Le Lanterne Nere

Scritto da Marco Cecini il 19 ottobre 2010 in Comics e fumetti americani e Fumetti DC Comics e Lanterna Verde con nessun commento

In Blackest Night, emerge un nuovo Corpo di Lanterne. Queste Lanterne Nere sono costituite dagli innumerevoli morti tornati alla vita lungo tutto il perimetro dell’universo. Chiunque in precedenza sia morto nel DCU può potenzialmente diventare una Lanterna Nera. Con una simile quantità di nemici da fronteggiare, c’è da chiedersi se le Lanterne Verdi riusciranno a uscirne vive stavolta.

Rise of the Black Lanterns

Le Lanterne Nere

Ci piacerebbe ora focalizzarci più specificamente sulle Lanterne Nere in questa sezione. Diversamente dagli altri Corpi, che tendono ad assegnare una o due Lanterne a ogni settore della galassia, le Lanterne Nere sono pressoché prive di limiti. In effetti, ogni personaggio DC che abbia trovato la morte potrebbe gioco forza diventare una Lanterna Nera. Tutto quel che si chiede è un anello e un cadavere tornato alla vita.
Nella teoria dei colori, il nero è l’assenza di colore. Quando guardiamo allo spettro emozionale del DCU, il nero identifica la totale assenza di emozioni. Le Lanterne Nere non provano nulla. Possono avere memoria delle loro precedenti vite, ma non provano attaccamento né affetto per le persone un tempo amate. Stando a quanto abbiamo letto sinora, sembrerebbe addirittura che le Lanterne Nere possano cibarsi dell’energia generata dalle emozioni degli altri. Quando non puoi provare nulla in prima persona, l’opzione migliore è quella di vivere in maniera parassitaria attraverso quel che provano gli altri.
Dalle rivelazioni ottenute poi in Green Lantern 43, sembra che la missione principale delle Lanterne Nere sia quella di reclamare le vite degli Eroi che sono stati resuscitati (prima dell’avvento degli anelli neri). Eroi come Hal Jordan, Superman, Green Arrow, Barry Allen, e molti altri che sono morti e poi tornati alla vita nel corso degli anni. La forza che muove le Lanterne Nere desidera ardentemente quelle vite. Forse questo desiderio deriva dal fatto che quella forza è la Morte stessa, o un qualche aspetto della Morte. Tuttavia per ora possiamo soltanto ipotizzare sulla sua identità.
Le Lanterne Nere, come tutte le altre, ricevono il proprio potere da una Batteria Centrale. La particolarità della Batteria Nera è che essa rappresenta una sorta di mausoleo dove è conservato il cadavere dell’Anti-Monitor, che come ricorderete è stato distrutto alla fine del Sinestro Corps War.
La sua immensa energia adesso alimenta gli anelli. Se l’Anti-Monitor fosse invece ancora in vita, probabilmente allora è prigioniero all’interno della Batteria contro la sua volontà.
Due “servitori” si stanno adoperando per favorire gli interessi delle Lanterne Nere in segreto. Il primo è Black Hand. Questo personaggio, che fino a poco fa era un villain di scarso rilievo, ha vissuto un cambiamento fondamentale per mano del Signore delle Lanterne Nere. Egli ha volontariamente assassinato tutta la sua famiglia e poi commesso suicidio, solo per poi rinascere come Lanterna Nera. Black Hand al momento è l’incarnazione del potere delle Lanterne Nere, allo stesso modo in cui Ion incarna la forza di volontà nel Corpo delle Lanterne Verdi o Parallax incarna la paura nel Corpo di Sinestro. Il suo scopo è quello di viaggiare per l’universo e reclutare tutti i morti adatti a essere resuscitati come Lanterne Nere.
L’altra serva è Scar. Questa Guardiana è stato bruciata e corrotta dal potere dell’Anti-Monitor, e ciò ne ha fatto una schiava dell’Oscurità. Legge dal Libro Nero, dove si narra la fine della vita e della luce in tutto l’universo. Sebbene mantenga apparentemente la facciata di leale Guardiana di Oa e delle Lanterne Verdi, Scar ha segretamente manipolato il Corpo dall’interno, fomentando la Guerra di Luce.
Scar ha cercato di alimentare la guerra ad ogni livello, eliminando le due Lanterne Verdi che avrebbero potuto avvertire gli altri membri del Corpo dell’arrivo delle Lanterne Nere.
Il suo scopo finale è quello di rimuovere lo scudo protettivo a difesa di Oa e lasciare così le Lanterne Verdi deboli e vulnerabili. Ora che il Corpo delle Lanterne Nere sta cominciando a sorgere, non c’è neanche bisogno di dire quale sarà il nuovo ruolo di Scar.

Ed ora… Chi sono queste Lanterne Nere?

J'onn Jonzz in Blackest NightMartian Manhunter: J’onn Jonzz arrivò sulla Terra anni fà da Marte, a causa dell’esperimento effettuato da uno scienziato che lo teletrasportò sul pianeta. Alla morte dello scienziato, J’onn si ritrova solo sulla Terra, in un mondo che lo vedrebbe con sospetto se fosse a conoscenza delle sue reali fattezze, così assume sembianze umane per nascondere la sua reale identità, grazie ai poteri mutaforma di cui è dotato. Tali poteri gli consentono di continuare a vivere normalmente sul nostro pianeta esercitando la professione di detective, mentre nella sua reale forma si unisce alla Justice League of America con cui condivide moltissime avventure nell’arco degli anni, sia nel periodo Pre-Crisis, sia in quello Post-Crisis. Recentemente, J’onn aveva lasciato la Justice League per riflettere sulle sue condizioni di alieno in un mondo che non lo accetta ancora del tutto, adottando un’aspetto più simile a quello della sua razza. Defilatosi dalle scene, viene però catturato dalla Società Segreta di Libra, che lo uccide con una lancia infuocata trapassandogli il cuore per dimostrare che può fare del male a qualsiasi supereroe voglia. Viene infine sepolto su Marte, ed al suo funerale presenziano tutti gli eroi della Terra. Durante La Notte più Profonda però, un anello nero prende possesso del suo corpo, rianimandolo come Lanterna Nera. Lo vediamo scagliarsi contro Hal Jordan e Barry Allen durante il primo numero della miniserie.

Prima Apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°1/La Notte più Profonda N°1


Ralph e Sue DibnyRalph e Sue Dibny: La storia di Ralph e Sue Dibny è un concentrato di dolore e sofferenza causati dagli sconvolgimenti che sono seguiti alla Crisi di Identità. Ralph era un membro di riserva della Justice League, Elonganted Man, sposato con Sue da tempo, quando un vecchio nemico della JLA, Arthur Light, riuscì a penetrare nella Torre di Guardia e violentare la giovane donna. In seguito a ciò, il Dottor Light rivelò di conoscere le identità segrete degli eroi, costringendoli a ricorrere a misure estreme per trovare una soluzione al problema: al Dottor Light fù praticata una lobotomia tramite incantesimo di Zatanna, che gli fece dimenticare le identità segrete degli eroi, mentre a Sue furono cancellati i ricordi della terribile esperienza, procedimento che fù applicato anche a Batman, l’unico di un piccolo gruppo di eroi in disaccordo con la decisione degli altri. Tempo dopo, Sue venne misteriosamente uccisa, e solo in seguito ad una serie di eventi in cui perse la vita anche il padre del terzo Robin si scoprì che ad ucciderla era stata, involontariamente, la ex moglie impazzita di Atom. Come risultato, Ralph Dibny perse la ragione e si imbarcò in un’avventura extradimensionale guidato dall’elmo del Dottor Fate, non sapendo che era stato ingannato da un vecchio nemico della JLA, Felix Faust, uno stregone che poco dopo uccise Ralph. Ormai riuniti, gli spiriti di Ralph e Sue sembravano in pace, finchè un anello nero ha trovato i loro corpi sepolti e ne ha preso possesso durante la Notte più Profonda; sono stati quindi riportati in vita come Lanterne Nere e la loro prima azione è stata uccidere Hawkman e Hawkgirl per cibarsi dei loro cuori intrisi di emozioni.

Prima Apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night N°1/La Notte più Profonda N°1


Mano NeraMano Nera/William Hand: William Hand era il più giovane rampollo della famiglia Hand, una famiglia da sempre dedita al lavoro più umile e macabro che possa esistere: seppellire i morti. La sua famiglia possedeva un’agenzia di pompe funebri, e suo padre ha sempre svolto con bravura e diligenza il proprio lavoro, anche se non l’ha mai apprezzato del tutto considerato l’ambiente in cui dovevano crescere i suoi figli: ma se i fratelli di William hanno  sempre provato repulsione per il lavoro della propria famiglia, il giovane è sempre stato attratto dal fascino che la morte esercitava su di lui, al punto di avvicinarsi pericolosamente sul baratro della follìa e della necrofilìa. Quando crebbe, in lui cominciò a risvegliarsi quella componente, a sua insaputa, che l’avrebbe reso la chiave per l’oscurità ed è per questo motivo che l’alieno Atrocitus, in quel momento in fuga dalle Lanterne Verdi Hal Jordan e Sinestro lo attaccò avvertendo il male in lui. Il ragazzo fù però salvato da Hal Jordan, che a sua insaputa l’avrebbe ispirato a divenire uno dei suoi più acerrimi nemici. Dotato di un dispositivo in grado di contenere e rilasciare qualsiasi tipo di energia accumulata preso ad Atrocitus, William commise il suo primo omicidio polverizzando un guardiano notturno dell’obitorio in cui lavorava suo padre, che l’aveva scoperto a frugare tra i cadaveri esposti sul tavolo dell’obitorio. Raggiunta l’età adulta, William decise di intraprendere la carriera criminale diventando un nemico di Lanterna Verde, non avendo mai molta fortuna e finendo per diventare un criminale di basso profilo, finchè in lui non si manifestò il potere di uccidere qualsiasi essere vivente semplicemente ol tocco della propria mano; da qui il nome Mano Nera. Per un breve periodo, William perse l’uso di questa mano che gli fù incenerita da Hal Jordan mentre era l’ospite dello Spettro, ma poi la recuperò in seguito grazie ad un popolo alieno che gliela ricreò in laboratorio. Recentemente, William ha iniziato ad essere attratto sempre più frequentemente dal richiamo della morte, e riesce persino a sentire le voci dei defunti, tanto che la sua pazzìa l’ha spinto a sterminare la sua intera famiglia ed infine ad uccidere persino sè stesso! Questa prova gli è valsa il primo anello nero generato e il titolo di Araldo della Morte, in quanto è praticamente stato riportato in vita come prima Lanterna Nera; a differenza delle altre Lanterne rianimate dagli anelli neri però, Black Hand sembra essere strettamente connesso alla Morte, tanto da essere definito come la sua personficazione, così come ION è la personficazione della forza di volontà. Che dietro alla sua trasformazione ci sia qualcun altro o qualcos’altro di ancor più pericoloso?

