :lolle: :lolle:

    Però come ha detto Tankorr, in 50 numeri poteva dare moooolto di più, pur essendo un twice monthly.
    E noi siamo quasi a 70 e la storia non cambia eh...
    Non ci rimane che arrivare a 100, dubito altamente che ci regalerà 30 numeri ricchi di tantissima sostanza. :asd:

    Io devo leggere il #51, fino ad ora è una delle mie serie supereroistiche preferite, nonostante ritenga la questione Matrimonio un po' una presa per il cuculo, infatti il momento più alto per me va fino a Io Sono Bane, poi ci sono stati comunque ottimi capitoli, ma con quel senso un po' di sfilacciato e soprattutto molto allungato, mentre fino al terzo arco, si viaggiava a buon ritmo.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #423 il: 21 Aprile 2019, 20:17:08 »
  • Dovrei fare mente locale, ma penso che...mi riteveno soddisfatto fino intorno alla storia prequel della Guerra con Riddler e Joker.


    Huh... :mmm:

    Forse posso dire la stessa cosa anche per la gestione di Snyder su Bats, infatti l'ho rivalutato tantissimo da Zero Year in poi, pure quella una storia prequel con Riddler al centro di tutto e anche il Joker aveva un piccolo ruolo.
    Coincidenze i guess... :rolleyes:
    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Online Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3812
    • Gotham City
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #424 il: 21 Aprile 2019, 20:25:34 »
  • Dovrei fare mente locale, ma penso che...mi riteveno soddisfatto fino intorno alla storia prequel della Guerra con Riddler e Joker.


    Huh... :mmm:

    Forse posso dire la stessa cosa anche per la gestione di Snyder su Bats, infatti l'ho rivalutato tantissimo da Zero Year in poi, pure quella una storia prequel con Riddler al centro di tutto e anche il Joker aveva un piccolo ruolo.
    Coincidenze i guess... :rolleyes:

    Il Batman di Snyder a me è piaciuto fino alla prima parte di Anno Zero, quella con Cappuccio Rosso, da lì in poi poco e nulla, salvavo solo gli ultimi 3 capitoli di Superpesante, solo che nella run di Snyder vedevo sempre ad ogni arco lo stesso identico schema e mai una trama di fondo che venisse portata avanti. In quello di King invece vedo qualcosa di più originale ad ogni arco e una trama di fondo che viene portata avanti con l'allungamento del pre matrimonio per arrivare al 50, se leggo che però da qui in poi ci sono tanti filler, potrebbe quasi soffrire su alcuni punti, dell'opposto di quella di Snyder.

    Ad ora come, preferisco nettamente la serie di King.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #425 il: 21 Aprile 2019, 21:03:03 »
  • Writers differenti hanno uno storytelling differente, giustamente.
    Poi quello che tu chiami schema, io lo chiamo stile, e infatti dubito che lo cambierà mai, si potevano cogliere i primi segnali già da ZY, se non proprio dalla Corte dei Gufi, da lì in poi non ha fatto altro che esplodere ed esplodere...

    Prima ho fatto l'esempio di Joker usando quello del #49 di King con Death of the Family di Snyder, ora ho fatto quello tra ZY e la Guerra tra Riddler e Joker.

    Per quanto riguarda la trama principale di King, ora è diventata quella di sfondo, tra l'altro è un tema gestito anche da Snyder, proprio durante Superheavy, solo che là fu un altro padre a chiedergli di abbandonare Batman:

    Spoiler  :
    Spoiler  :

    Momento di grande impatto! :sisi:

    Entrambi i writers hanno cercato prepotentemente di legare le loro varie storie in un qualche modo, a volte funzionava, spesso no, onestamente vado da caso in caso.

