Iron Man: come iniziare

Scritto da Simone Sperati il 28 aprile 2010 in Comics e fumetti americani con nessun commento

Questa guida fa riferimento a quella pubblicata dal sito specializzato IGN UK

Leggete qui l’intervista al cast del film rilasciata in occasione del lancio della pellicola.

ATTENZIONE SPOILER: L’articolo racconta gli eventi riguardanti Iron Man da Extremis di Warren Ellis in poi.
La parte conclusiva è dedicata a “Siege” e ad altre storie ancora inedite in Italia, per cui si raccomanda di procedere con cautela nella lettura nel caso non si desideri lo svelamento di particolari indesiderati.

————————————————————————————————

UNA STORIA MODERNA DI IRON MAN

Vi diciamo tutto ciò che c’è da sapere per prepararsi all’Heroic Age di Iron Man!

Che siate o meno fan dei fumetti, saprete certamente in qualche modo che Iron Man 2 sta per uscire nelle sale tra pochissimo. La Marvel sta sfruttando appieno l’hype dovuto a Iron Man 2 per introdurre sul mercato un sacco di nuovi volumi e gadgets sul personaggio.

In particolare, il più atteso albo a fumetti di Iron Man in questa primavera negli USA è Invincibile Iron Man #25. Quest’albo rappresenta non solo l’inizio di una nuova era per la carriera di Tony Stark, ma anche un ottimo starting point per lettori inesperti.

Mentre i nuovi lettori ed i fan del film non dovrebbero avere grandi problemi nel cominciare la serie con il numero #25, ci sono probabilmente alcuni lettori che vogliono conoscere cosa è accaduto nei fumetti di Iron Man ultimamente, e noi siamo qui per aiutarvi. Tracceremo la storia moderna di Iron Man incominciando dalla popolare storyline Extremis fino a giungere a Invincible Iron Man #25; abbiamo poi compilato una lista dei volumi/spillati da acquistare in modo che, se volete, possiate leggere le storie di Iron Man inserite in questa guida.

L’IRON MAN DEL 21mo SECOLO

IRON MAN: EXTREMIS

Molti lettori guardano ad Extremis come il punto d’inizio definitivo per la moderna storia di Tony Stark. Il tema della storia porta Tony a reinventare Iron Man per il 21esimo secolo, e dando un’occhiata estesa alle origini di Iron Man, ci si rende conto che non c’è miglior storia di questa per introdurre i nuovi lettori al mito di Iron Man.

La storia comincia con Tony che ha appena lasciato il posto di Segretario di Stato a causa di uno scandalo pubblico e con i Vendicatori ormai sciolti e allo sbando, Iron Man così deve ricostruirsi da solo. Ma quando emerge un nuovo super soldato troppo potente anche per lui, Iron Man capisce che deve adottare misure estreme per stare al passo coi tempi.

Il super soldato in questione è un soggetto in fase di test potenziato da un virus nanotecnologico conosciuto con il nome di Extremis. Come una versione tecnologica del serio del super soldato che ha potenziato Capitan America, Extremis aumenta il potenziale di un corpo umano in modi inaspettati, se non uccide prima il soggetto. Con suo grande rischio, Stark inietta in sé stesso Extremis, cominciando così un doloroso e forzato processo di evoluzione.

Dopo essersi risvegliato dal processo, Tony scopre che la sua mente è in grado di interfacciarsi con qualsiasi macchina o computer network, e la sottoarmatura dorata che indossa è ora direttamente parte del suo corpo, nascosta all’interno delle sue ossa. Disegna così in fretta una nuova armatura in grado di sfruttare le sue nuove abilità: l’armatura Extremis che è più forte, veloce e resistente di qualsiasi altra prima d’ora.

Il nuovo Iron Man affronta e sconfigge il nemico dotato di Extremis, ristabilendo immediatamente il suo status come uno dei più potenti eroi del pianeta, e le nuove abilità acquisite saranno presto messe alla prova da un test ben più grande.

CIVIL WAR

Il futurista Tony Stark ha sempre saputo che sarebbe arrivato il giorno in cui qualcuno nella comunità supereroica avrebbe commesso un grave sbaglio che sarebbe costato la vita a degli innocenti. Quel giorno arrivò quando Stamford venne scossa dalla battaglia tra i New Warriors ed il supercriminale Nitro, costando la vita a centinaia di persone tra cui una scuola piena di bambini. Gli americani successivamente chiesero giustizia tramite la registrazione delle identità dei superumani presso il governo, il loro addestramento e la perseguibilità per le proprie azioni sbagliate.