Prima Apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°43/Lanterna Verde N°8 – Notte più Profonda Prologo


BzzdKatmatuiKehaan

Le Lanterne Verdi decedute: Il Corpo delle Lanterne Verdi ha sempre vantato, nel corso degli anni, numerosi esponenti dotati di grande forza di volontà che si sono battuti valorosamente per preservare la pace e l’ordine nell’universo. Ma come tutti sanno, ogni guerra ha il suo prezzo: nel corso di innumerevoli battaglie, sono stati tantissimi i caduti nel nome del bene ed ora tutti coloro che durante gli anni sono deceduti sono diventati potenziali Lanterne Nere pronte a mietere la vita dei loro ex compagni! Quando uno sciame di anelli neri si precipita verso il pianeta OA puntando alla cripta delle Lanterne Verdi, vediamo tornare alla vita moltissimi dei guerrieri caduti, e non sono esattamente amichevoli…tra i deceduti e resuscitati più recenti possiamo riconoscere: il moscerino Bzzd, morto per mano di Mongul; Jack T. Chance, ucciso da Parallax durante la Guerra di Sinestro; Ke’haan, ucciso dall’Anti-Monitor; Laira, uccisa da Sinestro sul pianeta Ryut; Katma Tui, la ex moglie di John Stewart uccida da uno Zaffiro Stellare. Insieme a loro, c’è un intero coporo di ex Lanterne Verdi pronte a strappare il cuore ai loro vecchi compagni, letteralmente! Ce la faranno Guy Gardner, Kyle Rayner ed i loro compagni a respingere il loro assalto?

Prima Apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night N°1/La Notte più Profonda N°1


AquamanAquaman/Arthur Curry: Aquaman, il cui vero nome è Orin, era figlio di una principessa atlantidea e di uno stregone; venne ribattezzato Arthur dal padre adottivo, Tom Curry, un guardiano di faro che lo trovò a vivere in mezzo ad un branco di delfini in giovane età. Ori era infatti stato abbandonato da Atlantide, dalla quale proveniva, perché essendo nato coi capelli biondi era considerato una sventura dai superstiziosi abitanti della città sommersa. Una volta adulto, Arthur vagò per anni divenendo il protettore delle creature marine e, a seguito di un incontro con Flash, la sua presenza venne nota a tutto il mondo, e i media lo ribattezzarono Aquaman, nome col quale entrò a far pare della Justice League of America. Venuto a conoscenza del suo titolo reale, Arthur rivendicò il trono di Atlantide, divenendone il re e principale difensore. Aquaman venne affiancato nelle sue avventure da Garth, un ragazzo come lui odiato dal suo popolo per gli occhi di un colore considerato maledetto, che divenne il suo partner col nome di Aqualad. In seguito Arthur sposò Mera, la principessa di un regno sottomarino proveniente da un’altra dimensione, che gli darà il suo primo erede, Arthur jr, purtroppo velocemente assassinato da Black Manta, un nemico di Aquaman. Nel corso degli anni, Arthur ha vissuto poi varie altre disgrazie assieme a Mera, continuando a dividersi tra i suoi numerosi impegni come re di Atlantide e come membro della Justice League, mettendo in secondo piano i propri interessi personali; Quando la città di San Diego sprofondò in mare, Aquaman non esitò ad aiutare i suoi abitanti che svilupparono la capacità di respirare sott’acqua, ed in Crisi Infinita, con la distruzione di Atlantide da parte di uno Spettro completamente folle aiutò i superstiti a trasferirsi nella nuova Sub Diego. Molti abitanti della città però stavano perdendo la capacità di respirare sott’acqua, così Arthur sacrificò il proprio aspetto diventando l’Abitante degli Abissi per eseguire un rituale che potesse trasportare di nuovo la città in superficie; con questo aspetto, avrebbe perso la vita poco dopo durante gli eventi narrati nella saga “La Spada di Atlantide”, ma è stato resuscitato durante La Notte più Profonda come Lanterna Nera, risvegliandosi nella tomba che era stata costruita accanto a quella del padre adottivo, bramoso di prendersi il cuore di Mera e di tutti gli atlantidei…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


Aquagirl/TulaAquagirl/Tula: Tula era una giovane adottata dagli atlantidei dopo aver perso il padre e la madre alla nascita, che venne educata da una delle famiglie reali agli usi e costumi di Atlantide e non lascia mai il palazzo reale finchè non incontra il giovane Garth, a quel tempo spalla di Aquaman nei panni di Aqualad, facendosi convincere ad aiutarlo saltuariamente nelle sue missioni con i Giovani Titani con il nome di Aquagirl. Quando Aquaman lascia il suo trono per andare a cercare la scomparsa moglie Mera, un atlantideo ribelle ne prende il posto come dittatore, ma verrà sconfitto e ricacciato grazie ad una ribellione guidata da Tula, che tornerà più tardi ad Atlantide assieme a Garth, di cui si era nel frattempo innamorata. La loro felicità durerà però poco, perché Aquagirl verrà uccisa in Crisi sulle Terre Infinite dal supercriminale Chemo che aveva avvelenato le acque in cui stava nuotando. Nel corso degli anni Aquagirl è stata riportata in vita brevemente più volte, ma sempre sotto il dominio di forze malefiche o di supercriminali in grado di controllarne l’anima, per poi venire rispedita nell’aldilà. E sembra proprio che la sua anima non abbia ancora trovato la pace, dato che viene resuscitata durante La Notte più Profonda per tornare a tormentare Mera e Garth insieme ad Aquaman!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


DolphinDolphin: Dolphin era una normalissima ragazza finchè un incidente le cambiò la vita: quando cadde da una nave da crociera, rischiò seriamente di morire, se non fosse stato per una razza di alieni che la rapì trasportandola sulla propria navicella. Essi le salvarono la vita, ma la usarono come cavia per un esperimento volto alla creazione di una nuova razza sub-umanoide in grado di vivere in acqua. Acquisì così super forza, la capacità di resistere a pressioni fortissime, quella di nuotare velocemente e respirare sott’acqua ed un fattore di invecchiamento rallentato. Quando riuscì a scappare dai suoi rapitori, si rese conto di non poter più avere una vita normale, così rimase sola a vagare nel mondo per anni, alternando la sua vita subacquea a brevi periodi sulla terraferma necessari a procurarsi da vivere. Quando crebbe, fù salvata da alcuni pescatori da uno squalo, ma le ci volle tempo per spiegare la sua vita ai suoi salvatori perché era cresciuta completamente ignara di come riuscire ad esprimersi, ed era quindi muta. Quando imparò finalmente a parlare, cominciò a frequentare la comunità dei supereroi, e prese parte persino nella Crisi sulle Terre Infinite. Negli anni, divenne la nuova partner di Aqualad/Tempest, con il quale si sposò ed ebbe un figlio, finchè non rimase uccisa assieme al bambino nella distruzione di Atlantide. E’ tornata in vita come Lanterna Nera assieme ad Aquaman ed Aquagirl.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


PariahPariah: Pariah è uno scienziato che comparve per la prima volta in Crisi sulle Terre Infinite. Uno dei più grandi scienziati della sua Terra,con i suoi esperimenti non ortodossi di vedere la creazione dell’Universo causò la distruzione della propria terra per mano dell’Anti-Monitor. Lui sopravvisse, grazie all’intervento del Monitor, e acquisì l’abilità di viaggiare da una Terra alternativa all’altra, costretto ad essere testimone della morte di miliardi di persone. Pariah incolpò sé stesso per la distruzione del suo mondo, della liberazione dell’Anti-Monitor, e della successiva distruzione di tutti gli universi, finché non capì di essere essenzialmente senza colpa. L’anti-Monitor, infatti, disse a Pariah che i suoi esperimenti non riuscirono a rilasciare una forza abbastanza grande da distruggere un universo. Dopo la distruzione dell’Anti-Monitor, la nuova Terra fu salva e Pariah si unì ai Linear Men nell’esplorazione della nuova Terra. Anni dopo, tentò di avvertire Lex Luthor dell’arrivo di un pericoloso predatore. Tuttavia, questi era in realtà Alexander Luthor di Terra 3 travestito, che nei panni del Luthor di Terra 1, tentava di rimettere insieme la nuova incarnazione della Società Segreta dei Super Criminali. Pariah fu successivamente ucciso da Luthor nella miniserie Criminali Uniti, ed è tornato in vita durante La Notte più Profonda: il suo cadavere è stato rianimato da un anello nero ed è comparso interrompendo gli eroi dotati di poteri magici come Zatanna, Blue Devil, lo Spettro e lo Straniero Fantasma, riunitisi per investigare sui misteriosi fatti accaduti. Il suo cadavere si è poi disciolto provocando la fuoriuscita di un anello nero che ha preso possesso dell’ospite umano dello Spettro, Crispus Allen.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


