First Wave: parla Azzarello

Scritto da Simone Sperati il 1 marzo 2010 in Batman e Fumetti DC Comics con nessun commento

In una recente intervista a IGN Brian Azzarello ha parlato di First Wave, la nuova miniserie introdotta qualche tempo fa dallo speciale Batman/Doc Savage ed in partenza questo mercoledì negli States. Riportiamo di seguito gli estratti più significativi:

Non avevo alcun interesse nello scrivere personaggi con superpoteri, e non volevo toccare Batman qualora non fosse stato Bruce Wayne. Dan mi ha contattato per la prima volta riguardo a questo progetto circa quattro anni fa; a quel punto, nessun personaggio del DCU ne faceva parte. Mi son chiesto “perché non usare altri personaggi non più usati da tempo?”

Ho letto un po’ di vecchi numeri originali, in cui Batman era un po’ diverso ma apprezzava il suo “lavoro”. Penso sia qualcosa che col tempo gli è stato portato via, volevo reintrodurre questo concetto. Volevo renderlo un po’ come un poliziotto, una recluta; non si è ancora inacidito, non ne ha ancora bisogno, quindi quello che fa è una sorta di hobby folle. Non è ancora ossessionato.

Mi occuperò dei suoi anni di formazione…ma, fondamentalmente, anche in Year One non rideva di sé stesso. Ascolta, è un clichè, ma se parliamo di un miliardario playboy, perché non dovrebe comportarsi da miliardario playboy? Se Bruce Wayne si comporta come un personaggio oscuro, com’è possibile che nessuno sappia che è Batman? Il ragazzo non sorride mai. Se deve avere un’identità segreta non dovrebbe essere così facile per la gente poter dire di aver vicino un tipo così deprimente.

A questo Batman piace ciò che fa, ha una sorta di slancio e irruenza.

Doc Savage è a Manhattan. Credo altresì che la gente tenda a pensare a Gotham come a Manhattan, quindi non volevo avere entrambi nella stessa città. Geograficamente parlando, ho semplicemente pensato di spostare Batman dall’altra parte del Paese. C’è qualcosa riguardo Los Angeles (o almeno, c’era) di discretamente nuovo. Volevo rendere la città vitale quanto il personaggio, una sorta di approccio alla James Ellroy di Los Angeles.

Per quanto riguarda Doc, ho dovuto leggere molto. Per dirne una, è completamente umano, anche se è stato aiutato da suo padre ad essere il meglio. Diversi personaggi gli devono davvero tanto. È effettivamente uno dei primi “superman” (in senso ridotto). Ci sono molti vigilanti, ma un solo Doc Savage.
Quando Doc è in una stanza tutti si accorgono che è in quella stanza. È famoso, non nasconde la sua identità. Lavora con la polizia, o meglio, la polizia chiude un occhio quando lui lavora.

Doc non capisce cosa nasconda Batman, e da ciò deriva tutta la tensione.

In questa versione i Blackhawks sono mercenari, accettano lavori in base all’ammontare della paga. Alcuni di loro si pongono domande, non sono sicuri di fare la cosa giusta. Janos Proshak, creazione di Howard Chaykin, è sullo sfondo insieme ad alcuni degli altri personaggi originali. È la seconda generazione di Blackhawks: non tutti quelli della formazione originale sono morti, alcuni ci sono ancora, e ci saranno interazioni tra tutti loro.

First Wave è il tentativo di costruire un mondo. Stiamo cercando di dare a questa storia un aspetto globale, piuttosto che un’impostazione esclusivamente urbana. Le storie di spin-off saranno più localizzate: Doc viaggerà ovunque, Spirit rimarrà a Central City (anche lui viaggia, ma per la maggior parte del tempo rimane fisso) e Batman starà a Gotham. Tuttavia, First Wave è incentrata sul modo in cui il mondo, diciamo, invade Gotham City.

Ho un rispetto esagerato per Eisner, ma non voglio fare ciò che ha fatto lui. Ha raccontato le sue storie di Spirit, e ora il modo per mantenere vitale il personaggio non è raccontare nuovamente quelle storie, ma assumere un approccio diverso. Questo è un uomo che pensa di essere morto, le sue motivazioni sono completamente diverse da quelle di chiunque altro.

Punterò maggiormente sulla sua temerarietà; in un certo senso crede di essere immortale, un po’ come un teenager. Questa è la mia versione di Spirit.

Golden Tree è un’organizzazione globale, una cabala segreta. Sono la Nuova Scuola, venuta dopo la Vecchia, rappresentata dal tradizionale sindacato del crimine. Golden Tree è la forza che connette questo mondo ai suoi personaggi. Sono sostanzialmente la nemesi di Doc. Spirit sarà più crimine-orientato, e Batman avrà molto a che fare con la corruzione a Gotham.

Per saperne di più su First Wave e seguire gli ultimi sviluppi seguiteci sul forum!


A cura di Simone Sperati