Autore Topic: Ragnarok - di Walter Simonson  (Letto 5786 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline LoBoFyah

  • ***
  • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
  • Post: 1260
    • LoBo Fyah Selecta - Reggae & Dancehall Vibes
Re:Ragnarok - di Walter Simonson
« Risposta #45 il: 07 Dicembre 2018, 10:12:22 »
  • bello bello. attendo il seguito sperando di non dover aspettare troppo

    Online Heimdall

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 158
    • In ogni leggenda c'è un briciolo di verità
    Re:Ragnarok - di Walter Simonson
    « Risposta #46 il: 23 Maggio 2020, 20:21:35 »
  • Acquistata e letta questa edizione Deluxe della Cosmo (firmata in prima di copertina da Simonson  :sisi:).
    Inizio col dire che l'edizione, proprio dal punto di vista materiale, merita alla grande.
    Tavole grandi, lettering molto buono, articoli introduttivi e sketch artist finale.
    La storia racchiude tutto ciò che cerca colui che ama le leggende nordiche : tradizioni, coraggio, epicita'.
    Ma questa opera scava ancora più a fondo ed aggiunge un elemento "nuovo", importante : per chi conosce le leggende e le tradizioni nordiche è palese la forza, la caparbietà con cui i norreni credevano, seguivano e veneravano i propri dei.
    Qui invece viene raccontata la vita sulla terra molto tempo dopo il Ragnarok che ha posto fine al mondo degli dei. E la profondità della trama si misura proprio nella desolazione, nello sconforto, nella ormai consolidata sfiducia del popolo privo dei propri idoli. Cosa quasi impensabile per persone che sacrificavano con gioia addirittura la propria vita e quella dei loro cari agli dei.
    I personaggi sono tutti ben inseriti nella trama, raccontati e delineati perfettamente facendoli sembrare parte di un racconto conosciuto dal lettore da sempre.
    La parte grafica è da brividi !
    I disegni sono di una chiarezza, di uno stile magnifico. E la colorazione arricchisce il tutto in modo paradisiaco.
    Unico difetto è... l'assenza di un finale.
    Ma non è una mancanza del volume in oggetto. All'inizio, proprio in un articolo a firma di Simonson, l'autore stesso rivendica il bisogno di continuare a narrare fatti che gli stanno a cuore.
    Si spera solo che, come per questo primo blocco, non debbano passare altri 15 anni per poterlo vedere finito....


    Non è una brutta cosa rendersi conto che non si hanno tutte le risposte. Poi cominci a fare le domande giuste....