SWAMP THING DI ALAN MOORE PARTE 1: CRONOLOGIA ITALIANA

Scritto da Matteo Pisaneschi il 3 maggio 2012 in Fumetti DC Comics e Vertigo & Wildstorm con nessun commento

PREMESSA STORICA – SWAMPED! (OVVERO “L’IMPANTANATA VITA EDITORIALE ITALIANA DELLO SWAMP THING DI ALAN MOORE”)

La vita editoriale italiana dello Swamp Thing di Alan Moore è stata così travagliata, affetta da continui cambi di editori ed edizioni, che ha rischiato più volte di rimanere, nome omen, impantanata nella sua corsa attraverso il mercato italico dei comics.

GLI ESORDI PER “L’ARTE DEL FUMETTO”

A metà degli anni 90 esordisce  su  due numeri per “Horror”, per proseguire in dodici su “DC Presenta” e dieci dell’omonimo mensile “Swamp Thing”, entrambi per la Comic Art. Un terzetto di testate che non bastò a portare a conclusione la gestione Moore, interrotta verso la fine dell’acclamato ciclo America Gothic.

UNA “MAGICA” RIPRESA

Fu la Magic Press, una volta rilevata la totalità dei titoli Vertigo qualche anno più tardi , ad impegnarsi nel portare a termine l’opera, lanciando un mensile dalla vita altrettanto travagliata: nove numeri in un suggestivo bianco e nero in contrasto con gli ultimi due caratterizzati dai piatti RGB della colorazione DC anni 80, ed una periodicità sempre più dilazionata, da bimestrale a trimestrale, poi quadrimestrale, con continui aumenti di prezzo, simbolo di quanto fosse ancora difficile portare in Italia in maniera organica questa opera prima del bardo di Northampton.

Nonostante tutto ciò la Magic riuscì, all’alba del nuovo millennio, nel proporre ai lettori italiani tutta la gestione Moore della Cosa della Palude in un mensile che ha dispetto del suo successo commerciale risulta ancora oggi uno dei punti più alti dell’editoria italiana a fumetti grazie,oltre alla materia prima nella forma delle storie, ad un intelligente apparato redazionale gestito da Pasquale Ruggiero e Leonardo Rizzi, quest’ultimo curatore delle ottime traduzioni, vere e proprie opere d’amore e rispetto per la prosa di Moore.

Percepita la disorganicità comunque presente nel suo lavoro, la Magic Press, ormai leader nel settore dei prodotti esclusivi per fumetterie, cartonati e tpb, grazie anche alla qualità del suo carnet Vertigo/ABC/Wildstorm, decise di concedere a Swampie l’onore di una ristampa in sei eleganti volumi a tiratura limitata che ricalcavano, ad eccezione del colore, gli omologhi tpb americani.

UNO SWAMP THING “PLANETARIO”

Ma ancora una volta l’avvento di un nuovo licenziatario italiano per la totalità del pacchetto DC, l’iberica Planeta DeAgostini, troncò a metà della sua corsa questa nuova edizione. La stessa Planeta, dopo esser stata subissata dalle richieste dei fan, optò per una ristampa organica di Swamp Thing in lussuosi volumi omnibus cartonati (formato che in Italia sta prendendo ormai sempre più piede), ripristinando la colorazione originale dell’epoca.

LA ZAMPATA DEL “LEONE”

Siamo quindi alla terza partenza e così come “non c’è due senza tre, ed il quattro vien da sé” il destino beffardo si accanì su quest’ultima riproposta, interrompendosi al secondo volume dei tre previsti, quando i diritti DC passarono di mano dalla Planeta alla RW Lion (divisione della Edizioni RW, costola editoriale del distributore Alastor). Fortunatamente, dimostrando serietà e rispetto per i fan,la Lion non si è fatta attendere poi troppo nel pubblicare il terzo e conclusivo omnibus, cercando di mantenere il più possibile una continuità stilistica con i precedenti.

TIRIAMO LE SOMME

Per barcamenarsi in questo deliro di pubblicazioni si consiglia di fare riferimento all’ottima cronologia di Alan Moore realizzata da Glamazonia (presentata a questa pagina) della quale presentiamo quì un estratto relativo a Swamp Thing