La creazione di un Atto di Registrazione dei Superumani divise gli eroi in due fazioni, una capeggiata da Tony Stark, che più di chiunque altro sapeva cosa può provocare un superumano fuori controllo, l’altra capeggiata da Capitan America. La battaglia tra le due fazioni divenne sanguinosa a causa della morte del Vendicatore Golia.

Stark e i suoi alleati svilupparono 100 diversi piani per la sicurezza mondiale. Il 42esimo divenne la Prigione 42, un carcere di massima sicurezza dislocato nella Zona Negativa in cui i superumani fuggitivi potessero essere rinchiusi. La battaglia finale tra le due fazioni Pro e Contro Registrazione ebbe luogo quando Capitan America provò a liberare i suoi amici dalla Prigione 42, ma quando Cap si rese conto dei danni che la battaglia stava procurando, si arrese. Tutto ciò portò immediatamente alla vittoria della fazione capeggiata da Tony Stark, e successivamente Iron Man venne nominato direttore dello SHIELD, aiutando ad attuare l’iniziativa dei 50 stati, in cui avrebbe dislocato 50 diverse squadre di supereroi addestrati o sotto addestramento.

Il prezzo più grande della guerra fu l’assassinio di Capitan America, ucciso durante il proprio processo, con l’intera America a piangerne la perdita. Un distrutto Tony Stark espresse infine il proprio rispetto al suo vecchio amico, ammettendo poi che i sacrifici fatti non valevano il prezzo pagato, ma non ebbe altra scelta che quella di andare avanti.

I POTENTI VENDICATORI; IRON MAN: DIRETTORE DELLO S.H.I.E.L.D

Stark si calò ben presto nel suo nuovo ruolo di direttore dello SHIELD, dotandolo di tecnologia di sua proprietà. Nel frattempo, continuò la sua gestione dell’iniziativa dei 50 stati, mentre uomini come Norman Osborn approfittavano del nuovo ordine mondiale per i propri scopi.

Iron Man sapeva che il mondo aveva ancora bisogno dei Vendicatori, in particolare per combattere il gruppo clandestino di eroi guidati da di Luke Cage, così mise insieme un gruppo che includeva il dio della guerra Ares, Ms Marvel e il potentissimo ma instabile Sentry, giusto in tempo per affrontare la minaccia del resuscitato Ultron, che prima prese il controllo del corpo di Tony e poi andò vicino a spingere Sentry oltre i propri limiti.

Nel frattempo l’Iniziativa dei 50 Stati crebbe in popolarità, in quanto gli americani erano felici di avere al proprio servizio degli eroi di cui potersi fidare, legittimati dalla presenza di eroi clandestini come la squadra di Luke Cage o Moon Knight e vigilanti come il Punitore. Sfortunatamente, la prima vera sfida dell’Iniziativa si stava velocemente avvicinando.

WORLD WAR HULK

Prima della Guerra Civile, Iron Man ed i suoi alleati avevano preso una decisione fatale. Sapendo che Hulk avrebbe sempre costituito un pericolo per l’umanità finché fosse rimasto sulla Terra, decisero di mandarlo via. I sei membri degli Illuminati – Iron Man, Namor, Charles Xavier, Freccia Nera, Mr Fantastic e il Dott. Strange – convinsero con l’inganno Bruce Banner a partire per una missione spaziale, spedendolo invece verso quello che sarebbe dovuto essere un pacifico, disabitato pianeta. Invece, Hulk precipitò sul selvaggio pianeta Sakaar, dove lottò come gladiatore, divenne sovrano e formò una famiglia.

La felicità di Hulk venne distrutta quando la sua nave spaziale venne sabotata finendo con l’esplodere, uccidendo sua moglie e, apparentemente, il figlio che portava in grembo. Pieno di rabbia come mai ne aveva provata prima, Hulk promise vendetta agli eroi che l’avevano tradito e spedito su quel pianeta. Così, Hulk ed i suoi Fratelli di Guerra tornarono sulla Terra e dichiararono guerra agli eroi. Fu il primo test serio per l’Iniziativa dei 50 Stati, e fallì miseramente, con tutti i tentativi di Tony Stark per calmare o de-potenziare Hulk andati male. Stark venne sconfitto ed imprigionato assieme al resto degli Illuminati, mentre gli altri eroi cadevano uno dopo l’altro sotto i colpi di Hulk. Il pianeta venne salvato solamente dall’intervento di Sentry e dal successivo colpo inferto al gigante verde dal laser orbitante attorno alla Terra di Tony Stark, ma dopo i milioni di danni subiti, la fede nell’Iniziativa cominciò a vacillare.

