TRINITY WAR – LA GUIDA: PARTE 1

Scritto da Raffaele Radaelli il 11 aprile 2014 in Comics e fumetti americani e Fumetti DC Comics e Supergruppi DC Comics con nessun commento

Dopo aver fatto un riepilogo di tutto quello che serve sapere per gustarsi appieno questo crossover, finalmente inizia questo mese in Italia l’attesa Trinity War.
In questo articolo troverete un approfondimento dedicato al primo numero dell’evento, contenuto nello spillato Justice League 24. Dato che discuteremo del contenuto dell’albo, vi consigliamo di leggere quanto segue solo dopo aver letto la storia, per evitare spiacevoli spoiler.

trinity1

Il numero si apre con Madame Xanadu, personaggio dalle grandi capacità magiche e sensitive e grande supporto della comunità dell’occulto dell’universo DC. Quando quella che si rivelerà essere Plastique entra nel suo negozio possiamo notare come la luce al neon con la parola “futuro” si spenga all’improvviso, forse un presagio degli eventi che stanno per accadere che potrebbero mettere in serio pericolo il futuro del mondo stesso.

Justice League 22 Madame Xanadu future

La visione che ha Madame Xanadu, infatti, non è per niente confortante, mostrando le conseguenze di una grande guerra, che può essere defnita proprio dalla parola “trinità”. Il numero 3 sarà molto ricorrente per tutta la durata dell’evento.
Possiamo vedere che perfino Superman sembra si sia arreso di fronte alla situazione che si è generata, anche se Wonder Woman prova a riaccendere la speranza in lui.
Batman, invece, fa riferimento alla necessità di salvare qualcuno. Di chi si tratterà?


Le visioni di Xanadu continuano e ci mostrano una carrellata dei diversi eroi.

Billy Batson, dopo gli eventi narrati nello scorso numero su Justice League 23, decide di volare fino al Kahndaq per spargere lì le ceneri di Black Adam, nonostante ci sia l’espresso divieto di ingresso nella regione per qualunque americano.

Abbiamo già avuto modo di osservare nel precedente articolo come il rapporto tra Superman e Wonder Woman possa essere in qualche modo la causa scatenante di alcuni attriti tra i membri della Justice League, soprattutto con l’altro membro della cosiddetta “trinità”, ovvero Batman. In questo numero, possiamo vedere il disagio che prova Superman nei confronti di certi metodi portati avanti dall’Amazzone, e nel lungo termine Diana potrebbe avere un’influenza negativa su Clark.
Abbiamo letto, sempre sullo spillato Justice League 23, sull’annual della Justice League International, che Booster Gold aveva il compito di evitare che tra i due nascesse qualcosa. Vedremo nei prossimi numeri quali conseguenze avrà il suo fallimento.

tumblr_m9kqw62F3s1qdqlgpo1_1280

Assistiamo poi al ritorno di Pandora, dopo gli eventi narrati in Justice League 13, nel quale aveva recuperato il Teschio chiamato “vaso” di Pandora.
Madame Xanadu ci avverte che, a differenza di quanto possiamo aspettarci sulla base di quanto abbiamo letto proprio in quel numero, Pandora possa essere la peggiore dei tre peccatori che hanno scatenato il male sulla Terra.
Apprendiamo che qualcuno l’ha ingannata per convincerla ad aprire il vaso. Anche in questo caso, resta il mistero su chi possa essere.
Pandora pensa che grazie a Superman, la persona più pura di cuore, si possa riaprire il vaso per imprigionare nuovamente i sette peccati che ne sono usciti, e cancellare il male dal mondo per sempre.
Ma Superman è più umano di quanto Pandora pensasse e il Vaso riesce a esercitare la sua influenza malvagia perfino su di lui.

Sulla scacchiera ci sono altri giocatori, oltre alla Justice League. Il Governo Americano, soprattutto tramite la Waller e Steve Trevor, ha messo insieme un altro gruppo di metaumani, la Justice League of America, costituita “non dal destino” ma con il preciso compito di contrastare ogni singolo membro della Justice League. È grazie alla loro spia, Atom, che vengono a conoscenza del fatto che la League si sta dirigendo in Kahndaq, per fermare Shazam. Amanda Waller pensa di cogliere la palla al balzo in modo da poter screditare di fronte all’opinione pubblica e al mondo intero il team di supereroi. Abbiamo la conferma, però, che perfino i membri della JLA non sono pienamente convinti della correttezza delle loro proprie azioni.

justiceleague22-4v2srs

La situazione in Kahndaq degenera molto velocemente (anche se non volontariamente dato che Dottor Light non può far nulla per bloccare il suo raggio di energia… come aveva previsto la Waller?) fino a che Superman, probabilmente ancora condizionato dall’influsso del Vaso di Pandora, uccide il Dottor Light.
Nello stesso momento Madame Xanadu comprende il vero significato della “trinità”, affermando che “stanno arrivando” e che “alcuni di loro sono già qui”.
A chi si sta riferendo?

La guerra tra Justice League e Justice League of America è iniziata!

tumblr_mpqz0kHfdb1rd8w6so1_1280

E abbiamo anche un primo indizio su chi possa esserci dietro tutto: l’Outsider!
Abbiamo già visto questo personaggio sui primi cinque numeri della testata Justice League of America, mentre con il Professor Ivo metteva insieme la Società segreta dei supercriminali. Se è davvero lui a tirare le fila di tutto, stando a quanto abbiamo visto in questo numero, possiamo dire che abbia la vittoria a portata di mano, se gli eroi continueranno a darsi battaglia gli uni con gli altri.
Interessante notare che nella carta dei tarocchi a lui dedicata, la sua figura è sovrastata da tre stelle.

outsider

Le pedine sono sulla scacchiera, la guerra continua… fra un mese!
Restate con noi!


Informazioni sull'autore

Raffaele Radaelli [Bruce Wayne]Classe 1987, ama sezionare e analizzare fino al più piccolo particolare ogni storia. Affascinato dagli strabilianti risultati che si possono ottenere dalla commistione di testi e immagini, nutre una grande passione per Batman, Morrison, Gaiman, Moore... senza dimenticare il mitico Sergio Toppi, che ha fatto nascere la sua passione per il medium fumetto.Leggi tutti gli articoli di Raffaele Radaelli