• 16 Aprile 2014, 23:53:02

Autore Topic: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC  (Letto 7164 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Clark Kent

  • Kryptoniani
  • *
  • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
  • Post: 19927
  • Porta i tuoi bla bla bla da un blablaologo.
Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
« Risposta #15 il: 27 Ottobre 2009, 11:58:01 »
  • beh sono storie molto particolari. wonder woman è davvero l'anello che congiunge l'eroe epico greco con l'eroe della letteratura fumettistica di oggi. allora avevano ercole, oggi abbiamo superman. e wonder woman ci sta in mezzo perchè è amazzone ed è anche wonderwoman. è un personaggio che infatti non risuona come un classico super-eroe (eroina nel suo caso) alla superman. e direi che è giusto così.

    per quanto riguarda i disegni....beh posso capire nemesis. se non incontrano il suo gusto è ovvio che il piacere di questi disegni risulta un po' monco. io ad esempio nel tempo ho cominciato ad amare disegnatori che un tempo non avrei voluto vedere neanche per sbaglio. quindi magari un giorno adorerai perez.
    però perez, qui come sui teen titans (aaaah la sua wondergirl  :wub: che bellezza) deve piacere all'origine, perchè ha un tratto classico, rotondo, e molto molto equilibrato. quindi magari può non piacere a chi preferisce un tratto più schizzato, o più cinico, o più particolare nelle anatomie. quindi ci sta.

    certo che ad esempio io adoro il suo modo di disegnare i capelli di wonderwoman! sono stupendi! a volte li disegna così bene, che penso che siano veri e mi aspetto anche tipo che debbano profumare.

    però è ovvio che molto del tratto di un disegnatore sia alla fine soggettivo.










    ma la sua donna troy  :wub: :wub: :wub:

    "Mi spiace Bruce ma hai ragione. Stiloso, spocchioso, minaccioso. Tutte quelle cose. Non sono io. E pensavo che nemmeno tu lo fossi. Sì mi ero infastidito quando il giornale ci aveva definiti bambini. Ma fermare quel tipo che rapinava la nonnina non era solo una cosa da ragazzi grandi. Era una cosa da adulti. Ed è quello ciò che conta: fare le cose che fanno crescere. O almeno è ciò che conta per me. E pensavo fosse ciò che importava anche a te. Ma a quanto pare non è così. Sembra che ora tu sia più preoccupato di ciò che pensano le altre persone. Persone come loro, di cui non mi importa. In fondo, non sono nient'altro che bulli, burloni, ladri, manipolatori, fanatici, narcisisti e pagliacci. E più provi a cambiare ciò che loro pensano di te, più diventerai proprio come loro. Quindi sì, sono stufo di questo. Puoi continuare a provare a cambiare le loro opinioni, ma io mi chiamo fuori. Ringrazia il sig. Pennyworth per aver fatto il costume, ma non fa per me. Onestamente spero non faccia neanche per te. Se doveste vedere il mio miglior amico Bruce in giro, ditegli  che ero passato a cercarlo."

    "Continuerò a coltivare la mia ingenuità: fa comunque meno danni del cinismo"

    Offline Nemesis

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 15
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #16 il: 27 Ottobre 2009, 13:14:38 »
  • Che Pèrez sia un grande disegnatore non lo metto in dubbio. Anzi: credo che fosse il più adatto per narrare le origini di questa eroina. :sisi:
    Dovete tener conto che io in genere, se i disegni non mi piacciono, non leggo i fumetti. Quindi il fatto che abbia letto questi volumi uno di seguito all'altro spiega bene che ho apprezzato Pèrez sia per le trame che per i disegni. L'unico neo è che, se mi chiedessero se è il mio preferito, direi di no ;)

    Lanterna Blu, hai scritto una cosa giustissima! "che infatti non risuona come un classico super-eroe": è proprio questo che mi piace di lei. :)

    Offline Clark Kent

    • Kryptoniani
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 19927
    • Porta i tuoi bla bla bla da un blablaologo.
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #17 il: 27 Ottobre 2009, 13:38:08 »
  • anche io faccio una fatica immensa a leggere un fumetto con disegni che non gradisco. quindi credimi se ti capisco :)

