Geoff Johns

Scritto da Simone Sperati il 23 marzo 2010 in Comics e fumetti americani e Fumetti DC Comics con nessun commento

FOCUS ON: “MASTER” GEOFF JOHNS

DC Leaguers, attraverso questa nuova rubrica, pubblica per voi i profili dei grandi scrittori/disegnatori di ieri e di oggi che hanno reso e rendono indimenticabili le storie a fumetti. Si parte dal re, insieme a Grant Morrison, della DC dei nostri giorni: Geoff Johns!

SITO UFFICIALE: http://www.geoffjohns.com/

La fonte principale di informazioni biografiche/bibliografiche è Wikipedia.

CENNI BIOGRAFICI E PRIMI SUCCESSI:

Geoff Johns nasce a Detroit, Michigan (USA), il 25 gennaio 1973. Cresce a Grosse Pointe e Clarkstone, due sobborghi di Detroit, e si innamora dei fumetti sin da piccolo, con un’immediata predilezione per i personaggi DC (Flash in particolare) e, in seguito, anche per le storie Vertigo. Da sempre fan di Richard Donner e delle sue trasposizioni filmiche di Superman, diventa il suo assistente personale, dopo una dura gavetta, nella seconda metà degli anni 90. Grazie all’esperienza cinematografica maturata alla Warner Bros entra in contatto con i vertici della DC Comics e comincia a lavorare, dopo l’albo di debutto Star Spangled Comics #1 (1999), alla serie Stars and S.T.R.I.P.E., dedicata a Courtney Whitmore, la seconda Star-Spangled Kid (un eroe creato, nella sua prima incarnazione, nel 1940 come avversario dei nazisti) e al suo patrigno, lo Stripesy originale, Pat Dugan. Stripesy (poi denominato S.T.R.I.P.E.) rappresenta una rarità nel mondo dei comics, infatti si tratta di un sidekick adulto di un eroe teenager. Nel 1999 esce anche Day of Judgment (Il giorno del Giudizio) evento che segna il debutto del defunto Hal Jordan come Spirito della Vendetta, implacabile entità soprannaturale che agisce per conto di Dio. Da qui in poi i destini editoriali di Hal Jordan e Geoff Johns si intersecheranno indissolubilmente, regalando al personaggio di Lanterna Verde una nuova e strabiliante popolarità.

Prima di diventare una superstar indiscussa del mondo del fumetto Johns lavora anche alla Marvel: scrive infatti alcuni numeri dei Vendicatori (The Avengers vol. 3, #57-76) fra il 2002 e il 2004, il numero speciale #1/2 della serie Ultimate X Men e una miniserie dedicata a Vision (Visione) in 4 parti. Negli stessi anni escono anche Morlocks #1-4 e The Thing: Freakshow #1-4.

JOHNS DIVENTA “MASTER GEOFF”: GLI ANNI 2000 E LA CONSACRAZIONE ALLA DC

Stars and S.T.R.I.P.E riscuote consensi, e alla DC inizia così il periodo d’oro di Geoff Johns, in un continuo crescendo di successi e apprezzamenti da parte del pubblico. Stregato da The Golden Age di James Robinson, nel 2000 decide di partecipare assieme a lui e David S.Goyer alla realizzazione della nuova serie della JSA(Justice Society of America), dedicata allo storico supergruppo che affrontò i nazisti durante la seconda guerra mondiale, anticipata dalla miniserie Il ritorno della JSA. Johns diventa presto l’unico scrittore della testata, che chiude, dopo una gestione trionfale, con il numero #81 nel 2006. La serie viene poi rilanciata con una nuova numerazione, e Geoff continua a tesserne con abilità le vicende fino al numero #26. Si tratta di uno straordinario atto d’amore verso alcuni dei personaggi più rappresentativi della DC “storica”, e con un tocco sapientemente moderno Johns riesce a rendere complessi e credibili alcuni eroi che altrimenti sarebbero ricordati solo per i costumi bizzarri e le storie degli anni 40-50. Alla regular si aggiungono alcuni speciali (come la raccolta di storie JSA: All Stars e il la graphic novel JLA/JSA: Vizi e Virtù) che omaggiano la storia editoriale del team. E’ di Johns anche lo storyarc di debutto, dedicato a Power Girl, della serie JSA Classified.

Nello stesso periodo egli realizza poi lo spin-off della JSA Hawkman, nuova serie regolare che scrive per 25 numeri. L’amore per i “rilanci” contraddistingue fin da subito la carriera di Johns, che nel 2003 inizia la sua corsa sui Teen Titans, supergruppo di adolescenti che negli anni 80 aveva conosciuto enorme popolarità grazie all’indimenticabile gestione Wolfman/Perez. Le vicende di questi giovani eroi sono divertenti, frizzanti, ma allo stesso tempo profonde, e grazie a Johns anche questa testata (che lascia nella primavera del 2007 con il numero #45) riscuote attenzione e apprezzamenti. Questo è anche il periodo in cui  (2000-05) Johns per la prima volta lega le sue sorti a Flash, scrivendo la serie regolare dedicata a Wally West (numeri #164-225) dopo aver raccolto il testimone da Mark Waid, autore che negli anni precedenti aveva legato indissolubilmente il proprio nome a quello del velocista scarlatto. Il 2005 è anche l’anno che cambierà per sempre la vita di Geoff Johns, consacrandolo come superstar del mondo del fumetto.