#20 loose ends a.m./dan day/john totleben STAM1
#21 the anatomy lesson a.m./steve bissette/j.t. HO#12\STAM1\(1)
#22 swamped a.m./s.b./j.t. HO#13\STAM1\(1)
#23 another green world a.m./s.b./j.t. DP#1\STAM1\(1)
#24 roots a.m./s.b./j.t. DP#2\STAM1\(1)
#25 the sleep of reason a.m./s.b./j.t. DP#3\STAM1\(1)
#26 a time of running a.m./s.b./j.t. DP#4\STAM1\(1)
#27 by demons driven a.m./s.b./j.t. DP#5\STAM1\(1)
#28 the burial a.m./shawn mc manus DP#6\STAM1\(1)
#29 love and death a.m./s.b./j.t. DP#7\STAM1\(1)
#30 a halo of flies a.m./s.b./alfredo alcala DP#8\STAM1\(1)
#31 the brimstone ballet a.m./rick veitch/j.t. DP#9\STAM1\(1)
A#2 down amongst the deadmen a.m./s.b./j.t. DP#10\STAM1\(1)
#32 pog a.m./s.m.m. DP#11\STAM1\(1)
#33 abandoned houses (2) a.m./ron randall DP#12\STAM1\(1)
#34 rite of spring a.m./s.b./j.t. ST#1\STAM1\(1)
#35 the nukeface papers p1 a.m./s.b./j.t. ST#2\STAM2\(1)
#36 the nukeface papers p2 a.m./s.b./j.t. ST#3\STAM2\(1)
#37 growth patterns a.m./r.v./j.t. ST#4\STAM2\(1)
#38 still waters a.m./stan woch/j.t. ST#5\STAM2\(1)
#39 fish story a.m./s.b./j.t. ST#6\STAM2\(1)
#40 the curse a.m./s.b./j.t. ST#6\STAM2\(1)
#41 southern change a.m./s.b./a.a. ST#6-7\STAM2\(1)
#42 strange fruit a.m./s.b./j.t.+r.r. ST#7\STAM2\(1)
#43 windfall a.m./s.w./r.r. ST#7\STAM2\(1)
#44 bogeymen a.m./s.b.+r.r./j.t. ST#8\SW#7(3)\STAM2
#45 ghost dance a.m./s.w./a.a. ST#8\SW#7(3)\STAM2
#46 revelations a.m./s.b./j.t. ST#8-9\SW#7(3)\STAM2
#47 the parliament of trees a.m./s.w./r.r. ST#9\SW#7(3)\STAM2
#48 a murder of crows a.m./j.t. ST#9\SW#8(3)\STAM2
#49 the summoning a.m./s.w./a.a. ST#10\SW#8(3)\STAM2
#50 the end a.m./(s.b./j.t.)+r.v. ST#10\SW#8(3)\STAM2
#51 home free a.m./r.v./a.a. SW#8(3)\STAM3
#52 natural consequences a.m./r.v./a.a. SW#9(3)\STAM3
#53 the garden of earthly delights a.m./j.t. SW#9(3)\STAM3
#54 the flowers of romance a.m./r.v./a.a. SW#9(3)\STAM3
#55 earth to earth a.m./(r.v./a.a.)+j.t. SW#9(3)\STAM3
#56 my blue heaven a.m./r.v./a.a. SW#10\STAM3
#57 mysteries in space a.m./r.v./a.a. SW#10\STAM3
#58 exiles a.m./r.v./a.a. SW#10\STAM3
#59 reunions s.b.+a.m.+r.v.+j.t./r.v.+a.a. STAM3
#60 loving the alien a.m./j.t. SW#10\STAM3
#61 all flesh is grass a.m./r.v./a.a. SW#11\STAM3
#63 loose ends (reprise) a.m./r.v./a.a. SW#11\STAM3
#64 return of the good gumbo a.m./(r.v.+s.b./a.a.)+tom yeates SW#11\STAM3
NOTA: il #62 e’ stato scritto da Rick Veitch
(1) i #21-43,A#2 sono stati ristampati dalla serie ESSENTIAL VERTIGO: SWAMP THING (vedi)
(2) ristampa al suo interno “swamp thing” di Len Wein/Berni Wrightson, da HOUSE OF SECRETS #92
(3) edizione b/n

Horror #12-13, Comic Art 1991, (HO)
DC Comics Presents/a #1-12, Comic Art 1992-94, (DP)
Swamp Thing #1-10, Comic Art 1994-95, (ST)
Swamp Thing #7-11, Magic Press 1999-2001, (SW)
Swamp Thing Di Alan Moore vol1, Planeta DeAgostini 2011, (STAM1)
Swamp Thing Di Alan Moore vol2, Planeta DeAgostini 2011, (STAM2)
Swamp Thing Di Alan Moore vol3, RW/Lion 2012, (STAM3)

TRE VOLUMI PER TRE PASSAGGI CHIAVE

Un pregio non indifferente di quest’ultima edizione in volumi è la suddivisione delle storie: ogni tomo rappresenta infatti, come vedremo nel corso dell’  analisi di prossima pubblicazione, una fase ben precisa della vita del personaggio, un percorso di crescita che può essere appunto scandito in tre momenti, ognuno caratterizzato da un particolare tema di fondo e stile narrativo.

(Continua…)

vai alla parte 2:http://www.dcleaguers.it/recensioni/swamp-thing-di-alan-moore-parte-2-omnibus-vol-1/