    Ormai schifo abbastanza lo Snyder attuale, ma io l'ho sempre considerato un OTTIMO storyteller.
    Ricordo di aver elogiato in passato King per la sua versatilità, mentre ora...lol, mi viene solo da ridere...  :asd:

    I'm not ready to write him off tho, King mi ha dato storie come Mister Miracle del resto, vediamo cosa farà post-Batman #100, c'è ancora speranza. :zuzu:
    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Online Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3812
    • Gotham City
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #426 il: 21 Aprile 2019, 21:11:25 »
  • Con ultimi 3 capitoli di Superpesante mi riferivo proprio a quella parte :sisi:

    Il mio Snyder preferito era quello di Lo Specchio Nero, Cancelli di Gotham e la serie New 52 fino appunto al primo arco narrativo, da lì in poi per i miei gusti, c'è stato un crollo totale.
    Ormai è uno scrittore che mi pesa tantissimo e che ritengo si sopravvaluti parecchio, spero sempre mi faccia cambiare idea, lo stesso vale per il Bendis degli ultimi anni.

    Se dovessi pesare i primi 50 numeri di Snyder e i primi 50 di King, preferisco nettamente quelli di King, ma perchè tutto sommato mi è piaciuto per tutti questi numeri, Snyder purtroppo no, anche se i 50 numeri di Snyder sembrano lungh il doppio rispetto ai 50 numeri di King, proprio per un tipo di scrittura che alla fine sembra diluirsi molto di più, soprattutto nella parte di preparazione al matrimonio, ma leggendo un po' dei vostri commenti, credo che questa cosa proseguirà parecchio oltre.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!

    Offline Arkin Torsen

    • Arkham Asylum
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14384
    • Mmmmmadness
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #427 il: 21 Aprile 2019, 22:36:23 »
  • C'è anche chi è soddisfatto di King, eh.
    Sennò sembra che tutti lo "odino".
    Per esempio, a me e ad altre persone con le quali ho il piacere di collaborare piace molto.
    La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #428 il: 21 Aprile 2019, 23:34:47 »
  • Con ultimi 3 capitoli di Superpesante mi riferivo proprio a quella parte :sisi:

    Il mio Snyder preferito era quello di Lo Specchio Nero, Cancelli di Gotham e la serie New 52 fino appunto al primo arco narrativo, da lì in poi per i miei gusti, c'è stato un crollo totale.
    Ormai è uno scrittore che mi pesa tantissimo e che ritengo si sopravvaluti parecchio, spero sempre mi faccia cambiare idea, lo stesso vale per il Bendis degli ultimi anni.

    Se dovessi pesare i primi 50 numeri di Snyder e i primi 50 di King, preferisco nettamente quelli di King, ma perchè tutto sommato mi è piaciuto per tutti questi numeri, Snyder purtroppo no, anche se i 50 numeri di Snyder sembrano lungh il doppio rispetto ai 50 numeri di King, proprio per un tipo di scrittura che alla fine sembra diluirsi molto di più, soprattutto nella parte di preparazione al matrimonio, ma leggendo un po' dei vostri commenti, credo che questa cosa proseguirà parecchio oltre.
    Io sono un po' in conflitto su quello... :sisi:
    La mia Bat-storia preferita di Snyder è proprio il primo storyarc, ovvero la Corte dei Gufi.
    Il concept di base non sarà originale, ma il modo in cui ha impostato il mood della storia con il lavoro da Detective di Bats unito alle splendide matite di Capullo (quando era ancora in forma) e quei COLORI...wow. :bava:
    Anche qui sul forum girava un'altra aria, mi ricordo il periodo Death of the Family...TUTTI avevano un hype pazzesco, questo quando ancora ci piaceva Snyder! :lolle:
    Il suo punto più alto della gestione per quanto mi riguarda, da lì in poi è tutta una discesa.

    King invece...lo reputo un writer migliore di Snyder per quanto riguarda...la sua sensibilità che ha verso i pg e per la storia, ormai Snyder ha perso la bussola per queste cose e ogni tipo di contatto con la realtà, ma hey, i soldi parlano, Metal ha avuto un successo clamoroso, quindi perchè non continuare su quella strada con la JL? Comprensibile...
    Però per quanto riguarda la gestione di King su Bats e quindi ignorando tutto il resto...
    Anzi...io non conto nemmeno The Button, dato che lo considero di Geoff, altrimenti sarebbe quello il punto più alto della sua gestione, viceversa...niente di particolare onestamente. :nono:
    È più facile poter prendere qualche piccolo singolo momento qui e là, tipo nel #20 quando lotta contro Bane, cade, si rialza e dice "I'm still Here", oppure quello che ha fatto con Kiteman, ma all in all, non mi viene in mente niente.
    Nessun storyarc preferito in particolare, il suo storytelling me lo rende impossibile.
    Ecco perchè bisogna prendere e giudicare la sua gestione in toto.