Innanzitutto viene scelto come coordinatore/supervisore del grande evento Crisi Infinita, crossover che, dopo la cancellazione avvenuta nel 1986 con Crisi sulle Terre Infinite, riporta il multiverso (ovvero un sistema cosmologico basato sull’esistenza di terre parallele) nella continuity DC. Johns scrive appunto Infinite Crisis, la miniserie principale, ma supervisiona anche il lungo countdown (durato un anno circa) di avvicinamento alla Crisi, che coinvolge tutte le serie regolari e propone una lunga lista di eventi preparatori studiati ad hoc. Il risultato in realtà fa discutere il mondo dei fan, che stavolta si dividono, ma per Green Lantern: Rebirth invece i consensi sono unanimi. Rinascita è appunto l’evento (in 6 parti) che segna lo strabiliante ritorno sulla scena (e in vita) della Lanterna Verde Hal Jordan, di nuovo protagonista. Johns si nutre di continuity ma allo stesso tempo rende accessibili le sue storie anche ai lettori meno esperti, facendo sì che intorno a Green Lantern (la cui serie regolare riparte dal numero #1 per l’occasione) si crei passione e interesse a tutto campo. Rebirth consolida il sodalizio con il disegnatore Ethan Van Sciver, con il quale Johns aveva già lavorato nel 2001 per lo speciale Flash: Iron Heights.

Pochi mesi dopo debutta anche testata gemella Green Lantern Corps, affidata prima a Dave Gibbons e poi a Peter Tomasi, fidi collaboratori di Johns. In questa maniera si ha una visione del mondo delle Lanterne Verdi a 360 gradi, e ciò permette agli scrittori di realizzare storie di ampio respiro. Progressivamente il mondo di Green Lantern diventa centrale nel DC Universe, e tutto ciò sfocia nella realizzazione di due importanti eventi editoriali: la Sinestro Corps War (2007), saga che riporta alla ribalta uno dei grandi personaggi della continuity delle Lanterne, Sinestro e Blackest Night (2009-10), importantissimo crossover che coinvolge tutto l’universo DC e trionfa nelle vendite. Esso rappresenta senza dubbio il vero e proprio culmine del “progetto Green Lantern” targato Geoff Johns.

Subito dopo la fine di Crisi Infinita debutta la serie settimanale (lunga un anno) intitolata 52, importante progetto editoriale che coinvolge altri 3 scrittori importanti oltre a Johns: Grant Morrison, Mark Waid e Greg Rucka. Qui vengono raccontate le vicende intercorse fra la fine di Infinite Crisis e Un anno dopo, lasciando spazio non alla consueta “trinità” DC (Superman, Batman, Wonder Woman) ma a una serie di personaggi secondari che riescono a catturare le simpatie dei lettori, generando anche una serie di spin-off, miniserie dedicate e serie regolari, inclusa la divertente Booster Gold, che Johns co-scrive per i primi 12 numeri (inclusi gli albi Booster Gold #0 e #1000000) lasciando poi spazio a Dan Jurgens.

Inoltre Geoff, il quale negli anni precedenti aveva già scritto alcuni albi della lunga gestione supermaniana targata Loeb/Kelly, diventa il regular writer di Action Comics, una delle testate storiche del kryptoniano, a cui collabora anche Richard Donner. I fan, nonostante i molti ritardi, apprezzano, e saghe come Last Son, Fuga da Mondo Bizarro, Superman e la Legione dei Supereroi, Braniac riportano il kryptoniano ad antichi fasti unendo silver age e modernità. Johns lascia Action Comics con il numero #870, ma continua ad omaggiare la figura di Superman con la miniserie Secret Origin, nuova e accattivante ri-narrazione delle origini dell’Uomo D’Acciaio, come già ha fatto per Hal Jordan sulla sua serie regolare. Gary Frank, artista che ha collaborato con Johns anche su Action Comics, è un disegnatore abilissimo in grado di esaltare ai massimi livelli le doti narrative di Johns. Un altro nome indissolubilmente legato a “Master Geoff” è Ivan Reis, per anni talentuosissimo regular artist di Green Lantern.