Crispus Allen - Lo SpettroCrispus Allen/Lo Spettro: Lo Spettro è l’incarnazione dell’ira divina sulla Terra, ed è fondamentalmente un’entità dotata di enormi poteri che ha bisogno di legarsi da un’anima umana per compiere il proprio dovere, cioè il giudicare ed esigere un castigo per chi si è macchiato di peccati atroci come l’omicidio o qualsiasi altro tipo di violenza abbia arrecato danni agli innocenti. Il primo Spettro moderno fù Jim Corrigan, che trovò però dopo anni di battaglie la propria pace. Successivamente, a quest’entità venne legata l’anima di Hal Jordan, la Lanterna Verde che morì dopo essere stato posseduto da Parallax, affinché potesse espiare i suoi peccati come agente divino sulla Terra. Quando Hal tornò però in vita perché Parallax stava corrompendo anche la sua anima e lo Spettro stesso, l’entità si ritrovò senza un’ospite cui legarsi, e questo lo fece impazzire, provocando morte e devastazione durante Crisi Infinita. Il paradiso però, volle legarlo nuovamente ad un’anima umana per fermare la sua follìa e così trovò un nuovo ospite in Crispus Allen, un detective di polizia di Gotham City che era stato recentemente assassinato da un poliziotto corrotto. Crispus non voleva inizialmente accettare di diventare il nuovo Spettro, preferendo vagare sulla Terra come un fantasma, ma quando capì di poter ottenere giustizia per la sua morte si legò all’entità. Purtroppo durante La Notte più Profonda, un anello nero ha preso possesso di Crispus, trasformando lo Spettro in un’arma potentissima al sevizio delle Lanterne Nere, desideroso solo di una cosa: riavere Hal Jordan!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


Aqualad - TempestAqualad/Tempest: Il suo vero nome è Garth e le sue sono simili a quelle del suo mentore Aquaman; come Orin infatti anch’egli fu abbandonato quand’era ancora in fasce a causa di una superstizione atlantidea, che nel suo caso era legata ai suoi occhi color porpora. Garth era originariamente il principe erede al trono di una colonia di Atlantide, ma venne trovato e adottato da Aquaman, che lo prese sotto la sua custodia e ne fece il suo sidekick, Aqualad. Insieme i due hanno condiviso moltissime avventure, ma una volta che Aquaman sposò la principessa Mera ed ebbe il suo primo figlio, Arthur Jr, il suo vagare con Aqualad divenne meno importante per lui, lasciando a Garth delle insicurezze sul suo ruolo nella vita del suo mentore. Cercando di essere di aiuto ad altri ragazzi in difficoltà, Garth è diventato uno dei membri fondatori dei Giovani Titani, assieme a Robin, Kid Flash, Speedy e Wonder Girl. Durante l’adolescenza Garth conobbe l’impetuosa Tula, la futura Aquagirl: i due s’innamorarono profondamente l’uno dell’altra, fino a quando la ragazza venne uccisa dalle emanazioni tossiche di Chemo che avvelenarono l’acqua in cui stava nuotando durante la Crisi sulle Terre Infinite. Quando andò alla ricerca delle sue origini, Garth venne trasportato in un’altra dimensione dove incontrò il mago Atlan, padre biologico di Aquaman. che  risvegliò in lui alcuni poteri magici latenti. Fù in quel periodo che cambiò il nome di battaglia in Tempest, e tornò a casa. Tuttavia il suo rapporto con Aquaman peggiorò, specie quando la nuova amante di Arthur, Dolphin, lo lasciò in favore di Garth, ma col tempo i due risolsero le loro divergenze, tanto che Arthur fece da padrino al primogenito di Garth. Dopo aver perso brevemente la memoria a causa dello Spettro, che si scatenò su Atlantide in Crisi Infinita uccidendo anche Dolphin e suo figlio, Tempest è salito sul trono di Atlantide al  posto di Aquaman, che si era nel frattempo sacrificato per salvare Sub Diego. Mentre si trovava sulla tomba di Aquaman con Mera però, sono stati attaccati da Arthur stesso, accompagnato da Tula e Dolphin: tutti e tre sono stati resuscitati come Lanterne Nere e sono riusciti ad uccidere Garth, che a sua volta è stato resuscitato come Lanterna Nera.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


Deadman - Boston BrandDeadman: Boston Brand, a.k.a Deadman era un acrobata del circo che venne assassinato durante un esercizio al trapezio da un misterioso assalitore, conosciuto solo come Uncino/Hook. Al suo spirito venne concesso il potere di possedere qualsiasi essere vivente da una dea indù chiamata Rama Kushna, per poter cercare il suo uccisore e ottenere giustizia. Brand si trovò però obbligato ad aiutare altre persone durante la sua ricerca, usando i suoi poteri per intervenire e controllare la gente allo scopo di aiutare gli innocenti. In tempi recenti ha finalmente scoperto la verità sul suo omicidio ed ha accettato l’influenza del suo ruolo nelle vite dei mortali. La strada che Deadman ha percorso è stata comunque irta di pericoli e di lutti, dato che suo fratello Cleveland morì mentre era posseduto da Boston stesso, e il suo mentore venne ucciso combattendo contro uno spirito simile a Deadman. Durante La Notte più Profonda, è comparso sulla propria tomba mentre il suo corpo ormai ridotto ad uno scheletro veniva rianimato da un anello nero.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2 ma verrà approfondito in Blackest Night: Batman/ Batman: La Notte più Profonda


FirestormFirestorm: Il Firestorm originale, è un caso straordinario tra gli eroi per la sua identità doppia integrata. Lo studente liceale Ronald “Ronnie” Raymond e il fisico Martin Stein vengono coinvolti in un incidente nucleare che permette loro di fondersi in Firestorm. Poiché Stein era svenuto durante l’incidente, è Raymond a controllare i movimenti di Firestorm, mentre Stein rimane come una voce assennata all’interno della sua mente. Dopo l’incidente che ha portato alla creazione dei suoi poteri, Firestorm ha iniziato a sorvegliare New York dalle minacce rappresentate da Multiplex, venuto alla luce nello stesso incidente nucleare che ha dato vita a Firestorm, e Killer Frost, un criminale dotato di poteri legati al ghiaccio. Per anni Firestorm è stato parte integrante della Justice League of America come membro di riserva, nonostante sia forse tra i più potenti, data la natura dei suoi poteri che gli donano forza sovrumana, volo e controllo totale sugli elementi. Purtroppo, Ronnie Raymond venne trafitto a morte da Deathstroke durante la Crisi d’Identità, e morì sacrificandosi in un’esplosione nucleare per evitare che venissero coinvolti anche gli altri eroi, lasciando da solo il professor Stein, che non poteva quindi più trasformarsi. In seguito, i suoi poteri furono acquisiti da Jason Rusch e la sua ragazza, in grado di fondersi come i loro predecessori. Purtroppo per Jason, Ronnie Raymond è stato resuscitato da un anello nero, e dopo aver sistemato i conti con Hal Jordan e Barry Allen, potrebbe fargli una sgradita visita…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2, ma viene resuscitato già sul primo numero della saga.


Hawk - Hank HallHank Hall/Hawk: Hank Hall, più conosciuto come Hawk, o Falco, è il primo di due fratelli. Figli del giudice Hall, Hank e Don non potevano essere più diversi: Hank era di carattere impetuoso e aggressivo, Don timido e riservato; un giorno, mentre si recavano in tribunale per osservare il padre sul lavoro, Hank e Don scoprirono un complotto per assassinarlo; disperati, i ragazzi desiderarono di poterlo salvare e la loro richiesta venne esaudita dai Signori del Caos e dell’Ordine, che trovarono nei due fratelli due avatar ideali: ogni qualvolta si trovavano di fronte ad un pericolo, Hank e Don potevano trasformarsi in Hawk & Dove, ovvero Falco e Colomba, gridando semplicemente il nome del loro alter ego: Hank venne chiamato “Hawk” per rappresentare la sua aggressività, mentre Don divenne “Dove” come simbolo del suo pacifismo. Il duo cominciò a farsi una certa fama con molte imprese, e per un certo periodo si unirono anche ai Giovani Titani. Purtroppo, durante Crisi sulle Terre Infinite, Dove morì mentre cercava di salvare un bambino dal crollo di un palazzo, sotto gli occhi di Hawk. Senza il potere controbilanciante del fratello, Hawk divenne aggressivo e cedette ai suoi impulsi caotici: venne espulso dai Titani e finì sulla lista nera di dodici nazioni. Fù così che per calmarlo, i Signori del Caos e dell’Ordine trovarono un nuovo ricettacolo per i poteri di Dove, la giovane Dawn Granger. Quando sembrò morire anche lei in Ora Zero, Hawk impazzì definitivamente, divenendo il supercriminale Monarch, ed in queste vesti morì. Il suo posto venne poi preso da Holly Granger, sorella di Dawn, che nel frattempo era stata ritrovata dalla JLA. Per un breve periodo le due hanno fatto parte dei nuovi Giovani Titani, mentre Hank è stato riportato in vita durante La Notte più Profonda, pronto ad unirsi alle Lanterne Nere…chissà se farà una visita ai suoi ex compagni dei Titani? E’ certo è che questa volta dovrà lavorare da solo, perchè sembra che gli anelli neri non abbiano alcuna influenza su chi ormai ha raggiunto la pace, come il fratello Don, su cui la loro influenza non ha potuto nulla.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°1/La Notte più Profonda N°1 e Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2, tavola ripetuta in entrambi i numeri, ma Hawk comparirà realmente in Blackest Night: Teen Titans/Giovani Titani: La Notte più Profonda

