Autore Topic: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp  (Letto 22744 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Det. Bullock

  • Arkham Asylum
  • *
  • Concubina di Geoff Johns
  • Post: 7087
  • Madman with a Box
Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
« Risposta #45 il: 18 Settembre 2009, 01:44:39 »
  • Quelli a cui non piace Sandman hanno la precedenza.  :sisi:
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison
    "People assume  that time is a strict progression of cause to effect,  but *actually*  from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more  like a big ball  of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

    Offline Akanith Wan

    • X-Men
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7563
    • Homo Sapiens Superior
      • Deliri Trasversali
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #46 il: 18 Settembre 2009, 15:26:33 »
  • Quelli a cui non piace Sandman hanno la precedenza.  :sisi:

    Mi hai chiamato?  :asd:
    "La barbarie è lo stato naturale dell'umanità", disse l'uomo della frontiera guardando ancora seriamente il cimmero. "La civiltà è innaturale. È un capriccio delle circostanze. E la barbarie, alla fine, deve sempre trionfare." da Oltre il Fiume Nero di Robert Ervin Howard

    "Crom, una spada ed un nemico su cui abbatterla, non ti chiedo nient'altro!" - Conan il Cimmero

    Ciò che non mi uccide mi rende più forte! - Friedrich Nietzsche

    La mente intelligente è una mente CURIOSA: non è soddisfatta delle spiegazioni né dalle conclusioni, e non si abbandona alla fede, perché anche la fede è una forma di conclusione. - Bruce Lee

    Provo una pena immensa per quei poveri mentecatti confinati in quella prigione euclidea che è la sanità mentale.

    Tutto mi modifica ma niente mi cambia. - Salvador Dalì

    Accetto tutto, a patto di avere una scure ben affilata! - AKA

    Come ci si può divertire in una festa dove le birre sono calde e le donne sono fredde? - Groucho Marx

    Dove l'intelligenza fallisce, la forza bruta trionfa, e viceversa!

    Cosa può cambiare la natura di un uomo? - Domanda ricorrente nel videogioco di ruolo Planescape: Torment

    Offline Selina Kyle

    • Arkham Asylum
    • *
    • Sociopatico compulsivo da tastiera
    • Post: 22546
    • Biancaneve chi?
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #47 il: 19 Settembre 2009, 15:45:06 »
  • Lo sto finendo. Due considerazioni veloci:

    - è bellissimo!
    - gli autori di oggi (mi vengono in mente Ennis e Millar, ma vale per tutti) attingono da Frank Miller a piene mani, sempre.  :D


    Una mela al giorno...

    Offline Murnau

    • Moderatore
    • *
    • King Nerd
    • Post: 31370
    • Benvenuti tra i rifiuti, non vi cacceremo via.
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #48 il: 19 Settembre 2009, 16:03:00 »
  • - anche di più!  :batman:
    - l'ho sempre detto.  :sisi:
    Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




    Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                       La notte, 1961

    Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                        Il cielo sopra Berlino, 1987

    Offline Matches Malone

    • Batman Inc.
    • *
    • Spamma di meno, per la miseria!
    • Post: 12973
    • Imagination is the 5th dimension.
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #49 il: 19 Settembre 2009, 16:04:02 »
  •  :cry:

    Green Lantern

    • Visitatore
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #50 il: 19 Settembre 2009, 17:21:50 »
  • l'ho trovato oggi, in settimana mi fiondo a prenderlo :asd:

    Spoiler  :
    sperando nno me lo fottano prima  :ph34r:

    Offline Akanith Wan

    • X-Men
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7563
    • Homo Sapiens Superior
      • Deliri Trasversali
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #51 il: 20 Settembre 2009, 10:35:23 »
  • l'ho trovato oggi, in settimana mi fiondo a prenderlo :asd:

    Spoiler  :
    sperando nno me lo fottano prima  :ph34r:


    Non fartelo fottere! :rulezza:
    "La barbarie è lo stato naturale dell'umanità", disse l'uomo della frontiera guardando ancora seriamente il cimmero. "La civiltà è innaturale. È un capriccio delle circostanze. E la barbarie, alla fine, deve sempre trionfare." da Oltre il Fiume Nero di Robert Ervin Howard

    "Crom, una spada ed un nemico su cui abbatterla, non ti chiedo nient'altro!" - Conan il Cimmero

    Ciò che non mi uccide mi rende più forte! - Friedrich Nietzsche

    La mente intelligente è una mente CURIOSA: non è soddisfatta delle spiegazioni né dalle conclusioni, e non si abbandona alla fede, perché anche la fede è una forma di conclusione. - Bruce Lee

    Provo una pena immensa per quei poveri mentecatti confinati in quella prigione euclidea che è la sanità mentale.

