Stile Felino

Scritto da Elena Pizzi il 5 ottobre 2010 in Fumetti DC Comics con 7 commenti

Catwoman è da sempre una delle icone sexy del fumetto USA. Ripercorriamone la storia editoriale attraverso i costumi che l’hanno resa famosa.

Cover Catwoman #46

Le origini

La Catwoman delle origini con maschera da Gatto – 1940Catwoman debutta con il soprannome The Cat (il Gatto) nella primavera del 1940 su Batman #1, la serie regolare dedicata al Pipistrello di Gotham City in corso di pubblicazione ancora oggi. Già nel numero #3 della regular, coincidente con la sua terza apparizione, indossa il suo celebre costume Golden Age con una vera e propria maschera da gatto. Il nome Cat-Woman diventa ufficiale nel 1942, e per l’occasione la celebre ladra propone un look “total black” che ricorda ancora di più l’aspetto di un gatto. La sua prima (presunta) identità civile è Marguerite Tone.

Green and Purple

Batman 42 - appare CatwomanNel 1947 ecco comparire il costume verde e viola di Catwoman,  che accompagnerà Selina fino agli anni ’80. La Gatta si fa chiamare Eva Barr e continua la sua attività criminale nell’alta società gothamita, finendo diverse volte in prigione e cambiando spesso colore di capelli: è normale infatti che Batman si imbatta in una Catwoman bionda, rossa o bruna a seconda delle occasioni, alla guida tra l’altro di una nuovissima fiammante Kitty Car e persino di un Cat-Plano Ladra, ma con stile! Nel 1951 viene rivelata finalmente anche la sua vera e definitiva identità, Selina Kyle.

Star televisiva

Batman #197 -1967Divenuta popolare anche in televisione grazie al serial con Adam West, Catwoman nel 1967 cambia ancora look, con un nuovo costume verde, aderentissimo e “squamato” che mette in rilievo le sue curve. Pochi anni prima, ispirato dalla donna-gatto, aveva debuttato nel DC Universe anche Cat-Man/Thomas Blake (1963), personaggio di secondo piano che diventa però protagonista indiscusso dei Secret Six di Gail Simone a partire dal 2004.

The ninja cat

Wonder Woman #201 – 1972Per un breve periodo Selina (1969-1975) scende in pista con un look modernissimo, meno sexy ma più combattivo, con tanto di capelli corti, maschera rossa e stivali da pirata. Non è raro vederla impegnata in durissimi combattimenti corpo a corpo conferendole un temperamento ancora più tenace e caparbio.  Sul finire degli anni ’70 diventano molto popolari anche le avventure di Selina nella sua versione alternativa del pianeta Terra 2., in cui è sposata con Bruce Wayne (divenuto commissario di Gotham City) e ha una figlia insieme a lui, Helena Bertinelli, alias La Cacciatrice. Nel  1979 debutta anche la sua controparte Marvel, Felicia Hardy detta La Gatta Nera, comprimaria di Spider-Man.

Nel 1975 Catwoman ritorna al suo costume classico verde e viola, come testimonia la cover di Batman Family #8:

Cover Batman Family #8 – 1975

Gli oscuri anni ’80 e Tim Burton

Catwoman nel corso degli anni ’80 continua ad utilizzare il suo regale costume verde e viola, con qualche eccezione, ad esempio una monocromatica tuta grigia. Ma a “sconvolgere” la storia di Catwoman è sicuramente Michelle Pfeiffer, la cui aderentissima tutina nera turba i sogni di Batman e del pubblico maschile in Batman Returns, film del 1992 diretto da Tim Burton.