Le lanterne nere (Finch 2010)

Hawkman e HawkgirlHawkman e Hawkgirl: La storia di Hawkman e Hawkgirl è tanto semplice quanto complessa, difatti Carter Hall e Kendra Saunders sono solamente le ultime incarnazioni di questi due eroi. Entrambi muoiono e resuscitano difatti dai tempi degli antichi egizi, vittime di una maledizione che li costringe a veder l’uno morire l’altro per poi raggiungerlo, reincarnandosi di volta in volta in corpi differenti, ma sempre memori delle loro vite precedenti. Entrambi furono difatti contaminati dalle radiazioni di un metallo alieno ai tempi in cui erano due nobili egizi,  sviluppando la capacità di volare grazie al metallo proveniente da Thanagar presente nelle loro ali artificiali, notevole forza fisica e la capacità appunto di reincarnarsi, donata però dalla maledizione che fu lanciata su entrambi da uno stregone che voleva divenire faraone. Le loro origini e la loro storia sono comunque molto confusi e variano di molto o di poco a seconda delle varie storie e degli autori che ci sono succeduti nel raccontarle, ma dal 2002 l’Hawkman attivo nell’universo DC è Carter Hall, reincarnazione dell’antico principe egizio Khufu nel corpo di Katar Hol, che era in passato l’identità Thanagariana di Hawkman. È stato protagonista di una miniserie (inedita in italiano) scritta da James Robinson e Geoff Johns e disegnata da Rags Morales, dove viene reintegrato nella continuity corrente. Per quanto riguarda Hawkgirl invece, in passato è stata Shiera Hall, la moglie di Carter, mentre recentemente la sua reincarnazione è Kendra Saunders, che non ha memoria delle sue vite passate insieme a Carter; tuttavia, un sentimento d’amore verso Hawkman si stava facendo largo nel suo cuore, il problema è che questo sentimento ha attirato i resuscitati Ralph e Sue Dibny, che hanno ucciso i due amanti strappando il cuore ad entrambi! L’ultima tavola di Blackest Night N°1 è abbastanza esplicativa…Hawkman ed Hawkgirl sono appena entrati a far parte della Justice League dei non-morti, pronti a causare guai ai poveri Hal Jordan e Barry Allen!

Prima apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night N°2/La Notte più Profonda N°2


Maxwell LordMaxwell Lord: Max era un astuto e potente uomo d’affari che fu molto influente nella formazione della Justice League International. Lord è un essere umano, ma fu uno dei pochi sulla Terra ad essere dotato di super poteri quando una Gene-Bomba fu fatta esplodere da invasori alieni: la bomba attivò un metagene latente presente in una piccola quantità di terrestri, così Lord ottenne l’abilità di controllare le menti altrui, sebbene con grande difficoltà. Dallo scioglimento della Justice League International, Max è scomparso dalle scene, anche se In Crisi d’Identità fu visto ai funerali di Sue Dibny, mentre parlava con Booster Gold. Maxwell Lord è stato uno degli artefici della Crisi Infinita, in quanto ha rivelato di essere a capo dell’organizzazione Checkmate, utilizzata per i suoi fini contro i metaumani. Maxwell credeva infatti che la razza umana non avesse bisogno d’aiuto dagli eroi dotati di poteri d’origine aliena o divina, ed ha creato un esercito di OMAC allo scopo di abbatterli, oltre ad aver preso il controllo mentale di Superman tramite i suoi poteri per spingerlo ad attaccare Barman, principale intralcio ai suoi piani. Ha inoltre ucciso Blue Beetle, ovvero Ted Kord, l’unico che aveva scoperto le sue reali intenzioni, prima di essere ucciso a sua volta da Wonder Woman, che gli ha spezzato il collo per liberare Superman dal suo controllo mentale. Durante la Notte più Profonda, il suo corpo è stato rianimato assieme a quelli di altri criminali dagli anelli neri, mentre si trovava nella cripta allestita dalla JLA per gli avversari defunti.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°3/La Notte più Profonda N°3


CopperheadCopperhead: Il criminale conosciuto come Copperhead comparve inizialmente a Gotham City con indosso un costume da serpente, dove fu catturato da Batman e dalla prima Batgirl. In seguito, divenne un super assassino, in grado di soffocare tra le spire del suo costume le proprie vittime. Sebbene fosse un maestro del contorsionismo, Copperhead non aveva dei super poteri senza il suo costume. Per un pò vendette la sua anima al demone Neron in cambio di più potere, venendo trasformato in un ibrido metà uomo e metà serpente, ma fu poi ucciso da Manhunter, ovvero Kate Spencer. Durante la Notte più Profonda, viene identificato come uno dei deceduti seppelliti solo la Sala della Giustizia della JLA, messo sotto il nome “John Doe”, in quanto il suo vero nome non fu mai scoperto. Torna quindi in vita come membro del Corpo delle Lanterne Nere assieme ad altri criminali defunti.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°3/La Notte più Profonda N°3


Dottor Light/Arthur LightDottor Light/Arthur Light: Arthur Light è il secondo ad aver assunto l’identità di Dottor Light, dopo il nemico della Golden Age di Dottor Mid-Nite e suo ex-socio, Jacob Finlay. Light è nemico di lunga data della Justice League of America e dei Teen Titans. Il suo nome come Dottor Light è in concorrenza con la super eroina omonima Kimiyo Hoshi, membro della JLA. Nel corso degli anni questo super criminale è stato sconfitto numerosissime volte dalla JLA o dai Teen Titans, e molte altre da eroi in solitario. Per un breve periodo è stato membro della Squadra Suicida, assieme alla quale è stato ucciso dai Parademoni di Darkseid durante una missione su Apokolips per poi essere resuscitato e ucciso varie volte prima di tornare indietro, divenire luce vivente intrappolata nella batteria di Lanterna Verde, e poi membro della Lega dell’Ingiustizia di Luthor. In Crisi d’dentità venne rivelato che conosceva le identità degli eroi ed aveva anche stuprato la moglie di Elongated Man, così alcuni membri della JLA decisero di sottoporlo a condizionamento mentale tramite la magia di Zatanna, per cancellargli i ricordi delle loro identità; ma accidentalmente gli praticarono anche una lobotomia rendendolo quasi privo di intelletto. Una volta riacquistato assieme ai suoi ricordi, cercò di vendicarsi contro i Giovani Titani prima, e contro la JLA poi rubando i poteri alla Dottor Light buona e affrontandoli come mebro della società segreta di Luthor. Tuttavia, durante la Crisi Finale, lo Spettro ha decretato il suo giudizio finale, sciogliendolo come fosse una candela per i suoi peccati di stupratore. Sfortunatamente, adesso è tornato in vita come Lanterna Nera assieme ad un nutrito gruppo di criminali pronti a vendicarsi!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°3/La Notte più Profonda N°3


Alexander Luthor Jr.Alexander Luthor JR: Alexander Luthor JR è il figlio di un Lex Luthor alternative, nato su Terra 3, dove lui è l’unico eroe che combatte contro il Sindacato del Crimine, una versione malvagia della JLA. In Crisi sulle Terre Infinite, questa terra viene distrutta ed Alexander Luthor, che possiede una tuta dotata di poteri dimensionali, viene rinchiuso in un limbo fuori da spazio e tempo assieme a Superboy Prime, il Superman di Terra-2 e la Lois Lane di quell’universo, unici sopravvissuti di altre terre dopo la fusione dei mondi del multiverso in un’unica terra. Col passare degli anni però, Alexander comincia a recuperare i poteri perduti, ma la sua psiche si destabilizza anche a causa degli eventi drammatici cui assiste sulla nuova terra dal limbo. Deciso così a ricreare il multiverso per fondere assieme varie terre destinate a crearne una perfetta, induce Superboy Prime a colpire coi propri pugni le pareti del limbo per uscirne, senza però spiegargli interamente il suo piano, che prevede dunque la morte di milioni di creature dai vari mondi affinché lui possa creare la terra perfetta. Scatena così la Crisi Infinita facendosi passare per Lex Luthor, sotto il cui aspetto recluta vari criminali per una nuova società segreta con la quale spera di catturare gli eroi necessari ad attivare i suoi macchinari, ma alla fine viene sconfitto grazie al sacrificio di Superboy che viene ucciso nell’esplosione seguita al suo scontro con Superboy Prime, che distrugge il macchinario di Alexander. Viene poi ucciso dal Joker, che non era stato reclutato nella sua società segreta perché considerato troppo instabile, ma durante la Notte più Profonda il suo corpo viene rianimato dagli anelli neri come una Lanterna Nera.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°3/La Notte più Profonda N°3


Madame Rouge - Laura de MilleMadame Rouge: Laura de Mille, questo il nome di Madame Rouge, era un’attrice che in seguito ad un incidente automobilistico sviluppò una doppia personalità e venne dotata dal Cervello di poteri che le permettevano di alterare il suo aspetto. Fece parte per anni della Fratellanza di Fratello Sangue, scontrandosi numerose volte con la Doom Patrol. In alcune occasioni era riuscita anche a tornare alla sua personalità originaria, innamorandosi del leader della Doom Patrol, ma finì sempre per tornare malvagia. Venne poi uccisa da Beast Boy in uno scontro con Robotman e i Giovani Titani, anche se prima di morire tornò alla sua personalità buona definitivamente. Anni dopo, sua figlia Gemini attaccò Beast Boy in cerca di vendetta. Ora però è la stessa Madame Rouge ad essere tornata dall’ltretomba in cerca di vendetta, o almeno il suo corpo rianimato dagli anelli neri!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°3/La Notte più Profonda N°3