    Tutto mi modifica ma niente mi cambia. - Salvador Dalì

    Accetto tutto, a patto di avere una scure ben affilata! - AKA

    Come ci si può divertire in una festa dove le birre sono calde e le donne sono fredde? - Groucho Marx

    Dove l'intelligenza fallisce, la forza bruta trionfa, e viceversa!

    Cosa può cambiare la natura di un uomo? - Domanda ricorrente nel videogioco di ruolo Planescape: Torment

    Green Lantern

    • Visitatore
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #52 il: 25 Settembre 2009, 20:30:57 »
  • letto finalmente. una storia bellissima, disegni superbi e tanto, tanto miller  :w00t:

    Offline Ned Ellis

    • Vertigo
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4953
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #53 il: 03 Ottobre 2009, 19:46:39 »
  • Comprato ieri il volume "Dark Side"
    A primo impatto la storia non mi prende granchè, ma ho letto solo una ventina di pagine, quindi potrei cambiare idea  ^_^
    Pensavo di leggere una storia di Frank Miller, invece di suo c'è solo il soggetto. La sceneggiatura è un'altra cosa  :asd: Vedremo
    Molto i belli i disegni

    Visto che siamo in argomento, chi è (o chi è stato) il disegnatore più veloce? Io so che Jack Kirby era un fulmine, raramente ripassava su una stessa illustrazione.


    Ho letto che Bagley è velocissimo :sisi:

    beh, non so conosci il nome Carlos Gomez
    2 tavole al giorno, 12 a settimana e domenica riposo. Dago esce su Lanciostory in tempo reale SETTIMANALMENTE grazie a lui
    La qualità dei disegni è eccezionale

    Nel 2006 sono andato a Lucca apposta per lui.
    ho anche un bel quadretto con un suo bellissimo Dago che conservo come una reliquia... :rolleyes:

    Sette anni fa abbiamo stipulato un trattato con l'uomo bianco. Ci ha promesso che la terra dei bufali sarebbe stata nostra per sempre. Adesso minacciano di prenderci anche quella. Dovremmo cedere, fratelli? O invece dire loro: "Dovrai uccidermi prima di impossessarti del mio paese".

    Vendo sul forum
    http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(vt)-vendo-berserk-batman-nuova-serie/new/#new

    Offline Murnau

    • Moderatore
    • *
    • King Nerd
    • Post: 31370
    • Benvenuti tra i rifiuti, non vi cacceremo via.
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #54 il: 03 Ottobre 2009, 20:02:06 »
  • Pensavo di leggere una storia di Frank Miller, invece di suo c'è solo il soggetto. La sceneggiatura è un'altra cosa  :asd:

    Non proprio. La sceneggiatura è di Frank Miller, solo che si trattava di una sceneggiatura cinematografica, lunga 400 pagine e piena zeppa di descrizioni e dettagli (oltre che di dialoghi), come se avesse dovuto poi usarla un disegnatore per farci un fumetto, piuttosto che un regista per farci un film. Alla fine Steven Grant ha fatto ben poco, giusto una sistematina alla forma per rendere lo script definitivamente fumettistico. Inoltre Miller ha seguito da vicino il fumetto, tant'è che le cover sono sue.