Il 2008 in casa DC è l’anno di Batman R.I.P e Final Crisis, due grandissime storie targate Grant Morrison (a cui Johns partecipa con 3 tie-in di rilievo: Rogues Revenge, Rage of The  Red Lanterns, Legion of Three Worlds), ma Geoff continua a raccogliere consensi con Green Lantern e a preparare un altro importante ritorno: è infatti il momento di riportare sulla scena Barry Allen, il Flash della Silver Age. L’annuncio coglie gli appassionati di sorpresa, e la pubblicazione della miniserie (ancora una volta composta di 6 parti e disegnata da Ethan Van Sciver) crea di nuovo grandissimo interesse attorno al mondo dei velocisti, da qualche tempo poco seguito e per nulla valorizzato. Flash Rebirth inizia a maggio 2009 e, dopo molti ritardi, l’ultimo numero esce a febbraio dell’anno successivo. La serie regolare, prevista per aprile 2010, ovviamente porta con sé le stesse (enormi) attese che avevano contraddistinto il rilancio di Lanterna Verde. Nel 2009 Geoff scrive anche i primi 6 albi della nuova serie Adventure Comics, testata storica DC che riprende la sua corsa con una nuova numerazione raccontando le avventure di Superboy. L’artista che affianca Johns sia su Adventure Comics che sulla regular The Flash è il talento emergente Francis Manapul.

I PROGETTI FUTURI:

Le fatiche di Blackest Night non scoraggiano Geoff Johns, che, a partire dalla primavera 2010, scriverà con Peter Tomasi Brightest Day, serie quindicinale che analizza le conseguenze della Notte più Profonda.
Inoltre per l’autunno è prevista anche la graphic novel originale Batman Earth One, che segnerà il debutto vero e proprio di Johns sul Pipistrello (nonostante egli abbia già scritto qualche storia breve dedicata al Cavaliere Oscuro) disegnato ancora una volta da Gary Frank. Si tratta di una nuova linea editoriale con una continuity a parte, e questo permetterà a Johns di fornire una visione personale (e innovativa?) del Vigilante più famoso di Gotham City. Inoltre Johns è assoluto protagonista nel nuovo progetto DC denominato DC Entertainment: egli infatti ha assunto il ruolo di direttore creativo, carica che gli consentirà di continuare a scrivere fumetti, ma allo stesso di spaziare a tutto campo anche nella produzione/collaborazione televisiva (già cominciata con il telefilm Smallville), videoludica e soprattutto cinematografica. Johns infatti sta fornendo la sua consulenza per il film dedicato a Green Lantern, ma avrà un ruolo ancora più attivo (produzione e sceneggiatura) nelle pellicole di Flash e Shazam.

GEOFF JOHNS: I PREGI

Scrittore carismatico e coinvolgente, Geoff Johns sa conquistare i lettori con la propria (apparente) semplicità. Ama costruire trame ad ampio raggio e realizza storie ricche di riferimenti alla continuity storica del DC Universe, ma accessibili a tutti. Le sue trame esaltano i pregi del supereroismo classico: ardore, epicità, coraggio, assoluta abnegazione per difendere il bene e ciò che è giusto. I personaggi sono il suo punto di forza: li caratterizza con grande rispetto per le storie passate (da cui attinge idee e concetti) ma con gusto per la modernità, rendendoli autentici e profondi. Ci si identifica facilmente con i protagonisti delle storie di Geoff Johns, proprio perché essi catturano il lato positivo, la forza e la speranza insiti in ognuno di noi. I suoi fumetti fanno sognare il lettore, lo coinvolgono e lo emozionano. Erroneamente si ritiene che i suoi eroi siano un veicolo di banale e “preconfezionata” positività, senza considerare che essi invece, per superare i propri limiti, affrontano scontri (anche interiori) davvero ardui. Johns è uno dei grandi eredi contemporanei della stagione classica del supereroismo.

GEOFF JOHNS SU DC LEAGUERS:

FORUM:

BLACKEST NIGHT: la nostra sezione, i topic dedicati alla guida e alla checklist Planeta dell’evento.
GREEN LANTERN: la nostra sezione, il topic di Lanterna Verde: Rinascita e alcuni suggerimenti per come cominciare a leggere Green Lantern.
FLASH: La nostra sezione e il topic dedicato all’Omnibus di Geoff Johns.
SUPERMAN: Braniac
Fuga da Mondo Bizarro
Last Son
Superman e la Legione dei SuperEroi
Cuori Perduti
ALTRI EROI DC: Booster Gold e Stars and S.T.R.I.P.E
SUPERGRUPPI: JSA: prima e seconda serie
Il ritorno della JSA
JSA: All Stars
JLA/JSA: Vizi e Virtù
JLA: Crisi di Coscienza
Giovani Titani
CRISI E CROSSOVER: Crisi Infinita
52
DC Sagas: Il Giorno del Giudizio
FINAL CRISIS: Legione dei Tre Mondi
La vendetta dei Nemici
DC COMICS USA: la nostra sezione
DC: Earth One
DC Entertainment
ARTISTI E AUTORI: Sondaggio: Johns o Bendis?
Geoff Johns e Grant Morrison

NEWS, GUIDE E INTERVISTE SUL NOSTRO SITO:

BLACKEST NIGHT: Guida alla lettura e checklist.
La Legacy della Lanterne Verdi

NEWS E INTERVISTE: Intervista doppia Johns/Morrison
Brightest Day: News
Brightest Day: Intervista
Johns parla di The Flash: prima e seconda parte.
Johns a tutto campo: prima, seconda e terza parte

A cura di Elena Pizzi