Our Worlds at War

Scritto da Roberto Besso il 31 agosto 2009 in Fumetti DC Comics e Superman con nessun commento

smcomeditiontpbTesti: Joe Kelly, Jeph Loeb
Disegni: artisti vari
Edizione originale: In originale la storia è stata data alle stampe in due versioni: la prima divisa è in due TP e la seconda invece in un unico volumone da oltre 500 pagine con tutta la saga.
Edizione italiana: In Italia la saga è stata edita nei 4 volumi Play Press “Superman Our Worlds at War” (collocabili cronologicamente tra Superman TP 10 e 11 e tra i TP 8 e 9 della JLA)

Si tratta dell’evento DC per l’anno 2001 ed ha coinvolto tutte le serie dell’Universo DC, ma a differenza di tutti gli altri “eventi”, OWaW non presenta una miniserie principale, poiché gli avvenimenti fondamentali si svolgono su tutto il parco testate allora dedicato all’Uomo d’Acciaio: Superman, Action Comics, Adventures of Superman e Man of Steel.
Il team creativo capitanato da Jeph Loeb e Joe Kelly ha compiuto veramente un lavoro egregio, iniziando oltre un anno prima a seminare indizi e preparando il terreno per quella che, a pieno titolo, si può definire la più grande battaglia cosmica del DCU escludendo le due “Crisi”. Tutta una serie di eventi nella vita di Superman qui si rivelano essere i tasselli di un mosaico più grande:

1) La vittoria di Lex Luthor alle presidenziali americane.
2) L’upgrade di Metropolis operata da Brainiac e l’evoluzione di Brainiac stesso giunto al livello 13 (nella saga Y2K).
3) La comparsa del Generale Zod.
4) La scomparsa del pianeta Plutone.

La trama descrive l’avvento nel sistema solare terrestre della potentissima entità Imperiex, il creatore e distruttore, l’alfa e l’omega, il principio e la fine dell’universo! Dove passa Imperiex con la sua armata non resta più nulla se non il vuoto cosmico, tutto viene assorbito e tramutato in energia, ovvero nell’essenza stessa di Imperiex.
Per fronteggiare il Distruttore, la Terra si vede costretta ad entrare nell’“Allenza”, nelle cui fila militano eroi (Adam Strange), criminali (Grayven, Massacro, Mongal), regine senza più un regno (Maxima) e a cui capo troviamo addirittura Darkseid (che materializza Apokolips nei pressi della Terra), personaggi toccati tutti dall’avanzata di Imperiex.

Senza dilungarsi troppo nella rivelazione dell’intreccio, segnaliamo invece uno dei punti di forza di questa storia, ovvero la capacità e l’abilità degli autori non tanto nel raccontare una bella storia sci-fi, ma nel portare avanti una cronostoria di guerra con precisione, accuratezza e grande pathos. Il conflitto, pagina dopo pagina, si dipana davanti al lettore sempre più cruento, abbattendo l’uno dopo l’altro luoghi familiari ed amati eroi, caduti sotto le schiere di Imperiex. La contrizione diviene inevitabile quando si vede Superman in lacrime tra le rovine fumanti della fattoria Kent, o Aquaman nel disperato tentativo di proteggere il suo regno, o ancora lo sgomento dei giovani eroi di Young Justice al cospetto delle atrocità della guerra mentre recuperano i feriti, per poi ritrovarsi dispersi su Apokolips. Stupenda la sofferenza che sanno suscitare pagine di rara bellezza, come nell’episodio molto raffinato delle “Lettere dal Fronte” di Superboy.
Insomma, dietro a una bella storia a fumetti c’è un messaggio molto chiaro, tristemente chiaro nell’ultima pagina della saga: nella guerra tutti perdono qualcosa… Anche Superman.

L’edizione italiana si compone dei seguenti albi:

Superman #171/173
The Man Of Steel #115/117
Action Comics #780/782
Adventures Of Superman #593/595
Supergirl #59
Wonder Woman #172/173
JLA: Our Worlds At War #1 (speciale)
Young Justice #36
Impulse #77
Superboy #91
World’s Finest: Our Worlds At War #1 (speciale/epilogo)

A cura di Mauro Anselmo