    Insomma: se alla fine non ti piace prenditela con Miller, perché Grant ha fatto davvero pochino.  :sisi:
    « Ultima modifica: 03 Ottobre 2009, 20:04:24 da Hush/Tommy Elliot »
    Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




    Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                       La notte, 1961

    Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                        Il cielo sopra Berlino, 1987

    Offline Akanith Wan

    • X-Men
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7563
    • Homo Sapiens Superior
      • Deliri Trasversali
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #55 il: 04 Ottobre 2009, 01:04:07 »

  • beh, non so conosci il nome Carlos Gomez
    2 tavole al giorno, 12 a settimana e domenica riposo. Dago esce su Lanciostory in tempo reale SETTIMANALMENTE grazie a lui
    La qualità dei disegni è eccezionale

    Nel 2006 sono andato a Lucca apposta per lui.
    ho anche un bel quadretto con un suo bellissimo Dago che conservo come una reliquia... :rolleyes:




    Gli argentini e gli ispanici sono dei mostri nel disegno, è un fatto risaputo! :rulezza:
    "La barbarie è lo stato naturale dell'umanità", disse l'uomo della frontiera guardando ancora seriamente il cimmero. "La civiltà è innaturale. È un capriccio delle circostanze. E la barbarie, alla fine, deve sempre trionfare." da Oltre il Fiume Nero di Robert Ervin Howard

    "Crom, una spada ed un nemico su cui abbatterla, non ti chiedo nient'altro!" - Conan il Cimmero

    Ciò che non mi uccide mi rende più forte! - Friedrich Nietzsche

    La mente intelligente è una mente CURIOSA: non è soddisfatta delle spiegazioni né dalle conclusioni, e non si abbandona alla fede, perché anche la fede è una forma di conclusione. - Bruce Lee

    Provo una pena immensa per quei poveri mentecatti confinati in quella prigione euclidea che è la sanità mentale.

    Tutto mi modifica ma niente mi cambia. - Salvador Dalì

    Accetto tutto, a patto di avere una scure ben affilata! - AKA

    Come ci si può divertire in una festa dove le birre sono calde e le donne sono fredde? - Groucho Marx

    Dove l'intelligenza fallisce, la forza bruta trionfa, e viceversa!

    Cosa può cambiare la natura di un uomo? - Domanda ricorrente nel videogioco di ruolo Planescape: Torment

    Offline Ned Ellis

    • Vertigo
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 4953
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #56 il: 07 Ottobre 2009, 16:13:59 »
  • Ho continuato a leggere, ho superato la metà, ma la storia non mi ha preso.

    -I personaggi sono delle macchiette, non solo non hanno caratterizzazione ma sembrano tutti uguali

    -Robocop. La storia dovrebbe essere basata sul rapporto interiore "uomo-robot" e sul rapporto "uomorobot-società", ma a quanto pare si preferisce fargli fare scazzottate e risse piuttosto che approfondire determinati discorsi. Per la cronaca: io da piccolo avevo visto e mi ero commosso davanti al film di Robocop. Lì oltre alle azioni di polizia, scazzottatte, pallottole e sangue veniva trattato proprio da vicino come un uomo o uomo-macchina si trovava ad affrontare determinati argomenti o come si doveva rapportare con la società. Beh per quanto ero ragazzino (10 anni?) ero riuscito a cogliere questa "Finezza", cosa che invece non sono proprio riuscito a trovare in questa storia, dove l'argomento viene sì accennato ma trattato a mio modo veramente male. Zero emozioni trasmesse.

    -Disegni. Belli ma non puliti. Sicuramente è la parte migliore della storia, perchè ripeto Miller o non Miller questa storia non mi ha trasmesso niente (e dire che ho pagato il volume 10€ e l'ho iniziato con tutte le migliori intenzioni, avendo letto sia tutti i commenti positivi sul forum e convinto di trovare molto del pulp di Sin City)
    Sette anni fa abbiamo stipulato un trattato con l'uomo bianco. Ci ha promesso che la terra dei bufali sarebbe stata nostra per sempre. Adesso minacciano di prenderci anche quella. Dovremmo cedere, fratelli? O invece dire loro: "Dovrai uccidermi prima di impossessarti del mio paese".

    Vendo sul forum
    http://www.dcleaguers.it/forum/mercatino/(vt)-vendo-berserk-batman-nuova-serie/new/#new

    Green Lantern

    • Visitatore
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #57 il: 07 Ottobre 2009, 17:05:20 »
  • una domanda: di preciso quali sono gli elementi (pochi) ripresi nel secondo film dal fumetto? io ricordo solo
    Spoiler  :
    il robocop due creato dal cervello di un pazzo
    , sbaglio?