Azrael/Jean Paul Valley: Jean Paul Valley è un discendente del misterioso ordine di Sant Dumas, una setta di templari che, fin da quando era nel ventre materno, fece alcuni esperimenti di potenziamento fisiologico sul feto allo scopo di farlo divenire, una volta adulto, il loro campione: Azrael, l’angelo della morte, protettore e custode dei segreti dell’ordine. Valley conobbe Batman durante una missione del Crociato Incappucciato in cui si risvegliò in lui la personalità di Azrael, portandolo a scontrarsi inizialmente con Batman, per poi divenire uno dei suoi alleati. Durante un periodo in cui Bruce Wayne era stato sconfitto e paralizzato per mano di Bane, a Jean Paul Valley venne concesso di sostituirlo indossando il manto di Batman. La sua interpretazione del ruolo del Cavaliere Oscuro risultò violenta e influenzata dalla presenza nella sua psiche di Sant Dumas, a cui la setta era devota, che gli provocava delle visioni. Queste visioni erano dovute ad un arcano mix di suggestione ipnotica definito come “il Sistema”, che controllava Jean Paul, portandolo ad assumere subito atteggiamenti iperviolenti che spaventarono Tim Drake: inoltre, modificò notevolmente il costume di Batman, prima utilizzando guanti con artigli metallici, e in seguito indossando un’intera corazza dotata di armi letali, assumendo un aspetto sempre più spaventoso. Con questo nuovo arsenale, Jean Paul riuscì persino a sconfigere il possente Bane, impresa dove Wayne aveva fallito e a farsi accettare da Robin e Nightwing. Influenzato sempre più dal “Sistema”, e avendo visioni che lo obbligavano ad essere sempre più violento, il nuovo Batman cominciò a fare vittime tra i criminali e ad avere contrasti con la polizia, finché Bruce Wayne non lo ritenne troppo folle e, guarito dalle sue ferite, lo affrontò per riprendersi il mantello. Jean Paul venne sconfitto ma graziato da Wayne, che gli concedette il perdono e una nuova possibilità di redimersi. In seguito Jean Paul riuscì a sgominare l’ordine di Saint Dumas e a sconfiggere il “Sistema”, curando la sua psiche e tornando a vestire il costume di Azrael, finchè non rimase ucciso nel finale della sua serie personale; tuttavia, il suo corpo non fu mai recuperato, e nessuna conferma sulla sua morte venne mai data, finchè non è apparso durante la Notte più Profonda come Lanterna Nera, rendendo veritiero ciò che si diceva sulla sua dipartita.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°4/La Notte più Profonda N°4

Atom/Al Pratt: Al Pratt è stato il primo eroe a fregiarsi del nome di Atom come predecessore di Ray Palmer. Inizialmente  gracile, Al Pratt fu allenato a combattere dall’ex pugile Joe Morgan, lo stesso uomo che allenò i colleghi di Al, Wildcat e il Guardiano. Pratt divenne in seguito un membro fondatore della Justice Society of America, condividendo moltissime avventure con i suoi compagni durante le loro originali apparizioni nella Golden Age. Più tardi divenne un membro fodatore e attivo dell’All-Star Squadron e durante la seconda guerra mondiale servì come autista di carri armati nell’Armata Statunitense. In seguito alla battaglia con il riluttante criminale Cyclotron (dopo di cui, Pratt ridisegnò il suo costume) acquisì la superforza e prese una custodia parziale della figlia di Cyclotron, Terri. In seguito alla mossa di una sezione speciale del Senato, che si mobilitò per ottenere le identità di tutti i super eroi attivi durante la Golden Age, la Justice Society originale si ritirò. Fu poi rivelato che la JSA e tutti i suoi membri vivevano in un’altra dimensione che fu scoperta da Flash, quado alla fine la JSA al completo tornò. Pratt continuò a fare varie comparse negli anni che seguirono ed alla fine fu ucciso dal criminale temporale Extant, mentre la sua tradizione veniva portata avanti dal figlio, che divenne Atom Smasher, e da Ray Palmer, che divenne il secondo Atom. Recentemente si è però scoperto che Al aveva un’altra figlio di cui non era a conoscenza, Grant Emerson, noto come Damage, che si è unito alla JSA nonostante l’odio per il padre, che lui crede averlo abbandonato. Ora però Damage e Atom Smasher si troveranno a fare i conti col corpo rianimato del padre…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°4/La Notte più Profonda N°4

Jean Loring: Jean era la moglie di Atom, finchè i due non si separarono. Durante la miniserie Crisi di Identità, i due sembrarono riappacificarsi, proprio mentre la moglie di Elongated Man, Sue Dibny, veniva uccisa, e cominciava una caccia all’uomo per trovarne l’assassino. Alla fine della miniserie, venne rivelato che l’assassino era proprio Jean, che nel tentativo di riappacificarsi col marito inscenando una serie di crimini ai danni delle persone care ai supereroi che li avrebbero portati a prestare più attenzione alle proprie famiglie, aveva soffocato per sbaglio Sue Dibny mentre era in dimensioni ridotte grazie ad una delle tute dell’ex marito. Non potendo rimediare al danno, Jean aveva dato fuoco all’appartamento di Sue Dibny, ed aveva poi inscenato un crimine ai danni del padre di Robin, provocandone involontariamente la morte quando questi si uccise a vicenda con Capitan Boomerang. A seguito di ciò Atom si rese conto del grave stato mentale in cui versava l’ex moglie, e la rinchiuse nell’Arkham Asylum, mentre lui si esiliava dal mondo riducendosi in dimensioni sub-atomiche per la vergogna. Mentre veniva curata, l’entità sovrannaturale nota come Eclipso la manipolò così che potesse divenire il suo ospite, facendo in modo di sedurre lo Spettro nella distruzione di tutti gli esseri magici dell’universo DC, ma alla fine venne sconfitta. Più tardi, Mary Marvel la affrontò e riuscì a rimuovere Eclipso dal corpo di Jean, che venne scaraventata in mare aperto dove morì, per tornare come Lanterna Nera nella Notte più Profonda, richiamata dal potere di Mano Nera.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°4/La Notte più Profonda N°4

Blue Beetle/Ted Kord: Figlio dell’industriale Thomas M. Kord ed erede della Kord Inc., Ted era uno studente brillante in diverse materie scientifiche, e da adulto divenne un inventore di successo. Ted aveva uno zio, Jarvis, che era un criminale; quest’ultimo venne affrontato e sconfitto da uno dei professori di Ted, Dan Garret, il giustiziere Blue Beetle. Alla morte di questi, Ted decise di proseguirne l’operato, divenendo un supereroe e assumendone il nome, ma senza far uso dello scarabeo magico di cui Dan si serviva, poiché Ted era sempre stato appassionato di scienza e riluttante alla magia. Allenò duramente il suo fisico e usò le sue finanze e il suo ingegno per creare vari gadget da usare nella sua lotta al crimine, ad esempio il Blue Beetle Bug, un veicolo volante ultra tecnologico. Ted divenne un membro della Justice League International, e lì incontrò quello che divenne il suo più grande amico: Booster Gold. Beetle e Booster avevano lo stesso senso dell’umorismo, spesso fuoriluogo e inappropriato. Spesso i due hanno escogiatato vari modi per arricchirsi sfruttando il marchio della JLA ma non hanno creato nient’altro che guai. Ha fatto per anni parte della League, ma quando il team affrontò Doomsday (colui che uccise Superman) Beetle fu colpito e cadde in coma. Risvegliatosi, è divenuto una riserva della League, e si è dedicato agli affari della propria società. Poco prima di Crisi Infinita, Ted fu ucciso da Maxwell Lord, ex coordinatore della JLA, divenuto capo dell’organizzazione Checkmate: Lord rivelò a Blue Beetle che il suo intento era quello di usare l’organizzazione per garantire che i metaumani, compresi i supereroi, fossero tenuti sotto la sorveglianza e sotto il controllo degli esseri umani. Lord diede a Beetle un ultimatum a iscriversi alla sua organizzazione, ma quando Kord si rifiutò, lo uccise con un proiettile alla testa. Il manto di Blue Beetle è dunque passato al giovane messicano Jamie Reyes, mentre il corpo di Ted è stato rianimato dagli anelli neri e portato a scontrarsi con Booster Gold, profondamente traumatizzato dalla morte dell’amico. E quale sarà la reazione dell’eroe alla vista dell’amico zombificato?