    "Mi spiace Bruce ma hai ragione. Stiloso, spocchioso, minaccioso. Tutte quelle cose. Non sono io. E pensavo che nemmeno tu lo fossi. Sì mi ero infastidito quando il giornale ci aveva definiti bambini. Ma fermare quel tipo che rapinava la nonnina non era solo una cosa da ragazzi grandi. Era una cosa da adulti. Ed è quello ciò che conta: fare le cose che fanno crescere. O almeno è ciò che conta per me. E pensavo fosse ciò che importava anche a te. Ma a quanto pare non è così. Sembra che ora tu sia più preoccupato di ciò che pensano le altre persone. Persone come loro, di cui non mi importa. In fondo, non sono nient'altro che bulli, burloni, ladri, manipolatori, fanatici, narcisisti e pagliacci. E più provi a cambiare ciò che loro pensano di te, più diventerai proprio come loro. Quindi sì, sono stufo di questo. Puoi continuare a provare a cambiare le loro opinioni, ma io mi chiamo fuori. Ringrazia il sig. Pennyworth per aver fatto il costume, ma non fa per me. Onestamente spero non faccia neanche per te. Se doveste vedere il mio miglior amico Bruce in giro, ditegli  che ero passato a cercarlo."

    "Continuerò a coltivare la mia ingenuità: fa comunque meno danni del cinismo"

    Offline Clark Kent

    • Kryptoniani
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 19927
    • Porta i tuoi bla bla bla da un blablaologo.
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #18 il: 27 Ottobre 2009, 13:39:43 »


  • Lanterna Blu, hai scritto una cosa giustissima! "che infatti non risuona come un classico super-eroe": è proprio questo che mi piace di lei. :)

    ed è bello così io credo. anche spaziare è bello. poi attraverso un eroe che risulta a metà, puoi amio parere magari col tempo digerire anche eroi alla superman o flash. un passo alla volta. i gusti giustamente devono adattarsi ai momenti, alle letture :)

    "Mi spiace Bruce ma hai ragione. Stiloso, spocchioso, minaccioso. Tutte quelle cose. Non sono io. E pensavo che nemmeno tu lo fossi. Sì mi ero infastidito quando il giornale ci aveva definiti bambini. Ma fermare quel tipo che rapinava la nonnina non era solo una cosa da ragazzi grandi. Era una cosa da adulti. Ed è quello ciò che conta: fare le cose che fanno crescere. O almeno è ciò che conta per me. E pensavo fosse ciò che importava anche a te. Ma a quanto pare non è così. Sembra che ora tu sia più preoccupato di ciò che pensano le altre persone. Persone come loro, di cui non mi importa. In fondo, non sono nient'altro che bulli, burloni, ladri, manipolatori, fanatici, narcisisti e pagliacci. E più provi a cambiare ciò che loro pensano di te, più diventerai proprio come loro. Quindi sì, sono stufo di questo. Puoi continuare a provare a cambiare le loro opinioni, ma io mi chiamo fuori. Ringrazia il sig. Pennyworth per aver fatto il costume, ma non fa per me. Onestamente spero non faccia neanche per te. Se doveste vedere il mio miglior amico Bruce in giro, ditegli  che ero passato a cercarlo."

    "Continuerò a coltivare la mia ingenuità: fa comunque meno danni del cinismo"

    Offline Occhi nella Notte

    • Batman Inc.
    • *
    • Concubina di Geoff Johns
    • Post: 7153
    • Batman Community - Since 31-08-2006 17:29
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #19 il: 27 Ottobre 2009, 15:02:53 »
  • Se i classici di Batman fossero stati così come questi  :rolleyes:


    Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

    Solo quando l'ultimo campo sara' sporcato,
    l'ultimo fiume inquinato,l'ultimo animale avvelenato e l'ultimo albero abbattuto
    che gli uomini capiranno che non possono mangiare i soldi.

    I Miei Articoli  http://www.dcleaguers.it/author/occhi-nella-notte
    Collezione Tavole Originali  http://www.comicartfans.com/GalleryDetail.asp?GCat=46736

    Offline Clark Kent

    • Kryptoniani
    • *
    • Aiutatemi! Ho 4 bambini, non lavoro e devo pagare l'adsl per spammare!
    • Post: 19927
    • Porta i tuoi bla bla bla da un blablaologo.
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #20 il: 27 Ottobre 2009, 15:50:50 »
  • in che senso?

