Autore Topic: Grass Kings - di Matt Kindt  (Letto 1926 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Mordecai Wayne

  • B.P.R.D.
  • *
  • King Nerd
  • Post: 42813
Re:Grass Kings - di Matt Kindt
« Risposta #15 il: 20 Febbraio 2020, 14:47:37 »


  • GRASS KINGS - LA TRILOGIA

    di Matt Kindt e Jenkins Tyler
    brossurato, cm 19,5x26, pp 448, Col., Mondadori Oscar Ink, € 30

    Il Regno della Prateria è una strana, inquietante enclave della profonda provincia rurale americana: all’apparenza si tratta semplicemente di uno squallido campo caravan sulla riva di un lago nei pressi di Cargill City. Qualcuno dice che ci abiti un serial killer. Ma in realtà è una sorta di terra promessa per ogni specie di disperati e derelitti. E soprattutto è il regno dei tre Grass Kings, i re della Prateria, tre fratelli in lotta da tempo con le istituzioni locali e soprattutto con lo sceriffo di Cargill, Humbert. Il più anziano è Bruce: ex sceriffo della città di Raven, passa le giornate a pattugliare il Regno, ne è diventato la polizia non ufficiale. Robert, suo fratello minore, è il vero sovrano, ma è anche il più solo e infelice: qualche anno prima la figlia Rose è scomparsa nei pressi del lago, e di lì a poco anche della moglie si è persa ogni traccia. Infine c’è Ashur, il fratello più giovane, appena un ragazzo.

    E poi c’è Maria: è emersa un giorno dal lago, davanti alla porta di Robert, in cerca di rifugio. Lui l’ha accolta, l’ha accudita fino a che Maria non ha recuperato le forze, nell’illusione che quella giovane donna misteriosa possa essere la figlia perduta. Ma forse la sua decisione porterà alla rovina quel misero regno.
    Van Helsing: A moment ago, I stumbled upon a most amazing phenomena. Something so incredible, I mistrust my own judgement.
    Look!


    Offline DavidStrange

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 440
    Re:Grass Kings - di Matt Kindt
    « Risposta #16 il: 03 Marzo 2020, 17:53:00 »
  • Letto il volume e mi è piaciuto molto. A tratti mi ha ricordato Scalped (con i flashback che raccontano il passato dei vari personaggi) e i disegni ad acquerello sono incredibili. Consigliato.

    Online Mordecai Wayne

    • B.P.R.D.
    • *
    • King Nerd
    • Post: 42813
    Re:Grass Kings - di Matt Kindt
    « Risposta #17 il: 29 Marzo 2020, 14:50:21 »
  • Letto e anche a me la storia è piaciuta. Più che per l'indagine che volge sul serial killer, che ad onor del vero il colpevole appare piuttosto scontato, mi sono piaciute le storie e i segreti inconfessabili che circondano i personaggi che animano Il regno della prateria, uno stato fuori dallo stato che ha regole sue che perlopiù vertono su di una tolleranza comune. Dall'esterno però gli abitanti della vicina Cargill sono però una costante spina nel fianco dei suoi abitanti, soprattutto nelle vesti dello sceriffo Humbert, anch'esso alle prese con dei segreti personali piuttosto oscuri. La vicenda prende avvio lentamente sino ad arrivare al deflagrante finale dove vi sarà un generale regolamento di conti lasciati in sospeso da fin troppo tempo.
    Non tutto però verrà chiarito all'ultima pagina, mi riferisco in particolar modo
    Spoiler  :
    al destino di Rose, la figlia di Re Robert, il cui destino rimarrà per sempre avvolto nel mistero
    e che rende il finale ancora più intenso.
    La storia nella sua totalità si rivela molto scorrevole, senza momenti che appesantiscono la lettura, e questo malgrado la notevole mole di pagine.
    I disegni di Jenkins, colorati ad acquerello, ben si sposano con il tipo di storia, quasi da graphic novel. Devo dire che Jenkins ha evoluto di parecchio il suo tratto rispetto a quanto visto su Peter Panzerfaust (chissà se Panini ci farà mai la grazia di finire la pubblicazione di quella serie?).
    Il volume Mondadori è davvero ottimo, ben fatto e resistene, piacevole da tenere in mano e bello da vedere riposto in libreria.
    A chi piace Kindt è una lettura obbligatoria, a tutti gli altri altamente consigliata soprattutto se piaccono queste storie dove i protagnisti sono i classici redneck delle campagne rurali americane.

    Voto: 8.5
    Van Helsing: A moment ago, I stumbled upon a most amazing phenomena. Something so incredible, I mistrust my own judgement.
    Look!