Michelle Pfeiffer in “Batman Returns” - 1992

La seducente chioma di Michelle è fonte d’ispirazione anche per Paul Dini e Bruce W.Timm, che inseriscono una Catwoman biondissima nella Batman Animated Series degli anni ’90:

La bellissima Catwoman della Serie Animata di Dini/Timm – anni ’90

Catwoman di Jim Balent: sexy Pin-Up degli anni ’90

Catwoman disegnata da Jim BalentFinalmente, nel 1993, debutta ufficialmente la prima serie regolare dedicata a Selina Kyle, resa sexy più che mai dallo stile pinupparo di Jim Balent, decisamente in voga in quegli anni grazie alle crudelissime bad-girls della Image Comics. Catwoman continua ad essere un personaggio borderline e conturbante, con quel pizzico di cattiveria che a una ladra non guasta mai. Il look “totally purple” segna un’epoca, e accompagna con successo la Gatta fino alle soglie del nuovo millennio.  Indimenticabile (e sempre in viola) è di sicuro anche la Catwoman disegnata da Tim Sale nella suggestiva trilogia The Long Halloween, Dark Victory e When in Rome.

Cooke e Brubaker: La nuova Catwoman

Catwoman #2 di Ed Brubaker e Darwyn Cooke – 2002L’arrivo di un nuovo ed importante team creativo sulle pagine di Catwoman (serie ripartita per l’occasione dal numero #1) segna il debutto dell’ennesimo nuovo look per Selina Kyle, che a partire dal 2002 indossa un paio di grandi occhialoni e una nuova tuta nera e aderentissima, più “pratica” rispetto alle versioni precedenti. Il nuovo gatta-style è consacrato anche da Jim Lee, che fa sinuosamente danzare Batman e Catwoman sui tetti di Gotham nell’appassionante maxi-saga di 12 numeri Hush (2003) scritta da Jeph Loeb. Catwoman non è più una ladra, ma la vigilante del suo quartiere, il malfamato East End gothamita. Più ruvida e spregiudicata nei modi persino rispetto a Batman, la nuova versione di Selina Kyle viene valorizzata al massimo dalla bravura del talento emergente di Ed Brubaker, capace di dare alla Gatta un nuovo emozionante spessore.

Paul Dini e un bizzarro trio

Attualmente, dopo la chiusura della sua serie regolare, le vicende di Catwoman sono raccontate proprio da Paul Dini sulla frizzante regular Gotham City Sirens, testata dedicata alle avventure di Selina, Poison Ivy e Harley Quinn. Il look è sempre lo stesso, anche se la Gatta è tornata ad operare sul lato sbagliato della legge.
Cosa ci riserva il futuro di Catwoman? Difficile dirlo. Bisogna sempre stare attenti, però, quando la Gatta di Gotham si prepara ad affilare gli artigli.

Catwoman disegnata da Guillem March – cover Gotham City Sirens #2 Gotham City Sirens #7: Catwoman

Bibliografia

Catwoman: The Visual Guide to the Feline Fatale, Dorling Kindersley Limited, London, 2004 (qui disponibile per l’acquisto).

Catwoman: The visual guideHer real name is Selina Kyle ,but she has had more aliases than a cat had lives .She has lives .She has been called the Princess of Plunder ,the Queen of Crime ,the Feline Fatale,but she’s best known as Catwoman .The most adept jewel thief to ever purloin a pearl necklace ,she bewitches every man she meets especially Batman ,the Dark Knight of Gotham City .He would love to reform her,but there is a wild spark in Selina that can never be extinguished .Time after time Catwoman has slipped through Batman’s fingers,leaving just a light scratch from her claws or her whip for a souvenir.


Informazioni sull'autore

Elena Pizzi [Selina Kyle]Abita da tempo a Gotham City, anche se desidera volare per tutto l'universo insieme ad Hal Jordan. Spesso gioviale e sorridente, a volte è inaspettatamente solitaria, ma costantemente alla ricerca di ciò di cui sono fatti i sogni, cioè ciò che giace, spesso sepolto, in fondo a noi stessi. Non rinunciate mai alla forza delle vostre passioni.Leggi tutti gli articoli di Elena Pizzi