Prima apparizione come Lanterna Nera: Booster Gold N°26/Booster Gold TP N°1: La Notte più Profonda

Batman/Bruce Wayne?:  Tutti sanno la storia di Bruce Wayne, del bambino che visti assassinati i propri genitori, giurò di diventare qualcuno che avrebbe lottato affinchè i criminali non avessero tregua, diventando il giustiziere Batman una volta adulto. Ma pochi sanno cosa gli sia realmente accaduto al termine di Crisi Finale, quando durante uno scontro con Darkseid, Batman è stato colpito dai raggi della Sanzione Omega, finendo indietro nel tempo in un viaggio attraverso le varie epoche. E mentre il buon Bruce Wayne è disperso e non si conosce ancora il suo fato, un nuovo Batman ha preso il suo posto, ovvero il suo ex pupillo Dick Grayson, l’ex Robin e Nightwing. Ma allora di chi era il corpo carbonizzato che Superman stringeva tra le braccia alla fine di Crisi Finale, e che durante la Notte più Profonda viene rianimato da Nekron, l’entità della morte che sembra essere dietro alla resurrezione delle Lanterne Nere? Per scoprirlo vi invitiamo a seguire la serie mensile Batman & Robin, pubblicata dalla Planeta deAgostini sul mensile Batman.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night N°5/La Notte più Profonda N°5

Nekron: Nekron non è propriamente una Lanterna Nera, ma è la personificazione della Morte, padrone di una regione infernale che sembra essere una frontiera tra il limbo ed il Purgatorio all’interno dell’Universo DC. È dove le anime dei morti aspettano il passaggio per la loro destinazione finale, sia essa la Città d’Argento o l’Inferno. Nekron trae il suo potere dalle anime e dagli spiriti di coloro che sono morti. Durante tre numeri della miniserie Tales of the Green Lantern Corps, lo spirito energetico di Krona riuscì, non si sa come, a raggiungere il reame di Nekron, una spaccatura tra le dimensioni dovuta al paradosso di un immortale che si trova nel Regno dei Morti. Desiderando il mondo dei viventi, che ora riusciva a vedere, ma essendo troppo grosso per passare attraverso la fenditura, Nekron ricreò Krona come un essere non-morto di eccezionale potere. Dotandolo di un esercito di non-morti, Nekron inviò Krona ad uccidere i Guardiani dell’Universo al fine di incrementare lo spazio della fenditura. Krona cooperò solo perché il piano di Nekron coinvolgeva il collasso dell’universo e la possibilità per lui, quindi, di ricrearlo secondo i suoi desideri (cosa che avrebbe dato a Krona la possibilità di vedere la nascita di un universo). Krona e il suo esercito uccisero i Guardiani e parecchie Lanterne Verdi, mentre distruggevano la Batteria del Potere Centrale così che nessuna Lanterna Verde avrebbe potuto ricaricare il proprio anello. Sebbene il suo attacco danneggiò il morale del Corpo delle Lanterne Verdi, Hal Jordan riuscì ad ispirare e a radunare parecchi colleghi nell’attaccare Krona con la poca energia rimasta nei loro anelli. Nekron fu sconfitto quando Jordan entrò nel Regno dei Morti e incitò gli spiriti delle Lanterne appena uccise a ribellarsi contro di lui. Questo diede ai Guardiani tempo sufficiente per bandire Krona nel Regno dei Morti e richiudere la spaccatura con Jordan ancora al suo interno. Lo spirito del suo predecessore, Abin Sur, aiutò Hal ad uscirne. Kyle Rayner aveva gia incontrato Nekron durante un’avventura in cui Nekron riuscì quasi ad entrare nel mondo dei vivi quando il livello di attività sovrannaturale incrementò misteriosamente. Questa crescita diede a Nekron l’opportunità di controllare brevemente ogni membro deceduto del Corpo delle Lanterne Verdi, che agiva come armata e come ancora al mondo dei viventi. Kyle riuscì a riportare Nekron nella sua dimensione liberando le Lanterne non-morte dal suo controllo e la spaccatura si sigillò dopo la sconfitta di Nekron. Adesso sappiamo che dietro alla resurrezione delle Lantern Nere c’è lui, in combutta con la guardiana rinnegata Scar e Mano Nera.

Prima apparizione: Tales of the Green Lantern Corps vol.1 n. 2 del 1981

Scar: Scar era una dei Guardiani dell’Universo. Un attacco dell’Anti-Monitor durante la Guerra di Sinestro le lasciò un’evidente cicatrice distintiva sul lato destro del volto. Successivamente, cominciò a discostarsi dalla personalità mite tipica della sua razza divenendo sempre più oscura, militarista ed affascinata dal potere della morte. I suoi occhi, che solitamente avevano il simbolo del Corpo delle Lanterne Verdi nelle pupille, contenevano invece il simbolo del Corpo che le si trovava vicino in quel momento (ad esempio, le sue pupille mostravano il simbolo dei Sinestro Corps quando informò questi dell’imminente esecuzione di Sinestro). Sempre più frequentemente, cominciò ad incoraggiare il Corpo delle Lanterne Verdi a prendere una posizione più aggressiva nell’imminente Guerra della luce, finchè non si scoprì che era ormai stata corrotta e posseduta dal potere delle Lanterne Nere, divenendo l’unico Guardiano di quel Corpo e serva devota di Nekron. E’ stata lei a fare di Mano Nera l’araldo della Morte e a dare inizio, in segreto, alla Guerra della Luce e successivamente alla Notte più Profonda. Come Nekron, non è propriamente una Lanterna Nera, ma un Guardiano corrotto dal potere degli anelli neri.

Prima apparizione: Green Lantern n° 25/Lanterna Verde: Sinestro Corps War N°4

Wildebeest: Wildebeest era una creatura creata geneticamente dal team di supervillain che prendeva il suo nome da questa bestia, con lo scopo di creare una creatura dalla forza smisurata che rispondesse ai loro ordini. Assieme a Pantha, fu liberato durante la battaglia tra i Titani e la società che li aveva entrambi creati, battaglia nella quale Deathstroke uccise poi Jericho. Il Wildebeest creato geneticamente aveva una forza spaventosa, nonostante il suo aspetto fosse quello di un cucciolo, ma all’occorrenza poteva assumere una forma adulta; insieme a Pantha e Stelle Rossa, entrambi diventati membri dei Titani, formò un trio che divenne col tempo simile ad una famiglia, finchè nella battaglia con Superboy Prime in Crisi Infinita, Pantha e Wildebeest furono uccisi dal kryptoniano di Terra Prime, mentre facevano parte di una formazione di riserva dei Titani. Ed ora sono tornati come Lanterne Nere per riunirsi ai propri compagni…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Titans/La Notte più Profonda: Titani

Terry e Robert Long:  Terry e Robert erano il figlio e l’ex marito di Donna Troy, finchè un incidente d’auto tolse brutalmente la vita ad entrambi, lasciando Donna per un lungo periodo nel più profondo dolore. Quando Donna sembrava essersi ripresa, eccoli comparire in veste di Lanterne Nere a tormentare la giovane eroina…

Prima apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night Titans/La Notte più Profonda: Titani

Terra/Tara Markov: Tara era la sorellastra di Brion Markov, l’eroe conosciuto come Geo Force, ed ottenne i propri poteri di manipolazione della terra a seguito di un esperimento. Diversamente dal fratellastro, Tara credeva che coi poteri in suo possesso avrebbe potuto dominare la Terra anziché aiutare le persone ed iniziò così una carriera di mercenaria, venendo ingaggiata da Deathstroke. Inscenando una battaglia contro di lui cui assistettero i Titani, riuscì a farsi ammettere nel team ed a lavorare come spia all’interno del gruppo per Deathstroke. Quando però i Titani si scontrarono con lui, Jericho riuscì a possedere il padre con il suo potere, e liberò i Titani che aveva catturato, facendo credere a Tara di essersi rivolto contro di lei. Come reazione, Tara rovesciò sul quartier generale di Deathstroke tonnellate di terra, credendo di riuscire ad ucciderlo, ma alla fine rimase sepolta lei sotto il peso dei suoi stessi poteri. Questa pazzìa che la spinse ad uccidersi per sbaglio fu poi spiegata da Deathstroke a Geo Force stesso, quando gli rivelò che aveva somministrato alla sorella lo stesso siero usato con Cassandra Cain, la seconda Batgirl, e Rose Wilson, sua figlia Ravager. Durante il periodo in cui Terra fu membro dei Titani, Beast Boy si innamorò di lei e quando scoprì il suo tradimento ne soffrì molto, anche se persino dopo la sua morte ha continuato ad amarla in segreto. E durante la Notte più Profonda, il corpo rianimato di Tara è tornato a reclamare proprio il cuore di Beat Boy…e quelli di tutti i suoi compagni!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night Titans/La Notte più Profonda: Titani

Omen: Lilith Clay era un membro dei Titani che manifestò i propri poteri mentali all’età di 13 anni ed entrò a far parte del gruppo grazie ad una premonizione con la quale diede prova dei propri poteri. Per un beve periodo fece parte anche dei Titani Ovest ed ebbe una breve relazione con Don Hall, il primo Colomba. Più tardi scoprì di essere figlia di una dea che aveva avuto una relazione con un umano, e reclamò il proprio retaggio sull’Olimpo. Dopo la Crisi sulle Terre Infinite le sue origini furono riscritte, e Lilith tornò a vivere sulla terra, assumendo il nome di Omen e diventando un membro della nuova formazione dei Titani, i Giovani Titani. Purtroppo per lei, quest’esperienza durò poco, in quanto venne uccisa da un androide Superman impazzito, che si credeva distrutto da molto tempo. Assieme a lei fu uccisa (anche se tornò in vita successivamente) Donna Troy, ma a differenza di quest’ultima Omen non ebbe la fortuna di tornare tra i vivi, mentre i Giovani Titani si sciolsero per riformarsi poco dopo in una nuova formazione. Ora però è venuto il momento per Omen di reclamare i cuori dei vivi, tornando come Lanterna Nera.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night Titans/La Notte più Profonda: Titani