    Offline Murnau

    • Moderatore
    • *
    • King Nerd
    • Post: 31370
    • Benvenuti tra i rifiuti, non vi cacceremo via.
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #58 il: 07 Ottobre 2009, 17:06:36 »
  • C'è anche la scienziata che crea di secondo Robocop, ma si vede pochissimo. Per il resto, ci saranno al massimo un paio di dialoghi.
    Vendo vari Alan Moore, Grant Morrison, Frank Miller




    Tu non sai che cosa voglia dire sentirli tutti addosso, gli anni, e non capirli più.
                                                                                                                                       La notte, 1961

    Non c'è storia più grande della nostra, quella mia e tua. Quella dell'Uomo e della Donna.
                                                                                                                                        Il cielo sopra Berlino, 1987

    Offline Guardiano della Notte

    • Arkham Asylum
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 15831
    Re: Robocop - di Frank Miller e Juan José Ryp
    « Risposta #59 il: 28 Gennaio 2010, 13:28:23 »
  • Ho continuato a leggere, ho superato la metà, ma la storia non mi ha preso.

    -I personaggi sono delle macchiette, non solo non hanno caratterizzazione ma sembrano tutti uguali

    -Robocop. La storia dovrebbe essere basata sul rapporto interiore "uomo-robot" e sul rapporto "uomorobot-società", ma a quanto pare si preferisce fargli fare scazzottate e risse piuttosto che approfondire determinati discorsi. Per la cronaca: io da piccolo avevo visto e mi ero commosso davanti al film di Robocop. Lì oltre alle azioni di polizia, scazzottatte, pallottole e sangue veniva trattato proprio da vicino come un uomo o uomo-macchina si trovava ad affrontare determinati argomenti o come si doveva rapportare con la società. Beh per quanto ero ragazzino (10 anni?) ero riuscito a cogliere questa "Finezza", cosa che invece non sono proprio riuscito a trovare in questa storia, dove l'argomento viene sì accennato ma trattato a mio modo veramente male. Zero emozioni trasmesse.

    -Disegni. Belli ma non puliti. Sicuramente è la parte migliore della storia, perchè ripeto Miller o non Miller questa storia non mi ha trasmesso niente (e dire che ho pagato il volume 10€ e l'ho iniziato con tutte le migliori intenzioni, avendo letto sia tutti i commenti positivi sul forum e convinto di trovare molto del pulp di Sin City)

    scusa se ti rispondo solo ora, ma ho letto ilo tuo post pochi minuti fa.
    Non sono per nulla d'accordo. In questo Robocop c'è TUTTO Miller.
    Il sistema buonista che cerca di lobotomizzarti con i suoi clichè, le sue regole, il suo politically correct. La dottoressa che cerca di creare la nuova personalità "perfetta" in Robocop richiama gli esperimenti di Bad Boy ma anche le tv e i talk show di TDK.
    E la reazione di Robocop è meravigliosa. Solo quando è resettato, scevro da ogni legge e regola convenzionale può creare se stesso, la sua regola, il suo percorso. Proprio come Batman che, fuori da ogni legge e regola e per questo odiato dalla società civile, ha la sua personale via guerriera da seguire. E non è affatto un "faccio come mi pare" semplicistico e jovanottiano. Il Robocop di Miller, così come il suo Batman, seguono sì la legge autoimposta che hanno potuto fondare superando se stessi, ma proprio perché si sono superati possono seguire una via e una legge che si può definire "superiore": non a caso entrambi diventano guida ed esempio: Robocop per gli abitanti dei margini, che non trovano spazio nello schema metropolitano e Batman per i ragazzi che tanta voglia avevano di ribellarsi e cambiare il mondo ma che, non avento una centralità, una guida ed un esempio, si erano trasformati in teppisti da strada.
    Per me quindi dire che Robocop è solo una sequela splatter di scontri, sparatorie e risse è uno sminuire acriticamente quello che secondo me è uno dei lavori più riusciti di Frank
    Il Sole dell'Impero, il romanzo ucronico dieselpunk
    del vostro amato utente Guardiano della Notte
    Topic della discussione del romanzo: Il Sole dell'Impero