IRON MAN: HAUNTED; INVINCIBLE IRON MAN: I CINQUE INCUBI

Dopo la sconfitta di Hulk, la vita di Iron Man non divenne più semplice: nuovi e vecchi nemici di Tony Stark riemersero per complicargliela ulteriormente, come il Mandarino che, nonostante gli anni passati in cella e le mani amputate, rientrò in possesso dei suoi dieci anelli e tornò con un nuovo piano. Con l’identità di Tem Borjigin, il Mandarino formò la Prometheus Corporation, che aveva come scopo il convertire Extremis in un virus aereo in grado di infettare l’intera popolazione mondiale.

Tony scoprì che il virus era letale per circa il 97% della popolazione mondiale, e che il suo caso era stato una pura coincidenza fortunata per la propria sopravvivenza. Così, in una feroce battaglia contro il Mandarino, con i poteri di Extremis temporaneamente disattivati, Iron Man prevenne la minaccia rappresentata dagli scopi del suo antico nemico sconfiggendolo nuovamente.

Successiva fù una minaccia del tutto inaspettata. Anni prima, Tony si era visto portare via il suo impero, le sue finanze e la sua armatura da Obadiah Stane, che si suicidò dopo averle perse nuovamente. Perciò, il figlio di Stane, Ezekiel, si presentò in cerca di vendetta.

Ezekiel provò a concretizzare le paure più grandi di Tony. Era più giovane, furbo e senza alcuna morale rispetto ad Iron Man, così riuscì a convertire la tecnologia Stark in un’arma esplosiva utilizzata da una nuova generazione di terroristi suicidi super potenziati. Stane convertì il suo stesso corpo in una versione vivente di Iron Man che superva persino l’Armatura Extremis. Stark fu in grado di prevenire l’attacco dei terroristi al servizio di Ezekiel contro la Stark International, ma solamente facendo esplodere una bomba EMP che distrusse la sua stessa compagnia. Infine, capì che ciò di cui aveva più paura da uomini come Stane erano le disperate misure che avrebbe dovuto adottare per fermarli.

SECRET INVASION

Il colpo finale alle Stark Enterprises e all’Iniziativa dei 50 Stati arrivò poco dopo. Tony Stark divenne ben presto consapevole della minaccia rappresentata dall’infiltrazione Skrull che stava avvenendo sulla Terra per sostituire gli eroi. Gli Skrull avevano perso il proprio pianeta natale in seguito agli assalti di Galactus e dell’Onda Annihilation, così vedevano il nostro pianeta come un’ideale nuova Terra Promessa, secondo la propria religione, e la battaglia che sarebbe seguita sarebbe stata per loro una vera e propria Guerra Sacra. Stark rimase in una posizione precaria: sapeva benissimo che gli Skrull si erano infiltrati tra i Vendicatori e l’Iniziativa, ma non sapeva di chi fidarsi, neanche i suoi amici più intimi. Così, quando l’attacco finale cominciò, la sua paranoia era già cresciuta esponenzialmente, e si trovò completamente impreparato a difendere il pianeta. Come pensava infatti, gli Skrull si erano infiltrati ai livelli più alti dell’Iniziativa, e, dopo aver rilasciato un potente virus che mise fuori uso la tecnologia Stark, tutto lo SHIELD e le Stark Enterprises, l’armatura di Tony e la tecnologia destinata ad essere utilizzata su scala mondiale divennero inutilizzabili, mentre i rapporti tra gli eroi erano ormai minati dall’interno. Gli Skrull si rivelarono poi ai leader mondiali promettendo loro che sarebbero stati trattati col massimo riguardo.

Gli eroi terrestri si organizzarono però ben presto in una controffensiva massiccia, e la battaglia finale avvenne a Central Park, dove gli umani vinsero non grazie ai Vendicatori o l’Iniziativa di Tony Stark, bensì grazie al colpo sparato da Norman Osborn che uccise la regina Skrull in diretta mondiale; nel frattempo Iron Man veniva filmato mentre fuggiva per sostituire l’Armatura Extremis ormai inutilizzabile.