Hawk/Holly Granger: Holly era la sorella di Dawn Granger, che divenne il nuovo Falco alla morte di Hank Hall che nel frattempo era diventato il criminale Monarch. Per un po’ di tempo Holly ha fatto parte di una formazione di Titani messa insieme da Tim Drake, il terzo Robin, durante l’anno successivo alla Crisi Infinita, poi è divenuta un membro di riserva assieme alla sorella Dawn, la nuova Colomba. Durante la Notte più Profonda però, Hank Hall è stato resuscitato dagli anelli neri, ed ha brutalmente ucciso Holly strappandole il cuore; in questo modo, il suo corpo è stato immediatamente rianimato dall’anello nero, ed è diventata a tutti gli effetti una nuova Lanterna Nera a caccia del cuore della sorella!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night Titans/La Notte più Profonda: Titani

Pantha: Pantha era una donna-pantra, membro dei Titani, che fu geneticamente mutata dalla Wildebeest Society, ma non aveva alcuna memoria della sua precedente vita, né sapeva se prima della mutazione fosse un’umana od una vera pantera mutata in forma semi-umanoide. Di carattere difficile e schivo, Pantha manteneva sempre le distanze dai propri compagni, anche se le sue abilità ferine risultarono sempre molto utili al team. Pantha divenne anche una madre adottiva per Wildebeest, che nonostante la propria forma adulta era in realtà poco più di un cucciolo in forma umanoide, e formò con lui e Stella Rossa una specie di famiglia che purtroppo venne distrutta da Superboy Prime in Crisi Infinita, quando Pantha e Wildebeest furono uccisi durante la battaglia a Smallville per salvare Conner Kent. Durante la Notte più Profonda Pantha e Wildebeest vengono resuscitati dagli anelli neri…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night Titans/La Notte più Profonda: Titani

Blockbuster: Roland Desmond è stato il secondo Blockbuster, fratello del primo, Mark Desmond. Come il fratello, possedeva superforza ed una grande resistenza, donatagli da steroidi sperimentali che aveva gia utilizzato il fratello per acquisire le proprie capacità. Gli effetti collaterali degli steroidi però gli ridussero l’intelletto a quello di un bambino, e solo grazie ad un patto col demone Neron acquisì un’intelligenza di livello superiore. Dopo essere stato sconfitto da Bart Allen/Impulso in Europa, arrivò a Bludhaven ed assunse il controllo della malavita locale, diventando il boss locale. Tuttavia i suoi piani vennero più volte sventati dal protettore della città, Nightwing. Un altro effetto secondario degli steroidi assunti rese il suo aspetto quello di un albino, e gli indebolì il cuore, costringendolo ad un trapianto effettuato dai gorilla di Gorilla City. Tuttavia, la sua nuova ritrovata condizione fisica durò poco, perché fu presto ucciso dalla vigilante Tarantula. Il suo corpo è uno tra quelli rianimati come Lanterne Nere durante il viaggio in aereo da Gotham.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

KGBeast: Anatoli Knyazev, o KGBeast, era un assassino addestrato segretamente dal KGB. Oltre ad essere un esperto di arti marziali, era in grado di utilizzare praticamente qualsiasi arma conosciuta ed aveva una considerevole forza aumentata ciberneticamente. E’ stato per molto tempo un avversario di Batman, finchè non è diventato un nemico di secondo piano, molto spesso dimenticato dagli autori. Recentemente però, era tornato in azione come sicario del Pinguino, rimanendo coinvolto ed infine ucciso insieme ad altri criminali nel piano ordito dal Grande Squalo Bianco, un altro criminale di Gotham. Lo vediamo resuscitare come Lanterna Nera su un’aereo che trasportava il suo corpo e quelli di altri criminali defunti.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Re Serpente: Il Re Serpente è un esperto di arti marziali che si è scontrato più volte con Robin (Tim Drake). E’ il padre di Bane, che lo abbandonò da piccolo e per i peccati del quale Bane ha dovuto scontare anni di prigionia sin dalla nascita. E’ stato inoltre il leader del culto del Cobra, un movimento internazionale di terroristi, che si è scontrato con Batman in alcune occasioni e persino con Bane, che era alla ricerca del padre. Nell’ultimo duello avuto con Batman e Bane, Re Serpente è caduto da un dirupo, rimanendo apparentemente ucciso. Recentemente abbiamo scoperto vedendo il suo corpo rianimato come Lanterna Nera, che quest’ipotesi è stata dunque confermata.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Magpie: Magpie deve il suo nome alla Gazza Ladra, l’uccello da cui prende le origini, in quanto è sempre stata una criminale dedita ai furti di gioielli che rimpiazzava con sofisticate copie. Spedita più volte in prigione, è stata alla fine uccisa assieme a KGBeast, il Ventriloquo ed altri criminali come parte di uno schema di vendetta da parte del Grande Squalo Bianco, un altro avversario di Batman, ed il suo corpo è tornato a camminare tra i vivi grazie agli anelli neri.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Il Ventriloquo: Arnold Wesker, il Ventriloquo, è stato per anni un nemico di Batman. Ultimo di una potente famiglia mafiosa di Gotham City di origini ebraiche, cominciò a mostrare segni di personalità multiple e distorte dopo l’assassinio della madre da parte di un’altra famiglia criminale. Crescendo, diventò esperto nell’arte del ventriloquo e questo accrebbe il suo sdoppiamento: troppo debole ed insicuro per darsi attivamente alla criminalità, creò una marionetta dal legno del patibolo del penitenziario di Gotham, Blackgate, di nome “Scarface”, infondendo in essa tutta la sua malvagità e pazzia. Il burattino, crudele e sadico, rappresenta il suo lato criminale, mentre l’Arnold “normale” si trasforma in un lacchè. Scarface e il Ventriloquo hanno sempre rappresentato uno degli avversari più singolari ed inquietanti del cavaliere oscuro, fra la malavita di Gotham infatti, alcuni criminali arrivano a chiedersi, a causa dell’atteggiamento tiranno e crudele tenuto da Scarface nei confronti del timido ed impacciato Ventriloquo, se Wesker manovri semplicemente il pupazzo con estrema ed inquietante abilità o se Scarface non abbia un che di sovrannaturale. Onnipresente figura al fianco del Ventriloquo è il gigantesco Rhino, fidato tirapiedi e picchiatore. Arnold rimase ucciso in combattimento dopo il complotto ordito dal Grande Squalo Bianco, altro nemico di Batman suo rivale, ed il suo posto di ventriloquo venne preso da una donna, Sugar, che ha recuperato e ricostruito la marionetta Scarface, andata distrutta. Il suo corpo è stato però rianimato dagli anelli neri, assieme a quelli di altri famosi nemici di Batman o dei suoi alleati.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Tony Zucco: Antonio Zucco, detto Tony, era il terzo mafioso italoamericano più potente di Gotham City, dopo Carmine Falcone e Sal Maroni. Controllava buona parte delle attività criminali della città, e venne preso di mira da Batman al pari dei suoi colleghi criminali. Un giorno il dirigente del circo gothamita ritardò con il pagamento della tangente, con la quale avrebbe goduto della protezione, e il padrino uccisee i genitori di Dick Grayson, trapezisti in questo circo, per farne un esempio. Anni dopo il suo incontro con Batman, che lo spedì in prigione, fu ucciso dallo sparo di un criminale membro di una banda rivale. Durante la Notte più Profonda però, torna come Lanterna Nera a tormentare il nuovo Batman, Dick Grayson!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Il Carnaio: Arnlod Etchison era un serial killer convinto che la sua famiglia fosse malvagia e che egli stesso ne avesse assorbito la malvagità una volta uccisi tutti i membri. Catturato ed imprigionato più volte nell’Arkham Asylum da Batman, quando Bane riuscì a distruggere la prigione fuggì nuovamente per uccidere altri membri della propria famiglia. Finì ucciso da Jean Paul Valley/Batman, che lo lasciò cadere dentro del metallo fuso in una raffineria, sotto gli occhi inorriditi di Robin; tempo dopo tornò come un fantasma per impossessarsi del nascituro di una cugina, assumendo il controllo dell’armatura che Azrael usava durante il suo periodo come Batman, ma fu sconfitto dall’originale pipistrello. Il suo corpo viene rianimato come Lanterna Nera mentre si trova in volo con gli altri avversari defunti di Batman.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Diacono Blackfire: il Diacono Blackfire è stato un avversario di Batman nella miniserie Batman: Il Culto, in cui si scopriva che questo personaggio, forse vivo da circa 100 anni, aveva raccolto un esercito nelle fogne di Gotham City, composto per la maggior parte da senzatetto, con lo scopo di cominciare una violenta guerra al crimine. Batman lo scoprì ma venne catturato e gli venne fatto il lavaggio del cervello, ma riuscì a liberarsi dal condizionamento e sconfiggere il Diacono, che gli chiese di ucciderlo rendendolo un martire. Al rifiuto di Batman, il Diacono rimase umiliato e venne ucciso dal suo stesso esercito che gli si era ribellato. Finisce per diventare una Lanterna Nera asseme ad altri defunti.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Gemelli Trigger: Tom e Tad Trigger erano due criminali che decisero di rapinare la stessa banca nello stesso giorno, e quando si ritrovarono a compiere la stessa rapina, scioccati per il loro aspetto simile, decisero di collaborare anziché scontrarsi. Formarono così il duo dei Gemelli Trigger, ispirandosi ad una coppia di eroi western con cui non avevano nulla a che spartire in realtà, e iniziarono a lavorare come sicari per un boss malavitoso. Arrivati a Gotham, incontrarono Batman, che in quel periodo era Jean Paul Valley/Azrael, finendo sconfitti. Successivamente, divennero sicari agli ordini di Blockbuster e durante la Crisi Infinita membri della Società Segreta dei Supercriminali messa insieme da Alexander Luthor sotto mentite spoglie, finendo uccisi nella battaglia a Metropolis dai proiettili di Vigilante e Wild Dog. Vengono resuscitati come Lanterne Nere assieme ad altri avversari di Batman.