    C'è anche chi è soddisfatto di King, eh.
    Sennò sembra che tutti lo "odino".
    Per esempio, a me e ad altre persone con le quali ho il piacere di collaborare piace molto.
    Erm...lo so?
    Ne sto parlando con Cosmonauta del resto...e a lui piace King, qui ognuno di noi dice la sua e non viene sbranato per la sua opinione. :lol:
    Non c'è bisogno di diventare dei Thanos e cercare forzatamente di bilanciare le cose. :nono:
    Se è solo questo il tuo input, piuttosto preferirei che mi dicessi cosa ti piace di preciso di King invece di un "mi piace King" perchè davanti a quello non ho niente da dire...
    Per carità, puoi farlo eh, ma non c'è molto da discutere al riguardo, semplicemente prendo nota che ti piace King...come Bendis e Rosenberg e tanti altri... :P
    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Offline Gon Freecs

    • Batman Inc.
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5622
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #429 il: 22 Aprile 2019, 08:08:07 »
  • C'è anche chi è soddisfatto di King, eh.
    Sennò sembra che tutti lo "odino".
    Per esempio, a me e ad altre persone con le quali ho il piacere di collaborare piace molto.
    Invitali ad iscriversi sul forum, sarebbe bello discuterne in compagnia,.ormai di King stiamo più a discutere degli.aspetti negativi della sua scrittura che di quelli positivi e sempre tra i soliti.

    Offline Arkin Torsen

    • Arkham Asylum
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14384
    • Mmmmmadness
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #430 il: 22 Aprile 2019, 10:03:43 »
  • Secondo me, invece, c’è anche il bisogno di riequilibrare. Il bello di un forum è offrire vari punti di vista, almeno a mio modo di vedere.

    Per quanto riguarda quello che mi piace di King, Bendis e Rosenberg, basta leggere i miei commenti alle loro storie per sapere cosa penso, cosa mi piace del loro stile, quali sono i loro pro e contro secondo me.
    La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #431 il: 22 Aprile 2019, 10:15:21 »
  • Secondo me, invece, c’è anche il bisogno di riequilibrare. Il bello di un forum è offrire vari punti di vista, almeno a mio modo di vedere.

    Per quanto riguarda quello che mi piace di King, Bendis e Rosenberg, basta leggere i miei commenti alle loro storie per sapere cosa penso, cosa mi piace del loro stile, quali sono i loro pro e contro secondo me.
    Capisco, quindi in realtà non hai niente di nuovo da aggiungere alla discussione se non quello, è come se avessi...non so, quotato il post di un altro utente, avevo capito male io. :up:

    Poi non so come potrebbe apparire ad altri, ma io di fatto non "odio" King eh...
    Infatti era piacevole parlarne con l'utente Cosmonauta al riguardo, scambiare le nostre opinioni su King e Snyder, le differenze fra il loro storytelling ecc...
    Entrambi hanno i loro minus/plus points. :zuzu:
    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Offline Arkin Torsen

    • Arkham Asylum
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 14384
    • Mmmmmadness
    Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #432 il: 22 Aprile 2019, 10:27:01 »
  • E hai capito diversamente comunque :)
    Ho semplicemente esposto un altro punto di vista. Ho virgolettato la parola “odio” apposta, era per fare prima.

    Non sempre viene aggiunto qualcosa alla discussione, anche in post di km. Spesso si reiterano concetti già espressi mille volte. Quindi temo che mi ripeterò.