    "Mi spiace Bruce ma hai ragione. Stiloso, spocchioso, minaccioso. Tutte quelle cose. Non sono io. E pensavo che nemmeno tu lo fossi. Sì mi ero infastidito quando il giornale ci aveva definiti bambini. Ma fermare quel tipo che rapinava la nonnina non era solo una cosa da ragazzi grandi. Era una cosa da adulti. Ed è quello ciò che conta: fare le cose che fanno crescere. O almeno è ciò che conta per me. E pensavo fosse ciò che importava anche a te. Ma a quanto pare non è così. Sembra che ora tu sia più preoccupato di ciò che pensano le altre persone. Persone come loro, di cui non mi importa. In fondo, non sono nient'altro che bulli, burloni, ladri, manipolatori, fanatici, narcisisti e pagliacci. E più provi a cambiare ciò che loro pensano di te, più diventerai proprio come loro. Quindi sì, sono stufo di questo. Puoi continuare a provare a cambiare le loro opinioni, ma io mi chiamo fuori. Ringrazia il sig. Pennyworth per aver fatto il costume, ma non fa per me. Onestamente spero non faccia neanche per te. Se doveste vedere il mio miglior amico Bruce in giro, ditegli  che ero passato a cercarlo."

    "Continuerò a coltivare la mia ingenuità: fa comunque meno danni del cinismo"

    Offline Det. Bullock

    • Arkham Asylum
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5285
    • Madman with a Box
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #21 il: 27 Ottobre 2009, 18:41:28 »
  • Intende a colori.
    @Occhi: Il fatto è che queste storie erano state già ristampate dalla DC in TP e quindi avevano gli impianti a colori restaurati, per i classici DC Batman, no.
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison

    "People assume  that time is a strict progression of cause to effect,  but *actually*  from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more  like a big ball  of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

    Offline loregreco69

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 84
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #22 il: 20 Maggio 2010, 18:19:17 »
  • Queste storie sono fantastiche, vi consiglio ad occhi chiusi l'acquisto.

    Non ho preso i 4 volumi Classici DC solo perchè ho già praticamente tutti gli episodi apparsi nel mensile della Play degli anni 90 JUSTICE LEAGUE.

    Offline marsmarismari

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 15
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #23 il: 22 Giugno 2010, 02:04:21 »
  • Ciao! sono nuova! Questi classici dc li ho letti pure io, tutti d'un fiato.. Perez mi ha fatto innamorare letteralmente di WW  :wub:

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • "La Vittoria Sta Nei Preparativi"
    • The Dark Nerd Returns
    • Post: 68447
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
      • Mercatino BATMAN e VARI
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #24 il: 22 Giugno 2010, 02:50:32 »
  • Ciao! sono nuova! Questi classici dc li ho letti pure io, tutti d'un fiato.. Perez mi ha fatto innamorare letteralmente di WW  :wub:

    Fantastici... peccato che si sono fermati al n 24  :cry:

    Dal 25 al 87 sono inediti  :(
    « Ultima modifica: 22 Giugno 2010, 02:56:22 da .:Azrael:. »
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori

    Vendo Batman e altro ---> Link Mercatino

    Offline marsmarismari

    • *
    • Legge a malapena il suo nome...
    • Post: 15
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #25 il: 22 Giugno 2010, 11:16:50 »
  • già.. e uffi... non li continuano. alla conferenza planeta a Lucca dell'anno scorso qualcuno aveva chiesto, e gli hanno risposto di no!  :cry:

    Offline Det. Bullock

    • Arkham Asylum
    • *
    • Cena romanticamente con DiDio
    • Post: 5285
    • Madman with a Box
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #26 il: 22 Giugno 2010, 11:44:01 »
  • già.. e uffi... non li continuano. alla conferenza planeta a Lucca dell'anno scorso qualcuno aveva chiesto, e gli hanno risposto di no!  :cry:
    Perché siccome non sono disegnati da Perez (solo scritti), ancora in Ammerega non li ristampano e se non li ristampano là non c'è niente da fare a meno di usare pagine prese con lo scanner dai vecchi fumetti che però sono decisamente orribili a vedersi.
    "I pity the poor shades confined to the euclidean prison that is sanity." - Grant Morrison

