SUPERMAN DI JOHNS E ROMITA: PRIME INDISCREZIONI

Scritto da Raffaele Radaelli il 14 febbraio 2014 in Comics e fumetti americani e Fumetti DC Comics e Superman con nessun commento

Dopo la conferma che a prendere le redini della serie “Superman” sarebbero stati niente meno che Geoff Johns e John Romita Jr, le reazioni tra i fan sono state molto diverse.
Se quasi tutti sono felici di riavere Johns ai testi sull’Azzurrone, sono i disegni di Romita Jr a dividere in due i lettori tra chi lo ama e chi lo odia.
Ciò nonostante le attese per la serie sono altissime.

Le due “star” del fumetto si sono concesse un un’intervista a CBR in cui hanno svelato che cosa possiamo aspettarci dalla loro collaborazione.

JR-SM-0011-610x956-c7378Innanzitutto i due hanno raccontato di come è stato (e sarà) lavorare insieme. Entrambi apprezzano molto l’uso di vignette molto larghe e ampie e se ne avessero lo possibilità (servirebbero 50 pagine per ogni numero, però!) userebbero quasi esclusivamente questo formato.
Possiamo quindi aspettarci una sorta di fumetto in widescreen, perfetto per questa epoca -dice Romita- in cui la regia cinematografica influenza molto anche lo storytelling all’interno dei fumetti.

Johns sottolinea il rapporto molto comunicativo che ha già instaurato con Romita Jr. È abituato a dare e ricevere molti feedback durante la fase di realizzazione di un numero specifico o di pianificazione della storia a lungo termine. Ritiene che sia proprio questo proficuo scambio di idee che rende una storia davvero memorabile e non solo un lavoro che devi portare a termine.

Alla domanda se avesse mai pensato di lavorare su Superman, Romita Jr risponde:

JR-SM-002-610x940-0a60a-a1d9fNon me lo sarei mai aspettato. Tutti i disegnatori preferiscono lavorare su “Batman” per via della tragicità, del dramma, dell’oscurità del personaggio. Quando mi sono incontrato con Dan DiDio e Geoff Johns non avevo ancora pensato su quale personaggio avrei voluto lavorare, finchè non mi venne in mente che avrei potuto adattare una vecchia storia che pensavo di ideare, 10 anni fa, per Silver Surfer. Poi era diventata per il Dottor Strange. L’idea di usarla per Superman è arrivata all’improvviso quella mattina. È stata un’intuizione che poi è cresciuta sempre di più.

La storia si è evoluta ed è mutata, ma credo che nessun altro personaggio che non sia Superman potrebbe raccontarla ora.” rimarca Geoff Johns.
Andando un po’ più nel dettaglio, l’autore rivela che sarà un ideale nuovo inizio: ci saranno nuove situazioni, nuovi personaggi, nuove idee… e un altro alieno ideato appositamente da Johns, sul quale però viene mantenuto un po’ di mistero.
Ci addenteremo in territori sconosciuti -continua lo scrittore- e questo può dirsi anche della direzione che stiamo prendendo con Superman al momento: l’idea di andare verso zone non ancora esplorate. Impareremo cose di Superman che non sono ancora state scoperte. C’è un sacco di mistero nella nostra storia, ci saranno importanti rivelazioni sui personaggi. Tutto rimanderà a Superman, tutto riguarda Superman. Questa è la chiave nelle sue storie. Manterremo molti elementi classici ma allo stesso tempo ci spingeremo oltre, verso qualcosa di nuovo.

JR-SM-001-color-2-jpg-5178e

Johns e Romita, infine, per stuzzicare ancora di più la curiosità dei fan, fanno riferimento a una scena molto specifica che rivoluzionerà il personaggio.
Non vediamo l’ora di scoprire di cosa si tratta!


Informazioni sull'autore

Raffaele Radaelli [Bruce Wayne]Classe 1987, ama sezionare e analizzare fino al più piccolo particolare ogni storia. Affascinato dagli strabilianti risultati che si possono ottenere dalla commistione di testi e immagini, nutre una grande passione per Batman, Morrison, Gaiman, Moore... senza dimenticare il mitico Sergio Toppi, che ha fatto nascere la sua passione per il medium fumetto.Leggi tutti gli articoli di Raffaele Radaelli