Iron Man e lo SHIELD vennero pubblicamente incolpati di non aver saputo difendere il pianeta dall’invasione aliena. Norman Osborn venne eletto a nuovo salvatore dell’America, mentre Iron Man venne usato come capro espiatorio da biasimare, e lo SHIELD smantellato.

Attenzione: Le seguenti Storyline sono ancora incomplete in Italia o non ancora presentate in nessun formato. Si prega pertanto di astenersi dal leggerle qualora si vogliano evitare fastidiosi Spoiler.

INVINCIBLE IRON MAN: WORLD’S MOST WANTED

Subito dopo la fine dell’Invasione, Stark venne privato di tutti I suoi poteri come capo dello SHIELD e la stessa organizzazione venne smantellata e sostituita dall’HAMMER di Norman Osborn. Tony nel frattempo faceva del suo meglio per far fronte alla situazione venutasi a creare per le sue attività e la sua immagine pubblica, ed i suoi sospetti trovarono conferma quando Osborn rese chiari i suoi piani per abusare della sua posizione allo scopo di eliminare vecchi nemici come Spiderman. Sapendo che nessun eroe sarebbe rimasto al sicuro se Norman avesse scoperto le loro identità, Stark rilasciò un potente virus informatico nella banca dati dell’HAMMER. Le uniche informazioni su cui Norman poteva contare erano nel cervello stesso di Tony, che ora era un fuggitivo dalla legge per cancellare permanentemente quelle informazioni.

Con Pepper Potts e Maria Hill decise a sostenerlo, Stark viaggiò alla ricerca delle sue armature nascoste in giro per il mondo. Ad ogni locazione che raggiungeva, rimuoveva un pezzo della sua mente e distruggeva le sue vecchie armature, con il proprio intelletto che diminuiva ora dopo ora mentre aumentava la sua inutilità e vulnerabilità. Pepper e Maria potevano solo assistere alla degenerazione dell’uomo che amavano di fronte ai propri occhi.

Con il database ormai distrutto e la propria mente a pezzi, Tony si trovò finalmente faccia a faccia con Osborn. Mentre Norman aveva adottato e modificato l’Armatura Extremis nella potente armatura da Iron Patriot, Tony si trovò ad indossare il primo prototipo della sua creazione. I due si affrontarono ed Osborn vinse portando il suo avversario vicino alla morte, ma comprendendo che Stark non avrebbe mai rivelato ciò che lui voleva sapere e sapendo di essere in diretta tv, Osborn abbandonò la battaglia.

In qualche modo, Stark aveva vinto. Le informazioni di cui era in possesso erano salve, ma il prezzo pagato era altissimo. Tony era bloccato in un coma da cui i suoi amici temevano non si sarebbe mai risvegliato.

INVINCIBLE IRON MAN: STARK DISASSEMBLED; SIEGE

Tony si prepara quindi ad ogni eventualità. Prima di iniziare la sua missione finale, Stark aveva registrato un video in cui istruiva i suoi amici su come riportarlo in vita. Per fare questo aveva bisogno del reattore personale di Pepper e del potere di Thor. Per ristabilire la sua mente necessitava inoltre di uno speciale supporto rigido che Maria aveva recuperato in un laboratorio in Texas.

Il processo purtroppo non procede senza intoppi come lui aveva previsto, e i suoi amici sono costretti a chiamare il Dott. Strange in modo che egli possa effettuare un tentativo disperato di chirurgia psichica. Egli scopre che la coscienza frammentata di Tony non è altro che una bizzarra mescolanza di simboli e tormenti, ha successo dove gli altri avevano fallito, e riesce a riportare in vita il corpo e la mente di Tony.

Stark rivela poi che l’hard disk di Maria conteneva un salvataggio di tutti i suoi ricordi, ma precedente a Extremis. Per cui Stark non ha alcun ricordo della Guerra Civile, dell’Iniziativa e dell’Invasione Skrull. Come reagirà Stark venendo a conoscenza dei misfatti che aveva compiuto allora?

Ora però non c’è tempo per fermarsi e riflettere, anche perché nel frattempo Osborn ha dichiarato guerra ad Asgard. Il momento che i Vendicatori aspettavano è arrivato. Osborn ha mostrato il suo vero volto al mondo, ed è giunta di nuovo l’ora dei veri eroi. Subito dopo Siege, inzia per gli eroi una nuova Heroic Age.