    "People assume  that time is a strict progression of cause to effect,  but *actually*  from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more  like a big ball  of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

    Online Azrael

    • Batman Inc.
    • *
    • "La Vittoria Sta Nei Preparativi"
    • The Dark Nerd Returns
    • Post: 68447
    • Moderatore Globale Dell'Ordine di Saint Dumas
      • Mercatino BATMAN e VARI
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #27 il: 22 Giugno 2010, 13:09:31 »
  • già.. e uffi... non li continuano. alla conferenza planeta a Lucca dell'anno scorso qualcuno aveva chiesto, e gli hanno risposto di no!  :cry:
    Perché siccome non sono disegnati da Perez (solo scritti), ancora in Ammerega non li ristampano e se non li ristampano là non c'è niente da fare a meno di usare pagine prese con lo scanner dai vecchi fumetti che però sono decisamente orribili a vedersi.

    A questo punto preferisco niente , odio le pagine scannarizzate e in bianco e nero sopratutto  :tsk:
    Fedele all'Ordine di Saint Dumas e al Pipistrello
    Combatteremo le idee con idee migliori

    Vendo Batman e altro ---> Link Mercatino

    Offline Gohan

    • Sinestro Corps
    • *
    • Occhialini appannati, gobbetta, sbava sui preview...
    • Post: 1472
    • "La libertà comincia dall'ironia" (Victor Hugo)
      • Fumetti made in Usa
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #28 il: 22 Giugno 2010, 13:52:03 »
  • già.. e uffi... non li continuano. alla conferenza planeta a Lucca dell'anno scorso qualcuno aveva chiesto, e gli hanno risposto di no!  :cry:
    Perché siccome non sono disegnati da Perez (solo scritti), ancora in Ammerega non li ristampano e se non li ristampano là non c'è niente da fare a meno di usare pagine prese con lo scanner dai vecchi fumetti che però sono decisamente orribili a vedersi.

    A questo punto preferisco niente , odio le pagine scannarizzate e in bianco e nero sopratutto  :tsk:
    Sul "piuttosto niente" non sono d'accordo, e questo in un'ottica generale e non legata al singolo caso specifico in discussione relaltivo a Wonder Woman.


    Un fumetto è composto dalla storia (testi e disegni), che potremmo definire la sua "essenza", a da aspetti tecnici (ovvero la "confezione") quali il formato, le dimensioni, il tipo di rilegatura e di carta adottata, la presenza o meno del colore, ecc...
    Come è naturale che sia esistono varie tipologie di lettori che tra loro hanno gusti, richieste, esigenze e preferenze diverse.
    A seconda della tipologia di lettore alla quale si appartiene l'importanza riservata alle caratteristiche "tecniche" dell'albo può differire in modo notevole (ad es. per alcuni lettori la mancanza del colore potrebbe influire in modo rilevante impedendo loro di godere appieno della storia, mentre altri lettori con sensibilità diverse potrebbero invece non vedere minimamente intaccato il loro piacere derivante dalla lettura della storia nonostante la mancanza in questione).

    A mio avviso una pubblicazione è SEMPRE e COMUNQUE preferibile a una non pubblicazione.

    Poniamo che ci siano due lettori, uno che ha esigenze che per semplificare definiamo "elevate" (lettore A) e un altro che ha "standard minimi" più bassi (lettore B).
    La casa editrice X ha intenzione di pubblicare un volume che potenzialmente interesserebbe ad entrambi, ma a causa di problemi di natura tecnica la pubblicazione è possibile solo in b\n e ricorrendo a scansionature.
    IPOTESI n.1: il volume non viene pubblicato. Dal punto di vista della soddisfazione personale il lettore A è contento mentre il lettore B no.
    IPOTESI n.2: il volume viene pubblicato. Per il lettore A rispetto alla non pubblicazione non cambia nulla (non lo compra e quindi è nella stessa identica situazione, non ha la storia), mentre per il lettore B, che ha esigenze diverse e per cui le scansionature o il b\n non sono elementi che egli considera fondamentali quando valuta se acquistare o meno un fumetto, la situazione cambia parecchio, dal momento che ora può possedere quella storia e provare piacere, soddisfazione e divertimento nel leggerla.