Prima apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Janet e Jack Drake: rispettivamente la madre ed il padre di Tim Drake, il terzo Robin, hanno conosciuto entrambi vita breve. La prima è morta in seguito all’avvelenamento subìto da uno psicopatico contro cui Batman si scontrò per salvare lei e suo marito, su richiesta di Tim che nel frattempo aveva scoperto le identità di Batman e Nightwing. Jack invece ebbe modo di scoprire che il figlio era diventato il terzo Robin e nonostante la sua apprensione non smise mai di stargli accanto, finchè durante la Crisi d’Identità si uccise a vicenda con Capitan Boomerang, mandato da Jean Loring per assassinarlo. Tim non si è mai ripreso completamente dal dolore per la perdita dei genitori, cui si è aggiunto quello per la perdita di alcuni fidati compagni ed amici nel corso degli anni, ma ora papà e mamma sono tornati…il problema è che non sono esattamente vivi!

Prima apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

John e Mary Grayson: Il più giovane membro della famiglia di acrobati conosciuti come i “Grayson volanti”, Dick, vide i suoi genitori John e Mary uccisi dal boss della mafia Tony Zucco che li fece precipitare sabotando il trapezio con cui si esibivano durante uno spettacolo, per estorcere denaro al circo in cui lavoravano. Bruce Wayne lo prese con sé come suo pupillo, ma Dick non dimenticò mai la morte dei propri genitori. Il problema è che ritrovarseli davanti come Lanterne Nere potrebbe essere un trauma ancora maggiore!

Prima apparizione come Lanterne Nere: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Capitan Boomerang/Digger Harkness: Capitan Boomerang è stato più volte avversario del secondo Flash, Barry Allen, ed è stato membro dei Nemici e della Squadra Suicida. Durante la saga di Crisi d’Identità, viene arruolato da un misteriso mandante (che si rivelerà essere Jean Loring, l’ex moglie di Atom) per assassinare Jack Drake, il padre del terzo Robin, Tim Drake. Essendo fuori forma da tempo e non più attivo come supercriminale ma come delinquente di poco conto, accetta l’incarico ma i due si uccideranno a vicenda. All’inizio della Notte più Profonda, il suo corpo viene rianimato da un anello nero, e riappare nella sua forma grassa, che aveva alla morte. Lo ritroviamo ad inscenare nuovamente la morte di Jack Drake come complice della Lanterna Nera che impersona il padre di Tim.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Blackest Night: Batman/La Notte più Profonda: Batman

Amon Sur: Figlio della Lanterna Verde Abin Sur, colui che donò ad Hal Jordan l’anello dopo essersi schiantato sulla Terra, Amon è sempre stato ossessionato dalla ricerca di vendetta per la morte del padre e per non essere stato scelto come suo successore in favore di Jordan. Arrivato sulla Terra, si scontrò con lui, ma venne facilmente sconfitto. Tuttavia, un anello giallo lo reclutò come membro del Corpo di Sinestro, col quale prese parte alla battaglia contro le Lanterne Verdi. Nuovamente umiliato e sconfitto assieme al resto del corpo, venne poi ucciso dalla Lanterna Verde Laira perché aveva brutalmente assassinato la famiglia del suo amante, la Lanterna Verde Ke’haan. Ed ora, assieme al padre, è tornato come Lanterna Nera…

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°45/Lanterna Verde Nuova Serie N°9

Bluume: Bluume è uno degli alieni uccisi da Larfleeze durante il periodo in cui ha vissuto da solo sul pianeta Okaara, e reso uno dei suoi costrutti dopo averne rubato l’identità. Ora però il corpo originale di Blume è stato rianimato come Lanterna Nera, ed esige la sua vendetta sul malcapitato Larfleeze.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°45/Lanterna Verde Nuova Serie N°9

Glomulus: Come Bluume, anche Glomulus è uno dei tanti alieni sterminati e resi dei costrutti da Larfleeze, e come per il suo compagno anche il suo corpo originale è stato resuscitato come Lanterna Nera. Sembra che per questi buffi esseri dall’aspetto grottesco non ci sia pace neanche nella morte insomma!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°45/Lanterna Verde Nuova Serie N°9

Abin Sur: Abin Sur è stato la più grande delle Lanterne Vrdi, prima di Sinestro e di Hal Jordan, nonché colui che ha reclutato Hal come nuovo membro per il Corpo delle Lanterne Verdi, prima di morire a causa di uno schianto sulla Terra. Le sue origini sono state recentemente riscritte nella miniserie Lanterna Verde: Origini Segrete, dove abbiamo scoperto che il suo schianto sulla Terra è stato causato dalla paura instillatagli nel cuore dalle profezie di Atrocitus e dei suoi compagni, oltre all’attacco di Atrocitus appunto, che l’ha ferito gravemente e gli ha danneggiato l’astronave che usava per evitare di scaricare l’anello. Prima di morire, Abin Sur ha dunque consegnato il suo anello ad Hal Jordan, ed ha inoltre istruito Sinestro sulle verità di cui è venuto a conoscenza riguardo la Notte più Profonda, informazioni che ad oggi potrebbero essere la chiave per sconfiggere le Lanterne Nere, se solo Abin Sur stesso non si fosse parato di fronte ad Hal e Sinestro, riportato in vita come Lanterna Nera!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°46/Lanterna Verde Nuova Serie N°10

Arin Sur: Arin Sur era la sorella di Abin, oltre che l’amante di Sinestro. Non si sa ancora nulla di preciso sul suo passato con Sinestro, ma si è scoperto che è stata il suo primo (forse unico) amore e che probabilmente è morta a causa sua. Non si ha la certezza se sia la madre di Soranik Natu, una Lanterna Verde che si è rivelata la figlia segreta di Sinestro. Arin si para davanti Hal Jordan e Sinestro assieme al fratello, entrambi resuscitati dagli anelli neri.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°46/Lanterna Verde Nuova Serie N°10

Khufu e Chay-Ara: Khufu e Chay-Ara sono le incarnazioni originali di Hawkgirl ed Hawkman, ovvero le loro versioni dell’antico egitto. Non si sa ancora bene come e perché i loro corpi si trovassero sul pianeta Zamaron racchiusi in un cristallo, ma l’amore che si sprigionava dai loro resti abbracciati da secoli serviva ad alimentare la batteria del potere delle Star Sapphires. Tuttavia, gli anelli neri hanno riportato in vita queste due incarnazioni come Lanterne Nere, al pari delle loro versioni moderne.

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°46/Lanterna Verde Nuova Serie N°10

Laira: La Lanterna Verde Laira era una delle Lanterne che affrontarono Hal Jordan quando questi venne trasformato e reso folle da Parallax. Assieme ad un piccolo gruppo di sopravvissuti del Corpo delle Lanterne Verdi, venne apparentemente uccisa, ma qualche tempo fa il resuscitato Hal Jordan e Guy Gardner la trovarono sul pianeta dei Manhunter assieme alle altre Lanterne Verdi che sembravano morte durante quella battaglia, ribattezzate Lanterne Perdute. I due riuscirono dopo un lungo scontro col Superman Cyborg a liberare i propri ex compagni, che solo dopo molto tempo riuscirono a perdonare o perlomeno accettare ciò che Hal aveva fatto loro. Laira ha preso parte alla guerra contro il Corpo di Sinestro ed in quell’occasione ha visto ucciso il suo amato Ke’haan, mentre tempo dopo ha assistito allo sterminio della sua famiglia da parte di Amon Sur. Processata per omicidio dai Guardiani dell’Universo, se n’è andata in preda alla rabbia dal pianeta OA, venendo reclutata da un anello rosso che ha preso possesso della sua mente tasformandola in una delle rabbiose Lanterne Rosse agli ordini di Atrocitus, finchè non ha trovato la propria fine per mano di Sinestro sul pianeta delle Lanterne Rosse. Ed è come Lanterna Nera che reclama la propria vendetta contro il leader delle Lanterne che sfruttano la paura per il proprio potere…ma anche contro i suoi ex compagni!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°47/Lanterna Verde Nuova Serie N°10

Qull e Roxeaume delle Cinque Inversioni: questi due orridi criminali alieni somiglianti a demoni sono i “fratelli” di Atrocitus, ovvero i suoi compagni di prigionia durante la detenzione su quello che sarebbe divenuto il pianeta delle Lanterne Rosse. Sono stati loro, con le loro profezie e le loro menzogne, ad instillare la paura nel cuore di Abin Sur, provocandone indirettamente la morte. Tuttavia Atrocitus ad un certo punto capì che poteva ottenere il potere di vendicarsi delle Lanterne Verdi attingendo alla luce rossa della rabbia ed uccise i suoi compagni utilizzando il loro sangue per creare la batteria delle Lanterne Rosse e divenirne il leader. Non aveva però previsto il ritorno come Lanterne Nere dei suoi ex compagni, desiderosi di strappargli il cuore…che in realtà non ha più!

Prima apparizione come Lanterna Nera: Green Lantern N°47/Lanterna Verde Nuova Serie N°10

A cura di Emiliano Cadili Rispi e Marco Cecini

(Venite a discutere della saga nella sezione apposita del forum!)

Banner HoVistoCose.it

Informazioni sull'autore

Marco Cecini [Barry Allen]Nato a Roma, classe 1982. Appassionato, volitivo, amante di tutto ciò che è epico, eroico, e che rimanda al sapore antico e primigenio del vivere. In quanto tale, il fumetto supereroistico rientra di diritto nel novero delle sue passioni più grandi.Leggi tutti gli articoli di Marco Cecini