    Comunque, ci provo, vediamo cosa viene fuori:)

    King: per prima cosa posso dire che nei Comics cerco emozioni, mentre magari in altri fumetti (italiani, BD, manga, indie) cerco altro: il disegno, la sceneggiatura particolare, il percorso del personaggio, il paesaggio...
    E King queste emozioni riesce a regalarmele anche nei numeri che ad alcuni possono apparire come dei filler. Per cui una pagina scritta come Dio comanda può a mio dire valere più di 19 scritte così così. Di bello, sempre secondo me, King ha che alle emozioni unisce una grande tecnica “registica”. Parte da un particolare (un po’ come Percy) e scava dilatando e restringendo il campo in continuazione. Poi gioca bene con il ritmo, rallentando e accelerando all’improvviso. Mette il personaggio al centro, la sua parte umana soprattutto, e da lì costruisce la trama. E non viceversa. Ha il grosso difetto di usare la PROPRIA voce per far parlare TUTTI i personaggi, ma usa la tecnica anaforica che comunque mi piace. È uno stile che strizza l’occhio alla poesia, non per niente spesso cita Keats nelle sue linee di scrittura. È uno stile che mi piace. Così come mi piace l’impostazione di griglia su 9 vignette, lo schema particolare che ha creato in Sheriff of Babylon e altre soluzioni come quelle in cui mette a confronto la vita di Batman e di Bane in uno dei primi archi narrativi.

    Se può andar bene così, magari più avanti ci provo per Bendis, Rosenberg e Snyder :)
    « Ultima modifica: 22 Aprile 2019, 10:35:18 da Arkin Torsen »
    La miglior vendetta è vivere bene, e stronzate del genere

    Offline Man of Steel

    • Kryptoniani
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 25592
    • Never Lose Hope!
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #433 il: 22 Aprile 2019, 10:47:52 »
  • Ecco, non concordo su tutto, tipo la parte inerente al ritmo di una storia o i 9 panel grids (per me è diventato solo un gimmick per lui), ma ORA si può definire una discussione, e trovo sia più stimolante di un "mi piace tizio o caio". :sisi:
    I Know No King But The King In The North, Whose Name Is Stark!
    I Don't Care If He's A Bastard. Ned Stark's Blood Runs Through His Veins.
    He's My King, From This Day, Until His Last Day!

    He Is The White Wolf.
    The King In The North!

    Online Cosmonauta

    • Batman Inc.
    • *
    • Nerd geneticamente modificato
    • Post: 3812
    • Gotham City
    Re:Batman (USA) di Tom King 2.0
    « Risposta #434 il: 22 Aprile 2019, 10:50:59 »
  • La Corte dei Gufi stessa nella seconda parte già calava molto anche lei (intendo La Notte dei Gufi) ed il finale l'ho trovato molto deludente, infatti della gestione New 52 il mio arco preferito è Morte della Famiglia, dove anch'esso per molti il finale è stato deludente, mentre io l'ho gradito molto.

    Di King a me piace come dissi ieri, che nella sua run vedo comunque una storia portante che viene appunto, portava avanti, poi forse ogni tanto molto lentamente o che mette alcuni spunti in capitoli che sembravano fino ad allora inutile, ma il tutto quando si arriva al dunque, di solito regala più enfasi. Poi mi ha rispolverato Catwoman renendola di nuovo importante e centrale nelle vicende di Batman, ed io adoro tantissimo Catwoman con Batman. Poi riesce ad essere gradevole anche senza aver bisogno di metterci troppi combattimenti o di usare Gotham City a fuoco e fiamme.

    Di Snyder ad esempio non mi piace questo schema. Nemico (metà o più delle volte Joker), Batman in estrema difficoltà, Gotham City a fuoco e fiamme, nemico battuto. Così praticamente per ogni suo arco narrativo ad eccezione di Morte della Famiglia, il tutto sembrando slegati l'uno dall'altro, mentre la run di King è più corale. Per me comunque la quindicinalità oltre a pesare all'autore e alle run, pesa anche sul lettore, un capitolo al mese è sempre migliore, fa riflettere e ricordare maggiormente determinati eventi e certe situazioni.


    Oh mio Dio! Il futuro! I miei genitori, tutti i miei conoscenti, la mia ragazza... perduti, perduti per sempre! Yahoo!