    Il fatto che una storia venga proposta oggi con determinate caratteristiche significa forse che questo implichi automaticamente che in futuro non potrà venire pubblicata in una confezione differente "condannando" così per sempre il lettore più esigente?
    Assolutamente no!
    Ci sono innumerevoli esempi di storie o cicli di storie ristampati più e più volte nelle forme più disparate.


    Circa dodici anni fa la Play Press pubblicò in cinque volumi le storie di Batman disegnate da Neal Adams.
    Quei volumi, a causa dell'irreperibilità delle pellicole, erano in b\n (oltre che nel classico formato comic book).
    Io li ho presi ugualmente e mi sono goduto quelle storie con estremo piacere.
    Non metto in dubbio che per altri lettori diversi da me l'assenza del colore fosse invece un grave handicap, ma se la Play Press non avesse pubblicato quei volumi io (e con me molti altri) non avremmo potuto godere della loro lettura.
    Quella pubblicazione ha pregiudicato per sempre ai lettori più esigenti la possibilità di vedere quelle storie in un'altra veste più consona alle loro preferenze?
    No, perchè dopo che la DC Comics le ha ricolorate digitalmente quelle storie sono state pubblicate in formato Absolute e a colori dalla Planeta.


    Ecco perchè da appassionato del fumetto ritengo che sia sempre bene che una cosa sia pubblicata rispetto all'ipotesi che non lo sia.
    I gusti e le preferenze personali sono leggittimi e insindacabili, ma la pubblicazione consente una possibilità di scelta (compro/non compro), la non pubblicazione no; perchè da appassionato del fumetto dovrei preferire una logica "restrittiva" ad una logica "estensiva"?
    « Ultima modifica: 22 Giugno 2010, 16:57:36 da Gohan »
    "Prima usavamo santificare i nostri eroi. L'orientamento moderno è quello di volgarizzarli.
    Edizioni economiche di grandi libri possono essere deliziose, ma edizioni economiche di grandi uomini sono assolutamente detestabili."

    (Oscar Wilde)



    Offline rplant

    • **
    • Sveglio, ma si impegna poco
    • Post: 924
    Re: Wonder Woman di George Pérez - Classici DC
    « Risposta #29 il: 22 Giugno 2010, 15:36:43 »
  • Però i TP di Adams pubblicati dalla Play non erano scansionati, semplicemente le pellicole disponibili ai tempi erano in bianco e nero. Pubblicare materiale scansionato non è onesto e professionale, a meno che sulla copertina venga scritto a caratteri ben visibili "CONTIENE MATERIALE SCANSIONATO". In questo modo chi acquista online, o non sfoglia l'albo prima dell'acquisto, non può cadere in errore. Questo per quanto riguarda gli standard di oggi (siamo nel 2010 dopotutto). In passato è anche accaduto che serie in corso avessero un paio di episodi scansionati a causa delle pellicole non pervenute (mi vengono in mente i primi episodi di Stormwatch sul mensile Image della StarComics), ma erano altri tempi, Internet o la conoscenza dell'Inglese non erano poi così diffusi, un po' tutti eravamo abituati a standad più bassi, oggi tutto ciò non sarebbe più accettabile.

    Poi per come la vedo io (ma evidentemente questo è solo un mio problema) il fumetto americano, specialmente quello supereroistico, ha una tradizione relativa alla qualità della stampa e alla presenza del colore che va rispettata (come è sempre stato anche in Italia a parte rarissime eccezioni), altrimenti esistono altri tipi di fumetti o il boomdotto.

    Appoggio iniziative come quella che la Panini fece con i primi numeri del Punisher di Ennis (stampato sia in edizione normale a colori, che successivamente in edizione economica in bianco e nero), ma in questo caso non si trattava di scansioni e poi c'era la possibilità di scelta. Stampare materiale inedito scansionato è secondo me una mancanza di professionalità che equivale ad introdurre nel mercato un prodotto "difettoso".

    P.S.: naturalmente rispetto la tua opinione, volevo solo condividere il mio pensiero