Stark dovrà affrontare le conseguenze delle sue azioni e un’opinione pubblica che probabilmente non lo appoggia in pieno. Ma se c’è una cosa che Stark ha imparato nel corso della sua lunga carriera, è che può sempre ritornare più forte di prima. Ma la priorità adesso è una nuova armatura…

———————————————————————————-

IRON MAN: COSA COMPRARE

In aggiunta alla guida qui pubblicata aggiungiamo un utile specchietto in cui sono segnalate le edizioni italiane e americane delle storie appena riassunte. In Italia le avventure di Iron Man sono pubblicate da Panini Comics.


1) EXTREMIS

Edizione italiana: 100% Marvel (poi ristampato); Collana da edicola “Le Grandi Saghe Marvel” n.11
Edizione originale: (TP)
(HC)

2) CIVIL WAR

Edizione italiana: Civil War #1-7 (miniserie pubblicata in brossurati da edicola); Collana da edicola “Le Grandi Saghe Marvel” n.1
Edizione originale: (TP)  (HC)

3)  CIVIL WAR: FRONT LINE (VOL.1 e 2)

Edizione italiana: Front Line è una serie di storie brevi pubblicate in varie testate italiane, una sola ha come co-protagonista Iron Man, inserita in Marvel Miniserie 77.
Edizione originale: (vol.1)
(vol.2)

4) CIVIL WAR: IRON MAN

Edizione italiana: Iron Man e Vendicatori n.87-88 (spillato)  e Marvel Mix 68
Edizione originale: (TP)

5) I POTENTI VENDICATORI

Edizione italiana: la serie viene pubblicata sullo spillato “Iron Man e i Potenti Vendicatori”, antologico da edicola ripartito dal numero 1 proprio in occasione del debutto di questa testata.
Edizione originale: (TP)
(HC)

6)  IRON MAN DIRETTORE DELLO S.H.I.E.L.D

Edizione italiana: Iron Man e i Vendicatori 89 (spillato)
Edizione originale: (TP)

7) WORLD WAR HULK

Edizione italiana: Marvel Miniserie 88-92; Collana da edicola “Le Grandi Saghe Marvel” n.5
Edizione originale: (HC)
(TP)

8 ) IRON MAN: HAUNTED

Edizione italiana: Iron Man e i Potenti Vendicatori 3-10 (spillato)
Edizione originale: (TP)

9) INVINCIBLE IRON MAN: I CINQUE INCUBI

Questo è il primo volume tratto dalla nuova serie regolare dedicata a Tony Stark The Invincible Iron Man di Fraction/Larroca.

Edizione italiana: La serie viene pubblicata su “Iron Man e i Potenti Vendicatori” a partire dal numero 13; 100% Marvel: I cinque incubi
Dal n. 20 la testata ha cambiato il titolo in “Iron Man gli Oscuri Vendicatori”
Edizione originale: (TP)
(HC)

10) SECRET INVASION

Edizione italiana: Panini Comics – Secret Invasion #1-8 (miniserie pubblicata in brossurati da edicola)
Edizione originale: (HC)
(TP)

11) INVINCIBLE IRON MAN: WORLD’S MOST WANTED Vol. 1 e 2

Questi due volumi (e il successivo, Stark Disassembled) sono il preoseguimento della storia “I Cinque Incubi”, quindi si tratta di albi tratti dalla regular The Invincible Iron Man di Fraction/Larroca.

Edizione italiana: serie regolare pubblicata sullo spillato “Iron Man e i Potenti Vendicatori” (vedi sopra)
Edizione originale: (TP n.1)
(HC n.1)
(TP n.2)
(HC n.2)

12) STARK DISASSEMBLED

Edizione italiana: Panini Comics – serie regolare pubblicata sullo spillato “Iron Man e gli Oscuri Vendicatori #30-31-32-33.
Edizione originale: Edizione originale:  (HC – in preordine)
TP

13) SIEGE

Edizione italiana: Panini Comics – Assedio 1-4 (Marvel Miniserie 108-109-110-111).
Edizione originale: (Trade Paperback, 200 pagine)

14) STARK RESILIENT (Book 1)

Edizione italiana: Panini Comics –  inizio pubblicazione su Iron Man & i Vendicatori #35
Edizione originale: (Trade Paperback, 128 pagine)

15) STARK RESILIENT (Book 2)

Edizione italiana: Panini Comics – Iron Man & i Vendicatori, ancora inedito.
Edizione originale: (Pre-Order, Hardcover, 136 pagine)

In aggiornamento.

A cura di Emiliano Cadili Rispi e Elena Pizzi

Si ringrazia Bruno Marcotulli per la gentile collaborazione